CREMA TRATTAMENTO PSORIASI OFFERTA -50% !

Home Blog Page 224

Psorilax:Recensioni |creme grasse peggiorano la psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, quanto costa

North Chicago Feb 12, 2020 (Thomson StreetEvents) — Edited Transcript of AbbVie Inc earnings conference call or presentation Friday, February 7, 2020 at 2:00:00pm GMT

AbbVie Inc. – VP of IR

* Michael E. Severino

AbbVie Inc. – Vice Chairman & President

* Richard A. Gonzalez

AbbVie Inc. – Chairman & CEO

* Robert A. Michael

AbbVie Inc. – Executive VP & CFO

Morgan Stanley, Research Division – MD in Equity Research and United States Pharmaceuticals Analyst

SVB Leerink LLC, Research Division – Director of Therapeutics Research, MD & Senior Biotechnology Analyst

UBS Investment Bank, Research Division – Equity Research Analyst of Specialty Pharmaceuticals and Large Cap Pharmaceutic

* Randall S. Stanicky

RBC Capital Markets, Research Division – MD of Global Equity Research & Lead Analyst

* Terence C. Flynn

Good morning, and thank you for standing by. Welcome to the AbbVie Fourth Quarter 2019 Earnings Conference Call. (Operator Instructions)

I would now like to introduce Ms. Liz Shea, Vice President of Investor Relations.

Elizabeth Shea, AbbVie Inc. – VP of IR (2)

Good morning, and thanks for joining us. Also on the call with me today are Rick Gonzalez, Chairman of the Board and Chief Executive Officer; Michael Severino, Vice Chairman and President; and Rob Michael, Executive Vice President and Chief Financial Officer.

Before we get started, I’ll remind you that some statements we make today may be considered forward-looking statements for purposes of the Private Securities Litigation Reform Act of 1995. AbbVie cautions that these forward-looking statements are subject to risks and uncertainties that may cause actual results to differ materially from those indicated in the forward-looking statements. Additional information about these risks and uncertainties is included in our 2018 Annual Report and on Form 10-K and in our other SEC filings. AbbVie undertakes no obligation to update these forward-looking statements except as required by law.

On today’s conference call, as in the past, non-GAAP financial measures will be used to help investors understand AbbVie’s ongoing business performance. These non-GAAP financial measures are reconciled with comparable GAAP financial measures in our earnings release and regulatory filings from today, which can be found on our website.

Please note that we have also posted a set of slides to our website to supplement some of the content we’ll be covering this morning. Following our prepared remarks, we’ll take your questions.

So with that, I’ll now turn the call over to Rick.

Richard A. Gonzalez, AbbVie Inc. – Chairman & CEO (3)

Thank you, Liz. Good morning, everyone, and thank you for joining us today. I’ll discuss our fourth quarter and full year 2019 performance as well as our 2020 expectations for AbbVie on a stand-alone basis. We will provide combined AbbVie and Allergan guidance after the close of the planned transaction. Mike will then provide an update on recent advancements across our R&D programs. And Rob will discuss last year’s performance and our 2020 guidance in more detail. Following our remarks, we will take your questions.

We delivered another strong quarter with adjusted earnings per share exceeding the midpoint of our guidance. Our adjusted EPS of $2.21 represents growth of more than 16% versus the fourth quarter of 2018. Total adjusted operational sales growth of 5.3% was also ahead of our expectations for the quarter driven by continued strong performance in both immunology and hematological oncology.

Our performance this quarter tops off another strong year for AbbVie. For the full year 2019, we delivered adjusted earnings per share growth of 13%. We have driven strong commercial, operational and R&D execution, which has allowed us to substantially grow through the impact of international biosimilar competition.

We saw excellent performance in our hematological oncology business, which drove operational growth of more than 39% in the year. We have built a substantial franchise with IMBRUVICA and VENCLEXTA, which combined nearly $5.5 billion in combined revenue with strong double-digit growth expected once again in 2020. IMBRUVICA remains the clear market share leader across all lines of therapy in CLL. With the largest body of clinical evidence, a robust survival benefit and the highest category rating in treatment guidelines today, we remain confident that IMBRUVICA will be a significant growth contributor for many years to come. VENCLEXTA will also contribute substantially to our growth in 2020 with continued share expansion expected in both the broad relapsed/refractory and frontline CLL segments as well as continued penetration in frontline AML.

In our immunology business, the launches of SKYRIZI and RINVOQ are going exceptionally well. Both SKYRIZI and RINVOQ have demonstrated strong differentiated efficacy in their initial indications, and we are making considerable progress to expand their uses in several additional immune-mediated diseases.

SKYRIZI is already having an impact on AbbVie’s growth with sales of approximately $215 million in the fourth quarter, which already equates to an annualized run rate approaching $900 million. And we expect robust growth in 2020. The launch execution has been nothing short of exceptional. In a very short time frame, SKYRIZI has established the leading in-play psoriasis patient share, which includes both new and switching patients, at roughly 25%. SKYRIZI is redefining the standard for efficacy and safety in the psoriasis market where it has not only demonstrated superiority to HUMIRA, the gold standard of care, but also outperformed other novel agents, including COSENTYX. SKYRIZI’s commercial access is now at parity to HUMIRA and above 95%.

While still early in the launch, we’re also seeing robust demand trends for RINVOQ, which is performing well ahead of comparable analogs in the RA segment. In the first full quarter RINVOQ was on the market, we estimate more than 7,600 prescriptions were filled, including both paid prescriptions and those who received RINVOQ through our bridge access program. Based on this level of prescription volume, RINVOQ is currently capturing approximately 9% of in-play RA patients and has surpassed the in-play share for several other established brands. The cannibalization of HUMIRA market share in this segment remains very low thus far. Feedback from prescribing physicians has been very positive. And the strong benefit/risk profile RINVOQ has demonstrated across our registrational trials has supported very rapid and broad formulary coverage for RINVOQ. Commercial access for RINVOQ is now at more than 95%, and we expect paid prescription volume to increase significantly throughout 2020 as a result.

HUMIRA in the U.S. continues to generate strong revenue, driving more than $1 billion of growth in 2019 and will remain a significant contributor to growth again in 2020. The international HUMIRA dynamics remain consistent with our expectations with 2019 revenues down roughly 28% on an operational basis.

Overall, I’m extremely pleased with the performance and the outlook for our immunology franchise. We had previously commented that SKYRIZI and RINVOQ would deliver more than $1 billion of revenue combined in 2020. Our 2020 guidance now contemplates that these 2 products will contribute approximately $1.7 billion in revenue together this year.

Since our inception, we have focused on building a robust pipeline and added growth platforms that will allow AbbVie to absorb the eventual impact of biosimilar competition in the U.S. and maintain a strong and growing business. We continue to make excellent progress against that objective. As I just highlighted, the better-than-expected launch trajectories of SKYRIZI and RINVOQ and the continued strong performance of our hematological oncology franchise has further increased our level of confidence that these platforms will drive significant growth over the long term.

Our R&D productivity over the past 7 years has resulted in numerous new products, which collectively contributed approximately $9 billion in revenue in 2019. And our R&D pipeline continues to develop nicely with multiple programs well underway to expand the breadth of indications for SKYRIZI and RINVOQ as well as the advancement of a significant number of early- and mid-stage programs, 6 of which will have proof-of-concept data readouts in 2020.

AbbVie’s R&D pipeline has been phase-gated from the time we launched as an independent company back in 2013. Our initial priority was to develop next-generation assets that would be superior to HUMIRA and other competitive alternatives within our key immunology disease areas. And as you have seen, SKYRIZI and RINVOQ have demonstrated that type of performance across multiple clinical trials. Their successful launch trajectories demonstrate the value of these assets in 2 very large segments of immunology, which combined represent approximately 40% of U.S. HUMIRA revenues today. We continue to rapidly progress the development of these assets in the remaining key HUMIRA disease areas as well as new indications such as atopic dermatitis.

Our second priority was to build our hematological oncology franchise into a major growth engine for the company. IMBRUVICA and VENCLEXTA have become roughly a $5.5 billion franchise and growing rapidly. And we continue to expand these medicines into important new disease areas, such as multiple myeloma with VENCLEXTA in the t(11;14) biomarker-defined patient population; and combination therapy with IMBRUVICA and VENCLEXTA, which have the potential to provide even deeper and more durable responses.

The third priority was the development of a robust early- and mid-stage pipeline, which now has nearly 40 clinical programs ongoing, including novel new mechanisms developed by AbbVie scientists as well as assets we are advancing across our many collaborations, such as Calico. The most advanced programs in our mid- to late-stage pipeline, which we expect to be approved by 2022, include navitoclax for myelofibrosis, ABBV-951 for the treatment of advanced Parkinson’s disease and veliparib for the treatment of ovarian cancer and BRCA breast cancer. These approvals are on top of the numerous new opportunities expected for RINVOQ, SKYRIZI and VENCLEXTA. Over the same period of time, we anticipate approximately 30 proof-of-concept readouts from novel programs in our early-stage pipeline, which Mike will discuss momentarily. It is truly an exciting time for AbbVie science.

Another exciting aspect of our business is the planned acquisition of Allergan, which has significant strategic and financial merit. Allergan will provide AbbVie with highly valuable on-market assets with leadership positions across additional attractive growth segments, including new growth platforms in aesthetics and CNS/neuroscience. The acquisition will further diversify AbbVie’s revenue and payer mix and immediately accelerates the stand-alone scale of our non-HUMIRA business, the AbbVie growth platform, which is expected to drive high single-digit annual growth revenue over the next decade and beyond.

The proposed acquisition is proceeding well. We recently received conditional approval from the European Commission. The FTC review continues to advance following the divestiture announcements of both ZENPEP and Allergan’s IL-23. And we have completed the integration planning process, including confirmation of our synergy objectives. We remain on track for closing the Allergan transaction as expected in the first quarter of 2020.

We’ve entered 2020 with very strong momentum, and we’re committed to delivering strong results, which is reflected in our guidance. We expect full year 2020 adjusted earnings per share of $9.61 to $9.71, representing growth of 8.1% at the midpoint. As I mentioned earlier, this guidance reflects AbbVie on a stand-alone basis. We will provide pro forma guidance for 2020 following the close of the Allergan transaction.

So in summary, as you can see from our 2019 results and our 2020 guidance, the performance of AbbVie’s business remains very strong. Net performance, combined with a late-stage pipeline, which includes more than 20 new medicines in major new disease indications as well as a robust early-stage pipeline, gives us significant confidence in the future outlook of our company. The AbbVie business will be even stronger and more diverse with the Allergan transaction. We look forward to another successful year and to welcoming our Allergan colleagues to the new AbbVie in the near future.

With that, I’ll turn the call over to Mike for additional comments on our R&D programs. Mike?

——————————————————————————–

Michael E. Severino, AbbVie Inc. – Vice Chairman & President (4)

——————————————————————————–

Thank you, Rick. When we set out as an independent company, we knew that building a productive R&D engine was an essential part of our success. And we’re proud of the progress we’ve made over the past 7 years. We’ve built one of the strongest late-stage pipelines in our industry and brought to market 6 new assets: RINVOQ, SKYRIZI, IMBRUVICA, VENCLEXTA, MAVYRET and ORILISSA, which collectively delivered approximately $9 billion in sales in 2019. These assets are performing very well in their lead indications and will drive significant growth for AbbVie over the long term as we continue to build the body of evidence supporting their differentiated clinical profiles.

In immunology, both RINVOQ and SKYRIZI are off to a very strong start in rheumatoid arthritis and psoriasis, respectively. And we continue to generate clinical data sets that set them apart from competitive offerings. For example, we recently announced positive top line results from a Phase III head-to-head trial comparing SKYRIZI to COSENTYX in psoriasis. In this study, SKYRIZI demonstrated superiority to COSENTYX at week 52 with 87% of SKYRIZI patients achieving PASI 90 compared to 57% for COSENTYX. SKYRIZI also demonstrated superiority to COSENTYX on all ranked secondary end points, including PASI 100, PASI 75 and sPGA clear or almost clear at week 52. These results underscore 2 critical components of SKYRIZI’s profile: the ability to drive high levels of response and the durability of that response at long-term end points.

In oncology, we will also continue to support our hem/onc franchise with important regulatory milestones and additional Phase III data readouts for our approved indications in 2020. We recently received a positive CHMP opinion for VENCLEXTA in previously untreated CLL. And we expect to receive an important label update for IMBRUVICA in the first half of this year based on results from ECOG study, which demonstrated the superiority of IMBRUVICA to FCR in frontline fit patients with CLL.

When we think about sources of growth beyond the current indications for our recently approved assets, it’s important to consider 2 components of our late-stage pipeline. The first is a large number of programs that will allow us to drive our core assets into important new disease areas that represent large and attractive markets. And the second is a set of new assets that will help support additional growth in the future.

If we look first at our opportunity to move into new disease areas with our existing therapies, we see a number of commercially attractive programs that have been derisked based on strong data. For example, we recently announced top line results from the second Phase III study for RINVOQ in psoriatic arthritis, which compared RINVOQ to both placebo and HUMIRA in patients who had an inadequate response to at least one non-biologic DMARD. In this study, both doses of RINVOQ met all primary and key secondary end points, demonstrating a significant impact on both joint and skin end points as well as radiographic inhibition of damage to joint structure. RINVOQ also demonstrated superiority to HUMIRA on ACR20 response at week 12 with the high dose and non-inferiority with the low dose. These data followed the positive results from our first registrational trial reported late last year. Detailed data from both pivotal studies will be presented at an upcoming medical meeting. And we expect to submit our regulatory applications for RINVOQ in psoriatic arthritis in the second quarter with commercialization expected in 2021.

Following discussions with global regulators, our approval submissions in ankylosing spondylitis are planned for the second half of 2020 based on positive data already presented at ACR last November. In this study, RINVOQ demonstrated significantly greater improvements in signs and symptoms as well as physical function and imaging end points compared to placebo. Together, psoriatic arthritis and ankylosing spondylitis make up an important segment of the rheumatology market with global market sales of approximately $14 billion.

The dermatology segment will also be an important area of growth for RINVOQ. Moderate-to-severe atopic dermatitis is a large market that we do not participate in today. And in the middle of this year, we expect to see Phase III data for RINVOQ in this indication. In our Phase IIb study, RINVOQ demonstrated a very strong effect on the easy composite end point and had a prominent impact on itch, which is one of the most troublesome symptoms of this disease. Following the pivotal data readouts, we plan to submit global regulatory submissions later this year.

We are also nearing completion of the registrational programs for SKYRIZI in several new disease areas. In the second half of this year, we expect to see data from Phase III studies in both psoriatic arthritis and Crohn’s disease with regulatory submissions for both indications expected in 2021.

The IBD segment, including both Crohn’s disease and ulcerative colitis, represents a significant opportunity with global market sales of approximately $18 billion. IBD is a growing segment where there continues to be significant unmet need. And based on the efficacy demonstrated in our mid-stage studies, we believe both SKYRIZI and RINVOQ have the potential to drive higher levels of performance than other therapeutic alternatives. Together, we expect SKYRIZI and RINVOQ to have full coverage across the major disease areas for which HUMIRA is currently approved plus new areas such as atopic dermatitis. With these 2 new medicines, AbbVie is well positioned to maintain its strong leadership in the $70 billion global immunology market.

Another growth asset that we expect to expand into important new areas is VENCLEXTA. CANOVA, our Phase III study in relapsed/refractory multiple myeloma patients with the t(11;14) genetic mutation, is now well underway. And towards the end of this year, we plan to initiate a second Phase III study in the relapsed/refractory t(11;14) population. VENCLEXTA has the potential to become an important biomarker-driven treatment option in multiple myeloma. The transformed cells in t(11;14) patients have a B cell-like phenotype and express high levels of Bcl-2. We’ve seen very promising results in this population in early- and mid-stage trials with VENCLEXTA showing high overall response rates and prolonged progression-free survival. The level of efficacy that we’ve seen suggests that t(11;14) patients may be particularly responsive to VENCLEXTA. This biomarker-defined population makes up approximately 20% of the $18 billion multiple myeloma market, representing an important new opportunity for VENCLEXTA.

In addition to multiple myeloma, we will begin Phase III studies in 2 additional Bcl-2-driven diseases in 2020. The first is AML. Building on our experience in the transplant-ineligible population, we are initiating a study in fit patients with AML who have received stem cell transplant but remain at high risk for recurrence. The second is higher-risk myelodysplastic syndrome or MDS. MDS is a malignant disease of bone marrow stem cells that is associated with significant morbidity and mortality due to the risk of bleeding, infection and transformation to acute leukemia. Some patients with MDS undergo stem cell transplant, but many cannot. And these patients have very few treatment options. Preclinical and early clinical studies support a role for Bcl-2 inhibition in these patients, and our Phase III studies with VENCLEXTA will begin later this year.

The second component of value in our late-stage pipeline includes important new therapies that we expect to launch in 2021 and 2022, including navitoclax, veliparib and ABBV-951. Navitoclax will be entering Phase III studies in the first half of this year in frontline and second-line myelofibrosis. Myelofibrosis is a malignant disease in which the bone marrow is replaced with fibrotic tissue, leading to bone marrow failure. Currently, JAK2 inhibition is the only approved therapeutic option, but despite treatment, many patients progress and experience significant morbidity and mortality. Navitoclax is a first-in-class Bcl-xL inhibitor with the potential to transform the treatment of myelofibrosis by deleting the clone that causes the disease.

At ASH last year, we presented encouraging data from a Phase II study, which demonstrated that up to 43% of patients who had failed JAK2 inhibition responded to navitoclax based on a 35% reduction in spleen volume. In addition, responses deepened over time, and we continue to follow these patients. Navitoclax-treated patients also showed reductions in the number of malignant cells and decreases in bone marrow fibrosis, supporting the potential for disease modification.

In the area of solid tumors, we’ve previously presented positive Phase III data from 2 veliparib studies in frontline ovarian cancer and BRCA breast cancer. Data from these 2 studies demonstrated significant prolongation of progression-free survival and support the use of PARP inhibition in combination with chemotherapy earlier in the course of treatment. In ovarian cancer, veliparib will be the only PARP inhibitor to combine with frontline chemotherapy and treat a broader population that is not restricted to biomarker status or chemo responsiveness. In BRCA-positive breast cancer, veliparib will also be the only PARP inhibitor to combine with platinum-based chemotherapy, giving these patients a valuable new treatment option.

Based on feedback from global regulatory authorities, we plan to submit our applications for veliparib in the first half of this year. Veliparib will be an important new treatment option for women with ovarian cancer and BRCA breast cancer, offering the potential to provide better outcomes.

And in our late-stage neuroscience pipeline, we are making good progress with the Phase III program for ABBV-951, our innovative approach to delivering Duopa-like efficacy through a subcutaneous delivery system for advanced Parkinson’s disease. This approach is enabled by novel levodopa and carbidopa prodrugs and would be a transformative improvement to current treatment options. With a less invasive, nonsurgical delivery system, 951 has the potential to significantly expand the patient population currently addressed by Duopa or other more invasive therapies for advanced Parkinson’s, such as deep brain stimulation. We’ll see data from the pivotal program in 2021 with commercialization anticipated in 2022.

In addition to advancing our late-stage programs, we’ve also made tremendous progress building our early-stage pipeline. Following several years of investment, we’re beginning to see these efforts pay off. And over the next 3 years, we’re planning for proof-of-concept data readouts in approximately 30 programs. Our early pipeline is designed to include a mix of highly novel targets supported by strong underlying science and clinically validated targets where we think an opportunity exists to improve on current agents.

In the area of immunology, I’ll highlight our TNF steroid conjugate, ABBV-3373, which is novel technology that delivers a proprietary, high-potency steroid directly to activated immune cells by TNF-mediated uptake. We’ve shown in model systems that this approach has the potential to drive transformational efficacy. And our early clinical work has demonstrated that we can deliver 3373 at its anticipated therapeutic dose without systemic steroid effects. We will see efficacy data from this study later this year. If our clinical data reproduce what we have seen preclinically, our steroid conjugate technology has the potential to serve as a platform across a wide range of diseases, including RA, IBD and lupus.

We will also see proof-of-concept data this year from several other early-stage assets in our immunology portfolio, including data for ABBV-599, our JAK-BTK program; and ABBV-323, our CD40 antagonist program, which are both targeting multiple pathogenic nodes that are thought to play important roles in diseases such as RA, IBD, lupus and scleroderma, allowing us to restate standard of care in our core disease areas and move into new ones where no effective therapy exists today.

In oncology, we are building on what we have learned with venetoclax and navitoclax to advance a number of promising apoptosis programs. The most advanced of these are ABBV-155, which uses a B7-H3-targeting antibody to deliver a novel, high-potency Bcl-xL warhead to solid tumors; and ABBV-621, which is designed to induce apoptosis by clustering TRAIL, an apoptosis-inducing ligand, on the surface of cancer cells. We will see monotherapy data for ABBV-155 in 2020 and combination data in 2021. We expect to see proof-of-concept data for ABBV-621 in 2021 as well.

In immuno-oncology, we have a number of very promising T cell-redirecting bispecifics in the clinic and several more in preclinical development. The most advanced of these are BCMA bispecifics in multiple myeloma, TNB-338B (sic) (TNB-383B) and HPN-217. These programs allow us to explore different epitope specificities and binding affinities to optimize benefit/risk of our candidates in this very promising area.

We are also pursuing several novel approaches designed to modify the tumor immunosuppressive environment. Here, I would highlight ABBV-151, our monoclonal antibody targeting GARP. Through its effect on GARP, ABBV-151 reduces TGF-beta-mediated signaling within tumors. TGF-beta is thought to be an important driver of tumor immune evasion, and TGF-beta signaling is correlated with a lack of tumor immune infiltrate and PD-1 unresponsiveness.

In addition, I would highlight our CD39 inhibitor, TTX-030. Recently emerging data suggest that CD39 plays an important role in tumor immune evasion by converting pro-inflammatory ATP to anti-inflammatory ADP and adenosine in the extracellular environment. TTX-030 is designed to restore this important pro-inflammatory signal and reduce tumor immunosuppression.

Lastly, in our early neuroscience pipeline, we have several promising disease-modifying candidates in the clinic for Alzheimer’s and Parkinson’s disease. In addition to our tau-directed programs, we have programs aimed at important regulators of the neuroinflammatory response, TREM2 and CD33; as well as a core driver of pathology in Parkinson’s disease, alpha-synuclein.

So in summary, we’ve continued to see significant evolution of our early- and late-stage development programs. We have a late-stage pipeline that includes more than 20 programs in registrational studies and have nearly 40 programs in early- to mid-stage development that will mature over the next few years.

With that, I’ll turn the call over to Rob for additional comments on our 2019 performance and our 2020 guidance. Rob?

——————————————————————————–

Robert A. Michael, AbbVie Inc. – Executive VP & CFO (5)

——————————————————————————–

Thank you, Mike. Today, I’ll review our performance for the fourth quarter and full year 2019 and then walk through our 2020 outlook. We had another year of strong execution. We reported adjusted earnings per share of $8.94, reflecting growth of 13% compared to prior year and beating our initial guidance midpoint by $0.24. For the full year, net revenues were $33.3 billion, up 2.7% on an operational basis excluding a 1.1% unfavorable impact from foreign exchange. Strong growth from several key products and newly launched assets more than offset the impact of international biosimilar competition. For the fourth quarter, net revenues were $8.7 billion, up 5.3% on an operational basis excluding a 0.5% unfavorable impact from foreign exchange.

U.S. HUMIRA sales were $4 billion, up 9.8% compared to prior year, reflecting high single-digit volume growth plus price. Wholesaler inventory levels remained below 0.5 month in the quarter. Full year sales of HUMIRA in U.S. were $14.9 billion, up 8.6% versus prior year. International HUMIRA sales were approximately $950 million in the quarter, down 25.4% operationally, reflecting biosimilar competition across Europe and other international markets and in line with our expectations.

SKYRIZI continues to perform extremely well with global sales of $260 million (sic) ($216 million) in the quarter. RINVOQ is also demonstrating strong uptake with sales of $33 million in the first full quarter following the U.S. launch in late August. For the full year, the combined revenues of SKYRIZI and RINVOQ were $402 million and above our initial expectations.

Hematologic oncology global sales were more than $1.5 billion in the quarter, up 37.2% on an operational basis driven by the continued strong performance of both IMBRUVICA and VENCLEXTA. IMBRUVICA global net revenues were approximately $1.3 billion in the quarter, up 28.9% driven by strong share in all lines of therapy in CLL. VENCLEXTA revenues were $251 million in the quarter driven by continued share gains across all approved indications.

For the full year, our hem/onc global revenues were $5.5 billion, up 39.3% on an operational basis. Global HCV sales were $632 million in the quarter. For the full year, HCV sales were $2.9 billion, down 17.7% on an operational basis driven by lower treated patient volumes in select international markets and increased competition within the U.S. managed Medicaid segment. We also saw continued strong operational sales growth for Creon and Duodopa.

Turning now to the P&L profile for the fourth quarter. Adjusted gross margin was 81.6% of sales, up 180 basis points compared to the prior year, including the year-over-year benefit related to the expiration of HUMIRA royalties. Adjusted R&D investment was 15.3% of sales, supporting our pipeline programs in oncology, immunology and other areas. Adjusted SG&A expense was 21.6% of sales, reflecting continued investment in our on-market products and newly launched assets. The adjusted operating margin ratio was 44.6% of sales, an improvement of 290 basis points versus the prior year. Adjusted net interest expense was $282 million, and the adjusted tax rate was 8.8%. Fourth quarter adjusted earnings per share excluding specified items was $2.21, up 16.3% versus prior year.

As we look ahead to 2020, our full year adjusted earnings per share guidance is between $9.61 to $9.71, reflecting growth of 8.1% at the midpoint. Excluded from this guidance is $1.95 of known intangible amortization and specified items. On the top line in 2020, we expect revenue growth approaching 8% on an operational basis. At current rates, we expect foreign exchange to have a minimal impact on reported sales growth. This forecast comprehends the following assumptions for our key products.

In 2020, we expect U.S. HUMIRA to deliver revenue growth of approximately 9%. We expect international HUMIRA to approach $3.4 billion at current exchange rates. As Rick noted, we expect global sales of our newly launched immunology products to reach approximately $1.7 billion in 2020. This includes SKYRIZI global revenues of approximately $1.2 billion and RINVOQ global revenues of approximately $500 million.

We expect our hem/onc franchise to grow 24% on an operational basis with IMBRUVICA global revenues of approximately $5.5 billion and VENCLEXTA global sales of approximately $1.3 billion. We expect HCV global sales of approximately $2.5 billion. For Creon, we expect revenue growth of approximately 10%. For Duodopa, we expect sales of approximately $500 million. For Lupron, Synthroid and Synagis, we expect sales to be roughly flat year-over-year. And we expect approximately $200 million in combined revenue from ORILISSA in endometriosis and elagolix in uterine fibroids.

Looking at the P&L for 2020. We are forecasting adjusted gross margin of approximately 81.5% of sales. We are forecasting adjusted R&D expense just above 14% of sales, reflecting continued investment across all stages of our pipeline. We are forecasting adjusted SG&A expense to be just above 19% of sales, including funding to maximize the sales potential of new products. We are forecasting an adjusted operating margin ratio of approximately 48% of sales, an improvement of roughly 70 basis points versus 2019. We expect adjusted net interest expense of approximately $1.2 billion, and we model a non-GAAP tax rate of approximately 10%. Finally, our share count for 2020 will be roughly flat.

Regarding our first quarter outlook, we expect adjusted earnings per share between $2.28 and $2.30 excluding approximately $0.53 of known intangible amortization and specified items. We anticipate first quarter operational sales growth of approximately 7%. At current rates, we expect a modest unfavorable foreign exchange impact.

For U.S. HUMIRA, we expect sales of approximately $3.5 billion. We expect international HUMIRA sales of approximately $900 million assuming current exchange rates. For SKYRIZI, we expect global sales of approximately $250 million. And for IMBRUVICA, we expect global sales approaching $1.2 billion.

Moving now to the P&L for the first quarter. We are forecasting an adjusted operating margin ratio of approximately 48.5% of sales. As a reminder, the 2020 guidance provided today reflects AbbVie on a stand-alone basis. We will provide combined AbbVie and Allergan guidance after the close of the transaction.

In closing, AbbVie has once again delivered outstanding results. And with our strong track record combined with the momentum of our business, we are well positioned for strong growth in 2020.

With that, I’ll turn the call back over to Liz.

——————————————————————————–

Elizabeth Shea, AbbVie Inc. – VP of IR (6)

——————————————————————————–

Thanks, Rob. We will now open the call for questions. Operator, first question, please.

================================================================================

Questions and Answers

——————————————————————————–

Operator (1)

——————————————————————————–

(Operator Instructions) Our first question today is from Geoffrey Porges from SVB Leerink.

——————————————————————————–

Geoffrey Craig Porges, SVB Leerink LLC, Research Division – Director of Therapeutics Research, MD & Senior Biotechnology Analyst (2)

——————————————————————————–

Congrats on the quarter. Rick, I just wanted to ask you, it’s been a while since you gave the kind of initial overview of the basis for the Allergan transaction. Could you talk about how the business performance of AbbVie and, frankly, also Allergan has been trending compared to the assumptions that you had going into the transaction? And then as you get close to closing, how confident are you about the $2 billion in synergies? And how soon might they be realized?

——————————————————————————–

Richard A. Gonzalez, AbbVie Inc. – Chairman & CEO (3)

——————————————————————————–

Geoff, I think you’ve obviously seen the stand-alone AbbVie performance, and we’re coming off of another very good year. And our projection and our guidance obviously is projected from a stand-alone basis, another strong year for the company. And I think in particular, we’re very impressed with what we’re seeing out of our immunology franchise and what we’re seeing out of our hem/onc franchise. And so we feel good.

We’ve been watching the Allergan performance. They have reported 2 quarters that we’ve seen. They’ll be reporting another quarter here soon, probably sometime early next week. And I would say, at least for the 2 that have been reported, overall, the business is tracking, I’d say, slightly ahead of what our deal model had projected. As I mentioned, I think, a number of times, the deal model that we put together was a fairly conservative deal model. So that’s not too surprising. But I think as you look at key products that are — critical products for their business, they’re all performing in line or ahead of what our projections were.

As it relates to the synergies, as I mentioned in my formal comments, we have gone through all of the integration planning process with Allergan. Part of that process is to validate the synergies. And so we’re comfortable that the synergy target that we had communicated, which was $2 billion or greater than $2 billion, is an achievable number. Obviously, any time you do a transaction like this, you’re trying to maximize the synergies and obviously maintain the business to perform at the level that you would expect it to perform. So I feel good about the synergy projections. We’ll provide final gating for those projections when we do the combined pro forma guidance. And — but I feel good about the overall target over the first 3 years meeting or exceeding what we had projected. The timing close, everything is progressing as we had planned. And we still anticipate that we will see closure by the end of the first quarter.

The other thing I’d say is, as we step back and we look at what were we trying to accomplish with the Allergan transaction, it was basically to try to build a business that ultimately would be even stronger than the AbbVie business over the long term. And I think one of the things — as investors start to think about the business, it’s important to sort of put that in perspective. We want a business that’s more diversified both from a revenue standpoint as well as a payer mix standpoint. We want a business that has durable positions. This business, the combined business will have durable growth positions in 8 different franchises and be able to drive strong growth. There’ll be 4 franchises for the new company that will be the major growth franchises for us. Obviously, immunology, hematological oncology, medical aesthetics and CNS/neuro will be the 4 franchises.

This is a business that will have excellent payer diversity and payer mix. If you look at it as a percent of the global revenues, Medicare Part B will be about 2%, Medicare Part D will be about 16%, Medicaid will be about 3%, and cash pay will be about 10%. So nice balance and security along the payer base. It will be a business that’s driven by volume, not by price. And so that’s important. It will be a company that has a strong, growing dividend that’s underpinned by tremendous cash flow, which provides security to deliver a growing dividend over the long term and through the loss of exclusivity in 2023 in the U.S.

It will also have a number of recently launched products and growth products. In fact, there’ll be 6 of them if you think about it. You look at SKYRIZI, RINVOQ, VENCLEXTA, IMBRUVICA, those all have significant growth opportunities ahead of them on the AbbVie side. And then you look at the Allergan side, you have VRAYLAR. This is a product that has a — it’s about an $850 million product. I think the last numbers I saw showed it was growing about 70%. And you have their recently launched oral CGRP that we haven’t seen any data on yet as far as their revenue performance because they just launched it, but I think that will be an important product over the long term. So — and then that’s underpinned by our late-stage pipeline that has 20 new drugs in new major indications and an early-stage pipeline that Mike outlined in his remarks. That’s a pretty impressive profile of a company in our industry, and that’s the kind of company we were trying to build by combining these 2 companies together.

So I think that’s how we think about it.

——————————————————————————–

Operator (4)

——————————————————————————–

Our next question is from Steve Scala from Cowen.

——————————————————————————–

Stephen Michael Scala, Cowen and Company, LLC, Research Division – MD & Senior Research Analyst (5)

——————————————————————————–

Let me add my congratulations on another well-executed quarter. I have 2 questions. First, SKYRIZI and RINVOQ are obviously off to great starts, and the raised guidance for them in 2020 is impressive. Previously, AbbVie had provided 2025 guidance of $10 billion for these 2 products. And I’m just wondering how you are thinking about that number now.

And then secondly, the company had given 2020 revenue guidance in 2015 of $37 billion and then, in 2017, said that, that would be exceeded. I realized that in complicated businesses, there are always pushes and pulls. But it appears today’s 2020 revenue guidance implies a $36 billion revenue number in 2020. So I’m just curious for the reason for the delta.

——————————————————————————–

Richard A. Gonzalez, AbbVie Inc. – Chairman & CEO (6)

——————————————————————————–

Well, I mean if you look at SKYRIZI and RINVOQ, obviously, they’re off to a very strong start. When you look at the $10 billion guidance that we had, that still had some level of risk adjustment for the follow-on indications associated with it. And obviously, as we move along, then those risk adjustments will come down. Probability of success will go up. So by definition, by the way we look at things, you would expect SKYRIZI and RINVOQ to be able to exceed that level of performance assuming all those follow-on indications perform at the level that we would expect. And everything that we know would clearly indicate that, that is the case. We’re not in a position where we’re going to up the guidance.

Now in any complicated business like ours, on the $37 billion, obviously there are things like SKYRIZI and RINVOQ that are ultimately performing better. Certainly, when you look at our hematological oncology business, that’s performing at a level that we would expect to deliver at least what we had expected back in that point in time, probably a little bit higher. Now you also have puts and takes, right? International biosimilars were more aggressive than we had anticipated. But net-net, I think we’re comfortable with that level of performance, and more importantly, we’re comfortable with being able to deliver the kind of earnings that we would expect. And so I think we feel very good about how the company is performing and our ability to deliver on those long-term expectations.

The other thing I’d say is, as you look at the biosim, obviously, biosimilars are an important aspect of our particular business. And we’re now at a point where we’re basically lapping the first year of biosimilar experience in the international markets. And it gives us the ability to be able to look back and say, did our strategy work that we had put in place? And I think we’ve obviously been able to learn from what that strategy has been able to do. In general, I would tell you that I’m feeling pretty good about how the strategy played out.

On the aggressive side, obviously the biosimilar competitors, before they entered the market, priced more aggressively than we had seen with the analogs. And so the shape of the curve was different, which we’ve talked about a number of different times. Having said that, our strategy was to make sure that we could maintain as much share as possible of HUMIRA and maintain it as profitable as possible. And we can now step back and look at what does that look like. Well, what it basically looks like is we have maintained about 2/3 of the volume. If you look specifically at the countries that went biosimilar and you look at what the erosion level is in those countries, it’s about 44%, 45% within those countries. So what that means is we’ve obviously maintained a tail of about 55% of the HUMIRA volume, which is a pretty — the HUMIRA revenue, which is a pretty significant tail when you think about a product of the size of HUMIRA.

So I think overall, we feel good about how our strategy played out despite the fact that the biosimilar players were more aggressive. I think as we look at the U.S., there are some things that we can translate out of that experience. And it gives us some feel for how the U.S. will evolve as we enter that biosimilar phase in 2023. Obviously, we have products like RINVOQ and SKYRIZI that are growing rapidly. We have a number of years to be able to drive that. And we’re making very good progress on the follow-on indications. And therefore, we should have a broad set of indications — approved indications for those assets, which should drive very significant growth leading into that LOE event.

The strategy that we’ll put in place is the exact same strategy that we did in the international markets. Our goal is to maintain as much share as we can in as profitable of a way as we can. There is no market exactly like the U.S. market outside the U.S. But what I would say is, we would expect it to be competitive like the international markets. We’ll have more competitors entering the U.S. market. So I think the shape of the curve will be similar to what we saw in the international markets.

But I’d say as far as our ability to maintain share, we certainly, in the U.S., have at least the same competitive position that we have in the international markets, and in all likelihood, we have a stronger competitive position in the U.S. market. So I would say we would expect to fare at least as well or better from the standpoint of maintaining that tail over time. And so we’re feeling better about where we stand, both the progress that we’re making against the assets that will allow us to be able to drive growth over the long term and the experience we’re getting with dealing with biosimilar competition in these markets.

——————————————————————————–

Operator (7)

——————————————————————————–

Our next question is from Navin Jacob from UBS.

——————————————————————————–

Navin Cyriac Jacob, UBS Investment Bank, Research Division – Equity Research Analyst of Specialty Pharmaceuticals and Large Cap Pharmaceutic (8)

——————————————————————————–

A couple on RINVOQ and SKYRIZI. Number one, on SKYRIZI, wondering what the feedback from physicians and patients are regarding — I realize it’s very early, but regarding average duration of therapy. How should we be thinking about that relative to your experience with HUMIRA? And then on RINVOQ, wondering about the Q4 sales number, which came in a little bit lighter relative to how we were thinking about it based on the scripts. Wondering what the dynamic is from a dollar per prescription standpoint, how the couponing and sampling is affecting that. There’s been commentary from Pfizer on XELJANZ pricing that’s brought up some questions about pricing in this space. Obviously, very early on but would love any color there.

And as a corollary to that, with regards to the differences in the channel mix for RINVOQ versus SKYRIZI, any kind of color there would be appreciated. Particularly, as you said, that you have very good access in the commercial setting for RINVOQ, wondering about the access in the other parts of the channel as well.

——————————————————————————–

Richard A. Gonzalez, AbbVie Inc. – Chairman & CEO (9)

——————————————————————————–

Okay. So on the first question, this is Rick, average duration of therapy. Obviously, SKYRIZI is a quarterly dose product as a loading dose that occurs in the first phase. So we don’t have a tremendous amount of experience yet. But I’d say the experience that we have thus far is consistent with what our original launch assumptions would be, and that is that the duration of therapy would be very high at HUMIRA levels or above. Obviously, it’s more convenient to have quarterly dosing. And so we’re not seeing anything there that is different than what we would have anticipated, albeit it’s early on, right?

As far as RINVOQ in the fourth quarter, I’d say RINVOQ is tracking well. It’s continuing to gain in-play share. Now it didn’t get its significant uptick in market access until January. There was a fairly significant jump from December to January. So there was still a fair amount of prescriptions that were being driven through the — our access program where we provide patients — if they don’t have access, we provide them with free product through our bridge program. But now as I mentioned, we’re over 95%. And our policy is, once we’ve achieved access in an account, we no longer allow bridge access for those products. In other words, from a compliance standpoint. And so you should start to see those paid prescriptions ramping in line with what we would expect the access to be. SKYRIZI has very similar kinds of access.

As far as the channel mix is concerned, I’m going to have Rob cover that.

——————————————————————————–

Robert A. Michael, AbbVie Inc. – Executive VP & CFO (10)

——————————————————————————–

It’s Rob. So if you think about the difference in the patient profile with RA versus psoriasis, you obviously have an older patient population. So you’d expect RINVOQ to be higher in terms of Medicare Part D. To give you just a range, it’s around 20% of the RINVOQ channel mix is Part D, whereas at SKYRIZI, it’s closer to 10%.

——————————————————————————–

Richard A. Gonzalez, AbbVie Inc. – Chairman & CEO (11)

——————————————————————————–

The only other thing I’d mention is the one thing that is very encouraging to us is, if you take SKYRIZI, about half, 49% of the patients are naïve patients, and the other 51% are obviously second-line and beyond. If we look at RINVOQ, it’s about 40%, 38%, 39% are naïve patients, which, at this phase of the launch, is higher than what we had originally modeled, and the remaining are second-line and beyond.

The other thing I’d say is we obviously track how we’re doing against various competitors. It’s now — RINVOQ now has an in-play share that’s the equivalent of about 70% of XELJANZ and obviously growing at a pretty rapid pace. And so I think that’s an encouraging sign as well.

——————————————————————————–

Operator (12)

——————————————————————————–

Our next question is from Terence Flynn from Goldman Sachs.

——————————————————————————–

Terence C. Flynn, Goldman Sachs Group Inc., Research Division – MD (13)

——————————————————————————–

Congrats on the quarter from me as well. One more on the guidance front. When you do give the pro forma guidance post-deal close, I was just wondering if we should expect a new longer-term guidance on that front as well. And then again, appreciate all the detail on the pipeline. On the slides, you had 6 proof-of-concept readouts this year. Just wondering, of those assets, which do you view as most transformational?

——————————————————————————–

Richard A. Gonzalez, AbbVie Inc. – Chairman & CEO (14)

——————————————————————————–

Okay. On the pro forma guidance, we haven’t made a final decision. Obviously, we’ll be providing for calendar year ’20. We haven’t made a decision whether we’ll go out any further than that. So I’d say that’s a decision that we’ll make as we get closer to the close and ultimately announcing what the combined guidance is.

Mike, do you want to cover #2?

——————————————————————————–

Michael E. Severino, AbbVie Inc. – Vice Chairman & President (15)

——————————————————————————–

Sure. So as you mentioned, we have 6 proof-of-concept readouts this year in our early- to mid-stage pipeline. And if I wanted to pick some examples of the most transformational, I think I would point to ABBV-3373, our TNF steroid conjugate. If you look at the basic biology, the ability to drive — to deliver this very, very high-potency steroid directly to the activated immune cells that are doing the damage in these diseases really has tremendous potential.

In our preclinical work in our model systems, we see results that are really unlike anything we’ve ever seen with other sorts of agents. And we can deliver that kind of impact in those systems without systemic steroid effects. So if that plays out in the clinic in the same way it has in those model systems, that would really be transformational across a wide range of diseases, across a range of TNF-mediated diseases like RA, other rheumatologic conditions, inflammatory bowel diseases and many others. And you could also use that same technology with different targeting warheads to get into areas where there really aren’t effective therapies today like lupus, for example. So that really has transformational potential.

Maybe I would point to one other program on the onc side. If you look at our work in apoptosis, there really is a tremendous opportunity, I believe, in the future to get into solid tumors with our apoptosis programs. And one program that’ll have a readout, at least from the monotherapy component this year, is ABBV-155, our B7-H3-targeted xL delivery.

——————————————————————————–

Operator (16)

——————————————————————————–

Our next question is from Vamil Divan from Mizuho.

——————————————————————————–

Vamil Kishore Divan, Mizuho Securities USA LLC, Research Division – MD (17)

——————————————————————————–

I just wanted to follow up on the comments Rick made regarding HUMIRA U.S. erosion and Phase I biosimilars that arrive. And I think you said the overall shape of the curve, you think, will be similar to what we’ve seen outside the U.S. And I think you also previously mentioned that part of the reason for the Allergan deal was to kind of give you the ability to address the various scenarios of HUMIRA erosion. So I’m just trying to get a sense, as you think about the scenarios and how this might evolve in 2023, 2024, do you expect that you’ll be continuing to grow sales and earnings right through those years? Or do you think that if it is a somewhat rapid erosion that there might still be a little bit of a decline during that time period?

And then my second question is just around pricing. And it sounds like you’ve got maybe 1 or 2 percentage points of pricing growth for HUMIRA this year. Just wondering, is that sort of a reasonable expectation for 2020 for HUMIRA? And also maybe just for the next couple of years, do you think you’ll still be able to get sort of a low single-digit amount of price?

——————————————————————————–

Richard A. Gonzalez, AbbVie Inc. – Chairman & CEO (18)

——————————————————————————–

Okay. Vamil, this is Rick. So I’ll take the first question, and then Rob will cover the second question for you. We’re obviously not in a position where we’re going to give 2023 guidance at this point. What I was referring to is if you look at consensus today, what it shows for HUMIRA is that it basically is a stairstep down over the course of 3 or 4 years. I would say our experience in the international markets, by the way multiple biosimilar competitors coming into the market simultaneously, created a sharper decline, a deeper decline in year 1, and then it’s pretty much stabilized at that level. Might be some slight erosion after that but relatively minor or moderate after that. When I describe the shape of the curve, I think that’s a more reasonable shape of a curve that we would expect in the U.S. market based on the fact that there’ll be probably 7 competitors that enter the marketplace in 2023.

So as far as growth, it is our obvious objective to make sure that we’re in a position that we can grow over the long term. That’s an important objective for us. It’s certainly an objective that we have been able to deliver on throughout our history as a company, and it’s an important objective for us. Now that doesn’t mean that in 2023, there couldn’t be some step-down in 2023 and then return quickly to growth thereafter. But ultimately, as we get closer, I think we can provide more accurate guidance.

But I have a high level of confidence that we are building an engine that will allow us to be able to grow through it over a long period of time — over the longer period of time. Allergan plays an important part of making sure that we can maintain the investment profile that we want to maintain in R&D and SG&A to make sure we have the levels of cash flow to continue to support the dividend and grow the dividend. It plays a very important role in a number of aspects of how we manage the business over the long term.

Mike — or I’m sorry, Rob?

——————————————————————————–

Robert A. Michael, AbbVie Inc. – Executive VP & CFO (19)

——————————————————————————–

So Vamil, it’s Rob. So I’ll take your question on U.S. HUMIRA. So of the approximate 9% growth we’ve guided, volume is going to be mid-single digits, and price will be low single digits. I think for modeling purposes, it’s fair to model low single digits going forward. We’ll obviously provide that guidance at the appropriate time, but that’s the best way to think about it.

——————————————————————————–

Operator (20)

——————————————————————————–

Our next question is from Randall Stanicky from RBC Capital Markets.

——————————————————————————–

Randall S. Stanicky, RBC Capital Markets, Research Division – MD of Global Equity Research & Lead Analyst (21)

——————————————————————————–

Great. Rick, there’s been a trend in large biopharma towards divesting legacy products. AbbVie has legacy products you’re getting more from Allergan. How are you thinking about potential divestitures from the combined entity?

And then just secondly, on ORILISSA, you’ve talked about the need to build awareness activation. Is that still a $2 billion opportunity? And how are you thinking about the potential to inflect that backup?

——————————————————————————–

Richard A. Gonzalez, AbbVie Inc. – Chairman & CEO (22)

——————————————————————————–

Yes. I mean every company in our industry, for the most part, has some level of legacy products. We do as well as others. I think many people want to divest those products typically not because those products aren’t profitable and provide significant earnings but because they depress their overall growth if they’re too large as it relates to their overall base of business. I would say, as we look at our profile and our ability to be able to grow, we don’t believe that that’s a significant issue for us. That doesn’t mean that at some point in the future, we might not reevaluate if we thought that was in the best interest of the company overall. But I’d say that’s not something that we have any plans for at this point in time.

ORILISSA, the point you raised is an accurate point. The challenge that we’ve had with ORILISSA in endometriosis has been activation of those patients at the rate that we would have expected. We have made some changes in the fourth quarter to our go-to-market strategy. We’ll have to see how those play out. And also, we’ll have the launch of the uterine fibroid indication in 2020. That’s a different patient population. And so I think it will have a different activation profile. And — but I think we have to see how endometriosis — whether or not we get an inflection point here that’s different than what we’ve seen thus far before we make any predictions about how we would change the long-term projections. We fundamentally believe this is a good drug. Everything we know about it says it’s a good drug, and it ultimately fits an important need. But we’re obviously going to have to change that activation curve to get to the level of expectation that we have had for that — for the drug.

——————————————————————————–

Operator (23)

——————————————————————————–

Our next question is from Tim Anderson from Wolfe Research.

——————————————————————————–

Timothy Minton Anderson, Wolfe Research, LLC – MD of Equity Research (24)

——————————————————————————–

A couple of questions, please. Just to round out the discussion on prior 2025 guidance for certain products and asked about 3 of them so far. VENCLEXTA and IMBRUVICA, you can just talk about how those are trending today relative to those projections. IMBRUVICA seems like it’s doing great. But you set really high 2025 guidance, I think, of $11.5 billion. And then VENCLEXTA, I think you guided for $6 billion. And I think it finished out the year here at $800 million. So any comments on those 2 products.

And then a second question just on, in the context of FTC being more unpredictable, with the brazikumab divestiture, a person could argue, for different reasons, the FTC might raise an eyebrow about Astra taking back an asset that they got rid of originally. I think back then, it wasn’t core to their business. And frankly, when you look at Astra and what they concentrate in now, it’s hard to see where it fits. So FTC could potentially question whether Astra is really a committed competitive developer of that asset. Just wondering if you can share your thoughts on that.

——————————————————————————–

Richard A. Gonzalez, AbbVie Inc. – Chairman & CEO (25)

——————————————————————————–

Sure. As far as VENCLEXTA and IMBRUVICA are concerned in the long-term guidance, we feel very comfortable with our long-term guidance for those 2 assets. If you look at this year for VENCLEXTA, it will be an important inflection year for VENCLEXTA. And we would expect it to continue to grow quite nicely over time. Obviously, the multiple myeloma and t(11;14) is a significant opportunity for VENCLEXTA. I think that represents roughly 20% of the myeloma patients, and myeloma is obviously a very big market. So we feel good about that.

As far as the FTC is concerned, the way this process normally works is you bring in the players that you’re considering to acquire a product, which we and Allergan did. And so the FTC has had an opportunity to interact with both of the players and give us feedback around those players. So I think you can conclude from that, that we wouldn’t move forward with a player that the FTC told us they were uncomfortable with.

——————————————————————————–

Operator (26)

——————————————————————————–

Our next question is from Andrew Baum from Citi.

——————————————————————————–

Andrew Simon Baum, Citigroup Inc, Research Division – Global Head of Healthcare Research and MD (27)

——————————————————————————–

Just in the psoriasis segment, you run a very impressive trial versus the leading IL-17, seemingly taking away all their key selling points both in terms of depth as well as speed of onset of response. To what extent do you think you’re going to accelerate eating into the IL-17 segment by leveraging that trial in the psoriasis setting?

And then secondly, back on CLL, could you just talk to how you see the near-term competitive risk from the introduction of Calquence among patients who are struggling with IMBRUVICA tolerance. I realize it’s only a minority of those patients as they tolerate the first year of therapy but whether we’re going to see any patient shift across as it comes to market and then second, longer term, now that you have the covalent — the non-covalent inhibitors coming on to the scene with ArQule, Lilly and others.

——————————————————————————–

Richard A. Gonzalez, AbbVie Inc. – Chairman & CEO (28)

——————————————————————————–

So Mike, why don’t you cover 1 and 3, and then I’ll come back and cover the Calquence question?

——————————————————————————–

Michael E. Severino, AbbVie Inc. – Vice Chairman & President (29)

——————————————————————————–

Sure. This is Mike. With respect to the head-to-head data we just released in the last several weeks against COSENTYX, really was a very strong result. And what I would say is it highlights a number of the things that we said. One, we drive very, very high levels of response. That response is very durable over time. Although all the data haven’t been presented, they will be at an upcoming medical meeting. We said that we hit across all of the ranked secondary end points, so there’s very sort of broad-based results. And we had very good data at 16 weeks, as you said. So we think that that’s going to continue to drive the momentum of SKYRIZI into this space. Now having said that, SKYRIZI is already performing extremely well, and we would expect that to continue.

So with the — for your third question, on the competitive space for BTK inhibitors, we feel very, very good about the package of data that we have delivered around IMBRUVICA. It’s very broad. We have 5 large-scale, randomized readouts. We have a robust survival benefit. And that’s a data advantage that’s very hard to overcome. If you look at the launch of some of the follow-on covalent BTK inhibitors, our data package still is the broadest and, we believe, is the strongest in terms of showing the overall benefits. And the points of differentiation that folks had talked about in the past haven’t really materialized. So we feel good about our competitive position there. They’ll take some share, as you’ve seen in MCL, but it’s nothing that would change our ability to grow IMBRUVICA.

With respect to the non-covalent inhibitors, I think the place for those is less clear. As I’ve said, we have many large-scale Phase III data readouts, including survival benefits. So until those molecules really have an equivalent data set, it’s going to be very, very difficult for them to compete in the space where IMBRUVICA plays. Now there are a small number of patients who have cysteine mutations that lose response to covalent BTK inhibitors because of that. One might expect a non-covalent inhibitor to work there. But that’s really a much smaller opportunity, and that follows the use of the covalent inhibitors. And we would say in that space that VENCLEXTA-based regimens are probably the best option and certainly have the most data today.

——————————————————————————–

Richard A. Gonzalez, AbbVie Inc. – Chairman & CEO (30)

——————————————————————————–

And then to your second question, as it relates to whether or not we’ll see patients being moved off of IMBRUVICA and on to Calquence based on side-effect profiles, we don’t believe that will be the case. I mean I think as Mike pointed out, when you look at the body of data around IMBRUVICA and particularly the survival benefit that we see with IMBRUVICA, physicians are reluctant to move a patient off of a drug that gives them the opportunity to be able to have that level of survival benefit to something that has less data to be able to support that. The guidelines reflect that as well. And most physicians know that when they have a side-effect profile that they’re having difficulty managing through that they routinely — prior to Calquence being on the market, what they would typically do is take the patient off of therapy for a short period of time until it resolves and then put them back on therapy. And many patients would ultimately be fine when they were put back on therapy. So moving to another non-differentiated product, we don’t think will have a fundamental impact.

We’re obviously watching the share data. It’s early on because the latest share data that we have is still November. And as you know, they were approved in November. Now they were on guidelines for most of 2019 in CLL, but the share is very low. They have about 1% share in first-line, 2% share in second-line, about 6% share in third-line, but most of those patients in third-line, about half of them are BTK failures, IMBRUVICA failures. So thus far, we don’t see anything that would suggest that it’s having a significant negative impact on our performance.

——————————————————————————–

Operator (31)

——————————————————————————–

Our final question today is from David Risinger from Morgan Stanley.

——————————————————————————–

David Reed Risinger, Morgan Stanley, Research Division – MD in Equity Research and United States Pharmaceuticals Analyst (32)

——————————————————————————–

I wanted to add my congrats as well. I have 2 questions for you, Rick and the team. So with respect to looking at analogs, branded ex U.S. REMICADE has stairstepped down 30% annually over the past 5 years since biosimilars first launched, and the 2019 sales were less than 20% of the 2014 sales. So could you discuss the considerations for AbbVie when your team has evaluated it as a potential analog for HUMIRA-declined prospects?

And then second, with respect to ORILISSA, could you discuss efforts to change the mindset of younger women who may be hesitant to take hormonal therapies?

——————————————————————————–

Richard A. Gonzalez, AbbVie Inc. – Chairman & CEO (33)

——————————————————————————–

Yes. So David, this is Rick for your first question. Yes, I think the difference between REMICADE and Enbrel as well actually and the experience that we had with HUMIRA was, in most of those cases, only 1 or 2 competitors came in at a time. And so what you’re seeing is essentially the way we had originally modeled HUMIRA was that at year 3, we would get to the levels that we’re at now because it would stairstep down, but I think what we learned in that process is when 4 competitors entered the market at one time that the competitive dynamics between them to try to get share created an environment where they became far more aggressive early on.

So I don’t think the curve will look as — it won’t look as if the same as REMICADE. Now that doesn’t mean that over time, we won’t see some moderate continued erosion. But it’s — for a business of our size and with the growth prospects of our business, that’s not something that would inhibit our ability to be able to grow. I think you can see, we grew through — we ultimately had positive revenue growth in 2019 despite the fact that we had a very significant portion of our international business go biosimilar in 2019.

The second question is part of the activity that we’re working on now to try to drive activation at a faster rate in women on ORILISSA, that is one component. I wouldn’t say it’s the most significant component, but it is one component: to better educate women on what this therapy is all about, what the side-effect profile of this therapy really looks like, the safety profile of it; and make sure that we do that in a way that it’s easily accessible for women in that age group, meaning it has a social media aspect to it that allows them to be able to access accurate information about ORILISSA and the benefits of it and the appropriate use of it. And so that is part of the changes that we made in the fourth quarter. And we’re just going to have to see how those changes — the impact those changes have over time.

——————————————————————————–

Elizabeth Shea, AbbVie Inc. – VP of IR (34)

——————————————————————————–

Thank you, David. That concludes today’s conference call. If you’d like to listen to a replay of the call, please visit our website at investors.abbvie.com. Thanks again for joining us.

——————————————————————————–

Operator (35)

——————————————————————————–

Thank you. And this does conclude today’s conference. You may disconnect at this time.

Psorilax:Il miglior risparmio per |creme psoriasi a placche

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, dove si compra

Se ti guardi allo specchio e vedi qualcosa che vorresti migliorare della tua pelle, che si tratti di ridurre al minimo le cicatrici, ridurre le rughe, uniformare il tono della pelle o semplicemente ottenere un bagliore più radioso, il microneedling potrebbe essere la risposta.

All'inizio, può sembrare strano far rotolare centinaia di piccoli aghi sulla pelle. Ma questo è esattamente ciò che fanno i dispositivi di microneedling – come i rulli Derma – e questi strumenti portatili si sono fatti un nome nel mondo della bellezza come soluzione fai-da-te per una varietà di problemi cosmetici per la pelle.

uffici dei dermatologi, ma ora i rulli del derma sono ampiamente disponibili anche per l'uso domestico. “data-reagid =” 13 “> Anche se non sono state ancora condotte tonnellate di ricerche sulla loro efficacia, i dermatologi sembrano concordare sul fatto che i rulli del derma possono stimolare la produzione di collagene e, a sua volta, migliorano l'aspetto della pelle.La pratica del microneedling è iniziata negli uffici dei dermatologi, ma ora i rulli del derma sono ampiamente disponibili anche per l'uso domestico.

Come funzionano i rulli Derma?

Ellen Marmur, M.D., dermatologo di New York City. Possono anche aiutare a stimolare il sistema linfatico, portando a una pelle più luminosa e meno gonfiore, aggiunge. E mentre i dispositivi potrebbero essere più recenti, la pratica del microneedling stesso è stata utilizzata per secoli, afferma il dermatologo di New York City Anna Avaliani, MD “data -eagid =” 15 “> I rulli Derma creano piccole forature nello strato più esterno della pelle, il che può portare alla produzione di più collagene, la proteina corporea che conferisce alla pelle compattezza, forza, elasticità ed elasticità, dice Ellen Marmur, MD, dermatologa con sede a New York City. Possono anche aiutare a stimolare il sistema linfatico, portando a una pelle più radiosa e meno gonfiore, aggiunge. E mentre i dispositivi possono essere più recenti, la pratica del microneedling è stata usato da secoli, afferma la dermatologa Anna Avaliani, MD di New York City

Per cosa dovrebbero essere utilizzati i rulli Derma?

I rulli Derma possono aiutare a ridurre al minimo e impedire che le linee sottili diventino visibili o più profonde su viso, collo e petto, osserva il Dr. Avaliani. Oltre a stimolare la produzione di collagene ed elastina per una pelle più liscia, più soda e dall'aspetto più giovane, possono essere utilizzati per ridurre la comparsa di cicatrici da acne o smagliature e persino stimolare la crescita dei capelli. “Se la tua preoccupazione è l'invecchiamento, le macchie scure o le cicatrici da acne, un rullo del derma potrebbe essere utile”, afferma il Dr. Marmur.

Microneedling mi ha dato la pelle più luminosa della mia vita“data-reactionid =” 18 “>CORRELATO: Il microneedling mi ha dato la pelle più luminosa della mia vita

Rispetto ai trattamenti in ufficio, i rulli per derma a casa generalmente usano aghi più piccoli (di solito circa 0,25 mm di profondità) per ridurre al minimo la possibilità di potenziali complicazioni, afferma il dott. Avaliani. Aggiunge che le procedure di microneedling eseguite dai medici sono in genere molto più aggressive, quindi se stai cercando risultati più rapidi o più evidenti, potresti essere meglio prenotare un appuntamento con un dermatologo, un estetista o un chirurgo plastico.

Possibili effetti collaterali dei rulli Derma

Mentre questi versatili strumenti di bellezza possono sembrare una semplice aggiunta al tuo regime di cura della pelle, è importante notare che non sono per tutti. Secondo il Dr. Marmur, non dovresti usare i rulli del derma a casa se hai la pelle sensibile, l'eczema, l'herpes labiale, l'acne attivamente infetta, le scottature solari o la rosacea.

Dovresti anche evitarli se hai un sistema immunitario compromesso o stai assumendo farmaci che sopprimono il tuo sistema immunitario, compresi i farmaci per malattie autoimmuni come il lupus o la psoriasi, avverte il Dr. Avaliani.

E, soprattutto, se non stai usando il rullo del derma correttamente o non lo tieni pulito, potresti metterti a rischio di sanguinamento, lividi, desquamazione o persino infezione. “Non consiglierei universalmente a casa il derma rotolando ad alcuni dei miei pazienti a causa di questi effetti collaterali spaventosi”, afferma il dott. Marmur.

Come utilizzare i rulli Derma a casa

È meglio iniziare lentamente, dice il Dott. Avaliani; anche una volta al mese può essere molto efficace. Dr. Marmur aggiunge che se la tua pelle tollera bene il rullo del derma, puoi allenarti ad usarlo settimanalmente.

Gli aghi – e la pelle – devono essere lavati e disinfettati adeguatamente prima e dopo ogni trattamento. Il Dr. Marmur raccomanda di spruzzare il dispositivo con una soluzione di alcool isopropilico (alcool per sfregamento) e di lavarlo con acqua calda per sterilizzare prima di ogni utilizzo. Secondo il Dott. Avaliani, anche la corretta manutenzione è estremamente importante: esaminare attentamente gli aghi per assicurarsi che non siano piegati, rotti o arrugginiti e non esitate a sostituire il rullo del derma o le sue teste ogni volta che è necessario.

Come Microneedle a casa“data-reactionid =” 27 “>CORRELATO: Come Microneedle a casa

Dopo aver spuntato tutte le cassette di sicurezza, è ora di iniziare. Usando una leggera pressione, sposta il dispositivo avanti e indietro in orizzontale, verticale e diagonale sulle aree della pelle che desideri trattare. Dopo l'uso, vorrai essere delicato con la pelle ed evitare prodotti topici che potrebbero causare potenziali irritazioni. Suggerimenti finali? Acquista sempre un rullo Derma di alta qualità da un rivenditore di cui ti fidi e scegli le opzioni disponibili in confezioni sterili.

Sulla base del feedback dei clienti e delle linee guida dei dermatologi, abbiamo delineato nove rulli Derma che puoi tranquillamente utilizzare a casa per trattare linee sottili, rughe, cicatrici da acne, macchie scure e altro ancora. E poiché queste opzioni hanno migliaia di recensioni positive tra loro da parte di utenti reali, puoi fidarti che saranno efficaci per una varietà di problemi di pelle.

Ecco i nove migliori rulli Derma per la tua pelle.

Migliore in assoluto: Sistema di rulli cutanei ORA Face Microneedle

Il Dr. Marmur raccomanda questo rullo per derma perché gli aghi sono molto sottili (0,5 millimetri), il che rende il microneedling meno invasivo per la pelle. La scelta migliore per un rullo derma a tutto tondo, può essere utilizzato per una serie di problemi di bellezza – che si tratti di minimizzare l'aspetto di cicatrici e iperpigmentazione, levigare le linee sottili e le smagliature, massaggiare i sieri più in profondità nella pelle o stimolare i capelli crescita sul cuoio capelluto.

“Questa piccola bellezza è meravigliosa e offre risultati eccezionali alla tua pelle”, ha detto un recensore. “Penetra abbastanza in profondità, quindi quando vai ad applicare i tuoi sieri e la crema idratante i prodotti funzionano in modo più efficace penetrando nella pelle. Un ottimo prezzo e un ottimo prodotto! ”

dermstore.com“data-reactionid =” 66 “>Acquistare ora: $ 30; dermstore.com

Il miglior rullo Derma per cicatrici da acne: Sdara Skincare Microneedle Dermaroller

numero uno dei prodotti di dermoabrasione facciale più venduti su Amazon, oltre 1.500 acquirenti hanno lasciato questo derma roller una recensione positiva. Molti l'hanno propagandato come l'opzione migliore per il trattamento di cicatrici da acne, anche profonde rientranze, segni scuri lasciati dall'acne cistica. Il dispositivo è realizzato con aghi in titanio, che il Dr. Marmur raccomanda sugli aghi in acciaio inossidabile perché sono più forti e, a loro volta, più efficaci. Centinaia di revisori si sono detti entusiasti di come funziona, anche sulla pelle sensibile, e hanno definito il suo prezzo accessibile, dimostrando che non è sempre necessario spendere un sacco di soldi per gli strumenti per la cura della pelle per vedere risultati evidenti. “Data -eagid =” 88 “> Il prodotto di dermoabrasione facciale best-seller numero uno su Amazon, oltre 1.500 acquirenti hanno lasciato questo derma roller una recensione positiva. Molti lo hanno promosso come l'opzione migliore per il trattamento delle cicatrici da acne, anche profondamente indentate, segni scuri lasciati dall'acne cistica. il dispositivo è realizzato con aghi in titanio, che il Dr. Marmur raccomanda sugli aghi in acciaio inossidabile perché sono più forti e, a loro volta, più efficaci. Centinaia di revisori hanno apprezzato molto il suo funzionamento, anche su pelli sensibili, e hanno affermato che ha un prezzo accessibile punto – dimostrando che non è sempre necessario spendere un sacco di soldi in strumenti per la cura della pelle per vedere risultati evidenti.

Un utente ha intitolato la sua recensione “costoso trattamento con rullo di derma, chi?” E ha scritto: “Dopo aver sofferto di acne cistica durante la mia adolescenza, sono rimasto con alcune cicatrici rientrate. Lo sto usando da circa 3 settimane ed è il miglior acquisto che ho fatto da un po '. Le cicatrici sono letteralmente sparite. ”Un altro l'ha definito“ follemente efficace ”.

amazon.com“data -eagido =” 90 “>Acquistare ora: $ 22 (inizialmente $ 24); amazon.com

Il miglior rullo Derma per la crescita dei capelli: Alphaluxy Titanium Micro Needle Derma Roller

Se stai cercando di acquistare un rullo di derma allo scopo principale di promuovere la crescita dei capelli, questa opzione di Alphaluxy è la soluzione migliore. Realizzato con aghi in titanio di grado medico da 0,5 millimetri, che sono raccomandati dal Dr. Marmur, questo dispositivo è stato specificamente progettato per stimolare i follicoli piliferi. I recensori dicono che aiuta anche con cicatrici da acne, schiarire e rassodare la pelle e migliorarne la consistenza. La parte migliore? Lo strumento economico ti farà tornare a soli $ 16.

“Sono un estetista con licenza e utilizzo regolarmente prodotti professionali, ma sono anche una mamma casalinga a tempo pieno con un budget limitato”, ha scritto un cliente. “Questo piccolo rullo derma microneedle portatile è perfetto per l'uso domestico e chiunque cerchi di portare il regime della pelle al livello successivo.” Un altro ha detto che hanno iniziato a vedere miglioramenti dopo solo due usi e che le loro macchie scure “si sono illuminate notevolmente”.

amazon.com“data-reactionid =” 114 “>Acquistare ora: $ 16; amazon.com

Il miglior rullo Derma per schiarire: il sistema di rulli cutanei microneedle ORA Gold Deluxe

opzione più venduta da TruSkin Naturals, per aumentare i suoi benefici anti-invecchiamento e darti la pelle più luminosa possibile. “data-reagid =” 136 “> Revisori come ORA Gold Deluxe per illuminare i toni della pelle opachi o irregolari. Questo dispositivo portatile è realizzato con microneedles da 0,25 millimetri , che secondo il Dr. Avaliani è tipico per i rulli del derma ed è particolarmente utile per penetrare più in profondità i sieri o le lozioni nella pelle in modo che possano funzionare beetter. Consigliamo di abbinarlo a un siero di vitamina C infuso con acido ialuronico, come questo migliore- opzione di vendita di TruSkin Naturals, per aumentare i suoi benefici anti-invecchiamento e darti la pelle più luminosa possibile.

“Questo è il tipo di prodotto in cui si ottengono i risultati migliori dopo averlo usato per un po '”, ha dichiarato uno shopper. “L'unica differenza immediata è stata che ho potuto sentire i miei prodotti per la cura della pelle affondare più profondamente nella pelle, ma ci sono voluti circa 2-3 mesi per vedere una differenza di macchie scure, elasticità e luminosità. Ma ora che sono in grado di vedere la differenza, sono così felice di essere stato coerente con questo e continuerò a usarlo! “

dermstore.com“data -eagido =” 138 “>Acquistare ora: $ 30; dermstore.com

Il miglior rullo Derma per pelli sensibili: kit cosmetico per micronedling Linduray Skincare

Questo dispositivo molto apprezzato da Linduray Skincare è ottimo per i nuovi utenti perché è facile da usare, economico e include tre guide didattiche per aiutare i principianti a ottenere il massimo dal loro rullo del derma. I recensori affermano che è praticamente indolore e delicato per l'uso su pelli sensibili, il che può essere un problema quando si tratta di trattamenti più aggressivi con microneedling. Più di 1.200 acquirenti hanno dato una recensione quasi perfetta, con molti sostengono che ha dato loro una pelle più liscia, più morbida e più luminosa dopo pochi usi. Un utente era così contento dei risultati, che lo chiamavano “pura stregoneria”.

“L'ho acquistato perché stavo cercando un'alternativa più fai-da-te ad andare in una spa per la tecnica del microneedling che si spera potesse ottenere risultati simili. Questo è tutto! ”Disse un altro. “Ho una pelle più sensibile, quindi la uso solo circa due volte a settimana anziché a giorni alterni, ma i risultati sono stati davvero sorprendenti!”

amazon.com“data-reactionid =” 162 “>Acquistare ora: $ 16; amazon.com

Il miglior rullo Derma per le rughe: micro-rullo impilabile per la cura della pelle

Al Dr. Avaliani piacciono i rulli del derma con aghi in acciaio inossidabile, e questo di Stacked Skincare è perfetto. Utilizza microneedle da 0,2 mm per esfoliare delicatamente e stimolare la pelle, causando rughe e rughe meno fini e una pelle più grassa e dall'aspetto più giovane.

Un recensore lo ha definito “straordinario” e ha dichiarato: “Ho visto i cambiamenti nella prima settimana! Una pelle più liscia e più radiosa con gli altri prodotti di bellezza che ho usato con questo rullo! “Un altro ha detto di aver visto una differenza nelle linee sottili intorno alla bocca dopo solo un mese di utilizzo.

neimanmarcus.com“data-reactionid =” 186 “>Acquistare ora: $ 30; neimanmarcus.com

Il miglior rullo Derma per smagliature: Eznduray Skincare Derma Roller

Realizzato con centinaia di microneedles in titanio, questo rullo derma è un'ottima scelta per ridurre le smagliature in qualsiasi parte del corpo, secondo numerosi recensori. Il Dr. Marmur consiglia generalmente di evitare aghi più spessi di 1,5 millimetri a causa del rischio di danneggiare la pelle, quindi gli aghi da 1,5 millimetri su questo dispositivo sono il mezzo felice perfetto tra sicurezza ed efficacia. Gli acquirenti affermano che questo rullo facile da usare è di grande qualità, soprattutto dato il prezzo: l'opzione più economica in questo elenco, costa solo $ 10 (sì, davvero).

“Fantastico prodotto! L'ho usato settimanalmente sulle mie smagliature e ho notato una riduzione significativa del loro aspetto. ”Ha scritto uno shopper. Un altro ha detto: “Anche se devi continuare a usarlo quotidianamente per risultati ottimali, anche dopo un uso puoi distinguere. Funziona con cicatrici da acne e smagliature. “

amazon.com“data -eagido =” 210 “>Acquistare ora: $ 10; amazon.com

Il miglior kit di rulli Derma all-in-one: kit di rulli viso e corpo completo ORA

Il Dr. Marmur consiglia di scegliere un kit di rulli Derma per diversi usi, e questo kit per viso e corpo in sei pezzi di Ora è uno dei migliori. Insieme a una maniglia che può adattarsi a tutte le teste dei rulli intercambiabili incluse, otterrai una testa da un millimetro pensata per l'uso su tutto il corpo, una testa da 0,5 mm per il tuo viso e una testa da 0,25 mm per le aree più piccole e sensibili del viso (come intorno agli occhi e alle labbra). Viene inoltre fornito con un vassoio di sterilizzazione incorporato e una testa per timbri che utilizza solo 12 microneedle per aree ancora più piccole. Se sei nuovo nel microneedling e vuoi provare i rulli del derma di diverse dimensioni e livelli di intensità su più aree del corpo, questo kit all-in-one ti darà il massimo del guadagno.

“Ci sono dermaroller più economici là fuori, ma è difficile garantire la qualità”, ha detto un recensore. “Con questo kit, ottengo ogni possibile dermaroller di cui ho bisogno. Viene fornito in questa pratica custodia che lo rende facile da riporre. Inoltre, so che gli aghi saranno tutti di buona qualità. “Un altro lo ha definito un” prodotto favoloso con un prezzo ragionevole “.

dermstore.com“data-reactionid =” 234 “>Acquistare ora: $ 85; dermstore.com

Il miglior rullo Derma con testine di ricambio: Dermaroll di Prosper Beauty

Questo set di sei pezzi viene fornito con un rullo Derma, un supporto e quattro teste di ricambio costituite da microneedles da 0,25 millimetri. I recensori affermano che è super efficace per il trattamento di una varietà di problemi della pelle, inclusi pori di grandi dimensioni, iperpigmentazione, macchie scure e rughe. Molti hanno anche notato che ha reso la loro pelle più liscia e luminosa. Ma la parte migliore è che il kit economico viene fornito con quattro teste di ricambio, che in genere vengono vendute separatamente. Questo ti farà risparmiare denaro e assicurerà che i rulli siano completamente sanitari, cosa che il Dr. Marmur e il Dr. Avaliani hanno entrambi lo stress è della massima importanza quando si tratta di rulli Derma.

Un utente ha detto che “anche mia madre ha notato il mio bagliore”, mentre un altro ha scritto: “La mia pelle è sicuramente più bella dopo due applicazioni! Sono entusiasta di vedere com'è la mia pelle dopo aver usato il rullo per un po '. La gente mi ha già detto che la mia pelle appare più liscia e luminosa di prima! “

amazon.com“data-reactionid =” 258 “>Acquistare ora: $ 27 (inizialmente $ 32); amazon.com

Psorilax:Trova |quali creme protettive ai raggi uv sulla pelle con psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, originale

Il rapporto sul mercato globale della consegna di farmaci per dermatologia globale Rx copre un'analisi dettagliata dei principali attori. Questo rapporto di ricerche di mercato offre una panoramica approfondita delle specifiche del prodotto, della tecnologia, del tipo di prodotto e dell'analisi della produzione considerando i principali fattori quali entrate, costi, margine lordo e lordo. Il documento fornisce una definizione del mercato sotto forma di fattori trainanti del mercato e restrizioni del mercato che aiutano a stimare la domanda di un determinato prodotto in base a diversi aspetti. Questo rapporto di mercato comprende un ampio studio su diversi segmenti di mercato e regioni, tendenze emergenti insieme a importanti driver, sfide e opportunità sul mercato. Il rapporto interpreta anche le prospettive di crescita del mercato globale della consegna di farmaci topici dermatologici Rx.

Il mercato globale della consegna di farmaci per dermatologia Rx globale dovrebbe raggiungere 40.646,26 milioni di USD entro il 2026 da 29.475,18 milioni di USD nel 2018, crescendo a un CAGR del 4,2% nel periodo di previsione dal 2019 al 2026.

Scarica PDF gratuito Copia di esempio del rapporto @ https://databridgemarketresearch.com/request-a-sample/?dbmr=global-rx-dermatology-topical-drug-delivery-market

Analisi competitiva:

Alcuni dei principali attori che operano in questo mercato sono Galderma Laboratories, LP, Hisamitsu Pharmaceutical Co., Inc., Pfizer Inc., LEO Pharma A / S, GlaxoSmithKline plc., ALLERGAN, Bayer AG, 3M, Bausch Health Companies Inc., The Lubrizol Corporation, Cipla Inc., Kaken Pharmaceutical Co., Ltd. tra gli altri.

I farmaci topici svolgono un ruolo importante nella terapia delle malattie dermatologiche. I farmaci per dermatologia topica incorniciano una grande percentuale di prodotti nel mercato dei farmaci. Questi prodotti sono fabbricati attraverso processi di produzione specializzati come riempimento di volume preciso, miscelazione su larga scala, riscaldamento e imballaggio.

La somministrazione topica di farmaci può essere effettuata nel corpo attraverso percorsi oftalmici, rettali, vaginali e cutanei come vie topiche. Nel settore della dermatologia, la pelle svolge un ruolo importante nella somministrazione di farmaci topici per il trattamento delle malattie della pelle nei pazienti. I preparati topici vengono applicati sulla pelle per effetti superficiali, locali o sistemici. Le formulazioni topiche includono ingredienti terapeuticamente attivi che aiutano a trattare le malattie della pelle nei pazienti.

Il rilascio topico di farmaci è uno dei modi più efficaci di rilascio di farmaci in quanto fornisce risultati terapeutici ottimali. A poco a poco, il sistema topico di consegna dei farmaci è diventato sempre più importante nell'industria farmaceutica. La risposta farmacologica, sia l'effetto terapeutico desiderato sia l'effetto indesiderato indesiderato di un farmaco dipendono dalla concentrazione del farmaco nel luogo di azione, che a sua volta dipende dalla forma di dosaggio e dall'entità dell'assorbimento del farmaco nel sito di azione. Nel settore della dermatologia, molecola di farmaco applicata sulla pelle che penetra principalmente attraverso il percorso intercellulare tortuoso e continuo. Questi prodotti sono disponibili in diverse forme come unguenti, creme, lozioni, gel e altri che hanno la capacità di essere assorbiti nel corpo e mostrano rispettivamente la risposta positiva nella guarigione della ferita.

Mercato globale di consegna di farmaci topici dermatologici per tipo di prodotto (semisolido, liquido, solido), applicazione (infezioni della pelle, dermatite, antiaging, acne, iperpigmentazione, rosacea, tumore della pelle, psoriasi, onicomicosi, altri), categoria (marchiato, generico ), Geografia (Nord America, Europa, Asia-Pacifico, Sud America, Medio Oriente e Africa) – Tendenze e previsioni del settore fino al 2026

Segmentazione: Mercato globale della consegna di farmaci per dermatologia Rx globale

Il mercato globale della consegna di farmaci topici dermatologici Rx è segmentato in base al tipo di prodotto, all'applicazione e alla categoria.

  • Sulla base del tipo di prodotto, il mercato è segmentato in solido, liquido e semisolido. Il solido è sottosegmentato in polvere e altri. Il liquido viene suddiviso in soluzione, emulsione, sospensione, lozione e altri. Semisolid è sottosegmentato in creme, gel, unguenti, pasta, altri.
    • Nel dicembre 2016, Pfizer Inc. ha ricevuto l'approvazione da parte della Food and Drug Administration (FDA) statunitense per il prodotto chiamato EUCRISATM (crisaborole) unguento al 2%. È un nuovo inibitore topico non steroideo della fosfodieterasi-4 (PDE-4). È usato per il trattamento della dermatite atopica da lieve a moderata (AD). Con questo lancio del prodotto l'azienda ha costruito un patrimonio nel settore dell'infiammazione e dell'immunologia.
  • Sulla base dell'applicazione, il mercato è segmentato in acne, dermatite, psoriasi, infezioni della pelle, antiaging, cancro della pelle, iperpigmentazione, onicomicosi, rosacea, altri.
    • Nel marzo 2017, Galderma Laboratories, L.P., produttori del marchio Cetaphil hanno lanciato sette nuovi prodotti per la cura della pelle del viso. Con questo lancio dei prodotti il ​​portafoglio Cetaphil dell'azienda è aumentato. La società ha ora un'ampia gamma di soluzioni specializzate per i pazienti con problemi di pelle, tra cui idratazione e altri.
  • Sulla base della categoria, il mercato è segmentato in generico e marchiato.
    • Nel febbraio 2016, Allergan plc ha ricevuto un'approvazione per il suo prodotto ACZONE (dapsone) Gel, 7,5% dalla Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti. Questo prodotto è un nuovo trattamento topico di prescrizione che è utile per il trattamento dell'acne nei pazienti di età pari o superiore a 12 anni. Il prodotto ha aiutato il paziente a trattare facilmente l'acne che alla fine ha contribuito ad aumentare le entrate.

Richiedi questo rapporto dal nostro esperto @ https://databridgemarketresearch.com/inquire-before-buying/?dbmr=global-rx-dermatology-topical-drug-delivery-market

Recenti sviluppi:

  • Nell'aprile 2016, Allergan plc ha acquisito Topokine Therapeutics, Inc. con un pagamento anticipato di 85,8 milioni di USD ed è stato idoneo a ricevere pietre miliari potenziali di sviluppo e commercializzazione fino a 260,0 milioni di USD.
  • Nel febbraio 2019, Kaken Pharmaceutical Co., Ltd. ha concluso un accordo di licenza e distribuzione esclusiva per la formulazione topica di onicomicosi nella Repubblica popolare cinese. Secondo l'accordo Kaken Pharmaceutical Co., Ltd., ha fornito il diritto esclusivo per lo sviluppo e la commercializzazione del Prodotto in RPC e questo ha portato a un'elevata generazione di entrate.
  • Nell'aprile 2019, The Lubrizol Corporation ha lanciato il suo nuovissimo modificatore di reologia 2 in 1 multifunzionale, polimero Carbopol Style 2.0. Il prodotto ha i benefici per la cura della pelle come l'aspetto liscio lucido, le texture uniche e altro. Con questo lancio è aumentato il portafoglio di prodotti dell'azienda che ha comportato una maggiore generazione di entrate.
  • Nell'agosto 2018, Cipla INC. Ha ricevuto l'approvazione finale per la nuova domanda abbreviata di farmaci (ANDA) per il Diclofenac Sodium Topical Gel, 1% dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti (US FDA). Per questo motivo l'azienda ha aumentato il proprio portafoglio di prodotti e una forte posizione sul mercato, specialmente nel campo della dermatologia.
  • Nel novembre 2010, 3M ha rilanciato la linea Cavilon Professional Skin Care. Questo prodotto ha aiutato a prevenire danni alla pelle da umidità, attrito e traumi adesivi. Il portafoglio di prodotti dell'azienda è aumentato per quanto riguarda la dermatologia archiviata e quindi le entrate sanitarie.

Opportunità:

BASSA PENETRAZIONE BIOLOGICA:

I biologici sono i farmaci che sono fatti da proteine ​​animali o umane che hanno la capacità di trattare rispettivamente le malattie. Hanno la capacità di trattare il numero di malattie come la psoriasi, l'artrite psoriasica, altri tipi di artrite e malattie infiammatorie intestinali. A causa della bassa attività dei farmaci biologici nel trattamento di eventuali malattie del derma, i farmaci topici stanno superando il mercato a fini terapeutici e quindi la sua domanda è in aumento sul mercato.

AUMENTO DEL CONCORSO CHE GUIDA AD ALTI INVESTIMENTI IN R&S PER INNOVARE NUOVI PRODOTTI:

La malattia della pelle negli ultimi tempi è una delle principali malattie tra le persone per le quali sono disponibili trattamenti. Uno dei trattamenti avanzati è il sistema topico di rilascio del farmaco in cui la pelle svolge un ruolo importante poiché il farmaco viene applicato sulla pelle che ha la capacità di trattare le aree colpite. Numero di aziende ha preso l'iniziativa nel fornire alta qualità di prodotti o farmaci per il trattamento delle malattie della pelle. Ciò comporta il processo di innovazione nella ricerca farmaceutica. L'aumento del numero di malattie richiede un trattamento adeguato per il quale i farmaci topici svolgono attualmente un ruolo importante. Di conseguenza, molte aziende hanno aumentato le proprie strutture di ricerca e sviluppo al fine di fornire i farmaci che saranno ritenuti un fattore importante per guidare il mercato in futuro.

AUMENTO DI FUSIONI E ACQUISIZIONI:

Le industrie farmaceutiche probabilmente subiscono la maggior parte dell'attività di fusione e acquisizione (M&A) rispetto a qualsiasi altra industria che coinvolge il numero di operazioni e la spesa in denaro. Questa attività è necessaria a causa dell'aumento dello sviluppo di un nuovo farmaco nell'industria farmaceutica. Ad esempio, a luglio 2018, Leo Pharma ha acquisito un'unità globale di dermatologia su prescrizione di Bayer AG (Germania) a un prezzo non divulgato. Lo scopo di questa acquisizione era di espandere il loro prodotto nei farmaci per la pelle. Leo Pharma sviluppa ulteriormente l'attività di dermatologia su prescrizione con questa acquisizione. L'aumento delle acquisizioni e delle fusioni aiuta le aziende a rafforzare i propri ricavi insieme a strutture di ricerca e sviluppo e produzione e questo ultimo aiuto nella crescita di un particolare mercato.

MERCATO EMERGENTE:

L'elevata accessibilità per i pazienti sta portando a maggiori investimenti da parte del settore privato. Molte aziende si stanno concentrando sull'intraprendere sviluppi strategici per aumentare la loro presenza nelle economie emergenti. Insieme a questo, l'invecchiamento della popolazione e l'aumento del reddito disponibile contribuiranno alla crescita del mercato. Il mercato di consegna di farmaci topici ha una grande opportunità in quanto questa piattaforma ha nuovi elementi che sono stati incorporati per il trattamento di malattie della pelle e delle mucose. Le condizioni della pelle stanno aumentando in tutto il mondo, che alla fine richiede un trattamento. Aumentare la consapevolezza delle malattie della pelle è anche un fattore che sta aiutando il mercato a crescere in futuro.

sfide:

EFFETTI COLLATERALI:

L'effetto collaterale dei farmaci si verifica nell'uomo a causa dell'uso a lungo termine dei farmaci. Ci sono alcuni effetti collaterali che possono verificarsi nel corpo del paziente dopo aver consumato farmaci topici. Ad esempio, il consumo a lungo termine di corticosteroidi può causare difetti alla nascita nel feto. I farmaci topici possono fornire un trattamento migliore ma a parte questo anche il prodotto ha effetti collaterali. Ciò accade a causa dell'uso eccessivo di trattamenti topici che aumentano il rischio di effetti collaterali sia cutanei che sistemici e quindi ostacolano la crescita del mercato.

RICHIAMO DEL PRODOTTO:

Negli ultimi anni, il numero di richiami di prodotti nel mercato topico della consegna di droghe è aumentato enormemente. Questi richiami di prodotti possono verificarsi a causa di inadempienze come difetti di progettazione o di fabbricazione che possono essere negoziati con la sicurezza, l'efficacia e la purezza del farmaco o dei dispositivi di consegna del farmaco da parte di un'azienda produttrice di farmaci. Ad esempio, a luglio 2016, GlaxoSmithKline (Regno Unito) ha annunciato il richiamo dell'unguento Bactroban e della crema Bactroban a causa della presenza di contaminazione durante la produzione; queste formulazioni sono state usate localmente per le infezioni della pelle. Inoltre, a giugno 2016, il cerotto per emicrania di Teva Phamaceutical chiamato Zecuity è stato ricordato per aver riportato gravi ustioni e potenziali cicatrici permanenti. Il richiamo dei prodotti influisce sui ricavi dell'azienda e, in definitiva, sul mercato particolare.

Nota: se hai esigenze particolari, faccelo sapere e ti offriremo il rapporto come desideri.

Informazioni sulla ricerca di mercato di Data Bridge:

Data Bridge Market Research si è presentata come una società di ricerca e consulenza di mercato non convenzionale e neoterica con un livello di resilienza senza precedenti e approcci integrati. Siamo determinati a scoprire le migliori opportunità di mercato e promuovere informazioni efficienti per far prosperare il tuo business sul mercato. Data Bridge si impegna a fornire soluzioni adeguate alle complesse sfide aziendali e avvia un processo decisionale senza sforzo.

Contatto:

Ricerche di mercato di Data Bridge

Tel: + 1-888-387-2818

Email: Corporatesales@databridgemarketresearch.com

Psorilax:Recensioni |crema contro la psoriasi in farmacia

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, come si usa

Pressure Ulcer Treatment Market is expected to gain momentum from the rising adoption of innovative wound care devices for treatment. As per the Agency for Healthcare Research & Quality (AHRQ), in the U.S., more than 2.5 million people get affected by pressure ulcers annually. It proves that the increasing geriatric population, coupled with upsurging cases of PU would affect the market positively in the coming years.” data-reactid=”12″>Pune, Feb. 10, 2020 (GLOBE NEWSWIRE) — The global Pressure Ulcer Treatment Market is expected to gain momentum from the rising adoption of innovative wound care devices for treatment. As per the Agency for Healthcare Research & Quality (AHRQ), in the U.S., more than 2.5 million people get affected by pressure ulcers annually. It proves that the increasing geriatric population, coupled with upsurging cases of PU would affect the market positively in the coming years.

In terms of product type, the market is divided into wound care dressings, wound care devices, and others. Amongst these, the wound care dressings segment held 64.9% PU treatment market share in 2018 and is set to lead throughout the forecast period. This growth is attributable to their increasing adoption amongst the masses. They are the primary treatment option and help in speeding up the healing process.

North America acquired USD 2.75 billion pressure ulcer treatment market revenue in 2018 and is anticipated to grow significantly in the coming years owing to the rising number of novel product launches, improvements in healthcare facilities, and expensive nature of products. Europe is set to remain in the second position on account of the increasing prevalence of PU and the rising aging population.

Asia Pacific, on the other hand, is expected to showcase a higher CAGR because of the growing patient pool suffering from pressure ulcers. The United Nations Population Fund (UNFPA), for instance, stated that, at present, the old population in this region is rising at a fast pace. If this persists, then one in four people in Asia Pacific will be above the age of 60 years by 2050. It would open doors to multiple growth opportunities in the near future.

The market consists of numerous big, small, and medium enterprises. They are mainly focusing on the strategy of mergers and acquisitions to boost sales and gain more revenue. Below are a few of the latest key industry developments:

  • April 2019: Osiris Therapeutics, Inc., a developer of cellular regenerative medicine, was acquired by Smith & Nephew plc, a multinational medical equipment manufacturing company headquartered in the U.K. The total value of the deal was USD 660 million. The acquisition would aid the latter in enhancing the growth of its advanced wound management franchise.
  • April 2016: Integra LifeSciences, an integrated medical device company, based in New Jersey, signed an agreement with Vomaris Wound Care, Inc., a provider of microcell battery-powered electricity headquartered in Tempe. This new agreement will provide Integra with the exclusive rights to sell and market the latter’s AMT technology for managing acute and chronic wounds, such as surgical incisional wounds and burns.

  • Mölnlycke Health Care AB.
  • ConvaTec Group Plc
  • B. Braun Melsungen AG
  • Coloplast Corp
  • Smith & Nephew
  • 3M
  • Integra LifeSciences Corporation.
  • Cardinal Health.
  • Tissue Regenix
  • Other prominent players
  • https://www.fortunebusinessinsights.com/enquiry/speak-to-analyst/pressure-ulcer-treatment-market-102095
    ” data-reactid=”56″>
    Have Any Query? Ask Our Experts: https://www.fortunebusinessinsights.com/enquiry/speak-to-analyst/pressure-ulcer-treatment-market-102095

    1.1.  Research Scope

    1.2.  Market Segmentation

    1.3.  Research Methodology

    1.4.  Definitions and Assumptions

    3.1.  Market Drivers

    3.2.  Market Restraints

    3.3.  Market Opportunities

    4.1.  Prevalence of Pressure Ulcer by Key Countries/Regions

    4.2.  The Regulatory Scenario by Key Countries/Regions

    4.3.  Overview of New Product Launches and Developments

    4.4.  Key Industry Developments (Mergers, Acquisitions, and Partnerships)

    5.1.  Key Findings / Summary

    5.2.1.      Stage 1

    5.2.2.      Stage 2

    5.2.3.      Stage 3

    5.2.4.      Stage 4

    5.3.1.      Wound-care Dressings

    5.3.1.1.      Antimicrobial Dressing

    5.3.1.2.      Foam Dressing

    5.3.1.3.      Film Dressings

    5.3.1.4.      Alginate Dressings

    5.3.1.5.      Hydrocolloid Dressings

    5.3.1.6.      Other Dressings

    5.3.2.      Wound-care Devices

    5.3.3.      Others

    5.4.1.      Hospitals

    5.4.2.      Clinics

    5.4.3.      Ambulatory Surgical Centers

    5.4.4.      Homecare Settings

    5.5.1.      North America

    5.5.2.      Europe

    5.5.3.      Asia Pacific

    5.5.4.      Latin America

    TOC Continued….!
    ” data-reactid=”101″>TOC Continued….!

    https://www.fortunebusinessinsights.com/enquiry/customization/pressure-ulcer-treatment-market-102095
    ” data-reactid=”102″>
    Request for Customization: https://www.fortunebusinessinsights.com/enquiry/customization/pressure-ulcer-treatment-market-102095

    Diabetic Foot Ulcer (DFU) Treatment Market Size, Share & Industry Analysis, By Ulcer Type (Neuropathic Ulcer, Ischemic Ulcer, Neuro-ischemic Ulcer), By Product (Wound-care Dressings, Wound-care Devices, Active Therapies, and Others), By End User (Hospitals, Clinics, Ambulatory Surgical Centers, and Homecare Settings), and Regional Forecast, 2019-2026″ data-reactid=”104″>Diabetic Foot Ulcer (DFU) Treatment Market Size, Share & Industry Analysis, By Ulcer Type (Neuropathic Ulcer, Ischemic Ulcer, Neuro-ischemic Ulcer), By Product (Wound-care Dressings, Wound-care Devices, Active Therapies, and Others), By End User (Hospitals, Clinics, Ambulatory Surgical Centers, and Homecare Settings), and Regional Forecast, 2019-2026

    Advanced Wound Care Market Size, Share and Industry Analysis, By Product (Advanced Wound Dressings, Wound Care Devices & Active Wound Care), By Indication (Diabetic Foot Ulcers, Pressure Ulcers, Surgical Wounds, Others), By End User, and Regional Forecast 2018-2025″ data-reactid=”105″>Advanced Wound Care Market Size, Share and Industry Analysis, By Product (Advanced Wound Dressings, Wound Care Devices & Active Wound Care), By Indication (Diabetic Foot Ulcers, Pressure Ulcers, Surgical Wounds, Others), By End User, and Regional Forecast 2018-2025

    Active Wound Care Market Size, Share and Industry Analysis by Product Type (Biological Skin Equivalents, Growth Factors, Biological Dressings, Others), By Indication (Diabetic Foot Ulcers, Pressure Ulcers, Lower Limb Ulcers), By End User (Hospitals, Clinics, Home Care Settings), and Regional Forecast 2018-2025″ data-reactid=”106″>Active Wound Care Market Size, Share and Industry Analysis by Product Type (Biological Skin Equivalents, Growth Factors, Biological Dressings, Others), By Indication (Diabetic Foot Ulcers, Pressure Ulcers, Lower Limb Ulcers), By End User (Hospitals, Clinics, Home Care Settings), and Regional Forecast 2018-2025

    Wound Care Devices Market Size, Share and Industry Analysis By Product Type (Negative Pressure Wound Therapy (NPWT), Hyperbaric Oxygen Therapy (HBOT), Extracorporeal Shock Wave Therapy (ESWT)), Indication (Diabetic Foot Ulcers, Pressure Ulcers, Surgical Wounds), End Users (Hospitals, Clinics, Home Care Settings) and Regional Forecast, 2018 – 2025″ data-reactid=”107″>Wound Care Devices Market Size, Share and Industry Analysis By Product Type (Negative Pressure Wound Therapy (NPWT), Hyperbaric Oxygen Therapy (HBOT), Extracorporeal Shock Wave Therapy (ESWT)), Indication (Diabetic Foot Ulcers, Pressure Ulcers, Surgical Wounds), End Users (Hospitals, Clinics, Home Care Settings) and Regional Forecast, 2018 – 2025

    Orphan Drugs Market Size, Share and Industry Analysis By Therapy Area (Oncology, Blood, CNS, Endocrine, Cardiovascular, Respiratory, Immunomodulatory), Distribution Channel (Hospital Pharmacy, Retail Pharmacy, Online Sales) and Regional Forecast, 2018 – 2025″ data-reactid=”108″>Orphan Drugs Market Size, Share and Industry Analysis By Therapy Area (Oncology, Blood, CNS, Endocrine, Cardiovascular, Respiratory, Immunomodulatory), Distribution Channel (Hospital Pharmacy, Retail Pharmacy, Online Sales) and Regional Forecast, 2018 – 2025

    Molecular Diagnostics Market Size, Share and Industry Analysis By Product Type (Instruments Reagents & Consumables), By Application (Infectious Disease, Blood Screening, Histology & Oncology), By Technique (Hospitals Amplification, Hybridization & Sequencing Techniques), End User (Hospitals, Clinical & Pathology Labs), and Regional Forecast 2018-2025″ data-reactid=”109″>Molecular Diagnostics Market Size, Share and Industry Analysis By Product Type (Instruments Reagents & Consumables), By Application (Infectious Disease, Blood Screening, Histology & Oncology), By Technique (Hospitals Amplification, Hybridization & Sequencing Techniques), End User (Hospitals, Clinical & Pathology Labs), and Regional Forecast 2018-2025

    Pulse Oximeters Market Size, Share and Industry Analysis By Product Type (Fingertip Oximeters, Handheld Oximeters, Tabletop Oximeters) By End User (Hospitals, ASCs and Clinics, Home Healthcare) and Regional Forecast, 2018 – 2025″ data-reactid=”110″>Pulse Oximeters Market Size, Share and Industry Analysis By Product Type (Fingertip Oximeters, Handheld Oximeters, Tabletop Oximeters) By End User (Hospitals, ASCs and Clinics, Home Healthcare) and Regional Forecast, 2018 – 2025

    Immunology Market Size, Share and Industry Analysis By Drug Class (Monoclonal antibody (mAb), Fusion Proteins, Immunosuppressant, Polyclonal antibody (pAb), Others), By Disease Indication (Rheumatoid Arthritis, Psoriatic Arthritis, Plaque Psoriasis, Ankylosing Spondylitis, Inflammatory Bowel Disease, Prophylaxis of Organ Rejection, Others), By Distribution Channel, and Regional Forecast 2019-2026″ data-reactid=”111″>Immunology Market Size, Share and Industry Analysis By Drug Class (Monoclonal antibody (mAb), Fusion Proteins, Immunosuppressant, Polyclonal antibody (pAb), Others), By Disease Indication (Rheumatoid Arthritis, Psoriatic Arthritis, Plaque Psoriasis, Ankylosing Spondylitis, Inflammatory Bowel Disease, Prophylaxis of Organ Rejection, Others), By Distribution Channel, and Regional Forecast 2019-2026

    Adult Diapers Market Size, Share & Industry Analysis, By Product Type (Underwear & Briefs, Pads & Guards, and Drip Collectors & Bed Protectors), By Gender (Male and Female) By Distribution Channel (Institutional Sales, Retail Stores, and Online Channels) and Regional Forecast, 2019-2026″ data-reactid=”112″>Adult Diapers Market Size, Share & Industry Analysis, By Product Type (Underwear & Briefs, Pads & Guards, and Drip Collectors & Bed Protectors), By Gender (Male and Female) By Distribution Channel (Institutional Sales, Retail Stores, and Online Channels) and Regional Forecast, 2019-2026

    Influenza Medication Market Size, Share & Industry Analysis, By Treatment (Baloxavir marboxil, Oseltamivir phosphate, Others), By Influenza Type (Influenza A, Influenza B), By Route of Administration (Oral, Others), By Distribution Channel (Hospitals Pharmacies, Retail Pharmacies, Online Pharmacies, Others) and Regional Forecast, 2019-2026″ data-reactid=”113″>Influenza Medication Market Size, Share & Industry Analysis, By Treatment (Baloxavir marboxil, Oseltamivir phosphate, Others), By Influenza Type (Influenza A, Influenza B), By Route of Administration (Oral, Others), By Distribution Channel (Hospitals Pharmacies, Retail Pharmacies, Online Pharmacies, Others) and Regional Forecast, 2019-2026

    Hormonal Contraceptives Market Size, Share & Industry Analysis, By Product (Pills, Injectable, Vaginal Rings, Intrauterine Devices, Implants, and Others), By Distribution Channel (Hospital Pharmacy, Retail Pharmacy, and Online Channel, Public Channel & NGOs, and Others) and Regional Forecast, 2019-2026″ data-reactid=”114″>Hormonal Contraceptives Market Size, Share & Industry Analysis, By Product (Pills, Injectable, Vaginal Rings, Intrauterine Devices, Implants, and Others), By Distribution Channel (Hospital Pharmacy, Retail Pharmacy, and Online Channel, Public Channel & NGOs, and Others) and Regional Forecast, 2019-2026

    Fortune Business Insights™ offers expert corporate analysis and accurate data, helping organizations of all sizes make timely decisions. We tailor innovative solutions for our clients, assisting them to address challenges distinct to their businesses. Our goal is to empower our clients with holistic market intelligence, giving a granular overview of the market they are operating in.

    Our reports contain a unique mix of tangible insights and qualitative analysis to help companies achieve sustainable growth. Our team of experienced analysts and consultants use industry-leading research tools and techniques to compile comprehensive market studies, interspersed with relevant data.

    At Fortune Business Insights™ we aim at highlighting the most lucrative growth opportunities for our clients. We, therefore, offer recommendations, making it easier for them to navigate through technological and market-related changes. Our consulting services are designed to help organizations identify hidden opportunities and understand prevailing competitive challenges.

    sales@fortunebusinessinsights.com
    Fortune Business Insights™
    LinkedIn | Twitter | Blogs

    ” data-reactid=”119″>
    Contact Us:

    Fortune Business Insights™ Pvt. Ltd.
    308, Supreme Headquarters,
    Survey No. 36, Baner,
    Pune-Bangalore Highway,
    Pune – 411045, Maharashtra, India.
    Phone:
    US :+1 424 253 0390
    UK : +44 2071 939123
    APAC : +91 744 740 1245
    Email: sales@fortunebusinessinsights.com
    Fortune Business Insights™
    LinkedIn | Twitter | Blogs

    https://www.fortunebusinessinsights.com/press-release/pressure-ulcer-treatment-market-9573
    ” data-reactid=”120″>Press Release https://www.fortunebusinessinsights.com/press-release/pressure-ulcer-treatment-market-9573

    Psorilax:Grande |dovobet crema psoriasi

    0

    Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, originale

    Pune, 10 febbraio 2020 (GLOBE NEWSWIRE) – Il globale Mercato del trattamento delle ulcere da pressione si prevede che trarrà slancio dalla crescente adozione di innovativi dispositivi di cura delle ferite per il trattamento. Secondo l'Agenzia per la ricerca e la qualità della sanità (AHRQ), negli Stati Uniti, oltre 2,5 milioni di persone vengono colpite ogni anno da ulcere da pressione. Dimostra che la crescente popolazione geriatrica, unita a casi di aumento della PU, influenzerebbe positivamente il mercato nei prossimi anni.

    Questa informazione è fornita da Fortune Business Insights ™ in un recente studio, intitolato “Dimensione del mercato del trattamento delle ulcere da pressione, analisi delle quote e del settore, per tipo di ulcera (fase 1, fase 2, fase 3, fase 4), per prodotto (medicazioni per la cura delle ferite, dispositivi per la cura delle ferite e altro), per utente finale (ospedali , Cliniche, centri di chirurgia ambulatoriale e impostazioni di assistenza domiciliare) e previsioni regionali, 2019-2026“Lo studio afferma inoltre che la dimensione del mercato del trattamento delle ulcere da pressione dovrebbe raggiungere 11,23 miliardi di USD entro il 2026, esibendo così a CAGR del 6,7% durante il periodo di previsione. Tuttavia, si fermò a 6,69 miliardi di USD nel 2018.


    Per ulteriori informazioni nell'analisi di questo rapporto, visitare: https://www.fortunebusinessinsights.com/pressure-ulcer-treatment-market-102095


    Il rapporto risponde alle seguenti domande:

    • Quali sono le tendenze, le opportunità e le sfide più importanti del mercato delle ulcere da pressione?
    • Quanti driver di crescita e ostacoli dovrà affrontare il mercato?
    • Quale regione rimarrà in prima linea per tutto il periodo di previsione?
    • Quale segmento dominerà in termini di quota?
    • Quali sono le strategie adottate da rinomate aziende per aumentare le vendite?


    autista:

    Aumento del pool di brevetti in tutto il mondo per aumentare la crescita

    Nel 20esimo secolo, un'ulcera da decubito era considerata una delle complicazioni più costose e debilitanti fisicamente. Fattori come problemi di mobilità, stile di vita sedentario, età avanzata e altri problemi di salute simili sono principalmente responsabili dell'aumento dell'incidenza della PU in tutto il mondo. Il National Center for Biotechnology Information (NCBI) ha dichiarato che nel 2018 la prevalenza delle ulcere da decubito in Etiopia, Turchia e Brasile era rispettivamente del 16%, 10,4% e 12,7%. Ciò indica che esiste un ampio bacino di pazienti in cerca di assistenza medica in tutto il mondo. Inoltre, l'aumento delle spese sanitarie nelle economie in via di sviluppo, nonché una crescente campagna di sensibilizzazione sulla disponibilità di varie opzioni terapeutiche, alimenterebbero la crescita del mercato del trattamento delle ulcere da pressione nei prossimi anni.

    Richiedi una copia di prova del rapporto di ricerca: https://www.fortunebusinessinsights.com/enquiry/request-sample-pdf/pressure-ulcer-treatment-market-102095


    Segmento:

    Il segmento delle medicazioni per la cura delle ferite è in testa grazie alla loro maggiore adozione

    In termini di tipo di prodotto, il mercato è suddiviso in medicazioni, dispositivi per la cura delle ferite e altri. Tra questi, il segmento delle medicazioni per la cura delle ferite deteneva una quota di mercato del 64,9% nel trattamento delle PU nel 2018 ed è destinato a guidare per tutto il periodo previsto. Questa crescita è attribuibile alla loro crescente adozione tra le masse. Sono l'opzione di trattamento principale e aiutano ad accelerare il processo di guarigione.

    Analisi regionale

    Aumento dei miglioramenti nelle strutture sanitarie per favorire la crescita in Nord America

    Il Nord America ha acquisito entrate per il mercato del trattamento delle ulcere da pressione da 2,75 miliardi di dollari nel 2018 e si prevede che crescerà significativamente nei prossimi anni a causa del crescente numero di nuovi lanci di prodotti, miglioramenti delle strutture sanitarie e natura costosa dei prodotti. L'Europa dovrebbe rimanere in seconda posizione per via della crescente prevalenza di PU e dell'invecchiamento della popolazione.

    L'Asia del Pacifico, d'altra parte, dovrebbe mostrare un CAGR più elevato a causa del crescente pool di pazienti che soffrono di ulcere da pressione. Il Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione (UNFPA), ad esempio, ha dichiarato che, attualmente, la popolazione anziana in questa regione sta aumentando rapidamente. Se il problema persiste, entro il 2050 una persona su quattro in Asia Pacifico supererà i 60 anni. Aprirà le porte a molteplici opportunità di crescita nel prossimo futuro.

    Panorama competitivo-

    Smith & Nephew acquisisce Osiris mentre Integra sigla un accordo con Vomaris

    Il mercato è costituito da numerose grandi, piccole e medie imprese. Si stanno concentrando principalmente sulla strategia di fusioni e acquisizioni per incrementare le vendite e ottenere maggiori entrate. Di seguito sono riportati alcuni degli ultimi sviluppi chiave del settore:

    • Aprile 2019: Osiris Therapeutics, Inc., uno sviluppatore di medicina rigenerativa cellulare, è stato acquisito da Smith & Nephew plc, una società multinazionale produttrice di apparecchiature mediche con sede nel Regno Unito. Il valore totale dell'accordo è stato di 660 milioni di USD. L'acquisizione aiuterebbe quest'ultima a migliorare la crescita del suo franchising avanzato di gestione delle ferite.
    • Aprile 2016: Integra LifeSciences, una società integrata di dispositivi medici, con sede nel New Jersey, ha firmato un accordo con Vomaris Wound Care, Inc., un fornitore di elettricità a batteria a microcelle con sede a Tempe. Questo nuovo accordo fornirà a Integra i diritti esclusivi di vendita e commercializzazione della tecnologia AMT di quest'ultima per la gestione delle ferite acute e croniche, come le ferite chirurgiche e le ustioni.

    Fortune Business Insights ™ profila alcune delle aziende più rinomate presenti nel mercato del trattamento delle ulcere da pressione. Sono i seguenti:

    • Mölnlycke Health Care AB.
    • ConvaTec Group Plc
    • B. Braun Melsungen AG
    • Coloplast Corp
    • Smith & Nephew
    • 3M
    • Integra LifeSciences Corporation.
    • Cardinale salute.
    • Tessuto Regenix
    • Altri giocatori di spicco


    Hai qualche domanda? Chiedi ai nostri esperti: https://www.fortunebusinessinsights.com/enquiry/speak-to-analyst/pressure-ulcer-treatment-market-102095


    Tabella dei contenuti dettagliata:

    1. introduzione

    1.1. Ambito di ricerca

    1.2. Segmentazione del mercato

    1.3. Metodologia di ricerca

    1.4. Definizioni e presupposti

    2. Sintesi

    3. Dinamica del mercato

    3.1. Driver di mercato

    3.2. Vincoli di mercato

    3.3. Opportunità di mercato

    4. Informazioni chiave

    4.1. Prevalenza dell'ulcera da decubito per paesi / regioni chiave

    4.2. Lo scenario normativo per paesi / regioni chiave

    4.3. Panoramica dei lanci e degli sviluppi di nuovi prodotti

    4.4. Principali sviluppi del settore (fusioni, acquisizioni e partnership)

    5. Analisi del mercato del trattamento delle ulcere da pressione globale (PU), approfondimenti e previsioni, 2015-2026

    5.1. Risultati chiave / Riepilogo

    5.2. Analisi di mercato, approfondimenti e previsioni – Per tipo di ulcera

    5.2.1. Fase 1

    5.2.2. Fase 2

    5.2.3. Fase 3

    5.2.4. Fase 4

    5.3. Analisi di mercato, approfondimenti e previsioni – Per prodotto

    5.3.1. Medicazioni per la cura delle ferite

    5.3.1.1. Medicazione antimicrobica

    5.3.1.2. Condimento in schiuma

    5.3.1.3. Condimenti per film

    5.3.1.4. Medicazioni Alginate

    5.3.1.5. Medicazioni idrocolloidali

    5.3.1.6. Altre medicazioni

    5.3.2. Dispositivi per la cura delle ferite

    5.3.3. Altri

    5.4. Analisi di mercato, approfondimenti e previsioni – Per utente finale

    5.4.1. ospedali

    5.4.2. Cliniche

    5.4.3. Centri chirurgici ambulatoriali

    5.4.4. Impostazioni assistenza domiciliare

    5.5. Analisi di mercato, approfondimenti e previsioni – Per regione

    5.5.1. Nord America

    5.5.2. Europa

    5.5.3. Asia Pacifico

    5.5.4. America latina

    5.5.5. Medio Oriente e Africa

    TOC Continua ….


    Richiesta di personalizzazione: https://www.fortunebusinessinsights.com/enquiry/customization/pressure-ulcer-treatment-market-102095


    Dai un'occhiata ai rapporti correlati:

    Mercato del trattamento dell'ulcera del piede diabetico (DFU) Analisi delle dimensioni, della quota e del settore, per tipo di ulcera (ulcera neuropatica, ulcera ischemica, ulcera neuroischemica), per prodotto (medicazioni per la cura delle ferite, dispositivi per la cura delle ferite, terapie attive e altro), per utente finale (ospedali, cliniche , Centri di chirurgia ambulatoriale e Impostazioni di assistenza domiciliare) e Previsioni regionali, 2019-2026

    Mercato avanzato della cura delle ferite Analisi delle dimensioni, della quota e del settore, per prodotto (medicazioni avanzate, dispositivi per la cura delle ferite e cura delle ferite attive), per indicazione (ulcere del piede diabetico, ulcere da decubito, ferite chirurgiche, altro), per utente finale e previsioni regionali 2018-2025

    Mercato attivo della cura delle ferite Dimensioni, quota e analisi del settore per tipo di prodotto (equivalenti biologici della pelle, fattori di crescita, medicazioni biologiche, altro), per indicazione (ulcere del piede diabetico, ulcere da pressione, ulcere degli arti inferiori), per utente finale (ospedali, cliniche, impostazioni di assistenza domiciliare) e previsioni regionali 2018-2025

    Mercato dei dispositivi per la cura delle ferite Analisi delle dimensioni, della quota e del settore per tipo di prodotto (Terapia con ferite a pressione negativa (NPWT), Ossigenoterapia iperbarica (HBOT), Terapia extracorporea con onde d'urto (ESWT)), Indicazione (ulcere del piede diabetico, ulcere da pressione, ferite chirurgiche), utenti finali ( Ospedali, cliniche, impostazioni di assistenza domiciliare) e previsioni regionali, 2018-2025

    Mercato dei farmaci orfani Dimensione, quota e analisi del settore per area terapeutica (oncologia, sangue, sistema nervoso centrale, endocrino, cardiovascolare, respiratorio, immunomodulante), canale di distribuzione (farmacia ospedaliera, farmacia al dettaglio, vendite online) e previsioni regionali, 2018-2025

    Mercato della diagnostica molecolare Dimensioni, condivisione e analisi del settore per tipo di prodotto (reagenti e materiali di consumo per strumenti), per applicazione (malattia infettiva, screening del sangue, istologia e oncologia), tecnica (amplificazione ospedaliera, tecniche di ibridazione e sequenziamento), utente finale (ospedali, clinica e patologia Labs) e previsioni regionali 2018-2025

    Mercato dei pulsossimetri Analisi delle dimensioni, della quota e del settore per tipo di prodotto (ossimetro da dito, ossimetro portatile, ossimetro da tavolo) per utente finale (ospedali, ASC e cliniche, assistenza sanitaria a domicilio) e previsioni regionali, 2018-2025

    Mercato dell'immunologia Dimensione, quota e analisi del settore per classe di farmaci (anticorpo monoclonale (mAb), proteine ​​di fusione, immunosoppressori, anticorpi policlonali (pAb), altri), per indicazione di malattia (artrite reumatoide, artrite psoriasica, psoriasi a placche, spondilite anchilosante, malattia infiammatoria intestinale, Profilassi del rifiuto d'organo, altri), per canale distributivo e previsioni regionali 2019-2026

    Pannolini per adulti Market Dimensioni, condivisione e analisi del settore, per tipo di prodotto (biancheria intima e slip, protezioni e protezioni antigoccia e protezioni per letti), per genere (maschio e femmina) per canale di distribuzione (vendite istituzionali, negozi al dettaglio e canali online) e regionale Previsioni, 2019-2026

    Mercato dei farmaci per l'influenza Analisi delle dimensioni, della quota e del settore, per trattamento (Baloxavir marboxil, oseltamivir fosfato, altri), per tipo di influenza (influenza A, influenza B), per via di somministrazione (orale, altri), per canale di distribuzione (ospedali farmacie, farmacie al dettaglio, Farmacie online, altri) e previsioni regionali, 2019-2026

    Mercato dei contraccettivi ormonali Analisi delle dimensioni, della quota e del settore, per prodotto (pillole, iniettabili, anelli vaginali, dispositivi intrauterini, impianti e altro), per canale di distribuzione (farmacia ospedaliera, farmacia al dettaglio e canale online, canale pubblico e ONG e altri) e regionale Previsioni, 2019-2026


    Riguardo a noi:

    Fortune Business Insights ™ offre analisi aziendali esperte e dati accurati, aiutando le organizzazioni di tutte le dimensioni a prendere decisioni tempestive. Adattiamo soluzioni innovative per i nostri clienti, aiutandoli ad affrontare le sfide distinte per le loro attività. Il nostro obiettivo è fornire ai nostri clienti informazioni di mercato olistiche, offrendo una panoramica granulare del mercato in cui operano.

    I nostri report contengono un mix unico di intuizioni tangibili e analisi qualitative per aiutare le aziende a raggiungere una crescita sostenibile. Il nostro team di analisti e consulenti esperti utilizza strumenti e tecniche di ricerca leader del settore per compilare studi di mercato completi, intervallati da dati rilevanti.

    A Fortune Business Insights ™ miriamo a evidenziare le opportunità di crescita più redditizie per i nostri clienti. Pertanto, offriamo raccomandazioni, rendendo più semplice la navigazione tra i cambiamenti tecnologici e di mercato. I nostri servizi di consulenza sono progettati per aiutare le organizzazioni a identificare opportunità nascoste e comprendere le sfide competitive prevalenti.


    Contattaci:

    Fortune Business Insights ™ Pvt. Ltd.
    308, sede suprema,
    Sondaggio n. 36, Baner,
    Autostrada Pune-Bangalore,
    Pune – 411045, Maharashtra, India.
    Telefono:
    Stati Uniti: +1 424253 0390
    Regno Unito: +44 2071 939123
    APAC: +91 744740 1245
    E-mail: sales@fortunebusinessinsights.com
    Fortune Business Insights ™
    LinkedIn | cinguettio | Blog

    Comunicato stampa https://www.fortunebusinessinsights.com/press-release/pressure-ulcer-treatment-market-9573

    Logo principale

    Psorilax:Spedizione |crema per psoriasi eritrodermica

    0

    Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, ingredienti

    Pune, 10 febbraio 2020 (GLOBE NEWSWIRE) – Il globale Mercato del trattamento delle ulcere da pressione si prevede che trarrà slancio dalla crescente adozione di innovativi dispositivi di cura delle ferite per il trattamento. Secondo l'Agenzia per la ricerca e la qualità della sanità (AHRQ), negli Stati Uniti, oltre 2,5 milioni di persone vengono colpite ogni anno da ulcere da pressione. Dimostra che la crescente popolazione geriatrica, unita a casi di aumento della PU, influenzerebbe positivamente il mercato nei prossimi anni.

    Questa informazione è fornita da Fortune Business Insights ™ in un recente studio, intitolato “Dimensione del mercato del trattamento delle ulcere da pressione, analisi delle quote e del settore, per tipo di ulcera (fase 1, fase 2, fase 3, fase 4), per prodotto (medicazioni per la cura delle ferite, dispositivi per la cura delle ferite e altro), per utente finale (ospedali , Cliniche, centri di chirurgia ambulatoriale e impostazioni di assistenza domiciliare) e previsioni regionali, 2019-2026. ”Lo studio afferma inoltre che la dimensione del mercato del trattamento delle ulcere da pressione dovrebbe raggiungere 11,23 miliardi di USD entro il 2026, esibendo così a CAGR del 6,7% durante il periodo di previsione. Tuttavia, si fermò a 6,69 miliardi di USD nel 2018.


    Per ulteriori informazioni nell'analisi di questo rapporto, visitare: https://www.fortunebusinessinsights.com/pressure-ulcer-treatment-market-102095


    Il rapporto risponde alle seguenti domande:

    • Quali sono le tendenze, le opportunità e le sfide più importanti del mercato delle ulcere da pressione?
    • Quanti driver di crescita e ostacoli dovrà affrontare il mercato?
    • Quale regione rimarrà in prima linea per tutto il periodo di previsione?
    • Quale segmento dominerà in termini di quota?
    • Quali sono le strategie adottate da rinomate aziende per aumentare le vendite?


    autista:

    Aumento del pool di brevetti in tutto il mondo per aumentare la crescita

    Nel 20esimo secolo, un'ulcera da decubito era considerata una delle complicazioni più costose e debilitanti fisicamente. Fattori come problemi di mobilità, stile di vita sedentario, età avanzata e altri problemi di salute simili sono principalmente responsabili dell'aumento dell'incidenza della PU in tutto il mondo. Il National Center for Biotechnology Information (NCBI) ha dichiarato che nel 2018 la prevalenza delle ulcere da decubito in Etiopia, Turchia e Brasile era rispettivamente del 16%, 10,4% e 12,7%. Ciò indica che esiste un ampio bacino di pazienti in cerca di assistenza medica in tutto il mondo. Inoltre, l'aumento delle spese sanitarie nelle economie in via di sviluppo, nonché una crescente campagna di sensibilizzazione sulla disponibilità di varie opzioni terapeutiche, alimenterebbero la crescita del mercato del trattamento delle ulcere da pressione nei prossimi anni.

    Richiedi una copia di prova del rapporto di ricerca: https://www.fortunebusinessinsights.com/enquiry/request-sample-pdf/pressure-ulcer-treatment-market-102095


    Segmento:

    Il segmento delle medicazioni per la cura delle ferite è in testa grazie alla loro maggiore adozione

    In termini di tipo di prodotto, il mercato è suddiviso in medicazioni, dispositivi per la cura delle ferite e altri. Tra questi, il segmento delle medicazioni per la cura delle ferite deteneva una quota di mercato del 64,9% nel trattamento delle PU nel 2018 ed è destinato a guidare per tutto il periodo previsto. Questa crescita è attribuibile alla loro crescente adozione tra le masse. Sono l'opzione di trattamento principale e aiutano ad accelerare il processo di guarigione.

    Analisi regionale

    Aumento dei miglioramenti nelle strutture sanitarie per favorire la crescita in Nord America

    Il Nord America ha acquisito entrate per il mercato del trattamento delle ulcere da pressione da 2,75 miliardi di dollari nel 2018 e si prevede che crescerà significativamente nei prossimi anni a causa del crescente numero di nuovi lanci di prodotti, miglioramenti delle strutture sanitarie e natura costosa dei prodotti. L'Europa dovrebbe rimanere in seconda posizione per via della crescente prevalenza di PU e dell'invecchiamento della popolazione.

    L'Asia del Pacifico, d'altra parte, dovrebbe mostrare un CAGR più elevato a causa del crescente pool di pazienti che soffrono di ulcere da pressione. Il Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione (UNFPA), ad esempio, ha dichiarato che, attualmente, la popolazione anziana in questa regione sta aumentando rapidamente. Se il problema persiste, entro il 2050 una persona su quattro in Asia Pacifico supererà i 60 anni. Aprirà le porte a molteplici opportunità di crescita nel prossimo futuro.

    Panorama competitivo-

    Smith & Nephew acquisisce Osiris mentre Integra sigla un accordo con Vomaris

    Il mercato è costituito da numerose grandi, piccole e medie imprese. Si stanno concentrando principalmente sulla strategia di fusioni e acquisizioni per incrementare le vendite e ottenere maggiori entrate. Di seguito sono riportati alcuni degli ultimi sviluppi chiave del settore:

    • Aprile 2019: Osiris Therapeutics, Inc., uno sviluppatore di medicina rigenerativa cellulare, è stato acquisito da Smith & Nephew plc, una società multinazionale produttrice di apparecchiature mediche con sede nel Regno Unito. Il valore totale dell'accordo è stato di 660 milioni di USD. L'acquisizione aiuterebbe quest'ultima a migliorare la crescita del suo franchising avanzato di gestione delle ferite.
    • Aprile 2016: Integra LifeSciences, una società integrata di dispositivi medici, con sede nel New Jersey, ha firmato un accordo con Vomaris Wound Care, Inc., un fornitore di elettricità a batteria a microcelle con sede a Tempe. Questo nuovo accordo fornirà a Integra i diritti esclusivi di vendita e commercializzazione della tecnologia AMT di quest'ultima per la gestione delle ferite acute e croniche, come le ferite chirurgiche e le ustioni.

    Fortune Business Insights ™ profila alcune delle aziende più rinomate presenti nel mercato del trattamento delle ulcere da pressione. Sono i seguenti:

    • Mölnlycke Health Care AB.
    • ConvaTec Group Plc
    • B. Braun Melsungen AG
    • Coloplast Corp
    • Smith & Nephew
    • 3M
    • Integra LifeSciences Corporation.
    • Cardinale salute.
    • Tessuto Regenix
    • Altri giocatori di spicco


    Hai qualche domanda? Chiedi ai nostri esperti: https://www.fortunebusinessinsights.com/enquiry/speak-to-analyst/pressure-ulcer-treatment-market-102095


    Tabella dei contenuti dettagliata:

    1. introduzione

    1.1. Ambito di ricerca

    1.2. Segmentazione del mercato

    1.3. Metodologia di ricerca

    1.4. Definizioni e presupposti

    2. Sintesi

    3. Dinamica del mercato

    3.1. Driver di mercato

    3.2. Vincoli di mercato

    3.3. Opportunità di mercato

    4. Informazioni chiave

    4.1. Prevalenza dell'ulcera da decubito per paesi / regioni chiave

    4.2. Lo scenario normativo per paesi / regioni chiave

    4.3. Panoramica dei lanci e degli sviluppi di nuovi prodotti

    4.4. Principali sviluppi del settore (fusioni, acquisizioni e partnership)

    5. Analisi del mercato del trattamento delle ulcere da pressione globale (PU), approfondimenti e previsioni, 2015-2026

    5.1. Risultati chiave / Riepilogo

    5.2. Analisi di mercato, approfondimenti e previsioni – Per tipo di ulcera

    5.2.1. Fase 1

    5.2.2. Fase 2

    5.2.3. Fase 3

    5.2.4. Fase 4

    5.3. Analisi di mercato, approfondimenti e previsioni – Per prodotto

    5.3.1. Medicazioni per la cura delle ferite

    5.3.1.1. Medicazione antimicrobica

    5.3.1.2. Condimento in schiuma

    5.3.1.3. Condimenti per film

    5.3.1.4. Medicazioni Alginate

    5.3.1.5. Medicazioni idrocolloidali

    5.3.1.6. Altre medicazioni

    5.3.2. Dispositivi per la cura delle ferite

    5.3.3. Altri

    5.4. Analisi di mercato, approfondimenti e previsioni – Per utente finale

    5.4.1. ospedali

    5.4.2. Cliniche

    5.4.3. Centri chirurgici ambulatoriali

    5.4.4. Impostazioni assistenza domiciliare

    5.5. Analisi di mercato, approfondimenti e previsioni – Per regione

    5.5.1. Nord America

    5.5.2. Europa

    5.5.3. Asia Pacifico

    5.5.4. America latina

    5.5.5. Medio Oriente e Africa

    TOC Continua ….


    Richiesta di personalizzazione: https://www.fortunebusinessinsights.com/enquiry/customization/pressure-ulcer-treatment-market-102095


    Dai un'occhiata ai rapporti correlati:

    Mercato del trattamento dell'ulcera del piede diabetico (DFU) Analisi delle dimensioni, della quota e del settore, per tipo di ulcera (ulcera neuropatica, ulcera ischemica, ulcera neuroischemica), per prodotto (medicazioni per la cura delle ferite, dispositivi per la cura delle ferite, terapie attive e altro), per utente finale (ospedali, cliniche , Centri di chirurgia ambulatoriale e Impostazioni di assistenza domiciliare) e Previsioni regionali, 2019-2026

    Mercato avanzato della cura delle ferite Analisi delle dimensioni, della quota e del settore, per prodotto (medicazioni avanzate, dispositivi per la cura delle ferite e cura delle ferite attive), per indicazione (ulcere del piede diabetico, ulcere da decubito, ferite chirurgiche, altro), per utente finale e previsioni regionali 2018-2025

    Mercato attivo della cura delle ferite Dimensioni, quota e analisi del settore per tipo di prodotto (equivalenti biologici della pelle, fattori di crescita, medicazioni biologiche, altro), per indicazione (ulcere del piede diabetico, ulcere da pressione, ulcere degli arti inferiori), per utente finale (ospedali, cliniche, impostazioni di assistenza domiciliare) e previsioni regionali 2018-2025

    Mercato dei dispositivi per la cura delle ferite Analisi delle dimensioni, della quota e del settore per tipo di prodotto (Terapia con ferite a pressione negativa (NPWT), Ossigenoterapia iperbarica (HBOT), Terapia extracorporea con onde d'urto (ESWT)), Indicazione (ulcere del piede diabetico, ulcere da pressione, ferite chirurgiche), utenti finali ( Ospedali, cliniche, impostazioni di assistenza domiciliare) e previsioni regionali, 2018-2025

    Mercato dei farmaci orfani Dimensione, quota e analisi del settore per area terapeutica (oncologia, sangue, sistema nervoso centrale, endocrino, cardiovascolare, respiratorio, immunomodulante), canale di distribuzione (farmacia ospedaliera, farmacia al dettaglio, vendite online) e previsioni regionali, 2018-2025

    Mercato della diagnostica molecolare Dimensioni, condivisione e analisi del settore per tipo di prodotto (reagenti e materiali di consumo per strumenti), per applicazione (malattia infettiva, screening del sangue, istologia e oncologia), tecnica (amplificazione ospedaliera, tecniche di ibridazione e sequenziamento), utente finale (ospedali, clinica e patologia Labs) e previsioni regionali 2018-2025

    Mercato dei pulsossimetri Analisi delle dimensioni, della quota e del settore per tipo di prodotto (ossimetro da dito, ossimetro portatile, ossimetro da tavolo) per utente finale (ospedali, ASC e cliniche, assistenza sanitaria a domicilio) e previsioni regionali, 2018-2025

    Mercato dell'immunologia Dimensione, quota e analisi del settore per classe di farmaci (anticorpo monoclonale (mAb), proteine ​​di fusione, immunosoppressori, anticorpi policlonali (pAb), altri), per indicazione di malattia (artrite reumatoide, artrite psoriasica, psoriasi a placche, spondilite anchilosante, malattia infiammatoria intestinale, Profilassi del rifiuto d'organo, altri), per canale distributivo e previsioni regionali 2019-2026

    Pannolini per adulti Market Dimensioni, condivisione e analisi del settore, per tipo di prodotto (biancheria intima e slip, protezioni e protezioni antigoccia e protezioni per letti), per genere (maschio e femmina) per canale di distribuzione (vendite istituzionali, negozi al dettaglio e canali online) e regionale Previsioni, 2019-2026

    Mercato dei farmaci per l'influenza Analisi delle dimensioni, della quota e del settore, per trattamento (Baloxavir marboxil, oseltamivir fosfato, altri), per tipo di influenza (influenza A, influenza B), per via di somministrazione (orale, altri), per canale di distribuzione (ospedali farmacie, farmacie al dettaglio, Farmacie online, altri) e previsioni regionali, 2019-2026

    Mercato dei contraccettivi ormonali Analisi delle dimensioni, della quota e del settore, per prodotto (pillole, iniettabili, anelli vaginali, dispositivi intrauterini, impianti e altro), per canale di distribuzione (farmacia ospedaliera, farmacia al dettaglio e canale online, canale pubblico e ONG e altri) e regionale Previsioni, 2019-2026


    Riguardo a noi:

    Fortune Business Insights ™ offre analisi aziendali esperte e dati accurati, aiutando le organizzazioni di tutte le dimensioni a prendere decisioni tempestive. Adattiamo soluzioni innovative per i nostri clienti, aiutandoli ad affrontare le sfide distinte per le loro attività. Il nostro obiettivo è fornire ai nostri clienti informazioni di mercato olistiche, offrendo una panoramica granulare del mercato in cui operano.

    I nostri report contengono un mix unico di intuizioni tangibili e analisi qualitative per aiutare le aziende a raggiungere una crescita sostenibile. Il nostro team di analisti e consulenti esperti utilizza strumenti e tecniche di ricerca leader del settore per compilare studi di mercato completi, intervallati da dati rilevanti.

    A Fortune Business Insights ™ miriamo a evidenziare le opportunità di crescita più redditizie per i nostri clienti. Pertanto, offriamo raccomandazioni, rendendo più semplice la navigazione tra i cambiamenti tecnologici e di mercato. I nostri servizi di consulenza sono progettati per aiutare le organizzazioni a identificare opportunità nascoste e comprendere le sfide competitive prevalenti.


    Contattaci:

    Fortune Business Insights ™ Pvt. Ltd.
    308, sede suprema,
    Sondaggio n. 36, Baner,
    Autostrada Pune-Bangalore,
    Pune – 411045, Maharashtra, India.
    Telefono:
    Stati Uniti: +1 424253 0390
    Regno Unito: +44 2071 939123
    APAC: +91 744740 1245
    E-mail: sales@fortunebusinessinsights.com
    Fortune Business Insights ™
    LinkedIn | cinguettio | Blog

    Comunicato stampa https://www.fortunebusinessinsights.com/press-release/pressure-ulcer-treatment-market-9573

    Psorilax:Coupon |crema per psoriasi cortisonhce

    0

    Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, quanto costa

    Il sondaggio sulla consegna di farmaci topici di Global Rx Dermatology fornisce informazioni chiave sul settore, compresi fatti e cifre molto utili e importanti, opinioni di esperti e gli ultimi sviluppi in tutto il mondo. Il rapporto sul mercato globale è un documento importante per ogni appassionato di mercato, decisore politico, investitore e giocatore. Il rapporto fornisce fluttuazioni del valore CAGR durante il periodo di previsione 2019-2026 per il mercato. I rapporti di mercato di Rx Dermatology Topical Drug Delivery forniscono dati su modelli e miglioramenti e indirizzano settori e materiali aziendali, limiti e avanzamenti. In questo rapporto, viene fornita un'analisi SWOT e un'analisi degli investimenti approfondite che prevedono opportunità imminenti per gli operatori del mercato di Rx Dermatology Topical Drug Delivery.

    Il mercato globale della consegna di farmaci per dermatologia Rx globale dovrebbe raggiungere 40.646,26 milioni di USD entro il 2026 da 29.475,18 milioni di USD nel 2018, crescendo a un CAGR del 4,2% nel periodo di previsione dal 2019 al 2026.

    Scarica PDF gratuito Copia di esempio del rapporto @ https://databridgemarketresearch.com/request-a-sample/?dbmr=global-rx-dermatology-topical-drug-delivery-market

    Analisi competitiva:

    Alcuni dei principali attori che operano in questo mercato sono Galderma Laboratories, LP, Hisamitsu Pharmaceutical Co., Inc., Pfizer Inc., LEO Pharma A / S, GlaxoSmithKline plc., ALLERGAN, Bayer AG, 3M, Bausch Health Companies Inc., The Lubrizol Corporation, Cipla Inc., Kaken Pharmaceutical Co., Ltd. tra gli altri.

    I farmaci topici svolgono un ruolo importante nella terapia delle malattie dermatologiche. I farmaci per dermatologia topica incorniciano una grande percentuale di prodotti nel mercato dei farmaci. Questi prodotti sono fabbricati attraverso processi di produzione specializzati come riempimento di volume preciso, miscelazione su larga scala, riscaldamento e imballaggio.

    La somministrazione topica di farmaci può essere effettuata nel corpo attraverso percorsi oftalmici, rettali, vaginali e cutanei come vie topiche. Nel settore della dermatologia, la pelle svolge un ruolo importante nella somministrazione di farmaci topici per il trattamento delle malattie della pelle nei pazienti. I preparati topici vengono applicati sulla pelle per effetti superficiali, locali o sistemici. Le formulazioni topiche includono ingredienti terapeuticamente attivi che aiutano a trattare le malattie della pelle nei pazienti.

    Il rilascio topico di farmaci è uno dei modi più efficaci di rilascio di farmaci in quanto fornisce risultati terapeutici ottimali. A poco a poco, il sistema topico di consegna dei farmaci è diventato sempre più importante nell'industria farmaceutica. La risposta farmacologica, sia l'effetto terapeutico desiderato sia l'effetto indesiderato indesiderato di un farmaco dipendono dalla concentrazione del farmaco nel luogo di azione, che a sua volta dipende dalla forma di dosaggio e dall'entità dell'assorbimento del farmaco nel sito di azione. Nel settore della dermatologia, molecola di farmaco applicata sulla pelle che penetra principalmente attraverso il percorso intercellulare tortuoso e continuo. Questi prodotti sono disponibili in diverse forme come unguenti, creme, lozioni, gel e altri che hanno la capacità di essere assorbiti nel corpo e mostrano rispettivamente la risposta positiva nella guarigione della ferita.

    Mercato globale di consegna di farmaci topici dermatologici per tipo di prodotto (semisolido, liquido, solido), applicazione (infezioni della pelle, dermatite, antiaging, acne, iperpigmentazione, rosacea, tumore della pelle, psoriasi, onicomicosi, altri), categoria (marchiato, generico ), Geografia (Nord America, Europa, Asia-Pacifico, Sud America, Medio Oriente e Africa) – Tendenze e previsioni del settore fino al 2026

    Segmentazione: Mercato globale della consegna di farmaci per dermatologia Rx globale

    Il mercato globale della consegna di farmaci topici dermatologici Rx è segmentato in base al tipo di prodotto, all'applicazione e alla categoria.

    • Sulla base del tipo di prodotto, il mercato è segmentato in solido, liquido e semisolido. Il solido è sottosegmentato in polvere e altri. Il liquido viene suddiviso in soluzione, emulsione, sospensione, lozione e altri. Semisolid è sottosegmentato in creme, gel, unguenti, pasta, altri.
      • Nel dicembre 2016, Pfizer Inc. ha ricevuto l'approvazione da parte della Food and Drug Administration (FDA) statunitense per il prodotto chiamato EUCRISATM (crisaborole) unguento al 2%. È un nuovo inibitore topico non steroideo della fosfodieterasi-4 (PDE-4). È usato per il trattamento della dermatite atopica da lieve a moderata (AD). Con questo lancio del prodotto l'azienda ha costruito un patrimonio nel settore dell'infiammazione e dell'immunologia.
    • Sulla base dell'applicazione, il mercato è segmentato in acne, dermatite, psoriasi, infezioni della pelle, antiaging, cancro della pelle, iperpigmentazione, onicomicosi, rosacea, altri.
      • Nel marzo 2017, Galderma Laboratories, L.P., produttori del marchio Cetaphil hanno lanciato sette nuovi prodotti per la cura della pelle del viso. Con questo lancio dei prodotti il ​​portafoglio Cetaphil dell'azienda è aumentato. La società ha ora un'ampia gamma di soluzioni specializzate per i pazienti con problemi di pelle, tra cui idratazione e altri.
    • Sulla base della categoria, il mercato è segmentato in generico e marchiato.
      • Nel febbraio 2016, Allergan plc ha ricevuto un'approvazione per il suo prodotto ACZONE (dapsone) Gel, 7,5% dalla Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti. Questo prodotto è un nuovo trattamento topico di prescrizione che è utile per il trattamento dell'acne nei pazienti di età pari o superiore a 12 anni. Il prodotto ha aiutato il paziente a trattare facilmente l'acne che alla fine ha contribuito ad aumentare le entrate.

    Richiedi questo rapporto dal nostro esperto @ https://databridgemarketresearch.com/inquire-before-buying/?dbmr=global-rx-dermatology-topical-drug-delivery-market

    Recenti sviluppi:

    • Nell'aprile 2016, Allergan plc ha acquisito Topokine Therapeutics, Inc. con un pagamento anticipato di 85,8 milioni di USD ed è stato idoneo a ricevere pietre miliari potenziali di sviluppo e commercializzazione fino a 260,0 milioni di USD.
    • Nel febbraio 2019, Kaken Pharmaceutical Co., Ltd. ha concluso un accordo di licenza e distribuzione esclusiva per la formulazione topica di onicomicosi nella Repubblica popolare cinese. Secondo l'accordo Kaken Pharmaceutical Co., Ltd., ha fornito il diritto esclusivo per lo sviluppo e la commercializzazione del Prodotto in RPC e questo ha portato a un'elevata generazione di entrate.
    • Nell'aprile 2019, The Lubrizol Corporation ha lanciato il suo nuovissimo modificatore di reologia 2 in 1 multifunzionale, polimero Carbopol Style 2.0. Il prodotto ha i benefici per la cura della pelle come l'aspetto liscio lucido, le texture uniche e altro. Con questo lancio è aumentato il portafoglio di prodotti dell'azienda che ha comportato una maggiore generazione di entrate.
    • Nell'agosto 2018, Cipla INC. Ha ricevuto l'approvazione finale per la nuova domanda abbreviata di farmaci (ANDA) per il Diclofenac Sodium Topical Gel, 1% dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti (US FDA). Per questo motivo l'azienda ha aumentato il proprio portafoglio di prodotti e una forte posizione sul mercato, specialmente nel campo della dermatologia.
    • Nel novembre 2010, 3M ha rilanciato la linea Cavilon Professional Skin Care. Questo prodotto ha aiutato a prevenire danni alla pelle da umidità, attrito e traumi adesivi. Il portafoglio di prodotti dell'azienda è aumentato per quanto riguarda la dermatologia archiviata e quindi le entrate sanitarie.

    Opportunità:

    BASSA PENETRAZIONE BIOLOGICA:

    I biologici sono i farmaci che sono fatti da proteine ​​animali o umane che hanno la capacità di trattare rispettivamente le malattie. Hanno la capacità di trattare il numero di malattie come la psoriasi, l'artrite psoriasica, altri tipi di artrite e malattie infiammatorie intestinali. A causa della bassa attività dei farmaci biologici nel trattamento di eventuali malattie del derma, i farmaci topici stanno superando il mercato a fini terapeutici e quindi la sua domanda è in aumento sul mercato.

    AUMENTO DEL CONCORSO CHE GUIDA AD ALTI INVESTIMENTI IN R&S PER INNOVARE NUOVI PRODOTTI:

    La malattia della pelle negli ultimi tempi è una delle principali malattie tra le persone per le quali sono disponibili trattamenti. Uno dei trattamenti avanzati è il sistema topico di rilascio del farmaco in cui la pelle svolge un ruolo importante poiché il farmaco viene applicato sulla pelle che ha la capacità di trattare le aree colpite. Numero di aziende ha preso l'iniziativa nel fornire alta qualità di prodotti o farmaci per il trattamento delle malattie della pelle. Ciò comporta il processo di innovazione nella ricerca farmaceutica. L'aumento del numero di malattie richiede un trattamento adeguato per il quale i farmaci topici svolgono attualmente un ruolo importante. Di conseguenza, molte aziende hanno aumentato le proprie strutture di ricerca e sviluppo al fine di fornire i farmaci che saranno ritenuti un fattore importante per guidare il mercato in futuro.

    AUMENTO DI FUSIONI E ACQUISIZIONI:

    Le industrie farmaceutiche probabilmente subiscono la maggior parte dell'attività di fusione e acquisizione (M&A) rispetto a qualsiasi altra industria che coinvolge il numero di operazioni e la spesa in denaro. Questa attività è necessaria a causa dell'aumento dello sviluppo di un nuovo farmaco nell'industria farmaceutica. Ad esempio, a luglio 2018, Leo Pharma ha acquisito un'unità globale di dermatologia su prescrizione di Bayer AG (Germania) a un prezzo non divulgato. Lo scopo di questa acquisizione era di espandere il loro prodotto nei farmaci per la pelle. Leo Pharma sviluppa ulteriormente l'attività di dermatologia su prescrizione con questa acquisizione. L'aumento delle acquisizioni e delle fusioni aiuta le aziende a rafforzare i propri ricavi insieme a strutture di ricerca e sviluppo e produzione e questo ultimo aiuto nella crescita di un particolare mercato.

    MERCATO EMERGENTE:

    L'elevata accessibilità per i pazienti sta portando a maggiori investimenti da parte del settore privato. Molte aziende si stanno concentrando sull'intraprendere sviluppi strategici per aumentare la loro presenza nelle economie emergenti. Insieme a questo, l'invecchiamento della popolazione e l'aumento del reddito disponibile contribuiranno alla crescita del mercato. Il mercato di consegna di farmaci topici ha una grande opportunità in quanto questa piattaforma ha nuovi elementi che sono stati incorporati per il trattamento di malattie della pelle e delle mucose. Le condizioni della pelle stanno aumentando in tutto il mondo, che alla fine richiede un trattamento. Aumentare la consapevolezza delle malattie della pelle è anche un fattore che sta aiutando il mercato a crescere in futuro.

    sfide:

    EFFETTI COLLATERALI:

    L'effetto collaterale dei farmaci si verifica nell'uomo a causa dell'uso a lungo termine dei farmaci. Ci sono alcuni effetti collaterali che possono verificarsi nel corpo del paziente dopo aver consumato farmaci topici. Ad esempio, il consumo a lungo termine di corticosteroidi può causare difetti alla nascita nel feto. I farmaci topici possono fornire un trattamento migliore ma a parte questo anche il prodotto ha effetti collaterali. Ciò accade a causa dell'uso eccessivo di trattamenti topici che aumentano il rischio di effetti collaterali sia cutanei che sistemici e quindi ostacolano la crescita del mercato.

    RICHIAMO DEL PRODOTTO:

    Negli ultimi anni, il numero di richiami di prodotti nel mercato topico della consegna di droghe è aumentato enormemente. Questi richiami di prodotti possono verificarsi a causa di inadempienze come difetti di progettazione o di fabbricazione che possono essere negoziati con la sicurezza, l'efficacia e la purezza del farmaco o dei dispositivi di consegna del farmaco da parte di un'azienda produttrice di farmaci. Ad esempio, a luglio 2016, GlaxoSmithKline (Regno Unito) ha annunciato il richiamo dell'unguento Bactroban e della crema Bactroban a causa della presenza di contaminazione durante la produzione; queste formulazioni sono state usate localmente per le infezioni della pelle. Inoltre, a giugno 2016, il cerotto per emicrania di Teva Phamaceutical chiamato Zecuity è stato ricordato per aver riportato gravi ustioni e potenziali cicatrici permanenti. Il richiamo dei prodotti influisce sui ricavi dell'azienda e, in definitiva, sul mercato particolare.

    Nota: se hai esigenze particolari, faccelo sapere e ti offriremo il rapporto come desideri.

    Informazioni sulla ricerca di mercato di Data Bridge:

    Data Bridge Market Research si è presentata come una società di ricerca e consulenza di mercato non convenzionale e neoterica con un livello di resilienza senza precedenti e approcci integrati. Siamo determinati a scoprire le migliori opportunità di mercato e promuovere informazioni efficienti per far prosperare il tuo business sul mercato. Data Bridge si impegna a fornire soluzioni adeguate alle complesse sfide aziendali e avvia un processo decisionale senza sforzo.

    Contatto:

    Ricerche di mercato di Data Bridge

    Tel: + 1-888-387-2818

    Email: Corporatesales@databridgemarketresearch.com

    Psorilax:commenti |crema alla vitamina d per la psoriasi

    0

    Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, originale

    Con la diagnosi della malattia di Crohn a 13 anni, quando ha raggiunto i 25 anni, l'insegnante Kelly Owens aveva rinunciato a ogni speranza di vivere una vita normale. La debilitante malattia infiammatoria intestinale colpisce circa 300.000 persone nel Regno Unito, causando diarrea, estrema stanchezza, dolori di stomaco e perdita di peso.

    Non esiste una cura, ma farmaci come gli steroidi possono ridurre l'infiammazione e la condizione può essere parzialmente alleviata dalla chirurgia per riparare o rimuovere le parti danneggiate del sistema digestivo.

    Nel corso degli anni, i medici avevano provato quasi due dozzine di diversi farmaci su Kelly, il quale afferma che “o non funzionavano affatto o il mio corpo avrebbe accumulato anticorpi contro di loro e avrebbero presto smesso di funzionare”.

    Kelly Owens, 30 anni, si è offerta volontaria nel 2017 come cavia in una sperimentazione di una tecnica rivoluzionaria che potrebbe offrire un nuovo trattamento per dozzine di malattie, tra cui artrite, asma, diabete e depressione

    Kelly Owens, 30 anni, si è offerta volontaria nel 2017 come cavia in una sperimentazione di una tecnica rivoluzionaria che potrebbe offrire un nuovo trattamento per dozzine di malattie, tra cui artrite, asma, diabete e depressione

    Kelly non stava solo combattendo la colite – l'infiammazione e l'ulcerazione dell'intestino crasso – questa è la classica manifestazione di Crohn. La condizione aveva anche innescato l'artrite infiammatoria che colpiva tutte le sue articolazioni, persino la sua mascella, così come il pioderma gangrenoso, una condizione della pelle che ha lasciato le gambe coperte da ulcere dolorose.

    Solo uno steroide, il prednisone, le ha dato sollievo. “È stata l'unica cosa che mi ha aiutato a funzionare”, afferma Kelly, ora 30enne.

    Ma il prednisone riduce la quantità di calcio nel sangue e presto le fu diagnosticata l'osteoporosi, una condizione che indebolisce le ossa fino al punto in cui possono facilmente rompersi.

    Il “miracolo” può trattare dozzine di malattie

    Kelly afferma che, quando aveva 25 anni, era “in pessime condizioni”. Ma nel giro di tre anni le sue condizioni erano migliorate al di là di ogni riconoscimento, grazie a quello che lei definisce “un miracolo” – un miracolo che un giorno potrebbero verificarsi innumerevoli altri pazienti.

    Nel 2017, Kelly si è offerta volontaria come cavia in una sperimentazione di una tecnica rivoluzionaria che potrebbe offrire un nuovo trattamento per dozzine di malattie, tra cui artrite, asma, diabete e depressione. Quella decisione ha trasformato la sua vita.

    Funziona con un impianto elettrico nel torace che attiva il nervo vago, che va dal cervello all'addome

    Funziona con un impianto elettrico nel torace che attiva il nervo vago, che va dal cervello all'addome

    Kelly è una delle poche persone in tutto il mondo a beneficiare di questo rivoluzionario ramo della medicina: la bioelettronica. Ora ha un dispositivo delle dimensioni di una scatola di fiammiferi impiantata nel suo petto che invia messaggi per tenere sotto controllo il suo sistema immunitario.

    Per lei è cambiato la vita.

    “Prima, dovevo pensare a ogni movimento che facevo”, dice. 'Ora ho solo una vita meravigliosamente normale e non ho medicine. Non avrei mai immaginato che 30 anni potessero sentirsi così giovani. '

    Il nostro sistema immunitario ci mantiene in salute combattendo le infezioni o gli effetti delle lesioni. Ma a volte vanno in tilt, producendo una reazione eccessiva che causa malattie tra cui Crohn, diabete, artrite reumatoide, Alzheimer e sclerosi multipla.

    Con la diagnosi della malattia di Crohn a 13 anni, quando Kelly raggiunse i 25 anni, aveva rinunciato a ogni speranza di vivere una vita normale

    Con la diagnosi della malattia di Crohn a 13 anni, quando Kelly raggiunse i 25 anni, aveva rinunciato a ogni speranza di vivere una vita normale

    Tradizionalmente, i farmaci sono stati utilizzati per smorzare questa risposta, ma le aziende stanno correndo per sviluppare quella che molti credono sarà un'alternativa più economica ed efficace, senza alcun effetto collaterale dei farmaci.

    Le loro speranze poggiano su piccoli dispositivi elettronici impiantati nel corpo per regolare gli impulsi elettrici che controllano il riflesso infiammatorio del sistema immunitario.

    Il padre della bioelettronica è il professor Kevin Tracey, neurochirurgo e inventore, ora presidente e CEO del Feinstein Institutes for Medical Research di New York.

    Nel 2000, il dott. Tracey ha pubblicato un articolo sulla rivista Nature che mostra che l'infiammazione nei ratti potrebbe essere ridotta stimolando elettronicamente il nervo vago.

    Questo è il nervo più lungo del corpo, che corre dalla base del cervello, quindi si divide in due prima di viaggiare attraverso il collo, il torace e l'addome. Funziona come un condotto per una serie di funzioni vitali, compreso il controllo della frequenza cardiaca e della temperatura corporea.

    La dott.ssa Tracey ha scoperto che questo nervo trasporta anche informazioni che regolano il sistema immunitario e l'infiammazione e che questo “riflesso infiammatorio” potrebbe essere controllato dalla stimolazione elettrica. Come ha detto a Good Health: “Ora sappiamo che nervi specifici controllano specifici target molecolari allo stesso modo dei farmaci”.

    I farmaci si attaccano a questi bersagli (tramite le proteine ​​del “recettore” all'interno o sulle cellule) al fine di bloccare i messaggi dal corpo che altrimenti indurrebbero la cellula a reagire in modo indesiderato.

    L'ibuprofene, ad esempio, agisce interferendo con i messaggi chimici che scatenano infiammazione e dolore, ma la maggior parte dei farmaci non può essere mirata con precisione e può avere effetti collaterali.

    “Gli effetti collaterali e le spese sono vere barriere”, afferma il dott. Tracey. 'E la gente dimentica di prenderli.'

    Kelly aveva visto il dott. Tracey intervistato nel 2014 su un nuovo dispositivo che aveva inventato per curare le malattie infiammatorie.

    Ricorda: “Ne stava parlando nel contesto dell'artrite reumatoide, ma mi chiedevo se questo potesse funzionare per me.” Kelly contattò la dottoressa Tracey, che le consigliò che sebbene il suo dispositivo non fosse adatto, avrebbe dovuto continuare a controllare come il lavoro della squadra è progredito.

    Finalmente qualche speranza per Crohn

    Nel 2012, Kelly ha sposato Sean, la sua fidanzata d'infanzia, e si è trasferita dal New Jersey alle Hawaii, per cercare di migliorare la sua salute.

    “I rigidi inverni del New Jersey hanno reso molto più difficile la mia artrite infiammatoria, aumentando il disagio in cui mi trovavo”, afferma Kelly. 'La mia speranza era di trovare un po' di sollievo alle Hawaii, ma il tempo non faceva molta differenza. '

    Il suo lavoro di insegnante divenne difficile man mano che le condizioni continuavano a peggiorare. 'Mi sarei davvero spinto per superare la giornata, e poi sarei tornato a casa, mi sarei ghiacciato le gambe per aiutare con il dolore e la pelle ulcerata e praticamente sarei rimasto sul divano fino a quando non avrei dovuto ricominciare da capo il giorno successivo. '

    Dopo due anni, a 26 anni, ha dovuto abbandonare il lavoro che amava poiché “la colite era così grave che ho perso circa 30 libbre in poche settimane. Da quel momento, sono stato completamente debilitato e disabilitato “.

    Kelly e Sean, che gestisce la propria attività di falegnameria, sono tornati nel New Jersey e, due anni dopo, nel 2017, i suoi medici hanno consegnato una bomba. 'Mi hanno detto: “Hai preso tutti i farmaci disponibili. D'ora in poi, assumerai alte dosi di prednisone “, ricorda Kelly. 'Sono stato schiacciato.' Poi si è ricordata della dottoressa Tracey.

    È andata online e ha scoperto che SetPoint Medical, una società che lavora con la ricerca del dott. Tracey, aveva appena iniziato a reclutare uno studio per vedere se la medicina bioelettronica potesse essere efficace nel trattamento di Crohn.

    Il problema era che il processo era in corso ad Amsterdam.

    Senza nemmeno sapere se sarebbe stata accettata per il processo – aveva bisogno di prove per scoprire se l'ulcerazione dell'intestino fosse abbastanza grande da soddisfare i rigidi criteri di inclusione dello studio – Kelly e Sean “vendettero tutto ciò che non era inchiodato al pavimento 'e andò in Olanda.

    “La nostra famiglia e i nostri amici hanno organizzato una raccolta fondi per noi e abbiamo raccolto $ 16.000 (£ 12.250).”

    Il 22 giugno 2017, Kelly ha subito un'operazione di 45 minuti in anestesia generale per avere il dispositivo inserito nel suo petto. Questo era collegato da un filo al nervo vago nel suo collo.

    Due settimane dopo, “l'hanno acceso per la prima volta e la mia vita è migliorata quasi immediatamente”, dice. Quella notte, Kelly “ha dimenticato di assumere antidolorifici perché non provavo dolore per la prima volta, non ricordo nemmeno da quanto tempo”.

    Alcune settimane dopo, mentre si vestiva, notò che le sue ginocchia, precedentemente gonfie “come piccoli meloni cantalupo”, ora erano di dimensioni normali.

    Una settimana dopo, lei e Sean erano in ritardo per un appuntamento e dovettero correre su due rampe di scale. 'Di solito mi ci vorrebbe molto tempo', dice Kelly. 'Oggi sono arrivato in cima e ho cercato Sean. Guardai in fondo alle scale e lui mi fissava meravigliato. “

    Kelly era uno dei 16 pazienti con Crohn, tutti i quali non avevano risposto al trattamento farmacologico, che erano stati impiantati con un dispositivo di stimolazione del nervo vago in uno dei cinque centri europei nel 2017.

    Nel giugno dell'anno scorso, SetPoint ha svelato i risultati del processo alla conferenza della Digestive Disease Week a Washington.

    A 16 settimane, oltre il 60% dei pazienti aveva registrato riduzioni significative degli effetti della malattia, come valutato dall'indice di attività della malattia di Crohn, che misura il dolore addominale, il benessere e le abitudini del bagno.

    Secondo questa scala, una riduzione di 70 o più punti è considerata clinicamente significativa.

    Otto dei pazienti in prova, incluso Kelly, hanno ottenuto miglioramenti di almeno 100 punti, mentre quattro hanno riscontrato che quasi tutti i loro sintomi erano scomparsi.

    SetPoint ha anche condotto uno studio pilota negli Stati Uniti su 14 pazienti con artrite reumatoide utilizzando un dispositivo, il MicroRegulator, impiantato nel collo.

    Ciò genera impulsi elettrici “prescritti” in modalità wireless da un medico tramite un'app. I pazienti ricaricano il generatore utilizzando un caricabatterie wireless indossato attorno al collo.

    Dopo 12 settimane, cinque su dieci pazienti con il dispositivo avevano un miglioramento “clinicamente significativo” dei sintomi, con due remissione che raggiungevano. Nessuno dei quattro sulla stimolazione simulata ha mostrato alcun miglioramento. I dispositivi non sono ancora stati approvati per l'uso clinico, ma possono offrire speranza a quelli con malattie autoimmuni.

    La lista d'attesa sta già crescendo

    Come la bioelettronica sta salvando vite umane

    Gli impianti elettrici furono usati per la prima volta in medicina con pacemaker cardiaci nei pazienti alla fine degli anni Cinquanta. Oggi i generatori di impulsi impiantati collegati da fili al cervello sono usati per controllare i sintomi motori del Parkinson, come i tremori.

    Tuttavia, gran parte dell'eccitazione in questo nuovo campo della bioelettronica è centrata sul nervo vago, il nervo più lungo del corpo, che inizia alla base del cervello, quindi si divide in due rami che viaggiano attraverso il collo, il torace e nel addome, giù nell'intestino tenue.

    È descritta come l'autostrada di comunicazione del corpo: inoltra i messaggi dai tessuti e dagli organi al cervello e viceversa, controlla tutto dalla deglutizione alla frequenza cardiaca e alla digestione, spiegando il suo fascino come uno strumento nel trattamento delle malattie. La stimolazione del nervo vago è già utilizzata per ridurre il numero e la gravità delle convulsioni nell'epilessia quando i farmaci non funzionano. È anche usato nella depressione resistente ad altre terapie.

    Il nuovo approccio è rivoluzionario perché mira all'infiammazione (vedi la storia principale) e potrebbe aiutare una vasta gamma di malattie acute e croniche.

    “Ricevo lettere ed e-mail da pazienti e genitori di bambini che soffrono ogni giorno, ma, naturalmente, non possiamo ancora fornire loro dispositivi”, afferma il dott. Tracey. 'Rispondo ad alcuni di loro da soli – ti fanno venire le lacrime agli occhi. Ma la richiesta è così schiacciante che abbiamo assunto un paziente che ora è in remissione per rispondere a queste e-mail per me. “

    Quel paziente era Kelly, che ora lavora come direttore dell'educazione e della divulgazione presso l'Istituto Feinstein. “In questo momento, abbiamo più di 1.000 pazienti registrati, con l'intera gamma di malattie infiammatorie, che attendono con ansia l'accesso alla medicina bioelettronica”, afferma.

    Il dott. Tracey afferma che molte malattie con componenti infiammatorie possono rispondere a questo trattamento. Probabili candidati includono asma, diabete e ipertensione.

    Questa non è la prima volta che la stimolazione elettronica viene utilizzata come trattamento (vedi riquadro, in basso a sinistra), ma questa è la prima tecnica che offre così tante potenziali applicazioni – grazie alla scoperta del dott. Tracey che la stimolazione del nervo inibisce la produzione di una molecola chiamata fattore di necrosi tumorale, che comunica le risposte immunitarie alle cellule.

    Questa molecola è uno degli obiettivi chiave dei farmaci usati per curare malattie infiammatorie come l'artrite reumatoide e di Crohn.

    La stimolazione elettronica dei nervi può avere applicazioni che vanno oltre il controllo delle risposte infiammatorie del corpo, come sperano le ricerche in corso su un trattamento per la pressione alta.

    Una società statunitense, CVRx, ha sviluppato un dispositivo impiantato sotto l'osso del colletto che utilizza impulsi elettrici per attivare i “barorecettori” del corpo – sensori di pressione sull'arteria principale e sui nervi che monitorano e controllano il flusso sanguigno. Il dispositivo Barostim Neo induce il cervello a rilassare i vasi sanguigni, rallentare la frequenza cardiaca e quindi abbassare la pressione sanguigna.

    Forse non a caso, i grandi nomi si stanno affrettando a investire in bioelettronica, tra cui Google e General Electric, così come i principali enti pubblici negli Stati Uniti come il National Institutes of Health. La società britannica GlaxoSmithKline supporta inoltre oltre 30 progetti bioelettronici in tutto il mondo.

    Nel Regno Unito, Qasim Aziz, professore di neurogastroenterologia alla Queen Mary, Università di Londra e consulente medico dell'ente benefico Crohn's & Colitis UK, sta pianificando uno studio per esaminare il potenziale della bioelettronica per i pazienti con malattia infiammatoria intestinale.

    Ha detto a Good Health che lo studio sulla malattia di Crohn di cui Kelly faceva parte, sebbene di piccole dimensioni, “aumenta la speranza che un tale intervento possa avere un impatto promettente sulla gestione dei pazienti per patologie croniche e spesso gravi come la malattia di Crohn”.

    Ha aggiunto: “(È) un nuovo entusiasmante approccio che ha il potenziale per beneficiare molti pazienti”.

    Il dott. Tracey spera che l'uso di dispositivi bioelettronici per il trattamento dell'artrite reumatoide possa essere approvato dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti “in soli tre o quattro anni”.

    In caso di successo, potrebbe seguire l'approvazione per l'uso in altre condizioni.

    Un portavoce dell'Agenzia di regolamentazione dei medicinali e dei prodotti sanitari, che è responsabile dell'approvazione di nuovi farmaci nel Regno Unito, ha affermato di non approvare i dispositivi medici, ma di supervisionare gli “organismi notificati” autorizzati a garantire che qualsiasi nuovo dispositivo sia conforme alle normative stabilite dalla Regolamento sui dispositivi medici 2002.

    Quando lo fanno, ottengono un marchio CE, che approva il dispositivo per l'uso in tutta Europa.

    A due anni dalla sua procedura, Kelly rimane una grande pubblicità per l'efficacia della medicina bioelettronica. Una colonscopia eseguita dopo il processo ha mostrato che il 50% del suo colon una volta infiammato cronicamente era guarito in meno di quattro mesi.

    'Quest'estate dovrò fare un ulteriore esame, ma continuo a sentirmi un milione di dollari', dice.

    È comprensibilmente per sempre grata al dott. Tracey.

    “Lui e il suo team hanno messo insieme i pezzi del puzzle che cambieranno il corso della medicina come lo conosciamo”, dice. 'Sono convinto che questa sia la nuova frontiera.'

    Test ospedaliero per vedere se può trattare l'insufficienza cardiaca

    Cinque ospedali nel Regno Unito, tra cui il famoso Harefield Hospital, stanno prendendo parte a uno studio che ha coinvolto 480 pazienti per testare l'efficacia del dispositivo nel trattamento dell'insufficienza cardiaca.

    Un altro team, che ha lavorato con SetPoint e guidato dal professor Peder Olofsson presso il rinomato Istituto Karolinska in Svezia, l'anno scorso ha riferito esperimenti su topi che suggerivano che la stimolazione del nervo vago potrebbe aiutare una serie di “malattie acute e croniche comuni e debilitanti”, tra cui shock settico e malattia cardiovascolare. Il professor Olofsson ha dichiarato a Good Health che il lavoro del suo team “si concentra sul sistema immunitario e sull'infiammazione, che ha un ruolo in molti aspetti della vita”.

    Aggiunge: “In effetti, la maggior parte delle malattie ha una qualche componente infiammatoria, dalla medicina cardiovascolare a quella di Crohn, dalla psoriasi, persino al cancro. Alcuni tumori si basano sull'infiammazione per prosperare.

    'Quindi esiste un'ampia gamma di medicine che possono trarre beneficio da queste intuizioni.'

    Psorilax:Migliore |crema unguente psoriasi gomiti

    0

    Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, dove si compra

    Logo del cappello da giullare con bolla di pensiero.

    Fonte immagine: The Motley Fool.

    AbbVie Inc (NYSE: ABBV)
    Chiamata sugli utili del 4 ° trimestre 2019
    7 febbraio 2020, 9:00 ET

    Contenuti:

    • Osservazioni preparate
    • Domande e risposte
    • Chiama i partecipanti

    Osservazioni preparate:

    Operatore

    Buongiorno e grazie per averti aspettato. Benvenuti alla teleconferenza sugli utili del quarto trimestre 2019 di AbbVie. (Istruzioni per l'operatore) Vorrei ora presentare la sig.ra Liz Shea, vicepresidente delle relazioni con gli investitori.

    Liz SheaVicepresidente delle relazioni con gli investitori

    Buongiorno e grazie per esserti unito a noi. Alla chiamata con me oggi ci sono anche Rick Gonzalez, presidente del consiglio di amministrazione e amministratore delegato; Michael Severino, Vice Presidente e Presidente; e Rob Michael, vicepresidente esecutivo e direttore finanziario.

    Prima di iniziare, ti ricordo che alcune dichiarazioni che facciamo oggi possono essere considerate dichiarazioni previsionali ai fini del Private Securities Litigation Reform Act del 1995. AbbVie avverte che queste dichiarazioni previsionali sono soggette a rischi e incertezze che possono causare i risultati effettivi differiscono materialmente da quelli indicati nelle dichiarazioni previsionali. Ulteriori informazioni su questi rischi e incertezze sono incluse nel nostro Rapporto Annuale 2018 e sul Modulo 10-K e nelle nostre altre dichiarazioni SEC. AbbVie non si assume alcun obbligo di aggiornare queste dichiarazioni previsionali, ad eccezione di quanto richiesto dalla legge.

    Nella teleconferenza di oggi, come in passato, verranno utilizzate misure finanziarie non GAAP per aiutare gli investitori a comprendere le prestazioni di business in corso di AbbVie. Queste misure finanziarie non GAAP sono riconciliate con misure finanziarie GAAP comparabili nel nostro comunicato sugli utili e nei documenti normativi di oggi, che possono essere trovati sul nostro sito Web. Si noti che abbiamo anche pubblicato una serie di diapositive sul nostro sito Web per integrare alcuni dei contenuti che tratteremo questa mattina. Seguendo le nostre osservazioni preparate, risponderemo alle tue domande.

    Quindi, con quello, ora rivolgo la chiamata a Rick.

    Richard A. GonzalezPresidente del consiglio di amministrazione e amministratore delegato

    Grazie Liz. Buongiorno a tutti e grazie per esservi uniti a noi oggi. Discuterò le nostre prestazioni del quarto trimestre e dell'intero anno 2019, nonché le aspettative del 2020 per AbbVie su base autonoma. Forniremo assistenza combinata per AbbVie e Allergan dopo la chiusura della transazione pianificata. Mike fornirà quindi un aggiornamento sui recenti progressi dei nostri programmi di ricerca e sviluppo e Rob discuterà in modo più dettagliato delle prestazioni dello scorso anno e della nostra guida per il 2020. In seguito alle nostre osservazioni, risponderemo alle tue domande.

    Abbiamo realizzato un altro trimestre forte con un utile per azione rettificato superiore al punto medio della nostra guida. Il nostro EPS rettificato di $ 2,21 rappresenta una crescita di oltre il 16% rispetto al quarto trimestre del 2018. Anche una crescita delle vendite operative rettificate totale del 5,3% è stata in anticipo rispetto alle nostre aspettative per il trimestre, trainate da continui solidi risultati sia in immunologia che in oncologia ematologica.

    Le nostre prestazioni in questo trimestre hanno superato un altro anno forte per AbbVie. Per l'intero anno 2019, abbiamo realizzato una crescita degli utili per azione rettificata del 13%. Abbiamo guidato una forte esecuzione commerciale, operativa e di ricerca e sviluppo, che ci ha permesso di crescere sostanzialmente attraverso l'impatto della concorrenza internazionale biosimilare. Abbiamo visto prestazioni eccellenti nel nostro settore dell'oncologia ematologica, che ha guidato una crescita operativa di oltre il 39% nell'anno.

    Abbiamo creato un franchising sostanziale con IMBRUVICA e VENCLEXTA, che ha combinato circa $ 5,5 miliardi di entrate combinate con una forte crescita a doppia cifra prevista ancora una volta nel 2020. IMBRUVICA rimane il chiaro leader della quota di mercato in tutte le linee di terapia in CLL con un corpus maggiore di prove cliniche, un solido vantaggio in termini di sopravvivenza e il più alto livello di categoria nelle linee guida per il trattamento oggi, rimaniamo fiduciosi che IMBRUVICA contribuirà in modo significativo alla crescita per molti anni a venire. VENCLEXTA contribuirà inoltre in modo sostanziale alla nostra crescita nel 2020, prevedendo una continua espansione delle azioni sia nei segmenti CLL di prima linea ricaduti / refrattari sia in quelli frontali, nonché una continua penetrazione nella LMA di prima linea.

    Nella nostra attività di immunologia, i lanci di SKYRIZI e RINVOQ stanno andando eccezionalmente bene. Sia SKYRIZI che RINVOQ hanno dimostrato una forte efficacia differenziata nelle loro indicazioni iniziali e stiamo facendo notevoli progressi per espandere i loro usi in diverse malattie immuno-mediate. SKYRIZI sta già avendo un impatto sulla crescita di AbbVie con vendite di circa $ 215 (fonetici) milioni nel quarto trimestre, il che equivale già a un tasso di run annualizzato che si avvicina a $ 900 milioni e prevediamo una crescita robusta nel 2020. L'esecuzione del lancio è stata a dir poco breve di eccezionale.

    In un arco di tempo molto breve, SKYRIZI ha stabilito la principale quota di pazienti affetti da psoriasi in gioco, che comprende sia i pazienti nuovi che quelli di passaggio all'incirca al 25% circa. SKYRIZI sta ridefinendo lo standard di efficacia e sicurezza nel mercato della psoriasi, dove non solo ha dimostrato la superiorità di HUMIRA, il gold standard di cura, ma ha anche sovraperformato altri nuovi agenti, tra cui Cosentyx. L'accesso commerciale di SKYRIZI è ora in parità con HUMIRA e superiore al 95%.

    Mentre è ancora all'inizio del lancio, stiamo anche assistendo a solide tendenze della domanda per RINVOQ, che sta ottenendo ottimi risultati rispetto agli analoghi comparabili nel segmento RA. Nel primo trimestre intero RINVOQ era sul mercato, stimiamo che siano state riempite più di 7.600 prescrizioni, comprese sia le prescrizioni pagate sia quelle che hanno ricevuto RINVOQ attraverso il nostro programma di accesso al ponte. Sulla base di questo livello di prescrizione medica, RINVOQ sta attualmente catturando circa il 9% dei pazienti RA in-play e ha superato la quota in-play di numerosi altri marchi affermati. La cannibalizzazione della quota di mercato di HUMIRA in questo segmento rimane finora molto bassa. Il feedback dei medici prescrittori è stato molto positivo. E il forte profilo di rischio che RINVOQ ha dimostrato nel corso delle nostre prove di registrazione ha supportato una copertura formulativa molto rapida e ampia per RINVOQ. L'accesso commerciale per RINVOQ è ora superiore al 95% e di conseguenza prevediamo che il volume delle prescrizioni retribuite aumenterà in modo significativo nel corso del 2020.

    HUMIRA negli Stati Uniti continua a generare forti ricavi, guidando oltre 1 miliardo di dollari di crescita nel 2019 e continuerà a contribuire in modo significativo alla crescita nel 2020. Le dinamiche internazionali di HUMIRA rimangono coerenti con le nostre aspettative con ricavi del 2019 in calo di circa il 28% su un base operativa.

    Nel complesso, sono estremamente soddisfatto delle prestazioni e delle prospettive del nostro franchising di immunologia. In precedenza avevamo commentato che SKYRIZI e RINVOQ avrebbero generato oltre 1 miliardo di dollari di entrate combinate nel 2020. Le nostre linee guida per il 2020 ora prevedono che questi due prodotti contribuiranno insieme con circa $ 1,7 miliardi di entrate quest'anno.

    Fin dall'inizio, ci siamo concentrati sulla costruzione di una solida pipeline e sull'aggiunta di piattaforme di crescita che consentiranno ad AbbVie di assorbire l'eventuale impatto della concorrenza biosimilare negli Stati Uniti e mantenere un business forte e in crescita. Continuiamo a compiere progressi eccellenti rispetto a tale obiettivo. Come ho appena sottolineato, le traiettorie di lancio migliori del previsto di SKYRIZI e RINVOQ e le continue e forti prestazioni del nostro franchising di oncologia ematologica hanno ulteriormente aumentato il nostro livello di fiducia sul fatto che queste piattaforme guideranno una crescita significativa a lungo termine.

    La nostra produttività in ricerca e sviluppo negli ultimi sette anni ha portato a numerosi nuovi prodotti, che hanno contribuito collettivamente a circa $ 9 miliardi di entrate nel 2019. E la nostra pipeline in ricerca e sviluppo continua a svilupparsi bene con più programmi ben avviati per espandere l'ampiezza delle indicazioni per SKYRIZI e RINVOQ , nonché l'avanzamento di un numero significativo di programmi nella fase iniziale e intermedia, sei dei quali avranno prove di letture dei dati concettuali nel 2020.

    La pipeline di ricerca e sviluppo di AbbVie è stata eliminata dal momento in cui siamo stati lanciati come società indipendente nel 2013. La nostra priorità iniziale era quella di sviluppare risorse di prossima generazione che sarebbero state superiori a HUMIRA e ad altre alternative competitive all'interno delle nostre aree chiave di malattie immunologiche. E come hai visto, SKYRIZI e RINVOQ hanno dimostrato questo tipo di prestazioni attraverso molteplici studi clinici. Le loro traiettorie di lancio di successo dimostrano il valore di queste risorse in due segmenti molto grandi di immunologia, che insieme rappresentano oggi circa il 40% delle entrate statunitensi di HUMIRA. Continuiamo a progredire rapidamente nello sviluppo di queste risorse nelle restanti aree chiave della malattia di HUMIRA, nonché in nuove indicazioni, come la dermatite atopica.

    La nostra seconda priorità era quella di trasformare il nostro franchising di oncologia ematologica in un importante motore di crescita per l'azienda. IMBRUVICA e VENCLEXTA sono diventati all'incirca un franchising di $ 5,5 miliardi e in rapida crescita. E continuiamo ad espandere questi medicinali in importanti nuove aree di malattia, come il mieloma multiplo con VENCLEXTA in t (11; 14) popolazione di pazienti definita dal biomarcatore e la terapia di combinazione con IMBRUVICA e VENCLEXTA, che hanno il potenziale per fornire ancora di più risposte durature.

    La terza priorità era lo sviluppo di una solida pipeline di inizio e medio stadio, che ora ha in corso quasi 40 programmi clinici, tra cui nuovi nuovi meccanismi sviluppati dagli scienziati AbbVie e risorse che stiamo avanzando attraverso le nostre numerose collaborazioni, come Calico. I programmi più avanzati nella nostra pipeline di livello medio-avanzato, che prevediamo di essere approvati entro il 2022, includono navitoclax per mielofibrosi, ABBV-951 per il trattamento del morbo di Parkinson avanzato e veliparib per il trattamento del carcinoma ovarico e del seno BRCA cancro. Queste approvazioni si aggiungono alle numerose nuove opportunità previste per RINVOQ, SKYRIZI e VENCLEXTA. Nello stesso periodo di tempo, prevediamo circa 30 letture di prove concettuali da nuovi programmi nella nostra pipeline della fase iniziale, di cui Mike discuterà momentaneamente. È davvero un momento emozionante per la scienza di AbbVie.

    Un altro aspetto interessante della nostra attività è la prevista acquisizione di Allergan, che ha un significativo valore strategico e finanziario. Allergan fornirà ad AbbVie beni di grande valore sul mercato con posizioni di leadership in ulteriori segmenti di crescita interessanti, tra cui nuove piattaforme di crescita in estetica e neuroscienze del SNC. L'acquisizione diversificherà ulteriormente le entrate e il mix di abbonati di AbbVie e accelera immediatamente la scala autonoma della nostra attività non HUMIRA, la piattaforma di crescita di AbbVie, che dovrebbe generare entrate a crescita annuale ad alta cifra per il prossimo decennio e oltre .

    L'acquisizione proposta sta procedendo bene. Recentemente abbiamo ricevuto l'approvazione condizionale della Commissione europea. La revisione FTC continua ad avanzare in seguito agli annunci di cessione sia per Zenpep che per IL-23 di Allergan. E abbiamo completato il processo di pianificazione dell'integrazione, inclusa la conferma dei nostri obiettivi di sinergia. Rimaniamo sulla buona strada per chiudere la transazione Allergan come previsto nel primo trimestre del 2020.

    Siamo entrati nel 2020 con uno slancio molto forte e ci impegniamo a fornire risultati forti, che si riflettono nella nostra guida. Prevediamo un utile rettificato per l'intero anno 2020 per azione da $ 9,61 a $ 9,71, che rappresenta una crescita dell'8,1% a metà. Come accennato in precedenza, questa guida riflette AbbVie su base autonoma. Forniremo una guida proforma per il 2020, a seguito della chiusura della transazione Allergan.

    Quindi, in sintesi, come puoi vedere dai nostri risultati del 2019 e dalle nostre linee guida per il 2020, le prestazioni del business di AbbVie rimangono molto forti. Tale prestazione combinata con la pipeline in fase avanzata, che include più di 20 nuovi farmaci e importanti nuove indicazioni di malattia, nonché una solida pipeline in fase iniziale, ci dà una fiducia significativa nelle prospettive future della nostra azienda. Il business di AbbVie sarà ancora più forte e diversificato con la transazione Allergan. Non vediamo l'ora di un altro anno di successo e di dare il benvenuto ai nostri colleghi Allergan alla nuova AbbVie nel prossimo futuro.

    Detto questo, rivolgerò la chiamata a Mike per ulteriori commenti sui nostri programmi di ricerca e sviluppo. Mike?

    Michael E. SeverinoVice Presidente e Presidente

    Grazie Rick. Quando siamo partiti come una società indipendente, sapevamo che la costruzione di un motore di ricerca e sviluppo produttivo era una parte essenziale del nostro successo e siamo orgogliosi dei progressi che abbiamo fatto negli ultimi sette anni. Abbiamo costruito uno dei più avanzati gasdotti in fase avanzata del nostro settore e introdotto sul mercato sei nuovi asset, RINVOQ, SKYRIZI, IMBRUVICA, VENCLEXTA, MAVIRET e ORILISSA, che hanno realizzato collettivamente circa 9 miliardi di dollari di vendite nel 2019. molto bene nelle loro indicazioni principali e guiderà una crescita significativa per AbbVie a lungo termine, mentre continuiamo a costruire il corpus di prove a supporto dei loro profili clinici differenziati.

    In immunologia, sia RINVOQ che SKYRIZI hanno un inizio molto forte rispettivamente nell'artrite reumatoide e nella psoriasi. E continuiamo a generare set di dati clinici che li distinguono dalle offerte della concorrenza. Ad esempio, abbiamo recentemente annunciato risultati positivi nella top line di uno studio diretto di Fase 3 che confronta SKYRIZI con Cosentyx nella psoriasi. In questo studio, SKYRIZI ha dimostrato la superiorità rispetto a Cosentyx alla settimana 52, con l'87% dei pazienti SKYRIZI che hanno raggiunto PASI 90 rispetto al 57% di Cosentyx.

    SKYRIZI ha anche dimostrato la superiorità di Cosentyx su tutti gli endpoint secondari classificati, inclusi PASI 100, PASI 75 e sPGA chiari o quasi chiari alla settimana 52. Questi risultati sottolineano due componenti critiche del profilo di SKYRIZI, la capacità di guidare alti livelli di risposta e la durata di quella risposta agli endpoint a lungo termine.

    In oncologia, continueremo anche a supportare il nostro franchising hem / onc con importanti pietre miliari normative e letture aggiuntive dei dati di Fase 3 per le nostre indicazioni approvate nel 2020. Di recente abbiamo ricevuto un parere positivo del CHMP per VENCLEXTA in CLL precedentemente non trattato. E prevediamo di ricevere un importante aggiornamento dell'etichetta per IMBRUVICA nella prima metà di quest'anno sulla base dei risultati dello studio ECOG, che ha dimostrato la superiorità di IMBRUVICA rispetto alla FCR nei pazienti in prima linea con CLL.

    Quando pensiamo a fonti di crescita oltre le attuali indicazioni per i nostri asset recentemente approvati, è importante considerare due componenti della nostra pipeline in fase avanzata. Il primo è un gran numero di programmi che ci consentiranno di indirizzare le nostre risorse principali verso nuove importanti aree di malattia che rappresentano mercati grandi e interessanti. E il secondo è un insieme di nuovi asset che aiuteranno a supportare un'ulteriore crescita in futuro.

    Se guardiamo prima alla nostra opportunità di spostarci in nuove aree di malattia con le nostre terapie esistenti, vediamo una serie di programmi commercialmente interessanti che sono stati derisati sulla base di dati forti. Ad esempio, abbiamo recentemente annunciato i risultati migliori del secondo studio di Fase 3 per RINVOQ nell'artrite psoriasica che ha confrontato RINVOQ con placebo e HUMIRA in pazienti che avevano una risposta inadeguata ad almeno un DMARD non biologico. In questo studio, entrambe le dosi di RINVOQ hanno soddisfatto tutti gli endpoint primari e secondari chiave, dimostrando un impatto significativo sia sugli endpoint articolari che cutanei, nonché l'inibizione radiografica del danno alla struttura articolare.

    RINVOQ ha anche dimostrato la superiorità di HUMIRA sulla risposta ACR20 alla settimana 12 con la dose elevata e la non inferiorità con la dose bassa. Questi dati seguono i risultati positivi del nostro primo studio di registrazione riportato alla fine dell'anno scorso. I dati dettagliati di entrambi gli studi cardine saranno presentati in una prossima riunione medica e prevediamo di presentare le nostre domande normative per RINVOQ nell'artrite psoriasica nel secondo trimestre con la commercializzazione prevista nel 2021.

    A seguito di discussioni con i regolatori globali, le nostre richieste di approvazione nella spondilite anchilosante sono programmate per la seconda metà del 2020 sulla base di dati positivi già presentati all'ACR lo scorso novembre. In questo studio, RINVOQ ha dimostrato miglioramenti significativamente maggiori nei segni e sintomi, nonché nella funzione fisica e negli endpoint di imaging rispetto al placebo. Insieme, l'artrite psoriasica e la spondilite anchilosante costituiscono un segmento importante del mercato reumatologico con vendite sul mercato globale di circa $ 14 miliardi.

    Il segmento dermatologico sarà anche un'importante area di crescita per RINVOQ. La dermatite atopica da moderata a grave è un grande mercato a cui non partecipiamo oggi. E verso la metà di quest'anno, prevediamo di vedere i dati della Fase 3 per RINVOQ in questa indicazione. Nel nostro studio di Fase 2b, RINVOQ ha dimostrato un effetto molto forte sull'endpoint composito facile e ha avuto un impatto notevole sul prurito, che è uno dei sintomi più fastidiosi di questa malattia.

    A seguito delle letture chiave dei dati, prevediamo di presentare comunicazioni normative globali entro la fine dell'anno. Ci stiamo anche avvicinando al completamento dei programmi di registrazione per SKYRIZI in diverse nuove aree di malattia. Nella seconda metà di quest'anno, ci aspettiamo di vedere i dati degli studi di Fase 3 sia sull'artrite psoriasica che sul morbo di Crohn con osservazioni normative per entrambe le indicazioni previste per il 2021.

    Il segmento IBD, che comprende sia la malattia di Crohn che la colite ulcerosa, rappresenta un'opportunità significativa con vendite sul mercato globale di circa $ 18 miliardi. IBD è un segmento in crescita, dove continuano ad esserci bisogni significativi non soddisfatti. E in base all'efficacia dimostrata nei nostri studi a metà fase, riteniamo che sia SKYRIZI che RINVOQ abbiano il potenziale per condurre livelli di prestazione più elevati rispetto ad altre alternative terapeutiche. Insieme, prevediamo che SKYRIZI e RINVOQ avranno una copertura completa nelle principali aree patologiche per le quali HUMIRA è attualmente approvato, oltre a nuove aree come la dermatite atopica. Con questi due nuovi medicinali, AbbVie è ben posizionata per mantenere la sua forte leadership nel mercato globale dell'immunologia da $ 70 miliardi.

    Un altro asset di crescita che prevediamo di espandere in nuove importanti aree è VENCLEXTA. CANOVA, il nostro studio di Fase 3 su pazienti affetti da mieloma multiplo recidivato refrattario con mutazione genetica t (11; 14), è ora ben avviato. E verso la fine di quest'anno, abbiamo in programma di iniziare un secondo studio di Fase 3 nella popolazione recidiva / refrattaria t (11; 14).

    VENCLEXTA ha il potenziale per diventare un'importante opzione di trattamento guidata dai biomarcatori nel mieloma multiplo. Le cellule trasformate in t (11; 14) pazienti hanno un fenotipo simile a una cellula B ed esprimono alti livelli di BCL-2. Abbiamo visto risultati molto promettenti in questa popolazione in studi precoci e intermedi con VENCLEXTA che mostravano alti tassi di risposta globali e una sopravvivenza libera da progressione prolungata. Il livello di efficacia che abbiamo visto suggerisce che t (11; 14) pazienti possono essere particolarmente sensibili a VENCLEXTA. Questa popolazione definita dai biomarker costituisce circa il 20% del mercato del mieloma multiplo da $ 18 miliardi, rappresentando una nuova importante opportunità per VENCLEXTA.

    Oltre al mieloma multiplo, inizieremo gli studi di Fase 3 in due ulteriori malattie guidate da BCL-2 nel 2020. Il primo è AML. Basandoci sulla nostra esperienza nel trapianto e nella popolazione ammissibile, stiamo iniziando uno studio su pazienti in forma con LMA che hanno ricevuto un trapianto di cellule staminali, ma rimangono ad alto rischio di recidiva.

    Il secondo è la sindrome mielodisplastica ad alto rischio o MDS. L'MDS è una malattia maligna delle cellule staminali del midollo osseo che è associata a significativa morbilità e mortalità a causa del rischio di sanguinamento, infezione e trasformazione in leucemia acuta. Alcuni pazienti con MDS vengono sottoposti a trapianto di cellule staminali ma molti non possono farlo e questi pazienti hanno pochissime opzioni di trattamento. Gli studi preclinici e precoci clinici supportano un ruolo per l'inibizione del BCL-2 in questi pazienti e i nostri studi di fase 3 con VENCLEXTA inizieranno entro la fine dell'anno.

    Il secondo componente di valore nella nostra pipeline in fase avanzata include importanti nuove terapie che prevediamo di lanciare nel 2021 e nel 2022, tra cui navitoclax, veliparib e ABBV-951. Navitoclax entrerà negli studi di Fase 3 nella prima metà di quest'anno nella mielofibrosi di prima linea e di seconda linea. La mielofibrosi è una malattia maligna in cui il midollo osseo viene sostituito con tessuto fibrotico che porta all'insufficienza del midollo osseo. Attualmente, l'inibizione di JAK-2 è l'unica opzione terapeutica approvata. Ma nonostante il trattamento, molti pazienti progrediscono e presentano una significativa morbilità e mortalità. Navitoclax è un inibitore BCL-XL di prima classe con il potenziale di trasformare il trattamento della mielofibrosi eliminando il clone che causa la malattia.

    All'ASH lo scorso anno, abbiamo presentato dati incoraggianti di uno studio di fase 2, che ha dimostrato che fino al 43% dei pazienti che avevano fallito l'inibizione di JAK-2 ha risposto alla navitoclax sulla base di una riduzione del 35% del volume della milza. Inoltre, le risposte si sono approfondite nel tempo e continuiamo a seguire questi pazienti. I pazienti trattati con Navitoclax hanno anche mostrato riduzioni del numero di cellule maligne e diminuzioni della fibrosi del midollo osseo, supportando il potenziale per la modifica della malattia.

    Nell'area dei tumori solidi, abbiamo precedentemente presentato dati positivi di Fase 3 provenienti da due studi su veliparib nel carcinoma ovarico in prima linea e nel carcinoma mammario BRCA. I dati di questi due studi hanno dimostrato un significativo prolungamento della sopravvivenza libera da progressione e supportano l'uso dell'inibizione di PARP in combinazione con la chemioterapia all'inizio del trattamento.

    Nel carcinoma ovarico, veliparib sarà l'unico inibitore del PARP a combinarsi con la chemioterapia di prima linea e a trattare una popolazione più ampia che non è limitata allo stato di biomarcatore o alla reattività della chemioterapia. Nel carcinoma mammario positivo BRCA, veliparib sarà anche l'unico inibitore PARP combinato con la chemioterapia a base di platino, offrendo a questi pazienti una nuova preziosa opzione terapeutica.

    Sulla base del feedback delle autorità regolatorie globali, prevediamo di presentare le nostre domande per veliparib nella prima metà di quest'anno. Veliparib sarà un'importante nuova opzione di trattamento per le donne con carcinoma ovarico e carcinoma mammario BRCA, offrendo il potenziale per fornire risultati migliori. E nella nostra pipeline di neuroscienze in fase avanzata, stiamo facendo buoni progressi con il programma di Fase 3 per ABBV-951, il nostro approccio innovativo per fornire un'efficacia simile alla Duopa al nostro sistema di consegna sottocutanea per il morbo di Parkinson avanzato. Questo approccio è reso possibile dai nuovi farmaci levodopa e carbidopa pro e rappresenterebbe un miglioramento trasformativo delle attuali opzioni di trattamento.

    Con un sistema di somministrazione non chirurgica meno invasivo, 951 ha il potenziale per espandere significativamente la popolazione di pazienti attualmente affrontata da Duopa o altre terapie più invasive per il Parkinson avanzato, come la stimolazione cerebrale profonda. Vedremo i dati del programma cardine nel 2021 con la commercializzazione anticipata nel 2022.

    Oltre a far progredire i nostri programmi in fase avanzata, abbiamo anche compiuto enormi progressi nella costruzione della nostra pipeline in fase iniziale. Dopo diversi anni di investimenti, stiamo iniziando a vedere questi sforzi ripagare. E nei prossimi tre anni, stiamo pianificando letture prudenti dei dati concettuali in circa 30 programmi. La nostra pipeline iniziale è progettata per includere un mix di target altamente innovativi supportati da una solida scienza di base e target validati clinicamente, dove riteniamo che esista un'opportunità per migliorare gli agenti attuali.

    Nell'area dell'immunologia, metterò in evidenza il nostro coniugato steroide TNF, ABBV-3373, che è una nuova tecnologia che fornisce uno steroide proprietario ad alta potenza direttamente alle cellule immunitarie attivate dall'assunzione mediata da TNF. Abbiamo dimostrato nei sistemi modello che questo approccio ha il potenziale per favorire l'efficacia della trasformazione. E il nostro primo lavoro clinico ha dimostrato che siamo in grado di fornire 3373 alla sua dose terapeutica prevista senza effetti sistemici di steroidi. Vedremo i dati di efficacia di questo studio entro la fine dell'anno. Se i nostri dati clinici riproducono ciò che abbiamo visto pre-clinicamente, la nostra tecnologia del coniugato steroideo ha il potenziale per fungere da piattaforma attraverso una vasta gamma di malattie, tra cui RA, IBD e lupus.

    Quest'anno vedremo anche la prova dei dati concettuali da molte altre risorse nella fase iniziale del nostro portafoglio di immunologia, compresi i dati per ABBV-599, il nostro programma JAK / BTK e ABBV-323, il nostro programma antagonista CD40, che sono entrambi mirati a molteplici patogeni nodi che si ritiene svolgano ruoli importanti in malattie come RA, IBD, lupus e sclerodermia, permettendoci di riaffermare lo standard di cura nelle nostre aree di malattia di base e passare a quelli nuovi dove oggi non esiste una terapia efficace.

    In oncologia, stiamo costruendo su ciò che abbiamo imparato con venetoclax e navitoclax per far avanzare una serie di promettenti programmi di apoptosi. I più avanzati di questi sono ABBV-155, che utilizza un anticorpo bersaglio B7-H3 per fornire una nuova testata BCL-XL ad alta potenza ai tumori solidi, e ABBV-621, progettato per indurre l'apoptosi raggruppando la scia e inducendo l'apoptosi ligando sulla superficie delle cellule tumorali. Vedremo i dati di monoterapia per ABBV-155 nel 2020 e i dati di combinazione nel 2021. Ci aspettiamo di vedere anche i dati di prova del concetto per ABBV-621 nel 2021.

    In immuno-oncologia, abbiamo un numero di bi-specifici di reindirizzamento delle cellule T molto promettenti nella clinica e molti altri nello sviluppo pre-clinico. I più avanzati sono i bi-specifici BCMA nel mieloma multiplo, TNB-338B (fonetico) e HPN217. Questi programmi ci consentono di esplorare diverse specificità epitopiche e affinità vincolanti per ottimizzare il rischio beneficio dei nostri candidati in questo settore molto promettente.

    Stiamo anche perseguendo diversi nuovi approcci progettati per modificare l'ambiente immunosoppressore del tumore. Qui vorrei evidenziare ABBV-151, il nostro anticorpo monoclonale destinato a GARP. Attraverso i suoi effetti su GARP, ABBV-151 riduce la segnalazione mediata da TGF-beta all'interno dei tumori. Si ritiene che il TGF-beta sia un importante fattore di evasione immunitaria del tumore e la segnalazione del TGF-beta è correlata alla mancanza di infiltrato immunitario del tumore e alla mancata risposta del PD-1.

    Inoltre, vorrei evidenziare il nostro inibitore CD39, TTX-030. Dati recenti emergenti suggeriscono che il CD39 svolge un ruolo importante nell'evasione immunitaria del tumore convertendo l'ATP pro-infiammatorio in ADP anti-infiammatorio e adenosina nell'ambiente extra cellulare. TTX-030 è progettato per ripristinare questo importante segnale pro-infiammatorio e ridurre l'immunosoppressione tumorale.

    Infine, nella nostra prima pipeline di neuroscienze, abbiamo diversi promettenti candidati che modificano la malattia nella clinica per il morbo di Alzheimer e Parkinson. Oltre ai nostri programmi orientati alla tau, abbiamo programmi rivolti a importanti regolatori della risposta neuroinfiammatoria, TREM2 e CD33, nonché a un fattore chiave della patologia nella malattia di Parkinson, l'alfa-sinucleina.

    Quindi, in sintesi, abbiamo continuato a vedere un'evoluzione significativa dei nostri programmi di sviluppo in fase iniziale e avanzata. Abbiamo una pipeline in fase avanzata che include più di 20 programmi negli studi di registrazione e abbiamo quasi 40 programmi in fase di sviluppo da inizio a metà fase che matureranno nei prossimi anni.

    Detto questo, rivolgerò la chiamata a Rob per ulteriori commenti sulle nostre prestazioni del 2019 e le nostre indicazioni per il 2020. Rapinare?

    Robert A. MichaelVicepresidente esecutivo e direttore finanziario

    Grazie Mike. Oggi esaminerò le nostre prestazioni per il quarto trimestre e per l'intero anno 2019, quindi illustrerò le prospettive per il 2020. Abbiamo avuto un altro anno di forte esecuzione. Abbiamo registrato un utile rettificato per azione di $ 8,94, riflettendo una crescita del 13% rispetto all'anno precedente e battendo il nostro punto medio di orientamento iniziale di $ 0,24.

    Per l'intero anno, i ricavi netti sono stati di $ 33,3 miliardi, in crescita del 2,7% su base operativa, escludendo un impatto negativo dell'1,1% sui cambi. La forte crescita derivante da numerosi prodotti chiave e asset lanciati di recente ha più che compensato l'impatto della concorrenza internazionale biosimilare. Per il quarto trimestre, i ricavi netti sono stati di $ 8,7 miliardi, in crescita del 5,3% su base operativa, escludendo un impatto negativo dello 0,5% sui cambi.

    Le vendite negli Stati Uniti di HUMIRA sono state di $ 4 miliardi, in aumento del 9,8% rispetto all'anno precedente, riflettendo una crescita del volume a una cifra elevata più il prezzo. I livelli di inventario all'ingrosso sono rimasti al di sotto di mezzo mese nel trimestre. Le vendite dell'intero anno di HUMIRA negli Stati Uniti sono state di $ 14,9 miliardi, in aumento dell'8,6% rispetto all'anno precedente. Le vendite internazionali di HUMIRA sono state di circa $ 950 milioni nel trimestre, in calo del 25,4% a livello operativo, riflettendo la concorrenza biosimilare in Europa e in altri mercati internazionali e in linea con le nostre aspettative.

    SKYRIZI continua a funzionare estremamente bene con vendite globali di $ 216 milioni nel trimestre. RINVOQ sta inoltre dimostrando una forte diffusione con vendite di $ 33 milioni nel primo trimestre completo dopo il lancio negli Stati Uniti alla fine di agosto. Per l'intero anno, i ricavi combinati di SKYRIZI e RINVOQ sono stati di $ 402 milioni e superiori alle nostre aspettative iniziali.

    Le vendite globali di oncologia ematologica sono state di oltre 1,5 miliardi di dollari nel trimestre, in crescita del 37,2% su base operativa, trainate dalle continue e forti performance di IMBRUVICA e VENCLEXTA. I ricavi netti globali di IMBRUVICA sono stati di circa 1,3 miliardi di dollari nel trimestre, con un incremento del 28,9%, trainati da una forte partecipazione in tutte le linee di terapia e CLL. I ricavi di VENCLEXTA sono stati di $ 251 milioni nel trimestre, trainati da continui guadagni azionari in tutte le indicazioni approvate.

    Per l'intero anno, i nostri ricavi globali hem / onc sono stati di $ 5,5 miliardi, in crescita del 39,3% su base operativa. Le vendite globali di HCV sono state di $ 632 milioni nel trimestre. Per l'intero anno, le vendite di HCV sono state pari a $ 2,9 miliardi, in calo del 17,7% su base operativa, trainate dalla riduzione dei volumi dei pazienti trattati in mercati internazionali selezionati e dall'aumento della concorrenza all'interno del segmento Medicaid gestito dagli Stati Uniti. Abbiamo anche assistito a una forte crescita delle vendite operative per Creon e Duodopa.

    Passando ora al profilo di conto economico per il quarto trimestre. Il margine lordo rettificato è stato dell'81,6% delle vendite, con un aumento di 180 punti base rispetto all'anno precedente, incluso il beneficio anno su anno legato alla scadenza dei canoni HUMIRA. Gli investimenti adeguati in ricerca e sviluppo sono stati del 15,3% delle vendite, sostenendo i nostri programmi di pipeline in oncologia, immunologia e altre aree.

    Le spese amministrative, amministrative e di vendita adeguate sono state del 21,6% delle vendite, riflettendo il continuo investimento nei nostri prodotti sul mercato e nelle attività di recente lancio. Il rapporto tra margine operativo rettificato è stato del 44,6% delle vendite, con un miglioramento di 290 punti base rispetto all'anno precedente. Gli interessi passivi netti rettificati sono stati di $ 282 milioni e l'aliquota fiscale rettificata è stata dell'8,8%. L'utile per azione rettificato del quarto trimestre, escluse le voci specificate, è stato di $ 2,21, in crescita del 16,3% rispetto all'anno precedente.

    Guardando al 2020, il nostro utile per azione per l'intero anno è compreso tra $ 9,61 e $ 9,71, riflettendo una crescita dell'8,1% a metà. Da questa guida sono esclusi $ 1,95 di ammortamenti immateriali noti e voci specificate. In prima linea nel 2020, prevediamo una crescita delle entrate prossima all'8% su base operativa.

    Ai tassi attuali, prevediamo che i cambi abbiano un impatto minimo sulla crescita delle vendite segnalate. Questa previsione comprende i seguenti presupposti per i nostri prodotti chiave. In 2020, we expect US HUMIRA to deliver revenue growth of approximately 9%. We expect international HUMIRA to approach $3.4 billion at current exchange rates. As Rick noted, we expect global sales of our newly launched immunology products to reach approximately $1.7 billion in 2020. This includes SKYRIZI global revenues of approximately $1.2 billion and RINVOQ global revenues of approximately $500 million.

    We expect our hem/onc franchise to grow 24% on an operational basis with IMBRUVICA global revenues of approximately $5.5 billion and VENCLEXTA global sales of approximately $1.3 billion. We expect HCV global sales of approximately $2.5 billion. For Creon, we expect revenue growth of approximately 10%. For Duodopa, we expect sales of approximately $500 million. For Lupron, Synthroid and Synagis, we expect sales to be roughly flat year-over-year. And we expect approximately $200 million in combined revenue from ORILISSA in endometriosis and elagolix in uterine fibroids.

    Looking at the P&L for 2020. We are forecasting adjusted gross margin of approximately 81.5% of sales. We are forecasting adjusted R&D expense just above 14% of sales, reflecting continued investment across all stages of our pipeline. We are forecasting adjusted SG&A expense to be just above 19% of sales, including funding to maximize the sales potential of new products. We are forecasting an adjusted operating margin ratio of approximately 48% of sales, an improvement of roughly 70 basis points versus 2019. We expect adjusted net interest expense of approximately $1.2 billion and we model a non-GAAP tax rate of approximately 10%. Finally, our share count for 2020 will be roughly flat.

    Regarding our first quarter outlook. We expect adjusted earnings per share between $2.28 and $2.30, excluding approximately $0.53 of known intangible amortization and specified items. We anticipate first quarter operational sales growth of approximately 7%. At current rates, we expect a modest unfavorable foreign exchange impact. For US HUMIRA, we expect sales of approximately $3.5 billion. We expect international HUMIRA sales of approximately $900 million, assuming current exchange rates. For SKYRIZI, we expect global sales of approximately $250 million. And for IMBRUVICA, we expect global sales approaching $1.2 billion.

    Moving now to the P&L for the first quarter. We are forecasting an adjusted operating margin ratio of approximately 48.5% of sales. As a reminder, the 2020 guidance provided today reflects AbbVie on a stand-alone basis. We will provide combined AbbVie and Allergan guidance after the close of the transaction.

    In closing, AbbVie has once again delivered outstanding results. And with our strong track record, combined with the momentum of our business, we are well positioned for strong growth in 2020.

    With that, I'll turn the call back over to Liz.

    Liz SheaVice President of Investor Relations

    Thanks, Rob. We will now open the call for questions. Operator, first question please.

    Questions and Answers:

    Operator

    (Operator Instructions) Our first question today is from Geoffrey Porges from SVB Leerink.

    Geoffrey PorgesSVB Leerink — Analyst

    Thank you very much for the question and congratulations on the quarter. Rick, I just wanted to ask you, it's been a while since you gave the kind of initial overview of the basis for the Allergan transaction. Could you talk about how the business performance of AbbVie and, frankly, also Allergan has been trending compared to the assumptions that you had going into the transaction? And then as you get close to closing, how confident are you about the $2 billion in synergies and how soon might they be realized? Grazie.

    Richard A. GonzalezChairman of the Board and Chief Executive Officer

    Hey, Jeff. I think you obviously seen the stand-alone AbbVie performance and we're coming off of another very good year. And our projection, our guidance, obviously, is projecting from a stand-alone basis, another strong year for the Company. And I think, in particular, we're very impressed with what we're seeing out of our immunology franchise and what we're seeing out of our hem/onc franchise and so we feel good.

    We've been watching the Allergan performance. They reported two quarters that we've seen. They will be reporting another quarter here soon, probably sometime early next week. And I would say, at least for the two that have been reported, overall, the business is tracking, I'd say, slightly ahead of what our deal model had projected. As I mentioned, I think, a number of times, our deal model that we put together was a fairly conservative deal model, so that's not too surprising. But I think as you look at the key products that are critical products for their business, they're all performing in line or ahead of what our projections were.

    As it relates to the synergies, as I mentioned in my formal comments, we have gone through all of the integration planning process with Allergan. Part of that process is to validate the synergies and so, we're comfortable that the synergy target that we had communicated, which was $2 billion or greater than $2 billion, is an achievable number. Obviously, any time you do a transaction like this, you're trying to maximize the synergies and obviously, maintain the business to perform at the level that you would expect it to perform. So, I feel good about the synergy projections.

    We will provide final gating for those projections when we do the combined pro forma guidance and — but I feel great about the overall target over the first three years meeting or exceeding what we had projected. The timing close, everything is progressing as we had planned. And we still anticipate that we will see closure by the end of the first quarter.

    The other thing I'd say is, as we step back and we look at what we're trying to accomplish with the Allergan transaction, it was basically to try to build the business that ultimately would be even stronger than the AbbVie business over the long term. And I think one of the things as investors start to think about the business, it's important to sort of put that in perspective. We want a business that's more diversified, both from a revenue standpoint as well as a payer mix standpoint. We want a business that has durable positions. This business, the combined business, will have durable growth positions in eight different franchises and be able to drive strong growth. There'll be four franchises for the new company that will be the major growth franchises for us. Obviously, immunology, hematological oncology, medical aesthetics and CNS neuro will be the four franchises.

    This is a business that will have excellent payer diversity and payer mix. If you look at it as a percent of the global revenues, Medicare Part B will be about 2%, Medicare Part D will be about 16%, Medicaid will be about 3% and cash pay will be about 10%. So a nice balance and security along the payer base. It will be a business that's driven by volume, not by price, and so that's important. It will be a company that has a strong growing dividend. It's underpinned by tremendous cash flow, which provide security to deliver a growing dividend over the long term and through the loss of exclusivity in 2023 in the US.

    It will also have a number of recently launched products and growth products, in fact, there will be six of them if you think about it. You look at SKYRIZI, RINVOQ, VENCLEXTA, IMBRUVICA, those all have significant growth opportunities ahead of them on the AbbVie side. And then you look at the Allergan side, you have Vraylar, this is a product that has — it's about $850 million product. I think the last numbers I saw showed it was growing about 70% and you have their recently launched oral CGRP that we haven't seen any data on yet as far as their revenue performance because they just launched it, but I think that will be an important product over the long term.

    So — and then that's underpinned by our late-stage pipeline that has 20 new drugs and new major indications, and an early stage pipeline that Mike outlined in his remarks, that's a pretty impressive profile of a company in our industry. And that's the kind of company we're trying to build by combining these two companies together. So I think that's how we think about it.

    Geoffrey PorgesSVB Leerink — Analyst

    Great, thanks very much, Rick.

    Liz SheaVice President of Investor Relations

    Thanks, Geoffrey. Operator, next question please?

    Operator

    Grazie. Our next question is from Steve Scala from Cowen.

    Steve ScalaCowen — Analyst

    Thank you and let me add my congratulations on another well executed quarter. I have two questions. First, SKYRIZI and RINVOQ are obviously off to great starts and the raised guidance for them in 2020 is impressive. Previously AbbVie had provided 2025 the guidance of $10 billion for these two products. And I'm just wondering how you are thinking about that number now?

    And then secondly, the Company had given 2020 revenue guidance in 2015 of $37 billion. And then in 2017, said that that would be exceeded. I realize that in complicated businesses, there are always pushes and pulls. But it appears today's 2020 revenue guidance implies a $36 billion revenue number in 2020. So I'm just curious for the reason for the delta. Thank you very much.

    Richard A. GonzalezChairman of the Board and Chief Executive Officer

    Well, I mean if you look at SKYRIZI and RINVOQ, obviously, they're off to a very strong start. When you look at the $10 billion guidance that we had, that still had some level of risk adjustment for the follow-on indications associated with it. And obviously, as we move along, then those risk adjustments will come down probability of success will go up. So by definition, by the way, we look at things, you would expect SKYRIZI and RINVOQ to be able to exceed that level of performance, assuming all those follow-on indications perform at the level that we would expect and everything that we know would clearly indicate that that is the case. We're not in a position where we're going to up the guidance.

    Now, in any complicated business like ours, on the $37 billion, obviously, there are things like SKYRIZI and RINVOQ that are ultimately performing better. Certainly, when you look at our hematological oncology business, that's performing at a level that we would expect to deliver at least what we had expected back in that point in time, probably a little bit higher.

    Now, you also have puts and takes. International biosimilars were more aggressive than we had anticipated. But net-net, I think we're comfortable with that level of performance and more importantly, we're comfortable with being able to deliver the kind of earnings that we would expect. And so I think we feel very good about how the Company is performing, and our ability to deliver on those long-term expectations.

    The other thing I'd say is, as you look at the biosimilar — obviously biosimilars are important aspect of our particular business. And we're now at a point where we're basically lapping the first year of biosimilar experience in the international markets. And it gives us the ability to be able to look back and say, did our strategy work that we had put in place? And I think, we've obviously been able to learn from what that strategy has been able to do.

    In general, I would tell you that I'm feeling pretty good about how the strategy played out. On the aggressive side, obviously, the biosimilar competitors before they entered the market, priced more aggressively than we had seen with the analogs, and so the shape of the curve was different, which we've talked about a number of different times.

    Having said that, our strategy was to make sure that we could maintain as much share as possible of HUMIRA and maintain it as profitable as possible. And we can now step back and look at what does that look like. Well, what it basically looks like is, we have maintained about two-thirds of the volume. If you look specifically at the countries that went biosimilar and you look at what the erosion level is in those countries, it's about 44%, 45% within those countries. So what that means is, we've obviously maintained a tail of about 55% of the HUMIRA volume, which is a pretty — the HUMIRA revenue, which is a pretty significant tail when you think about a product of the size of HUMIRA.

    So I think overall, we feel good about how our strategy played out. Despite the fact that the biosimilar players were more aggressive. I think as we look at the US, there are some things that we can translate out of that experience and it gives us some feel for how the US will evolve as we enter that biosimilar phase in 2023.

    Obviously, we have products like RINVOQ and SKYRIZI that are growing rapidly. We have a number of years to be able to drive that and we're making very good progress on the follow-on indications and therefore, we should have a broad set of indications, approved indications, for those assets, which should drive very significant growth leading into that LOE event. The strategy that we'll put in place is the exact same strategy that we did in the international markets. Our goal is to maintain as much share as we can and as profitable above (Phonetic) as we can.

    There is no market exactly like the US market outside the US. But what I would say is, we would expect it to be competitive, like the international markets, we'll have as — we'll have more competitors entering the US market. So I think the shape of the curve will be similar to what we saw in the international markets. But I'd say, as far as our ability to maintain share, we certainly in the US have at least the same competitive position that we have in the international markets. And in all likelihood, we have a stronger competitive position in the US market.

    So I would say, we would expect to fare at least as well or better from a standpoint of maintaining that tail over time. And so we're feeling better about where we stand both the progress that we're making against the assets that will allow us to be able to drive growth over the long term and the experience we're getting with dealing with biosimilar competition in these markets.

    Steve ScalaCowen — Analyst

    Grazie.

    Liz SheaVice President of Investor Relations

    Thank you, Steve. Operator, next question please?

    Operator

    Grazie. Our next question is from Navin Jacob from UBS.

    Navin JacobUBS — Analyst

    Ciao. Thanks for taking my question. A couple on RINVOQ and SKYRIZI. Number one, on SKYRIZI, wondering what the feedback from physicians and patients are regarding — I realize, it's very early, but regarding average duration of therapy? How should we be thinking about that relative to your experience with HUMIRA?

    And then on RINVOQ, wondering about the Q4 sales number, which came in a little bit lighter relative to how we were thinking about it based on the scripts. Wondering what the dynamic is from a $1 per prescription standpoint, how the couponing and sampling is affecting that? There was some commentary from Pfizer on Zelgen's pricing that's brought up some questions about pricing in this space. Obviously very early on, but would love any color there?

    And as a corollary to that, with regards to the differences in the channel mix for RINVOQ versus SKYRIZI, any kind of color there would be appreciated, particularly as you said that, you have very good access in the commercial setting for RINVOQ, wondering about the access in the other parts of the channel as well? Grazie mille.

    Richard A. GonzalezChairman of the Board and Chief Executive Officer

    Va bene. So on the first question, this is Rick. Average duration of therapy, obviously, SKYRIZI is a quarterly dosed product as a loading dose that occurs in the first phase. So we don't have a tremendous amount of experience yet, but I'd say the experience that we have thus far is consistent with what our original launch assumptions would be, and that is the duration of therapy would be very high at HUMIRA levels or above. Obviously, it's more convenient to have quarterly dosing. And so we're not seeing anything there that is different than what we would have anticipated, albeit it's early on.

    As far as RINVOQ in the fourth quarter, I'd say RINVOQ is tracking well. It's continuing to gain in-play share. Now, it didn't get its significant uptick in market access until January. There was a fairly significant jump from December to January. So there was still a fair amount of prescriptions that were being driven through the — our access program, where we provide patients — if they don't have access, we provide them with free product through our bridge program.

    But now, as I mentioned, we're over 95%. And our policy is, once we've achieved access in an account, we no longer allow bridge access for those products, in other words, from a compliance standpoint. And so, you should start to see those paid prescriptions ramping in line with what we would expect the access to be. SKYRIZI has very similar kinds of access.

    As far as the channel mix is concerned, (Indecipherable) Rob to cover that.

    Robert A. MichaelExecutive Vice President and Chief Financial Officer

    Hi, Navin, it's Rob. So if you think about the difference in the patient profile with RA versus psoriasis, obviously, we have older patient population, so you'd expect RINVOQ to be higher in terms of Medicare Part D. To give it just a range, it's around 20% of the RINVOQ channel mix as Part D, whereas with SKYRIZI, it's closer to 10%.

    Richard A. GonzalezChairman of the Board and Chief Executive Officer

    And the only other thing I'd mention is, the one thing that is very encouraging to us is, if you take SKYRIZI, about half, 49%, of the patients are naive patients and the other 51% are, obviously, second line and beyond. If we look at RINVOQ, it's about 40% — 38%, 39% are naive patients, which, at this phase of the launch, is higher than what we had originally modeled. And the remaining are second line and beyond.

    The other thing I'd say is, we obviously track how we're doing against various competitors. It's now — RINVOQ now has an in-play share that's the equivalent of about 70% of of Xeljanz and, obviously, growing at a pretty rapid pace. And so I think, that's an encouraging sign as well.

    Liz SheaVice President of Investor Relations

    Thank you, Navin. Operator, next question please.

    Operator

    Grazie. Our next question is from Terence Flynn from Goldman Sachs.

    Terence FlynnGoldman Sachs — Analyst

    Hi, thanks for taking the questions. Congrats on the quarter from me as well. One more on the guidance front, when you do give the pro forma guidance post deal close, I was just wondering if we should expect new longer-term guidance on that front as well? And then again, appreciate all the detail on the pipeline. In the slides you listed six proof of concept readouts this year. Just wondering, of those assets, what did you view as most transformational? Grazie.

    Richard A. GonzalezChairman of the Board and Chief Executive Officer

    Va bene. On the pro forma guidance, we haven't made a final decision. Obviously, we'll be providing for calendar year '20. We haven't made a decision whether we'll go out any further than that. So I'd say that's a decision that we'll make as we get closer to the close and, ultimately, announcing what the combined guidance is.

    Mike, do you want to cover number two?

    Michael E. SeverinoVice Chairman and President

    Sicuro. So as you mentioned, we have six proof of concept readouts this year in our early to mid-stage pipeline. And if I wanted to pick some examples of the most transformational, I think I would point to ABBV-3373, our TNF-steroid conjugate. If you look at the basic biology, the ability to drive to deliver this very, very high potency steroid directly to the activated immune cells that are dealing the damage in these diseases, really has tremendous potential.

    In our pre-clinical work and our model systems, we see results that are really unlike anything we've ever seen with other sorts of agents. And we can deliver that kind of impact in those systems without systemic steroid effects. So if that plays out in the clinic, in the same way, it has in those model systems, that would really be transformational across a wide range of diseases, across a range of TNF-mediated diseases like RA, other rheumatologic conditions, inflammatory bowel diseases and many others. And you could also use that same technology with different targeting warheads to get into areas where there really aren't effective therapies today, like lupus for example. So that really has transformational potential.

    Maybe I would point to one other program on the onc side. If you look at our work in apoptosis, there really is a tremendous opportunity, I believe, in the future to get into solid tumors with our apoptosis programs. And one program that will have a readout, at least from the monotherapy component this year, is ABBV-155, our B7-H3 targeted XL delivery.

    Liz SheaVice President of Investor Relations

    Thank you, Terence. Operator, next question please.

    Operator

    Grazie. Our next question is from Vamil Divan from Mizuho.

    Vamil DivanMizuho — Analyst

    Hi, great, thanks for taking my questions. I just wanted to actually follow up on the comments Rick made regarding HUMIRA US erosion and Phase 1 biosimilars arrive. And I think you said, the overall shape of the curve, you think, will be similar to what we've seen outside the US. And I think you also previously mentioned that, part of the reason for the Allergan deal was to kind of give you the ability to address the various scenarios of HUMIRA erosion. So I'm just trying to get a sense as you think about the scenarios and how this might evolve in 2023, 2024. Do you expect that you will be continuing to grow sales and earnings right through those years, or do you think that if it is a somewhat rapid erosion, so there might still be a little bit of a decline during that time period?

    And then my second question is just around pricing. And it sounds like you got maybe 1 percentage point or 2 percentage points of pricing growth for HUMIRA this year. Just wondering if that's sort of a reasonable expectation for 2020 for HUMIRA? And also maybe just for the next couple of years, do you think you'll still be able to get sort of a low-single-digit amount of price? Grazie.

    Richard A. GonzalezChairman of the Board and Chief Executive Officer

    Va bene. Vamil, this is Rick. So I'll take the first question and then Rob will cover the second question for you. We're obviously not in a position where we're going to give 2023 guidance at this point. What I was referring to is, if you look at consensus, today what it shows for HUMIRA is that it basically is a stair step down over the course of three or four years.

    I would say our experience in international markets, by the way, multiple biosimilar competitors coming into the market simultaneously, created a sharper decline, a deeper decline in year one, and then it's pretty much stabilized at that level. It might be some slight erosion after that, but relatively minor or moderate after that.

    When I described the shape of the curve, I think that's a more reasonable shape of a curve that we would expect in the US market based on the fact there will be probably seven competitors that enter the marketplace in 2023. As far as growth, it is our obvious objective to make sure that we're in a position that we can grow over the long term, that's an important objective for us and, certainly, an objective that we have been able to deliver on throughout our history as a company and it's an important objective for us.

    Now that doesn't mean that in 2023 there couldn't be some step down in 2023 and then return quickly to growth thereafter, but ultimately, as we get closer, I think we can provide more accurate guidance. But I have a high level of confidence that we are building an engine that will allow us to be able to grow through it over a long period of time, over the longer period of time. Allergan plays an important part of making sure that we can maintain the investment profile that we want to maintain in R&D and SG&A, to make sure we have the levels of cash flow to continue to support the dividend and grow the dividend. It plays a very important role in a number of aspects of how we manage the business over the long term.

    Mike or — I'm sorry, Rob?

    Robert A. MichaelExecutive Vice President and Chief Financial Officer

    So Vamil, it's Rob. So I'll take your question on US HUMIRA. So of the approximate 9% growth we've guided, volume is going to be mid-single digits and price will be low-single digits. I think for modeling purposes, it's fair to model low-single digits going forward. We'll obviously provide that guidance at the appropriate time. But that's the best way to think about it.

    Vamil DivanMizuho — Analyst

    Grazie.

    Liz SheaVice President of Investor Relations

    Thank you, Vamil. Operator, next question please.

    Operator

    Grazie. Our next question is from Randall Stanicky from RBC Capital Markets.

    Randall StanickyRBC Capital Markets — Analyst

    Grande. Thanks, Rick. There has been a trend in large biopharma toward divesting legacy products. AbbVie has legacy products, you're getting more from Allergan. How are you thinking about potential divestitures from the combined entity?

    And then just secondly on ORILISSA, you've talked about the need to build awareness for activation. Is that still a $2 billion opportunity? And how are you thinking about the potential to inflect that back up? Grazie.

    Richard A. GonzalezChairman of the Board and Chief Executive Officer

    I mean, every company in our industry for the most part has some level of the legacy products. We do as well as others. I think many people want to divest those products typically not because those products aren't profitable and provide significant earnings, but because they depress their overall growth if they are too large as it relates to their overall base of business.

    I would say, as we look at our profile and our ability to be able to grow, we don't believe that that's a significant issue for us. It doesn't mean that at some point in the future we might not reevaluate it, if we thought that was in the best interest of the Company overall. But I'd say, that's not something that we have any plans for at this point in time.

    ORILISSA, the point you raised is an accurate point, the challenge that we've had with ORILISSA in endometriosis has been activation of those patients at the rate that we would have expected. We have made some changes in the fourth quarter to our go-to-market strategy. We'll have to see how those play out. And also we'll have the launch of the uterine fibroid indication in 2020, that's a different patient population. And so, I think it will have a different activation profile.

    And — but I think we have to see how endometriosis whether or not we get an inflection point here that's different than what we've seen thus far before we make any predictions about how we will change the long-term projections. We fundamentally believe this is a good drug. Everything we know about it says, it's a good drug and it ultimately fits an important need. But we're obviously going to have to change that activation curve to get to the level of expectation that we have had for that — for the drug.

    Liz SheaVice President of Investor Relations

    Thanks, Randall. Operator, next question please?

    Operator

    Grazie. Our next question is from Tim Anderson from Wolfe Research.

    Tim AndersonWolfe Research — Analyst

    Grazie. A couple of questions please. Just to round out the discussion on prior 2025 guidance for certain products, and asked about three of them so far. VENCLEXTA and IMBRUVICA, maybe you can just talk about how those are trending today relative to those projections? IMBRUVICA seems like it's doing great, but you set really high 2025 guidance, I think it was $11.5 billion. And then VENCLEXTA, I think you guided for $6 billion and I think it finished out the year here at $800 million. So any comments on those two products?

    And then a second question, just on, in the context of FTC being more unpredictable, with the brazikumab divestiture, a person could argue for different reasons FTC might raise an eyebrow about Astra taking back an asset that they got rid of originally. I think back then, it wasn't core to their business. And frankly, when you look at Astra and what they're concentrated now, it's hard to see where it fits. So FTC could potentially question whether Astra is really a committed competitive developer of that asset. Just wondering if you can share thoughts on that. Grazie.

    Richard A. GonzalezChairman of the Board and Chief Executive Officer

    Sicuro. As far as VENCLEXTA and IMBRUVICA are concerned in the long-term guidance, we feel very comfortable with our long-term guidance for those two assets. If you look at this year for VENCLEXTA, it will be an important inflection year for VENCLEXTA and we would expect it to continue to grow quite nicely over time. Obviously, the multiple myeloma in t(11;14) is a significant opportunity for VENCLEXTA. I think that represents roughly 20% of the myeloma patients, and myeloma is, obviously, a very big market. So we feel good about that.

    As far as the FTC is concerned, the way this process normally works is, you bring in the players that you're considering to acquire a product, which we and Allergan did. And so, the FTC has had an opportunity to interact with both of the players and give us feedback around those players. So I think you can conclude from that that we will move forward with a player that the FTC told us they were uncomfortable with.

    Tim AndersonWolfe Research — Analyst

    Grazie.

    Liz SheaVice President of Investor Relations

    Thank you, Tim. Operator, next question please.

    Operator

    Grazie. Our next question is from Andrew Baum from Citi.

    Andrew BaumCiti — Analyst

    Grazie. Just in the psoriasis segment, you run a very impressive trial versus the leading IL-17 seemingly (Phonetic) taking away all that key selling points, both in terms of tax (Phonetic) as well as speed of onset and (Phonetic) response. To what extent do you think you're going to accelerate eating into the IL-17 segment by leveraging that trial in the psoriasis setting?

    And then secondly, back on CLL, could you just talk to how you see the near-term competitive risk from the introduction of Calquence among the patients who are struggling with IMBRUVICA tolerant? I realize it's only a minority of those patients as they tolerate the first year therapy but whether we are going to see any patient shift across as it comes to market. And then second, longer term, now that you have the covalent — the non-covalent inhibitors coming on to the scene with ArQule, Lilly and others? Grazie.

    Richard A. GonzalezChairman of the Board and Chief Executive Officer

    So Mike, why don't you cover one and three, and I'll come back and cover the Calquence question.

    Michael E. SeverinoVice Chairman and President

    Sure, this is Mike. With respect to the head-to-head data we just released in the last several weeks against Cosentyx, really was a very strong result. And what I would say is, it highlights a number of the things that we said. One, we drive very, very high levels of response. That response is very durable over time. Although all the data haven't been presented, they will be at an upcoming medical meeting. We said that we had across all of the ranked secondary endpoints, so it was very sort of broad-based result. And we had very good data at 16 weeks, as you said. So we think that that's going to continue to drive the momentum of SKYRIZI into this space. Now having said that, SKYRIZI is already performing extremely well and we would expect that to continue.

    So with the — for your third question on the competitive space for BTK inhibitors, we feel very, very good about the package of data that we have delivered around IMBRUVICA, it's very broad. We have five large scale randomized readouts, we have a robust survival benefit. And that's a data advantage that's very hard to overcome.

    If you look at the launch of some of the follow-on covalent BTK inhibitors, our data package still is the broadest and we believe this is the strongest in terms of showing the overall benefits. And the points of differentiation that folks had talked about in the past haven't really materialized. So we feel good about our competitive position there. They'll take some share as you've seen in MCL, but it's nothing that that would change our ability to grow IMBRUVICA.

    With respect to the non-covalent inhibitors, I think that the place for those is less clear. As I've said, we have many large scale Phase 3 data readouts, including survival benefits. So until those molecules really have an equivalent data set, it's going to be very, very difficult for them to compete in this space where IMBRUVICA plays.

    Now, there are a small number of patients who have (Indecipherable) mutations that lose response to covalent BTK inhibitors because of that. One might expect a non-covalent inhibitor to work there, but that's really a much smaller opportunity and that follows the use of the covalent inhibitors. And we would say, in that space, that VENCLEXTA-based regimens are probably the best option and, certainly, have the most data today.

    Richard A. GonzalezChairman of the Board and Chief Executive Officer

    And then to your second question, as it relates to whether or not we'll see patients being moved off of IMBRUVICA and on to Calquence based on side effect profiles, we don't believe that will be the case. I mean, I think, as Mike pointed out, when you look at the body of data around IMBRUVICA and particularly the survival benefit that we see with IMBRUVICA, physicians are reluctant to move a patient off of a drug that gives them the opportunity to be able to have that level of survival benefit to something that has less data to be able to support that. The guidelines reflect that as well.

    And most physicians know that when they have a side effect profile that they are having difficulty managing through that they routinely — prior to Calquence being on the market, what they would typically do is, take the patient off of therapy for a short period of time until it resolved and then put them back on therapy and many patients will ultimately be fine when they are put back on therapy. So moving to another non-differentiated product, we don't think will have a fundamental impact.

    We're obviously watching the share data. It's early on because the latest share data that we have is still November. And as you know, they were approved in November. Now they run guidelines for most of 2019 in CLL, but the share is very low. They have about 1% share in first-line, 2% share in second-line, about 6% share in third-line, but most of those patients in third-line, about half of them, are BTK failures, IMBRUVICA failures. So thus far, we don't see anything that would suggest that it's having a significant negative impact on our performance.

    Andrew BaumCiti — Analyst

    Grazie.

    Liz SheaVice President of Investor Relations

    Thank you, Andrew. Operator, we have time for one final question.

    Operator

    Grazie. Our final question today is from David Risinger from Morgan Stanley.

    David RisingerMorgan Stanley — Analyst

    Thanks very much and I wanted to add my congrats as well. I have two questions for you, Rick and the team. So with respect to looking at analogs, branded ex-US REMICADE has stair step down 30% annually over the past five years since biosimilars first launched and the 2019 sales are less than 20% of the 2014 sales. So could you discuss the considerations for AbbVie when your team has evaluated it as a potential analog for HUMIRA decline prospects?

    And then second, with respect to ORILISSA, could you discuss efforts to change the mindset of younger women who may be hesitant to take hormonal therapies? Grazie.

    Richard A. GonzalezChairman of the Board and Chief Executive Officer

    Yes. So, David, this is Rick. For your first question, I think the difference between REMICADE and Enbrel as well actually, and the experience that we had with HUMIRA was in most of those cases only one or two competitors came in at a time. And so, what you're seeing is, essentially the way we had originally modeled HUMIRA was that at year three, we would get to the levels that we're at now, because it would stair step down. But I think what we learned in that process is when four competitors entered the market at one time, that the competitive dynamics between them to try to get share created an environment where they became far more aggressive early on. So I don't think the curve will look as — it won't look as if the same as REMICADE. Now, that doesn't mean that over time, we won't see some moderate continued erosion, but it's — for a business of our size and with the growth prospects of our business, that's not something that would inhibit our ability to be able to grow. I think you can see, we grew through, we ultimately had positive revenue growth in 2019, despite the fact that we had a very significant portion of our international business (Indecipherable) biosimilar in 2019.

    The second question is, part of the activity that we're working on now to try to drive activation at a faster rate in women on ORILISSA, that is one component. I wouldn't say it's the most significant component, but it is one component to better educate women on what this therapy is all about, what the side effect profile of this therapy really looks like, the safety profile of it and make sure that we do that in a way that it's easily accessible for women in that age group. Meaning, it has a social media aspect to it that allows them to be able to access accurate information about ORILISSA and the benefits of it and the appropriate use of it. And so, that is part of the changes that we made in the fourth quarter, and we're just going to have to see how those changes — the impact those changes have over time.

    Liz SheaVice President of Investor Relations

    Thank you, David. That concludes today's conference call. If you'd like to listen to a replay of the call, please visit our website, at investors.abbvie.com. Thanks again for joining us.

    Operator

    (Operator Closing Remarks)

    Duration: 80 minutes

    Call participants:

    Liz SheaVice President of Investor Relations

    Richard A. GonzalezChairman of the Board and Chief Executive Officer

    Michael E. SeverinoVice Chairman and President

    Robert A. MichaelExecutive Vice President and Chief Financial Officer

    Geoffrey PorgesSVB Leerink — Analyst

    Steve ScalaCowen — Analyst

    Navin JacobUBS — Analyst

    Terence FlynnGoldman Sachs — Analyst

    Vamil DivanMizuho — Analyst

    Randall StanickyRBC Capital Markets — Analyst

    Tim AndersonWolfe Research — Analyst

    Andrew BaumCiti — Analyst

    David RisingerMorgan Stanley — Analyst

    More ABBV analysis

    All earnings call transcripts


    AlphaStreet Logo

    Psorilax:Piano |psoriasi crema eubos

    0

    Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, quanto costa

    Is AS curable?

    No, there is no cure for AS. It’s a chronic, lifelong disease. That said, there are a number of effective treatments and many people have mild to moderate disease that doesn’t progress any further. Bottom line: With proper treatment, you can live a long, productive, and relatively pain-free life, despite having AS.

    What is the best treatment for AS?

    The very best treatment may well be regular exercise. It can help reduce pain, stiffness, and fatigue, and improve your posture and breathing capacity, all while helping your spine and other affected joints stay flexible. Bonus: There aren’t any negative side effects—it’s all good!

    How common is AS?

    It’s more common than you might think. The Spondylitis Association of America estimates that 1 out of every 200 adults in the U.S., or 1.1 million people, has ankylosing spondylitis.

    Does diet impact AS?

    There is very little research into the role of diet in AS, but it is known that consuming a lot of sugar, unhealthy fats, and processed foods contributes to inflammation and dysbiosis—an imbalance in gut bacteria—both of which may make your symptoms worse. For that reason, most experts recommend following the anti-inflammatory Mediterranean diet, which emphasizes whole grains, vegetables, fruits, healthy fats, lean meats, fish, beans, and eggs. Sticking to a healthy diet along with exercise will also help keep your weight under control, which is important because lugging around excess poundage puts extra pressure on your already stressed joints.