CREMA TRATTAMENTO PSORIASI OFFERTA -50% !

Home Blog Page 217

Psorilax:Affidabile |crema ucraina per psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, quanto costa

NASHVILLE, Tenn., 18 marzo 2020 / PRNewswire / – Cumberland Pharmaceuticals Inc. (NASDAQ: CPIX), una società farmaceutica specializzata nel campo della cura acuta in ospedale e della gastroenterologia, ha annunciato oggi i risultati finanziari del quarto trimestre e dell'intero anno 2019. I ricavi netti per il quarto trimestre sono stati $ 13,7 milionie per l'intero anno 2019, i ricavi netti sono stati complessivamente $ 47,5 milioni, un aumento del 17% rispetto all'anno precedente.

Al 31 dicembre 2019, le attività totali della Società sono cresciute fino a diventare $ 104,5 milioni, Compreso $ 28,2 milioni in contanti e investimenti. Le passività totali sono state $ 53,5 milionie il patrimonio netto totale era $ 51,1 milioni. Cumberland ha anche disponibile $ 44,1 milioni nei riporti di perdite operative nette per imposte, derivanti dall'esercizio precedente di stock options.

Momenti salienti del quarto trimestre e annuali:

  • Ricevuta l'approvazione della FDA per la linea RediTrex di prodotti iniettabili di metotrexato
  • Lancio iniziale completato del prodotto Caldolor Next Generation
  • Revisione strategica completata di marchi, capacità e partner internazionali
  • Programma clinico avviato per lo studio di ifetroban in pazienti con distrofia muscolare di Duchenne
  • Studio clinico completato di Caldolor nei bambini dalla nascita ai sei mesi di età

“Nel corso del 2019, abbiamo compiuto notevoli progressi nel portare avanti le nostre principali iniziative e nel raggiungere molti obiettivi chiave”, ha affermato A.J. Kazimi, Amministratore delegato di Cumberland Pharmaceuticals. “Stiamo lavorando duramente per costruire un'azienda farmaceutica specializzata che garantisca una crescita sostenuta e operazioni redditizie”. Ha continuato, “E vorrei ringraziare il nostro team per tutti i loro eccellenti sforzi e contributi preziosi”.

All'inizio del 2019, Cumberland ha iniziato una revisione strategica dei suoi marchi, capacità e partner internazionali. Questa revisione ha seguito un'iniziativa di sviluppo del business accelerato, che ha portato a una serie di transazioni. A causa di tali progressi, la Società ha ritenuto prudente dare uno sguardo nuovo al portafoglio prodotti, ai partner e all'organizzazione per garantire la messa a fuoco e le capacità adeguate.

A seguito della revisione strategica:

Cumberland stipulato un accordo di licenza e distribuzione con Hong Kong WinHealth Pharma Group Co. Limited (“WinHealth”) per Caldolor e Acetadote in Cina e Hong Kong. Cumberland ha inoltre stipulato un accordo di Alleanza strategica con WinHealth per esplorare le future opportunità commerciali che promuoveranno la missione e gli obiettivi di ciascuna organizzazione.

La Società ha inoltre concluso un accordo con Hikma Pharmaceuticals LLC per la registrazione e la distribuzione di Vibativ nel Medio Oriente, perfezionato gli accordi con R-Pharma JSC per la distribuzione in corso di Vibativ nel Russia e Europa orientalee ha concluso un accordo con il Dr. Reddy's Laboratories Limited per la registrazione e la distribuzione di Vibativ in India.

Cumberland ha concluso il suo accordo con Clinigen Group plc (“Clinigen”) per la distribuzione e il supporto per Ethyol® e Totect®. Di conseguenza, Cumberland non sarà più coinvolto nella distribuzione, commercializzazione e promozione di Ethyol e Totect negli Stati Uniti. Alla fine del 2019, la Società ha trasferito le responsabilità di entrambi i prodotti a Clinigen. Cumberland riceverà $ 5 milioni in corrispettivo finanziario versato nei due anni successivi alla data di transizione del 31 dicembre 2019.

Cumberland di nuovissimo marchio commercializzato, Vibativ (telavancina), è stato oggetto di due pubblicazioni cliniche favorevoli nel 2019. Uno studio ha mostrato tassi di guarigione numericamente superiori di telavancina rispetto alla vancomicina in un sottogruppo di pazienti che avevano polmonite acquisita in ospedale. Un altro studio ha dettagliato i risultati clinici positivi risultanti dal trattamento di più tipi di infezione con Vibativ, tra cui infezioni complicate della pelle e della struttura della pelle, infezioni ossee e articolari, batteriemia ed endocardite e infezioni del tratto respiratorio inferiore.

Nel frattempo, Cumberland ha continuato a portare avanti i suoi programmi clinici nel 2019. Verso la fine del 2019, Cumberland è stato assegnato $ 1 milione nel finanziamento della FDA per sostenere un programma clinico di Fase II per studiare ifetroban per il trattamento della cardiomiopatia associata alla distrofia muscolare di Duchenne (“DMD”). La DMD è una malattia neuromuscolare genetica rara, fatale ed è caratterizzata dalla progressiva perdita di muscoli che provoca un deterioramento dei muscoli scheletrici, cardiaci e polmonari.

All'inizio del 2019, Cumberland ha ricevuto l'approvazione della FDA per la sua prossima generazione di Caldolor, con una formulazione migliorata in una presentazione pronta per l'uso. La Società ha quindi avviato un lancio iniziale incentrato su un gruppo selezionato di ospedali chiave in tutto gli Stati Uniti. Durante il terzo e il quarto trimestre del 2019, c'è stata una domanda crescente per il nuovo prodotto dagli account selezionati e Cumberland ha iniziato a pianificare un lancio nazionale su vasta scala all'inizio del 2020.

Cumberland ha inoltre completato lo studio di Caldolor in pazienti che vanno dai neonati ai sei mesi di età. I risultati topline di questo studio non mostrano problemi di sicurezza e livelli ematici simili a quelli dei bambini più grandi. Cumberland sta ora finalizzando il rapporto di studio per la presentazione alla FDA e proseguirà l'espansione dell'etichetta sulla base di queste informazioni.

Verso la fine del 2019, Cumberland ha ricevuto l'approvazione della FDA per RediTrex, la sua nuova linea di prodotti iniettabili progettati per il trattamento di pazienti con artrite e psoriasi. La società ora si sta attivamente preparando per il lancio nazionale di RediTrex nel 2020.

RISULTATI FINANZIARI:

Guadagno netto: Per i tre mesi chiusi al 31 dicembre 2019, i ricavi netti sono stati $ 13,7 milioni, in aumento dell'1% da $ 13,5 milioni per il periodo dell'anno precedente. Entrate nette per prodotto per i tre mesi chiusi al 31 dicembre 2019, inclusi $ 4,4 milioni per Ethyol®, $ 3,2 milioni per Kristalose®, $ 2,5 milioni per Vibativ®, $ 1,7 milioni per Caldolor®, e $ 1,2 milioni per Acetadote®, che includeva il marchio dell'azienda e i prodotti generici autorizzati.

Per l'esercizio chiuso al 31 dicembre 2019, i ricavi netti sono stati $ 47,5 milioni, un aumento del 17% rispetto a $ 40,7 milioni per l'esercizio chiuso al 31 dicembre 2018.

Spese operative: Le spese operative totali per i tre mesi chiusi al 31 dicembre 2019 sono state $ 14,7 milioni, giù da $ 15,8 milioni per il periodo dell'anno precedente. Le spese operative totali per l'esercizio chiuso al 31 dicembre 2019 sono state $ 51,2 milioni, rispetto a $ 48,1 milioni per il 2018. Gli aumenti delle spese per l'intero anno includono costi aggiuntivi per i prodotti venduti e un aumento degli ammortamenti, una spesa non in contanti.

Utili rettificati: Gli utili rettificati per i tre mesi chiusi al 31 dicembre 2019 sono stati $ 1,5 milioni, o $ 0,09 per azione, rispetto a $ 1,6 milioni, o $ 0.10 per azione nel periodo dell'anno precedente. Gli utili rettificati per l'intero esercizio chiuso al 31 dicembre 2019 sono stati $ 5,0 milioni, o $ 0,32 per azione, un aumento significativo rispetto alla perdita di $ (0,5) milioni, o $ (0,03) per azione nel 2018.

Questa misura di performance rappresenta l'utile netto attribuibile agli azionisti comuni con rettifiche per l'impatto delle imposte sul reddito, degli ammortamenti, delle spese di compensazione basate su azioni, dei costi di Vibativ dei prodotti venduti e delle spese che non sono fondamentali per la performance operativa del periodo. La definizione e la riconciliazione degli utili rettificati sono fornite in questa versione.

Stato patrimoniale: Al 31 dicembre 2019, Cumberland aveva $ 28,2 milioni in contanti e titoli negoziabili. Le attività totali al 31 dicembre 2019 erano $ 104,5 milioni. Le passività totali sono state $ 53,5 milioni, Compreso $ 18,5 milioni eccezionale sulla linea di credito revolving della Società e $ 8,6 milioni relativi a passività potenziali relative all'acquisizione di Vibativ, risultanti in un patrimonio netto totale di $ 51,1 milioni.

Teleconferenza e Webcast

Mercoledì 18 marzo 2020 si terranno una teleconferenza e un webcast live su Internet 16:30 Ora orientale per discutere i risultati finanziari della Società nel quarto trimestre e nel 2018. Per partecipare alla chiamata, comporre il numero 877-303-1298 (per i chiamanti statunitensi) o 253-237-1032 (per i chiamanti internazionali). Una trasmissione della teleconferenza sarà disponibile per una settimana e sarà possibile accedervi componendo il numero 855-859-2056 (per i chiamanti statunitensi) o 404-537-3406 (per i chiamanti internazionali). L'ID conferenza per il rebroadcast è 9759981. È possibile accedere al webcast live e al rebroadcast tramite Cumberland di sito web all'indirizzo http://investor.cumberlandpharma.com/events-calendar.

Informazioni su Cumberland Pharmaceuticals

Cumberland Pharmaceuticals Inc. è un'azienda farmaceutica specializzata nella fornitura di marchi di prescrizione di alta qualità per migliorare l'assistenza ai pazienti. La Società sviluppa, acquisisce e commercializza marchi per i segmenti di mercato delle cure acute e della gastroenterologia ospedaliere. Queste specialità mediche sono classificate in base a prescrittori moderatamente concentrati che riteniamo possano essere penetrati efficacemente da forze di vendita mirate. Il portafoglio di marchi approvati dalla FDA della Società comprende:

  • Acetadote® (acetilcisteina) Iniezione, per il trattamento dell'avvelenamento da paracetamolo;
  • Caldolor® (ibuprofene) Iniezione, per il trattamento del dolore e della febbre;
  • Kristalose® (lattulosio) per Oral Solution, un lassativo di prescrizione, per il trattamento della costipazione cronica e acuta;
  • Omeclamox®-Pak, (omeprazolo, claritromicina, amoxicillina) per il trattamento di Helicobacter pylori (H. pylori) infezione e ulcera duodenale correlata;
  • Vaprisol® (conivaptan) Iniezione, per aumentare i livelli sierici di sodio in pazienti ospedalizzati con iponatriemia euvolemica e ipervolemica;
  • Vibativ® (telavancina) Iniezione, per il trattamento di alcune gravi infezioni batteriche, inclusa la polmonite batterica acquisita in ospedale e associata al ventilatore, nonché infezioni complicate della pelle e della struttura cutanea;
  • RediTrex ™ (Metotressato) Iniezione, per il trattamento dell'artrite psoriasica reumatoide, idiopatica giovanile e grave attiva, nonché per la disabilitazione della psoriasi.

Per ulteriori informazioni su Cumberland di i prodotti approvati, comprese le informazioni complete sulla prescrizione, si prega di visitare i singoli siti Web dei prodotti, i cui collegamenti sono disponibili sul sito Web dell'azienda www.cumberlandpharma.com.

La Società ha in corso programmi clinici di Fase II per la valutazione dei candidati del prodotto ifetroban in pazienti con cardiomiopatia associata a distrofia muscolare di Duchenne (“DMD”), sclerosi sistemica (“SSc”) e malattia respiratoria esacerbata dall'aspirina (“AERD”), Sindrome epatorenale (“HRS”) e ipertensione portale (“PH”).

Informazioni su Acetadote® (acetilcisteina) Iniezione

L'acetadoto, somministrato per via endovenosa entro 8-10 ore dall'ingestione di una quantità potenzialmente epatotossica di paracetamolo, è indicato per prevenire o ridurre la lesione epatica. Utilizzato nel pronto soccorso, Acetadote è approvato in gli Stati Uniti per trattare il sovradosaggio di paracetamolo, un ingrediente comune in molti farmaci da banco. L'acetadoto è controindicato nei pazienti con ipersensibilità o precedenti reazioni anafilattoidi all'acetilcisteina o ad altri componenti del preparato. Reazioni anafilattoidi gravi, inclusa la morte in un paziente con asma, sono state riportate in pazienti trattati con acetilcisteina per via endovenosa. L'acetadoto deve essere usato con cautela nei pazienti con asma o in cui è presente una storia di broncospasmo. Il volume totale somministrato deve essere regolato per i pazienti di peso inferiore a 40 kg e per quelli che richiedono una restrizione di liquidi. Per evitare il sovraccarico di liquidi, il volume del diluente deve essere ridotto secondo necessità. Se il volume non viene regolato, si può verificare un sovraccarico di liquidi, con conseguente potenziale iponatriemia, convulsioni e morte. Per informazioni complete sulla prescrizione, visitare www.acetadote.com.

Informazioni su Caldolor® (ibuprofene) Iniezione

Caldolor è indicato negli adulti e nei pazienti pediatrici per la gestione del dolore da lieve a moderato e per la gestione del dolore da moderato a grave in aggiunta agli analgesici oppioidi, nonché per la riduzione della febbre. È stata la prima terapia endovenosa per la febbre approvata dalla FDA.

Caldolor è controindicato in pazienti con nota ipersensibilità all'ibuprofene o ad altri FANS, pazienti con anamnesi di asma o altre reazioni di tipo allergico dopo aver assunto aspirina o altri FANS. Caldolor è controindicato per l'uso durante il periodo peri-operatorio nella chirurgia chirurgica del trapianto di bypass coronarico (CABG). Caldolor deve essere usato con cautela nei pazienti con anamnesi pregressa di ulcera o sanguinamento gastrointestinale, nei pazienti con ritenzione idrica o insufficienza cardiaca, negli anziani, in quelli con insufficienza renale, insufficienza cardiaca, insufficienza epatica e in quelli che assumono diuretici o ACE-inibitori. La pressione arteriosa deve essere monitorata durante il trattamento con Caldolor. Per informazioni complete sulla prescrizione, incluso l'avviso in scatola, visitare www.caldolor.com.

A proposito di Kristalose® (lattulosio) Soluzione orale

Kristalose è indicato per il trattamento della costipazione acuta e cronica. È una forma unica, proprietaria e cristallina di lattulosio, senza restrizioni sulla durata della terapia o sull'età del paziente. Il dosaggio iniziale può produrre flatulenza e crampi intestinali, che di solito sono transitori. Un dosaggio eccessivo può portare a diarrea con potenziali complicazioni come perdita di liquidi, ipopotassiemia e ipernatriemia. Sono stati segnalati nausea e vomito. Usare con cautela nei diabetici.

Kristalose è controindicato nei pazienti che richiedono una dieta a basso contenuto di galattosio. I pazienti anziani, debilitati che ricevono lattulosio per più di sei mesi devono essere sottoposti a misurazione periodica di elettroliti sierici (potassio, cloruro, anidride carbonica). Per informazioni complete sulla prescrizione, visitare www.kristalose.com.

Informazioni su Omeclamox®-Pak (omeprazolo, claritromicina, amoxicillina)

L'omeprazolo è un farmaco antisecretorio, che agisce riducendo la quantità di acido prodotta dallo stomaco. La claritromicina e l'amoxicillina sono farmaci antibatterici, che inibiscono la crescita dei batteri permettendo al rivestimento dello stomaco di guarire. Omeclamox-Pak è controindicato nei pazienti con anamnesi di ipersensibilità all'omeprazolo, a qualsiasi antibiotico macrolido o alla penicillina. La sicurezza e l'efficacia di Omeclamox-Pak nella popolazione pediatrica non sono state ancora stabilite. Omeclamox-Pak è stato approvato dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti nel 2011. Per informazioni complete sulla prescrizione, visitare www.omeclamox.com.

Informazioni su Vaprisol® (conivaptan hydrochloride) Iniezione

Vaprisol è un trattamento endovenoso per l'iponatriemia utilizzato in ambito di terapia intensiva. L'iponatriemia è un disturbo elettrolitico in cui la concentrazione di ioni sodio nel plasma sanguigno è inferiore al normale. Questo può essere associato a una varietà di condizioni di terapia intensiva tra cui insufficienza cardiaca congestizia, insufficienza epatica, insufficienza renale e polmonite. Il prodotto è un antagonista del recettore della vasopressina che aumenta i livelli sierici di sodio e favorisce la secrezione di acqua libera. Vaprisol è stato approvato dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti nel 2005 per l'iponatremia euvolemica e nel 2007 per l'iponatremia ipervolemica. Per informazioni complete sulla prescrizione, visitare www.vaprisol.com.

Informazioni su Vibativ® (telavancin) per Iniezione

Vibativ è un anti-infettivo iniettabile brevettato e approvato dalla FDA per il trattamento di alcune gravi infezioni batteriche tra cui polmonite batterica acquisita in ospedale e associata al ventilatore e complicate infezioni della pelle e della struttura cutanea. Si rivolge a una gamma di agenti patogeni batterici Gram-positivi, compresi quelli che sono considerati difficili da trattare e resistenti a più farmaci. Per maggiori informazioni per favore visita www.vibativ.com.

Informazioni su Cumberland Emerging Technologies (CET)

Cumberland Emerging Technologies, Inc. (www.cet-fund.com) è un'iniziativa congiunta tra Cumberland Pharmaceuticals Inc., Vanderbilt University, LaunchTN e Gloria Pharmaceuticals. La missione di CET è far progredire le tecnologie e i prodotti biomedici concepiti a Vanderbilt University e altri centri di ricerca regionali verso il mercato.

CET aiuta a gestire il processo di sviluppo e commercializzazione di progetti selezionati e fornisce competenze in materia di proprietà intellettuale, normative, produzione e marketing che sono fondamentali per il successo di nuovi prodotti biomedicali. Il Centro di scienze della vita di CET, fornisce spazio di laboratorio, attrezzature e infrastrutture per le attività di CET e altre iniziative di scienze della vita nella fase iniziale.

Dichiarazioni previsionali

Questo comunicato stampa contiene dichiarazioni previsionali, che sono soggette a determinati rischi e riflettono Cumberland di opinioni attuali su eventi futuri basati su ciò che ritiene siano ipotesi ragionevoli. Non è possibile garantire che questi eventi si verificheranno. Come con qualsiasi attività commerciale, tutte le fasi di Cumberland di le operazioni sono soggette a fattori al di fuori del suo controllo e qualsiasi o combinazione di questi fattori potrebbe influenzare materialmente Cumberland di risultati delle operazioni. Questi fattori includono condizioni di mercato, concorrenza, incapacità dei produttori di produrre Cumberland di i prodotti in modo tempestivo o il mancato rispetto da parte dei produttori delle normative applicabili ai produttori farmaceutici, mantenendo un'efficace infrastruttura di vendita e marketing, catastrofi naturali, epidemie di salute pubblica e altri eventi al di fuori del nostro controllo, come più ampiamente discusso nella forma più recente della Società 10-K e successivi 10-Q come depositato presso la SEC. Non vi è alcuna garanzia che i risultati previsti dalla Società saranno realizzati o che avranno gli effetti previsti. Si avvisano i lettori di non fare eccessivo affidamento su dichiarazioni previsionali, che parlano solo alla data del presente documento. La Società non si assume alcun obbligo di rivedere pubblicamente queste dichiarazioni per riflettere eventi successivi alla data del presente documento.

CUMBERLAND PHARMACEUTICALS INC. E SUSSIDIARI

Bilanci consolidati

31 dicembre 2019 e 2018

(Non certificato)




2019


2018






RISORSE





Attività correnti:





Cassa e disponibilità liquide


$

28.212.635



$

27.938.960


Titoli negoziabili




8.290.679


Crediti verso clienti, al netto


9.781.463



7.844.249


Inventari, al netto


9.411.521



12.078.343


Prepagato e altre attività correnti


2.757.456



2.963.806


Totale dei beni attuali


50.163.075



59.116.037


Inventario non corrente


15.554.992



15.749.000


Immobili e macchinari, al netto


747.796



771.213


Attività immateriali, al netto


30.920.324



33.655.099


buona volontà


882.000



784.000


Imposte differite attive, al netto


21.802



87.210


Attività di diritto d'uso del leasing operativo


2.960.569




Altre attività


3.298.725



2.531.309


Totale attivo


$

104.549.283



$

112.693.868







RESPONSABILITÀ E PATRIMONIO





Passività correnti:





È possibile pagare per questi account


$

11.912.446



$

11.093.297


Passività correnti di leasing operativo


920.431




Altre passività correnti


11.317.358



16.710.927


Totale passività correnti


24.150.235



27.804.224


Linea di credito revolving


18.500.000



20.000.000


Passività non correnti in leasing operativo


2.076.472




Altre passività a lungo termine


8.737.323



9.319.143


Totale passività


53.464.030



57.123.367


Impegni e contingenze





Equità:





Patrimonio netto:





Azione ordinaria – nessun valore nominale; 100.000.000 di azioni autorizzate; 15.263.555 e 15.481.497 azioni emesse e in circolazione al 31 dicembre 2019 e 2018, rispettivamente


49.914.478



51.098.613


Utili trattenuti


1.208.395



4.746.154


Patrimonio netto totale


51.122.873



55.844.767


Interessi incontrollati


(37.620)



(274.266)


Totale patrimonio netto


51.085.253



55.570.501


Totale passività e patrimonio netto


$

104.549.283



$

112.693.868


CUMBERLAND PHARMACEUTICALS INC. E SUSSIDIARI

Conto economico consolidato e Conto economico complessivo (Perdita)

(Non certificato)




Sono finiti tre mesi
31 dicembre


Gli anni sono finiti

31 dicembre



2019


2018


2019


2018










ricavi:









Entrate nette del prodotto


$

13.231.839



$

13.405.273



$

45.552.587



$

40.200.832


Altre entrate


446.533



92.633



1.981.050



540.933


Ricavi netti


13.678.372



13.497.906



47.533.637



40.741.765


Costi e spese:









Costo dei prodotti venduti


2.818.213



2.866.352



8.752.020



7.378.095


Vendita e marketing


5.592.963



5.708.434



21.429.040



20.258.307


Ricerca e sviluppo


2.079.782



2.785.231



6.478.592



7.575.892


Generale e amministrativo


3.135.405



3.577.569



10.362.433



10.150.777


Ammortamento


1.049.418



823.009



4.134.557



2.769.466


Totale costi e spese


14.675.781



15.760.595



51.156.642



48.132.537


Risultato operativo (perdita)


(997.409)



(2.262.689)



(3.623.005)



(7.390.772)


Interessi attivi


47.449



166.064



243.364



564.484


Interessi passivi


(29.198)



(136.328)



(246.186)



(195.848)


Utile (perdita) al lordo delle imposte sul reddito


(979.158)



(2.232.953)



(3.625.827)



(7.022.136)


Imposte sul reddito (beneficio)


6.812



(4159)



79.316



(16.636)


Utile (perdita) netto


(972.346)



(2.237.112)



(3.546.511)



(7.038.772)


Perdita netta alla controllata attribuibile a partecipazioni di minoranza


11.640



17.015



8.752



75.704


Utile (perdita) netto attribuibile agli azionisti comuni


$

(960.706)



$

(2.220.097)



$

(3.537.759)



$

(6.963.068)











Utile per azione attribuibile agli azionisti comuni:









Di base


$

(0,06)



$

(0.14)



$

(0.23)



$

(0.45)


diluito


$

(0,06)



$

(0.14)



$

(0.23)



$

(0.45)


Azioni ordinarie medie ponderate in circolazione:









Di base


15.227.514



15.521.564



15.396.098



15.614.052


diluito


15.227.514



15.521.564



15.396.098



15.614.052











Reddito (perdita) complessivo attribuibile agli azionisti comuni


(960.706)



(2.220.097)



(3.537.759)



(6.963.068)


Perdita netta alla controllata attribuibile a partecipazioni di minoranza


11.640



17.015



8.752



75.704


Totale utile (perdita) complessivo


$

(972.346)



$

(2.237.112)



$

(3.546.511)



$

(7.038.772)


CUMBERLAND PHARMACEUTICALS INC. E SUSSIDIARI

Rendiconto finanziario consolidato abbreviato

Gli anni si sono conclusi il 31 dicembre 2019 e 2018

(Non certificato)




2019


2018








Flussi di cassa da attività operative:






Utile (perdita) netto


$

(3.546.511)



$

(7.038.772)



Rettifiche per riconciliare l'utile (perdita) netto ai flussi finanziari netti forniti dalle attività operative:






Spese di ammortamento


4.404.175



2.982.703



Oneri fiscali differiti


65.408



81.886



Compensazione basata su azioni


1.485.898



1.364.698



Spese per imposte in eccesso (benefici) derivanti dall'esercizio di stock options




(81.886)



Diminuzione del corrispettivo potenziale non in contanti


(804.167)





Spese per interessi nonash


47.525



99.883



Guadagni di investimento nonash


(26.315)



(168.440)



Variazioni nette delle attività e passività che incidono sulle attività operative:






Crediti


(1.937.214)



550.863



Inventario


2.860.830



460.505



Altre attività correnti e altre attività


(587.477)



712.149



Debiti e altri ratei passivi


1.824.024



4.308.706



Altre passività a lungo termine


(729.820)



(159.558)



Cassa netta fornita dalle attività operative (utilizzate in)


3.056.356



3.112.737



Flussi di cassa da attività di investimento:






Aggiunte a proprietà e attrezzature


(246.202)



(455.569)



Contanti pagati per acquisizioni


(5.000.000)



(20.000.000)



Aggiunte ad attività immateriali


(772.944)



(3.819.486)



Proventi dalla vendita di titoli negoziabili


20.062.132



16.122.376



Acquisti di titoli negoziabili


(11.745.138)



(19.572.139)



Cassa netta (utilizzata in) fornita dalle attività di investimento


2.297.848



(27.724.818)



Flussi di cassa da attività di finanziamento:






Debiti finanziari sulla linea di credito


76.000.000



56.000.000



Rimborsi sulla linea di credito


(77.500.000)



(45.800.000)



Vendite di azioni ordinarie, al netto dei costi di offerta




200.909



Vendita di azioni sussidiarie a interessi di minoranza


1.000.000





Pagamento in contanti del corrispettivo potenziale


(1.033.108)





Pagamento in contanti dei costi di finanziamento


(52,500)





Pagamenti di costi di offerta di capitale differito




(383.310)



Pagamenti effettuati in relazione al riacquisto di azioni ordinarie


(3.494.921)



(2.879.426)



Cassa netta fornita dalle attività di finanziamento


(5.080.529)



7.138.173



Aumento (diminuzione) netto di disponibilità liquide


273.675



(17.473.908)



Cassa e disponibilità liquide, inizio anno


27.938.960



45.412.868



Cassa e disponibilità liquide, fine anno


$

28.212.635



$

27.938.960



CUMBERLAND PHARMACEUTICALS INC. E SUSSIDIARI

Riconciliazione del reddito netto (perdita) attribuibile agli azionisti comuni agli utili rettificati (perdita) e agli utili diluiti rettificati per azione

(Non certificato)




Sono finiti tre mesi
31 dicembre


Sono finiti tre mesi
31 dicembre



2019


2019


2018


2018












guadagni
urto


Guadagni per
condividere l'impatto


guadagni
urto


Guadagni per
condividere l'impatto

Utile (perdita) netto attribuibile agli azionisti comuni


$

(960.706)



$

(0,06)



$

(2.220.097)



$

(0.14)


Minore: perdita netta nella controllata attribuibile a partecipazioni di minoranza


11.640





17.015




Utile (perdita) netto


(972.346)



(0,06)



(2.237.112)



(0.14)


Rettifiche dell'utile (perdita) netto









Imposte sul reddito (beneficio)


(6812)





4.159




Deprezzamento e ammortamento


1.125.217



0,07



874.652



0.06


Compensazione basata su azioni (a)


378.081



0.02



359.459



0.02


Impatto del costo di Vibativ del prodotto venduto (b)


955.545



0.06



1.292.286



0,08


Costi della FDA per la presentazione di Reditrex (c)






1.294.239



0,08


Interessi attivi


(47.449)





(166.064)



(0.01)


Interessi passivi


29.198





136.328



0.01


Utile rettificato e utile diluito rettificato per azione


$

1.461.434



$

0,09



$

1.557.947



$

0.10


Azioni ordinarie medie ponderate diluite in circolazione:




15.595.192





15.895.250













Dodici mesi sono finiti
31 dicembre


Dodici mesi sono finiti
31 dicembre



2019


2019


2018


2018












guadagni
urto


Guadagni per
condividere l'impatto


guadagni
urto


Guadagni per
condividere l'impatto

Utile (perdita) netto attribuibile agli azionisti comuni


$

(3.537.759)



$

(0.22)



$

(6.963.068)



$

(0.45)


Minore: perdita netta nella controllata attribuibile a partecipazioni di minoranza


8.752





75.704




Utile (perdita) netto


(3.546.511)



(0.22)



(7.038.772)



(0.45)


Rettifiche dell'utile (perdita) netto









Imposte sul reddito (beneficio)


(79.316)



(0.01)



16.636




Deprezzamento e ammortamento


4.404.175



0,28



2.982.703



0,19


Compensazione basata su azioni (a)


1.485.898



0,09



1.364.698



0,09


Impatto del costo di Vibativ del prodotto venduto (b)


2.702.350



0,17



1.292.286



0,08


Costi della FDA per la presentazione di Reditrex (c)






1.294.239



0,08


Interessi attivi


(243.364)



(0.02)



(564.484)



(0,04)


Interessi passivi


246.186



0.02



195.848



0.01


Utile rettificato e utile diluito rettificato per azione


$

4.969.418



$

0,32



$

(456.846)



$

(0,03)


Azioni ordinarie medie ponderate diluite in circolazione:




15.763.570





15.614.052











La Società ha fornito le misure supplementari di adeguamento della performance finanziaria sopra indicate, che sono considerate misure finanziarie “non GAAP” ai sensi delle norme e dei regolamenti applicabili della Commissione su titoli e cambi. Tali misure finanziarie dovrebbero essere considerate supplementari e non in sostituzione di informazioni finanziarie preparate conformemente ai principi contabili generalmente accettati (“GAAP”). La definizione di queste misure supplementari può differire dalle misure analogamente utilizzate da altri.

Poiché queste misure finanziarie supplementari escludono l'effetto di voci che aumenteranno o diminuiranno i risultati delle operazioni segnalati dalla Società, la direzione incoraggia fortemente gli investitori a rivedere i bilanci consolidati della Società e le relazioni depositate pubblicamente nella loro interezza. Una riconciliazione delle misure finanziarie supplementari con le misure finanziarie GAAP più direttamente comparabili è inclusa nelle tabelle che accompagnano questa versione.

Cumberland di il management ritiene che queste misure supplementari di performance finanziaria siano importanti in quanto utilizzate dal management, insieme a misure finanziarie in conformità con GAAP, per valutare la performance operativa della Società. Inoltre, Cumberland ritiene che saranno utilizzati da determinati investitori per misurare i risultati operativi della Società. Il management ritiene che la presentazione di queste misure supplementari fornisca informazioni utili sulle prestazioni sottostanti della Società nei periodi di rendicontazione su base coerente, escludendo le voci che Cumberland non ritiene che siano indicativi delle sue prestazioni aziendali principali o riflettano attività strategiche a lungo termine. Alcune di queste voci non sono regolate tramite pagamenti in contanti e comprendono: ammortamenti, spese di compensazione basate su azioni e imposte sul reddito. Cumberland utilizza i riporti netti delle perdite operative nette per pagare imposte minime sul reddito. Inoltre, l'uso di queste misure finanziarie offre agli investitori una maggiore trasparenza delle informazioni supplementari utilizzate dal management nel processo decisionale finanziario e operativo, inclusa la valutazione delle prestazioni operative della Società.

La Società definisce queste misure finanziarie supplementari come segue:

  • Utili rettificati: utile (perdita) netto rettificato per l'incidenza delle imposte sul reddito, degli ammortamenti, degli oneri di compensazione basati su azioni e degli altri proventi e interessi passivi.

(a) Rappresenta il compenso basato su azioni di Cumberland.

(b) Rappresenta l'impatto non monetario del costo di Vibativ dei prodotti venduti. Cumberland ha scelto di aggiungere nuovamente questi costi nel calcolo degli utili rettificati in quanto tutto l'inventario di Vibativ a cui la Società sta vendendo è stato trasferito Cumberland nell'ambito della transazione con Theravance senza costi aggiuntivi per l'acquisizione del prodotto.

(c) Riflette la quota iniziale di presentazione di RediTrex pagata alla FDA per valutare la nostra richiesta di approvazione del prodotto nel 2018. La FDA ha approvato il prodotto nel 2019.

  • Utile diluito rettificato per azione: Utile rettificato diviso per la media ponderata diluita delle azioni ordinarie in circolazione.

FONTE Cumberland Pharmaceuticals Inc.

Link correlati

http://www.cumberlandpharma.com

Psorilax:Il modo migliore per |crema psoriasi iso urea

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, composizione

Sul podcast dell'imprenditore verde, la dottoressa Junella Chin offre importanti consigli e suggerimenti sulla salute.

marzo
18, 2020

15+ minuti di lettura


La dott.ssa Junella Chin è un medico osteopatico, fondatore e direttore medico di MedLeafRx, uno studio di medicina integrativa in California e New York. È anche l'autore del libro Cannabis e CBD: per salute e benessere.

Con il coronavirus (COVID-19) nella mente di tutti, le abbiamo posto alcune domande su come la cannabis e il CBD possano aiutare a rafforzare la tua immunità e ridurre l'ansia.

Correlati: 5 oli calmanti a base di CBD e canapa per lo stress da coronavirus

Jon: Dr. Chin, grazie mille per essere nello show. Raccontaci un po 'del tuo background. Cos'è la medicina osteopatica?

Dr. Chin: Esistono due tipi di medici negli Stati Uniti; c'è M.D. e c'è D.O.s. Entrambi i tipi di medici hanno pieno diritto di ammettere le persone in ospedale, i diritti di prescrizione – i diritti di piena pratica sono identici. Ma i medici osteopatici hanno un anno in più di anatomia e fisiologia nella scuola di medicina e imparano anche quella che viene chiamata medicina osteopatica pratica. Questo è un trattamento manipolativo. Potresti avere familiarità con la cura chiropratica. I chiropratici non sono medici, ma fanno manipolazioni pratiche. I medici osteopatici sono medici che svolgono anche attività pratiche.

Jon: Come si integra la cannabis nella propria pratica?

Dr. Chin: Vedo i pazienti nel contesto di una pratica medica completa, quindi quando i pazienti entrano, prendo una storia completa e un esame. Sto guardando il loro elenco di farmaci, la storia medica passata e guardo prima tutto come medico, assicurandomi che lo standard di cura sia stato seguito.

Di solito, quando i pazienti vengono a trovarmi, hanno esaurito tutte le opzioni mediche, quindi sono alla ricerca di un medico integrativo – qualcuno che possa parlare non solo di cannabis, ma anche di dieta e nutrizione e di quella che viene chiamata medicina funzionale, integrando sia orientale che Filosofie mediche occidentali.

Jon: È così importante, perché penso che spesso solo i medici tradizionali non intrattengano nemmeno il pensiero di “medicine alternative”, che non sono affatto alternative – sono state usate per migliaia di anni – o dieta. È così importante quello che fai. Ma consiglierai anche i farmaci tradizionali, giusto?

Dr. Chin: Sì, scrivo prescrizioni. Sto davvero prendendo il meglio da entrambi i mondi. Se riesci a pensare da un lato abbiamo la medicina convenzionale, ciò che vediamo negli ospedali e nelle cliniche, molto costoso ma anche invasivo e molto grande per le emergenze – cose come quello che abbiamo ora se hai avuto un infarto, un ictus, una lesione o se sei affetto dal coronavirus e hai bisogno di cure invasive per la salute polmonare, per esempio. Quindi, dall'altra parte, abbiamo una medicina complementare alternativa, che è un termine catchall. Include l'agopuntura, l'omeopatia, la medicina ayurvedica.

E nel mezzo c'è la medicina integrativa, ed è qui che si specializza la nostra pratica. Scegliamo il meglio di entrambi i mondi, esaminando terapie scientificamente validate da sistemi convenzionali e alternativi.

Jon: Cosa ti ha fatto decidere di diventare quel tipo di medico invece di un percorso più tradizionale?

Dr. Chin: Per me, era perché ero un paziente prima ancora di diventare un medico. Mi è stata diagnosticata una malattia autoimmune della colonna vertebrale chiamata spondilite anchilosante. Non esiste una cura; sono solo cure palliative. Ma fondamentalmente, la colonna vertebrale si fonde in modo che le ossa della colonna vertebrale non si muovano più. Pensa solo a quei pazzi incollaggi insieme in modo da non poter piegare e toccare le dita dei piedi, non puoi voltarti e guardare il tuo punto cieco quando guidi. La maggior parte dei pazienti assumerà molti farmaci antidolorifici per tutta la vita, quindi assumerà farmaci che sono in realtà molto tossici per il corpo.

Per me, studiando per fare il medico, indosserei questo tutore tutto il tempo intorno alla schiena e una delle mie presenze – all'epoca ero a San Francisco, e questo è stato poco dopo aver legalizzato la cannabis. Una delle presenze me l'ha chiesto. Si è specializzato in medicina per l'HIV e ha detto: “Guarda, non finirai la scuola di medicina al ritmo che stai andando. Devi alzarti sempre e non finirai mai “. Quindi mi ha fatto conoscere la medicina della cannabis, che ci crediate o no.

Jon: È stato quando hai scoperto la cannabis come medicina, a quel punto della tua vita?

Dr. Chin: Esattamente. Quando mi ha consegnato quella prima bottiglia di tintura, non l'ha definita CBD o niente del genere. Ha detto: “Questa è marijuana ricca di alcool”. (ride) Disse: “Non ti renderà molto alto.” Questo è tutto ciò che ha detto. “Non ti farà diventare molto alto, quindi non preoccuparti.”

Jon: Non molto in alto, sì.

Dr. Chin: “Ma prendilo di notte, prendilo quando non sei in guardia.” Ha detto: “Aiuta davvero i miei pazienti affetti da HIV e AIDS con il loro dolore”. E questo è tutto ciò che ha detto. Ricordo di essermi seduto con quella bottiglia sul mio cassettone per settimane intere, come, dovrei farlo, non dovrei farlo? Ho deciso di provarlo perché era quello o abbandonare la scuola di medicina.

Jon: Wow. E ovviamente, i risultati sono stati positivi per te.

Dr. Chin: Esattamente. Dopo il fine settimana, sapevo che qualcosa funzionava, quindi ho deciso di dedicare la mia carriera medica a capire come funziona questa pianta, perché non l'ho saputo a scuola di medicina, come mai i miei colleghi non lo sapevano. E io ero in California. Ero nel posto in cui ti trovi ora; Ero nel mezzo di un quadro elettrico, il posto perfetto.

Stavo imparando a essere un medico convenzionale, passando per un D.O. scuola, e poi stavo imparando tutto ciò che potevo su questa medicina vegetale – e poi anche integrando altre cose, che dovevo fare per la mia guarigione. Ho integrato l'agopuntura. Ma ho preso antinfiammatori. Ho preso Celebrex, ho preso Vioxx. E faccio ancora entrambi. Non faccio solo medicina alternativa. Trovo che devi trovare ciò che funziona per te ed essere un partner con il tuo medico.

Jon: Voglio parlare del coronavirus – e so che le persone hanno molte domande sull'uso della cannabis in questo momento, sia per proteggere la loro immunità e rafforzare la loro immunità, sia per far fronte allo stress che stanno provando. Queste sembrano essere le due domande che stiamo ottenendo il massimo dai nostri lettori.

Avevo chiesto ai nostri lettori di farmi alcune domande, sapendo che avrei parlato con te oggi, tramite Instagram, e ce n'erano tantissime. Ho curato e risolto alcuni di essi, ma mi piacerebbe se potessimo solo chiederti alcuni e ottenere la tua opinione di medico specialista su alcune di queste domande che penso che molte persone abbiano, rinchiuse nella loro casa nel bozzoli di coronavirus che ora abbiamo creato per noi stessi.

Inizierò con l'Highpriestessapothecary aveva una domanda, e la sua domanda in realtà riecheggia la domanda che sento di più, che è questa idea di fumare cannabis o CBD in questo momento troppo duro ai polmoni? Dato che il coronavirus è una malattia respiratoria, è qualcosa che non dovremmo fare affatto? Dovremmo curare il tutto in altri modi attraverso tinture o capsule, ecc.? Questa idea, sta fumando troppo intensamente sui polmoni in questo momento?

Dr. Chin: Questa è un'ottima domanda. Come ho visto i pazienti negli ultimi due mesi, ho incoraggiato i pazienti, i consumatori, a cambiare il modo in cui consumano cannabis se stanno facendo una versione per inalazione, sia che si tratti di uno svapo o se lo sono usando il fiore secco. Non vuoi semplicemente portare sostanze irritanti ai polmoni

Potresti essere un fumatore molto esperto e preferire la forma di svapo, ma vuoi la tua immunità, vuoi essere in ottima salute. Non ci sono davvero scuse per dare irritanti al tuo corpo. In questo momento è la stagione delle allergie, quindi la salute respiratoria di tutti verrà comunque compromessa. Quindi, se potessi evitare di svapare, condividere le articolazioni, usare i tubi, penso che sia il modo ideale per armare meglio il tuo sistema immunitario.

Jon: Ciò include se stai fumando oli o fiori, qualsiasi tipo di uso dei polmoni per consumare cannabis potrebbe non essere consigliabile in questo particolare periodo?

Dr. Chin: Esattamente.

Jon: Va bene. Alexandrabadaro chiede: è vero che il fumo aumenta la possibilità di contrarre l'influenza o un virus perché apre le aree nasali?

Dr. Chin: Non aumenta le tue possibilità di contrarre il virus, ma perché stai, di nuovo, creando questa risposta infiammatoria nei passaggi nasali e indebolendo il sistema respiratorio, qualsiasi persona con un sistema respiratorio indebolito – o un sistema immunitario indebolito, del resto – aumenta le possibilità di contrarre qualsiasi virus, non solo il coronavirus. O un raffreddore o un'influenza. Ecco perché rimandarlo il più a lungo possibile e cercare di usare commestibili, bevibili, tinture in questo momento è molto più sicuro.

Jon: Partecipare alla cannabis in qualsiasi forma a questo punto influenza la probabilità di ottenere questo virus o qualsiasi virus? C'è qualcosa nella cannabis che ti renderebbe più suscettibile in qualche modo?

Dr. Chin: No, non esiste uno studio, non c'è nulla che io abbia letto o incontrato che dimostri che un aumento del consumo di cannabis ti aiuterà ad aumentare le possibilità di ottenere il coronavirus.

Semmai, sto guardando questo da un punto di vista infiammatorio. Se stai già usando la cannabis come antinfiammatorio, antidolorifico, se guardi il tuo corpo come questo terreno, questo terreno, se stai diminuendo l'infiammazione generale nel tuo corpo, è una cosa in meno per il tuo corpo preoccuparsi di. Puoi farlo attraverso l'esercizio fisico e un buon sonno ristoratore. Qualsiasi cosa per ridurre l'infiammazione, diminuire l'ansia, diminuire lo stress nel tuo corpo aumenterà il tuo sistema immunitario.

Se usare la cannabis lo fa per te – che tu lo stia usando per il dolore, forse lo stai usando per lo spasmo muscolare – questo aiuterà anche perché modula quella risposta immunitaria.

Jon: Questa è una domanda correlata simile di Amanda E. Leaf. I cannabinoidi hanno dimostrato di avere effetti sui virus, come l'influenza? Ovviamente non sapremmo di COVID-19 in questa fase iniziale, ma ci sono dei vantaggi nell'uso dei cannabinoidi quando sono malati di tali virus? Hai parlato del fatto che sono antinfiammatori; è una risposta anche a quella domanda?

Dr. Chin: Sì, è una domanda simile. La cannabis ha dimostrato di essere modulatori antivirali, antibatterici e immunitari. Penso che possa essere efficace. È l'unica cosa che è l'unica cosa, la cosa magica? Io non la penso così. Ma penso che potrebbe far parte del tuo regime.

Jon: Ci sono alcuni terpeni di cui dovremmo essere consapevoli in termini di miglioramento dell'immunità, determinati cannabinoidi specifici su cui ti concentri in termini di protezione di noi stessi e di supporto della nostra immunità?

Dr. Chin: La cosa meravigliosa dei terpeni è che non lo trovi solo nella pianta di cannabis, ma puoi trovarlo anche in altre piante. La tua cucina, per esempio. Il beta-cariofillene, che si trova nel pepe nero, è un potente antiossidante.

Se osservi il pinene, presente anche nel pino, che allevia i sintomi dell'asma e contrasta l'ansia. Quindi, in realtà, per i miei pazienti che hanno attacchi di asma o hanno un po 'di respiro sibilante durante la stagione delle allergie, quando usano un po' di oli essenziali e terpeni di pinene, che possono effettivamente aiutare ad aprire le vie respiratorie. È davvero molto efficace.

Anche l'eucalipto, è un terpene. Anche antinfiammatorio e antiossidante e riduce anche l'ansia. Limonene. C'è una ragione per cui cammini giù per il supermercato e senti l'odore di questo profumo fresco di limone ed è molto esaltante. Anche questa è una grande anti-ansia e aumenta il supporto immunitario. Ecco perché hai il tuo limone in acqua, il limone nel tè con il miele. Questi sono i tipi di cose. I terpeni hanno le loro proprietà terapeutiche e medicinali.

Jon: Da dove viene il CBD? Il CBD ha qualche tipo di proprietà antivirali? Come si dovrebbe pensare al CBD?

Dr. Chin: Il CBD ha proprietà antivirali e antibatteriche, ma la cosa più importante e potente del CBD è che riduce l'infiammazione e tutti abbiamo un'infiammazione nel nostro corpo. Se pensi al tuo semplice paziente diabetico o a qualcuno che soffre anche di lombalgia o emicrania che vanno e vengono, questa è un'infiammazione alla base del corpo.

Se riesci a eliminare quell'infiammazione, sarà migliore per la tua salute perché il filo conduttore di tutte le malattie è l'infiammazione cronica. È quell'infiammazione bassa.

Jon: Cosa sappiamo del CBD e dello stress. Hai detto che è un noto antinfiammatorio. In che modo aiuta con lo stress?

Dr. Chin: Lo stress è un termine così ampio, giusto? Dobbiamo davvero capire, da dove viene lo stress? Lo stress è dovuto alla mancanza di sonno? Lo stress è causato dal dolore cronico o lo stress da PTSD, l'ansia? La cosa numero uno che vedo nella mia clinica è il dolore cronico e quindi direi insonnia e ansia. E tutto ciò contribuisce allo stress. Quindi controllano la casella di stress nella mia forma di assunzione e poi controllano il dolore, l'insonnia, l'ansia. Trovare una tensione o un chemovar che affronti quel problema di stress alla base sarebbe la chiave.

Jon: In questo caso particolare, penso che molte persone direbbero: “Il mio stress deriva dal preoccuparmi che potrei avere il coronavirus o dal preoccuparmi che qualcuno che amo potrebbe ottenere il coronavirus”, o tutta l'ansia che circonda il coronavirus. “Perderò il lavoro, come verrò pagato? L'economia sta andando in pezzi “, tutti i pensieri folli che stiamo intrattenendo in questo momento. Immagino che avresti chiamato quell'ansia. Ciò sarebbe probabilmente considerato ansia. So che ci sono molte sfaccettature diverse, ma c'è qualcosa che il CBD aiuta con questo tipo di pensieri?

Dr. Chin: Sicuro. Il CBD funziona sui recettori GABA nel nostro cervello, il che dice davvero al nostro corpo di rallentare e spegnere e che siamo al sicuro. Quindi possiamo sicuramente fare in modo che le persone usino i chemovar al CBD – e dosi più basse di THC.

Dosi più basse di THC credo siano molto utili per una vasta gamma di pazienti medici. Ho anche pazienti che dicono: “Non posso tollerare affatto il THC. Ho avuto una brutta esperienza ”, ma se scendi abbastanza in basso con la dose – di nuovo, microdosando, dando giorni tra una dose e l'altra – può essere molto, molto efficace.

Inoltre, vorrei menzionare la cura dei farmaci che stai assumendo. Molte persone con ansia potrebbero essere già sotto prescrizione di farmaci, farmaci anti-ansia o antidepressivi. Quindi vuoi stare attento quando stai integrando con i cannabinoidi per sapere che stanno lavorando insieme. Vuoi solo assicurarti di parlare con il tuo medico o non stai esagerando con l'uno o l'altro. Se il medico dice “Voglio che aumenti il ​​tuo Zoloft”, ciò non significa che puoi aumentare anche la tua cannabis allo stesso tempo.

Jon: Sisters of the Seed chiede: ci sono cannabinoidi che hanno attività specificamente antivirale / antibatterica?

Dr. Chin: Quei cannabinoidi con i terpeni che ho appena menzionato. Non mi piace usare il nome “ceppi” perché varia molto, ma se stai guardando i chemovar o i profili dei cannabinoidi del tuo prodotto testato da terze parti, cercheresti quei cannabinoidi ricchi di quei diversi terpeni . Immagino che avrebbe ottime proprietà antivirali, antibatteriche e immunostimolanti.

Jon: Ashleyh1112 pone una domanda che potrebbe essere diversa per ogni paziente, ma dovrei farti e riguarda la dose. Chiede quanto e quanto spesso è necessario utilizzare la cannabis per aumentare la funzione immunitaria e può aumentare i livelli di immunoglobuline? Ma parliamo della prima parte di questo. Quanto o quanto spesso devi usare la cannabis? Se non riesci a ottenere un appuntamento con te o un altro medico integrativo, come si auto-dosano e come fanno a saperlo?

Credito di immagine: Junella Chin

Dr. Chin: Il dosaggio è sempre stata la domanda numero uno per tutti i professionisti e per consumatori e pazienti. La sfida più grande è che devi solo trovare la dose giusta per te. Puoi cercare su Internet e questo ti fornirà questo diagramma di dosaggio generico o piccole cose che puoi dare un peso al tuo peso o al tuo problema e cerca di sputare questo scenario di migliore dose.

Ma in realtà, varia da persona a persona. Ho un uomo che è venuto l'altro giorno che era £ 215; aveva bisogno di meno cannabis rispetto a quella donna minuta di 98 chili. Entrambi avevano la SM, quindi la stessa diagnosi. Due milligrammi potrebbero essere buoni per una persona e del tutto inefficaci per un'altra.

Per me, dico sempre ai pazienti di microdosare. Meno è meglio. Prova una dose più bassa. Ad esempio, diciamo 1 mg di THC, quindi potresti voler fermarti per un paio di giorni, quindi potresti prendere 1 mg di CBD, quindi un diario e capire quale ti ha fatto sentire meglio. Prova la tintura, quindi sali su una misurazione accurata.

Jon: Quanto tempo deve attendere prima di aumentare la dose?

Dr. Chin: Per i miei principianti, di solito li faccio fare la stessa dose per i primi 3 giorni, anche se non provano nulla, perché ci vuole del tempo per aprire i recettori e anche per sintonizzarsi con il proprio corpo . Se hai esperienza, penso che ogni giorno puoi aumentare la dose e aumentare la dose.

Jon: Parliamo un po 'del problema dell'igiene qui – e forse è ovvio in questo momento. Cannabis, molto sta condividendo. Alla gente piace fare un giro in giro, e c'è una sorta di cultura della condivisione intorno alla cannabis. Immagino che non sia consigliato in questo momento, dato ciò che stiamo affrontando con il distanziamento sociale. Ci sono altri pensieri che hai in termini di assicurarti di essere molto sicuro nel tuo consumo di cannabis a questo punto?

Dr. Chin: Ovviamente. Il distanziamento sociale è davvero difficile, specialmente penso nella comunità che usa la cannabis. Ci piace abbracciare e condividiamo. Come esseri umani, non ci piace l'isolamento. Il nostro corpo, la nostra essenza, la nostra anima lo sa. Ma ci sono davvero delle ragioni principali per cambiare il nostro comportamento in questo momento. Questo è davvero un sacrificio ragionevole da fare ora per evitare catastrofi in seguito e sofferenza personale.

Quindi, naturalmente, lavaggi a mano frequenti, non condivisione di giunture e tubi – questo è un modo ideale per fermare la diffusione del virus. Ci sono molte persone asintomatiche che portano il coronavirus, quindi solo perché non stai tossendo o non hai la febbre o sembri perfettamente in forma, non è un modo preciso per giudicare se condividerò o meno quella penna vaporizzatore con quella persona.

Quindi tieniti fermo fino a quando non ci troviamo e sappiamo cosa sta succedendo, cancellando le cose come i tuoi telefoni, cancellando l'area con cui lavori se lavori in un'area di metallo o vetro con i tuoi prodotti a base di cannabis. La tosse e lo starnuto, la tasca della tosse – potresti voler fare anche quello.

Jon: Molte persone provano un'enorme quantità di ansia in questo momento, me compreso, e cercano sollievo dai prodotti a base di CBD / cannabis. Cosa mi consigliate di fare in questa situazione?

Dr. Chin: Direi molti consumatori con ansia, il numero uno è non guardare le notizie della rete. (ride) Smetti di guardare le notizie sulla rete. È molto difficile e ora siamo sui nostri telefoni più che mai. Ogni volta che lampeggia o ci dà una notifica, stiamo guardando e vediamo aumentare i numeri.

Ma vuoi davvero guardare ai prodotti a base di cannabinoidi a base di sativa, più ricchi di CBD. Penso che sarebbe grandioso. E poi microdosando su profili di cannabinoidi THC, perché troppo THC può prenderti il ​​sopravvento e puoi sovraccaricare e diventare abbastanza a disagio e più ansioso.

Quindi ora penso che il microdosaggio sia più importante che mai, perché ci sono effetti terapeutici. Ti senti quasi come se nulla stesse succedendo quando stai microdosando. È molto sottile, ma ti senti come “Mi sento come se avessi fatto yoga” o “Mi sento un po 'più rilassato nella mia pelle, un po' più a mio agio nella mia pelle”. Ecco dove vuoi restare. Meno è di più a questo punto.

Jon: Il CBD ha bisogno del THC e viceversa, il THC ha bisogno del CBD per essere pienamente efficace? Puoi semplicemente prendere un prodotto CBD a spettro completo e sentire gli effetti o è diverso per ogni persona?

Dr. Chin: Ancora una volta, questo è diverso per ogni persona e quindi dipende sempre dal tipo di prodotto che stai assumendo. Se stai preparando un prodotto per bevande, la maggior parte dei prodotti per bevande utilizza un isolato di CBD. Alcuni prodotti per bevande affermano di aiutarti a rilassarti, altri lo fanno, ma molti di loro usano gli isolati solo per il profilo aromatico. Quindi potresti aver bisogno di un po 'più di quell'isolato di CBD.

Alcune persone che assumono l'intero spettro potrebbero notare che non stanno consumando quanto normalmente avrebbero bisogno. Ancora una volta, dipende dal tuo corpo, dipende da ciò a cui sei abituato.

Dal punto di vista clinico, vedo che i consumatori e i pazienti ottengono il massimo chilometraggio con uno spettro completo perché ottengono tutti i cannabinoidi ricchi, CBD, THC, ma anche i terpeni.

Jon: C'è qualcosa che mi è sfuggito che vorresti impartire ai nostri ascoltatori da un punto di vista medico che potrebbe essere utile per loro sapere?

Dr. Chin: Penso che la cosa più importante ora sia non sprecare i tuoi soldi esaurendo e comprando un sacco di integratori. Molti pazienti stanno andando in Amazon e stanno spendendo tonnellate di denaro per i ripetitori del sistema immunitario e cercando di rendere il loro corpo il più “sano” possibile. Vuoi davvero assicurarti di guardare la tua dieta, mangiare una dieta ricca di cibi non trasformati.

L'esercizio fisico è fantastico. Anche se sei a casa, vai al tuo parco, vai al cortile. Ho fatto un'escursione con i miei figli durante il fine settimana, Bear Mountain. L'esercizio muove il fluido linfatico, il sistema linfatico. I tuoi muscoli si contraggono, la tua mente rimane sana.

E dormire. Ora che non abbiamo un programma di lavoro, vuoi comunque mantenere questa routine e assicurarti di dormire anche a sufficienza.

Penso che siano davvero molto importanti. L'uso della cannabis, se stai già utilizzando la cannabis, è anche molto utile.

E in realtà voglio parlare dell'uso di cannabis per la tua pelle, argomenti di attualità. Diciamo che hai l'eczema o la psoriasi o una condizione di pelle secca, ora che stiamo entrando nella stagione delle allergie. Ho notato molte fiammate con lo stress dei pazienti che hanno problemi dermatologici. La tua pelle è anche un riflesso del tuo sistema immunitario, quindi vuoi assicurarti di prenderti cura della tua pelle in un modo che assicuri che sia protetta, che non si spacchi dal tempo asciutto.

Ci sono molti prodotti a base di cannabinoidi: sono un ufficiale medico di Saint Jane; Penso che tu abbia avuto Casey Georgeson l'ultima volta. Tle cerniere ricche e nutrienti sono molto, molto importanti per proteggere la tua pelle.

Jon: Che ne dici di lavarti le mani? Parliamo di questi antivirali – ma uccidono tutti i batteri, giusto, questi Purells e roba del genere? È importante contrastarlo con le cose che migliorano anche la pelle?

Dr. Chin: Ecco perché l'ho menzionato. I miei pazienti con eczema o psoriasi, le loro dita si stanno letteralmente spaccando e fissurando a causa del Purell, e si stanno lavando le mani così tanto. Si sta completamente seccando e stanno facendo il bagno di più, stai usando più salviette. Devi mantenere intatta la tua pelle.

Quindi assicurarti di utilizzare le cose che proteggeranno quello strato epidermico è molto, molto importante perché non vuoi essere sensibile alle infezioni.

Jon: Questo è un consiglio così straordinario. Lo sto scarabocchiando mentre parlo con te, anche se sto registrando questo. (ride) È molto importante. Dottor Chin, grazie mille per aver dedicato del tempo a parlare con noi.

Dr. Chin: Sei il benvenuto. Il piacere è tutto mio.

Jon: Il suo libro è Cannabis e CBD per salute e benessere. Esiste un sito Web a cui dovrei anche raccomandare di visitare le persone?

Dr. Chin: drjunechin.com.

Jon: Eccezionale. Grazie.

Psorilax:Istruzioni |creme piu efficaci per psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, quanto costa

Record di entrate annuali di $ 22,3 milioni
EBITDA rettificato da record di $ 7.0M dal $ 1.5M

LAVAL, QC, 18 marzo 2020 / CNW / – Crescita Therapeutics Inc. (TSX: CTX) (GRIGIO: CRRTF) (“Crescita” o “Azienda”), un'azienda canadese di dermatologia commerciale orientata alla crescita e orientata all'innovazione con ricerca e sviluppo interni (” R&S “) e capacità produttive, ha riferito oggi i suoi risultati finanziari per il quarto trimestre (” Q4-F2019 “) e l'anno fiscale chiuso 31 dicembre 2019 ( “F2019”).


Crescita Therapeutics Inc. (Gruppo CNW / Crescita Therapeutics Inc.)

Tutti gli importi sono espressi in migliaia di dollari canadesi ad eccezione degli importi per azione e per azione, se non diversamente indicato.

Principali dati finanziari annuali

F2019 vs. F2018

  • Entrate record di $ 22.337, un aumento di $ 5.709 o 34,3%;
    • Riconosciuto $ 5.459 in pagamenti anticipati e royalties future future garantite relative all'accordo di licenza con Cantabria Labs (vedi sotto);
    • Riconosciuto $ 2.645 (US $ 2.000) nelle pietre miliari delle vendite di Taro relative al raggiungimento degli obiettivi cumulativi finali per le vendite statunitensi di Pliaglis®;
    • Riconosciuto un traguardo di sviluppo di $ 988 (US $ 750) da Taro relativo all'approvazione di una formulazione potenziata di Pliaglis da parte della FDA (definita di seguito);
  • Spese operative di $ 17.369, un aumento di $ 704 o 4,2%;
  • EBITDA rettificato da record1 di $ 6.984, un miglioramento di $ 5.533 contro $ 1.451;
  • Rimborsato il prestito del cavaliere per intero $ 3.570 (vedi sotto);
  • generated $ 4.249 in contanti prima del rimborso del Prestito Knight, con conseguente chiusura della posizione in contanti di $ 9.268 rispetto a $ 8.598 alla fine del 2018.

Q4-F2019 vs. Q4-F2018

  • Entrate Q4-F2019 di $ 3.820, una diminuzione di $ 2.384 o 38,4%;
    • Le entrate del Q4-F2019 includevano una pietra miliare dello sviluppo di $ 988 e $ il 31 sulle vendite nette globali di Pliaglis – Vedere Reddito sotto; Entrate Q4-F2018 incluse $ 1.982 nelle pietre miliari di vendita e sviluppo e $ 1.343 in royalties sulle vendite nette globali di Pliaglis;
  • Spese operative di $ 4.406, una diminuzione di $ 446 o 9,2%;
  • EBITDA rettificato1 di $ 6, una diminuzione di $ 1.773.

“Sono orgoglioso dei risultati ottenuti dal team Crescita nell'anno fiscale 2019 con ricavi record ed EBITDA rettificato. Durante l'anno abbiamo avuto alcuni venti di coda che hanno contribuito in modo significativo alla crescita dei nostri profitti e profitti e abbiamo anche dimostrato che potremmo realizzare una crescita organica attraverso espansione geografica quando abbiamo lanciato il nostro primo marchio in Cina,” disse Serge Verreault, Presidente e CEO di Crescita. “Nel corso dell'ultimo anno, siamo riusciti a gettare le basi per piattaforme di crescita che crediamo genereranno entrate nel 2020 e oltre. Continuiamo a essere guidati dai nostri pilastri strategici della crescita mentre lavoriamo per aggiungere entrate ricorrenti sostenibili”.

Verreault ha aggiunto: “Mentre prevediamo fluttuazioni trimestrali delle entrate e della redditività per tutto il 2020 a seconda delle dimensioni e dei tempi delle entrate chiave e dei diritti d'autore dei nostri partner out-licensing, continuiamo a costruire Crescita a lungo termine concentrandoci sulla crescita sostenibile”.


1 Si prega di fare riferimento al Misure finanziarie non IFRS ed EBITDA e riconciliazione dell'EBITDA rettificato sezioni di questo comunicato stampa.

F2019 Sviluppi aziendali

  • Su 20 dicembre, la Società ha rimborsato integralmente il debito residuo a lungo termine con Knight Therapeutics Inc. (il “Prestito Knight”) per un importo di $ 3.570;
  • Su 5 novembre, la Società ha annunciato che la Food and Drug Administration (“FDA”) degli Stati Uniti ha approvato una formulazione avanzata di Pliaglis per gli Stati Uniti, innescando un pagamento fondamentale di $ 988 ($ US750) ai sensi del suo accordo di licenza con Taro Pharmaceuticals Inc. (“Taro” e “Accordo Taro”);
  • Su 28 ottobre, la Società ha annunciato un accordo di sviluppo e licenza che concede a Sundial Growers Inc. (“Sundial” e “Sundial Agreement”) i diritti mondiali delle tecnologie di consegna transdermica proprietarie della società, MMPE ™ e DuraPeel ™, per lo sviluppo di prodotti topici contenenti cannabis e / o canapa;
  • Su 16 luglio, la Società ha annunciato che l'Ufficio brevetti e marchi degli Stati Uniti ha concesso il brevetto U.S. n. 10.350.180 per una formulazione avanzata di Pliaglis che ha esteso la protezione brevettuale fino al 2031;
  • Su 28 giugno, la Società ha avviato un'offerta per emittenti di corsi normali (“NCIB”) per riacquistare fino a un milione di azioni ordinarie per la cancellazione in un periodo di dodici mesi. Nel corso dell'esercizio la Società ha effettuato riacquisti per annullamento n. 283.423 azioni per un corrispettivo complessivo di $ 257;
  • Su 15 maggio, la società ha annunciato il lancio di Dermazulene ™ in Cina, un marchio appositamente progettato e creato per il mercato cinese, comprese le formule anti-invecchiamento, sbiancamento e anti-inquinamento. I prodotti sono distribuiti attraverso NetEase Kaola, una delle principali piattaforme di e-commerce di importazione transfrontaliera in Europa Cina;
  • Su 25 aprile, la Società ha annunciato di aver stipulato un accordo di licenza di commercializzazione con Cantabria Labs (“Cantabria e” Accordo Cantabria “), concedendo a Cantabria i diritti esclusivi di vendita e distribuzione di Pliaglis in Italia, Portogallo, Francia, e Spagna. Efficace 1 aprilest, la Società ha riacquistato i diritti del resto del mondo (“ROW”) di Pliaglis da Galderma S.A. In F2019, la Società ha riconosciuto $ 5.459 delle entrate provenienti da un pagamento anticipato di $ 3.721 e $ 1.738 in royalties minime garantite relative all'Accordo Cantabria.

Eventi successivi a 31 dicembre 2019

  • Su 11 febbraio 2020, la Società ha annunciato risultati positivi positivi da due importanti studi clinici di Fase 3 per CTX-101 (precedentemente MiCal 1), un potente prodotto corticosteroide topico sviluppato in collaborazione, per il trattamento della psoriasi a placche utilizzando la tecnologia MMPE brevettata della Società;
  • Su 24 gennaio 2020, la Società ha annunciato che la sua consociata interamente posseduta, INTEGA Skin Sciences Inc. (“INTEGA”) ha ottenuto una licenza di ricerca sulla cannabis da Health Canada ai sensi del Cannabis Act e dei regolamenti sulla cannabis, consentendo alla Società di possedere cannabis ai fini della ricerca e sviluppo;
  • Su 22 gennaio 2020, la Società ha annunciato di aver ottenuto un $ 3.500 meccanismo di credito operativo a domanda rotante (lo “strumento”) con una banca noleggiata canadese;
  • Su 20 gennaio 2020, la Società ha annunciato di aver stipulato un accordo di distribuzione con Laboratoires FILLMED (“FILLMED” e “FILLMED Agreement”) per la distribuzione esclusiva della gamma di iniettabili ART-FILLER® e il New Cellular Treatment Factor® (“NCTF® “) nel Canada.

Risultati finanziari Q4-F2019 e F2019

Nota: Tutte le cifre sono in dollari canadesi. Discussione e analisi della direzione (“MD&A”), bilancio consolidato e note di accompagnamento per l'esercizio chiuso 31 dicembre 2019 possono essere trovati su www.crescitatherapeutics.com/investors e sono stati depositati presso SEDAR su www.sedar.com.

In migliaia di dollari CAD ad eccezione degli utili per azione e

Numero di condivisioni

Tre mesi chiusi al 31 dicembre


Dodici mesi chiusi al 31 dicembre

2019

2018

Modifica ($)


2019

2018

Modifica ($)

ricavi

3.820

6.204

(2.384)


22.337

16.628

5.709









Costo dei beni venduti

1.688

1.883

(195)


5801

5.573

228

Ricerca e Sviluppo

38

293

(255)


1.376

1.063

313

Vendita, generale e amministrativa

2.128

2.394

(266)


8463

8883

(420)

Ammortamenti

552

282

270


1.729

1.146

583

I costi operativi totali

4.406

4.852

(446)


17.369

16.665

704









Utile (perdita) operativo

(586)

1.352

(1.938)


4.968

(37)

5.005

Totale altre spese (entrate)

131

12

119


1.788

(686)

2.474

Proventi (perdite) da operazioni continue








al lordo delle imposte sul reddito

(717)

1.340

(2.057)


3.180

649

2.531

Imposte differite passive (recupero)

(234)

(1.773)

1.539


1.325

(1.773)

3.098









Utile (perdita) netto da operazioni continue

(483)

3.113

(3596)


1.855

2.422

(567)

Perdita netta da attività operative cessate

(1)

1


(26)

26

Utile (perdita) netto

(483)

3.112

(3.595)


1.855

2.396

(541)

Utile (perdita) netto per azione








– Di base

$

(0.02)

$

0.15

(0,17)


$

0,09

$

0,12

(0,03)

– Diluito

$

(0.02)

$

0.15

(0,17)


$

0,09

$

0,12

(0,03)

Numero medio ponderato di azioni ordinarie








– Di base

20.766.565

21.016.059

(249.494)


20.941.690

19.706.535

1.235.155

– Diluito

22.540.529

21.016.059

1.524.470


22.496.719

19.706.535

2.790.184

Informazioni sul flusso di cassa selezionato








Cassa e disponibilità liquide, fine periodo

9268

8.589

679


9268

8.589

679

Contanti forniti dalle attività operative (utilizzate in)

52

617

(565)


5.306

(1.478)

6.784

Attività di investimento in contanti (utilizzate)

(46)

(29)

(17)


(215)

(144)

(71)

Contanti (utilizzati) forniti da attività finanziarie

(3.728)

(240)

(3.488)


(4.394)

3.186

(7580)

Reddito
Le entrate totali, composte da vendite di prodotti (compresi lo sviluppo di contratti e le entrate di produzione), le entrate di licenze e servizi sono state $ 3.820 per i tre mesi finiti 31 dicembre 2019, rispetto a $ 6.204 per il comparabile periodo di tre mesi del 2018. La diminuzione anno su anno di $ 2.384 o il 38,4% proviene principalmente dalla nostra attività di concessione di licenze a causa dei tempi di a $ 1.321 pietra miliare delle vendite ai sensi dell'Accordo Taro nel Q4-F2018, che non si è ripetuto nell'attuale trimestre; minori royalties dalle vendite nette globali di Pliaglis di $ 1.422, principalmente dagli Stati Uniti, parzialmente compensato da entrate incrementali di $ 327 dalla pietra miliare dello sviluppo ai sensi dell'accordo Taro, in relazione all'approvazione della FDA di una formulazione potenziata di Pliaglis®. Nel Q4-F2019, la Società ha riconosciuto royalties minime sulle vendite nette statunitensi di Pliaglis in quanto il distributore statunitense aveva un inventario sufficiente e non ha acquistato prodotti nel periodo.

Per l'anno terminato 31 dicembre 2019, i ricavi totali sono stati $ 22.337, rispetto a $ 16.628 per l'anno conclusosi 31 dicembre 2018. L'aumento di anno in anno di $ 5.709 o il 34,3% proviene principalmente dalla nostra attività di concessione di licenze, contribuendo $ 4.541 o il 60,4%, e in misura minore dalle vendite dei prodotti, in aumento $ 1.084 o 11,9% anno su anno. La crescita nel settore delle licenze in uscita è stata trainata principalmente dal pagamento anticipato di $ 3.721 e royalties minime garantite di $ 1.738, entrambi relativi alla firma dell'Accordo Cantabria; entrate incrementali da pietre miliari ai sensi dell'accordo Taro di $ 347, parzialmente compensato da minori royalties sulle vendite nette globali di Pliaglis di $ 1.263. L'aumento anno su anno delle vendite di prodotti è stato principalmente il risultato del lancio di Dermazulene ™ nel mercato cinese, nonché dei maggiori volumi delle attività di sviluppo e produzione dei nostri contratti.

Inoltre, la società è stata informata dal suo partner statunitense, Taro, di alcune modifiche restrittive alle cure gestite negli Stati Uniti che potrebbero avere un impatto negativo sulle vendite di Pliaglis in futuro. Sebbene l'impatto non possa essere quantificato e la sua portata non sia al momento sconosciuta, la Società, insieme al suo partner, monitorerà attentamente le vendite negli Stati Uniti.

Spese operative
Totale delle spese operative per i tre mesi chiusi 31 dicembre 2019 erano $ 4.406, rispetto a $ 4.852 per i tre mesi finiti 31 dicembre 2018, che rappresenta una diminuzione anno su anno di $ 446 o 9,2%. La riduzione è stata trainata principalmente da: 1) minori spese di ricerca e sviluppo di $ 255 dovuto principalmente al riconoscimento di un credito d'imposta per la ricerca scientifica e lo sviluppo sperimentale (“SR&ED”) nel trimestre; 2) minori spese di vendita, generali e amministrative (“SGAV”) per un importo di $ 266 principalmente a causa di minori costi relativi al personale e spese di compensazione basate su azioni; e 3) un costo inferiore delle merci vendute di $ 195 associato a minori royalties sulle vendite nette globali di Pliaglis nel trimestre; parzialmente compensato da 4) un aumento di $ 270 in quote di ammortamento.

Per l'anno terminato 31 dicembre 2019, le spese operative totali sono state $ 17.369 rispetto a $ 16.665 per l'anno conclusosi 31 dicembre 2018, che rappresenta un aumento di anno in anno di $ 704 o 4,2%. L'aumento è stato trainato principalmente da: 1) maggiori spese di ricerca e sviluppo di $ 313 associato a determinati investimenti effettuati per far avanzare la pipeline di prodotti della Società, parzialmente compensata da un credito d'imposta SR&ED riconosciuto nel Q4-F2019; 2) un costo maggiore delle merci vendute di $ 228 associato a vendite incrementali nette e parzialmente compensato da minori royalties sulle vendite nette globali di Pliaglis nel Q4-F2019; 3) maggiori ammortamenti di $ 583; parzialmente compensato da 4) una riduzione delle spese SGAV di $ 420 a seguito di una spesa complessivamente inferiore in consulenza e spese di compensazione basate su azioni.

Altre spese (entrate)
Per i tre e dodici mesi finiti 31 dicembre 2019, Altre spese includevano costi di interessi netti e perdite su cambi. Inoltre, durante l'anno F2019, la Società ha sostenuto $ 1.274 in termini di commissioni di risoluzione e altri costi relativi alle transazioni in relazione alla riacquisizione dei diritti mondiali di Pliaglis, a seguito della risoluzione del suo accordo di licenza con Galderma S.A. nel secondo trimestre del 2019.

Nell'esercizio precedente, la Società ha registrato un altro reddito complessivo di $ 1.105, composto da un guadagno al momento dell'insediamento di $ 650 in relazione a una responsabilità storica dovuta da una precedente acquisizione, e $ 455, principalmente relativi a: 1) corrispettivo ricevuto in relazione a piani di ammodernamento pianificati a seguito di richieste di risarcimento in caso di acquisizione precedente e rimborso rispetto a servizi di produzione di contratti resi in precedenza, e 2) un guadagno relativo a un corrispettivo potenziale derivante da un'altra acquisizione precedente, ai sensi dei quali la Società ha diritto a un risarcimento se non vengono raggiunti determinati obiettivi di vendita e livelli di consumo delle scorte. Tali importi sono stati parzialmente compensati da interessi passivi netti e perdite su cambi.

Entrate (perdite) da operazioni continue al lordo delle imposte sul reddito
Per i tre mesi finiti 31 dicembre 2019, la perdita derivante dalle operazioni continue al lordo delle imposte sul reddito era $ 717, rispetto al reddito di $ 1.340 per i tre mesi finiti 31 dicembre 2018. La diminuzione anno su anno di $ 2.057 era principalmente attribuibile a: 1) margine inferiore della nostra attività di concessione di licenze di $ 2.198, principalmente a causa delle minori entrate miliari e di royalties provenienti da Pliaglis; 2) un aumento degli ammortamenti di $ 270; parzialmente compensato da 3) risparmi in SGAV e spese di ricerca e sviluppo di $ 266 e $ 255, rispettivamente.

Per l'anno terminato 31 dicembre 2019, il reddito derivante dalle operazioni continue al lordo delle imposte sul reddito era $ 3.180 rispetto a $ 649 segnalato per l'esercizio chiuso 31 dicembre 2018. L'aumento di anno in anno di $ 2.531 era principalmente attribuibile a: 1) il margine lordo incrementale sulle vendite di prodotti di $ 615; 2) il beneficio del pagamento anticipato e dei canoni minimi garantiti ai sensi dell'accordo Cantabria del $ 4.185, al netto delle commissioni di risoluzione del contratto Galderma; e 3) il vantaggio della riduzione dei costi di SGAV di $ 420, parzialmente compensato da 4) un margine lordo inferiore su entrate in licenza di $ 676; 5) il beneficio non ricorrente di altri proventi e l'utile al momento del regolamento di $ 1.105 riconosciuto nell'anno fiscale 2018 che non si è ripetuto; 6) maggiori spese di ricerca e sviluppo di $ 313 nell'attuale periodo corrente; e 7) maggiori oneri di ammortamento di $ 583 anno dopo anno.

Disponibilità liquide
La liquidità totale generata durante l'anno è stata $ 679, a seguito del rimborso integrale del Prestito Knight per un importo di $ 3.570 durante il quarto trimestre del 2019. Le disponibilità liquide sarebbero state prima del rimborso del Prestito Knight $ 4.249. Il saldo finale delle disponibilità liquide era $ 9.268 al 31 dicembre 2019, rispetto a $ 8.589 al 31 dicembre 2018.

Misure finanziarie non IFRS
La Società riporta i risultati finanziari in conformità agli IFRS. Tuttavia, utilizziamo determinate misure finanziarie non IFRS per valutare le prestazioni della nostra Società. Riteniamo che questi siano utili al management, agli investitori e ad altri stakeholder finanziari nel valutare le performance di Crescita sia dal punto di vista finanziario che operativo. Le misure non IFRS utilizzate nel presente comunicato stampa non hanno alcun significato standardizzato prescritto dagli IFRS e non sono pertanto comparabili a misure analoghe presentate da altri emittenti. Tali misure devono essere considerate di natura supplementare e non sostitutive delle informazioni finanziarie correlate redatte in conformità agli IFRS.

Di seguito sono riportate le misure non IFRS della Società insieme alle rispettive definizioni:

  1. L'EBITDA è definito come l'utile (perdita) derivante da operazioni continue al lordo di interessi, imposte sul reddito, ammortamenti.
  2. L'EBITDA rettificato è definito come utili (perdite) da operazioni continue prima di interessi, oneri fiscali (recupero), ammortamenti, utili su liquidazione, altri redditi, compensazione basata su azioni (“SBC”), utili su rinegoziazioni del debito , svalutazione dell'avviamento e delle attività immateriali, risoluzione e altri costi, accrescimento del valore equo dell'inventario e utili (perdite) in valuta estera, a seconda dei casi.

Il management ritiene che l'EBITDA rettificato sia una misura importante della performance operativa e del flusso di cassa e fornisce informazioni utili agli investitori in quanto evidenzia le tendenze dell'attività sottostante che potrebbero altrimenti non essere evidenti quando si basano esclusivamente su misure IFRS.

Di seguito è riportata una riconciliazione tra EBITDA ed EBITDA rettificato e la misura IFRS più vicina.

In migliaia di dollari CAD

Tre mesi chiusi al 31 dicembre

Dodici mesi chiusi al 31 dicembre

2019

2018

Modificare

2019

2018

Modificare

Utile (perdita) netto da operazioni continue

(483)

3.113

(3596)

1.855

2.422

(567)

Inserisci:







Deprezzamento e ammortamento

552

282

270

1.729

1.146

583

Interessi passivi netti

125

113

12

403

493

(90)

Imposte differite passive

1.325

1.325

Il margine operativo lordo

194

3.508

(3.314)

5312

4.061

1.251

Compensazione basata su azioni regolata in azioni

40

145

(105)

287

342

(55)

Perdita di valuta estera

6

6

111

111

Commissioni di terminazione e altri costi

1.274

1.274

Di meno:







Altri proventi

3

(3)

1.105

(1105)

Guadagno in valuta estera

98

(98)

74

(74)

Recupero dell'imposta sul reddito differito

234

1.773

(1.539)

1.773

(1.773)

EBITDA rettificato

6

1.779

(1.773)

6.984

1.451

5.533

Attenzione ai limiti dei risultati finanziari riepilogativi Comunicato stampa
Questo comunicato stampa riepilogativo degli utili contiene informazioni limitate intese ad aiutare il lettore a valutare le prestazioni di Crescita, ma non è una fonte di informazioni adatta per i lettori che non hanno familiarità con Crescita e non sostituisce in alcun modo il Bilancio consolidato della Società e note, MD&A e modulo informativo annuale (“FIA”).

Di Crescita Therapeutics Inc.
Crescita (TSX: CTX, GRIGIO: CRRTF) è una società canadese di dermatologia commerciale orientata alla crescita, orientata all'innovazione, con capacità interne di ricerca e sviluppo e produzione. La Società offre un portafoglio di prodotti per la cura della pelle non soggetti a prescrizione medica e prodotti per la prescrizione di farmaci in fase precoce e commerciale e possiede diverse piattaforme proprietarie di distribuzione di farmaci che supportano lo sviluppo di formulazioni brevettate che possono facilitare la consegna di ingredienti attivi nella o attraverso la pelle.

Supportato da una forza vendita che copre tutto Canada ed eseguendo il suo approccio di marketing Business to Business to Consumer, Crescita vende i suoi prodotti per la cura della pelle senza prescrizione medica a livello nazionale attraverso spa, medispas e cliniche mediche, nonché a livello internazionale, attraverso distributori e una piattaforma di e-commerce.

La precedente società di Crescita, Nuvo Research, ha sviluppato un prodotto di prescrizione chiamato Pliaglis®, che utilizza la crema topica proprietaria che cambia fase Sbucciare tecnologia, una parte del DuraPeel ™ famiglia, che sono formulazioni di crema / gel auto-occludenti, che formano film, che forniscono un rilascio prolungato dei principi attivi nel sito di applicazione. Pliaglis è una crema anestetica locale d'attualità che fornisce un'analgesia cutanea locale sicura ed efficace sulla pelle intatta prima delle procedure dermatologiche superficiali. Il prodotto è attualmente approvato in oltre 25 paesi diversi e venduto da partner commerciali negli Stati Uniti, Italia e Brasilee venduto in Canada dalla Società.

L'esperienza di Crescita nella formulazione e nello sviluppo di prodotti può essere sfruttata in combinazione con le sue tecnologie di consegna transdermica brevettate per sviluppare e fabbricare creme, liquidi, pomate e sieri di gel nell'ambito della sua infrastruttura di sviluppo del contratto e della produzione (“CDMO”). La Società opera in una struttura di 50.000 piedi quadrati situata in Laval, Québec, che produce una parte significativa dei suoi prodotti per la cura della pelle senza prescrizione medica, come LDR, Pro-Derm e Alyria. Le formulazioni prodotte da o per Crescita includono cosmetici, prodotti per la salute naturale (“NHP”) e prodotti con numeri di identificazione dei farmaci (“DIN”). Per ulteriori informazioni, visitare www.crescitatherapeutics.com.

A proposito di Pliaglis®
Pliaglis è una crema anestetica locale d'attualità che fornisce un'analgesia cutanea locale sicura ed efficace sulla pelle intatta prima delle procedure dermatologiche superficiali. La formulazione contiene una miscela eutettica di lidocaina al 7% e tetracaina al 7% che utilizza la tecnologia Peel crema topica proprietaria che cambia fase. La tecnologia Peel consiste in una crema contenente farmaci che, una volta applicata sulla pelle di un paziente, si asciuga per formare uno strato flessibile che rilascia il farmaco sulla pelle. Pliaglis viene applicato sulla pelle intatta per 20-30 minuti prima di procedure dermatologiche superficiali come iniezioni di filler dermico, resurfacing facciale laser non ablativo o terapia laser a tintura pulsata e 60 minuti prima di procedure come la rimozione del tatuaggio assistita da laser. Dopo il periodo di applicazione, lo strato flessibile viene facilmente rimosso dalla pelle consentendo di eseguire la procedura con dolore minimo o assente. Negli studi clinici, la durata media dell'anestesia è stata compresa tra 7 e 9 ore dopo l'applicazione di Pliaglis.

Informazioni su Dermazulene®
Dermazulene è un marchio per la cura della pelle sviluppato appositamente per soddisfare le esigenze di cura della pelle dei consumatori asiatici. Il marchio si differenzia attraverso efficaci formule anti-invecchiamento, sbiancamento e anti-inquinamento, offrendo al contempo nuovi packaging come prodotti incapsulati. Il marchio è stato lanciato in Cina nel primo trimestre del 2019 attraverso la piattaforma di e-commerce di importazione transfrontaliera NetEase Kaola (ora di proprietà di Alibaba Holding Group Limited). Il dermazulene consente a Crescita di creare una presenza e-commerce e di attingere al potere d'acquisto del mercato cinese, sfruttando al contempo la percezione positiva dei prodotti canadesi lì. Crescita possiede i diritti di marchio per Dermazulene in Canada, Cina e gli Stati Uniti.

Informazioni su MMPE ™
La tecnologia MMPE ™ utilizza combinazioni sinergiche di alcuni specifici eccipienti farmaceutici inclusi nella Guida agli ingredienti inattivi della FDA per una migliore consegna topica di ingredienti attivi nella o attraverso la pelle. I vantaggi di questa tecnologia includono il potenziale per una maggiore penetrazione delle API con la possibilità di una migliore efficacia, una minore concentrazione di API e / o una riduzione della dose. I brevetti statunitensi rilasciati forniscono protezione della proprietà intellettuale attraverso 6 marzo 2027. Le domande sono in sospeso Australia, Canada, Europa, Messico, Nuova Zelanda e gli Stati Uniti, con l'ultima data di scadenza nel 2036.

Informazioni su Peel e DuraPeel ™
Le tecnologie Peel e DuraPeel ™ sono formulazioni di crema / gel auto-occludenti che formano film che forniscono un rilascio prolungato degli ingredienti attivi nel sito di applicazione. La crema / gel contiene un farmaco che, quando applicato sulla pelle di un paziente, forma uno strato flessibile che rilascia il principio attivo nella pelle per un massimo di 12 ore. I vantaggi delle tecnologie Peel e DuraPeel ™ includono la comprovata compatibilità con una varietà di ingredienti farmaceutici attivi (“API”). Un film autoocclusione riduce il rischio di trasferimento del prodotto, fornisce tempi di asciugatura rapidi, facilita l'applicazione e la rimozione e consente l'applicazione su superfici cutanee grandi e irregolari. Mentre la tecnologia Peel coinvolge tipicamente un singolo solvente che si asciuga per formare un film flessibile, la tecnologia DuraPeel prevede un sistema a due solventi che include: 1) un componente solvente volatile che si asciuga per formare un film auto-occultante e 2) un non- componente volatile del solvente che rimane nella formulazione per facilitare il rilascio prolungato dell'attivo dalla formulazione nella pelle. I brevetti sulla tecnologia Peel sono stati rilasciati in 21 paesi, inclusi gli Stati Uniti, con l'ultima scadenza nel 2031. Le domande di brevetto sono in corso di registrazione in 2 paesi. I brevetti DuraPeel ™ sono stati rilasciati in Australia, Canada, Giappone e gli Stati Uniti con l'ultima scadenza nel 2027. La domanda di brevetto europeo è in corso.

Dichiarazioni previsionali
Questo comunicato stampa contiene “informazioni previsionali” come definite dalle leggi canadesi sui titoli (collettivamente “dichiarazioni previsionali”). Le parole “piani”, “prevede”, “non prevede”, “obiettivi”, “ricerca”, “strategia”, “futuro”, “stime”, “intende”, “anticipa”, “non anticipa”, “proiettato”, “crede” o variazioni di tali parole e frasi o affermazioni secondo cui determinate azioni, eventi o risultati “possono”, “volontà”, “potrebbe”, “vorrebbe”, “dovrebbe”, “potrebbe”, “probabile”, “occorrenza”, “essere raggiunto” o “continua” e espressioni simili identificano dichiarazioni previsionali. Inoltre, tutte le dichiarazioni che si riferiscono ad aspettative, intenzioni, proiezioni o altre caratterizzazioni di eventi o circostanze futuri contengono dichiarazioni previsionali.

Le dichiarazioni previsionali non sono fatti storici ma rappresentano invece le aspettative, le stime, le proiezioni e le ipotesi del management in merito a eventi o circostanze futuri. Tali dichiarazioni previsionali sono qualificate nella loro interezza dai rischi intrinseci, dalle incertezze e dai cambiamenti nelle circostanze che circondano le aspettative future che sono difficili da prevedere e molte delle quali sono al di fuori del controllo della Società. Le dichiarazioni previsionali si basano necessariamente su una serie di stime e ipotesi che, sebbene ritenute ragionevoli dal management della Società alla data del presente comunicato stampa, sono intrinsecamente soggette a significative incertezze e contingenze commerciali, economiche e competitive. I fattori materiali e le ipotesi utilizzati per sviluppare le dichiarazioni previsionali e i fattori materiali di rischio che potrebbero far sì che i risultati effettivi differiscano materialmente dalle dichiarazioni previsionali, includono ma non sono limitati a cambiamenti negli affari o negli affari di Crescita; la capacità dei licenziatari di Crescita di commercializzare con successo i propri prodotti; fattori competitivi nei settori in cui Crescita opera; rapporti con clienti, fornitori e licenziatari; cambiamenti nei requisiti legali e regolamentari; cambio e tassi di interesse; condizioni economiche prevalenti; e altri fattori, molti dei quali sono al di fuori del controllo di Crescita.

Ulteriori fattori che potrebbero far sì che i risultati effettivi e le condizioni finanziarie di Crescita differiscano materialmente da quelli indicati nelle dichiarazioni previsionali includono, tra gli altri, i fattori di rischio inclusi nel modulo informativo annuale più recente di Crescita sotto la voce “Fattori di rischio” e come descritto di volta in volta nei rapporti e nei documenti di divulgazione depositati da Crescita presso le autorità e le commissioni regolatorie canadesi. Questi e altri fattori devono essere considerati attentamente e i lettori non devono fare eccessivo affidamento sulle dichiarazioni previsionali di Crescita quando prendono decisioni, poiché le dichiarazioni previsionali comportano rischi e incertezze significativi. Le dichiarazioni previsionali non devono essere lette come garanzie di prestazioni o risultati futuri e non saranno necessariamente indicazioni precise sull'opportunità o meno di raggiungere tali risultati.

Tutte le dichiarazioni previsionali si basano solo sulle informazioni attualmente disponibili per la Società e sono rese alla data del presente comunicato stampa. Ad eccezione di quanto espressamente richiesto dalla legge canadese in materia di titoli, la Società non si assume alcun obbligo di aggiornare o rivedere pubblicamente qualsiasi dichiarazione previsionale, sia a seguito di nuove informazioni, eventi futuri o altro. Tutte le dichiarazioni previsionali in questo comunicato stampa sono qualificate da queste dichiarazioni cautelative.

Cision Visualizza contenuti originali per scaricare contenuti multimediali: http: //www.prnewswire.com/news-releases/crescita-reports-q4-and-fiscal-2019-results-301025996.html

FONTE Crescita Therapeutics Inc.

Cision Visualizza il contenuto originale per scaricare file multimediali: http://www.newswire.ca/en/releases/archive/March2020/18/c0224.html

Psorilax:Immediatamente |elidel crema psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, ingredienti

Pfizer Inc. (NYSE: PFE) ha annunciato oggi che JADE COMPARE (B7451029) ha raggiunto i suoi endpoint di efficacia co-primaria. Lo studio di fase 3 ha valutato la sicurezza e l'efficacia di abrocitinib, un inibitore orale Janus chinasi 1 (JAK1) sperimentale una volta al giorno, in adulti con dermatite atopica da moderata a grave che erano anche in terapia topica di base. Lo studio includeva anche un braccio di controllo attivo, dupilumab, un trattamento biologico somministrato per iniezione sottocutanea, rispetto al placebo.

“È stato utile studiare abrocitinib in combinazione con terapie topiche per fornire dati rilevanti per l'ambiente del mondo reale”, ha affermato Michael Corbo, PhD, Chief Development Officer, Inflammation & Immunology, Pfizer Global Product Development. “L'aggiunta di un controllo attivo è stata anche importante per comprendere meglio il significato di questo potenziale nuovo farmaco e siamo incoraggiati dai dati positivi di questo studio.”

Questi dati, insieme ad altri risultati di altri studi cardine, MONO-1 e MONO-2, supporteranno il deposito presso gli organismi di regolamentazione, a partire dalla Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti, prevista per la fine dell'anno.

I risultati hanno mostrato che la percentuale di pazienti che raggiungevano ciascun endpoint di efficacia co-primaria alla settimana 12 era statisticamente superiore con entrambe le dosi di abrocitinib rispetto al placebo. La superiorità rispetto al placebo con entrambe le dosi è stata mantenuta alla settimana 16. Dupilumab, il controllo attivo su questi endpoint primari, ha dimostrato la superiorità rispetto al placebo alla settimana 12 e alla settimana 16.

Come endpoint secondario chiave, la percentuale di pazienti che ha avuto una riduzione clinicamente significativa del prurito entro la settimana 2 di trattamento è stata statisticamente superiore per la dose di 200 mg di abrocitinib rispetto a dupilumab e numericamente più elevata, ma non statisticamente più elevata, per la dose di 100 mg di abrocitinib rispetto a dupilumab.

Il profilo di sicurezza osservato con abrocitinib era coerente con studi precedenti. I risultati sulla sicurezza hanno mostrato che una percentuale maggiore di pazienti che ricevevano 200 mg di abrocitinib ha manifestato eventi avversi (61,9%) rispetto ad altri bracci di trattamento. Le percentuali di pazienti che hanno manifestato eventi avversi erano simili per placebo (53,4%), abrocitinib 100 mg (50,8%) e dupilumab (50%). La percentuale di pazienti che ha manifestato eventi avversi gravi ed eventi avversi che hanno portato alla sospensione dello studio è risultata simile tra il placebo (3,8% ciascuno), abrocitinib 100 mg (2,5% ciascuno), abrocitinib 200 mg (0,9% e 4,4%, rispettivamente) e dupilumab (0,8 % e 3,3%, rispettivamente) bracci di trattamento.

Gli endpoint co-primari nello studio erano la proporzione di pazienti che hanno ottenuto una valutazione globale (IGA) da investigatore di chiara (0) o quasi chiara (1) e una riduzione di due punti o maggiore dal basale alla settimana 12; e la proporzione di pazienti che hanno raggiunto almeno il 75% o una variazione maggiore rispetto al basale nel loro punteggio EASI (Area di eczema e indice di gravità) alla settimana 12. Gli endpoint secondari chiave erano la percentuale di pazienti che raggiungevano le misure IGA ed EASI alla settimana 16 ; e la percentuale di pazienti che ha ottenuto una riduzione di quattro punti o maggiore della gravità del prurito rispetto al basale misurata con la scala di valutazione numerica del prurito di picco (PP-NRS) alla settimana 2. Il relativo sollievo prurito di abrocitinib è stato formalmente confrontato solo con dupilumab alla settimana 2 .

I risultati completi di JADE COMPARE saranno presentati per la presentazione in un futuro incontro scientifico e per la pubblicazione su una rivista medica.

JADE MONO-1 e JADE MONO-2. “data -eagid =” 32 “> Lo studio è stato il terzo studio del programma di sviluppo globale JAK1 Atopic Dermatitis Efficacy and Safety (JADE) per abrocitinib. I risultati seguono risultati positivi annunciati lo scorso anno dagli studi cardine monoterapici associati inclusi nel Programma JADE: JADE MONO-1 e JADE MONO-2.

I partecipanti allo studio di JADE COMPARE hanno utilizzato emollienti non medicati almeno due volte al giorno e una terapia topica medicata come corticosteroidi, inibitori della calcineurina o inibitori della PDE4, come da protocollo guida, per trattare le lesioni attive durante lo studio. La durata del trattamento è stata di 20 settimane.

Un totale di 837 soggetti sono stati randomizzati in cinque bracci di trattamento:

  • Abrocitinib (100 mg) con placebo corrispondente a dupilumab somministrato per iniezione sottocutanea a settimane alterne dal 1 ° giorno alla settimana 16, seguito da abrocitinib (100 mg) fino alla settimana 20
  • Abrocitinib (200 mg) con placebo corrispondente a dupilumab somministrato per iniezione sottocutanea a settimane alterne dal 1 ° giorno alla settimana 16, seguito da abrocitinib (200 mg) fino alla settimana 20
  • Dupilumab (300 mg; con una dose di carico di 600 mg al basale) somministrato a settimane alterne con placebo trattato con abrocitinib somministrato per via orale una volta al giorno dal 1 ° giorno alla settimana 16, seguito da placebo somministrato per via orale con corrispondenza abrocitinib una volta al giorno fino alla settimana 20
  • Abrocitinib corrispondente al placebo somministrato per via orale una volta al giorno con dupilumab corrispondente al placebo iniettato per via sottocutanea somministrato a settimane alterne dal 1 ° giorno alla settimana 16, seguito da abrocitinib (100 mg) fino alla settimana 20
  • Abrocitinib corrispondente al placebo somministrato per via orale una volta al giorno con dupilumab corrispondente al placebo iniettato per via sottocutanea somministrato a settimane alterne dal giorno 1 alla settimana 16, seguito da abrocitinib (200 mg) fino alla settimana 20

https://www.clinicaltrials.gov. “data -eagid =” 46 “> Per ulteriori informazioni sullo studio JADE COMPARE, visitare https://www.clinicaltrials.gov.

Abrocitinib è una piccola molecola orale che inibisce selettivamente Janus chinase (JAK) 1. Si ritiene che l'inibizione di JAK1 moduli più citochine coinvolte nella fisiopatologia della dermatite atopica, tra cui l'interleuchina (IL) -4, IL-13, IL-31, IL- 22 e interferone gamma.

Le principali competenze di chimica e chimica JAK di Pfizer, combinate con la nostra esperienza di ricerca, hanno permesso alla società di adottare un approccio di ricerca e sviluppo diverso da quello di altre società coinvolte nella ricerca JAK, dando vita a una delle più vaste condotte di inibitori dell'immunocinasi. Invece di studiare una singola molecola per tutti i suoi potenziali usi, dove potrebbe non essere ottimale per alcuni, i candidati di Pfizer con profili di selettività unici sono espressamente abbinati alle condizioni in cui crediamo che abbiano il potenziale maggiore, se approvato, di rispondere a bisogni insoddisfatti. Pfizer ha cinque inibitori immunocinasi unici in studi clinici in fase avanzata per il potenziale trattamento di dieci malattie immuno-mediate:

  • Abrocitinib: un inibitore della JAK negli studi clinici di fase 3 per il potenziale trattamento di AD da moderata a grave tra adolescenti e adulti
  • PF-06651600: un inibitore orale della famiglia delle chinasi JAK3 / TEC in uno studio clinico di fase 3 per il potenziale trattamento di alopecia areata (AA) e nella fase 2 per vitiligine, morbo di Crohn (CD) e colite ulcerosa (UC)
  • PF-06700841: Un inibitore della tirosina chinasi 2 (TYK2) / JAK1 negli studi clinici di fase 2 per il potenziale trattamento della psoriasi e dell'AD nella formulazione topica e, nella formulazione orale per l'artrite psoriasica, CD, UC, vitiligine, lupus eritematoso sistemico ( SLE), AA e hidradenitis suppurativa (HS)
  • PF-06826647: Un inibitore di TYK2 sotto inchiesta negli studi clinici di fase 2 per il potenziale trattamento della psoriasi e dell'HS
  • PF-06650833: Un inibitore della chinasi 4 (IRAK4) associato al recettore IL-1 sotto inchiesta per il potenziale trattamento dell'artrite reumatoide e dell'HS negli studi clinici di fase 2

www.pfizer.com. Inoltre, per saperne di più, vi preghiamo di visitarci su www.pfizer.com e seguici su Twitter all'indirizzo @Pfizer e @Pfizer_News, LinkedIn, Youtube e come noi su Facebook all'indirizzo Facebook.com/Pfizer. “data -eagid =” 63 “> In Pfizer applichiamo la scienza e le nostre risorse globali per offrire terapie alle persone che estendono e migliorano significativamente la loro vita. Ci impegniamo a stabilire gli standard di qualità, sicurezza e valore nella scoperta, nello sviluppo e produzione di prodotti sanitari, compresi medicinali e vaccini innovativi. Ogni giorno, i colleghi Pfizer lavorano attraverso i mercati sviluppati ed emergenti per promuovere benessere, prevenzione, trattamenti e cure che sfidano le malattie più temute del nostro tempo. Coerentemente con la nostra responsabilità come una delle le più importanti aziende biofarmaceutiche innovative al mondo, collaboriamo con i fornitori di assistenza sanitaria, i governi e le comunità locali per supportare ed espandere l'accesso a servizi sanitari affidabili e convenienti in tutto il mondo. Per oltre 150 anni, abbiamo lavorato per fare la differenza per tutti coloro che fanno affidamento su di noi. Pubblichiamo regolarmente informazioni che potrebbero essere importanti per gli investitori sul nostro sito Web all'indirizzo www.pfizer.com. Inoltre, per ulteriori informazioni, visitare il sito Web su www.pfizer.com e seguici su Twitter all'indirizzo @Pfizer e @Pfizer_News, LinkedIn, YouTube e come noi su Facebook su Facebook.com/Pfizer.

www.sec.gov e www.pfizer.com.“data-reactionid =” 66 “>Un'ulteriore descrizione dei rischi e delle incertezze può essere trovata nella relazione annuale di Pfizer sul modulo 10-K per l'esercizio finanziario chiuso al 31 dicembre 2019 e nelle sue relazioni successive sul modulo 10-Q, comprese le sezioni della rubrica “Fattori di rischio” e “Informazioni e fattori previsionali che potrebbero influire sui risultati futuri”, così come nei suoi successivi rapporti sul Modulo 8-K, che sono tutti archiviati presso la Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti e disponibili su www.sec.gov e www. pfizer.com.

https: //www.fda.gov/RegulatoryInformation/LawsEnforcedbyFDA/SignificantA … consultato il 16 agosto 2019.
2 Hanifin JM, Reed ML. Un sondaggio sulla popolazione dell'eczema negli Stati Uniti. Dermatite. 2007; 18 (2): 82-91.
3 Dermatite atopica di Bieber T. Dermatologia. 2012; 1 (3): 203-217.
4 Oszukowska M, Michalak I, Gutfreund K, et al. Ruolo della prevenzione primaria e secondaria nella dermatite atopica. Postep Derm Alergol. 2015: 32 (6): 409-420.
5 Dermatite atopica di Nutten S.: epidemiologia globale e fattori di rischio. Ann Nutr Metab. 2015; 66 (suppl 1): 8-16.
6 Banerjee, S., Biehl, A., Gadina, M. et al. Segnalazione JAK-STAT come target per malattie infiammatorie e autoimmuni: prospettive attuali e future. Droga. 2017; 77: 521. https://doi.org/10.1007/s40265-017-0701-9.
7 Telliez JB, Dowty ME, Wang L, Jussif J, Lin T, Li L, et al. Scoperta di un inibitore selettivo JAK3: differenziazione funzionale dell'inibizione selettiva JAK3 rispetto all'inibizione selettiva pan-JAK o JAK1. ACS Chem Biol. 2016; 11 (12): 3442-51. doi: 10.1021 / acschembio.6b00677. “data -eagido =” 67 “>________________________________
1 Food and Drug Administration statunitense. Scheda informativa: Terapie innovative su https: //www.fda.gov/RegulatoryInformation/LawsEncedbyFDA/SignificantA … accessibile il 16 agosto 2019.
2 Hanifin JM, Reed ML. Un sondaggio sulla popolazione dell'eczema negli Stati Uniti. Dermatite. 2007; 18 (2): 82-91.
3 Dermatite atopica di Bieber T. Dermatologia. 2012; 1 (3): 203-217.
4 Oszukowska M, Michalak I, Gutfreund K, et al. Ruolo della prevenzione primaria e secondaria nella dermatite atopica. Postep Derm Alergol. 2015: 32 (6): 409-420.
5 Dermatite atopica di Nutten S.: epidemiologia globale e fattori di rischio. Ann Nutr Metab. 2015; 66 (suppl 1): 8-16.
6 Banerjee, S., Biehl, A., Gadina, M. et al. Segnalazione JAK-STAT come target per malattie infiammatorie e autoimmuni: prospettive attuali e future. Droga. 2017; 77: 521. https://doi.org/10.1007/s40265-017-0701-9.
7 Telliez JB, Dowty ME, Wang L, Jussif J, Lin T, Li L, et al. Scoperta di un inibitore selettivo JAK3: differenziazione funzionale dell'inibizione selettiva JAK3 rispetto all'inibizione selettiva pan-JAK o JAK1. ACS Chem Biol. 2016; 11 (12): 3442-51. doi: 10.1021 / acschembio.6b00677.

Visualizza la versione di origine su businesswire.com: https://www.businesswire.com/news/home/20200318005459/en/“data-reactionid =” 68 “>Visualizza la versione di origine su businesswire.com: https://www.businesswire.com/news/home/20200318005459/en/

Steven.Danehy@pfizer.com“data-reactionid =” 70 “> Supporto:
Steve Danehy
212-733-1538
Steven.Danehy@pfizer.com

Ryan.Crowe@pfizer.com“data-reactionid =” 71 “> Investitori:
Ryan Crowe
212-733-8160
Ryan.Crowe@pfizer.com

Psorilax:Prezzi |pubblicita tv della nuova crema x la psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, originale

J Family Med Prim Care. 2020 Jan; 9 (1): 20–24.

Astratto

La psoriasi è una malattia caratterizzata dalla presenza di papule e placche sulla superficie della pelle con morfologia, distribuzione e gravità variabili. Le lesioni della psoriasi sono distinte da queste altre entità e sono classicamente papule o placche rosse molto ben circoscritte, circolari, con una scala secca grigia o bianco-argentea. Inoltre, le lesioni sono tipicamente distribuite simmetricamente su cuoio capelluto, gomiti, ginocchia, zona lombosacrale e nelle pieghe del corpo. Le manifestazioni orali della psoriasi possono coinvolgere la mucosa orale o la lingua. La superficie dorsale della lingua mostra caratteristiche macchie rosse circondate da un bordo bianco giallo. La relazione tra lesioni oculari e psoriasi sono i risultati attuali in letteratura. Le complicanze oculari insieme alle numerose manifestazioni extracutanee sono complicazioni comuni osservate nella psoriasi. La patogenesi della relazione esatta tra questi due è ancora controversa. Studi immunologici hanno dimostrato una relazione positiva tra le cellule T helper e l'uveite. Vari segni e sintomi della psoriasi oculare possono essere trascurati. Pertanto, una comprensione completa del coinvolgimento oftalmico è importante per la cura completa dei pazienti con psoriasi. Quasi ogni parte del corpo può essere colpita dalla psoriasi, ma le complicanze oftalmiche della psoriasi di solito rimangono clinicamente sottili. Questa recensione mette in evidenza le varie manifestazioni della psoriasi con i loro segni e sintomi clinici.

Parole chiave: Cellule infiammatorie, manifestazioni, macchie, psoriasi

introduzione

La psoriasi è una malattia infiammatoria immuno-mediata con eziologia sconosciuta che può essere associata al difetto di proliferazione e differenziazione dei cheratinociti associato all'infiltrazione delle cellule infiammatorie, in particolare i linfociti T, i macrofagi e i neutrofili. (1) La psoriasi colpisce l'1-3% dei la popolazione adulta con varie manifestazioni extra cutanee. I pazienti affetti da psoriasi hanno manifestazioni oculari caratterizzate da iperproliferazione di cheratinociti con differenziazione anormale insieme a infiltrazione di cellule infiammatorie principalmente cellule T attivate nell'epidermide e nella parte papillare del derma. (2,3) Le lesioni oculari sono più comuni nei maschi e spesso si verificano durante le esacerbazioni della psoriasi. (4,5) Chandran et al. nel loro studio è stata riscontrata solo un'anomalia oftalmica su 67% dei pazienti con psoriasi, mentre il 20% aveva più di un'anomalia. Le cifre attuali sembrano essere più alte, come postulato dagli autori, di quanto ci si aspetterebbe; questo potrebbe essere verificato solo in presenza di un gruppo di controllo o di dati basati sulla popolazione per il confronto. (6)

Vari reperti clinici associati all'occhio psoriasico includono congiuntivite, secchezza oculare, episclerite e uveite. Lambert e Wright nel 1976 notarono la presenza di infiammazione oculare con artrite psoriasica, congiuntivite irite in pazienti affetti da psoriasi. (7)

La psoriasi è una comune malattia cutanea infiammatoria cronica che colpisce lo 0,5-2% dei bambini e dell'adolescenza. La malattia colpisce il 4% di tutti i bambini di età inferiore ai 16 anni con tutti i tipi di disturbi dermatologici. (8)

Finora sono state conosciute varie forme di psoriasi:

  1. Psoriasi a placche (caratterizzata da chiazze squamose secche)

  2. Psoriasi pustolosa (contiene liquido simile al pus principalmente infiltrato con globuli bianchi)

  3. Psoriasi eritrodermica (caratterizzata da esfoliazione della pelle squamosa con dolore e prurito)

  4. Psoriasi guttata (caratterizzata da punti simili a gocce)

  5. Psoriasi inversa (colpisce le superfici di flessione e caratterizzata da lesioni infiammate lisce)

  6. Altri tra cui la psoriasi del cuoio capelluto e la psoriasi delle unghie.

Manifestazioni orali

Le lesioni orali possono verificarsi sulle mucose della bocca, ma non è così comune come sulla pelle e di solito sono accompagnate da lesioni su altre parti del corpo. Rapporti di psoriasi orale ben documentati non mostrano un pattern di lesione coerente. I modelli vanno da lesioni in rilievo, bianche, squamose prevalentemente sul palato o mucosa buccale a lesioni ben delimitate, appiattite, eritematose che interessano la superficie dorsale della lingua con un bordo leggermente rialzato, bianco e anulare o serpiginoso. Queste ultime lesioni assomigliano molto alla lingua geografica. I pazienti con lesioni della lingua mostrano anche un coinvolgimento genitale e delle unghie e sembra che la lingua geografica sia più comune nella psoriasi ad esordio precoce e forse un indicatore della gravità della malattia. Anche lesioni della lingua aspecifiche sono state riportate frequentemente nei pazienti psoriasici. (9)

Le lesioni orali possono scomparire rapidamente o possono subire esacerbazioni o remissioni in concomitanza con lesioni cutanee. La diagnosi di psoriasi orale viene effettuata al meglio quando il decorso clinico della lesione orale è parallelo a quello della malattia della pelle ed è supportato da reperti microscopici.

Patogenesi

La psoriasi è una malattia della pelle iperproliferativa con un aumento del tasso di turnover epidermico. La patogenesi della psoriasi è collegata a vari meccanismi cellulari e al ruolo dei linfociti T, delle cellule presentanti l'antigene (APC), dei cheratinociti, delle cellule di Langerhans, dei macrofagi, delle cellule natural killer, di una serie di citochine di tipo Th1, nonché di alcuni fattori di crescita come È stato suggerito che il fattore di crescita dell'endotelio vascolare (VEGF), il fattore di crescita dei cheratinociti (KGF), ecc., abbiano un ruolo chiave nella patogenesi della psoriasi. (10) La psoriasi è una malattia immunologicamente mediata, l'attivazione dei linfociti T porta all'infiammazione nella componente dermica e secondaria agli eventi infiammatori c'è anche quella iperproliferazione epidermica. (11)

Si ipotizza che vari meccanismi siano coinvolti nella patogenesi della psoriasi:

  1. Funzione delle cellule T.

    I linfociti T sono costituiti da una popolazione funzionalmente distinta di cellule T helper e cellule T citolitiche. La funzione principale delle cellule T è quella di riconoscere gli antigeni peptidici processati che sono attaccati alle proteine ​​codificate dai geni MHC di classe II. Pertanto, per l'attivazione, le cellule T necessitano di APC per elaborare e presentare frammenti peptidici sulla superficie delle cellule APC. Le cellule T secernono varie linfochine. Le cellule T possono anche inibire le risposte immunitarie; in questo ruolo, questi sono noti come cellule T soppressori. Le distinte proteine ​​della membrana cellulare sono espresse da diverse popolazioni di cellule T. La positività CD4 è mostrata dalla maggior parte delle cellule T helper mentre le cellule citolitiche e soppressore sono CD8 positive. L'attivazione dei linfociti T richiede tre passaggi: (12) a. Binding b. Attivazione specifica dell'antigene (segnale 1) c. Interazione cellula-cellula non specifica dell'antigene (segnale 2)

  2. Ruolo delle cellule dendritiche

    Le cellule dendritiche fungono da classe principale di cellule presentanti l'antigene che si trovano in maggiore abbondanza nelle lesioni cutanee psoriasiche. (13) Le cellule di Langerhans sono un tipo di cellula dendritica immatura (iDC) che si trova nell'epidermide normale e si possono trovare anche nelle lesioni della psoriasi. (14 ) le iDC derivano da monociti del sangue o altri precursori mieloidi e hanno un ruolo immunostimolante. Questi iDC sono ulteriormente stimolati a diventare DC maturi (mDC). Le lesioni della psoriasi mostrano un marcato aumento delle DC dermiche. XIIIa e CD11c sono espressi da DC mieloidi o iDC e le proteine ​​CD83 e DC-LAMP sono positive per mDC.

  3. Iperproliferazione dei cheratinociti

    La pelle fornisce un meccanismo protettivo attraverso la sua struttura multistrato. L'epidermide è costituita da cinque strati, strato basale, strato spinoso, strato granuloso, strato lucidium e strato corneo. Principalmente i cheratinociti si formano nello strato basale e successivamente migrano verso lo strato corneo. Quando le cellule si spostano verso la superficie, i loro organelli scompaiono e sono pieni di cheratina. Lo strato più alto di cheratina fornisce una funzione protettiva. In condizioni normali il ciclo cellulare epidermico si completa in circa quattro settimane. Ma nella pelle psoriasica, il ciclo cellulare epidermico è accelerato. La divisione cellulare nello strato basale si verifica ogni 1,5 giorni e la migrazione dei cheratinociti nello strato corneo avviene entro circa 4 giorni. Ciò si traduce in iperproliferazione dei cheratinociti.

  4. Angiogenesi

    I cheratinociti producono citochine proangiogeniche (VEGF, IL-8), ma il meccanismo preciso dell'angiogenesi nella psoriasi è ancora sconosciuto. Nella psoriasi le cellule endoteliali si gonfiano e si attivano, queste cellule endoteliali attivate migrano, germogliano e depositano una membrana basale con periciti per il supporto strutturale per formare nuove reti di vasi. (15) Ciò si traduce in un allargamento degli spazi intercellulari e, quindi, dermico i vasi sanguigni si dilatano rendendo così più facile la migrazione dei leucociti nella pelle. (16)

  5. Mediatori delle citochine

    Nella psoriasi, la produzione di citochine provoca iperproliferazione epidermica, dilatazione vascolare e infiammazione dermica. Le citochine coinvolte nello sviluppo della psoriasi comprendono il fattore stimolante le colonie granulociti-macrofagi (GMCSF), il fattore di crescita epiteliale (EGF), IL-8, IL-12, IL-1, IL-6, IFN-γ e TNF-α . Queste citochine provocano la proliferazione dei cheratinociti, la migrazione dei neutrofili, il potenziamento delle risposte di tipo Th1, l'angiogenesi, la sovraregolazione delle molecole di adesione e l'iperplasia epidermica.

  6. Apoptosi ridotta

    Al fine di mantenere uno spessore costante dell'epidermide, la proliferazione dei cheratinociti nell'epidermide normale è regolata dalla morte cellulare per apoptosi. Si suggerisce che l'iperplasia epidermica caratteristica della psoriasi sia dovuta alla sovraespressione di P53 e queste cellule proliferanti tipicamente esprimono Bcl-2 che le protegge dagli stimoli apoptotici, mentre le cellule differenziate terminali perdono l'espressione di Bcl-2. (17)

Psoriasi e occhio

La psoriasi e l'occhio per i pazienti con psoriasi, l'uveite era stata comunemente pensata per verificarsi solo in concomitanza con l'artrite psoriasica, tuttavia, ci sono state molte segnalazioni di casi di uveite psoriasica che si presenta indipendentemente dalla malattia articolare. Inoltre, il rapporto temporale di queste due entità è stato contestato. Alcuni studi recenti suggeriscono che le manifestazioni infiammatorie articolari precedono l'uveite. Tuttavia, alcuni casi di uveite sono stati segnalati anche prima della malattia della pelle psoriasica e l'uveite è stata segnalata come il primo segno di presentazione di artrite psoriasica nello 0% -11,4% dei casi. La gravità dell'infiammazione oculare non è necessariamente correlata all'entità dei reperti articolari, ma può essere correlata alla malattia della pelle. (8)

Poiché il periodo di latenza per lo sviluppo di anomalie oculari sintomatiche può essere più lungo di 5 anni, è indicato il monitoraggio continuo e l'uso continuato di un'adeguata protezione oculare da parte di tutti i pazienti trattati con PUVA. (18)

Disturbo oculare

La psoriasi è una malattia infiammatoria cronica che si manifesta comunemente con varie manifestazioni extra cutanee di cui è importante il coinvolgimento degli occhi. La psoriasi può colpire la palpebra, la congiuntiva o la cornea con conseguente sviluppo di manifestazioni oculari, tra cui iperemia congiuntivale e congiuntivite, ectropion e trichiasi e secchezza corneale con cheratite puntata e scioglimento corneale. Studi condotti da Chandran et al. ed Erbagci et al. in Turchia avevano riscontrato che la prevalenza delle manifestazioni oculari nella psoriasi era rispettivamente del 67% e del 65%, che erano in congruenza con il presente studio, che mostrava una prevalenza del 70%. (2)

Congiuntivite

Articoli pubblicati hanno suggerito tassi di prevalenza della congiuntivite nei pazienti con psoriasi fino al 64,5%. La congiuntivite è una condizione degli occhi che si verifica comunemente che può essere causata dalla psoriasi, ma è più comunemente dovuta ad allergie, infezioni batteriche o infezioni virali. (8)

I sintomi della congiuntivite possono includere arrossamento, lacrimazione o secrezione gialla densa. Le lesioni congiuntivali sono state descritte come placche rosso-giallastre delimitate sulla congiuntiva palpebrale o come aree di aspetto xerotico sulla congiuntiva bulbare. La congiuntivite può portare a xerosi, symblepharon e trichiasi con ulteriori complicazioni che coinvolgono la cornea. (7)

Occhio secco (cheratocongiuntivite secca)

La cheratocongiuntivite secca è stata citata con un tasso di prevalenza del 2,7% dei pazienti con artrite psoriasica. Alcuni studi suggeriscono tassi di prevalenza di occhi asciutti fino al 18,75% dei pazienti con psoriasi. (8)

Episclerite

L'episclerite (infiammazione dello strato di tessuto che ricopre la sclera) può anche verificarsi in concomitanza con la psoriasi e si presenta con iperemia (aumento del flusso sanguigno) che può essere rosa o addirittura blu, tenerezza (sebbene una sensibilità significativa dovrebbe far sospettare la sclerite, una condizione più grave ) e irrigazione.

Blefarite

La psoriasi può colpire le palpebre in diversi modi. La blefarite, una condizione infiammatoria comune delle palpebre, è stata suggerita da Cram come il reperto oculare più diffuso nei pazienti con psoriasi. Sintomi come bruciore e prurito possono causare un notevole disagio. Il meccanismo di questa disfunzione nella psoriasi non è noto, ma Zengin et al. ha proposto che un aumento del turnover epiteliale porta ad alti volumi di produzione cellulare e conseguente spargimento che alla fine può portare a un blocco meccanico attraverso il dotto di Meibomio. La blefarite di solito può essere controllata con un'adeguata igiene delle palpebre, inclusi impacchi caldi, massaggio palpebrale e scrub palpebrale tradizionalmente con formule a base di shampoo per bambini. (7)

Uveite

L'uveite è un termine generico che si riferisce a un ampio gruppo di diverse malattie. L'International Uveitis Study Group classifica l'infiammazione intraoculare in anteriore (iride o corpo ciliare), posteriore (coroide o retina), intermedia (vitreo, retina periferica e pars plana del corpo ciliare) o panuveite (infiammazione generalizzata dell'intera uvea). (8)

L'uveite è una complicanza oculare potenzialmente grave che può verificarsi in pazienti con psoriasi. È stato segnalato che l'uveite anteriore si è verificata nel 7-20% dei pazienti con psoriasi. Il coinvolgimento uveale tende ad essere bilaterale, prolungato e più grave. L'uveite può essere controllata efficacemente utilizzando corticosteroidi e agenti cicloplegici con possibile terapia aggiuntiva con terapia immunomodulante convenzionale. Nei pazienti che sono refrattari a queste terapie o che non possono tollerare questi agenti, la terapia anti-fattore di necrosi tumorale alfa è un'altra opzione. (7)

L'uveite psoriasica può essere anteriore o posteriore o entrambe e quindi può richiedere strategie di trattamento differenti. L'uveite anteriore acuta può spesso essere trattata con un collirio dilatante per mantenere la pupilla mobile e prevenire la formazione di sinechie (aderenze tra l'iride e il cristallino). L'uveite posteriore, sebbene possa essere difficile da apprezzare all'esame obiettivo, è più comunemente responsabile della perdita della vista, aumentando l'urgenza del trattamento dell'infiammazione. La farmacoterapia raccomandata si è evoluta man mano che la comprensione della patogenesi è migliorata e sono stati identificati mediatori infiammatori specifici. Sebbene il trattamento tradizionale abbia coinvolto corticosteroidi o farmaci immunomodificanti, negli ultimi anni è stato suggerito l'uso di farmaci che prendono di mira la via del TNF nei casi più intrattabili. (8) L'uveite nei pazienti con psoriasi può avere caratteristiche cliniche distintive. (19) L'uveite è spesso la prima indicazione di una malattia extraoculare associata a HLA-B27 non diagnosticata in precedenza. (20)

Cataratta

Si ritiene generalmente che le anomalie del cristallino nei pazienti con psoriasi siano risultati accidentali. Chandran et al. ha riscontrato che il 63% (63 su 100) dei pazienti aveva però una cataratta bilaterale. Non è stata trovata un'associazione tra l'uso di corticosteroidi o fototerapia. (7) Ma alcuni casi clinici hanno suggerito che la terapia PUVA negli esseri umani può essere associata ad un aumentato rischio di anomalie del cristallino oculare, ma questo non è ben stabilito. (21)

Lesione corneale

Il coinvolgimento corneale nella psoriasi è raro e di solito secondario a complicanze palpebrali o congiuntivali come xerosi e trichiasi. La presentazione più comune è la cheratite epiteliale puntiforme, ma le lesioni possono includere opacità superficiali o profonde, infiltrati stromali, neovascolarizzazione, erosioni, cicatrici e persino scioglimenti stromali. (7)

Esame oftalmologico del paziente psoriasico

Tutti i reclami devono essere indirizzati a un oftalmologo per la valutazione. I non oftalmologi possono valutare l'acuità visiva di un paziente ed esaminare l'occhio esterno per l'iniezione circoncorneale. Il rinvio a un oftalmologo è essenziale per la diagnosi e il trattamento definitivi. (7) Gli esami oculistici di routine sono necessari nei pazienti con psoriasi di tutti i tipi, per la diagnosi precoce di patologie oculari subcliniche. (22)

Implicazioni per la pratica clinica

Il medico di base è il primo contatto di un paziente per la consultazione della malattia. La diagnosi precoce e un approccio multidisciplinare sono componenti chiave nella gestione dei vari tipi di psoriasi. Una maggiore consapevolezza e ricerca in questo campo hanno facilitato l'identificazione dei fattori di rischio e dei percorsi di causalità. Alcune terapie hanno mostrato una promessa che necessita di valutazione in studi clinici prospettici. I corticosteroidi topici sono comunemente usati in condizioni infiammatorie orali dolorose come le lesioni erosive della mucosa orale. La psoriasi orale è stata gestita con successo con steroidi topici con remissione completa. (23) Farmaci come Infliximab e ustekinumab hanno dimostrato di essere efficaci per le lesioni psoriasiche. (24)

A causa della bassa incidenza di lesioni psoriasiche nel cavo orale, la conoscenza della psoriasi rimane limitata. Bruce et al. ha spiegato che la natura asintomatica di queste lesioni è la ragione della minore prevalenza di lesioni orali nella psoriasi rispetto ad altre malattie papulosquamose. (25) Inoltre, il normale turnover epiteliale è di 28 giorni, ma nelle placche cutanee psoriasiche diminuisce da 3 a 7 giorni , che è vicino al normale tempo rigenerativo dell'epitelio orale, quindi, questo fenomeno può essere la causa della minore prevalenza di alterazioni apparenti nella mucosa orale dei pazienti con psoriasi. (26,27)

Conclusione

Le manifestazioni oculari nella psoriasi possono portare a varie complicazioni, inclusa la perdita della vista. Queste manifestazioni o complicanze possono essere osservate più comunemente nei pazienti affetti da psoriasi con artrite, ma sono state associate anche in pazienti affetti da psoriasi senza artrite. Questi segni e sintomi possono essere facilmente trascurati dal medico che non li sta cercando specificamente. Le manifestazioni oculari psoriasiche possono precedere i cambiamenti articolari. Pertanto, il paziente deve consultare il medico a intervalli regolari e lo specialista deve tenere presente una storia nota di psoriasi durante la valutazione dei sintomi oculari. Pertanto, per escludere le condizioni oftalmiche associate comuni tra cui secchezza oculare, blefarite, congiuntivite e uveite, nei pazienti affetti da psoriasi si consigliano esami oculistici regolari da parte del dermatologo esperto e dell'oftalmologo.

Supporto finanziario e sponsorizzazione

Nessuno.

Conflitto di interessi

Non ci sono conflitti di interesse.

Riferimenti

1. Talaee R, Hajheydari Z, Moghaddam AY, Moraveji SA, Ravandi BF. Prevalenza delle lesioni della mucosa orale e loro associazione con la gravità della psoriasi tra i pazienti psoriasici indirizzati alla clinica dermatologica: uno studio trasversale a Kashan / Iran. Accesso aperto Maced J Med Sci. 2017;5: 978–82. (Articolo gratuito PMC) (PubMed) (Google Scholar)
2. Kolli SR, Boda N, Reddy EA. Menifestazione oculare nella psoriasi. Natl J Med Dent Res. 2016;4: 101–4. (Google Scholar)
3. Sfikakis PP, Iliopoulos A, Elezoglou A, Kittas C, Stratigos A. Psoriasi indotta dalla terapia con fattore di necrosi tumorale: una reazione avversa paradossale. Reumatismi di artrite. 2005;52: 2513–8. (PubMed) (Google Scholar)
4. Okamoto F, Umebayasi Y, Ohtsuka F, Hommura S. Fattori associati all'aumento del flare acquoso nella psoriasi. Jpn J Ophthalmol. 2001;45: 172–6. (PubMed) (Google Scholar)
5. Campanati A, Neri P, Giuliodori K, Arapi I, Carbonari G, Borioni E, et al. Psoriasi oltre la superficie della pelle: uno studio pilota sul coinvolgimento oculare. Int Ophthalmol. 2015;35: 331–40. (PubMed) (Google Scholar)
6. Rehal B, Modjtahedi BS, Morse LS, Schwab IR, Maibach HI. Psoriasi oculare. J Am Acad Dermatol. 2011;65: 1202–12. (PubMed) (Google Scholar)
7. Au S-C, Yaniv S, Gottlieb AB. Manifestazioni oculari psoriasiche. Forum sulla psoriasi. 2011;17; 3: 169–79. (Google Scholar)
8. Zohreh H, Leila S, Soheila S. Gestione della psoriasi nei bambini: una revisione narrativa. J Pediatr Rev. 2015;3: e131. (Google Scholar)
9. Zargari O. La prevalenza e il significato della lingua fessurata e della lingua geografica nei pazienti psoriasici. Clin Exp Dermatol. 2006;31: 192–5. (PubMed) (Google Scholar)
11. Mehlis SL, Gordon KB. L'immunologia della psoriasi e l'immunoterapia biologica. J Am Acad Dermatol. 2003;49(2 Suppl): S44–50. (PubMed) (Google Scholar)
12. Joshi R. Immunopatogenesi della psoriasi. India J Dermatol Venereol Leprol. 2004;70: 1. (PubMed) (Google Scholar)
13. Shortman K, Liu YJ. Sottotipi di cellule dendritiche murine e umane. Nat Rev Immunol. 2002;2: 151–61. (PubMed) (Google Scholar)
14. McGregor JM, Barker JN, Ross EL, MacDonald DM. Le cellule dendritiche epidermiche nella psoriasi possiedono un fenotipo associato alla presentazione dell'antigene: Sul posto espressione di beta 2-integrine. J Am Acad Dermatol. 1992;27: 383–8. (PubMed) (Google Scholar)
15. Longo R, Sarmiento R, Fanelli M, Capaccetti B, Gattuso D, Gasparini G. Terapia anti-angiogenica: razionale, sfide e studi clinici. Angiogenesi. 2002;5: 237–56. (PubMed) (Google Scholar)
16. Creamer D, Sullivan D, Bicknell R, Barker J. Angiogenesis nella psoriasi. Angiogenesi. 2002;5: 231–6. (PubMed) (Google Scholar)
17. El-Domyatic M, Barakat M, Abdel-Razel R. Espressione delle proteine ​​che regolano l'apoptosi, P53 e Bcl-2, nella psoriasi. J Egypt Wom Dermatol Soc. 2006;3: 46–51. (Google Scholar)
18. Stern RS, Thibodeau LA, Kleinerman RA, Parrish JA, Fitzpatrick TB. Rischio di carcinoma cutaneo in pazienti trattati con fotochemioterapia orale con methoxsalen per la psoriasi. N Engl J Med. 1979;300: 809–13. (PubMed) (Google Scholar)
19. Durrani K, Foster CS. Uveite psoriasica: un'entità clinica distinta? Sono J Ophthalmol. 2005;139: 106–11. (PubMed) (Google Scholar)
20. Monnet D, Breban M, Hudry C, Dougados M, Brézin AP. Reperti oftalmici e frequenza delle manifestazioni extraoculari in pazienti con uveite HLA-B27: uno studio di 175 casi. Oftalmologia. 2004;111: 802–9. (PubMed) (Google Scholar)
21. Stern RS. Risultati della lente oculare in pazienti trattati con PUVA. J Invest Dermatol. 1994;103: 534–8. (PubMed) (Google Scholar)
22. Erbagci I, Erbagci Z, Gungor K, Bekir N. Patologie del segmento anteriore oculare e alterazioni del film lacrimale in pazienti con psoriasi volgare. Acta Medica Okayama. 2003;57: 299–304. (PubMed) (Google Scholar)
24. Falto-Aizpurua LA, Martin-Garcia RF, Carrasquillo OY, Nevares-Pomales OW, Sánchez-Flores X, Lorenzo-Rios D. Terapia biologica per la psoriasi pustolosa: una revisione sistematica. Int J Dermatol. 2019 doi: 101111 / ijd. 14671. (Google Scholar)
26. Reis V, Artico G, Seo J, Bruno I, Hirota SK, Lemos C, et al. Mucosite psoriasiforme delle mucose gengivali e palatali trattata con collutorio acido retinoico. Int J Dermatol. 2013;52: 113–5. (PubMed) (Google Scholar)
27. Ehsani A, Mortazavi H, Nourmohamadpure P, Azizpour A, Janesar Hoseinie M, Ghaedi F. Manifestazioni orali in pazienti con psoriasi: uno studio trasversale. J cellule staminali della pelle. 2018;5: e83956. (Google Scholar)

Articoli da Giornale di medicina di famiglia e cure primarie sono forniti qui per gentile concessione di Wolters Kluwer – Pubblicazioni Medknow

Psorilax:Spedizione |crema psoriasi ucraina

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, composizione

Clin Cosmet Investig Dermatol. 2019; 12: 953–959.

Astratto

La psoriasi inversa rappresenta una variante clinica della psoriasi che a volte è difficile da diagnosticare a causa della sua somiglianza clinica con altri disturbi della pelle che coinvolgono le pieghe, tra cui principalmente intertrigine meccanica, infezioni fungine e batteriche, dermatite da contatto, dermatite seborroica e lichen planus. La dermatoscopia rappresenta uno strumento utile per una diagnosi non invasiva potenziata. Il trattamento della psoriasi inversa può essere impegnativo e comprende corticosteroidi topici, inibitori topici della calcineurina, analoghi della vitamina D, terapie sistemiche orali tradizionali come ciclosporina e metotrexato e terapie biologiche.

parole chiave: psoriasi, inversa, diagnosi, dermatoscopia, microscopia confocale, trattamento

introduzione

La psoriasi inversa (IP), nota anche come psoriasi flessionale o intertriginosa, è una varietà di psoriasi a placche che coinvolge le pieghe del corpo, molto spesso quelle ascellari, anogenitali e inframammarie.1

Secondo diversi studi e popolazioni, la prevalenza della PI è molto variabile, dal 3 al 36%, a causa della mancanza di precisi criteri diagnostici e del consenso sul fatto che la localizzazione genitale sia considerata parte della malattia. nei bambini, specialmente nei bambini piccoli con coinvolgimento dell'area del pannolino che configura la “psoriasi del tovagliolo” .5

La patogenesi della PI non differisce da quella della psoriasi a placche e il possibile ruolo della colonizzazione fungina e / o batterica delle pieghe come possibile fattore scatenante è ancora oggetto di discussione.1

Sebbene la PI possa coinvolgere una percentuale limitata di aree del corpo della pelle, può avere un impatto significativo sulla qualità della vita, in particolare sulla funzione sessuale, sull'imbarazzo e sulla vergogna 6, come dimostrato da uno studio che utilizza uno strumento specifico per misurare il carico della malattia chiamato questionario sulla psoriasi inversa (IPBOD)

È stato anche suggerito che l'insorgenza improvvisa di PI negli adulti potrebbe essere un indicatore dell'infezione da HIV. 8,9

Presentazione clinica

La psoriasi inversa è clinicamente caratterizzata da cerotti ben delimitati ed eritematosi (-). Le aree più comunemente colpite sono le pieghe inguinali, seguite da ascelle, pieghe inframammarie, area perianale, ombelico e aree retroauricolari. Possono anche essere coinvolti fossa antecubitale e poplitea e spazi interdigitali. Il coinvolgimento dei genitali esterni è considerato parte della presentazione della PI.1 La PI può rappresentare la localizzazione esclusiva della psoriasi o, più frequentemente, può essere accompagnata da lesioni della psoriasi a placche classiche localizzate in altre aree del corpo. A differenza della psoriasi a placche, le squame biancastre sono in genere minime o assenti e la superficie delle lesioni appare umida, liscia e lucente.

Un file esterno che contiene un'immagine, un'illustrazione, ecc.
Il nome dell'oggetto è CCID-12-953-g0002.jpg

Psoriasi inversa dell'area perianale in una donna di 54 anni: cerotto simmetrico, eritematoso con ridimensionamento minimo.

Un file esterno che contiene un'immagine, un'illustrazione, ecc.
Il nome dell'oggetto è CCID-12-953-g0003.jpg

Psoriasi inversa dell'ascella destra in un bambino: cerotto eritematoso minimo.

Un file esterno che contiene un'immagine, un'illustrazione, ecc.
Il nome dell'oggetto è CCID-12-953-g0004.jpg

Psoriasi inversa della fossa poplitea destra in un bambino di 5 anni: cerotti umidi, lucenti, eritematosi.

Un file esterno che contiene un'immagine, un'illustrazione, ecc.
Il nome dell'oggetto è CCID-12-953-g0001.jpg

Psoriasi inversa delle pieghe inframammarie in una donna di 38 anni: chiazze ben delimitate, eritematose con ridimensionamento fine.

Un file esterno che contiene un'immagine, un'illustrazione, ecc.
Il nome dell'oggetto è CCID-12-953-g0005.jpg

Psoriasi inversa della piega inguinale destra nell'uomo di 46 anni (UN); la dermoscopia x10 mostra “punti rossi” distribuiti omogeneamente su uno sfondo eritematoso (B); La dermoscopia x150 mostra i tipici capillari “folti”.

Nei bambini piccoli, la PI può spesso manifestarsi come placche eritematose nettamente delimitate, minimamente elevate nell'area del pannolino, con un coinvolgimento tipico delle pieghe inguinali (psoriasi del tovagliolo) .5 Si osservano frequentemente erosioni superficiali e macerazione, con conseguente forte prurito, irritazione da sudorazione e indolenzimento.10

Superinfezione da batteri e funghi (in particolare Candida spp) è frequente in PI poiché la pelle umida fornisce un ambiente ideale per la crescita di microrganismi.11 D'altro canto, la colonizzazione delle aree flessurali può anche predisporre a razzi IP.1

Diagnosi differenziale

La diagnosi differenziale di PI comprende qualsiasi eruzione cutanea che coinvolge le pieghe del corpo, generalmente definita come “intertrigine”. 12,13 Ciò può essere causato da un semplice attrito meccanico, disturbi infettivi come infezioni fungine e batteriche e alcune malattie infiammatorie.14 La diagnosi può essere fastidioso, specialmente in caso di lesioni poche / isolate, e sono spesso necessari esami di laboratorio e / o istopatologia per raggiungere una diagnosi definitiva.

L'intertrigine per attrito meccanico è più frequente nei soggetti in sovrappeso e obesi e / o nelle persone che praticano sport (ad es. Corridori e motociclisti) indotti dall'attrito dallo sfregamento pelle a pelle. Altri fattori scatenanti includono umidità, iperidrosi, scarsa igiene e uso di lana e fibre sintetiche. È clinicamente caratterizzato da eritema, macerazione, erosioni e fissurazioni.

Infezioni fungine dovute a entrambi i dermatofiti (ad es. Tinea cruris) e Candida spp. sono molto comuni sulle pieghe della pelle e sono clinicamente caratterizzati da cerotti eritematosi. La presenza di bordi rialzati, squamosi e anulari nella tinea cruris e di papule e / o pustole satellitari periferiche nella candidosi può aiutare a differenziare queste condizioni dall'IP. Gli esami micologici diretti e culturali possono indirizzare alla diagnosi corretta, sebbene spesso la PI possa coesistere con queste infezioni.

Le infezioni batteriche possono anche essere la causa dell'intertrigine che può simulare la PI. Eritrasma, che è causato da Corynebacterium minutissimum, appare come macchie rosso-brunastre con bordi ben definiti. L'esame con la luce di Wood può aiutare a identificare questo modulo mostrando una fluorescenza rosso corallo, 11 e una coltura batterica positiva è diagnostica. Altri batteri possono spesso complicare l'intertrigine meccanica incluso Staphylococcus aureus, Streptococcus, Pseudomonas aeruginosa, Proteus mirabilis e Proteus vulgaris.

La dermatite seborroica delle pieghe appare come un'eruzione eritematosa, spesso con erosioni e ragadi. La presenza di squame giallastre e unte può aiutare a differenziare la dermatite seborroica dal PI, sebbene possano essere assenti.11 Il coinvolgimento simultaneo di aree tipiche (viso, cuoio capelluto) può indirizzare alla corretta diagnosi.

Il lichen planus può coinvolgere le pieghe simulando l'IP e la presenza di tipiche lesioni cutanee e / o mucose concomitanti o il riconoscimento clinico delle striature di Wickham può indirizzare alla diagnosi che dovrebbe essere confermata dall'istopatologia.

Dermatite da contatto irritante e allergica si incontrano spesso sulle pieghe della pelle. Sono principalmente dovuti al contatto con deodoranti, profumi e biancheria sintetica colorata e sono generalmente caratterizzati dalla presenza di chiazze e vescicole eritematose poco definite. I test allergici (patch test) possono essere utili per la diagnosi.

Altri disturbi della pelle che possono presentare cerotti / placche intertriganti comprendono dermatite atopica, malattia di Darier, malattia di Hailey-Hailey, malattia di Paget extramammaria, sindrome di glucagonoma, acrodermatite enteropatica e istiocitosi a cellule di Langerhans.

Infine, in caso di coinvolgimento genitale, la mucosite delle cellule plasmatiche di Zoon e l'eritroplasia di Queyrat dovrebbero essere prese in considerazione come diagnosi differenziali.15,16

Diagnosi

La diagnosi di IP () è generalmente clinica e l'esame obiettivo dovrebbe includere oltre le pieghe della pelle, l'intera superficie del corpo, comprese le mucose, al fine di verificare altre aree colpite dalla psoriasi. Le unghie e le articolazioni dovrebbero essere esaminate per qualsiasi cambiamento indicativo di psoriasi e una storia familiare dovrebbe essere presa in considerazione per migliorare ulteriormente la diagnosi.

Un file esterno che contiene un'immagine, un'illustrazione, ecc.
Il nome dell'oggetto è CCID-12-953-g0006.jpg

Diagramma di flusso diagnostico della psoriasi inversa.

In alcuni casi, la diagnosi di PI può essere difficile, specialmente quando appare come l'unica manifestazione della malattia, richiedendo quindi una biopsia cutanea. All'istopatologia, l'IP presenta il modello classico di psoriasi a placche, costituito da iperplasia epidermica e allungamento delle creste della rete, con acantosi, parakeratosi, assottigliamento delle placche sovrapapillari, riduzione dello strato di granulosus e, in alcuni casi, microabcessi Munro e micropustole di Kogoj. Rispetto alla psoriasi a placche classica, l'iperplasia epidermica è meno pronunciata e la spongiosi è più comune.1

Negli ultimi anni, la dermoscopia ha dimostrato di migliorare la diagnosi clinica della psoriasi. 17-19 In particolare, la dermoscopia a basso ingrandimento (X10) mostra la presenza caratteristica di squame biancastre e “punti rossi” distribuiti omogeneamente nell'intera placca su uno sfondo eritematoso (). Ad ingrandimento maggiore (> X100), i punti rossi appaiono come tipici “cespugli” di capillari contorti () che istopatologicamente corrispondono alla tipica modificazione dell'architettura microvascolare nella psoriasi, ovvero anse capillari dilatate, allungate e tortuose nel derma papillare.20 –22 La dermatoscopia può aiutare la diagnosi della psoriasi, specialmente in siti anatomici insoliti e / o presentazione, come la psoriasi palmo-plantare, genitale, del cuoio capelluto e inversa.16,23–27 In particolare, uno studio specifico ha dimostrato l'utilità della dermoscopia nella diagnosi in PI, in cui la visualizzazione delle strutture vascolari è semplice a causa dell'assenza di squame.26 Sono stati studiati trenta pazienti con lesioni eritematose localizzate in pieghe cutanee del corpo (ascellari, inframammarie, inguinali o interglutei): 10 con concomitante tipica psoriasi a placche e 20 con coinvolgimento esclusivo della flessione. La dermoscopia ad alto ingrandimento ha mostrato i tipici capillari “folti” in tutti i casi del primo gruppo, confermando così la diagnosi di IP. Nel secondo gruppo di pazienti, il modello capillare “folto” è stato osservato in 12 casi, suggerendo la diagnosi di PI successivamente confermata dall'esame istologico, mentre nei restanti 8 soggetti, in cui questo modello non è stato osservato, altre diagnosi (extramammary di Paget malattia, eritrasma, candidosi e dermatite irritante) sono stati dimostrati mediante esame istologico e / o altri test di laboratorio (esami micologici e batteriologici, patch test, lampada di legno).

La dermatoscopia è anche utile per la diagnosi del coinvolgimento genitale, sia nei maschi che nelle femmine, mostrando lo stesso schema vascolare.28,29 In uno studio aperto su 12 soggetti con diversi tipi di balanite, solo i pazienti con balanite psoriasica comprovata da biopsia hanno mostrato Capillari “folti”, mentre nei restanti casi (2 lichen planus, 1 lichen sclerosus, 1 balanite di Zoon e 2 candidosi) era evidente un pattern capillare non specifico.24

Un'altra tecnica non invasiva che è stata segnalata per migliorare la diagnosi della psoriasi genitale è la microscopia confocale a riflettanza in vivo (RCM), che è attualmente utilizzata nella valutazione di lesioni melanocitiche, tumori della pelle e alcune malattie infiammatorie e infettive.30,31 In uno studio su 10 pazienti con balanite psoriasica comprovata da biopsia, RCM palmare ha rivelato uno schema peculiare, costituito da papille dermiche allargate, irregolari, sfocate e scure (“non cerchiati”) piene di vasi sanguigni dilatati e separate da sottili creste interpapillari della rete .29 Questo modello è correlato ai “punti rossi” / “capillari folti” osservati durante la dermatoscopia. 22,29 RCM può essere utile per la diagnosi differenziale con altri disturbi genitali infiammatori, sebbene sia attualmente disponibile solo in centri accademici selezionati a causa del alto costo.29

Trattamento

Il trattamento dell'IP () differisce in modo significativo da quello della psoriasi a placche a causa delle caratteristiche dell'area interessata, in cui la pelle è generalmente sottile e più soggetta agli effetti collaterali locali. Inoltre, è importante considerare il contatto pelle a pelle che può provocare un effetto occlusivo.

Tabella 1

Opzioni terapeutiche per la psoriasi inversa

Prima linea

  • Corticosteroidi topici (potenza medio-bassa)

  • Inibitori topici della calcineurina (tacrolimus, pimecrolimus)

  • Analoghi di vitamina D topici (calcipotriolo, calcitriolo)

Seconda linea
IP resistente / severo
Altro

  • Dithranol topico

  • Retinoidi topici

  • Acido salicilico topico

  • Laser ad eccimeri

  • Tossina botulinica

I corticosteroidi topici e gli immunomodulatori topici rappresentano i trattamenti più utilizzati per la PI. Tuttavia, l'evidenza dell'efficacia e della sicurezza dei trattamenti sia topici che sistemici per la PI è generalmente bassa, come dimostrato da una recente revisione sistematica.6

Secondo le linee guida del consiglio medico della National Psoriasis Foundation, la terapia di prima linea per la PI dovrebbe essere rappresentata da corticosteroidi topici a bassa e media potenza.32 Questa raccomandazione è supportata da uno studio randomizzato su 80 pazienti adulti con IP in quale betametasone 0,1% applicato per 4 settimane ha determinato una riduzione dell'86% del punteggio PASI modificato. Inoltre, il 78% dei pazienti ha riportato una riduzione del prurito.33 In un altro studio in aperto su 20 pazienti adulti, l'unguento al fluticasone propionato allo 0,005% applicato per due settimane ha portato a un miglioramento della valutazione globale del medico dello stato della malattia delle lesioni target superiori a 75 % nell'85% dei casi.34 Tuttavia, i corticosteroidi sono raccomandati solo per una terapia a breve termine (<4 settimane) al fine di evitare i noti effetti avversi, come atrofia, teleangectasie, strie, assorbimento con effetti collaterali sistemici e tachifilassi.32,33,35 Man mano che la psoriasi inizia a migliorare, può essere gradualmente ridotta.

Le opzioni per una terapia topica a lungo termine (> 4 settimane) possono includere inibitori topici della calcineurina (TCI), come tacrolimus o pimecrolimus e analoghi della vitamina D, come supportati da diversi studi.32,36–43

In particolare, i TCI sono considerati scelte di prima linea per la PI a causa della mancanza di effetti collaterali significativi, sebbene possano essere meno efficaci dei corticosteroidi topici. Il loro uso nella psoriasi, tuttavia, è off-label. Uno studio multicentrico randomizzato controllato di tacrolimus contro placebo su 167 pazienti di età pari o superiore a 16 anni con psoriasi facciale o intertriginosa, ha prodotto dopo 8 settimane un miglioramento clinico “eccellente” (definito come> 90% utilizzando la valutazione globale del medico) nel 66,7% di soggetti trattati con unguento allo 0,1% di tacrolimus rispetto al 36,8% dei pazienti trattati con veicolo.37 D'altra parte, in uno studio in doppio cieco su 57 pazienti adulti con IP da moderato a grave, la crema all'1% di pimecrolimus applicata due volte al giorno era sicura ed efficace nel 71% dei pazienti che mostravano uno stato “chiaro” o “quasi chiaro” dopo 8 settimane di trattamento rispetto al 21% nel gruppo crema veicolo, con un'incidenza molto bassa di eventi avversi segnalati e nessuna atrofia.38

Per quanto riguarda gli analoghi della vitamina D, l'unguento con calcipotriolo allo 0,005% ha determinato un miglioramento del 62% nel punteggio PASI modificato in pazienti adulti con IP.33 In un altro studio in aperto su 12 pazienti adulti, l'unguento con calcipotriolo allo 0,005% applicato due volte al giorno per 6 settimane ha determinato un miglioramento significativo, con riduzione del punteggio PASI modificato dal 31,7 al 6,2,44 Tuttavia, il 42% dei pazienti ha presentato irritazione cutanea perilesionale o lesionale.44 In un confronto randomizzato intra-individuale su 75 soggetti adulti tra l'applicazione due volte al giorno di 3 μg / g Unguento di calcitriolo rispetto a 50 μg / g di unguento di calcipotriolo sullo studio correlato delle lesioni di destra-sinistra, il calcitriolo è risultato più tollerato e più efficace nel trattamento della psoriasi nelle aree di flessione: 20 su 30 (67%) soggetti con calcitriolo e solo 10 33%) i soggetti con calcipotriolo erano chiari o quasi chiari.42

La terapia di seconda linea per la PI comprende emollienti e prodotti topici a base di catrame.32 Gli emollienti sono ben tollerati e possono essere usati in associazione con corticosteroidi topici. I prodotti a base di catrame potrebbero essere potenzialmente irritanti, quindi sono usati meno frequentemente. Dato che nel PI si riscontrano frequentemente superinfezioni batteriche e / o fungine, la terapia antimicrobica può essere utile per il potenziale ruolo di questi microrganismi nella produzione di reazioni infiammatorie e razzi, 45–47 sebbene l'evidenza sia bassa. Il consiglio medico della National Psoriasis Foundation suggerisce l'uso di agenti antibatterici e / o antifungini topici in combinazione con un corticosteroide o calcipotriolo topico a potenza medio-bassa. Pochi studi suggeriscono anche l'uso di antisettici come lo 0,5% di clorexidina, il 2% di eosina e lo 0,3% di cloroxilenolo.48,49

Le prove relative all'efficacia dei trattamenti sistemici per la PI (comprese le terapie sistemiche orali tradizionali come ciclosporina e metotrexato, sostanze biologiche, inibitori della PDE4 e dimetil fumarato) sono molto basse, principalmente perché sono indicate per la psoriasi a placche da moderata a grave e non hanno specificamente studiato in IP.6 isolato Alcune esperienze possono derivare dal trattamento della psoriasi dell'area anogenitale con sostanze biologiche. In particolare, un paziente con artrite psoriasica e un significativo coinvolgimento dei genitali e delle pieghe interglutei ha subito una regressione quasi completa delle lesioni genitali dopo 90 giorni di trattamento con adalimumab.50 In un altro paziente con lesioni psoriasiche che coinvolgono inguine, schisi glutea, fusto e glande pene, così come altre aree del corpo, è stato registrato un miglioramento significativo dopo 4 iniezioni di ustekinumab.51 Recentemente, uno studio randomizzato, in doppio cieco, controllato in placebo di fase IIIb ha riportato l'efficacia di ixekizumab nel trattamento da moderato a grave psoriasi genitale, con il 73% dei pazienti che raggiungono una pelle genitale chiara o quasi chiara alla settimana 12,52 Sebbene queste poche segnalazioni non forniscano dati sufficienti per supportare l'efficacia del trattamento biologico in PI, il loro uso potrebbe essere raccomandato in recalcitrante, da moderato a grave casi. Complessivamente, i trattamenti sistemici e biologici tradizionali potrebbero essere utili per gravi IP resistenti al trattamento topico e / o alla psoriasi diffusa con coinvolgimento della flessione / genitale.6

Altri trattamenti riportati aneddoticamente per IP resistenti ai trattamenti tradizionali comprendono il laser ad eccimeri, che ha dimostrato efficacia in alcuni casi con effetti collaterali minimi, 53 e iniezioni di tossina botulinica che hanno determinato un certo miglioramento probabilmente attraverso la prevenzione del sudore e la conseguente macerazione cutanea e infezioni secondarie.54 , il dithranol topico, i retinoidi e l'acido salicilico potrebbero essere usati come terapia di terza linea, poiché sono generalmente irritanti.32

conclusioni

La psoriasi inversa è considerata un sito speciale di coinvolgimento della psoriasi piuttosto che una malattia separata.1 A volte è difficile da diagnosticare a causa della sua somiglianza clinica con altri disturbi della pelle che coinvolgono le pieghe. La dermatoscopia rappresenta uno strumento utile per una diagnosi non invasiva potenziata. Il trattamento può essere impegnativo poiché le aree intergiganti sono più soggette agli effetti collaterali indotti dalle terapie topiche tradizionali. Secondo un consenso e una recente revisione sistematica, alternare TCI o un analogo della vitamina D con corticosteroidi topici a breve termine può rappresentare la migliore strategia.6

Divulgazione

Maria Letizia Musumeci riporta tasse personali da Abbvie, tasse personali da Biogen, tasse personali da Janssen Cilag, tasse personali da Eli Lilly, tasse personali da Novartis, al di fuori dell'opera presentata. Gli autori non segnalano altri conflitti di interesse in questo lavoro.

Riferimenti

1. Omland SH, Gniadecki R. La psoriasi inversa: un'identità separata o una variante della psoriasi vulgaris?
Clin Dermatol. 2015;33(4): 456-461. doi: 10.1016 / j.clindermatol.2015.04.007 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
2. Syed ZU, Khachemoune A. Psoriasi inversa: presentazione e revisione del caso. Am J Clin Dermatol. 2011;12(2): 143-146. doi: 10.2165 / 11532060-000000000-00000 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
3. Fan X, Yang S, Sun LD, et al. Confronto delle caratteristiche cliniche dei pazienti con psoriasi HLA-Cw * 0602 positiva e negativa in una popolazione cinese Han. Acta Derm Venereol. 2007;87: 335-340. doi: 10.2340 / 00015555-0253 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
4. Fouere S, Adjadj L, Pawin H. In che modo i pazienti sperimentano la psoriasi: risultati di un sondaggio europeo. J Eur Acad Dermatol Venereol. 2005;3(Suppl 19): 2-6. doi: 10.1111 / j.1468-3083.2005.01329.x (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
5. Bronckers IM, Paller AS, van Geel MJ, van de Kerkhof PC, Seyger MM. Psoriasi nei bambini e negli adolescenti: diagnosi, gestione e comorbidità. Farmaci pediatrici. 2015;17(5): 373-384. doi: 10.1007 / s40272-015-0137-1 (Articolo gratuito PMC) (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
6. Reynolds KA, Pithadia DJ, Lee EB, Wu JJ. Trattamenti per la psoriasi inversa: una revisione sistematica. J Dermatolog Treat. 2019; 1-23. doi: 10.1080 / 09546634.2019.1620912 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
7. Cohen JM, Halim K, Joyce CJ, Patel M, Qureshi AA, Merola JF. Fare luce sulla “psoriasi nascosta”: uno studio pilota sul questionario sulla psoriasi inversa (IPBOD). J Drugs Dermatol. 2016;15(8): 1011-1016. (PubMed) (Google Scholar)
9. Morar N, Willis-Owen SA, Maurer T, Bunker CB. Psoriasi associata all'HIV: patogenesi, caratteristiche cliniche e gestione. Lancet Infect Dis. 2010;10: 470-478. doi: 10.1016 / S1473-3099 (10) 70101-8 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
10. Merola JF, Qureshi A, Husni ME. Psoriasi non diagnosticata e non trattata: sfumature di trattamento della psoriasi che colpiscono il cuoio capelluto, il viso, le aree intergiganti, i genitali, le mani, i piedi e le unghie. Dermatol Ther. 2018;31(3): E12589. doi: 10.1111 / dth.2018.31.issue-3 (Articolo gratuito PMC) (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
11. Wilmer EN, Hatch RL. Resistente “intertrigine candidale”: la psoriasi inversa potrebbe essere il vero colpevole?
J Am Board Fam. Med. 2013;26(2): 211-214. doi: 10.3122 / jabfm.2013.02.120210 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
12. Weisenseel P, Reich K. La psoriasi inversa. Hautarzt. 2015;6: 408-412. doi: 10.1007 / s00105-015-3628-7 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
13. Janniger CK, Schwartz RA, Szepietowski JC, Reich A. Intertrigo e comuni infezioni cutanee secondarie. Am Fam Physician. 2005;72(5): 833-838. (PubMed) (Google Scholar)
14. Brandon A, Mufti A, Gary Sibbald R. Diagnosi e gestione della psoriasi cutanea: una revisione. Adv Skin Wound Care. 2019;32(2): 58-69. doi: 10.1097 / 01.ASW.0000550592.08674.43 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
15. Errichetti E, Lacarrubba F, Micali G, Stinco G. Dermoscopia della balanite plasmatica degli zooni. J Eur Acad Dermatol Venereol. 2016;30(12): E209-E210. doi: 10.1111 / jdv.13538 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
16. Errichetti E, Lallas A, Di Stefani A, et al. Precisione della dermoscopia nel distinguere l'eritroplasia del queyrat dalle forme comuni di balanite cronica: risultati di uno studio osservazionale multicentrico. J Eur Acad Dermatol Venereol. 2019;33(5): 966-972. doi: 10.1111 / jdv.2019.33.issue-5 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
17. Micali G, Lacarrubba F, Massimino D, Schwartz RA. Dermatoscopia: usi alternativi nella pratica clinica quotidiana. J Am Acad Dermatol. 2011;64(6): 1135-1146. doi: 10.1016 / j.jaad.2010.03.010 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
18. Lacarrubba F, Ardigò M, Di Stefani A, Verzì AE, Micali G. Correlazioni di microscopia confocale di dermatoscopia e riflettanza nei disturbi non melanocitici. Dermatol Clin. 2018;36(4): 487-501. doi: 10.1016 / j.det.2018.05.015 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
19. Micali G, Verzì AE, Lacarrubba F. Usi alternativi della dermoscopia nella pratica clinica quotidiana: un aggiornamento. J Am Acad Dermatol. 2018;79(6): 1117-1132.e1. doi: 10.1016 / j.jaad.2018.06.021 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
20. Micali G, Lacarrubba F, Musumeci ML, Massimino D, Nasca MR. Modelli vascolari cutanei nella psoriasi. Int J Dermatol. 2010;49(3): 249-256. doi: 10.1111 / ijd.2010.49.issue-3 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
21. Lacarrubba F, Musumeci ML, Ferraro S, Stinco G, Verzì AE, Micali G. Un confronto a tre coorti con evidenza videodermatoscopica del modello microvascolare capillare distinto omogeneo nella psoriasi vs dermatite atopica e dermatite da contatto. J Eur Acad Dermatol Venereol. 2016;30(4): 701-703. doi: 10.1111 / jdv.12998 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
22. Nasca MR, Lacarrubba F, Caltabiano R, Micali G. Galleria di immagini: riproduzione del segno di auspitz mediante videodermatoscopia, microscopia confocale e istopatologia orizzontale. Br J Dermatol. 2019;180(6): E178. doi: 10.1111 / bjd.2019.180.issue-6 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
23. Micali G, Nardone B, Scuderi A, Lacarrubba F. La videodermatoscopia migliora la capacità diagnostica della psoriasi palmare e / o plantare. Am J Clin Dermatol. 2008;9(2): 119-122. doi: 10.2165 / 00128071-200809020-00005 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
24. Lacarrubba F, Nasca MR, Micali G. La videodermatoscopia migliora la capacità diagnostica nella balanite psoriasica. J Am Acad Dermatol. 2009;61(6): 1084-1086. doi: 10.1016 / j.jaad.2009.04.012 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
25. Musumeci ML, Lacarrubba F, Verzì AE, Micali G. Valutazione del modello vascolare nelle placche psoriasiche nei bambini mediante videodermatoscopia: uno studio comparativo aperto. Dermatol pediatrico. 2014;31(5): 570-574. doi: 10.1111 / pde.2014.31.issue-5 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
26. Musumeci ML, Lacarrubba F, Catalfo P, Scilletta B, Micali G. La valutazione della videodermatoscopia del modello vascolare distinto della psoriasi migliora la capacità diagnostica della psoriasi inversa. G Ital Dermatol Venereol. 2017;152(1): 88-90. doi: 10.23736 / S0392-0488.16.05212-3 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
27. Rosina P, Zamperetti MR, Giovannini A, Girolomoni G. Videocapillaroscopia nella diagnosi differenziale tra psoriasi e dermatite seborroica del cuoio capelluto. Dermatologia. 2007;214(1): 21-24. doi: 10.1159 / 000096908 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
28. Borghi A, Virgili A, Corazza M. Dermoscopia delle malattie genitali infiammatorie: approfondimenti pratici. Dermatol Clin. 2018;36(4): 451-461. doi: 10.1016 / j.det.2018.05.013 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
29. Lacarrubba F, Verzì AE, Ardigò M, Micali G. Microscopia confocale a riflettanza portatile, dermatoscopia e correlazione istopatologica della balanite infiammatoria comune. Skin Res Technol. 2018;24(3): 499-503. doi: 10.1111 / srt.2018.24.issue-3 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
30. Lacarrubba F, Pellacani G, Gurgone S, Verzì AE, Micali G. Progressi nelle tecniche non invasive come ausilio per la diagnosi e il monitoraggio della risposta terapeutica nella psoriasi a placche: una revisione. Int J Dermatol. 2015;54(6): 626-634. doi: 10.1111 / ijd.2015.54.issue-6 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
31. Verzì AE, Lacarrubba F, Caltabiano R, Broggi G, Musumeci ML, Micali G. Le caratteristiche al microscopio confocale a riflettanza della psoriasi a placche si sovrappongono a sezioni istopatologiche orizzontali: una serie di casi. Am J Dermatopathol. 2019;41(5): 355-357. doi: 10.1097 / DAD.0000000000001297 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
32. Khosravi H, deputato Siegel, Van Voorhees AS, Merola JF. Trattamento della psoriasi inversa / intertriginosa: linee guida aggiornate dal consiglio medico della fondazione nazionale per la psoriasi. J Drugs Dermatol. 2017;16(8): 760-766. (PubMed) (Google Scholar)
33. Kreuter A, Sommer A, Hyun J, et al. 1% di pimecrolimus, 0,005% di calcipotriolo e 0,1% di betametasone nel trattamento della psoriasi intertriginosa: uno studio controllato in doppio cieco, randomizzato. Arch Dermatol. 2006;142(9): 1138-1143. doi: 10.1001 / archderm.142.9.1138 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
34. Lebwohl MG, Tan MH, Meador SL, Cantante G. Applicazione limitata di unguento al fluticasone propionato, 0,005% nei pazienti con psoriasi del viso e aree intertriginose. J Am Acad Dermatol. 2001;44(1): 77-82. doi: 10.1067 / mjd.2001.110046 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
35. Kalb RE, Bagel J, Korman NJ, et al., National Psoriasis Foundation. Trattamento della psoriasi intergigante: dal consiglio medico della fondazione nazionale per la psoriasi. J Am Acad Dermatol. 2009;60(1):120–124. doi:10.1016/j.jaad.2008.06.041 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
36. Malecic N, Young H. Tacrolimus for the management of psoriasis: clinical utility and place in therapy. Psoriasis (Auckl). 2016;6:153–163. doi:10.2147/PTT.S101233 (PMC free article) (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
37. Lebwohl M, Freeman AK, Chapman MS, Feldman SR, Hartle JE, Henning A. Tacrolimus ointment is effective for facial and intertriginous psoriasis. J Am Acad Dermatol. 2004;51(5):723–730. doi:10.1016/j.jaad.2004.07.011 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
38. Gribetz C, Ling M, Lebwohl M, et al. Pimecrolimus cream 1% in the treatment of intertriginous psoriasis: a double-blind, randomized study. J Am Acad Dermatol. 2004;51(5):731–738. doi:10.1016/j.jaad.2004.06.010 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
39. Freeman AK, Linowski GJ, Brady C, et al. Tacrolimus ointment for the treatment of psoriasis on the face and intertriginous areas. J Am Acad Dermatol. 2003;48:564–568. doi:10.1067/mjd.2003.169 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
40. Ezquerra GM, Regana MS, Acosta EH, Millet PU. Topical tacrolimus for the treatment of psoriasis on the face, genitalia, intertriginous areas and corporal plaques. J Drugs Dermatol. 2006;5:334–343. (PubMed) (Google Scholar)
41. Brune A, Miller DW, Lin P, Cotrim-Russi D, Paller AS. Tacrolimus ointment is effective for psoriasis on the face and intertriginous areas in pediatric patients. Pediatr Dermatol. 2007;24:76–80. doi:10.1111/j.1525-1470.2007.00341.x (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
42. Ortonne JP, Humbert P, Nicolas JF, et al. Intra-individual comparison of the cutaneous safety and efficacy of calcitriol 3 ug g-1 ointment and calcipotriol 50 ug g-1 ointment on chronic plaque psoriasis localized in facial, hairline, retroauricular or flexural areas. Br J Dermatol. 2003;148(2):326–333. doi:10.1046/j.1365-2133.2003.05228.x (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
43. Dattola A, Silvestri M, Bennardo L, et al. Update of calcineurin inhibitors to treat inverse psoriasis: a systematic review. Dermatol Ther. 2018;31(6):e12728. doi:10.1111/dth.v31.6 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
44. Kienbaum S, Lehmann P, Ruzicka T. Topical calcipotriol in the treatment of intertriginous psoriasis. Br J Dermatol. 1996;135(4):647–650. doi:10.1111/j.1365-2133.1996.tb03851.x (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
45. Noah PW. The role of microorganisms in psoriasis. Semin Dermatol. 1990;9(4):269–276. (PubMed) (Google Scholar)
46. Rosenberg EW, Noah PW, Skinner RB Jr, Vander Zwaag R, West SK, Browder JF. Microbial associations of 167 patients with psoriasis. Acta Derm Venereol Suppl (Stockh). 1989;146:72–74. (PubMed) (Google Scholar)
47. Flytström I, Bergbrant IM, Bråred J, Brandberg LL. Microorganisms in intertriginous psoriasis: no evidence of candida. Acta Derm Venereol. 2003;83(2):121–123. doi:10.1080/00015550310007463 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
48. Arnold WP, Van Der Meer YG. Does adding of chlorhexidine 0.5% to topical corticosteroids enhance efficacy in the treatment of atopic dermatitis and inverse psoriasis? Results of a double-blind study. Ned Tijdschr Dermatol Venereol. 2005;15(8):340–342. (Google Scholar)
49. Leigheb G, Gallus D, Spano G. Treatment of psoriasis with an antiseptic combination, in a double-blind comparison versus eosin. G Ital Dermatol Venereol. 2000;135(1):107‐14. (Google Scholar)
50. Ješe R, Perdan-Pirkmajer K, Dolenc-Voljč M, Tomšič M. A case of inverse psoriasis successfully treated with adalimumab. Acta Dermatovenerol Alp Pannonica Adriat. 2014;23(1):21–23. (PubMed) (Google Scholar)
52. Ryan C, Menter A, Guenther L, et al.; IXORA-Q Study Group. Efficacy and safety of ixekizumab in a randomized, double-blinded, placebo-controlled phase IIIb study of patients with moderate-to-severe genital psoriasis. Br J Dermatol. 2018;179(4):844–852. doi:10.1111/bjd.2018.179.issue-4 (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
53. Mafong EA, Friedman PM, Kauvar AN, Bernstein LJ, Alexiades-Armenakas M, Geronemus RG. Treatment of inverse psoriasis with the 308 nm excimer laser. Dermatol Surg. 2002;28(6):530–532. doi:10.1046/j.1524-4725.2002.12005.x (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)
54. Zanchi M, Favot F, Bizzarini M, Piai M, Donini M, Sedona P. Botulinum toxin type-A for the treatment of inverse psoriasis. J Eur Acad Dermatol Venereol. 2008;22(4):431–436. doi:10.1111/j.1468-3083.2007.02457.x (PubMed) (CrossRef) (Google Scholar)

Articles from Clinical, Cosmetic and Investigational Dermatology are provided here courtesy of Dove Press

Psorilax:Eliminare |crema nivea per psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, originale

L'elenco degli ingredienti di molti prodotti di bellezza può essere estremamente lungo, per non parlare delle parole e dei simboli scientifici che non hanno molto senso.

Voglio sapere di più su ciò che mi schiaffeggia sul viso, ma le liste che inducono mal di testa sul retro dei miei prodotti sono travolgenti e mi fanno scoraggiare dal mondo della bellezza pulita.

Ma quando ho sentito Queer Eye l'ospite Jonathan Van Ness – o come mi piace chiamarlo affettuosamente “Clean Kween” – stava visitando l'Australia, sapevo che era un'opportunità per diventare realisti su ciò che è nei miei prodotti.

JVN, l'esperto di toelettatura dello show Netflix di successo, è stato un grande fan del marchio di bellezza pulita Biossance sin da quando era un “bambino”, dicendo a The Beauty Diary che ha iniziato a usarlo a giugno 2017, durante le riprese della prima stagione di Queer Eye.

L'elenco degli ingredienti che inducono mal di testa sul retro di uno dei miei prodotti per la cura della pelle a casa. Immagine: fornita

L'elenco degli ingredienti che inducono mal di testa sul retro di uno dei miei prodotti per la cura della pelle a casa. Immagine: fornita

“Vivevo ad Atlanta e avevo una riacutizzazione della psoriasi, che è una condizione in cui il sistema immunitario del tuo bambino sta perdendo troppa pelle”, ha recentemente dichiarato Van Ness a TBD in occasione di un evento di Biossance.

“È stato un tale riacutizzazione e tutto ciò che stavo usando mi ha sconvolto la pelle, che è stato quando ho scoperto il marchio e ho iniziato a usarlo in modo coerente e sento che mi ha tranquillamente calmato.”

Ora è un ambasciatore dell'azienda, con Catherine Gore, il presidente del marchio che rivela che non poteva crederci quando ha saputo che Jonathan era un fan.

“Ricordiamo che quando ha usato Biossance per la prima volta, stavamo tutti esultando, pensando” come fa a saperlo “perché eravamo un marchio per bambini”, ha spiegato. “Ma Jonathan è stata una delle prime persone a utilizzare il marchio e a seguirlo davvero.”

Il personaggio televisivo americano Jonathan Van Ness si è rivolto a prodotti con ingredienti minimi e ha trovato un marchio

Il personaggio televisivo americano Jonathan Van Ness si è rivolto a prodotti con ingredienti minimi e ha trovato un marchio “pulito” chiamato Biossance. Immagine: fornita

L'azienda ha ormai quattro anni e ha 18 prodotti per la cura della pelle “puliti” – ma nonostante il suo successo, Catherine afferma che le persone spesso si confondono su ciò che significa effettivamente pulizia, in particolare su come differisce dalla bellezza naturale.

È sicuramente qualcosa di cui io stesso e i lettori di The Beauty Diary abbiamo discusso nel nostro gruppo di Facebook – quindi ero desideroso di approfondire.

“Per la pulizia, l'attenzione è rivolta alla formulazione dei prodotti utilizzando ingredienti che si sono dimostrati sicuri e non dannosi per la salute o la salute del pianeta”, ha spiegato Catherine a TBD.

“Un marchio naturale trarrà i suoi ingredienti dalla natura, esempi possono includere olii vegetali, sali naturali e resine, ma non tutti gli ingredienti non completamente naturali sono sicuri o di provenienza sostenibile.

“Un buon esempio” naturale “è il legno di sandalo, spesso questo ingrediente non è di origine sostenibile o coltivato.”

“Un buon esempio di prodotto pulito e naturale è il balsamo per le labbra”, ha continuato. “Storicamente, molti balsami per le labbra dicono che sono naturali ma c'è ancora un derivato animale – di solito cera d'api – in loro.”

Catherine Gore e Jonathan Van Ness hanno svelato alcuni miti sulla bellezza per The Beauty Diary. Immagine: fornita

Catherine Gore e Jonathan Van Ness hanno svelato alcuni miti sulla bellezza per The Beauty Diary. Immagine: fornita

Un'altra battaglia Catherine ha affermato che il marchio deve affrontare la convinzione che “pulito” non sia efficace quanto i suoi concorrenti “non puliti” che utilizzano ingredienti sostenuti dalla scienza.

“Quando si tratta di prodotti per la cura della pelle, dover scegliere tra ingredienti puliti o efficacia non è più una decisione che devi prendere”, ha detto.

“Gli ingredienti provati clinicamente, efficaci e sostenibili sono possibili perché la scienza e gli ingredienti sono così buoni, che pulito e clinico sono la stessa cosa.

“Lo chiamiamo cleanical.”

Jonathan è un grande sostenitore dei risultati, rivelando che i suoi prodotti preferiti includono Balsamo labbra alla rosa vegana ($ 18 a Sephora) che usa anche come gel per sopracciglia “tutto il tempo”.
“È incredibile, mi sento come se avesse un effetto duraturo sulle mie labbra tra un utilizzo e l'altro, non è uno di quei balsami per le labbra che si perpetuano dove devi continuare a usarlo, altrimenti ti si screpolano ulteriormente”, ha detto.

Un altro dei suoi favoriti, è il Squalane + Crema occhi alle alghe marine ($ 54 a Sephora) è il suo eroe “letterale”, ammettendo che è stato conosciuto per usarlo su tutto il viso oltre ad essere un “fan gigantesco” del Squalane + Tea Tree Balancing Oil ($ 49 a Sephora) che ha detto è stato ottimo per la pelle grassa e per i breakout.

Se hai notato che usano molto lo squalane, avresti ragione: è un ingrediente fondamentale in tutti i suoi prodotti e proviene dal 100% di canna da zucchero rinnovabile a base vegetale.

I drogati di bellezza lo sapranno, lo squalane è un ingrediente spuntato in molti prodotti ultimamente, ma se non ne hai mai sentito parlare prima, Catherine lo spiega brillantemente.

“Se pensi all'acido iauronico come trattenere l'umidità, lo squalano è umidità”, ha detto, aggiungendo che si trova naturalmente nella nostra pelle “, ma perdiamo quasi completamente all'età di 60 anni”, afferma Catherine.

Ora hai la testa su cos'è la bellezza pulita, ecco alcuni dei miei prodotti puliti preferiti.

Hai perso una colonna? Resta aggiornato su tutte le azioni di The Beauty Diary qui.

SIERO DUO BIOLOGI BQK RADIANCE FACE

Questo marchio Byron Bay ha ingredienti super minimali, con solo due articoli in ciascuno di questi sieri. Immagine: fornita

Questo marchio Byron Bay ha ingredienti super minimali, con solo due articoli in ciascuno di questi sieri. Immagine: fornita

Disponibile su biologi.com.au e adorebeauty.com.au

Prezzo: $ 138

Ci sono molti lettori di Beauty Diary che parlano di questo marchio Byron Bay nel nostro gruppo di Facebook – ed è perché è dannatamente buono. Il siero Bqk è in realtà composto da due prodotti abbinati, un siero mattutino a base di estratto di prugna Kakadu e un siero da sera a base di estratto di Quandong. Entrambi contengono 0,2 per cento di benzoato di sodio, un conservante che mantiene stabile l'estratto. Quello a base di prugna è da utilizzare al mattino quando ti assorbe con una quantità di livello successivo di vitamina C (100 volte quella inn un'arancia). Trovato naturalmente nel frutto nativo, è usato per illuminare la pelle e ridurre l'infiammazione. Contiene anche acido gallico, un attivo che viene utilizzato per trattare le occhiaie e battere le rughe. Di notte dopo una doppia pulizia, si utilizza quindi una pompa salutare del Quandong – un siero di pesca nativo – che aiuta la pelle a riprendersi da fattori ambientali come i danni del sole che possono causare secchezza e sensibilità. Rimette anche l'umidità in faccia.

E santo guac, questi due sieri insieme sono come una magia. Dalla prima applicazione mattutina, la mia pelle è stata immediatamente illuminata e meno gonfia intorno agli occhi, un'area in cui faccio fatica a essere un nottambulo che deve svegliarsi ogni giorno prima dell'alba.

La formula non è come un normale siero, è super sottile, oleosa quasi uniforme, quindi ci vuole un po 'più di tempo per immergerti nella pelle – ma resta fedele, lascialo riposare qualche minuto e poi massaggia in eccesso. È il prodotto più semplice, con solo due ingredienti ciascuno, semplificherà sicuramente la tua routine di cura della pelle se stai cercando di tornare indietro e tornare alle origini.

OLIO PER IL CORPO DEL SONNO INDE LEE

Hai bisogno di qualche Zzz in più? Prova questo bambino. Immagine: fornita

Hai bisogno di qualche Zzz in più? Prova questo bambino. Immagine: fornita

Disponibile a Sephora

Prezzo: $ 70

Chi non vuole dormire meglio? So di prima mano che è un argomento di cui i lettori di news.com.au sono ossessionati, quindi quando un prodotto di bellezza si è presentato sulla mia scrivania che afferma che ti calma e rilassa per un sonno più profondo, più riposante E dona alla tua pelle una bontà idratante , Ero incuriosito. La bottiglia ha un ugello spray, qualcosa che non mi aspettavo da un prodotto a base di olio, ma si spruzza uniformemente e sei immediatamente colpito da una distesa rilassante di lavanda e camomilla. Ero un po 'preoccupato che avrebbe lasciato la mia pelle unta e avrebbe lasciato segni sulla mia biancheria da letto quando l'ho applicata appena prima di andare a letto, ma la formula è davvero delicata e non segna le mie lenzuola. Per quanto riguarda la pelle, mi fa sentire il bambino morbido dappertutto e l'ho trovato massaggiato molto facilmente. Non posso dire che mi abbia sicuramente aiutato a ottenere degli Zzz extra, ma è un bel tocco rilassante prima di andare a letto che ti aiuta a rilassarti e ad avere voglia di dormire.

BIOSSANCE SQUALANE + OLIO DI ROSA VITAMINA C

Se è abbastanza buono per JVN, è abbastanza buono per me. Immagine: fornita

Se è abbastanza buono per JVN, è abbastanza buono per me. Immagine: fornita

Disponibile a Sephora

Prezzo: $ 112

Sì, lo so, il secondo olio in questa colonna che è scioccante per questa persona grassa dalla pelle grassa. Ma ora sono un fan degli olii, quindi se ti sei perso quel memo, ma puoi scoprire cosa mi ha influenzato qui. Il motivo per cui mi piace questo prodotto “pulito” è perché è super idratante e illuminante senza farmi sembrare lucido e lucido. In realtà lascia la mia pelle super luminosa e richiede solo poche gocce per essere efficace. Ovviamente, ho verificato con il mio nuovo BFF JVN come questo dovrebbe essere usato (ok, era un rappresentante del marchio ma whatevs) e non abbandonare i sieri per questo. Invece, applica la tua routine di cura della pelle come di consueto e quindi l'ultimo passo è usare questo olio per bloccare tutta la bontà. Parlare di genio.

TASTI ESFOLIANTI GO-TO

Sono ossessionato da tutte le cose da fare e questi colpi sono irreali. Immagine: fornita

Sono ossessionato da tutte le cose da fare e questi colpi sono irreali. Immagine: fornita

Disponibile su La Mecca e gotoskincare.com

Prezzo: $ 46

Sono un piacere così sanguinoso, non so nemmeno da dove cominciare. L'elenco degli ingredienti è super semplice, con ingredienti tra cui acqua, acido lattico e aloe vera. Go-To promette di mantenere la cura della pelle semplice e questi sono davvero all'altezza di tale affermazione. Sono super maneggevoli, regalano al viso uno scrub profondo senza danneggiare la pelle e hanno un profumo di agrumi fresco e sognante a base di una miscela di oli essenziali. Sono un grande fan di questo marchio, essendo stato convertito ad includere una purificazione dell'olio nella mia routine dal creatore del marchio Zoe Foster-Blake di recente e adoro anche le maschere per il viso. Ma gli Swipey sono probabilmente uno dei miei articoli preferiti nella linea in quanto sono così convenienti ed efficaci.

IDRATANTE GEL IDALURONICO TATA HARPER

Una volta superato il profumo terroso, sarai catturato da questo marchio pulito. Immagine: fornita

Una volta superato il profumo terroso, sarai catturato da questo marchio pulito. Immagine: fornita

Disponibile a Sephora

Prezzo: $ 190

Tutto ciò che riguarda questo marchio è boujee AF, dalla bottiglia di vetro verde che ti incoraggiano a riciclare agli ingredienti all'interno che sono coltivati ​​nella fattoria biologica di 200 acri del marchio nella Champlain Valley, nel Vermont. Prende il nome dal comproprietario Tata che ha fondato il marchio di cura della pelle con suo marito, ogni prodotto realizzato è atossico e con ingredienti supportati dalla scienza. Sono stato innamorato di questa crema idratante da quando è atterrato sulla mia scrivania l'anno scorso, è super idratante e il gel leggero è super calmante e ottimo per i tipi di pelle grassa. Funziona grazie all'acido ialuronico, un idratante naturale che contiene 1000 volte il suo peso in acqua. Ciò che è sorprendentemente diverso nei prodotti Tata rispetto ad altri marchi puliti è la sua netta mancanza di fragranza – non c'è un accenno di olio essenziale da soffiare qui. Questa crema idratante in gel ha un odore terroso davvero unico che richiede alcuni usi per abituarsi ed è molto diversa dalle offerte troppo elaborate che sporcano l'industria della bellezza. Se vuoi una bellezza pulita, naturale e sostenuta dalla scienza, questo è il marchio che fa per te.

Questa colonna non è un contenuto pubblicitario. Ogni recensione è indipendente, onesta e senza pubblicità.

Se hai una domanda su un prodotto di bellezza o un oggetto che vorresti vedere testato su strada nel Diario di bellezza, passa al nostro gruppo Facebook ufficiale dove puoi unirti ai drogati di bellezza affini.

Puoi anche prendermi su Instagram o Tweet io – non dimenticare di hashtag #TheBeautyDiary

La bottiglia di un prodotto Biossance ha un elenco di ingredienti molto più piccolo. Immagine: fornita

La bottiglia di un prodotto Biossance ha un elenco di ingredienti molto più piccolo. Immagine: fornita

Psorilax:come si usa |psoriasi quale crema solare mettere

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, originale

L'elenco degli ingredienti di molti prodotti di bellezza può essere estremamente lungo, per non parlare delle parole e dei simboli scientifici che non hanno molto senso.

Voglio sapere di più su ciò che mi schiaffeggia sul viso, ma le liste che inducono mal di testa sul retro dei miei prodotti sono travolgenti e mi fanno scoraggiare dal mondo della bellezza pulita.

Ma quando ho sentito Queer Eye l'ospite Jonathan Van Ness – o come mi piace chiamarlo affettuosamente “Clean Kween” – stava visitando l'Australia, sapevo che era un'opportunità per diventare realisti su ciò che è nei miei prodotti.

JVN, l'esperto di toelettatura dello show Netflix di successo, è stato un grande fan del marchio di bellezza pulita Biossance sin da quando era un “bambino”, dicendo a The Beauty Diary che ha iniziato a usarlo a giugno 2017, durante le riprese della prima stagione di Queer Eye.

L'elenco degli ingredienti che causano mal di testa sul retro di uno dei miei prodotti per la cura della pelle a casa. Immagine: fornita

L'elenco degli ingredienti che inducono mal di testa sul retro di uno dei miei prodotti per la cura della pelle a casa. Immagine: fornita

“Vivevo ad Atlanta e avevo una riacutizzazione della psoriasi, che è una condizione in cui il sistema immunitario del tuo bambino sta perdendo troppa pelle”, ha recentemente dichiarato Van Ness a TBD in occasione di un evento di Biossance.

“È stato un tale riacutizzazione e tutto ciò che stavo usando mi ha sconvolto la pelle, che è stato quando ho scoperto il marchio e ho iniziato a usarlo in modo coerente e sento che mi ha tranquillamente calmato.”

Ora è un ambasciatore dell'azienda, con Catherine Gore, il presidente del marchio che rivela che non poteva crederci quando ha saputo che Jonathan era un fan.

“Ricordiamo che quando ha usato Biossance per la prima volta, stavamo tutti esultando, pensando” come fa a saperlo “perché eravamo un marchio per bambini”, ha spiegato. “Ma Jonathan è stata una delle prime persone a utilizzare il marchio e a seguirlo davvero.”

Il personaggio televisivo americano Jonathan Van Ness si è rivolto a prodotti con ingredienti minimi e ha trovato un marchio

Il personaggio televisivo americano Jonathan Van Ness si è rivolto a prodotti con ingredienti minimi e ha trovato un marchio “pulito” chiamato Biossance. Immagine: fornita

L'azienda ha ormai quattro anni e ha 18 prodotti per la cura della pelle “puliti” – ma nonostante il suo successo, Catherine afferma che le persone spesso si confondono su ciò che significa effettivamente pulizia, in particolare su come differisce dalla bellezza naturale.

È sicuramente qualcosa di cui io stesso e i lettori di The Beauty Diary abbiamo discusso nel nostro gruppo di Facebook – quindi ero desideroso di approfondire.

“Per la pulizia, l'attenzione è rivolta alla formulazione dei prodotti utilizzando ingredienti che si sono dimostrati sicuri e non dannosi per la salute o la salute del pianeta”, ha spiegato Catherine a TBD.

“Un marchio naturale trarrà i suoi ingredienti dalla natura, esempi possono includere olii vegetali, sali naturali e resine, ma non tutti gli ingredienti non completamente naturali sono sicuri o di provenienza sostenibile.

“Un buon esempio” naturale “è il legno di sandalo, spesso questo ingrediente non è di origine sostenibile o coltivato.”

“Un buon esempio di prodotto pulito e naturale è il balsamo per le labbra”, ha continuato. “Storicamente, molti balsami per le labbra dicono che sono naturali ma c'è ancora un derivato animale – di solito cera d'api – in loro.”

Catherine Gore e Jonathan Van Ness hanno svelato alcuni miti sulla bellezza per The Beauty Diary. Immagine: fornita

Catherine Gore e Jonathan Van Ness hanno svelato alcuni miti sulla bellezza per The Beauty Diary. Immagine: fornita

Un'altra battaglia Catherine ha affermato che il marchio deve affrontare la convinzione che “pulito” non sia efficace quanto i suoi concorrenti “non puliti” che utilizzano ingredienti sostenuti dalla scienza.

“Quando si tratta di prodotti per la cura della pelle, dover scegliere tra ingredienti puliti o efficacia non è più una decisione che devi prendere”, ha detto.

“Gli ingredienti provati clinicamente, efficaci e sostenibili sono possibili perché la scienza e gli ingredienti sono così buoni, che pulito e clinico sono la stessa cosa.

“Lo chiamiamo cleanical.”

Jonathan è un grande sostenitore dei risultati, rivelando che i suoi prodotti preferiti includono Balsamo labbra alla rosa vegana ($ 18 a Sephora) che usa anche come gel per sopracciglia “tutto il tempo”.
“È incredibile, mi sento come se avesse un effetto duraturo sulle mie labbra tra un utilizzo e l'altro, non è uno di quei balsami per le labbra che si perpetuano dove devi continuare a usarlo, altrimenti ti si screpolano ulteriormente”, ha detto.

Un altro dei suoi favoriti, è il Squalane + Crema occhi alle alghe marine ($ 54 a Sephora) è il suo eroe “letterale”, ammettendo che è stato conosciuto per usarlo su tutto il viso oltre ad essere un “fan gigantesco” del Squalane + Tea Tree Balancing Oil ($ 49 a Sephora) che ha detto è stato ottimo per la pelle grassa e per i breakout.

Se hai notato che usano molto lo squalane, avresti ragione: è un ingrediente fondamentale in tutti i suoi prodotti e proviene dal 100% di canna da zucchero rinnovabile a base vegetale.

I drogati di bellezza lo sapranno, lo squalane è un ingrediente spuntato in molti prodotti ultimamente, ma se non ne hai mai sentito parlare prima, Catherine lo spiega brillantemente.

“Se pensi all'acido iauronico come trattenere l'umidità, lo squalano è umidità”, ha detto, aggiungendo che si trova naturalmente nella nostra pelle “, ma perdiamo quasi completamente all'età di 60 anni”, afferma Catherine.

Ora hai la testa su cos'è la bellezza pulita, ecco alcuni dei miei prodotti puliti preferiti.

Hai perso una colonna? Resta aggiornato su tutte le azioni di The Beauty Diary qui.

SIERO DUO BIOLOGI BQK RADIANCE FACE

Questo marchio Byron Bay ha ingredienti super minimali, con solo due articoli in ciascuno di questi sieri. Immagine: fornita

Questo marchio Byron Bay ha ingredienti super minimali, con solo due articoli in ciascuno di questi sieri. Immagine: fornita

Disponibile su biologi.com.au e adorebeauty.com.au

Prezzo: $ 138

Ci sono molti lettori di Beauty Diary che parlano di questo marchio Byron Bay nel nostro gruppo di Facebook – ed è perché è dannatamente buono. Il siero Bqk è in realtà composto da due prodotti abbinati, un siero mattutino a base di estratto di prugna Kakadu e un siero da sera a base di estratto di Quandong. Entrambi contengono 0,2 per cento di benzoato di sodio, un conservante che mantiene stabile l'estratto. Quello a base di prugna è da utilizzare al mattino quando ti assorbe con una quantità di livello successivo di vitamina C (100 volte quella inn un'arancia). Trovato naturalmente nel frutto nativo, è usato per illuminare la pelle e ridurre l'infiammazione. Contiene anche acido gallico, un attivo che viene utilizzato per trattare le occhiaie e battere le rughe. Di notte dopo una doppia pulizia, si utilizza quindi una pompa salutare del Quandong – un siero di pesca nativo – che aiuta la pelle a riprendersi da fattori ambientali come i danni del sole che possono causare secchezza e sensibilità. Rimette anche l'umidità in faccia.

E santo guac, questi due sieri insieme sono come una magia. Dalla prima applicazione mattutina, la mia pelle è stata immediatamente illuminata e meno gonfia intorno agli occhi, un'area in cui faccio fatica a essere un nottambulo che deve svegliarsi ogni giorno prima dell'alba.

La formula non è come un normale siero, è super sottile, oleosa quasi uniforme, quindi ci vuole un po 'più di tempo per immergerti nella pelle – ma resta fedele, lascialo riposare qualche minuto e poi massaggia in eccesso. È il prodotto più semplice, con solo due ingredienti ciascuno, semplificherà sicuramente la tua routine di cura della pelle se stai cercando di tornare indietro e tornare alle origini.

OLIO PER IL CORPO DEL SONNO INDE LEE

Hai bisogno di qualche Zzz in più? Prova questo bambino. Immagine: fornita

Hai bisogno di qualche Zzz in più? Prova questo bambino. Immagine: fornita

Disponibile a Sephora

Prezzo: $ 70

Chi non vuole dormire meglio? So di prima mano che è un argomento di cui i lettori di news.com.au sono ossessionati, quindi quando un prodotto di bellezza si è presentato sulla mia scrivania che afferma che ti calma e rilassa per un sonno più profondo, più riposante E dona alla tua pelle una bontà idratante , Ero incuriosito. La bottiglia ha un ugello spray, qualcosa che non mi aspettavo da un prodotto a base di olio, ma si spruzza uniformemente e sei immediatamente colpito da una distesa rilassante di lavanda e camomilla. Ero un po 'preoccupato che avrebbe lasciato la mia pelle unta e avrebbe lasciato segni sulla mia biancheria da letto quando l'ho applicata appena prima di andare a letto, ma la formula è davvero delicata e non segna le mie lenzuola. Per quanto riguarda la pelle, mi fa sentire il bambino morbido dappertutto e l'ho trovato massaggiato molto facilmente. Non posso dire che mi abbia sicuramente aiutato a ottenere degli Zzz extra, ma è un bel tocco rilassante prima di andare a letto che ti aiuta a rilassarti e ad avere voglia di dormire.

BIOSSANCE SQUALANE + OLIO DI ROSA VITAMINA C

Se è abbastanza buono per JVN, è abbastanza buono per me. Immagine: fornita

Se è abbastanza buono per JVN, è abbastanza buono per me. Immagine: fornita

Disponibile a Sephora

Prezzo: $ 112

Sì, lo so, il secondo olio in questa colonna che è scioccante per questa persona grassa dalla pelle grassa. Ma ora sono un fan degli olii, quindi se ti sei perso quel memo, ma puoi scoprire cosa mi ha influenzato qui. Il motivo per cui mi piace questo prodotto “pulito” è perché è super idratante e illuminante senza farmi sembrare lucido e lucido. In realtà lascia la mia pelle super luminosa e richiede solo poche gocce per essere efficace. Ovviamente, ho verificato con il mio nuovo BFF JVN come questo dovrebbe essere usato (ok, era un rappresentante del marchio ma whatevs) e non abbandonare i sieri per questo. Invece, applica la tua routine di cura della pelle come di consueto e quindi l'ultimo passo è usare questo olio per bloccare tutta la bontà. Parlare di genio.

TASTI ESFOLIANTI GO-TO

Sono ossessionato da tutte le cose da fare e questi colpi sono irreali. Immagine: fornita

Sono ossessionato da tutte le cose da fare e questi colpi sono irreali. Immagine: fornita

Disponibile su La Mecca e gotoskincare.com

Prezzo: $ 46

Sono un piacere così sanguinoso, non so nemmeno da dove cominciare. L'elenco degli ingredienti è super semplice, con ingredienti tra cui acqua, acido lattico e aloe vera. Go-To promette di mantenere la cura della pelle semplice e questi sono davvero all'altezza di tale affermazione. Sono super maneggevoli, regalano al viso uno scrub profondo senza danneggiare la pelle e hanno un profumo di agrumi fresco e sognante a base di una miscela di oli essenziali. Sono un grande fan di questo marchio, essendo stato convertito ad includere una purificazione dell'olio nella mia routine dal creatore del marchio Zoe Foster-Blake di recente e adoro anche le maschere per il viso. Ma gli Swipey sono probabilmente uno dei miei articoli preferiti nella linea in quanto sono così convenienti ed efficaci.

IDRATANTE GEL IDALURONICO TATA HARPER

Una volta superato il profumo terroso, sarai catturato da questo marchio pulito. Immagine: fornita

Una volta superato il profumo terroso, sarai catturato da questo marchio pulito. Immagine: fornita

Disponibile a Sephora

Prezzo: $ 190

Tutto ciò che riguarda questo marchio è boujee AF, dalla bottiglia di vetro verde che ti incoraggiano a riciclare agli ingredienti all'interno che sono coltivati ​​nella fattoria biologica di 200 acri del marchio nella Champlain Valley, nel Vermont. Prende il nome dal comproprietario Tata che ha fondato il marchio di cura della pelle con suo marito, ogni prodotto realizzato è atossico e con ingredienti supportati dalla scienza. Sono stato innamorato di questa crema idratante da quando è atterrato sulla mia scrivania l'anno scorso, è super idratante e il gel leggero è super calmante e ottimo per i tipi di pelle grassa. Funziona grazie all'acido ialuronico, un idratante naturale che contiene 1000 volte il suo peso in acqua. Ciò che è sorprendentemente diverso nei prodotti Tata rispetto ad altri marchi puliti è la sua netta mancanza di fragranza – non c'è un accenno di olio essenziale da soffiare qui. Questa crema idratante in gel ha un odore terroso davvero unico che richiede alcuni usi per abituarsi ed è molto diversa dalle offerte troppo elaborate che sporcano l'industria della bellezza. Se vuoi una bellezza pulita, naturale e sostenuta dalla scienza, questo è il marchio che fa per te.

Questa colonna non è un contenuto pubblicitario. Ogni recensione è indipendente, onesta e senza pubblicità.

Se hai una domanda su un prodotto di bellezza o un oggetto che vorresti vedere testato su strada nel Diario di bellezza, passa al nostro gruppo Facebook ufficiale dove puoi unirti ai drogati di bellezza affini.

Puoi anche prendermi su Instagram o Tweet io – non dimenticare di hashtag #TheBeautyDiary

La bottiglia di un prodotto Biossance ha un elenco di ingredienti molto più piccolo. Immagine: fornita

La bottiglia di un prodotto Biossance ha un elenco di ingredienti molto più piccolo. Immagine: fornita

Psorilax:controindicazioni |crema per la psoriasi inversa

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, quanto costa

Per chi soffre di artrite, spesso è difficile trovare il rimedio perfetto per eliminare tutto il dolore o persino sentirsi abbastanza a suo agio da funzionare nella vita quotidiana. Innumerevoli ricette, creme e creme speciali e antidolorifici da banco possono essere sia costosi che dannosi.

La buona notizia è che nel CBD è stata trovata una nuova speranza per alleviare il dolore da artrite. Il CBD, o cannabidiolo, è un composto chimico presente nelle piante di canapa e cannabis che calma, lenisce e ha proprietà curative senza gli effetti collaterali psicoattivi dell'altro composto chimico della pianta di cannabis, THC o tetraidrocannabinolo.

Per questo articolo, abbiamo compilato un elenco delle migliori creme di CBD per il dolore da artrite e abbiamo trovato numerosi studi che supportano l'uso del CBD per l'artrite e il dolore associato alla condizione.

Come abbiamo compilato la crema al CBD per l'elenco del dolore da artrite:

Al fine di comporre questo articolo, abbiamo messo insieme un lungo elenco di vari marchi di crema al CBD che sono oggi popolari tra i consumatori. E a causa del recente aumento della popolarità del CBD, la nostra lista ha iniziato a diventare ingombrante.

Successivamente, abbiamo cercato tutti i marchi controllando le recensioni dei clienti, imparando come ogni azienda acquistava i suoi estratti di CBD, esaminando se la società rendeva o meno i rapporti sui test di laboratorio di terze parti prontamente disponibili per i suoi clienti e molto altro ancora.

Sulla base di ciò che abbiamo scoperto, abbiamo rimosso i nomi delle società dalla nostra lista fino a quando non ci sono stati lasciati con una manciata di marchi che hanno incontrato e superato le nostre rigide linee guida.

Mettiamo quindi questi marchi al microscopio per esaminarli più intensamente fino a quando non restiamo con i primi 5 nomi nel CBD che sono elencati più in basso in questo articolo.

Infine, il nostro elenco non sarebbe completo se non avessimo letto i contributi pubblicati da rispettati giornalisti del CBD, esperti di nicchia e utenti reali del CBD.

Cosa stavamo cercando:

Nel restringere il nostro elenco di marchi di crema al CBD, abbiamo esaminato attentamente ogni marchio e i suoi prodotti per:

  • Artrite alleviare il dolore. Volevamo specificamente esplorare l'efficacia di ciascun marchio nell'alleviare il dolore da artrite.
  • Fonti di canapa
  • Le strutture di elaborazione dell'azienda e se soddisfano le linee guida della FDA.
  • Se i prodotti sono realizzati con estratti a spettro completo, ad ampio spettro o isolati.
  • I livelli di THC lasciati nei prodotti finali una volta che sono stati collocati sugli scaffali.
  • Volevamo vedere se l'azienda ha testato in laboratorio i suoi prodotti e se e come ha reso questi risultati disponibili per i suoi clienti.
  • Istruzioni di dosaggio e utilizzo che l'azienda / marchio fornisce ai propri clienti.
  • La reputazione generale dell'azienda e le recensioni dei clienti.
  • Se il marchio di crema CBD offre informazioni conclusive, affidabili e verificate sul CBD: cos'è, come funziona, i suoi benefici, ecc.

Nell'esaminare questi fattori vitali, abbiamo quindi rasato la nostra lista fino ai seguenti cinque marchi.

La migliore crema al CBD per il dolore da artrite

Elaborato con VSCO con preimpostazione s3

FAB CBD è stata fondata nel 2017 con l'obiettivo di creare una linea di prodotti CBD di qualità, affidabile e di cui tutti possano godere.

Il fondatore dell'azienda e il suo staff hanno molti anni di esperienza nelle nicchie di salute, nutrizione e fitness. Tutti i prodotti FAB CBD sono formulati secondo i più alti standard dell'azienda. FAB ha una crema di CBD topica, una linea di oli di CBD in vari punti di forza, gomme di CBD, prelibatezze per cani di CBD e una nuovissima linea di supercibi non CBD.

Tutti i prodotti dell'azienda sono coltivati ​​dalla migliore canapa biologica coltivata in Colorado, che viene trasformata in estratto top shelf attraverso un processo di estrazione di CO2 altamente preferito e privo di solventi.

Il risultato sono estratti super puliti ricchi di terpeni e importanti cannabinoidi. I prodotti FAB CBD consentono ai suoi clienti di raccogliere tutti gli enormi benefici per la salute della canapa.

Punti salienti:

FAB è chiaramente la migliore crema al CBD per il dolore da artrite in numerosi modi:

  • Selezione: FAB offre una crema di CBD topica fresca e profumata agli agrumi, oli con diversi punti di forza, gomme al CBD e molto altro. FAB offre ai suoi clienti una serie di modi per curare il loro dolore da artrite e qualsiasi altro problema di dolore che potrebbero avere. La crema topica FAB allevia il dolore associato all'artrite, mentre il suo olio di CBD agisce a livello cellulare per calmare l'infiammazione. Le gomme al CBD dell'azienda sono un'ottima opzione per affrontare il dolore viscerale perché offrono un sollievo prolungato semplicemente prendendo una singola dose.
  • Fonti di canapa organiche, prodotti a spettro completo: FAB ricava la sua canapa coltivata biologicamente dal Colorado per fabbricare l'estratto utilizzato in tutti i suoi prodotti. Tutti gli usi della canapa FAB sono coltivati ​​utilizzando pratiche e attrezzature di coltivazione, estrazione e clonazione all'avanguardia in modo che l'azienda possa garantire ai suoi clienti prodotti che contengono materie prime di alta qualità e un prodotto finale di qualità superiore.
  • Test di laboratorio di terze parti: Tutti i prodotti FAB sono testati utilizzando laboratori ProVerde Laboratories di terze parti. La società rende inoltre disponibili i risultati dei test ai propri clienti tramite il proprio sito Web.
  • Soddisfatti o rimborsati: FAB offre a tutti i suoi clienti una garanzia di rimborso di 30 giorni su tutti i suoi prodotti. Questa è un'opzione ideale per i clienti che provano i prodotti CBD per la prima volta.

Professionisti:

  • Crema topica al CBD dall'odore fresco, pulito e calmante
  • Sapori fantastici dell'olio di degustazione in punti di forza di 300 mg, 600 mg, 1200 mg e 2400 mg.
  • Le migliori gomme al CBD.
  • Servizio clienti fenomenale.
  • Spedizione sicura e veloce.
  • Opzioni vegane di superfood non CBD disponibili.
  • Spedizione gratuita per tutti gli ordini superiori a $ 89.

Contro:

  • Nessuna spedizione in Canada o nel Regno Unito.
  • Nessuna opzione per abbonamenti di spedizione automatica o abbonamento per ordini regolari.

Puoi acquistare i prodotti Fabcbd qui

# 2 Lord Jones

Lord Jones è stato fondato per la prima volta da Robert Rosenheck. Non ci sono molte più informazioni sulla società. I prodotti dell'azienda sono creati da estratti di CBD ad ampio spettro derivati ​​dalla canapa coltivata e coltivata negli Stati Uniti. I prodotti di Lord Jones non contengono alcun THC.

Punti salienti:

  • Sconti per insegnanti e militari: La compagnia offre uno sconto del 20% a tutti i membri dell'esercito e agli insegnanti di livello pre-K, K-12 e universitario.
  • Varietà di prodotti: Lord Jones offre una varietà di prodotti tra cui creme e lozioni al CBD, tinture al CBD, sali da bagno, confezioni e altro.

Professionisti:

  • L'azienda offre la spedizione gratuita senza un punto di acquisto minimo.
  • Lord Jones ha una scheda “CBD 101” sul suo sito Web che consente ai clienti di saperne di più sul CBD e sui suoi vantaggi, tra gli altri argomenti.
  • Ampia varietà di opzioni di prodotti tra cui oli, confezioni, una linea per la cura della pelle, creme, capsule, sali da bagno e altro ancora.

Contro:

  • Test di laboratorio di terze parti non sono disponibili sul sito Web dell'azienda.
  • Quasi nessuna informazione può essere trovata online sull'azienda.
  • I prodotti di Lord Jones funzionano in modo costoso.

# 3 Joy Organics

Joy Organics è stata fondata da madre, nonna e umanitaria, Joy Smith, che ha usato il CBD per aiutarla ad affrontare i disturbi del sonno e altri problemi di salute.

Joy Organics ha una grande varietà di prodotti che includono oli di CBD, capsule in gel morbido, sali topici, gomme da masticare, prodotti per animali domestici, una maschera per il viso alla canapa e una bevanda energetica alla canapa.

Punti salienti:

  • Varietà proprietarie: Tutto il CBD di Joy Organics proviene dai ceppi di canapa organici ricchi di CBD proprietari dell'azienda, coltivati ​​negli Stati Uniti.
  • I prodotti non contengono THC: Joy Organics purifica e separa tutti i suoi estratti rimuovendo tutti i pigmenti di THC, cera, clorofilla e piante che rimangono dopo che la lavorazione è stata completata.

Professionisti:

  • Zero THC. I prodotti Joy Organics sono ideali per coloro che desiderano prodotti CBD completamente privi di THC.
  • Tutti i prodotti dell'azienda sono testati da un laboratorio di terze parti. I clienti possono accedere a questi risultati tramite un codice QR sulla confezione.
  • Spedizione gratuita.

Contro:

  • Tutti gli estratti sono ad ampio spettro.
  • Le tinture di CBD di Joy Organics arrivano solo a 1500mg.
  • I prodotti non sono biologici.

I vantaggi dell'utilizzo della crema al CBD per il dolore da artrite

Oltre 50 milioni di americani sono affetti da artrite, in quanto è la prima causa di disabilità negli Stati Uniti.

Le forme più comunemente conosciute di artrite sono:

  • Artrite reumatoide (RA): l'AR è una malattia autoimmune che attacca il sistema immunitario causando un'infiammazione dolorosa alle articolazioni. L'AR si trova più comunemente nelle mani e nei piedi, ma provoca anche articolazioni gonfie, dolorose e rigide in altre parti del corpo.
  • Artrosi (OA): l'OA è una malattia degenerativa che attacca le ossa e la cartilagine articolare. Di solito provoca dolore e rigidità in aree come fianchi, ginocchia e articolazioni del pollice.

Studi recenti hanno scoperto che il CBD può aiutare ad alleviare e trattare il dolore infiammatorio associato all'artrite. Scienziati e ricercatori stanno studiando diligentemente l'effetto del CBD sul dolore da artrite in modo da offrire a coloro che soffrono della malattia opzioni più sicure, più efficaci e senza prescrizione medica.

Una ricerca condotta nel 2011 ha scoperto che il CBD era efficace nel ridurre l'infiammazione e il dolore nei ratti alterando il modo in cui i recettori del dolore reagiscono agli stimoli esterni. Inoltre, in uno studio del 2014 sono stati scoperti risultati più positivi che hanno scoperto che il CBD era un modo promettente di trattamento del dolore associato all'osteoartrite. Infine, uno studio del 2017 ha scoperto che il CBD ha prevenuto sia il dolore che i danni ai nervi nei ratti con osteoartrite.

Ma, indipendentemente dal tipo di dolore da artrite che stai affrontando, e indipendentemente da qualsiasi altra condizione che stai cercando di gestire come colite ulcerosa, morbo di Crohn, fibromialgia, mal di schiena, mal di testa, indolenzimento muscolare o crampi, la crema topica al CBD può aiutare per alleviare ed eliminare potenzialmente il dolore, permettendoti di essere più a tuo agio e di funzionare a un livello superiore.

Il CBD, o cannabidiolo, si trova naturalmente nella marijuana e nella canapa della pianta di cannabis. E a differenza del THC, o del tetraidrocannabinolo, cugino dei cannabinoidi del CBD, non ti farà sentire alcun tipo di euforia.

Se applicate direttamente sulla pelle, le creme topiche di CBD agiscono influenzando i numerosi recettori dei cannabinoidi nella pelle per attenuare, alleviare e persino eliminare il dolore per brevi periodi di tempo. Le creme di CBD topiche di alta qualità, come la Topical Cream di FAB CBD, elimineranno efficacemente il dolore per un periodo di tempo e non maschereranno il dolore e l'infiammazione come fanno altre creme, salve e argomenti di CBD inaffidabili.

Sia che tu usi un CBD topico sulla tua pelle o lo prendi per via orale in una tintura di CBD, il CBD offre molti meravigliosi benefici a più sistemi nel corpo. Ad esempio, l'olio di CBD funziona con il sistema endocannabinoide del corpo attraverso i recettori del sistema nervoso centrale e periferico per aiutare a regolare funzioni come:

  • Dolore
  • Infiammazione
  • piacere
  • Funzione del sistema immunitario
  • Appetito
  • Digestione
  • Dormire
  • Umore
  • Regolazione della temperatura
  • Controllo del motore
  • Memoria

Il CBD è fantastico per alleviare e ridurre l'infiammazione. Un recente studio riporta che il CBD e il THC sono più efficaci nel trattamento dell'infiammazione rispetto ai FANS.

I benefici della crema al CBD per il dolore da artrite sono visti nel miglioramento e nell'attenuazione generale di:

  • Dolore da artrite
  • Artrite reumatoide (RA)
  • Artrosi (OA)
  • Spasmi muscolari
  • Dolore cronico
  • Infiammazione cronica
  • Mal di testa
  • Lombalgia
  • Dolore neuropatico

Cose da considerare quando si acquista la crema al CBD per il dolore da artrite:

A causa dell'aumento della popolarità delle creme e degli argomenti di CBD, il mercato è invaso da nuovi marchi di CBD. Alla luce di ciò, è importante ricordare che tutti i marchi di CBD non sono creati uguali.

Se hai intenzione di rendere la crema al CBD una parte regolare del tuo regime di gestione del dolore da artrite, dovresti:

  • Sapere da dove provengono le aziende di CBD. La cannabis coltivata in Asia e in Europa non ha gli stessi standard della canapa coltivata negli Stati Uniti.
  • Scopri quanto THC è presente in un prodotto. Il THC si trova naturalmente nella cannabis, ma tutti i prodotti a base di CBD creati e venduti negli Stati Uniti devono contenere legalmente meno dello 0,3% di THC. Come consumatore, dovresti sempre scegliere prodotti di aziende che aderiscono a questa legge.
  • Conoscere la differenza tra isolati a spettro completo, ad ampio spettro e CBD. I prodotti a spettro completo offrono i maggiori vantaggi perché contengono una vasta gamma di terpeni, cannabinoidi e altri attivi di canapa. Questi prodotti sono più efficaci perché tutti questi composti lavorano insieme per interagire sinergicamente tra loro nel corpo in quello che viene generalmente chiamato effetto entourage.
  • Cerca i prodotti del marchio per vedere cos'altro c'è dentro. Tinture, edibili e cosmesi possono anche contenere agenti aromatizzanti, conservanti e altri ingredienti non benefici. Seleziona sempre prodotti certificati biologici e completamente naturali.
  • Acquista prodotti da aziende che utilizzano test di laboratorio di terze parti per testare i loro prodotti e che rendono questi risultati facilmente disponibili per i suoi clienti. I risultati dei test di laboratorio di terze parti consentono ai consumatori di sapere esattamente cosa stanno inserendo nei loro corpi.

Qual è il miglior dosaggio di crema al CBD per il dolore da artrite?

Come con qualsiasi integratore naturale, anche il corretto dosaggio del CBD è della massima importanza.

Temi e commestibili del CBD:

Gli argomenti non sono così complicati. Dal momento che non entreranno nel flusso sanguigno, sentiti libero di usare tutte le volte che ne hai bisogno.

Se l'olio di CBD non fa per te, perché non provare la linea FAB di gomme vegane al CBD? Un singolo gommoso contiene 25 mg di CBD e assorbe più lentamente e in modo diverso nel corpo rispetto all'olio di CBD.

Oli di CBD:

Innanzitutto, ricorda che il corpo di ognuno è diverso. Non esiste una “dose corretta” per una singola persona. Quindi, ciò che funziona meglio per te potrebbe non funzionare meglio per qualcun altro.

Più in alto non è sempre meglio con il CBD. In genere, le dosi di fascia media ti daranno maggiori benefici rispetto alle dosi basse o alte.

I principianti dovrebbero iniziare prendendo una singola dose giornaliera da 5 mg per circa una settimana prima di rivalutare e potenzialmente aumentare la dose. Quando aumenta la dose, aumenta gradualmente. Bassa e lenta è la migliore regola empirica da seguire con il CBD.

Ogni volta che si aumenta la dose, attenersi alla nuova dose per almeno una settimana prima di aumentare nuovamente poiché il corpo ha bisogno di tempo sufficiente per adattarsi al nuovo dosaggio.

Se sei una persona che non ha mai provato prima il CBD, inizia con un contagocce ½ di olio di CBD da 300 mg di CBD FAB una volta al giorno. Questo equivarrà a circa 5 mg.

Dopo una settimana, rivaluta e vedi come ti senti. Se hai bisogno di più olio di CBD, inizia a prendere ½ contagocce due volte al giorno per equivalere a circa 10 mg al giorno.

Il CBD può essere acquistato legalmente online?

L'acquisto di CBD online è legale in tutti gli Stati Uniti, a condizione che il CBD provenga da cannabis non inebriante, più comunemente nota come canapa, che contiene meno dello 0,3% di THC.

Questa canapa è stata coltivata per contenere basse quantità di THC. Tutti i prodotti a base di CBD che contengono più dello 0,3% di THC sono illegali se non acquistati in stati che hanno legalizzato la cannabis.

Considerazioni finali sulla crema al CBD per il dolore da artrite

Sono stati pubblicati numerosi studi che dimostrano l'efficacia del CBD nell'alleviare e migliorare il dolore da artrite.

Alla luce dell'attuale crisi degli oppiacei e dell'aumento dei tassi di dipendenza da antidolorifici da prescrizione, un numero sempre maggiore di consumatori è alla ricerca di alternative sicure e naturali come creme al CBD, commestibili al CBD e oli di CBD per aiutare a ridurre l'infiammazione e il dolore da artrite lancinante, nonché eliminare eventualmente il dolore sensazione di irritazioni comuni come mal di testa e dolori muscolari e irritazione da condizioni croniche come la malattia di Crohn, l'artrite e la fibromialgia.

Il CBD non ha effetti inebrianti. Allo stesso modo, ha anche una presenza molto bassa di effetti collaterali negativi. La maggior parte di coloro che usano regolarmente il CBD come parte del loro regime di salute quotidiano, come il fatto che non causerà alcun danno alla pelle. In effetti, la crema al CBD viene utilizzata anche sulla pelle con eczema, psoriasi, dermatite atopica e cicatrici con un miglioramento significativo.

Non importa se il tuo dolore da artrite proviene da OA o RA, un buon consiglio è quello di considerare fortemente di provare alcuni dei prodotti discussi in questo articolo.

Se stai pensando di provare la crema al CBD per il dolore da artrite, ti consigliamo di parlare con il tuo medico di base o reumatologo prima di iniziare.

Psorilax:Facile |crema prurito psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, quanto costa


Entra in Wall Street con StreetInsider Premium. Richiedi la tua prova gratuita di 1 settimana qui.


  • L'ultima visita del paziente è avvenuta negli Stati Uniti il ​​16 marzo 2020
  • Pubblicazione dei risultati principali dello studio previsti per giugno 2020


Daix (Francia), 17 marzo 2020
– Inventiva (Euronext: IVA), un'azienda biofarmaceutica in fase clinica che sviluppa terapie orali a piccole molecole per il trattamento di malattie nelle aree della fibrosi, dei disturbi da accumulo lisosomiale e dell'oncologia, ha annunciato oggi l'ultima visita dell'ultimo paziente su 247 pazienti arruolato nel suo studio clinico di Fase IIb con lanifibranor nella NASH. L'ultima biopsia del paziente è stata eseguita a febbraio e l'ultima visita di sicurezza ha avuto luogo negli Stati Uniti il ​​16 marzo 2020. Tutte le biopsie sono state analizzate dall'epatologo centrale e la pubblicazione dei risultati principali dello studio è prevista nel giugno 2020, in linea con le aspettative dell'azienda.

The NATIVE (N / Ash Trioal a Validato IVA337 Efficacy) è uno studio clinico di fase IIb randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, della durata di 24 settimane, che ha valutato lanifibranor nel trattamento di pazienti con steatoepatite non alcolica (NASH). Lo scopo principale dello studio è valutare l'efficacia di lanifibranor nel migliorare l'infiammazione e il palloncino del fegato, i due marcatori istologici inclusi nella definizione dell'endpoint regolatorio della risoluzione NASH. Gli endpoint secondari dello studio includono anche la risoluzione e il miglioramento della NASH in ciascuno dei punteggi di steatosi, infiammazione, mongolfiera e fibrosi rispetto al basale.

Durante lo studio, il profilo di sicurezza di lanifibranor è stato regolarmente valutato da un comitato esterno indipendente di monitoraggio della sicurezza dei dati (DSMB). Tra giugno 2018 e settembre 2019 si sono svolte quattro riunioni del DSMB e, poiché non sono stati segnalati problemi di sicurezza, il DSMB ha ripetutamente raccomandato la prosecuzione dello studio senza alcuna modifica del protocollo, confermando così il buon profilo di sicurezza di lanifibranor.

Prof. Sven Francque, M.D., Ph.D. dall'ospedale universitario di Anversa e co-principale investigatore dello studio, ha detto: “Con quest'ultima pietra miliare prima della pubblicazione dei risultati dello studio raggiunti nei tempi previsti, sono molto lieto di vedere che la sperimentazione sta procedendo come previsto. L'impegno e la qualità del lavoro svolto dai clinici e dai centri coinvolti nella sperimentazione sono stati eccezionali e sono sicuro che ciò porterà a dati di alta qualità. Sono ansioso di vedere i risultati di questo studio e di continuare a lavorare allo sviluppo di lanifibranor. ”

Prof. Manal Abdelmalek, M.D., M.P.H. della Duke University e co-principale investigatore dello studio con il Prof. Sven Francque, ha aggiunto: “Sono molto lieto di aver completato quest'ultima visita del paziente e sono orgoglioso del nostro team che è stato in grado di accelerare l'arruolamento dei pazienti negli Stati Uniti. Il profilo di lanifibranor, in quanto candidato al farmaco che potrebbe rivelarsi utile per i pazienti con NASH in tutto il mondo, è forte e convincente. io attendo con impazienza il completamento con successo di questo studio e l'imminente pubblicazione dei risultati principali dello studio “.

Pierre Broqua, CSO e cofondatore di Inventiva, ha dichiarato: “Supportato dal solido design e dall'introduzione dello studio clinico NATIVE e dai risultati preclinici e clinici finora ottenuti da lanifibranor, siamo convinti che il suo profilo di agonista pan-PPAR e la sua capacità di combinare gli effetti benefici di tutti e tre Le isoforme PPAR costituiscono un chiaro vantaggio nel trattamento della NASH. Queste caratteristiche offrono al nostro principale candidato alla droga un meccanismo d'azione differenziato che dovrebbe consentirgli di raggiungere gli endpoint di efficacia del nostro studio clinico di Fase IIb. Non vediamo l'ora di pubblicare i risultati principali nei prossimi mesi, che, se positivi, supporteranno il lancio dello studio fondamentale di Fase III con lanifibranor. ”

•••

Informazioni su lanifibranor

Lanifibranor, il principale candidato del prodotto Inventiva, è una piccola molecola disponibile per via orale che agisce per indurre cambiamenti metabolici anti-fibrotici, anti-infiammatori e benefici nel corpo attivando tutti e tre le isoforme del recettore attivato dal proliferatore del perossisoma (“PPAR”), che sono proteine ​​del recettore nucleare ben caratterizzate che regolano l'espressione genica. Lanifibranor è un agonista PPAR progettato per colpire tutte e tre le isoforme PPAR in modo moderatamente potente, con un'attivazione ben bilanciata di PPARα e PPARδ e un'attivazione parziale di PPARγ. Mentre ci sono altri agonisti PPAR che prendono di mira solo una o due isoforme PPAR per l'attivazione, il lanifibranor è l'unico agonista pan-PPAR nello sviluppo clinico. Inventiva ritiene che il profilo di legame pan-PPAR moderato ed equilibrato di lanifibranor contribuisca al profilo favorevole di sicurezza e tollerabilità finora osservato negli studi clinici e negli studi preclinici.

Inventiva sta attualmente valutando lanifibranor in uno studio clinico di fase IIb per il trattamento della steatoepatite non alcolica (“NASH”), una malattia epatica cronica comune e progressiva, per la quale non esiste attualmente una terapia approvata.


Informazioni sulla sperimentazione NATIVE Fase IIb

Lo studio clinico NATIVE (NAsh Trial to Validate IVA337 Efficacy) è uno studio clinico di fase IIb randomizzato, in doppio cieco, controllato in placebo, della durata di 24 settimane, che ha valutato lanifibranor nel trattamento di pazienti con steatoepatite non alcolica (“NASH”). Lo scopo principale dello studio è valutare l'efficacia di lanifibranor nel migliorare l'infiammazione e il palloncino del fegato, i due marcatori istologici inclusi nella definizione dell'endpoint regolatorio della risoluzione NASH. Per essere considerati per l'inclusione, i pazienti devono avere: una diagnosi di NASH confermata dalla biopsia epatica; un punteggio cumulativo di infiammazione e mongolfiera (misurato utilizzando la steatosi, l'attività e la fibrosi, o “SAF”, sistema di punteggio) di tre o quattro su quattro, indicando la presenza di infiammazione e mongolfiera da moderata a grave; un punteggio di steatosi maggiore o uguale a uno, che indica la presenza di steatosi da moderata a grave; e un punteggio di fibrosi inferiore a quattro, che indica l'assenza di cirrosi. L'endpoint primario dello studio è una riduzione del punteggio combinato di infiammazione e ballooning di due punti rispetto al basale, senza peggioramento della fibrosi. Gli endpoint secondari includono la risoluzione della NASH, i miglioramenti in ciascuno dei punteggi di steatosi, infiammazione, mongolfiera e fibrosi dal basale misurati usando il punteggio SAF, e anche in varie altre misure di fibrosi, in diversi marker metabolici, nonché in steatosi, infiammazione e mongolfiera misurato utilizzando il punteggio “NAS” e sicurezza.

Lo studio ha randomizzato 247 pazienti con NASH in oltre 70 siti in Australia, Canada, Europa, Mauritius e Stati Uniti. I risultati del processo sono attesi per giugno 2020.


Informazioni su Inventiva

Inventiva è una società biofarmaceutica in fase clinica focalizzata sullo sviluppo di terapie orali a piccole molecole per il trattamento di malattie con significative esigenze mediche insoddisfatte nelle aree della fibrosi, dei disturbi da accumulo lisosomiale e dell'oncologia.

Sfruttando la sua significativa competenza ed esperienza nel campo dei composti destinati ai recettori nucleari, ai fattori di trascrizione e alla modulazione epigenetica, Inventiva sta attualmente avanzando due candidati clinici – lanifibranor e odiparcil – nella steatoepatite non alcolica (“NASH”) e nella mucopolisaccaridosi (“MPS”) , rispettivamente, nonché una profonda pipeline di programmi di stage precedenti.

Lanifibranor, il suo candidato principale, è stato sviluppato per il trattamento di pazienti con NASH, una malattia epatica cronica comune e progressiva. Inventiva sta attualmente valutando lanifibranor in uno studio clinico di fase IIb per il trattamento di questa malattia per la quale non esistono attualmente terapie approvate.

Inventiva sta inoltre sviluppando l'odiparcil, una seconda risorsa di fase clinica, per il trattamento di pazienti con MPS, un gruppo di malattie genetiche rare. Uno studio clinico di fase I / II su bambini con MPS VI è attualmente in preparazione a seguito dei risultati positivi dello studio clinico di fase IIa su pazienti adulti con MPS VI pubblicati alla fine del 2019.

Parallelamente, Inventiva sta selezionando un candidato per lo sviluppo dell'oncologia per il suo programma di percorsi di segnalazione dell'ippopotamo. Inoltre, la Società ha stretto una partnership strategica con AbbVie nell'area delle malattie autoimmuni. AbbVie ha avviato la fase di sviluppo clinico di ABBV ‑ 157, un farmaco candidato per il trattamento della psoriasi da moderata a grave derivante dalla sua collaborazione con Inventiva. Questa collaborazione autorizza Inventiva a ricevere pagamenti miliari al raggiungimento di obiettivi preclinici, clinici, normativi e commerciali, oltre ai diritti d'autore su tutti i prodotti approvati risultanti da questa partnership.

La Società ha un team scientifico di circa 70 persone con una profonda esperienza nei settori della biologia, chimica medicinale e computazionale, farmacocinetica e farmacologia e nello sviluppo clinico. Possiede anche una vasta libreria chimica di circa 240.000 molecole farmacologicamente rilevanti, di cui circa il 60% sono proprietarie, nonché una struttura di ricerca e sviluppo interamente posseduta.

Inventiva è una società pubblica quotata nel comparto C del mercato regolamentato di Euronext Parigi (Euronext: IVA – ISIN: FR0013233012). www.inventivapharma.com


Contatti

inventiva
Frédéric Cren
Presidente e Amministratore Delegato
info@inventivapharma.com
+33 3 80 44 75 00

Gruppo di Brunswick
Yannick Tetzlaff / Tristan Roquet Montegon /
Aude Lepreux
Relazioni con i media
inventiva@brunswickgroup.com
+33 1 53 96 83 83


Avviso IMPORTANTE

Il presente comunicato stampa contiene dichiarazioni previsionali, previsioni e stime in merito ai piani di sviluppo clinico, alla strategia aziendale e normativa e alle prestazioni future previste di Inventiva e del mercato in cui opera. Alcune di queste affermazioni, previsioni e stime possono essere riconosciute dall'uso di parole come, senza limitazione, “crede”, “anticipa”, “aspetta”, “intende”, “piani”, “cerca”, “stime”, “May”, “will” e “continue” e espressioni simili. Tali dichiarazioni non sono fatti storici ma piuttosto sono dichiarazioni di aspettative future e altre dichiarazioni previsionali che si basano sulle convinzioni del management. Queste dichiarazioni riflettono tali opinioni e ipotesi prevalenti alla data delle dichiarazioni e implicano rischi e incertezze noti e sconosciuti che potrebbero far sì che risultati, prestazioni o eventi futuri differiscano materialmente da quelli espressi o impliciti in tali dichiarazioni. Gli eventi reali sono difficili da prevedere e possono dipendere da fattori che sfuggono al controllo di Inventiva. Non ci sono garanzie in merito ai candidati per i prodotti della pipeline che i candidati riceveranno le necessarie autorizzazioni normative o che si dimostreranno di successo commerciale. Pertanto, i risultati effettivi possono rivelarsi sostanzialmente diversi dai risultati futuri previsti, dalle prestazioni o dai risultati espressi o impliciti da tali dichiarazioni, previsioni e stime. Date queste incertezze, non viene fornita alcuna dichiarazione circa l'accuratezza o l'equità di tali dichiarazioni, previsioni e stime previsionali. Inoltre, dichiarazioni previsionali, previsioni e stime parlano solo alla data del presente comunicato stampa. Si avvisano i lettori di non fare eccessivo affidamento su nessuna di queste dichiarazioni previsionali.

Per ulteriori informazioni in merito a tali fattori, rischi e incertezze, consultare il Documento di riferimento universale depositato presso l'Autorité des Marchés Financiers il 7 febbraio 2020 al n. D.20-0038.

Inventiva non ha alcuna intenzione e non ha alcun obbligo di aggiornare o rivedere le dichiarazioni previsionali di cui sopra. Di conseguenza, Inventiva non si assume alcuna responsabilità per eventuali conseguenze derivanti dall'uso di una delle suddette dichiarazioni.

  • Inventiva PR Ultima visita dell'ultimo paziente 170320 – VF – IT – clean