CREMA TRATTAMENTO PSORIASI OFFERTA -50% !

Home Blog Page 216

Psorilax:Immediatamente |shampoo crema lavnte psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, quanto costa

Olio di cocco

Postato da Mark (Filippine) il 28/08/2016

5 su 5 stelle

Per tutti coloro che soffrono di dermatite, psoriasi ed eczema, ho un'ottima notizia per tutti voi, ho trovato una cura, ma prima devo dirtelo. Ho avuto la psoriasi da oltre 12 anni, ora sono al 4 ° giorno di utilizzo di olio di cocco vergine. Bevo 2-3 cucchiai al giorno o meglio mescolo l'olio di cocco con la tua insalata in ogni pasto. Come stavo dicendo, sono solo al 4 ° giorno, ma mio Dio, non potevo crederci, la mia pelle sembra molto più sana, senza prurito, senza desquamazione, riesco persino a dormire bene anche meglio di prima. Ragazzi, credetemi, cambierà la vostra vita per il meglio. Ho visto il dermatologo, questi steroidi in peggioramento che hanno dato non aiutano affatto, ma peggioreranno. Provalo e vedi di persona che non sto scherzando.

Solo poche cose da ricordare Taglia tutti i tuoi dolci in tutto ciò che è fatto di zucchero, farina bianca, cibi ricchi di amido. Bevi molta acqua tra un pasto e l'altro e rilassati senza stress. Mangia un sacco di verdure mescolate con olio di cocco. È tutto. Per favore, diffondi queste parole a tutti quelli che conosci che soffrono di queste malattie.

Risposto dall'art
California
2016/08/28
419 messaggi

Ha risposto Krystal
Nsw
2016/12/31

Ha risposto Kalpanamayee
io
2017/03/01

Risposto dall'art
California
2017/03/01
419 messaggi


Postato da Sandi (Johnson City, Tx.) Il 17/05/2013

5 su 5 stelle

Ho ricevuto un'e-mail relativa ai vantaggi dell'olio di cocco vergine, quindi ne ho immediatamente acquistati alcuni. All'inizio ero scettico di usarlo, ma dopo aver letto i siti web sui benefici, ho deciso di provarlo sulla mia psoriasi. Sono stato afflitto da questo sulla parte inferiore dei miei piedi per più di 10 anni.

Mi sono spalmato tutto sui piedi prima di coricarmi, ho messo le calze alla caviglia e sono andato a letto. Dopo 2 settimane, la psoriasi è completamente scomparsa. Roba incredibile!


Postato da Connie (Hastings, Ontario) il 10/06/2012

5 su 5 stelle

A partire da quelle che sembravano punture di insetti, questo disturbo della pelle copriva la maggior parte delle gambe e appariva anche sulle braccia. Era evidente che qualsiasi cosa contenesse la fragranza stava influenzando questa condizione della pelle, quindi ho continuato a usare saponi come il catrame di pino e quelli che erano privi di fragranza. Ho acquistato circa $ 300,00 di unguenti da banco, antistimine, antibiotici dal medico e dopo aver atteso sette (7) mesi per l'epidermista mi è stata diagnosticata la psoriasi e mi è stata prescritta la crema al cortisone. Ho riempito due ricette, senza risultati. Il marito di mia figlia aveva un unguento per curare l'edera velenosa, come la mia, solo metà della forza. Ho applicato questo unguento di tanto in tanto e OLIO DI COCCO EXTRA VERGINE di tre volte (3 volte) al giorno, e sono stato guarito con risultati meravigliosi entro un mese. Niente più psoriasi.

Ha risposto Megg
North Vernon, Indiana, Stati Uniti
10/09/2012

Ha risposto Brainbuster
Indianapolis
2014/02/15


Postato da Ping Yap (Legazpi, Filippine) il 01/03/2012

Sulla psoriasi:

Prova a prendere olio di cocco vergine trattato a freddo 3 1/2 cucchiaio al giorno continuamente per almeno un mese.

Sorseggia un limone e un pizzico di sale marino dopo aver rinfrescato la bocca.


Postato da Diane (Old Bridge, Nj) il 02/06/2011

5 su 5 stelle

L'olio di cocco ha incredibilmente eliminato la psoriasi che ho avuto su mani, gomiti, ginocchia e macchie su gambe e caviglie da oltre 40 anni. Prendo un cucchiaino al mattino. Ci sono voluti circa un mese per cancellare. Vorrei ringraziare moltissimo per un sito Web così fantastico e grazie a tutti i collaboratori!

Ha risposto Lele
Riverside, Ca
2012/08/21
5 su 5 stelle

Ha risposto Daniella
Kaitaia
2017/08/22


Postato da Andrea (Ontario, Canada) il 25/06/2008

5 su 5 stelle

Olio di cocco per la psoriasi.

Ho sviluppato la psoriasi a placche su 1 ginocchio e 2 gomiti e la psoriasi guttata sulle gambe 18 mesi fa. Ho provato tutti i suggerimenti sotto dermatite, eczema e psoriasi che potevo fare, applicando topicamente, ACV, olio di origano, olio dell'albero del tè, miele, olio di cocco, GSE, ecc. Devo dire che tutti i rimedi topici non hanno funzionato affatto per me . Tutte le macchie rosse sono rimaste rosse e non sono mai guarite durante l'idratazione e il trattamento con quanto sopra.

Ciò che ha funzionato è stato leggere un paio di post che affermavano di non far nulla, lavarli semplicemente con un panno caldo. Questo aveva senso dato che avevo un paio di punti sulla schiena che non potevo raggiungere e che guarivano da soli. Quindi ho anche preso l'idea dalla persona che stava prendendo l'olio di cocco internamente e aveva guarito la sua psoriasi. Ho smesso di trattarlo esternamente con tutto e ho iniziato a prendere 1 TBLS di olio di cocco su farina d'avena ogni mattina e un altro TBLS in una tazza di cioccolata calda di notte. Credevo che l'idratazione dall'interno sarebbe stata probabilmente la strada giusta da percorrere. Quindi prendendo internamente l'olio di cocco ogni giorno, anche 1 complesso di vitamina B al giorno, 1 vitamina. C 500mg. al giorno e 2 capsule di olio essenziale di salute al giorno (contiene olio di semi di lino, olio di semi di ribes nero, olio di semi di zucca e olio di cartamo) tutto questo o forse solo l'olio di cocco? ha guarito completamente un gomito, l'altro è quasi guarito, la placca del ginocchio ha solo una piccola macchia rimasta e continua a ridursi e tutto il rossore luminoso alle macchie piatte è scomparso. La parte posteriore delle gambe e i lati delle cosce sono guariti e tutto ciò che rimane sono macchie di pigmentazione rosa molto chiare sui miei stinchi. Questi sono ancora in via di guarigione e sembrano molto migliori che ora posso indossare di nuovo i pantaloncini senza preoccupazioni. Continuo ogni giorno a pulirli semplicemente con un panno spesso umido caldo (solo acqua) e sto avendo un grande successo. Le linee asciutte sulle mie gambe sono scomparse e NON sto idratando esternamente! Anche i punti sulle mie mani sono completamente guariti. Stavo dedicando molto tempo al trattamento quotidiano per via topica, mi sentivo frustrato e volevo solo ringraziare tutti i poster che cercano di aiutare chiunque con i loro suggerimenti. Quei 2 post sono stati un successo per me e volevo condividere anche con altre sofferenze. Come un poster precedente diceva “non fare nulla” alla tua psoriasi, hanno anche affermato che ci sarebbe voluto del tempo, sì, è paziente, sono passati 2 mesi per me per arrivare a questo stadio.

Vorrei anche aggiungere che sono scoppiato con dermatite periorale dopo aver usato il cemento a contatto. Ho usato il tuo sito e ho applicato immediatamente ACV all'eruzione cutanea per un paio di giorni e ho applicato la crema di Calendula dopo che l'ACV si è asciugato per una settimana e in pochi giorni è guarito e in una settimana completamente sparito! Grazie mille per questo sito e per tutte le persone meravigliose che si prendono il tempo di aiutare gli altri!

Rispose Mary
San Diego, Ca
09/10/2010
5 su 5 stelle


Postato da Stephen (Cannelton, Indiana) il 03/11/2008

5 su 5 stelle

Ho deciso di provare l'olio di cocco per vedere se mi avrebbe aiutato a perdere peso. Mai, ma ho avuto un altro vantaggio collaterale interessante. Ha quasi completamente guarito il mio grave caso di psoriasi. Almeno è arrivato al punto che posso prestare poca o nessuna attenzione a questo disturbo che mi perseguita da quasi 40 anni ormai, da quando avevo 7 anni. Ho iniziato con due cucchiai di olio extra vergine di cocco, uno al mattino un tardo pomeriggio. Dopo la breve pausa che ha dimostrato che l'olio di cocco ha avuto un effetto sulla mia pelle, ho iniziato a usare le capsule di olio di cocco 1000 mg due volte al giorno, ma ho dovuto aumentare la dose a 2 1000 mg due volte al giorno. Non ho ancora sperimentato riacutizzazioni ed è stato quasi più di qualche mese quasi completamente (le vecchie cicatrici che iniziano a svanire) ora sono chiare.


Olio di cocco, olio di aloe vera, burro di karité

Postato da Cynthia (Bay Area, Ca) il 30/03/2011

5 su 5 stelle

Ho notato macchie rotonde rosse 2 sulle gambe e 1 sul braccio. Pensavo di avere tigna. Il dottore mi ha detto che era la psoriasi. Ero come ho fatto questo .. Comunque ho sempre usato l'Aloe Vera Oil .. (non gel). Ho messo olio di cocco, olio di aloe vera e burro di karité crudo .. Ha funzionato davvero. Non ho punti, nessun prurito, niente di niente ……..

Rispose Kelly
East Brunswic, Nj Usa
06/01/2011

Ha risposto Cynthia
Bay Area, Ca
2011/08/14


Olio di cocco, acqua calda

Postato da Julie (Az) il 10/01/2018

4 su 5 stelle

La mia psoriasi si è manifestata 3 anni fa – con una vendetta! Non sapevo cosa fosse, ei dottori erano all'oscuro (e prevedibilmente incuranti). Bruciava, bruciava e trasudava. Il prurito mi ha quasi fatto impazzire (o forse è riuscito – non sono sicuro – ahah). L'unica cosa che ha calmato la combustione è stato l'olio di cocco (extra vergine biologico) ma non è stato efficace al 100%. Di certo ha aiutato.

Per il prurito, ho scoperto per caso che gestire l'area sotto l'acqua MOLTO calda – quasi scottando – era incredibilmente efficace e il sollievo è durato per diverse ore (AH! Dolce sonno!) Ma ho avuto problemi logistici perché potevo accedere solo al rubinetto della vasca che ha impedito a molte aree di ottenere questo sollievo. Dovrai essere proprio ai controlli, poiché la tua pelle ti dirà “più caldo” o “più fresco” in base alle esigenze e varierà di volta in volta. Asciugare con un tovagliolo di carta e non applicare nulla sulla pelle.

Ci sono alcune teorie sul perché l'acqua calda funziona, una delle quali è che forza il rilascio di istamine attraverso la pelle. Ma per quanto ne so, nessuno sa davvero perché. Lo fa e basta.


Docce fredde

Postato da Katrina (Sterling, VA) il 28/08/2006

5 su 5 stelle

Dopo la morte di due amici molto stretti e un sacco di stress, ho avuto una psoriasi indotta da stress su tutta la mia testa, collo e spalle. Ho provato TUTTO OTC e alla fine non ha funzionato nulla, ho rinunciato e ho iniziato a risparmiare denaro per andare dal dottore. Mi sono imbattuto nella terapia con acqua fredda su questo sito e, sebbene non intendessi usarlo per trattare questo problema, lo ha sicuramente curato. Ho iniziato a fare docce con acqua fredda nei mesi più caldi qui in Virginia. Immediatamente ho notato l'aumento di energia e i miei capelli sono SUPER MORBIDI anche dopo mesi di duri shampoo psoriasi che hanno fatto diventare i miei capelli in paglia. Chiamami pazzo, ma sembra che la mia doccia non sia così sporca come prima quando usavo l'acqua calda. La mia carnagione è migliorata e c'è un'ovvia differenza nei miei pori. Fondamentalmente, non ho niente di negativo da dire sulle docce fredde. Dopo 2 mesi, non riesco nemmeno a sopportare una doccia calda ora.


Cortisolo

Postato da France (Pittsburgh, Pa) l'11 / 11/2014

5 su 5 stelle

Ho scoperto che la causa della mia psoriasi era dovuta a livelli elevati di cortisolo. Questo probabilmente aiuterebbe solo le persone che hanno sviluppato la psoriasi più avanti nella vita. Mi sono imbattuto in una cura, sì, una cura completa, quando ho iniziato a prendere un integratore naturale di supporto per l'insonnia. Quello che uso si chiama Interplexus Seriphos, ma ci sono molti altri trattamenti per abbassare il cortisolo disponibili. Fai testare i tuoi livelli di cortisolo per vedere se sono alti. Ero così scioccato quando tutta la mia psoriasi è completamente scomparsa. Non dire che questo funzionerà su persone che hanno sofferto di psoriasi per tutta la vita, ma ho sempre pensato che la mia psoriasi provenisse da livelli ormonali non sincronizzati. Ho iniziato a soffrire di psoriasi dopo la menopausa. Spero davvero che questo aiuti qualcun altro là fuori che soffre di questa malattia.


Terra di diatomee

Postato da Anonimo (Campbell, Ca) il 05/06/2013

5 su 5 stelle

Sono una donna di 68 anni e ho avuto la psoriasi su un gomito per almeno 6 anni. L'area della pelle interessata aveva un diametro di circa 1 1/2 pollici. Ho letto su Internet che la terra di diatomee avrebbe risolto questo problema. Ho acquistato un pacchetto da 25 sterline di terra di diatomee umana (DE) per circa $ 25,00 su Internet. L'importo giornaliero suggerito da prendere è 1 cucchiaio da tavola colmo in un bicchiere d'acqua. Ho preso questo importo per 4 settimane e la psoriasi è completamente scomparsa. Diversi siti web hanno anche suggerito di fare una pasta di terra e posizionarla sulla zona interessata. L'ho fatto diverse volte ma poi ho semplicemente messo la terra in acqua su base giornaliera e l'ho bevuta. Questo potrebbe funzionare più velocemente se hai fatto sia la pasta che bevuto il DE in acqua. Ho smesso di usare la pasta perché mi stava addosso. Avevo provato l'aloe vera e altre lozioni per la pelle e non funzionava. La terra biatomica è silice e sembra probabile che si tratti di una carenza di silice nella dieta. È possibile acquistare quantità minori di DE a un prezzo inferiore se questo è tutto ciò per cui si desidera utilizzarlo. La mia ipotesi è che ci vorrebbe più tempo per chiarire la psoriasi che copre un'area più ampia. Sono rimasto davvero sorpreso dal fatto che ciò abbia funzionato in così poco tempo. Il motivo per cui ho provato questo è che ho letto testimonianze su almeno 6 siti Web che hanno affermato che questo è efficace per sbarazzarsi della psoriasi. Continuerò a utilizzare DE. Se questa è una carenza nella dieta, la mia ipotesi è che sarebbe bene assumere DE almeno più volte alla settimana su base continuativa. Oltre a lavorare sulla psoriasi, è molto economico. Se usato solo per la psoriasi, un sacco da 25 libbre dovrebbe durare per molti anni – probabilmente il motivo per cui questo non è promosso dall'industria medica affermata.

Ho acquistato la maggior quantità di DE come volevo usarla per il controllo dei parassiti del giardino. DE ha più di 100 usi per la salute, gli animali domestici, il giardino e la casa, non è un prodotto chimico e non ha effetti collaterali pericolosi per le persone o gli animali domestici.

Ha risposto Carrie
Florida, Stati Uniti
2015/03/24


Suggerimenti dietetici ed erboristici

Postato da Amrita (Delhi, India) il 26/01/2009

5 su 5 stelle

ho avuto la psoriasi negli ultimi 10 anni. dopo essere stato trattato con tutti i tipi di terapie, ho iniziato un trattamento olistico. il dr ha iniziato la mia disintossicazione come coloniche, detergenti per l'acidità e anche con alcune erbe. con mia sorpresa, ho visto un miglioramento entro una settimana. sono stato anche messo su diversi tipi di frutta e succhi di verdura. stavo anche eseguendo regolarmente esercizi di stretching ed esercizi di respirazione e alla fine ho preso alcune erbe per correggere il mio sistema immunitario. per gli ultimi 3 anni non ho notato alcun sintomo della malattia. sto mangiando bene e sto vivendo gioiosamente. PSORIASIS è diventata una storia. nella mia apertura la TERAPIA OLISTICA è l'unica soluzione per questa malattia. conosco anche altre persone che sono libere da questa malattia dopo una lunga sofferenza. thanx


Postato da Yigal (Nord Israele) il 21/09/2008

5 su 5 stelle

Psoriasi: evitare lo zucchero ha davvero aiutato il mio amico. Anche le gocce di olio di enotera sono molto buone. Crema di Neem esternamente. Anche la pulizia del sangue e del fegato è importante.


Cambiamenti dietetici

Postato da Cholasman (Mumbai, India) il 18/05/2015

Sono nuovo qui e leggere questo forum mi fa sentire meglio con me stesso. Ho sviluppato la psoriasi del cuoio capelluto sul mio cuoio capelluto nel mio ultimo anno di college nel 2003. Quando ho avuto per la prima volta un'epidemia, gran parte del mio cuoio capelluto era MOLTO rosso. Questo rossore era solo sul cuoio capelluto e non andava da nessun'altra parte della mia testa. Dopo anni passati ad avere il cuoio capelluto traballante / rosso e pruriginoso, ho iniziato a rendermi conto che il cibo stava contribuendo ad esso. Latticini e glutine sono gli alimenti più problematici. Ho anche notato che la salsa di pomodoro, i peperoni, le arachidi e la carne rossa grassa contribuiscono in qualche modo alla desquamazione. Sinceramente non so dire se le uova causano un problema o meno, poiché ho notato che quando mangio le uova, in qualche modo idratano il mio cuoio capelluto, diventa leggermente oleoso. Qualcuno sa perché questo accade? Sono allergico alle uova o è un risultato del suo profilo nutrizionale? Comunque, in questo momento ho solo un problema sul mio cuoio capelluto. Ho 2 toppe rosse che mi scendono sulla fronte, quindi non posso nasconderlo ed è imbarazzante.

Risposto da Om
Spero, Canada Canada
2015/05/19

Ha risposto di gratitudine
Nord-est, Stati Uniti
2015/05/20


Ha risposto Brad
Rhode Island
2015/04/19

Ha risposto Stonefieldsian
Auckland, Nuova Zelanda.
2015/04/20


Psorilax:Migliore online |psoriasi crema dovobet

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, ingredienti


* Recensione del meglio secondo gli editori di ecdfburma.org. Informazioni sui criteri di selezione. Questo materiale è soggettivo, non una pubblicità e non serve da guida per l'acquisto. Prima di acquistare, è necessario consultare uno specialista.

La psoriasi è una malattia autoimmune della pelle, accompagnata da frequenti processi infiammatori sistemici. Con questa patologia, le cellule dermiche vengono prodotte troppo rapidamente. Su questo sfondo compaiono macchie rosse, coperte da squame di colore bianco-grigio. Per il trattamento vengono utilizzati farmaci locali e sistemici. Con altri gruppi farmacologici, viene prestata particolare attenzione alla terapia vitaminica.

Con la psoriasi, le seguenti vitamine sono particolarmente rilevanti:

  1. Retinolo acetato (vitamina A). Riduce i processi infiammatori, elimina il prurito e l'eccessiva secchezza della pelle. I preparati esterni con questa vitamina eliminano perfettamente l'infiammazione nella psoriasi a placche.
  2. Colecalciferolo (vitamina D). Rallenta la divisione cellulare attiva nella psoriasi. Aumenta l'efficacia degli steroidi esterni.
  3. Acido ascorbico (vitamina C). Aumenta le difese del corpo. Promuove la produzione di collagene e sostiene la pelle sana. Accelera il processo di rigenerazione, rende la pelle più idratata.
  4. Tocoferolo (vitamina E). Allevia i processi infiammatori, migliora la circolazione sanguigna locale, l'anestesia ed elimina il disagio delle lesioni psoriasiche. Promuove la rigenerazione del tessuto danneggiato.
  5. Fillochinone (vitamina K). Accelera i processi di rigenerazione nelle aree danneggiate, accelera la guarigione di ferite focali e crepe.
  6. Piridossina cloridrato (vitamina B6). Ritarda la possibile ricaduta della psoriasi. Previene l'eccessiva divisione cellulare del derma. Elimina prurito e ridimensionamento su focolai patologici.
  7. Cianocobalamina (vitamina B12). Partecipa a molti processi metabolici, influenza positivamente le cellule del sangue, migliora lo stato dei sistemi nervoso ed epatobiliare.
  8. Un elemento molto importante nel trattamento della psoriasi è un oligoelemento: lo zinco. Dovrebbe essere incluso nei complessi vitaminici e minerali per uso interno ed è spesso usato anche in forme di dosaggio esterne. In questa recensione, verranno prese in considerazione le migliori vitamine per la psoriasi dei produttori importati e nazionali.

Revisione delle migliori vitamine per la psoriasi

Nomina luogo nome del prodotto prezzo
Le migliori vitamine importate per la psoriasi 1 Dragee speciale di Merz 900 ₽
2 Zentiva vitamina E 192 ₽
3 Vitamina D3 + K2 di Solaray 1174 ₽
4 La migliore vitamina C del medico con Quali-C 1720 ₽
5 NOW Foods B-6 50 mg 320 ₽
6 Zinco chelato Solgar 1650 ₽
Le migliori vitamine russe per la psoriasi 1 Essliver Forte 492 ₽
2 Decamevite 1250 ₽
3 Vitamina E di RealCaps 146 ₽
4 AEvitamin Evalar 103 ₽
5 Undevit 43 ₽
6 Schede di Kombilipen 249 ₽

Le migliori vitamine importate per la psoriasi

I produttori di importazione producono preparati multivitaminici per la pelle che aiutano a far fronte alla psoriasi. E producono anche molti mono-prodotti contenenti l'uno o l'altro delle vitamine / microelementi e la loro carenza può peggiorare le malattie psoriasiche.

Dragee speciale di Merz

Punteggio: 4.9

Lo speciale multivitaminico tedesco Merz Dragee è appositamente progettato per la pelle, i capelli, le unghie e tutto il corpo. La composizione di questo farmaco contiene, necessaria per la psoriasi, la vitamina A in due forme, la vitamina E, la vitamina D3, le vitamine B6 e B12, nonché altri componenti utili. Il farmaco è rilevante nella fase stazionaria o regressiva della psoriasi. Questo rimedio può accelerare la pulizia della pelle dalle placche psoriasiche.

Merz è venduto in bellissime bottiglie di vetro bianco. Confetto di forma rotonda, biconvesso, con una superficie liscia e lucente. Il loro colore è gradevole: rosa brillante. Sono ingeriti senza problemi. Si consiglia agli adulti di assumere 1 compressa al mattino e alla sera. A seconda della confezione, la bottiglia può durare da 1 a 2 mesi di utilizzo. Poiché la composizione contiene ferro, non superare la dose.

Secondo le recensioni, Merz Special Dragee ha un notevole effetto riparatore sul corpo, che è estremamente importante quando si combatte la psoriasi. Quando si utilizza questo strumento, il prurito, la desquamazione diminuiscono, il processo di guarigione accelera con lesioni psoriasiche della pelle. Vestito con questo farmaco migliora le condizioni di capelli e unghie, unifica la carnagione, elimina le tracce di affaticamento.

vantaggi

  • contiene vitamine essenziali per la psoriasi;
  • i confetti si inghiottono facilmente;
  • alleviare prurito e desquamazione;
  • accelerare la rigenerazione della pelle;
  • migliorare le condizioni di capelli e unghie;
  • rafforzare l'immunità.

svantaggi

  • è possibile l'intolleranza individuale dei singoli componenti.

Zentiva vitamina E

Punteggio: 4.8

La società farmaceutica ceca Zentiva produce vitamina E in vari dosaggi. L'alfa-tocoferolo nel corpo umano agisce come antiossidante cellulare. Le condizioni della pelle colpite dalla psoriasi sono notevolmente migliorate, poiché questa sostanza migliora il metabolismo a livello cellulare. Grazie ad esso, i fuochi dell'infiammazione vengono eliminati e le cellule vengono aggiornate e guarite più rapidamente.

La vitamina ceca E è una capsula ovale rossa con un chiaro contenuto di olio giallo chiaro. Il tocoferolo acetato in ciascuno di essi può contenere 100, 200 o 400 mg. Il dosaggio più appropriato per un particolare paziente deve essere determinato dal dermatologo curante. Con la psoriasi, il farmaco viene solitamente assunto 1 capsula 1 volta al giorno fino a quando la condizione non migliora. La vitamina E è generalmente ben tollerata, ma a volte può causare nausea e mal di stomaco.

Nelle recensioni, i pazienti notano che la vitamina E di Zentiva è un farmaco comodo da usare, che non solo migliora le condizioni della pelle con la psoriasi, ma promuove anche la crescita attiva delle unghie, rendendole più forti, unifica il tono del viso, eliminando piccole eruzioni cutanee. Con il suo aiuto, alcune donne riescono a normalizzare lo sfondo ormonale, migliorare l'umore e ridurre l'affaticamento.

vantaggi

  • le capsule sono facili da deglutire;
  • accelera la rigenerazione della pelle con la psoriasi;
  • normalizza i livelli ormonali;
  • riduce l'affaticamento.

svantaggi

  • può causare nausea e mal di stomaco.

Vitamina D3 + K2 di Solaray

Punteggio: 4.7

La società americana Solaray produce integratori alimentari Vitamina D3 + K2. Comprende: colecalciferolo naturale D-3 e K-2, menachinone-7 di ceci fermentati. E il prodotto contiene anche calcio e fosforo. Il componente principale qui è la vitamina D, che si posiziona come immunomodulatore e ha un significativo effetto terapeutico nel trattamento della psoriasi.

Supplementi La vitamina D3 + K2 è disponibile sotto forma di capsule abbastanza grandi in un guscio di ingredienti di origine vegetale. Nella confezione ci possono essere da 60 a 120 pezzi. Regime posologico per adulti – 1 capsula al giorno. L'integratore alimentare è ben tollerato senza disturbare il tratto digestivo o causare altri effetti collaterali.

Secondo i critici, l'uso della vitamina D3 + K2 di Solaray porta a una riduzione più rapida della prevalenza e della gravità del processo patologico nei pazienti con psoriasi a placche cronica. Allo stesso tempo, l'integratore alimentare allevia la sindrome da affaticamento cronico, la depressione e l'apatia. Migliora anche le condizioni delle unghie e rende i capelli meno screpolati.

vantaggi

  • forma ben digeribile di vitamina D;
  • riduce i sintomi della psoriasi;
  • non consente la diffusione del processo psoriasico;
  • migliora il contesto psico-emotivo;
  • fornisce un potenziamento della forza;
  • guarisce capelli e unghie.

svantaggi

  • alcune persone hanno difficoltà a deglutire le capsule.

La migliore vitamina C del medico con Quali-C

Punteggio: 4.6

Il famoso marchio americano Doctor's Best sta lanciando integratori di vitamina C con Quali-C. La dose di acido ascorbico è di 500 mg. Questa sostanza stimola la sintesi del collagene, elimina i processi infiammatori, guarisce la pelle e ne migliora il tono. E poiché la psoriasi è spesso esacerbata su uno sfondo di ridotta immunità, l'acido ascorbico è in grado di prevenirlo, poiché aumenta considerevolmente le difese dell'organismo.

La vitamina C Quali-C è una capsula di medie dimensioni facile da deglutire. Il loro guscio è vegano, trasparente. Sono collocati in una bottiglia di plastica opaca con un pratico coperchio a scatto. La confezione contiene 120 capsule. Si consiglia di prenderli 1 pezzo 2 volte al giorno tra i pasti. Questo rimedio non deve essere assunto da persone che soffrono di gastrite iperacida.

Secondo i critici, la migliore vitamina C di Doctor con Quali-C rafforza perfettamente le difese dell'organismo. Con questo integratore alimentare, la psoriasi è in remissione più a lungo. Allo stesso tempo, i consumatori notano che hanno molte meno probabilità di avere il raffreddore. E a loro piace anche la loro condizione generale della pelle. La carnagione diventa liscia e sana. Sulla pelle matura, le macchie dell'età sono alleggerite.

vantaggi

  • alta concentrazione di acido ascorbico;
  • le capsule sono facili da deglutire;
  • rafforza il sistema immunitario;
  • mantiene la psoriasi in remissione;
  • migliora le condizioni generali della pelle.

svantaggi

  • può irritare la mucosa gastrica.

NOW Foods B-6 50 mg

Punteggio: 4.5

BAA B-6 50 mg è commercializzato dal marchio americano NOW Foods. La piridossina cloridrato è essenziale per la psoriasi, poiché combatte attivamente contro l'eccessiva secchezza della pelle, caratteristica di questa patologia. L'impulso per esacerbare il processo psoriasico è spesso un aumento dello stress sul sistema nervoso e la vitamina B6 aiuta a far fronte allo stress.

NOW Foods B-6 è disponibile in compresse da 50 mg. Sono rotondi, biconvessi, bianchi. Non hanno gusto o odore, vengono deglutiti quasi senza problemi. Si raccomanda agli adulti di assumere un integratore alimentare 1 compressa da 1 a 2 volte al giorno contemporaneamente ai pasti o immediatamente dopo. Di solito un tale prodotto è ben tollerato, ma in alcuni pazienti può causare una reazione allergica sotto forma di eruzioni cutanee.

Nelle recensioni, le persone con psoriasi notano che l'integratore alimentare NOW Foods B-6 migliora significativamente le loro condizioni. L'eccessiva secchezza viene eliminata, le ferite guariscono più velocemente. Lo stato psicoemotivo è stabilizzato, la qualità del sonno è normalizzata, appare un'impennata di forza durante il giorno, la concentrazione dell'attenzione aumenta. Alcuni notano anche che lungo la strada la piridossina rianima perfettamente i capelli.

vantaggi

  • le compresse vengono facilmente ingerite;
  • elimina secchezza, desquamazione;
  • guarisce rapidamente ferite, crepe;
  • calma il sistema nervoso;
  • migliora la condizione dei capelli.

svantaggi

  • può causare eruzioni cutanee.

Zinco chelato Solgar

Punteggio: 4.4

La società americana Solgar produce un integratore alimentare di zinco chelato, che può essere utilizzato nel trattamento della psoriasi. Una porzione contiene 22 mg di Zn sotto forma dell'amminoacido glicinato chelato. Ha un effetto benefico sulla pelle: effetti antinfiammatori, antimicrobici e antifungini. Ha anche un effetto antiossidante, supporta il sistema immunitario del corpo.

Lo zinco chelato di Solgar è disponibile in compresse bianche piccole, rotonde, biconvesse. Non hanno odore o sapore, ma ingoiarli nonostante le loro piccole dimensioni è ancora abbastanza difficile. Ciò è dovuto al fatto che non sono coperti da un guscio liscio, in modo che possano graffiarsi la gola. Si consiglia di assumere 1 compressa al giorno durante i pasti.

Secondo le recensioni, quando si utilizza lo zinco chelato di Solgar, i sintomi della psoriasi diminuiscono molto più rapidamente. Gli integratori hanno un effetto sulla pelle e ricostituiscono anche la carenza di zinco, che viene attivamente consumata in situazioni stressanti. Il prodotto viene rapidamente assorbito e ben tollerato senza causare allergie o altri effetti indesiderati.

vantaggi

  • forma facilmente digeribile di zinco;
  • migliora le condizioni della pelle;
  • aiuta a far fronte allo stress;
  • non provoca reazioni allergiche.

svantaggi

  • le compresse non hanno un guscio liscio.

Le migliori vitamine russe per la psoriasi

I produttori nazionali producono vari preparati combinati con una vasta gamma di applicazioni, che sono anche adatte per la terapia vitaminica della psoriasi.

Essliver Forte

Punteggio: 4.9

Il preparato combinato Essliver Forte russo-indiano contiene 6 vitamine del gruppo B e fosfolipidi essenziali. Questo strumento agisce sulla psoriasi in un complesso. Da un lato, sono le vitamine del gruppo B, che migliorano direttamente le condizioni della pelle. E d'altra parte, sono i fosfoslipidi, che sono estremamente necessari, perché nella psoriasi il metabolismo lipidico è spesso disturbato.

Essliver Forte è disponibile in capsule di gelatina dura con astuccio rosso e cappuccio marrone. Hanno dimensioni accettabili, quindi vengono deglutiti quasi senza problemi. Per la psoriasi, si consiglia di utilizzare 2 pezzi 3 volte al giorno per 2-3 settimane, quindi 1 capsula 3 volte al giorno per 2 mesi. In parallelo, vengono utilizzati metodi di trattamento convenzionali.

Secondo i critici, Essliver Forte fornisce un significativo aumento dell'efficacia del trattamento, riduce il numero di recidive della malattia. Con questo complesso, le condizioni della pelle con psoriasi focale e diffusa migliorano significativamente. Quando si usano queste vitamine integrate con fosfolipidi, non ci sono stati casi di complicanze. Tuttavia, con tale farmaco, il tempo di trattamento dei pazienti è significativamente ridotto.

vantaggi

  • Vitamine del gruppo B + fosfolipidi;
  • le capsule sono facili da deglutire;
  • aumentare l'efficacia del trattamento della psoriasi;
  • non causare complicazioni.

svantaggi

  • è richiesto un uso a lungo termine.

Decamevite

Punteggio: 4.8

La società farmaceutica Pharmstandard produce un agente multivitaminico Decamevit. La composizione contiene 6 vitamine del gruppo B, vitamine A, E, C, B e l'amminoacido metionina. La combinazione di queste importanti sostanze nella psoriasi aiuta ad eliminare secchezza, desquamazione, irritazione e guarigione delle ferite. Il complesso multivitaminico ha un effetto riparatore sul corpo, prolungando così il periodo di remissione di questa malattia.

Decamevit è una compressa di medie dimensioni, rivestita con una membrana giallo pallida. Si trovano sulle vesciche. In totale, la loro confezione contiene 20 pezzi. Si raccomanda agli adulti di assumere 1 compressa da 1 a 2 volte al giorno per 2-8 settimane. Il farmaco è generalmente ben tollerato, ma a volte può verificarsi una reazione allergica. Inoltre, alcuni potrebbero essere imbarazzati dal fatto che quando si utilizza questo rimedio, l'urina diventa di colore giallo intenso.

Le recensioni del farmaco Decamevit sono per lo più positive. Grazie a questo complesso, l'epitelio cutaneo viene ripristinato, viene attivato il processo di guarigione delle ferite nella psoriasi. La pelle diventa idratata e pulita. Allo stesso tempo, la condizione dei capelli migliora, la carnagione viene levigata e aumenta la resistenza del corpo ai raffreddori.

vantaggi

  • composizione ben ponderata;
  • le compresse sono facili da deglutire;
  • promuovere la guarigione delle ferite;
  • standardizzare la carnagione della pelle;
  • migliorare la condizione dei capelli;
  • aumentare l'immunità.

svantaggi

  • sono possibili reazioni allergiche.

Vitamina E di RealCaps

Punteggio: 4.7

La società RealCaps produce vitamina E, che è un antiossidante universale. Può contenere 100 mg o 200 mg di alfa-tocoferolo acetato. La composizione contiene anche olio di semi di girasole. Questo rimedio è un'ottima alternativa alla vitamina ceca E. Non contiene coloranti, ha un costo più interessante e allo stesso tempo non è meno efficace nel trattamento della psoriasi.

La vitamina E di RealCaps è una piccola capsula gialla simile all'olio di pesce e posta in una bottiglia di plastica scura. Le capsule sono facili da deglutire e hanno un piacevole profumo di vaniglia. Si consiglia agli adulti di mangiare 1 pezzo al giorno durante i pasti. La durata dell'uso è da 2 a 4 settimane. Non puoi assumere categoricamente questo integratore alimentare a stomaco vuoto.

Secondo le recensioni, RealCaps Vitamin E è efficace nel trattamento della psoriasi. Se usati durante il periodo di esacerbazione, i focolai psoriasici smettono di diffondersi e quelli esistenti guariscono più velocemente. Inoltre, le condizioni della pelle in tutto il corpo, incluso il viso, migliorano. Il suo tono è livellato, le eruzioni cutanee passano. Questo integratore alimentare rinforza anche le unghie e rivitalizza i ricci.

vantaggi

  • capsule facili da deglutire;
  • piacevole aroma di vaniglia;
  • promuove la guarigione della pelle danneggiata;
  • migliora le condizioni di capelli e unghie.

svantaggi

  • assunto a stomaco vuoto, può irritare la mucosa gastrica.

AEvitamin Evalar

Punteggio: 4.6

La società farmaceutica Evalar produce integratori alimentari AEvitamin. Contiene vitamina A (equivalente di retinolo – 1,0 mg) e vitamina E (equivalente di tocoferolo – 60,0 mg), nonché olio di soia raffinato. Il prodotto stabilizza le membrane cellulari, favorisce il rinnovamento e il miglioramento della pelle con la psoriasi. Gli integratori non contengono glutine, zucchero e OGM.

AEvitamin Evalar è una capsula ovale piuttosto grande di gelatina simile all'olio di pesce. Non hanno odore o sapore sgradevoli. Deglutisci abbastanza facilmente. Si raccomanda agli adulti di assumere un integratore alimentare 1 capsula 1 volta al giorno durante i pasti. Per evitare bruciori di stomaco, nausea o mal di stomaco, è importante non usare AEvitamin a stomaco vuoto.

Nelle recensioni, coloro che sanno in prima persona quale psoriasi è spesso elogiata da AEvitamin di Evalar. A loro piace che questo strumento sia comodo da usare e con esso il processo di guarigione sia notevolmente accelerato. E se lo prendi per la prevenzione durante la remissione, la ricaduta viene posticipata a lungo. A molte donne piace questo, scompaiono i forti sintomi della sindrome premestruale e il benessere generale fisico ed emotivo migliora.

vantaggi

  • le capsule sono facili da deglutire;
  • ricevimento una volta al giorno;
  • accelerare il processo di rigenerazione del tessuto danneggiato;
  • allevia i sintomi gravi della sindrome premestruale.

svantaggi

  • assunto a stomaco vuoto, può irritare lo stomaco.

Undevit

Punteggio: 4.5

Diverse aziende farmaceutiche russe producono Undevit, un complesso multivitaminico molto economico. La composizione di questo farmaco contiene vitamine del gruppo B, nonché vitamine A, E, C e P. Questo rimedio economico ha funzionato bene per la psoriasi perché contiene tutti i componenti necessari per la guarigione della pelle.

Undevit viene consegnato sotto forma di mandorle zuccherate gialle brillanti in banchi polimerici. Molti seguono un malinteso comune e dissolvono o spezzano questa forma di dosaggio. Ma in realtà, i dragees devono essere deglutiti interi. Altrimenti, una parte importante delle vitamine semplicemente collassa. Per combattere la psoriasi, si consiglia di Undevit di assumere 2-3 compresse al giorno per 20-30 giorni. Tra i corsi, è consigliabile fare una pausa da 1 a 3 mesi.

Secondo i critici, Undevit si adatta perfettamente ai suoi compiti e può competere con un costoso farmaco importato. Questo strumento allevia secchezza, desquamazione e irritazione. Con il suo aiuto, i micro-danni alla pelle vengono guariti più rapidamente. Il complesso vitaminico aumenta le difese dell'organismo, il che contribuisce a un periodo più lungo di remissione nella malattia psoriasica cronica.

vantaggi

  • composizione equilibrata;
  • i confetti si inghiottono facilmente;
  • costo di bilancio;
  • migliorare le condizioni della pelle;
  • aumentare l'immunità.

svantaggi

  • l'intolleranza individuale è possibile.

Schede di Kombilipen

Punteggio: 4.4

La società farmaceutica Pharmstandard produce un complesso vitaminico B – Combilipen Tabs. Contiene una forma liposolubile di tiamina, piridossina cloridrato e cianocobalamina. Le vitamine del gruppo B hanno un effetto positivo sulla pelle, che ha particolarmente bisogno di psoriasi. Inoltre normalizzano il funzionamento del sistema nervoso, che è anche necessario per prevenire la ricaduta della psoriasi.

Kombilipen Tabs è una compressa rotonda, biconvessa, rivestita con un guscio bianco. Sono ingeriti senza problemi. Schema posologico per adulti – 1 compressa da 1 a 3 volte al giorno. Dovrebbero essere assunti dopo i pasti senza masticare o bere con una piccola quantità di liquido. Di solito il farmaco è ben tollerato, ma in alcuni casi può causare eruzione cutanea o tachicardia.

Nelle recensioni, i pazienti con psoriasi lodano spesso le compresse di Combilipen. A loro piace che le condizioni della pelle migliorino significativamente con questo farmaco e hanno anche il potenziale per diventare più resistenti allo stress, che è necessario per ridurre il numero di recidive. Inoltre, questo agente multivitaminico ha un effetto benefico su capelli e unghie.

vantaggi

  • Vitamine del gruppo B;
  • le compresse vengono facilmente ingerite;
  • la condizione della pelle migliora;
  • aumentare la resistenza allo stress.

svantaggi

  • può causare tachicardia o eruzioni cutanee.


Avvertimento! Questa valutazione è soggettiva, non è un annuncio pubblicitario e non costituisce una guida per l'acquisto. Prima di acquistare, è necessario consultare uno specialista.


Guarda il video: carenza di vitamina B12 – cause, sintomi, diagnosi, trattamento, patologia (maggio 2020).

(embed) https://www.youtube.com/watch?v=Z8WmHK_QDtw (/ embed)



Psorilax:A basso prezzo |urea crema bifase psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, originale

Psoriasi o eczema

La psoriasi è un tipo di dermatite cronica. Sembra uno spesso rilievo rosso coperto di scaglie di grigio argento, che sono queste cellule morte della pelle Se il paziente ha una pecora o un graffio, renderà i fiocchi più spessi. L'estensione dell'eruzione cutanea è chiaramente separata dalla pelle normale. Può avere infiammazione causando gonfiore, arrossamento, prurito, screpolature o pustole Spesso presenti intorno a gomiti, ginocchia, cuoio capelluto, palmi, piedi, braccia, gambe, coccige, unghie

Inoltre, circa il 5-10% dei pazienti con psoriasi può avere l'artrite. Ci saranno dolori articolari nelle articolazioni, dita, dita dei piedi o ossa posteriori. Di solito è graduale Ma alcune persone possono avere sintomi acuti

Psoriasi Trovato circa l'1-3 percento della gente comune può essere trovato in tutte le età, di età compresa tra 11 e 45 anni, circa il 30 percento dei pazienti sono adolescenti. La psoriasi è una malattia che non è causata da germi e non è una malattia contagiosa. Pertanto non può essere contattato toccando Respirando o mangiando insieme

La psoriasi è causata da anomalie del sistema di controllo della divisione cellulare. Le cellule dell'epidermide si dividono fino a 1000 volte più velocemente del normale e si spostano dallo strato sottocutaneo fino all'epidermide da 21-28 giorni a 2-6 giorni. In generale, le cellule della pelle impiegheranno del tempo a dividersi e crescere. Cresce per sostituire le vecchie cellule che muoiono ogni 21-28 giorni, ma nei pazienti con psoriasi, le cellule della pelle si dividono molto rapidamente ogni 2-6 giorni, facendo sì che la pelle diventi più spessa Inoltre, le arterie del derma si stanno espandendo. Pertanto, causando arrossamento della pelle e le cellule della pelle sono ancora carenti nel legame. Pertanto, in alcuni casi, gli strati esterni della pelle si staccano, si sfaldano o si sfaldano.
Cause della psoriasi

Al momento, la vera causa non è ancora nota, ma le cause generali sono le seguenti

Le cause all'interno del corpo includono

– Genetica, la psoriasi è causata da un disturbo genetico e può essere ereditaria. In cui, se il padre o la madre è l'unica psoriasi, i bambini avranno una probabilità di circa l'1%, ma se entrambi i genitori sono psoriasi, i bambini avranno l'opportunità di aumentare del 41% e scopriranno che circa la metà dei pazienti con psoriasi ci sarà almeno un membro della famiglia soffre della stessa malattia.

– Sistema immunitario È emerso che i pazienti con psoriasi possono presentare anomalie nel sistema immunitario che rispondono ai componenti della pelle. Normalmente, i globuli bianchi delle cellule T proteggono le cellule e distruggono corpi estranei o germi. Ma nei pazienti con psoriasi, le cellule T sono stimolate a rilasciare leucotreni che causano infiammazione della pelle. E stimola l'epidermide a dividersi più velocemente del solito causando una pelle spessa

– Digestione e assorbimento di proteine ​​alterate nell'intestino tenue Causando la permanenza di molti aminoacidi E digeriti dai batteri nel tratto digestivo Causando vari tipi di tossine, come la poliammina, che si traduce in una rapida divisione delle cellule
Compromissione della funzionalità epatica Se il fegato non è in grado di eliminare le tossine presenti nel corpo, questo renderà il corpo pieno di tossine che causeranno un peggioramento dei sintomi della psoriasi e una maggiore esogene. Può essere di più

Cause dall'esterno del corpo Le cause della malattia si ripresentano e diventano croniche, incluso

– Sottolineare se il paziente ha stress. Pressione psicologica o interessata Può causare il ripetersi e l'aumento dei sintomi della malattia
Lesioni della pelle o ferite della pelle, come graffi di pecora, graffi, scottature solari. Pertanto, se il paziente è rooky, oggetti taglienti, tagli, ustioni, scottature o anche una piccola abrasione. Può provocare un'eruzione cutanea in quella zona. Alcune malattie infettive, come mal di gola causato da streptococco

– intolleranza a determinati farmaci, come clorochina, beta-bloccanti, contraccettivi orali Farmaci antinfiammatori non steroidei

– Ipersensibilità ad alcuni alimenti Trovato che evitare di mangiare cibi allergici Aiuta a migliorare i sintomi della psoriasi

– Bere alcolici L'alcool può danneggiare il rivestimento del tratto digestivo. Permettere alle tossine di passare più facilmente attraverso il tratto digestivo. E compromette anche la funzionalità epatica e non può eliminare normalmente le sostanze tossiche Quando il corpo ha più tossine peggiorerà i sintomi della malattia

– Fumare la nicotina nel fumo di sigaretta stimolerà la dermatite e causerà irritazione alla pelle.

– La mancanza di alcuni nutrienti, ad esempio nei pazienti con psoriasi, carenza di vitamina A, vitamine del gruppo B, minerali di zinco e alcuni acidi grassi

– esposizione a tossine o sostanze chimiche come detergenti, medicina cinese, medicina in vaso, alcuni steroidi Può causare irritazione alla pelle

Programma completo di trattamento della psoriasi

La psoriasi è una malattia incurabile. Il più delle volte è cronico, persistente, ma può curare la malattia. La durata della malattia può essere trovata da 1 a 54 anni. I sintomi di ciascun paziente Quanto presto sarà meglio? Dipende dal comportamento dell'individuo Pertanto, l'obiettivo del trattamento è quello di alleviare i sintomi del paziente da mitigare. E ha gli effetti collaterali minimi I pazienti devono ricevere un trattamento in corso.

Il programma di trattamento della psoriasi olistica è un programma di trattamento che si concentra sul cambiamento delle abitudini di vita quotidiane, come mangiare cibo, integratori, applicare creme a base di erbe. Disintossicazione da esercizio con vari metodi Ciò contribuirà a ridurre gli effetti collaterali dell'uso di farmaci topici, dell'uso della luce o dell'assunzione di farmaci. Il trattamento olistico è considerato un metodo sicuro e alternativo per trattare e alleviare i sintomi della psoriasi come segue

1. Cerca di evitare gli stimoli che causano malattie come

– Trova il modo di gestire lo stress e l'ansia meditando Praticare il respiro o come hobby come leggere, ascoltare musica, guardare film, ecc. E dormire a sufficienza

– Non sbucciare o graffiare la pelle e fare attenzione a non ferire la pelle

– Non fumare o inalare il fumo di sigaretta. Perché la nicotina nel fumo di sigaretta stimola la dermatite e può causare irritazione alla pelle.

2. Applicare una crema contenente erbe come la capsaicina dal peperoncino, l'aloe vera, la radice di liquirizia e la camomilla per ridurre l'infiammazione. E alleviare il prurito del dolore rosso nei pazienti con psoriasi.

3. Terapia nutrizionale con modifiche dietetiche incluso

– Dovrebbe scegliere alimenti naturali privi di additivi, inclusi coloranti, aromi, conservanti

– Dovrebbe scegliere di mangiare frutta e verdura Soprattutto mele, bacche, pomodori, cipolle, broccoli, spinaci e carote, che hanno una varietà di antiossidanti Pertanto aiuta a ridurre l'infiammazione E anche ricco di fibre alimentari che aiutano il sistema digestivo a funzionare normalmente Ridurre problemi di costipazione E aiuta ad accelerare l'eliminazione di sostanze tossiche dal corpo.

– Non mangiare cibo banale. Dovrebbe mangiare una varietà di tipi e circolare per non duplicare ogni giorno Non mangiando il cibo entro 3-4 giorni per aiutare a prevenire le allergie alimentari Provocare il corpo a ricevere molti nutrienti Aiuta a ridurre la quantità di sostanze chimiche aggiunte al cibo dagli alimenti che vengono mangiati ripetutamente.

– Evitare di mangiare cibi allergici. Alcuni pazienti potrebbero non essere a conoscenza della psoriasi a causa di allergie alimentari croniche. Pertanto, dovrebbe essere testato per eventuali allergie alimentari dalla raccolta del sangue ed evitare rigorosamente di mangiare cibi allergici A causa di allergie alimentari causerà infiammazione della pelle e i sintomi della psoriasi possono peggiorare

– Evita di mangiare cibi fermentati, cibi piccanti, bevande super soft, caffè, cibi acidi come pomodori, arance, limoni, poiché questi alimenti possono stimolare il ripetersi dei sintomi della psoriasi

– Evitare di mangiare cibi animali come carne rossa, latte, latticini, grano perché questi alimenti contengono sostanze che causano infiammazione.

– Evitare di mangiare contenenti grano, mais e uova, perché la maggior parte delle persone è allergica a questi alimenti Quando si mangiano questi alimenti, i pazienti tendono a migliorare.

– Mangia pesci di mare ricchi di omega 3, tra cui salmone, sardine, sgombro, tonno, aringhe, almeno 3 volte a settimana per alleviare l'infiammazione dell'eruzione cutanea.

– Bevi abbastanza acqua pulita almeno 8 bicchieri al giorno per aiutare ad accelerare l'escrezione di tossine e aiutare la pelle a essere umida, non secca, non desquamata, screpolata o screpolata

4. Mangia integratori alimentari Gli integratori che aiutano ad alleviare i sintomi della psoriasi includono

– La vitamina A deve essere assunta sotto forma di beta carotene, una forma di vitamina A altamente sicura. Aiuta a ridurre la produzione di poliammina tossica Pertanto aiuta a ridurre la divisione cellulare

– Vitamine B totali, tra cui vitamina B1, B5, B6, B12, acido folico, necessarie per la funzione cellulare Aiuta a riparare la pelle, a guarire le ferite, a ridurre le infezioni. Pertanto aiuta ad alleviare i sintomi della psoriasi

– Estratto di cartilagine di vitamina C, K Wacentin, vitamina E e squalo Aiuta a ridurre l'insorgenza di radicali liberi. Aiuta a rafforzare il sistema immunitario. Pertanto aiuta a ridurre la gravità e ridurre l'infiammazione, il gonfiore, il prurito della pelle nei pazienti con psoriasi

– La vitamina D sotto forma di vitamina D3 aiuta a controllare la funzione dei globuli bianchi delle cellule T, riducendo così la divisione delle cellule della pelle

– Milk Tristle contiene flavonoidi chiamati Silimarina che ha l'effetto di proteggere il fegato dalla distruzione di tossine o droghe. Aiuta a riparare le cellule e ripristinare le cellule del fegato per funzionare in modo efficiente È anche un antiossidante e antinfiammatorio. Riducendo la produzione di leucotrieni che causano infiammazione e riducendo l'attività dei globuli bianchi delle cellule T nel sistema immunitario Pertanto aiuta a ridurre anche la divisione delle cellule della pelle

– L'acido fumarico agisce inibendo l'attività dei globuli bianchi delle cellule T nel sistema immunitario. Aiuta a ridurre la divisione delle cellule della pelle anche nei pazienti con psoriasi.

– L'olio di pesce contiene acidi grassi omega-3 chiamati EPA e DHA. Gli acidi grassi EPA aiutano la produzione di leucotrieni che causano infiammazione. Pertanto aiuta a ridurre l'infiammazione Ridurre la divisione delle cellule della pelle Aiuta anche ad alleviare i sintomi dell'artrite nei pazienti con artrite da psoriasi.

– L'olio di pesce contiene acidi grassi omega-3 chiamati EPA e DHA. Gli acidi grassi EPA aiutano la produzione di leucotrieni che causano infiammazione. Pertanto aiuta a ridurre l'infiammazione Ridurre la divisione delle cellule della pelle Aiuta anche ad alleviare i sintomi dell'artrite nei pazienti con artrite da psoriasi.

– L'olio di semi di lino contiene acidi grassi Omega-3 che aiutano a prevenire l'infiammazione. Pertanto aiuta a ridurre l'infiammazione E può anche aiutare ad alleviare i sintomi dell'artrite nei pazienti con artrite dalla psoriasi

– L'olio di enotera contiene acidi grassi Omega-6 Aiuta a idratare la pelle. E può ridurre l'infiammazione della pelle

– Minerale di zinco Aiuta a curare la ferita. E migliora la funzione del sistema immunitario

– Gli enzimi digestivi come amilasi, lipasi, proteasi, bromelina, ecc., Aiutano ad aumentare l'efficienza dell'apparato digerente. Aiuta a digerire e assorbire meglio i nutrienti. Riducendo così la presenza di tossine nel corpo, aiuta anche a ridurre l'infiammazione. Aiuta a rafforzare il sistema immunitario dell'apparato digerente. Pertanto aiuta ad alleviare i sintomi della psoriasi

5. L'esercizio fisico regolare, come la corsa, contribuirà ad accelerare l'escrezione di rifiuti e tossine dal corpo. Aiuta ad aumentare il flusso sanguigno. E stimola il sistema immunitario che aiuterà a migliorare i sintomi della psoriasi

6. Disintossicazione vascolare compreso

– La terapia di chelazione consiste nella disintossicazione mediante chelazione mediante EDTA (Ethyline Diamine Tetra Acetic Acid) miscelato con vitamine e minerali che hanno un effetto antiossidante nella vena. Per sbarazzarsi di metalli pesanti tossici come piombo, mercurio, arsenico, compresi metalli pesanti come ferro, rame, zinco, sebbene sia una sostanza che è benefica per il corpo Ma se si è accumulato nella parete dell'arteria, può causare la chelazione della malattia aiuta anche a ridurre la quantità di radicali liberi. E ridurre l'infiammazione Può usare la terapia ausiliaria chelante

– Trattamento della psoriasi che aiuterà ad alleviare anche dermatiti, eruzioni cutanee, prurito e arrossamento. EDTA è altamente sicuro. Perché il corpo può sbarazzarsi di questa sostanza in 48 ore escreto attraverso l'urina Nessun accumulo nel corpo Pertanto non ci sono effetti collaterali gravi Inoltre, alcune persone possono avere mal di testa. Irritazione cutanea, diarrea, stanchezza all'inizio dell'operazione.

– L'ossigenoterapia (H.O.T.) è l'uso di ossigeno puro miscelato con il sangue e attraverso il processo di radiazione ultravioletta. Causare che le cellule del sangue diventino molto morbide Può fluire facilmente attraverso i vasi sanguigni In grado di portare nutrienti e ossigeno alle cellule nutritive e ripristinare efficacemente le cellule danneggiate Aiuta contro l'infiammazione Aiuta a guarire la ferita Pertanto aiuta ad alleviare e trattare i sintomi della psoriasi cronica Senza lato serio effetti Tranne il fatto che alcune persone possono avere sintomi di affaticamento, febbre, tremore dovuto all'eliminazione dell'avvelenamento nel corpo. Che accadrà durante i primi giorni dell'operazione Da allora i sintomi miglioreranno gradualmente. La durata del trattamento è di circa 1/2 ora / ora per i pazienti con psoriasi. Dovrebbe essere fatto 2 volte a settimana per 3 settimane e poi dovrebbe essere fatto una volta alla settimana per 4 settimane e diminuisce gradualmente ogni 2 mesi

– La terapia iperossidativa è una disintossicazione dando H2O2 (perossido di idrogeno). In generale, H2O2 può essere creato in ogni cella. Responsabile del controllo della generazione di energia Stimola il sistema immunitario Aiuta a distruggere il virus. Muffa e lievito Aiuta ad aumentare il flusso sanguigno. Riduzione dei coaguli di sangue Riduzione del dolore cronico Pertanto può essere utilizzato per trattare e alleviare dolore, eruzione cutanea, infiammazione, arrossamento della psoriasi Disintossicazione fornendo H2O2 con elevata sicurezza. Perché il nostro corpo ha un enzima catalasi che aiuta a convertire H2O2 in ossigeno e acqua.

7. Disintossicazione mediante vapore con luce SAUNA INFRAROSSA è una macchina che utilizza il calore a infrarossi, che può penetrare in profondità nella pelle fino allo strato di grasso sotto la pelle. Che è un'area in cui le tossine si stanno accumulando e causando anche un aumento della temperatura del corpo Aiuta a sudare e tossine dal corpo, sia metalli pesanti, sostanze chimiche e tossine che si dissolvono nel grasso per uscire con il sudore. Aiuta a migliorare il flusso sanguigno. Causare varie cellule per ricevere più sostanze nutritive e ossigeno Aiutare quindi a riparare le cellule della pelle Sollievo da dermatiti, eruzioni cutanee croniche, prurito e gonfiore. Aiuta anche a ridurre l'infiammazione, il dolore e il gonfiore delle articolazioni per le persone con artrite psoriasica. Considerato un metodo altamente sicuro. Innocuo per le cellule I tessuti e gli organi del corpo È comunemente usato in ospedali come incubatrici per neonati. Nessun effetto collaterale grave Ma dopo il trattamento, la pelle può diventare secca e ruvida per un po '. Dovrebbe applicare una lozione e bere molta acqua entro 24 ore dal trattamento

Psorilax:Ristrutturato |crema piedi idratante psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, composizione

La nostra pelle è un organo straordinario. Oltre ad essere il più grande del corpo, si rinnova costantemente sostituendo le cellule morte della pelle sullo strato superiore (l'epidermide) con nuove cellule dal basso. Anche se non riesci a vederlo, ciò accade alla velocità di 30.000 a 40.000 cellule al minuto, o circa 9 chili di cellule morte della pelle all'anno. Se hai la psoriasi, però, è come se qualcuno premesse il pulsante di avanzamento rapido sulla pelle. Normalmente, la pelle si rinnova in circa 30 giorni, ma con la psoriasi, questo processo avviene in soli 3 giorni, come se il corpo avesse perso i suoi freni. Il risultato sono aree in rilievo della pelle chiamate placche, che sono rosse e spesso pruriginose. Dopo che le cellule raggiungono la superficie, muoiono come normali cellule, ma ce ne sono così tante che le zone sollevate diventano bianche con le cellule morte che si sfaldano.

DI PIÙ: 7 cose che non dovresti mai dire a qualcuno con la psoriasi

La psoriasi di solito attraversa cicli di riacutizzazioni e remissioni, con riacutizzazioni che si verificano più spesso in inverno. A volte scompare per mesi o anni. La condizione può migliorare o peggiorare con l'età. (Utilizzare questo elenco di controllo per identificare se si hanno sintomi comuni di psoriasi.)

I medici stanno iniziando a capire la psoriasi un po 'meglio rispetto agli anni passati. La dermatologa D’Anne Kleinsmith, MD, afferma che sembra esserci una componente genetica nella malattia. “In un terzo dei casi, c'è una storia familiare della condizione”, afferma. Altre ricerche indicano che, come il diabete, può essere una malattia autoimmune. Mentre non esiste una cura nota per la psoriasi, ci sono molti consigli che possono aiutare a lenire il prurito. Ecco i rimedi per la psoriasi che possono aiutare.

Prendi un po 'di sole

Con dosi regolari di sole intenso, il 95% delle persone con psoriasi migliora. “I dermatologi odiano raccomandare di ottenere la luce solare nella maggior parte dei casi, ma nel caso della psoriasi, questo porta davvero sollievo”, afferma Richard Antaya, MD. Le onde ultraviolette sembrano combattere la psoriasi e i raggi UVB funzionano più velocemente. Ma esiste un catch-22. Gli UVB sono anche i raggi che ti danno una scottatura solare e aumentano i rischi di cancro della pelle. Possono anche causare una riacutizzazione delle persone con psoriasi in aree precedentemente non interessate. La protezione solare è la tua arma preferita per bloccare i raggi mortali del sole.

“I benefici del prendere il sole possono superare i rischi di cancro della pelle e di diffusione della psoriasi se si usano i filtri solari nei luoghi in cui non si ha la psoriasi e si espongono le aree colpite alla piena forza del sole”, afferma Laurence Miller, MD. Assicurati di parlare con il tuo medico della quantità di esposizione al sole che è appropriata per te.

Accendi la lampada

Un'alternativa più sicura all'esposizione al sole è la fototerapia. Durante questo processo esponete la pelle ai raggi ultravioletti con l'aiuto di una macchina. Queste sessioni possono svolgersi presso uno studio medico oppure è possibile acquistare un'unità domestica, ma parlare con il proprio medico di un regime adeguato prima di utilizzare la macchina da soli. “Le persone in fototerapia di solito iniziano con due o tre sedute a settimana, per poi ridursi gradualmente”, afferma Antaya. “Non è forte come la luce del sole, quindi aiuta a ridurre al minimo il rischio di cancro della pelle”.

DI PIÙ: 16 modi naturali per curare la psoriasi

Evita le infezioni

Quando il tuo sistema immunitario è compromesso, hai molte più possibilità di un focolaio di psoriasi, afferma il dermatologo Oanh Lauring, MD. Spesso vedi la psoriasi accompagnare mal di gola, raffreddore, influenza e infezioni gastrointestinali. Ciò significa che le persone con psoriasi dovrebbero stare in guardia per prevenire le malattie, soprattutto in inverno. Un vaccino antinfluenzale è di solito una buona misura precauzionale. L'altro scenario che può provocare la psoriasi è un trauma, sia che si tratti di un intervento chirurgico o di una lesione. Proprio come per evitare le infezioni, qui è necessaria ulteriore vigilanza per le persone con psoriasi.

Sconfiggi la secchezza

A proposito di inverno, quei mesi freddi e asciutti sono tra i peggiori per la psoriasi. Lauring dice che è quando vorrai davvero intensificare il tuo regime di lavaggio corretto, idratazione e utilizzo della fototerapia.

Riduci lo stress

Lo stress è un altro fattore scatenante della psoriasi, quindi cerca di evitare situazioni stressanti e cerca le tecniche di rilassamento disponibili che ritieni possano aiutarti. “Non ridurre al minimo le emozioni o il livello di stress in cui ti trovi con questa diagnosi”, afferma il dermatologo Jason R. Lupton, MD.

Usa il sapone giusto

Molti saponi possono asciugare, quindi ti consigliamo di scegliere un sapone tenendo presente questo, afferma Lauring. Raccomanda il lavaggio del corpo Dove o Cetaphil.

Nutri la tua pelle

Gli emollienti sono in cima alla lista dei trattamenti da banco di ogni dermatologo. La pelle psoriasica è secca e ciò può significare un peggioramento della psoriasi e un aumento di desquamazione e prurito. Gli emollienti aiutano la pelle a trattenere l'acqua. “In generale, gli emollienti veramente spessi e grassi funzionano meglio perché possono effettivamente ridurre l'aspetto delle squame spesse”, afferma Antaya. “La vaselina è buona da usare.” Per un'alternativa naturale, potresti provare una crema alle erbe lenitiva con calendula e cera d'api per sigillare l'umidità. Una crema a base di aloe vera può anche essere utile.

Usa Tar

I preparati di catrame di carbone da banco sono più deboli rispetto alle versioni di prescrizione, ma possono essere efficaci nel trattamento della psoriasi lieve, afferma Miller. Puoi applicare il catrame direttamente sulle placche o immergerti nell'olio di catrame e trattare il cuoio capelluto con shampoo al catrame. Poiché tutte le ceneri possono macchiare e annusare, di solito vengono lavate via dopo un certo periodo di tempo, ma alcuni tipi possono essere lasciati sulla pelle per migliorare l'effetto della luce solare o dei trattamenti UVB. “Il catrame ti rende più sensibile al sole, quindi fai attenzione”, avverte. Miller afferma che alcuni nuovi prodotti di catrame sono disponibili in forma di gel. Non hanno l'odore delle fosse di catrame e possono essere usate quotidianamente e si lavano facilmente. “Se un prodotto di catrame provoca bruciore o irritazione, smetti di usarlo. Non usare mai catrame su pelle grezza e aperta “, afferma.

Bagnati e riscaldati

Se vuoi dare sollievo alla psoriasi, poche cose sono più facili e più rilassanti di un bagno. “Volete aggiungere i sali di Epsom all'acqua tiepida e immergervi per 18-20 minuti”, afferma Antaya. “Questo aiuterà a sciogliere alcune squame ed esfoliare la pelle.” Antaya consiglia un bagno caldo, non caldo, che aumenta il prurito. E non strofinare la pelle, può peggiorare le cose. Il dermatologo Thomas N. Helm, MD, aggiunge che i bagni di farina d'avena possono alleviare il prurito della psoriasi.

DI PIÙ: 8 usi intelligenti di bellezza per la farina d'avena

Oppure bagnati e fai freddo

Un bagno di acqua fredda, magari con una tazza di aceto di mele aggiunto, è ottimo per il prurito. “Un'altra cosa che funziona davvero è il ghiaccio”, afferma Miller. “Basta scaricare alcuni cubetti di ghiaccio in un piccolo sacchetto di plastica e tenerlo contro la pelle colpita.”

Prova l'idrocortisone per piccole aree

“Le creme da banco per idrocortisone topico sono più deboli dei loro cugini da prescrizione, ma vale la pena provarle e sono più sicure sul viso e sulle aree genitali”, afferma Miller. “Ma se lo usi sempre in queste aree, diventerà meno efficace e quando ti arrendi, la psoriasi può rimbalzare. Usalo solo fino a quando non mostri qualche miglioramento e poi gradualmente togliiti di mezzo. “

Avvolgetelo

Gli steroidi topici da prescrizione sono il trattamento principale utilizzato da molti con la psoriasi, ma c'è qualcosa che puoi fare a casa per aumentarne l'efficacia. “Ho pazienti che avvolgono i piedi con un involucro di plastica dopo aver applicato gli steroidi per aumentare la penetrazione”, afferma Lauring. “Indossare guanti di plastica sulle mani ha lo stesso effetto.”

Ottieni un nuovo atteggiamento

Il fatto che non esiste una cura rende la psoriasi una condizione particolarmente frustrante per molte persone. Ma Antaya dice che ci sono molte risorse a tua disposizione. “La National Psoriasis Foundation ha un ottimo sito Web in cui è possibile connettersi con altre persone con psoriasi attraverso chat room e bacheche”, afferma. “Per alcune persone, li aiuta solo a sapere che non sono i soli. Altri hanno bisogno di ulteriore aiuto, come uno psicologo. “

Un altro punto importante è rendersi conto che potresti non essere in grado di liberarti di ogni scala, e va bene. “Vedo alcuni dei miei pazienti con psoriasi forse due volte all'anno”, dice. “Non esiste una legge che dice che ogni persona con psoriasi deve sbarazzarsi di ogni fiocco sul corpo. Metto le mani a un piede di distanza e dico: “Ci vuole così tanto sforzo per farti capire l'80%.” Quindi allungo le braccia il più possibile e dico: “Per il 20% finale, questo è quello che devo fare. “Non dico mai,” Impara a conviverci. “Quando pensi di aver finito i trattamenti, sei passato dalla A alla Z, ricomincia da A. La psoriasi lieve può essere controllata totalmente seguendo alcuni di questi rimedi. “

Sposta di più, bevi di meno

“Sia l'alcool che il sovrappeso sembrano essere associati alla psoriasi, ma non è del tutto chiaro se la relazione sia causa o effetto”, afferma Helm. “Tuttavia, mantenersi in forma e attivi ed evitare un'eccessiva assunzione di alcol è un passo prudente verso la salute.”

Concediti un impulso nutrizionale

Nessun alimento specifico sembra essere particolarmente utile per la psoriasi, ma una riduzione dell'immunità sembra aumentare le possibilità di un focolaio, quindi la nutrizione può ancora svolgere un ruolo vitale, afferma Lupton. “Mangiare una dieta sana ed equilibrata aiuta le prestazioni complessive del sistema immunitario”, afferma.

Prova l'olio di pesce

Alcuni studi dimostrano che l'olio di pesce può aiutare nel trattamento della psoriasi, sebbene i risultati siano contrastanti. Tuttavia, il supplemento sembra avere benefici così positivi su altre parti del corpo che l'assunzione di olio di pesce non può certo far male, dice Lauring.

Rimedi per la psoriasi dalla cucina

Kleinsmith offre la seguente cura per la cucina se la psoriasi crea confusione nel cuoio capelluto. In primo luogo, riscaldare l'olio d'oliva fino a quando non è caldo, ma non caldo. Massaggia l'olio sul cuoio capelluto. Lasciare l'olio acceso per almeno 20-30 minuti o durante la notte, indossando una cuffia da doccia. Lavare l'olio con uno shampoo antiforfora. Fallo ogni notte fino a quando la pelle non si schiarisce, quindi continua il trattamento una o due volte alla settimana, se necessario.

Coprire la psoriasi

Hollywood in soccorso. Il cosmetologo e truccatore di Hollywood Maurice Stein aiuta i clienti a cui viene indirizzato dai medici di tutto il paese, nonché le stelle standard da non perdere. Ecco alcuni dei suoi consigli. Prima di tutto, non cercare mai di nascondere alcuna lesione aperta, dice Stein, facendo eco al consiglio medico. “Esiste un'ottima crema da banco, applicata con una spugna per il trucco, che può essere applicata sul cuoio capelluto per coprire la desquamazione”, afferma Stein. “Ottieni prima l'approvazione del tuo medico. Si chiama Couvré ed è disponibile in nero; scuro, medio e marrone chiaro; ramato, biondo, bianco e grigio. Funziona scurendo il cuoio capelluto per abbinare il colore dei capelli. “

Per gomiti e ginocchia, Stein consiglia la terra indiana mescolata con il tuo emolliente preferito e distribuita sulle placche con una spugna per il trucco. Una roccia, consistenza macinata a terra, terra indiana può essere acquistata in saloni, grandi magazzini, negozi di alimenti naturali o online. “Una porzione da dieci centesimi è sufficiente per fare tutto il tuo corpo”, dice. L'emolliente manterrà umide le placche e la terra indiana nasconderà il loro aspetto. “Se devi indossare dei vestiti sopra di esso, asciugalo per rimuoverlo”, consiglia Stein. Se non riesci a trovare la terra indiana, cerca una base cosmetica con molto pigmento, dice. “Il posto migliore per trovarli e provarli è nel salone di un cosmetologo locale.”

Quando visitare un medico

L'impatto della psoriasi sulla vita delle persone può variare da leggermente fastidioso a completamente debilitante. Se le tue condizioni ti causano disagio e dolore, se eseguire attività di routine è diventato difficile o se l'aspetto della tua pelle ti riguarda, vai dal medico.

Panel Of Advisors

Richard Antaya, MD, è professore di dermatolgoy e direttore di dermatologia pediatrica alla Yale School of Medicine di New Haven, nel Connecticut.

Thomas N. Helm, MD, è professore associato clinico di dermatologia e patologia presso la State University di New York a Buffalo.

D’Anne Kleinsmith, MD, è un dermatologo cosmetico presso il William Beaumont Hospital di Royal Oak, nel Michigan.

Oanh Lauring, MD, è capo di dermatologia presso il Mercy Hospital di Baltimora, nel Maryland.

Jason R. Lupton, MD, è un dermatologo certificato presso uno studio privato a Del Mar, in California.

Laurence Miller, MD, è un dermatologo a Chevy Chase, nel Maryland, membro del Medical Advisory Board della National Psoriasis Foundation e consigliere speciale del direttore del National Institute of Arthritis and Musculoskeletal and Skin Diseases del National Institutes of Health.

Maurice Stein è un cosmetologo e truccatore di Hollywood. È proprietario di Cinema Secrets, un fornitore di bellezza a servizio completo per il pubblico e fornitore di bellezza teatrale per l'industria dell'intrattenimento a Burbank, in California.

Questo contenuto viene creato e gestito da terze parti e importato in questa pagina per aiutare gli utenti a fornire i propri indirizzi e-mail. Potresti essere in grado di trovare maggiori informazioni su questo e altri contenuti simili su piano.io

Questa sezione per i commenti viene creata e gestita da una terza parte e importata in questa pagina. Potresti essere in grado di trovare maggiori informazioni sul loro sito web.

Psorilax:Rapidamente |bionike crema crema per psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, composizione

Negli ultimi anni, una maggiore comprensione della fisiopatologia della psoriasi e dell'artrite psoriasica ha portato allo sviluppo di diverse nuove terapie biologiche.

Negli ultimi anni, una maggiore comprensione della fisiopatologia della psoriasi e dell'artrite psoriasica (PsA) ha portato allo sviluppo di diverse nuove terapie biologiche. La selezione e la tempistica appropriate del trattamento possono rallentare e persino arrestare la progressione della psoriasi e della PsA; di conseguenza, può ridurre l'onere economico. Poiché le opzioni di trattamento variano in base alle caratteristiche della singola malattia e alle preferenze del paziente, è essenziale rivedere il quadro clinico completo del paziente. Un algoritmo di trattamento aggiornato, basato sul dominio della malattia più grave dei pazienti, è ora disponibile per guidare la selezione della terapia ottimale. Prestare particolare attenzione ai pazienti con psoriasi e psa che presentano più domini di malattia, un pesante carico di sintomi e un aumento del rischio di comorbilità.
Am J Manag Care. 2016; 22: S225-S237

Principi generali della psoriasi e del trattamento dell'artrite psoriasica

Diverse migliori pratiche sono emerse per guidare la gestione dei pazienti con psoriasi e artrite psoriasica (PsA). Gli attuali obiettivi del trattamento comprendono la riduzione al minimo dell'attività della malattia, il mantenimento dello stato funzionale, il miglioramento della qualità della vita e la prevenzione o la riduzione al minimo delle complicanze legate alla malattia e al trattamento. La scelta ottimale della terapia può dipendere dalla gravità della malattia, dai fattori prognostici, dal trattamento precedente, dalle comorbilità, dall'accesso alla terapia e dalle preferenze del paziente. La valutazione e la gestione multidisciplinari sono fondamentali per affrontare ogni aspetto dell'assistenza psA. Inoltre, saranno necessari frequenti controlli e aggiustamenti del trattamento per raggiungere e mantenere il controllo della malattia.1

Modifiche allo stile di vita

Il fumo e l'obesità sono esempi di fattori di rischio che esacerbano i segni e i sintomi della psoriasi e / o della PsA e contribuiscono a comorbilità comuni, come le malattie cardiovascolari.2 Inoltre, il fumo può potenzialmente ridurre l'efficacia della terapia con fattore di necrosi antitumorale-α (TNF-α). 3 Interventi non farmacologici, come l'interruzione del fumo, consigli dietetici, consulenza sulla perdita di peso e attività fisica, sono componenti importanti della cura completa del paziente .2 È essenziale diagnosticare precocemente segni o sintomi della malattia articolare psoriasica per ridurre al minimo, anche prevenire, la distruzione articolare, poiché la malattia articolare psoriasica richiede solitamente da 5 a 12 anni per svilupparsi dopo l'insorgenza della psoriasi cutanea.4

Treat to Target

Il principio da trattamento a target (T2T) della gestione della PsA prevede un attento monitoraggio e frequenti aggiustamenti del trattamento progettati per ottenere un controllo precoce e stretto dell'attività della malattia infiammatoria. Nello studio TICOPA, 206 pazienti con PsA di nuova diagnosi sono stati assegnati in modo casuale a stretto controllo usando una strategia T2T o assegnati alle normali cure. Nel braccio T2T, i pazienti hanno iniziato il trattamento con metotrexato (MTX) che è stato aumentato a 25 mg dopo 6 settimane. Se i pazienti non hanno raggiunto un'attività minima della malattia entro la settimana 12, è stata iniziata la terapia con farmaci antireumatici modificanti la malattia (DMARD). Dopo

altre 12 settimane, i pazienti con attività di malattia residua hanno iniziato la terapia anti-TNF o sono passati a un DMARD alternativo in combinazione con MTX. In confronto, i pazienti che hanno ricevuto cure standard sono stati visitati ogni 3 mesi da un reumatologo, ma altrimenti non hanno seguito alcun protocollo di trattamento prestabilito.5
Dopo 48 settimane, il 62% dei pazienti nel braccio T2T ha ottenuto un miglioramento del 20% rispetto al basale nei criteri di risposta dell'American College of Rheumatology (ACR20) rispetto al 45% dei pazienti nel gruppo di terapia standard (odds ratio (OR), 1,91; P = .0392). I pazienti gestiti con la strategia T2T avevano anche maggiori probabilità rispetto a quelli del gruppo di cure standard di ottenere il controllo delle manifestazioni cutanee della psoriasi (59% vs 33%), definite come una riduzione del 75% o più rispetto al basale nell'area della psoriasi e Punteggio dell'indice di gravità (PASI 75). Sebbene la frequenza degli eventi avversi (eventi avversi) sia aumentata nel gruppo di controllo stretto rispetto alle cure standard, la maggior parte dei pazienti ha tollerato bene il trattamento. Gli eventi avversi più comuni erano nausea, anomalie della funzionalità epatica e infezioni del tratto respiratorio. Questi risultati supportano la strategia T2T per migliorare i risultati attraverso molteplici misure in pazienti con PsA precoce, compresi quelli con coinvolgimento cutaneo.5

Gestione della comorbidità

Lo screening e la gestione della comorbidità sono componenti essenziali della psoriasi e della cura della psa. Diverse comorbidità si verificano con una maggiore frequenza in questi pazienti tra cui malattie cardiovascolari, diabete, obesità, sindrome metabolica, osteoporosi, malattie del fegato e depressione. Inoltre, i pazienti con psoriasi e PsA hanno un aumentato rischio di esibire manifestazioni extra-articolari della loro malattia autoimmune sottostante, tra cui la malattia infiammatoria intestinale e l'uveite. Sebbene gli stessi approcci di screening e gestione della comorbilità si applichino ai pazienti con psoriasi e PsA come alla popolazione generale, le attuali linee guida sottolineano l'importanza di identificare eventuali comorbidità per fornire cure ottimali a questi pazienti.1

Opzioni terapeutiche per la psoriasi e la psa

Molteplici opzioni di trattamento, che vanno dalle terapie locali (es. Farmaci topici e fototerapia) alle terapie sistemiche non biologiche (farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) e tradizionali

DMARD) e biologici, sono disponibili per i pazienti con psoriasi e PsA. La maggior parte degli studi clinici sulla psoriasi valutano la monoterapia ed escludono anche potenti steroidi topici come terapia aggiuntiva, mentre la maggior parte dei pazienti arruolati negli studi clinici sulla PsA riceverà dall'inizio MTX, FANS e steroidi sistemici. In molti casi, si raccomanda la terapia di combinazione per migliorare l'efficacia del trattamento e minimizzare gli eventi avversi.1,6,7 Ad esempio, combinando agenti biologici come etanercept o adalimumab con MTX si ottiene un maggiore controllo dell'attività della malattia della psoriasi rispetto a

agente da solo. Per i pazienti che manifestano riacutizzazioni della psoriasi, l'uso di ciclosporina a breve termine in combinazione con altri agenti sistemici o biologici è una strategia efficace per ridurre l'attività della malattia Inoltre, l'uso combinato di terapia biologica, in particolare etanercept e fototerapia, è più efficace contro le lesioni psoriasiche rispetto a entrambe le modalità utilizzate da sole.6 Regimi di associazione aggiuntivi sono esaminati nella discussione che segue della psoriasi e delle terapie della PsA.

Terapie locali

Terapie topiche

I farmaci topici sono l'opzione di trattamento di prima linea per la maggior parte dei pazienti con psoriasi che hanno una malattia limitata, che è spesso definita fino al 5% della superficie corporea (BSA). Inoltre, le terapie topiche continuano ad essere utilizzate in aggiunta alle terapie sistemiche nei pazienti con malattia estesa (> 5% BSA) che richiedono un intervento più aggressivo. Le opzioni per il trattamento topico includono emollienti, corticosteroidi topici, analoghi topici della vitamina D (ad es. Calcipotriene / calcipotriolo, calcitriolo e tacalcitolo), retinoidi (ad es. Tazarotene) e inibitori della calcineurina (ad es. Tacrolimus topico 0,1% e

pimecrolimus 1%). Inoltre, una combinazione di un potente steroide topico e un analogo della vitamina D in una preparazione ha dimostrato di essere efficace. La quantità di farmaci topici richiesti per trattare varie percentuali di BSA può essere misurata con il metodo dell '”unità di punta”, con 1 unità di punta corrispondente a circa il 2% di BSA (Figura 17,8); questo corrisponde a circa 500 mg.

Numerosi fattori influenzano la scelta della terapia topica, incluso il sito del corpo, lo spessore e il ridimensionamento delle lesioni della psoriasi, l'età del paziente, i costi e le preferenze del paziente. La scarsa aderenza ai farmaci topici costituisce un grave ostacolo al successo del trattamento della psoriasi, con fino al 40% dei pazienti con psoriasi che segnalano non aderenza a causa di inconvenienti, vincoli temporali, frustrazione per l'efficacia dei farmaci, istruzioni poco chiare e paura degli eventi avversi.7 Pertanto, l'uso efficace di farmaci topici richiede un'enfasi particolare sull'educazione e la consulenza del paziente.

fototerapia

L'irradiazione ultravioletta (UV) controlla le lesioni cutanee psoriasiche colpendo le cellule epidermiche iperproliferative e le cellule T.9 La fototerapia è raccomandata come terapia di prima linea per la psoriasi da moderata a grave quando il coinvolgimento della pelle è troppo esteso per la sola terapia topica. Inoltre, la fototerapia è una strategia di trattamento appropriata per i pazienti con un coinvolgimento cutaneo limitato, ma con sintomi debilitanti, come quelli con psoriasi grave dei palmi, delle piante dei piedi e del cuoio capelluto. Per i pazienti con PsA, la fototerapia viene anche utilizzata per gestire le manifestazioni cutanee della malattia psoriasica.10 La fototerapia è appropriata anche nei pazienti con controindicazioni al trattamento sistemico, come le donne in gravidanza.9

I regimi di fototerapia multipla sono attualmente utilizzati in ambito ambulatoriale.9 Il pretrattamento con agenti fotosensibilizzanti topici o orali, come lo psoralene, aumenta gli effetti citotossici della terapia UVA e inibisce ulteriormente la proliferazione delle cellule epidermiche. La fotochemioterapia con psoralene orale e radiazioni UV-A (PUVA) può portare a notevoli miglioramenti delle lesioni cutanee psoriasiche.11 Tuttavia, PUVA è meno tollerata della fototerapia a base di UV-B, con un aumentato rischio di cancro della pelle non melanoma dopo 200 trattamenti. La fototerapia è economica per il controllo delle lesioni cutanee psoriasiche ma è meno conveniente per i pazienti a causa del tempo di viaggio e dei costi associati all'assenza dal lavoro.9 Pertanto, sono disponibili e prescritte diverse unità di fototerapia domestica sotto la guida di dermatologi.

Terapie sistemiche non biologiche

FANS

I FANS svolgono un ruolo centrale nel ridurre l'infiammazione e il disagio, in particolare nei pazienti con PsA con prominente malattia assiale, entesite e dattilite.1

DMARD convenzionali

I DMARD tradizionali, tra cui MTX, sulfasalazina, leflunomide e ciclosporina, sono frequentemente utilizzati come terapie di prima linea per i pazienti con PsA.12 Inoltre, questi agenti formano anche la spina dorsale di molti regimi di combinazione sia per la pelle che per le articolazioni, come MTX più fototerapia per la psoriasi cutanea, MTX più agenti biologici per la pelle e le articolazioni o inibitori mirati di piccole molecole. MTX è anche la terapia sistemica più comunemente usata in tutto il mondo per i pazienti con psoriasi da moderata a grave.13 Sebbene altamente efficace come monoterapia a breve termine per la psoriasi cutanea, la ciclosporina non è altrettanto efficace per la PsA. Al contrario, né la sulfasalazina né la leflunomide, sebbene utili come terapie aggiuntive per la PsA, hanno un effetto apprezzabile sulla psoriasi cutanea.14

Prima di iniziare l'MTX, i pazienti devono essere valutati per potenziali interazioni farmaco-farmaco (ad esempio, MTX e farmaci derivati ​​da sulfonamide), fattori di rischio e controindicazioni. Da notare che MTX è assolutamente controindicato durante la gravidanza e l'allattamento. In assenza di controindicazioni, MTX viene di solito iniziato ad una dose da 10 a 15 mg / settimana e titolato alla dose massima raccomandata di 25 mg / settimana. Sebbene la maggior parte dei pazienti inizi il trattamento con MTX orale, la somministrazione parenterale è un'opzione per i pazienti che sviluppano intolleranza gastrointestinale, per quelli con una risposta inadeguata alla terapia orale massimamente titolata e in casi ad alto rischio di non aderenza e / o errori di dosaggio.13 Inoltre, MTX come monoterapia è altamente efficace in meno della metà dei pazienti con psoriasi. L'aggiunta di acido folico orale (1-5 mg al giorno) è essenziale con la terapia MTX per ridurre al minimo gli effetti collaterali.

Psorilax:Riparazione |crema lamellare just per psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, composizione

Articolo di revisione

Uso di metaboliti attivi di vitamina D per via orale per il trattamento della psoriasi

Mayara Lourencetti1

Marida Morgado de Abreu2

1Corso accademico di medicina, Università di West Paulista (UNOESTE), Presidente Prudente / São Paulo, Brasile

2Professore ordinario di Disciplina di dermatologia, Università di West Paulista (UNOESTE), Presidente Prudente / São Paulo, Brasile e Capo del servizio di dermatologia dell'ospedale regionale di Presidente Prudente, Presidente Prudente / São Paulo, Brasile


SOMMARIO

Obbiettivo:

L'obiettivo di questo studio era di analizzare la produzione bibliografica esistente su studi clinici relativi all'uso della vitamina D per il trattamento orale della psoriasi.

Metodo:

Una revisione della letteratura di studi clinici relativi all'uso della vitamina D per il trattamento orale della psoriasi, pubblicata nella Biblioteca LILACS, Scielo, Medline, PubMed e Cochrane dal 1986 al 2013. La ricerca includeva i seguenti termini: “Psoriasi e vitamina D orale “; “Psoríase e vitamina D orale”.

risultati:

Dopo aver analizzato i titoli e le sintesi, 10 articoli hanno soddisfatto i criteri di ammissibilità.

Discussione:

Secondo la letteratura, la maggior parte dei test sono stati condotti in psoriasi moderata con dosi comprese tra 0,25 e 2 μg, dimostrando un miglioramento con questa modalità di trattamento. Alcuni studi suggeriscono l'uso di dosi elevate, ma la preoccupazione maggiore è l'ipercalciuria come effetto collaterale.

Conclusione:

L'uso di metaboliti attivi di vitamina D per via orale per il trattamento della psoriasi ha mostrato efficacia e sicurezza.

PAROLE CHIAVE: Amministrazione orale; Rivedere la letteratura come argomento; Psoriasi; Vitamina D

Resumo

objetivo:

O objetivo deste estudo foi analizza un prodotto bibliografico esistente su molti insiemi di cliché relazionati con l'uso di vitamina D per il trattamento orale via psoriasica.

Métodos:

Revisione della letteratura degli insiemi di relazioni sull'uso della vitamina D per il trattamento via orale da parte della psico-pubblica pubblicità senza lillà, SciELO, MedLine, PubMed e Biblioteca Cochrane no período del 1986 a 2013. Una pesquisa incluiu os followintes termos: “Psoriasi e vitamina orale D”; “Psoríase e vitamina D orale”.

Resultados:

Responsabile dell'analisi dei titoli e dei resoconti, in base a criteri preliminari di criteri di eleganza.

DISCUSSÃO:

Segundo a literatura, a maioria dos ensaios foi realizada na psoríase moderada, com dose que varia de 0,25 a 2 μg, dimostrando melhora com esta modapade terapêutica. Altri consigli su come usare le dosi elevate, per un preocupação principale e una hipercalciúria come efeito collateral.

Conclusão:

L'utilizzo di metabólitos ativos di vitamina D per via orale per il trattamento da parte della psico-dimostrazione eficácia e segurança com relação aos efeitos colaterais.

Palavras-CHAVE: Amministrazione orale; Literatura de revisão como assunto; Psoríase; Vitamina D

INTRODUZIONE

La psoriasi è una malattia infiammatoria cronica della pelle che colpisce circa il 2% della popolazione mondiale e 3 milioni di persone in Brasile. È caratterizzato da papule o placche eritematose e squamose, solitamente situate nei gomiti, nelle ginocchia, nei piedi, nelle mani, nella regione sacrale e nel cuoio capelluto o persino in tutto il corpo, con periodi di esacerbazioni, remissioni e recidive. In base alla posizione o alle caratteristiche delle lesioni, può essere classificata come placca, guttata, invertita, pustolosa (generalizzata e localizzata), palmoplantare, cuoio capelluto, unghia, psoriasi eritrodermica e artropatica (Figure 1, 2 e 3). Sebbene la psoriasi non influisca sulla sopravvivenza, ha un impatto negativo sul benessere fisico e psicosociale del paziente, poiché l'aspetto delle lesioni è una causa di stigma1.

FIGURE 1, 2 e 3

La fisiopatologia della psoriasi la definisce come una malattia sistemica immuno-mediata che coinvolge i linfociti T helper di tipo 1 (Th1). Le citochine della via Th1 – interferone gamma, interleuchine 2 e 12 e TNF-alfa – predominano nelle placche psoriasiche, così come l'interleuchina-17, che induce l'espressione del chemioattrattore nella lesione. Pertanto, uno stimolo sconosciuto attiva le cellule dendritiche che presentano antigeni della pelle, il che porterà all'attivazione delle cellule T helper e, infine, al rilascio di una cascata di citochine infiammatorie. Questa cascata porta al reclutamento e all'attivazione di altre cellule, come neutrofili e cellule endoteliali, chemochine e fattori di crescita che indurranno la proliferazione dei cheratinociti. Una condizione cronica, quindi, garantisce e porta alla formazione di lesioni cutanee nella psoriasi2.

Inoltre, la psoriasi è oggigiorno associata a carenza di vitamina D. Uno studio di Gisondi et al.3, che ha analizzato lo stato della vitamina D nei pazienti con placca cronica della psoriasi, ha dimostrato che la carenza di vitamina D è comune in questi pazienti, indipendentemente dall'età, dal sesso, dall'indice di massa corporea, dall'indice di gravità dell'area della psoriasi (Pasi), dai livelli di paratiroide (PTH) e tempo di raccolta del sangue.

La vitamina D – o colecalciferolo – è un ormone steroideo che ha una formazione endogena nei tessuti cutanei dopo l'esposizione alle radiazioni ultraviolette B. Il colecalciferolo circola nel sangue legato alle proteine ​​e, quando raggiunge il fegato, subisce idrossilazione, formando 25-idrossivitamina D o 25 (OH) D3 che nonostante sia biologicamente inerte, rappresenta la forma circolante in maggiori quantità di vitamina D. I livelli ematici di 25 (OH) D3 corrispondono in proporzione alla quantità di vitamina D che viene ingerita o prodotta sulla pelle. Lo stadio finale della produzione dell'ormone è la sua idrossilazione nel rene, dove la forma biologicamente attiva di vitamina D, calcitriolo o 1,25 (OH) D3 sarà sintetizzato. La funzione principale della vitamina D nel corpo è quella di partecipare all'omeostasi del calcio, stimolando il trasporto attivo di questo ione negli enterociti4. Inoltre, molti tipi di cellule coinvolti nelle risposte immunitarie non solo esprimono i recettori della vitamina D, ma hanno anche tutti i meccanismi enzimatici per la sintesi locale di 1,25 (OH) 2 D3; questi siti di sintesi nelle cellule legate all'immunità sono di grande importanza per la regolazione e il controllo di varie risposte immunitarie5. Pertanto, l'esistenza di idrossilazione extra-renale di vitamina D, con azione autocrina o paracrina, ha la funzione di inibire la proliferazione cellulare, promuovere la differenziazione cellulare e regolare i meccanismi immunologici4, come il controllo dell'attivazione inappropriata dell'interleuchina-17, che partecipa alla patogenesi di più malattie infiammatorie e autoimmuni6.

I derivati ​​topici della vitamina D hanno effetti immunomodulatori su monociti, macrofagi, linfociti T e cellule dendritiche. Pertanto, i prodotti topici di vitamina D sono stati ampiamente utilizzati in monoterapia o in combinazione con steroidi3. Quest'ultima alternativa è considerata una terapia di prima linea per la maggior parte dei pazienti con psoriasi da lieve a moderata, dimostrando efficacia e sicurezza nel trattamento di pazienti con psoriasi a placche7.

Tuttavia, l'evidenza che la psoriasi è una malattia sistemica, che coinvolge molte comorbidità, suggerisce l'importanza di analizzare il trattamento di questa malattia con vitamina D orale, dati i pochi studi che studiano questa modalità in pazienti con psoriasi2. Le dosi di vitamina D orale possono essere espresse in microgrammi o unità internazionale (UI), con 1 microgrammo corrispondente a 40 UI8. Inoltre, quando si osserva la letteratura, le forme di vitamina D utilizzate per il trattamento orale possono essere: 1,25 (OH) D3, che è la forma biologicamente attiva di questo ormone o 1a (OH) D3, che è un precursore l.25 (OH) D3916.

OBBIETTIVO

Questo studio mira ad analizzare la letteratura sugli studi clinici relativi all'uso di vitamina D per il trattamento orale della psoriasi. Sarà analizzato soprattutto il tipo di psoriasi in cui sono stati applicati i trattamenti, i risultati, gli effetti collaterali e le dosi utilizzate in questa alternativa terapeutica.

METODI

Questa è una ricerca di revisione bibliografica che utilizza i database online Lilacs, SciELO, Medline, PubMed e Cochrane Library, consultati dal portale di database gratuiti e riservati della biblioteca virtuale della Universidade do Oeste Paulista.

Pertanto, inizialmente è stata effettuata una ricerca sulla produzione di conoscenze sull'uso orale della vitamina D per il trattamento della psoriasi.

Nella ricerca, i titoli e gli abstract degli articoli sono stati considerati per la più ampia scelta di probabili documenti di interesse, essendo stati selezionati gli articoli che fornivano testi completi. I descrittori utilizzati erano “Psoriasi e vitamina D orale”; “Psoríase e vitamina D orale”.

Alla fine della ricerca, sono stati selezionati dieci articoli per lo studio, riguardanti il ​​periodo tra il 1986 e il 2013.

RISULTATI

La strategia di ricerca era di analizzare i titoli e gli abstract degli articoli. Secondo l'argomento di interesse, dieci articoli, pubblicati nel periodo tra il 1986 e il 2013, sono stati utilizzati per eseguire la revisione della letteratura.

DISCUSSIONE

L'uso terapeutico della vitamina D nella psoriasi risale agli anni '30, quando il composto fu usato come agente orale per il trattamento dell'osteoporosi in un paziente con psoriasi dove successivamente fu osservato il miglioramento delle lesioni cutanee psoriasiche9,10.

Nel 1986, Morimoto et al.11, in uno studio clinico in aperto, e Takamoto et al.12, in uno studio pilota, hanno selezionato pazienti con psoriasi vulgaris, resistenti alla terapia con corticosteroidi topici e hanno somministrato 1 pg / die di 1a (OH) D3 per sei mesi. Gli autori hanno dimostrato che i metaboliti biologicamente attivi della vitamina D3 sono efficaci nella terapia della malattia e non causano effetti collaterali apparenti.

Smith et al.13 studiato 14 pazienti con psoriasi da lesioni moderate a estese. Hanno somministrato 1,25- (OH) 2D3, alla dose iniziale di 0,25 μg, una o due volte al giorno. I pazienti devono limitare l'assunzione giornaliera di calcio a meno di 800 mg. Se al follow-up avevano avuto normocalciuria, la dose è stata aumentata ad un massimo di 2 pg / die; se si verificava ipercalciuria, la terapia veniva interrotta. È stata osservata ipercalciuria quando dosi frazionate di vitamina D hanno superato 0,75 pg / die. Per evitare questo effetto, il dosaggio è stato modificato in una sola dose da 0,25 a 0,5 μg prima di coricarsi: gli autori ritengono che l'influenza di 1,25- (OH) 2D3 sull'assorbimento del calcio da parte dell'intestino sia più bassa di notte; pertanto, dosi più elevate somministrate prima di coricarsi possono causare un rischio inferiore di ipercalciuria. In questo studio, 13 dei 14 pazienti sono migliorati con due mesi di trattamento e hanno continuato a migliorare fino a 6-8 mesi dopo che è stato osservato il miglioramento iniziale.

El-Azhary et al.14, in uno studio pilota, ha trattato otto pazienti con psoriasi vulgaris, presentando oltre il 25% del coinvolgimento corporeo ad una dose iniziale di 1,25- (OH) 2D3 di 0,5 μg prima di coricarsi. Questa dose è stata benefica per un paziente, che ha avuto placche psoriasiche completamente risolte entro due mesi e senza effetti collaterali. I pazienti che hanno ricevuto dosi superiori a 1 pg / die hanno mostrato un aumento dell'escrezione di calcio nelle urine per 24 ore. Considerando ciò, non raccomandano l'uso di dosi superiori a 1 pg / die. La ricerca mostra anche che i livelli sierici di vitamina D non sono correlati all'attività della malattia.

Perez et al.15 ha condotto uno studio clinico per testare la sicurezza e l'efficacia del calcitriolo orale nel trattamento della psoriasi in 85 pazienti con almeno il 15% del corpo affetto dalla malattia. La dose iniziale era di 0,5 pg / die di vitamina D prima di coricarsi e successivamente è stata aumentata di 0,5 pg / die ogni due settimane, con controllo di laboratorio del calcio sierico e delle urine per 24 ore; mentre questi test sono rimasti nell'intervallo normale, la dose di vitamina D sarebbe aumentata. Il trattamento è durato tra 6 e 36 mesi; la dose massima tollerata era di 4 pg / die e la dose media variava da 2,1 +/- 0,8 pg / notte per i trattamenti della durata di 24 mesi e 2,4 +/- 0,6 pg / notte per i trattamenti di 36 mesi. I risultati sono stati l'88% dei pazienti ha migliorato le loro condizioni cliniche, il 26,5% ha avuto un miglioramento completo, il 36,2% ha avuto un miglioramento moderato e il 25,3%, un leggero miglioramento.

Huckins et al.16 ha eseguito uno studio in aperto con 1,25- (OH) 2D3 per il trattamento dell'artrite psoriasica in dieci pazienti a una dose orale di 2 μg / die per sei mesi. Oltre il 50% ha ottenuto miglioramenti sostanziali e il 25% è moderatamente migliorato. La conclusione dello studio è stata che dosi elevate di vitamina D potevano essere utilizzate come agente terapeutico dell'artrite psoriasica.

Werner de Castro et al. (2012)17 menzionare la risoluzione di un caso di psoriasi, indotto dall'uso di adalimumab, in una donna con artrite reumatoide, dopo aver usato alte dosi di vitamina D per trattare i tassi carenti di questa vitamina.

Uno studio pilota di Finamor et al. (2013),6 valutato l'effetto della somministrazione orale prolungata di alte dosi giornaliere di vitamina D nel corso clinico di 16 pazienti con vitiligine e 9 pazienti con psoriasi, utilizzando 35.000 UI al giorno per sei mesi. Questo studio ha suggerito che alte dosi giornaliere di vitamina D potrebbero essere particolarmente critiche per il controllo dell'attività dei disturbi autoimmuni. I dati cumulativi degli ultimi 30 anni, esaminati dagli autori, stabiliscono un effetto regolatorio della vitamina D sulla risposta immunitaria innata e adattiva, con livelli circolanti di 25 (OH) D3 – la principale forma circolante di vitamina D – inversamente correlata all'autoimmune attività della malattia. Dichiarano che dosi fino a 40.000 UI al giorno di vitamina D3 sono probabilmente sicure per gli individui sani e che nei pazienti con disturbi autoimmuni, i polimorfismi che influenzano gli enzimi del metabolismo della vitamina D possono aumentare la loro tollerabilità. Sottolineano inoltre che l'ipervitaminosi D è associata alla regolazione positiva dei recettori intestinali della vitamina D e all'aumento dell'assorbimento del calcio nella dieta; una dieta carente di calcio protegge dalla tossicità della vitamina D non solo riducendo il calcio disponibile per l'assorbimento intestinale, ma anche facilitando l'inattivazione della vitamina D in siti correlati al metabolismo del calcio. Nello studio pilota, tutti i pazienti hanno avuto un miglioramento clinico della condizione cutanea senza effetti collaterali: sono state misurate le concentrazioni sieriche di calcio (totale e ionizzato) e non differivano significativamente dai valori basali dopo sei mesi di alte dosi di trattamento con vitamina D3. L'escrezione urinaria di calcio è aumentata considerevolmente, ma è rimasta nell'intervallo normale. La dose scelta dagli autori di 35.000 UI è stata scelta in modo arbitrario, così come altri interventi che sono già stati applicati per trattare i disturbi autoimmuni usando alte dosi di vitamina D3, tuttavia si suggerisce che il PTH possa essere il miglior indicatore biologico per il singolo stabilimento della dose ottimale di vitamina D3 per il trattamento dei disturbi autoimmuni. L'entità della riduzione della concentrazione sierica di PTH dal basale al livello raggiunto dopo il periodo di trattamento può fornire una stima ragionevole di quanto la dose giornaliera iniziale di vitamina D3 debba essere aumentata per ridurre i livelli sierici di PTH al di sotto dell'intervallo di riferimento.

TABELLA 1 STUDI CHE VALUTANO L'EFFICACIA DELL'UTILIZZO DEI METABOLITI ATTIVI DELLA VITAMINA ORALE D PER IL TRATTAMENTO DELLA PSORIASI.

Autore / Anno Tipo di studio Numero di pazienti Presentazione clinica della psoriasi Dose iniziale Contributo allo studio
Morimoto et al. (1986) Studio clinico in aperto 17 psoriasi da lieve a moderatamente refrattaria 1 μg / giorno Ha dimostrato l'efficacia dell'uso dei metaboliti attivi della vitamina D3, senza effetti collaterali apparenti.
Takamoto et al. (1986) Studio pilota 7 psoriasi vulgaris per più di 6 mesi e refrattaria 1 μg / giorno Ha dimostrato l'efficacia dell'uso dei metaboliti attivi della vitamina D3, senza effetti collaterali apparenti.
Smith et al. (1988) Studio clinico in doppio cieco 14 psoriasi da moderata a grave vulgaris Da 0,25 a 0,5 μg / giorno Il dosaggio deve essere 1 dose prima di coricarsi per evitare l'ipercalciuria.
Huckins et al. (1990) Studio clinico in aperto 10 artrite psoriasica 2 μg / giorno Alte dosi di vitamina D possono essere utili per la terapia dell'artrite psoriasica.
El-Alzhari et al. (1993) Studio pilota 8 psoriasi da moderata a grave vulgaris 0,5 μg / giorno Non raccomanda dosi superiori a 1 μg / die
Perez et al. (1996) Studio clinico in aperto 85 psoriasi da moderata a grave vulgaris 0,5 μg / giorno Dose massima tollerata di 4 μg / giorno
Finamor et al. (2013) Studio clinico in aperto 9 psoriasi da moderata a grave vulgaris 35.000 UI / giorno Alte dosi di vitamina D possono essere sicure ed efficaci per il trattamento della psoriasi.

Secondo Gisondi et al. (2011)3, la tossicità della supplementazione di vitamina D è molto rara e consiste principalmente in ipercalcemia acuta, che di solito risulta da dosi superiori a 10.000 UI al giorno.

D'altra parte, Trémezaygues e Reichrath (2011)5 affermano che solo le dosi sovrafisiologiche portano a un miglioramento clinico della psoriasi, pertanto, l'uso di analoghi della vitamina D in dermatologia è stato considerato, decenni fa, limitato a causa del verificarsi di gravi effetti correlati al metabolismo del calcio.

Inoltre, Smith et al. (1988)13, nella revisione della letteratura hanno fatto per confrontare i risultati ottenuti nella loro sperimentazione clinica, riportano che negli anni '30 e '40 c'erano studi in cui venivano somministrate dosi estremamente elevate di vitamina D (circa 100.000 UI) per trattare una varietà di disturbi della pelle come come sclerodermia, eczema, acne e psoriasi. Sebbene alcune risposte fossero favorevoli, le dosi richieste erano molto tossiche e poiché la vitamina D è biologicamente inerte, è necessaria una successiva idrossilazione nel fegato e successivamente nei reni, al fine di formare 1,25- (OH) 2D3 e quindi avere attività. Concludono che un aumento dell'assunzione di vitamina D ha pochi effetti benefici.

ASPETTI PRATICI DI QUESTA RECENSIONE

Secondo la letteratura, i test orali sulla vitamina D sono stati condotti principalmente sulla psoriasi volgare da moderata a grave. La maggior parte degli studi ha dimostrato che i metaboliti attivi della vitamina D3 – 1,25- (OH) 2D3 o 1a (OH) D3 (analogo sintetico di 1,25- (OH) 2D3) – fornisce risultati favorevoli nell'evoluzione della psoriasi e causa pochi effetti collaterali e può essere un'alternativa terapeutica per il trattamento di questa malattia. L'effetto avverso più preoccupante che può verificarsi è l'ipercalciuria acuta, che può essere evitata limitando l'assunzione giornaliera di calcio (meno di 800 mg al giorno), somministrando vitamina D di notte – prima di coricarsi – e monitorando adeguatamente, durante il trattamento, l'urina livelli di calcio; se il paziente ha ipercalciuria, l'uso della vitamina D deve essere interrotto. Le dosi che possono essere utilizzate variano da 0,25 μg a 2 μg al giorno, ma recentemente una dose più elevata (35.000 UI) ha mostrato sicurezza ed efficacia terapeutiche e il PTH è il miglior indicatore biologico per stabilire la dose di vitamina D3.

CONCLUSIONE

La revisione della letteratura ha rivelato che ci sono ancora pochi studi che hanno testato l'uso di metaboliti attivi di vitamina D per via orale per il trattamento della psoriasi, oltre al fatto che il campione studiato in tutti è piccolo e il tempo di follow-up è molto limitato. Tuttavia, i dati esistenti suggeriscono che tale alternativa terapeutica è sicura ed efficace. Pertanto, sono necessari ulteriori studi, a lungo termine e in casi più grandi, per provare a stabilire un protocollo di trattamento adeguato e quindi a raggiungere un consenso sulle dosi e sul tempo che dovrebbero essere impiegati, poiché questa alternativa è a basso costo e apparentemente sicuro, anche a dosi elevate, a differenza della maggior parte dei farmaci sistemici attualmente utilizzati nella psoriasi, i cui effetti collaterali sono significativi e molti di essi sono costosi.

RIFERIMENTI

1. Rodrigues AP, Teixeira RM. Desvendando a psoríase. Rev Bras Anal Clin. 2009; 41 (4): 303-9.

(Link)

2. Fu LW, Vender R. Ruolo sistemico della vitamina D nel trattamento della psoriasi e della sindrome metabolica. Dermatol Res Pract. 2011; 2011: 276.079.

(Link)

3. Gisondi P, Rossini M, Di Cesare A, Idolazzi L, Farina S, Beltrami G, et al. Stato della vitamina D in pazienti con psoriasi a placche cronica. Br J Dermatol. 2012; 166 (3): 505-10.

(Link)

4. Marques CDL, Dantas AT, Fragoso TS, Duarte ALBP Importante dose di vitamina D nas doenças autoimunes. Rev Bras Reumatol. 2010; 50 (1): 67-80.

(Link)

5. Trémezaygues L, analoghi della vitamina D a Reichrath J. nel trattamento della psoriasi: dove siamo e dove andremo? Dermatoendocrinol. 2011; 3 (3): 180-6.

(Link)

6. Finamor DC, Sinigaglia-Coimbra R, Neves LC, Gutierrez M, Silva JJ, Torres LD, et al. Uno studio pilota che ha valutato l'effetto della somministrazione prolungata di alte dosi giornaliere di vitamina D sul decorso clinico della vitiligine e della psoriasi. Dermatoendocrinol. 2013; 5 (1): 222-34.

(Link)

7. Patel M, Day A, Warren RB, Menter A. Terapie emergenti per il trattamento della psoriasi. Dermatol Ther (Heidelb). 2012; 2 (1): 16.

(Link)

8. Althoff MEWS, Ramos DMB, Silva DMW, Santos Neto PE. Un'importazione di vitamina D in età precoce tra adulti e adulti di 45 anni. RBNE. 2009; 3 (13): 50-62.

(Link)

9. Nagpal S, Lu J, Boehm MF. Analoghi della vitamina D: meccanismo d'azione e applicazioni terapeutiche. Curr Med Chem. 2001; 8 (13): 1661-1679.

(Link)

10. Kim GK. La logica alla base degli analoghi di vitamina D topici nel trattamento della psoriasi: dove si inserisce il calcitriolo topico? J Clin Aesthet Dermatol. 2010; 3 (8): 46-53.

(Link)

11. Morimoto S, Yoshikawa K, Kozuka T, Kitano Y, Imanaka S, Fukuo K, et al. Trattamento della psoriasi vulgaris mediante somministrazione orale di 1 alfa-idrossivitamina D3: studio a progetto aperto. Calcif Tissue Int. 1986; 39 (3): 209-12.

(Link)

12. Takamoto S, Onishi T, Morimoto S, Imanaka S, Yukawa S, Kozuka T, et al. Effetto di 1 alfa-idrossicolecalciferolo sulla psoriasi vulgaris: uno studio pilota. Calcif Tissue Int. 1986; 39 (6): 360-4.

(Link)

13. Smith EL, Pincus SH, Donovan L, Holick MF. Un nuovo approccio per la valutazione e il trattamento della psoriasi. L'uso orale o topico di 1,25-diidrossivitamina D3 può essere una terapia sicura ed efficace per la psoriasi. J Am Acad Dermatol. 1988; 19 (3): 516-28.

(Link)

14. el-Azhary RA, Peters MS, Pittelkow MR, Kao PC, Muller SA. Efficacia dei derivati ​​della vitamina D3 nel trattamento della psoriasi vulgaris: una relazione preliminare. Mayo Clin Proc. 1993; 68 (9): 835-41.

(Link)

15. Perez A, Raab R, Chen TC, Turner A, Holick MF. Sicurezza ed efficacia del calcitriolo orale (1,25-diidrossivitamina D3) per il trattamento della psoriasi. Br J Dermatol. 1996; 134 (6): 1070-8.

(Link)

16. Huckins D, Felson DT, Holick M. Trattamento dell'artrite psoriasica con 1,25-diidrossivitamina D3 orale: uno studio pilota. Artrite Rheum. 1990; 33 (11): 1723-7.

(Link)

17. Werner de Castro GR, Neves FS, Pereira IA, Fialho SC, Ribeiro G, Zimmermann AF. Risoluzione della psoriasi indotta da adalimumab dopo trattamento per carenza di vitamina D. Rheumatol Int. 2012; 32 (5): 1313-6.

(Link)

Psorilax:Miglior prezzo per |psoriasi crema bariederm

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, come si usa

CBD_Featured Image

Il cannabidiolo o CBD è un composto derivato dalla lavorazione di molte varietà di cannabinoidi presenti nella pianta di cannabis. I prodotti più efficaci derivati ​​da questi composti utilizzano uno spettro completo di questi composti, combinandone gli effetti per creare integratori alimentari e salutistici alternativi che sono diventati un settore in rapida crescita in molte aree del mondo, incluso il Regno Unito.

Questi prodotti sono disponibili in molte varietà, tra cui Oli di CBD, Gummie al CBD, e Creme al CBD, che è ciò di cui discuteremo in questa guida all'acquisto. I loro usi sono spesso dibattuti poiché l'industria del CBD è relativamente nuova e ancora non regolamentata a livello federale nella maggior parte dei luoghi (anche se alcune leggi si applicano, come discusso di seguito).

Tuttavia, sia studi limitati che prove aneddotiche suggeriscono che i prodotti a base di CBD hanno numerosi benefici mentali e fisici, sebbene siano giustificati ulteriori studi a lungo termine. Questi benefici includono sollievo dal dolore correlato a muscoli, articolazioni e nervi, sollievo dallo stress, anti-infiammazione e persino sorprendenti benefici come per la pelle e il cuore.

Usa questa guida all'acquisto delle 5 migliori creme di CBD per uso topico disponibili nel Regno Unito nel 2020 per trovare un marchio e un prodotto che soddisfino le tue esigenze. Conoscendo quali benefici può offrire la crema al CBD per la tua salute e il tuo benessere, puoi capire cosa cercare in un processo di estrazione, un elenco di ingredienti, un aroma e un sistema di consegna. Abbiamo fatto le ricerche in modo da non doverlo fare.

Migliore crema / balsamo al CBD per alleviare il dolore (Regno Unito)

1. CBD benedetto, crema antidolorifico da 750 mg

Quando si guardano le marche di prodotti CBD, aiuta a capire se la produzione del prodotto è rispettabile (ciò include la ricetta chimica effettiva del prodotto stesso).

La crema topica CBD di Blessed CBD è prodotta con CBD trattato mediante estrazione di CO2 supercritica, come tutte le migliori marche. Questo purifica il campione concentrato di cannabinoidi e rimuove i composti indesiderati dal prodotto. Ciò include non solo cannabinoidi indesiderati ma anche additivi chimici dannosi come pesticidi, fertilizzanti e metalli pesanti.

91608834_1885270471606825_7923869778190894362_n

La crema / balsamo di CBD topico di CBD benedetto è stato creato appositamente per alleviare il dolore articolare e muscolare. Lo fa non solo attraverso le naturali proprietà curative del CBD, che ha dimostrato di ridurre l'infiammazione, ma anche attraverso le sue infusioni.

Cosa c'è nella crema lenitiva al CBD di Blessed CBD?

Oltre allo spettro del CBD estratto con CO2 nella crema (la concentrazione è di 750 mg di CBD), la formula è anche migliorata per alleviare i dolori muscolari e articolari con oli essenziali e composti noti per offrire sollievo in quelle aree.

È anche infuso con estratti di olio di lavanda e camomilla per fornire un rilassamento topico di muscoli e articolazioni e anche per creare un aroma gradevole che riduce ulteriormente l'attività del sistema nervoso iperattivo per calmarti. Nessuno di questi ingredienti lascia sulla pelle una stampa oleosa o grassa.

Chi dovrebbe usare il balsamo CBD benedetto del CBD?

Le infusioni esclusive della formula Blessed CBD rendono la crema particolarmente benefica per chi soffre di dolori muscolari cronici o articolari. Gli oli essenziali aumentano le naturali proprietà antistress del CBD e forniscono sensazioni rinfrescanti e calmanti che riducono l'infiammazione delle articolazioni e possono aiutare a calmare i muscoli tesi o accorciati legati alla tensione cronica o alle condizioni di dolore ai nervi.

Professionisti

  • Metodo di estrazione di CO2
  • Infuso di oli essenziali
  • Ottimo per dolori muscolari e articolari
  • Consegna gratuita con ogni ordine
  • Centinaia di recensioni positive da parte dei clienti

Contro

  • Solo una forza disponibile (750mg)

Per la migliore crema al CBD nel Regno Unito per alleviare il dolore, consigliamo vivamente di dare un'occhiata al Blessed CBD.

Fai clic qui per visitare BlessedCBD.co.uk

94555317_234440251123542_5499983279918856980_n

2. Balsamo per la pelle al CBD calmante alla canapa

HempTouch è un venerato fornitore di oli e balsami al CBD e questo balsamo lenitivo è all'altezza del loro nome. Questo balsamo è raffinato di tutte le sostanze irritanti per la pelle, inclusi alcoli, prodotti chimici artificiali e altri additivi. Essendo un prodotto naturale al 100%, questo balsamo per la pelle al CBD lenisce e idrata la pelle fornendo un approccio stratificato al rilassamento e al sollievo dal dolore.

Sebbene disponibile solo in una dimensione da 50 ml, il balsamo per la pelle HempTouch utilizza estratti di canapa trasformati in combinazione con altre vitamine e acidi grassi per darti un prodotto nutriente e delicato sulla pelle.

Cosa c'è nel balsamo per la pelle al CBD calmante HempTouch?

Oltre al CBD, HempTouch Soothing Skin Balm contiene olio di semi di canapa crudo per idratare strati di pelle secca. Il balsamo è anche infuso con una varietà di oli essenziali per altri effetti benefici.

Questi includono la camomilla tedesca, un antico mitigatore di problemi esterni legati all'infiammazione come la psoriasi, l'acne e il mal di gola. Ha anche un piacevole effetto calmante che può aiutare con l'insonnia. Inoltre, la camomilla tedesca (chiamata anche camomilla blu) è ricca di vitamina B per idratare e rigenerare la pelle, curare le irritazioni e eliminare chiazze pruriginose o secche.

La lavanda è un'altra infusione che aiuta con il rilassamento e l'insonnia, in particolare se applicata vicino al viso o alle mani per essere inspirata e assorbita. La lavanda è anche un antisettico naturale, il che significa che pulisce anche i germi.

Infine, il balsamo per la pelle a base di CBD calmante HempTouch contiene un pizzico di calendula, che è un antinfiammatorio, un rimedio per la pelle e un rimedio naturale per un mal di stomaco.

Questi oli e ingredienti essenziali rendono il balsamo per la pelle HempTouch sicuro per le pelli sensibili e preferibile per coloro che vogliono sfruttare i suoi effetti topici sulla pelle secca e irritata, nonché i suoi benefici neurologici per coloro che soffrono di insonnia legata allo stress.

Chi dovrebbe usare il balsamo per la pelle al CBD calmante HempTouch?

Gli oli in questo balsamo per la pelle sono appositamente progettati per le persone con pelle secca o disidratata. Incoraggiando la produzione di collagene nell'area applicata, questo balsamo per la pelle al CBD può non solo idratare, ma può anche sembrare invertire gli effetti dell'invecchiamento restituendo vitamine alla pelle.

A causa delle sue infusioni di olio essenziale, HempTouch Skin Balm è utile anche per le persone che soffrono di ansia, depressione o insonnia correlata allo stress. Oli come la camomilla e la lavanda sono noti aiuti per il sonno che sono stati usati allo scopo per migliaia di anni e danno a questo balsamo il suo aroma calmante e un leggero effetto che induce il sonno.

Professionisti

  • Efficace idratante per la pelle e antidolorifico
  • Le infusioni di olio essenziale aiutano a ridurre lo stress e il sonno
  • Grande fonte di vitamina B d'attualità

Contro

  • Nessun mentolo – più utile come idratante di un antidolorifico articolare
  • Con sede negli Stati Uniti – la spedizione nel Regno Unito può richiedere 1-3 settimane

3. Abete attillato CBD a spettro completo

Spruce Full Spectrum Topical CBD Salve è una miscela di cannabinoidi e flavonoidi che contiene 300 mg di estratto di canapa a spettro completo, insieme ad altri ingredienti idratanti. Per coloro che hanno un po 'più esperienza con questi prodotti e sanno che vogliono qualcosa di più forte, Spruce Topical CBD Salve potrebbe essere il marchio giusto per te.

Tutti i prodotti di Spruce sono valutati e testati attraverso laboratori di terze parti che garantiscono che i loro prodotti siano di alta qualità. Pubblicano i risultati del loro controllo in modo da poter verificare che i sali di CBD di abete rosso siano privi di pesticidi, batteri, additivi, metalli pesanti e altre tossine che possono rendere i prodotti più economici dannosi da usare.

I risultati mostrano anche l'esatta concentrazione di CBD presente nei campioni, un fatto che Spruce pubblica sul loro sito Web per la massima trasparenza con i loro potenziali clienti. I certificati di analisi sono disponibili per chiunque mandi a Spruce un messaggio sul proprio sito. Quindi, se sei particolarmente diffidente nei confronti di prodotti falsi o non pubblicizzati o sei sensibile agli additivi e agli irritanti per la pelle, questa quantità di trasparenza dovrebbe essere un grande vantaggio per te.

Cosa c'è nello Spruce Topical CBD Salve?

L'abete rosso utilizza la canapa da laboratorio estratta con CO2 nella loro crema topica da 300 mg. Usano anche olio di oliva e burro di karité come corrieri e texturizzanti, migliorando gli effetti idratanti del sugo e rendendolo più liscio e più anche se applicato sulla pelle.

Chi dovrebbe usare l'abete rosso di CBD topico attillato?

Gli estratti di canapa di alta qualità nei prodotti CBD di abete rosso sono raffinati per l'uso nel recupero muscolare e nel dolore correlato a condizioni croniche. L'applicazione di Abete rosso ai muscoli post-allenamento o alle aree di irritazione cronica dei muscoli e dei nervi può alleviare temporaneamente i sintomi e aiutarti a risolvere alcuni problemi cronici.

Professionisti

  • Formula organica senza additivi
  • Composti di CBD testati per laboratorio
  • I rapporti di laboratorio sono disponibili su richiesta presso l'azienda
  • Il trasportatore di burro di karitè rende l'applicazione liscia e confortevole

Contro

  • Non acuto come le formule a base di mentolo
  • Con sede negli Stati Uniti – la consegna nel Regno Unito comporta costi aggiuntivi

4. Endoca CBD Salve

I problemi di cura della pelle sono particolarmente curabili con una buona crema al CBD come questo unguento di Endoca. I suoi effetti idratanti di lunga durata e il rapido assorbimento lo rendono ideale per dare alla tua pelle vitamine e minerali vitali senza rischiare alcun additivo chimico.

Come le migliori marche, i composti CBD di Endoca vengono raffinati mediante estrazione di CO2 con un contenuto di THC inferiore allo 0,2%. Usa solo ingredienti naturali al 100% nel suo sugo, che è una concentrazione di 750 mg di cannabidiolo, uno dei più alti disponibili.

Questo rende il CBD Salve di Endoca particolarmente praticabile per le persone con patologie cutanee gravi o croniche. La sua composizione naturale con olio e burro di karité dona alla pelle rotta o incondizionata un grande effetto idratante, preservante e anti-invecchiamento, stimolando naturalmente la capacità della pelle di produrre collagene.

Per aree specifiche di disagio o irritazione della pelle, l'unguento al CBD di Endoca è organico e ad azione rapida, anche sui neonati. A differenza di alcuni degli additivi più aggressivi di altri sali (come il mentolo, ad esempio), nessuno degli ingredienti di Endoca CBD Salve irrita la pelle del tuo bambino. Se stai cercando qualcosa di bello e rilassante per l'eruzione da pannolino del tuo bambino, questo salve potrebbe essere la risposta.

Dal momento che tutti i suoi ingredienti biologici sono sicuri per il cibo, non devi nemmeno preoccuparti se ne prendono alcuni in bocca. Endoca CBD Salve è sicuro anche allora.

Cosa c'è in Endoca CBD Salve?

I composti concentrati di CBD recuperati attraverso l'estrazione supercritica di CO2 sono solo una parte dell'elenco degli ingredienti naturali che rendono Endoca CBD Salve una grande fonte di idratazione e antiossidanti.

Questi includono Vitamine C ed E, olio di cocco e cera d'api per un'applicazione regolare e fragranze naturali come olio di buccia di limone, citrato e vaniglia per un comfort ancora maggiore.

L'endoca mantiene i suoi prodotti vegani, non OGM e privi di glutine, coloranti artificiali, additivi chimici e conservanti. Anche i prodotti di origine animale (cera d'api) sono garantiti sul sito dell'azienda senza crudeltà.

Chi dovrebbe usare Endoca CBD Salve?

Chi è alla ricerca dei prodotti per la cura della pelle più organici dovrebbe utilizzare Endoca CBD Salve. Ciò è particolarmente vero se per te allevare animali senza crudeltà, non OGM, prodotti vegani e vitamine naturali.

È così sicuro che puoi usarlo sulla pelle del bambino per aiutarli con irritazioni cutanee come dermatite da pannolino.

Può essere tecnicamente utilizzato da chiunque, ma il suo contenuto unicamente elevato di CBD lo rende particolarmente utile per le persone con condizioni croniche più gravi legate alla loro pelle. Questo sugo ad assorbimento rapido può essere utilizzato per tutto, dal miglioramento della carnagione della pelle alla riduzione dell'infiammazione, quindi vale la pena provare per chiunque sia in grado di digerire il prezzo superiore alla media.

Professionisti

  • Assorbimento veloce
  • Ingredienti completamente naturali, non OGM, privi di crudeltà
  • Crema a base di burro di karitè per un'applicazione uniforme
  • Sicuro per l'uso quotidiano, anche per i bambini

Contro

5. Forte balsamo al CBD di PharmaHemp UK

PharmaHemp UK è in attività da quasi un decennio. La loro impresa slovena a conduzione familiare ha fornito prodotti CBD efficaci dalle piante che crescono nel loro cortile (per così dire). Le loro piante raccolte a mano sono pubblicizzate come di alta qualità a causa del processo di selezione personalizzato da aziende agricole nel paese di origine della società in Slovenia (e alcuni in Croazia).

L'olio di CBD a spettro completo risultante da questa selezione viene ispezionato in base alle linee guida del PIL e del GAP. Inoltre asciugano naturalmente le foglie e i fiori a basse temperature, preservando i potenti effetti della pianta nel loro balsamo.

Si chiama “forte” per una ragione: il contenuto di CBD del contenitore di balsamo da 30 ml di PharmaHemp UK è di 900 mg, uno dei più potenti disponibili sul mercato. Oltre al sollievo dal dolore ad azione rapida, il loro balsamo serve anche come idratante. Subisce severi test di laboratorio per garantire che i suoi ingredienti siano naturali e potenti.

Cosa c'è in Strong CBD Balm?

Gli olii portanti di Strong CBD Balm aumentano i suoi effetti idratanti e nutrienti. È prodotto usando una combinazione di karitè e burro di cacao per nutrire gli strati esterni della pelle e applicarli facilmente e uniformemente. I semi d'uva e l'olio di cocco aggiungono anche effetti idratanti che aiutano ad aggiungere vitamine e minerali alla pelle.

Le essenze di rosmarino e vaniglia del Madagascar conferiscono al balsamo al CBD forte di PharmaHemp un odore gradevole, nonché ulteriori benefici rilassanti e nutrizionali. Tutti questi sapori si aggiungono agli effetti ringiovanenti della pelle di Strong CBD Balm.

Come con qualsiasi supplemento di salute, è altrettanto importante chiedere cosa non è in un prodotto come è. PharmaHemp UK è orgogliosa di selezionare le piante, come detto, quindi probabilmente puoi indovinare che sono particolari anche su ciò che accade nei lotti.

Non aggiungono tossine, additivi chimici, metalli pesanti, fertilizzanti, pesticidi, profumi, coloranti o erbicidi. Sono orgogliosi di una formula organica e unicamente potente. Chiedono un prezzo premium per il lavoro extra per renderlo così puro e raffinato, ma molti clienti dal 2011 hanno affermato che ne vale la pena.

Chi dovrebbe usare un balsamo al CBD forte?

Questo prodotto non tossico può essere utilizzato da chiunque, anche se è particolarmente utile per le persone che soffrono di eruzioni cutanee e irritazioni di varia intensità. La formula idratante ad azione rapida e antidolorifica è più adatta per le persone con gravi condizioni in corso che desiderano un rapido sollievo.

Professionisti

  • Composti di CBD completamente organici
  • Piante raccolte a mano in fattorie attentamente sorvegliate
  • Prodotti atossici senza additivi
  • Prodotto forte e ad azione rapida con un contenuto di CBD leader del settore

Contro

Creme al CBD

A differenza di Tinture di olio di CBD, che di solito vengono venduti in flaconi da 10 ml con dosaggi variabili, la quantità di crema di CBD che si ottiene per confezione dipende in larga misura da quali marchi hanno un valore migliore per te.

Ci sono altri fattori che abbiamo preso in considerazione nel confrontare questi marchi. La qualità degli ingredienti del CBD era fondamentale e si basava sui rapporti di produzione di ciascun marchio e sulla reputazione dei loro marchi. Esaminando le recensioni, possiamo anche valutare la soddisfazione del cliente in base alle reazioni delle persone agli ingredienti, alla qualità del servizio clienti e alla percezione generale del valore del prodotto rispetto al prezzo.

In questa guida, abbiamo esaminato le 5 migliori marche di crema / balsamo al CBD disponibili per l'acquisto nel Regno Unito nel 2020, inclusi i loro ingredienti, il processo di produzione, l'accoglienza generale, la reputazione del marchio e le caratteristiche speciali. Abbiamo esaminato ciascun marchio in base a questi criteri principali:

La canapa coltivata negli Stati Uniti è la più rispettabile, tuttavia alcuni marchi sono orgogliosi delle piante coltivate localmente in Europa. I regolamenti tendono ad essere più severi nelle fattorie statunitensi, quindi la canapa proveniente da quelle fattorie ha una probabilità leggermente maggiore di essere pura.

Qualsiasi marca di prodotto a base di olio di CBD che acquisti deve essere sottoposta a procedure di test condotte da laboratori di terze parti per verificare la potenza delle piante e l'assenza di additivi chimici.

L'estrazione di CO2 supercritica è il processo principale utilizzato per isolare i composti di CBD e realizzare i prodotti antidolorifici più multifunzionali. L'estrazione dell'etanolo è un metodo usato meno spesso ma è anche praticabile.

Poiché gli integratori alimentari e sanitari non sono regolati a livello federale in termini di dosaggio, è necessario abbinare la forza del supplemento di scelta alle proprie esigenze. La percentuale di CBD elencata è in milligrammi per oncia e determina la potenza della crema.

Il THC, il composto psicoattivo nella marijuana convenzionale, non può essere legalmente prodotto nei prodotti petroliferi al CBD con una percentuale superiore allo 0,2% nel Regno Unito. Per assicurarti di non ottenere un livello indesiderato o di non superare un importante test antidroga, assicurati che il marchio CBD che acquisti garantisca un basso contenuto di THC (tutti quelli presenti in questo elenco).

Alcune società di CBD sono in circolazione da un po 'di tempo e altre stanno saltando fuori per competere in un nuovo settore. Esaminando l'accoglienza di ciascun marchio e il modo in cui le persone traggono vantaggio da ciascun prodotto, è possibile selezionare i prodotti affidabili dalle prese di denaro a basso costo.

Abbiamo studiato questi criteri e confrontato ciascuno di questi primi 5 marchi sulla base di essi per aiutarti a capire quale si adatta meglio alle tue esigenze. Risorse come HerbMighty e BuyCBD.co.uk può anche essere d'aiuto per le migliori recensioni, guide e confronti sull'olio di CBD.

Domande frequenti e guida all'acquisto di creme topiche al CBD

Per prendere la decisione giusta in base alle tue esigenze, devi sapere quali creme di CBD funzionano in termini di benefici per la salute, come usarle e per quanto tempo durano. Anche se sai che un prodotto a base di olio di CBD verifica molte esigenze dei tuoi sintomi, potresti non sapere se la crema al CBD è adatta a te.

Usa questa FAQ e la Guida all'acquisto per ordinare le tue preferenze e le qualità di ogni prodotto che ti attira.

Cos'è la crema al CBD?

Molti prodotti contengono CBD, sebbene i corrieri differiscano. Nel caso di balsami, creme e sali per uso topico, una sostanza come olio d'oliva, olio di canapa o burro di karitè viene utilizzata per addensare e legare la crema in modo che possa essere assorbita dalla pelle.

Ciò significa che per la maggior parte delle creme di CBD topiche, gli effetti antidolorifici, rilassanti o che inducono il sonno dei cannabinoidi sono desiderati tanto quanto la riparazione di base della pelle e gli effetti idratanti di altre creme a base di burro di karité.

Qual è la differenza tra creme topiche e prodotti a base di CBD?

La maggior parte dei prodotti a base di CBD come capsule o eduli vengono assunti per via orale, dando al tuo corpo accesso diretto ai suoi benefici neurologici. Le creme di CBD topiche, tuttavia, vengono massaggiate sulla pelle, dandoti accesso immediato agli integratori di CBD ad azione rapida e facili da usare.

A differenza delle capsule, le creme funzionano solo su un'area, ovviamente. Tuttavia, ciò significa che il loro effetto è concentrato. Se stai cercando prodotti a base di CBD per alleviare il dolore relativi a una specifica lesione atletica o una malattia cronica che infligge una determinata parte del tuo corpo, le creme a base di CBD potrebbero essere ciò di cui hai bisogno, poiché il loro effetto è concentrato.

Inoltre, a differenza delle tinture di olio di CBD, le creme topiche di CBD possono essere utilizzate dai bambini con supervisione, purché il genitore controlli per assicurarsi che la crema sia stata testata da una terza parte per la purezza da additivi chimici e coloranti, raffinata per garantire lo 0,2% o meno contenuto di THC e non contiene nulla a cui i loro figli possano essere sensibili.

Con la giusta ricerca in anticipo, la crema al CBD può anche essere utilizzata sui bambini, in particolare quelli creati con burro di karité o olio d'oliva. Sono stati segnalati pochissimi effetti collaterali con creme di CBD topiche e pochi sono più gravi di un'eruzione cutanea.

Tuttavia, per sicurezza, in particolare con i bambini piccoli, applicare una piccola quantità sul braccio e attendere un'ora. Se in quel momento non si vedono effetti negativi, dovrebbe essere sicuro da usare.

Quali sono i vantaggi delle creme CBD?

Le persone usano cannabinoidi in una forma o nell'altra da migliaia di anni per alleviare il dolore e l'ansia. Con i perfezionamenti della tecnologia di produzione e lavorazione, il CBD può essere utilizzato in modo ancora più efficace per questi e altri scopi.

Sebbene molti effetti sulla salute siano stati segnalati da organizzazioni e individui della salute, pochi studi a lungo termine sono stati condotti per verificare ufficialmente l'uso del CBD come farmaco. Per ora, è semplicemente un integratore alimentare e per la salute ben documentato, venduto ufficiosamente per gli scopi elencati. Sebbene ulteriori test a lungo termine aiuterebbero a scoprire tutti i vantaggi dei prodotti a base di CBD, i principali che attirano le persone ad usarli includono:

  • Sollievo dal dolore correlato a muscoli, nervi o articolazioni
  • Ansia / sollievo dallo stress
  • Aiuti con il sonno
  • Effetti antiossidanti e antinfiammatori
  • Idratazione della pelle
  • Trattamento di acne ed eczema

Quali effetti collaterali sono associati agli argomenti di CBD?

Sebbene non vi siano molti effetti collaterali associati all'uso di creme topiche al CBD, sono possibili, in particolare se si è sensibili a uno degli ingredienti secondari. Poiché molte di queste creme usano olii essenziali per perfezionare i loro aromi e migliorarne gli effetti, controlla attentamente gli ingredienti di qualsiasi crema che prevedi di acquistare prima di applicarla sulla pelle.

Questo è il motivo per cui è importante trovare un'azienda che verifica che non vengano utilizzate tossine, metalli pesanti, additivi o fertilizzanti nella produzione dei prodotti. Senza la verifica da parte di un laboratorio di terze parti che la crema al CBD fosse composta da ingredienti biologici e raffinati, è necessario riconsiderare l'acquisto dei prodotti nel caso in cui si verifichino effetti collaterali dannosi.

In generale, le creme per uso topico sono progettate per essere applicate e assorbite attraverso la pelle. Non assumere una crema topica per via orale in nessun caso. Nonostante molte di queste creme siano realizzate con materiali per uso alimentare, non è ancora progettata per essere digerita.

Alcune creme sono più sicure di altre e in piccole quantità possono anche essere ingerite accidentalmente (ad esempio da un bambino). Tuttavia, anche ingerire una modesta quantità di crema topica può essere tossico, quindi consultare immediatamente un medico se accade.

In che modo la crema al CBD aiuta con il dolore?

La tua pelle ha il suo sistema endocannabinoide che si lega al CBD per assorbimento. Ciò influisce sui segnali che i neurotrasmettitori inviano al cervello riguardo al dolore correlato a malattie croniche come stiramenti muscolari, artrite e condizioni di dolore ai nervi. Questo effetto ha una pronunciata sensazione di raffreddamento nelle creme contenenti mentolo.

La maggior parte delle aree del corpo può essere massaggiata con crema al CBD per effetti antidolorifici. Agendo come alternativa naturale agli antidolorifici, il CBD può consentire di ridurre l'infiammazione, idratare la pelle e alleviare temporaneamente il dolore senza effetti collaterali dannosi.

Malattie croniche come l'artrite e la sclerosi multipla beneficiano maggiormente dell'uso di queste creme. Verificare con il proprio medico se questo potrebbe far parte del regime di sollievo dal dolore.

Il CBD è legale nel Regno Unito?

Il CBD non è sempre stato legale nel Regno Unito. Leggi recenti hanno permesso che venisse venduto fintanto che il THC, la componente psicoattiva della canapa che dà ai consumatori di marijuana un “alto”, è stato filtrato allo 0,2% o meno.

Questo è il motivo per cui è essenziale ricercare i prodotti CBD prima dell'acquisto poiché il contenuto di THC non viene sempre filtrato da prodotti più economici o non regolamentati e può causare problemi con i test antidroga, che possono essere disastrosi per le persone nei settori del servizio pubblico, dell'istruzione o della libertà condizionale .

Questo è più comune negli integratori di CBD per via orale che nelle creme per uso topico, ma è ancora essenziale coprire le basi e rivedere sia gli ingredienti che le procedure di test verificate prima di utilizzare un nuovo prodotto di CBD.

Come applico la crema al CBD?

La crema CBD è un metodo di consegna intuitivo per ottenere il CBD nel tuo corpo. Dovresti massaggiarlo nella zona desiderata con le mani pulite fino a quando non inizia a sentirsi asciutto. Ciò significa che la tua pelle sta assorbendo la crema.

Se stai applicando questa crema topica per il dolore, potrebbero essere necessari alcuni minuti per avvertire gli effetti. Per fortuna, i prodotti che abbiamo recensito in questo elenco sono tutti non grassi e non lasciano una macchia oleosa su mani, pelle e vestiti. Ricorda che se acquisti prodotti più economici o non regolamentati, potresti non essere così fortunato.

È saggio lavarsi di nuovo le mani dopo aver usato la crema al CBD, solo per non avere accidentalmente in bocca o negli occhi. Alcuni (in particolare quelli a base di burro di karité) sono per lo più innocui, ma le creme che contengono mentolo per effetti di raffreddamento muscolare sono irritanti per gli occhi.

Quanto durano gli effetti?

Dopo alcuni minuti di massaggio delicato, la pelle dovrebbe assorbire la crema. A seconda della concentrazione di CBD del marchio che stai utilizzando, potrebbe essere necessario più o meno tempo per iniziare a sentire gli effetti.

Tuttavia, la maggior parte delle creme suggerisce che gli effetti antidolorifici, rinfrescanti o lenitivi dovrebbero essere visti entro 10-30 minuti. La potenza e il contenuto dell'attualità cambiano più radicalmente la durata del tempo, tuttavia, con alcune creme che durano un'ora o due e altre che mantengono i loro effetti lenitivi fino a 6 ore.

Poiché devono essere utilizzati quotidianamente, non dovresti preoccuparti della dipendenza, della dipendenza o degli effetti decrescenti. Se inizi a sentirti di nuovo a disagio o prurito, puoi applicare nuovamente la crema di cui hai bisogno.

Not all CBD creams are perfectly safe for you because of the lack of regulation in the industry and the corners some companies cut in terms of cost, ingredients, and extraction procedures.

This is why we made sure that the products reviewed on this list all adhere to safety guidelines, contain no dangerous additives, and can be used as often as you need to get their stress and pain-relieving effects.

CBD Cream UK: The Takeaway

CBD creams, lotions and topicals are quickly becoming one of the most popular applications of a growing industry in the UK. The brands reviewed here follow strict guidelines in terms of harvesting and manufacturing the CBD, undergoing third-party testing, and posting these results for their customers to verify so that they know exactly what they’re buying.

The benefits of CBD cream on people suffering from chronic pain, anxiety, skin, or sleep-related disorders has made them a growing solution to problems associated with inflammation. Use this buying guide to find the cream that fits your needs in terms of the health benefits they offer.

CBD Cream: 5 Best CBD Creams in the UK (2020)

Psorilax:effetti collaterali |crema per psoriasi cbd

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, dove si compra

01 giugno 2020

10 minuti di lettura

Fonte / informazioni integrative


Informazioni integrative:
Davis non fornisce informazioni finanziarie rilevanti. Eichenfield riferisce di aver lavorato come investigatore o consulente per AbbVie, Leo, Lilly, Novartis, Ortho Dermatologics, Pfizer, Regeneron, Sanofi e UCB. Gelfand riferisce di aver lavorato come consulente per AbbVie, Bristol-Myers Squibb, Boehringer Ingelheim, Dermira, Dr. Reddy, Glaxo-SmithKline, Janssen Pharmaceuticals, Menlo Therapeutics, Novartis Pharmaceuticals, Pfizer, Regeneron, Sanofi US Services, UB e Valeant Pharmaceuticals North America. Menter riferisce di aver lavorato come consulente per Abbott Labs, AbbVie, Amgen, Eli Lilly and Co., Galderma USA, Janssen Pharmaceuticals, Leo Pharma US, Menlo Therapeutics, Novartis, Sienna Biopharmaceuticals e Wyeth Labs. Wan riferisce che conduce ricerche sulla malattia infiammatoria della pelle e ha ricevuto finanziamenti da Pfizer e NPF.


Nonostante l'impatto spesso devastante della psoriasi sui bambini e una varietà di problemi unici che distinguono questi pazienti dagli adulti, fino a poco tempo fa mancavano le linee guida che si rivolgono specificamente ai giovani con la malattia.

Non piu.

Rilasciato a novembre e pubblicato nel numero di gennaio di Diario dell'American Academy of Dermatology, le nuove linee guida si concentrano per la prima volta esclusivamente su pazienti pediatrici con psoriasi. Una joint venture tra l'American Academy of Dermatology e la National Psoriasis Foundation, offrono anche un esame approfondito degli impatti fisici e psicosociali della psoriasi su bambini e adolescenti e le sfide uniche che questa popolazione di pazienti affronta.

Lawrence Eichenfield, MD
Incoraggiato dal rilascio delle prime linee guida in assoluto incentrate esclusivamente su bambini e adolescenti con psoriasi, Lawrence Eichenfield, MD, spera che possano aiutare a influenzare la pratica sia dei dermatologi che dei medici di base.
Fonte immagine: Tomi Beck

“Sebbene la psoriasi sia meno comune nei bambini, può avere un impatto devastante sul benessere fisico ed emotivo delle persone colpite” Joel M. Gelfand, MD, MSCE, co-autore delle linee guida e professore di dermatologia ed epidemiologia presso la Perelman School of Medicine dell'Università della Pennsylvania, ha dichiarato. “Ci sono stati enormi progressi nella gestione della psoriasi pediatrica, con diversi agenti biologici che hanno ricevuto l'approvazione della FDA per questa indicazione.”

Secondo Joy Wan, MD, MSCE, dermatologo pediatrico presso la Perelman School of Medicine dell'Università della Pennsylvania, le linee guida forniscono consigli e istruzioni sullo screening della comorbidità e riesaminano i trattamenti disponibili per la psoriasi pediatrica, inclusi farmaci topici, fototerapia, terapie sistemiche orali e biologia relativamente più recente.

“Queste linee guida non solo guidano l'attuale pratica clinica, ma evidenziano anche la necessità di ulteriori ricerche sulla psoriasi incentrate sulle comorbilità e sulla sicurezza e l'efficacia del trattamento a lungo termine in particolare per la popolazione pediatrica”, ha detto Wan.

Le linee guida valutano anche lo stato della ricerca sui trattamenti per questa popolazione.

INTERRUZIONE DI PAGINA

Sebbene tre agenti biologici siano ora approvati per l'uso in alcuni bambini, gli esperti sperano che le linee guida spingano ulteriori ricerche in modo che un giorno i bambini e le loro famiglie disporranno di una serie di opzioni terapeutiche, come fanno oggi gli adulti con psoriasi.

Dawn Marie R. Davis, MD

Dawn Marie
R. Davis

“La psoriasi può essere psicologicamente, medico e cosmetico preoccupante per tutti i pazienti, pediatrici o adulti” Dawn Marie R. Davis, MD, professore di dermatologia e pediatria presso la Mayo Clinic e coautore delle linee guida, ha affermato. “I pazienti pediatrici non sono piccoli adulti – i bambini hanno una fisiologia, una farmacodinamica e una relazione paziente-genitore-fornitore uniche – rispetto ai pazienti adulti. La maggior parte degli adulti può venire a vedere il proprio fornitore in modo indipendente. “

Effetti fisici ed emotivi unici della psoriasi pediatrica

I bambini e gli adolescenti con psoriasi sperimentano spesso gli aspetti fisici della malattia in modo diverso dagli adulti. Tuttavia, secondo Davis, la maggior parte delle misure utilizzate da medici e ricercatori per studiare l'impatto della malattia sui pazienti trascura le esperienze dei bambini.

Per uno, i bambini hanno maggiori probabilità rispetto agli adulti di sperimentare prurito con la loro psoriasi, che può portare a diagnosi errate, ha detto.

“È importante che i fornitori sappiano che le placche per la psoriasi pediatrica possono prudere. Non significa necessariamente che se è prurito, non può essere la psoriasi ”, ha detto Davis.

Inoltre, tra le differenze più importanti tra la psoriasi adulta e quella pediatrica c'è l'impatto dello stigma sociale e il rischio di bullismo.

Ad esempio, una comune misurazione della qualità della vita per la psoriasi è la quantità di coinvolgimento della superficie corporea, e per i pazienti adulti questa può essere una determinazione accurata.

“Tuttavia, alcune delle aree più comuni per i bambini, e in particolare i bambini piccoli, per sviluppare la psoriasi sono il viso e i genitali, nonché il cuoio capelluto, le mani e i piedi”, ha detto Davis. “Come puoi immaginare, se hai un coinvolgimento facciale isolato – mentre tecnicamente non è una grande superficie corporea – questo può essere molto angosciante perché cammini con un'eruzione cutanea evidente sul tuo viso. Inoltre, l'eruzione cutanea è costantemente esposta all'ambiente, aumentando il rischio di dolore e prurito. “

INTERRUZIONE DI PAGINA

“Una situazione simile per quanto riguarda il dolore e la qualità della vita si potrebbe dire della malattia isolata dei genitali, sebbene si tratti di una piccola superficie corporea”, ha detto. “Pertanto, l'impatto sulla qualità della vita può essere sproporzionato rispetto alla quantità di superficie corporea coinvolta.”

Secondo Alan Menter, MD, presidente della divisione di dermatologia presso il Baylor University Medical Center di Dallas e copresidente del comitato che ha sviluppato le linee guida, i bambini con psoriasi hanno anche un rischio molto maggiore di bullismo a causa della malattia, influenzando notevolmente la loro qualità di vita.

Alan Menter, MD

Alan Menter

Ha aggiunto che dermatologi e medici dovrebbero riconoscere in che modo questo aspetto della psoriasi può influenzare altri aspetti della vita dei loro giovani pazienti.

“I dermatologi dovrebbero sapere che i bambini con psoriasi vengono presi in giro e vittima di bullismo molto più di quanto le persone riconoscano, e molti desiderano abbandonare la scuola per questo”, ha detto Menter.

Menter ha raccontato la storia di una giovane paziente di 10 anni che aveva una malattia grave e che stava affrontando così tanto bullismo a scuola che è venuta nel suo ufficio in lacrime e voleva abbandonare la scuola. Ha prescritto ciclosporina, che ha ottenuto l'autorizzazione in 3 mesi.

Successivamente, ha prescritto etanercept, che ha mantenuto la sua clearance della pelle per i successivi 8 anni. Si è laureata ai vertici della sua classe e ha conseguito una borsa di studio in una delle migliori università.

“Dobbiamo riconoscere che è importante rendere questi bambini chiari, sicuri”, ha detto Menter. “Un paziente di 70 anni sarà molto meno a disagio con la sua malattia perché ce l'hanno da così tanto tempo. Un bambino con esordio recente deve essere trattato in modo appropriato e eliminato in modo sicuro. È importante riconoscere quanta psoriasi influisce sulla vita di un bambino più piccolo e sulle comorbilità, in particolare dal punto di vista emotivo e mentale. “

Secondo Davis, le nuove linee guida affrontano questi impatti psicosociali della psoriasi e i problemi unici che presentano per i bambini.

“I bambini con malattie della pelle visibili spesso hanno una scarsa qualità della vita ed è molto stressante”, ha detto. In effetti, i suoi effetti sono stati trovati essere paragonabili a quelli del diabete, dell'epilessia o della dermatite atopica.

“I bambini con psoriasi affermano che spesso hanno una stigmatizzazione sotto forma di bullismo, insulti e vergogna, e temiamo che ciò possa comportare cambiamenti comportamentali come depressione, ansia e comportamento a rischio”, ha detto. Questi cambiamenti comportamentali sono tra le comorbidità per le quali i professionisti dovrebbero sottoporre a screening i pazienti con psoriasi pediatrica, secondo Lawrence Eichenfield, MD, capo della dermatologia pediatrica e dell'adolescenza presso l'ospedale pediatrico di Rady e vicepresidente del dipartimento di dermatologia dell'Università della California, San Diego. Eichenfield è stato coautore del primo documento che offre raccomandazioni di screening per i bambini, a cui si fa riferimento nelle linee guida. Eichenfield ha affermato di essere impaziente del potenziale impatto che le linee guida avranno sulla pratica.

INTERRUZIONE DI PAGINA

“Gli studi hanno dimostrato che l'implementazione e l'utilizzo delle linee guida richiedono molto lavoro. Direi che il (numero) di bambini che vengono effettivamente sottoposti a screening per le comorbilità è in realtà piuttosto basso, quindi sono entusiasta del fatto che queste linee guida siano state pubblicate e spero che aiuteranno a influenzare la pratica sia tra dermatologi che medici di base ,” Egli ha detto.

Aumento delle opzioni terapeutiche; sono necessarie ulteriori ricerche

Un altro problema unico della psoriasi pediatrica è la mancanza di opzioni terapeutiche disponibili per questa fascia d'età rispetto agli adulti, secondo Eichenfield.

“I bambini, sfortunatamente, sono stati circa un decennio indietro rispetto agli adulti in termini di studi, accettabilità e approvazione degli agenti anti-psoriasi”, ha detto.

La FDA ha approvato Enbrel (etanercept, Amgen) per i bambini di almeno 4 anni, Stelara (ustekinumab, Janssen) per gli adolescenti di almeno 12 anni e recentemente Taltz (ixekizumab, Lilly) da 6 anni in poi.

“Solo negli ultimi anni sono stati approvati”, ha detto Eichenfield. “Quindi, invece di avere questi due decenni di nuove generazioni di agenti in arrivo, e le persone a capire dove è il posto giusto per iniziare i pazienti con la sistemica, la psoriasi pediatrica è appena stata indietro, il che significa che c'è molta psoriasi che è sottoposta a trattamento e molta meno terapia sistemica di quella che potrebbe essere utilizzata per ridurre al minimo la malattia nel tempo. “

Inoltre, secondo Menter, i medici che prescrivono trattamenti per i pazienti giovani devono essere consapevoli degli impatti unici dei farmaci topici e sistemici sui bambini. Gli steroidi topici in particolare possono essere problematici per i giovani, ha detto.

“Con gli steroidi topici, dobbiamo essere più cauti”, ha detto Menter. “Vengono assorbiti e possono causare effetti collaterali sistemici più comunemente nei bambini che negli adulti. Molti dei punti di discussione riguardavano quanto ci sentiamo a nostro agio con il metotrexato e la ciclosporina per i bambini. Sono molto più a mio agio con la ciclosporina con i giovani rispetto ai pazienti più anziani perché nei bambini il rischio di effetti collaterali renali e ipertensione è significativamente più basso. “

Sono necessarie ulteriori informazioni su entrambe le opzioni di trattamento sistemico per i bambini e sull'uso di terapie combinate prima che possano essere formulate raccomandazioni valide. Come ha osservato Davis, poiché i bambini e gli adolescenti si trovano in una fase di maturità e sviluppo immunologici diversi rispetto agli adulti, sono necessarie ulteriori ricerche per determinare se l'impatto delle terapie per la psoriasi diminuisce nel tempo in questa popolazione di pazienti.

INTERRUZIONE DI PAGINA

“Non sappiamo se è più comune per i bambini sviluppare anticorpi contro il farmaco o avere una ridotta efficacia del farmaco rispetto agli adulti”, ha detto. “Tuttavia, è anche noto che ci sono alcuni casi di psoriasi – che si tratti di un bambino o di un adulto – in cui la persona inizia con una malattia lieve e nel tempo progredisce con una malattia da moderata a grave e con la crescente gravità della malattia che spesso dobbiamo aumentare la scala terapeutica. Questo potrebbe avere più a che fare con la maturazione della malattia che con la maturazione dell'individuo. “

Secondo Menter, discutere della psoriasi da moderata a grave è particolarmente difficile in ambito pediatrico, poiché le forme di malattia da lievi a moderate rappresentano circa il 70-80% dei casi, portando a problemi nella prescrizione di farmaci adeguati.

“Siamo tutti presi dai farmaci biologici perché funzionano così bene, ma la maggior parte dei pazienti ha una malattia da lieve a moderata”, ha detto Menter. “Tutti noi trattiamo sempre bambini e adolescenti. Ciò che i pazienti temono di più sono gli effetti collaterali. Una volta che diciamo loro che questo farmaco è approvato per i bambini, hanno la sensazione che sia ancora più sicuro per gli adulti. “

I coautori delle linee guida “vogliono sottolineare che la terapia biologica non è una terapia di prima linea per la psoriasi pediatrica”, ha detto Davis. Invece, raccomandano di affrontare le comorbilità e di utilizzare terapie di prima linea come i farmaci topici di prescrizione. Quindi, se il bambino necessita di terapia aggiuntiva, considera le terapie di seconda linea, inclusa la fototerapia; soppressori immunitari sistemici che non sono biologici, come metotrexato e altri farmaci; e poi anche i prodotti biologici in aggiunta o come trattamento alternativo, ha detto Davis.

Eichenfield ha detto che spera di vedere le versioni future delle linee guida e la ricerca futura indirizzerà se un intervento precoce con terapia sistemica aggressiva possa minimizzare le comorbilità sistemiche nei bambini.

“Queste sono domande fondamentali sulla ricerca a cui speriamo di poter rispondere in futuro”, ha affermato. “Ad esempio, negli studi sugli adulti, è stato affermato che c'è un aumento del 4% in più rispetto alla popolazione generale all'anno per problemi cardiovascolari se si ha la psoriasi.”

“Quindi, è del 4% all'anno e sto guardando un ragazzo di 12 anni con psoriasi e pensando, dove sarà quando avrà 42 anni e avrà 30 anni di aumento del 4% all'anno?” Egli ha detto. “Cosa dovremmo fare dal punto di vista della consulenza o della salute generale per assicurarci di avere un maggiore controllo della psoriasi per cercare di ridurre al minimo gli effetti secondari? La psoriasi influenza chiaramente una vita di effetti sull'individuo. “

Linee guida per l'evoluzione, colmare le lacune della ricerca

Secondo Gelfand, le nuove linee guida “innalzano il livello per l'approccio standard di trattamento di cura per i bambini affetti da psoriasi”.

Tuttavia, sebbene questa prima serie di linee guida complete per la psoriasi pediatrica crei una base per le migliori pratiche, Davis ha affermato che le linee guida non rimarranno statiche; invece, saranno rivisti e aggiornati ogni 5 anni.

“L'American Academy of Dermatology ha saggiamente messo in piedi una struttura in cui tutti i gruppi di interesse sulle malattie hanno un gruppo di lavoro specifico per formulare linee guida, come la psoriasi, la dermatite atopica, l'acne e il cancro della pelle”, ha affermato. “Una volta che una serie di linee guida è stata pubblicata e completata, passa un periodo di 5 anni e quindi il gruppo di lavoro si riunisce per pubblicare linee guida aggiornate su ciò che è accaduto in medicina nei 5 anni successivi alle linee guida precedenti.”

Eichenfield attende con impazienza una serie futura di linee guida per terapie più attuali, sistemiche e biologiche per la psoriasi pediatrica mentre vengono esplorate nella ricerca.

INTERRUZIONE DI PAGINA

“Uno dei limiti delle linee guida è proprio il modo in cui funziona il processo delle linee guida”, ha detto. “Devono sempre rimanere indietro rispetto a dove si sta sviluppando la letteratura. Ma la speranza è che … aggiornamenti più regolari consentiranno alle linee guida di tenere il passo. ” Per quanto riguarda Davis, spera che un futuro insieme di linee guida avrà più ricerche con cui lavorare per quanto riguarda i trattamenti off-label.

Per la psoriasi pediatrica, questi includono corticosteroidi topici con vitamina D e inibitori topici della calcineurina in monoterapia o in combinazione con corticosteroidi topici.

“Vorrei vedere ulteriori ricerche sui farmaci che sono comunemente usati per la psoriasi negli adulti e nei bambini che sono tecnicamente indicazioni off-label della FDA”, ha detto Davis. “Mi piacerebbe vedere più trattamenti approvati dalla FDA di questi farmaci, e mi piacerebbe vedere più studi di ricerca sulla sicurezza e l'efficacia di questi farmaci specificamente per la popolazione della psoriasi, che si tratti di bambini o adulti”.

Tuttavia, per ora, le linee guida possono essere utilizzate come strumento per fornire la migliore assistenza possibile ai pazienti pediatrici con psoriasi.

“È bello che siamo stati in grado di prendere tutte le conoscenze attuali che abbiamo sulla psoriasi nella popolazione pediatrica e riassumere in un documento per facilità di revisione e scopi educativi”, ha detto Davis. “Spero che servirà da guida alle migliori pratiche per i prossimi anni. I fornitori stanno raggiungendo e ponendo domande ora che le linee guida sono pubblicate perché stanno imparando dal documento e vogliono implementare il cambiamento nella loro pratica. “

“I pazienti stanno anche contattando le linee guida e leggendo su di loro per difendersi da soli”, ha detto. “Sono molto contento che i fornitori e i pazienti si sentano in grado di apportare cambiamenti proattivi e positivi per aiutare se stessi o i loro pazienti con psoriasi.”

Secondo Eichenfield, le linee guida non sono solo un processo accademico, ma anche una grande influenza su medici, pagatori e pazienti. Ha aggiunto di essere incoraggiato dal fatto che queste nuove linee guida influenzeranno il campo della dermatologia per essere più consapevoli quando si prendono cura dei pazienti giovani.

“Influiscono enormemente sulla capacità di accedere ai farmaci, influenzano i pagatori e influenzano i pazienti, perché quando è nelle linee guida, sono più a loro agio che rientrano nello standard di cura”, ha detto Eichenfield. “Ho anche visto come muove le persone nel tempo. Sono stato molto contento che ora abbiamo linee guida specifiche per i bambini che aiuteranno a influenzare il campo e rendere le persone più consapevoli del trattamento della psoriasi e della valutazione delle comorbilità “.– di Amanda Alexander e Jason Laday

Riferimenti:

Mentore A, et al. J Am Acad Dermatol. 2019; doi: 10.1016 / j.jaad.2019.08.049.

Osier E, et al. JAMA Dermatol. 2017; doi: 10.1001 / jamadermatol.2017.0499.

Informazioni integrative: Davis non fornisce informazioni finanziarie rilevanti. Eichenfield riferisce di aver lavorato come investigatore o consulente per AbbVie, Leo, Lilly, Novartis, Ortho Dermatologics, Pfizer, Regeneron, Sanofi e UCB. Gelfand riferisce di aver lavorato come consulente per AbbVie, Bristol-Myers Squibb, Boehringer Ingelheim, Dermira, Dr. Reddy, Glaxo-SmithKline, Janssen Pharmaceuticals, Menlo Therapeutics, Novartis Pharmaceuticals, Pfizer, Regeneron, Sanofi US Services, UB e Valeant Pharmaceuticals North America. Menter riferisce di aver lavorato come consulente per Abbott Labs, AbbVie, Amgen, Eli Lilly and Co., Galderma USA, Janssen Pharmaceuticals, Leo Pharma US, Menlo Therapeutics, Novartis, Sienna Biopharmaceuticals e Wyeth Labs. Wan riferisce che conduce ricerche sulla malattia infiammatoria della pelle e ha ricevuto finanziamenti da Pfizer e NPF.

Psorilax:Guarisci |crema psoriasi cbd

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, originale

Che cos'è la psoriasi?

La psoriasi è una malattia autoimmune in cui una rapida riproduzione delle cellule della pelle provoca chiazze di pelle sollevate, rosse e squamose. Non è contagioso. Colpisce più comunemente la pelle dei gomiti, delle ginocchia e del cuoio capelluto, sebbene possa apparire in qualsiasi parte del corpo.

Chiunque può avere la psoriasi. Circa 7,5 milioni di persone negli Stati Uniti sono colpite e si verifica ugualmente negli uomini e nelle donne. La psoriasi può manifestarsi a qualsiasi età, ma viene spesso diagnosticata tra i 15 ei 25 anni. È più frequente nei caucasici.

La psoriasi è una condizione cutanea cronica non curabile e ci saranno periodi in cui la condizione migliorerà e altre volte peggiorerà. I sintomi possono variare da lievi, piccole e deboli macchie di pelle secca in cui una persona non può sospettare di avere una condizione della pelle a grave psoriasi in cui l'intero corpo di una persona può essere quasi coperto con placche di pelle spessa, rossa e squamosa.

La causa della psoriasi non è nota ma si sospetta una serie di fattori di rischio. Sembra esserci una predisposizione genetica all'eredità della malattia, poiché la psoriasi si trova spesso nei membri della famiglia. I fattori ambientali possono svolgere un ruolo in congiunzione con il sistema immunitario. I fattori scatenanti della psoriasi che causano lo sviluppo di determinate persone rimangono sconosciuti.

La psoriasi di solito appare come placche rosse o rosa di pelle sollevata, spessa e squamosa. Tuttavia può anche apparire come piccoli dossi piatti o grandi placche spesse,. Colpisce più comunemente la pelle dei gomiti, delle ginocchia e del cuoio capelluto, sebbene possa apparire in qualsiasi parte del corpo. Le seguenti diapositive esamineranno alcuni dei diversi tipi di psoriasi.

La forma più comune di psoriasi che colpisce circa l'80% di tutti i malati è la psoriasi vulgaris (“vulgaris” significa comune). Viene anche definita psoriasi a placche a causa delle aree ben definite della pelle rossa sollevata che caratterizzano questa forma. Queste placche rosse in rilievo hanno un accumulo traballante, bianco-argento in cima chiamato scala, costituito da cellule morte della pelle. La scala si allenta e perde frequentemente.

La psoriasi che presenta piccole gocce colorate di rosa salmone sulla pelle è la psoriasi guttata, che colpisce circa il 10% delle persone con psoriasi. Di solito c'è un sottile accumulo (scala) bianco-argento sulla lesione a goccia che è più fine della scala nella psoriasi a placche. Questo tipo di psoriasi è comunemente scatenato da un'infezione da streptococco (batterica). Circa due o tre settimane dopo un attacco di mal di gola, le lesioni di una persona possono esplodere. Questo focolaio può scomparire e potrebbe non ripresentarsi mai.

La psoriasi inversa (chiamata anche psoriasi intertriginosa) appare come lesioni molto rosse nelle pieghe della pelle del corpo, più comunemente sotto il seno, sotto le ascelle, vicino ai genitali, sotto i glutei o nelle pieghe addominali. Il sudore e lo sfregamento della pelle irritano queste aree infiammate.

La psoriasi pustolosa consiste di pustole bianche ben definite sulla pelle. Questi sono pieni di pus non infettivo. La pelle intorno ai dossi è rossastra e anche grandi porzioni della pelle possono arrossarsi. Può seguire un ciclo di arrossamento della pelle, seguito da pustole e desquamazione.

La psoriasi eritrodermica è un raro tipo di psoriasi che è estremamente infiammatoria e può colpire la maggior parte della superficie del corpo, facendo diventare la pelle rosso vivo. Appare come un'eruzione cutanea rossa e desquamante che spesso prude o brucia.

La psoriasi si verifica comunemente sul cuoio capelluto, che può causare pelle fine e squamosa o aree della placca fortemente croste. Questa placca può sfaldarsi o staccarsi in gruppi. La psoriasi del cuoio capelluto può assomigliare alla dermatite seborroica, ma in quella condizione le squame sono unte.

L'artrite psoriasica è un tipo di artrite (infiammazione delle articolazioni) accompagnata da infiammazione della pelle (psoriasi). L'artrite psoriasica è un disturbo autoimmune in cui le difese del corpo attaccano le articolazioni del corpo causando infiammazione e dolore. L'artrite psoriasica di solito si sviluppa circa 5-12 anni dopo l'inizio della psoriasi e circa il 5-10% delle persone con psoriasi svilupperà l'artrite psoriasica.

In alcuni casi, la psoriasi può coinvolgere solo le unghie e le unghie dei piedi, sebbene più comunemente i sintomi delle unghie accompagneranno i sintomi della psoriasi e dell'artrite. L'aspetto delle unghie può essere alterato e le unghie interessate possono presentare piccole punte appuntite o grandi separazioni di colore giallo sulla lamina ungueale chiamate “macchie d'olio”. La psoriasi delle unghie può essere difficile da trattare ma può rispondere ai farmaci assunti per la psoriasi o l'artrite psoriasica. I trattamenti comprendono steroidi topici applicati sulla cuticola, iniezioni di steroidi sulla cuticola o farmaci per via orale.

Al momento non esiste una cura per la psoriasi. La malattia può andare in remissione in assenza di sintomi o segni. Sono attualmente in corso ricerche per trattamenti migliori e una possibile cura.

La psoriasi non è contagiosa anche con il contatto pelle a pelle. Non puoi prenderlo toccando qualcuno che ce l'ha, né puoi trasmetterlo a nessun altro se ce l'hai.

La psoriasi può essere trasmessa dai genitori ai bambini, poiché esiste una componente genetica nella malattia. La psoriasi tende a correre nelle famiglie e spesso questa storia familiare è utile per fare una diagnosi.

Esistono diversi tipi di medici che possono curare la psoriasi. I dermatologi sono specializzati nella diagnosi e nel trattamento della psoriasi. I reumatologi sono specializzati nel trattamento di disturbi articolari, inclusa l'artrite psoriasica. Medici di famiglia, medici di medicina interna, reumatologi, dermatologi e altri medici possono essere coinvolti nella cura e nel trattamento dei pazienti con psoriasi.

Esistono alcuni rimedi casalinghi che possono aiutare a ridurre al minimo le epidemie o ridurre i sintomi della psoriasi:

La prima linea di trattamento per la psoriasi comprende farmaci topici applicati sulla pelle. I principali trattamenti topici sono corticosteroidi (creme di cortisone, gel, liquidi, spray o unguenti), derivati ​​della vitamina D-3, catrame di carbone, antralina o retinoidi. Questi farmaci possono perdere potenza nel tempo, quindi spesso vengono ruotati o combinati. Chiedi al tuo medico prima di combinare i farmaci, poiché alcuni farmaci non devono essere combinati.

La luce ultravioletta (UV) del sole rallenta la produzione di cellule della pelle e riduce l'infiammazione e può aiutare a ridurre i sintomi della psoriasi in alcune persone e la terapia della luce artificiale può essere utilizzata per altre persone. Le lampade solari e le cabine abbronzanti non sono sostituti adeguati delle fonti di luce mediche. Esistono due forme principali di terapia della luce:

Se il trattamento topico e la fototerapia sono stati provati e falliti, il trattamento medico per la psoriasi comprende farmaci sistemici assunti per via orale o per iniezione. I farmaci tra cui metotrexato, adalimumab (Humira), ustekinumab (Stelara), secukinumab (Cosentyx), ixekizumab (Taltz) e infliximab (Remicade) bloccano l'infiammazione per aiutare a rallentare la crescita delle cellule della pelle. I farmaci sistemici possono essere raccomandati per le persone con psoriasi che è disabilitante in qualsiasi modo fisico, psicologico, sociale o economico.

La prognosi per i pazienti con psoriasi è buona. Sebbene la condizione sia cronica e non curabile, in molti casi può essere controllata efficacemente. Gli studi per trattamenti futuri sembrano promettenti e la ricerca per trovare modi per combattere la psoriasi è in corso.

IMMAGINI FORNITE DA:

RIFERIMENTI:

2005-2016 WebMD, LLC. Tutti i diritti riservati.

Vedi il resto qui:
Tipi di psoriasi: immagini e trattamenti medici

Post correlato

  • Psoriasi: cause, fattori scatenanti, trattamento e altro ancora – 26 aprile 2020
  • Psoriasi – Diagnosi e trattamento – Mayo Clinic – 26 aprile 2020
  • Incontra gli scienziati in prima linea nella ricerca sulla psoriasi – HealthCentral.com – 26 aprile 2020
  • Le linee guida per la psoriasi riflettono l'aumento di NB-UVB, terapie mirate e domiciliari – Dermatology Times – 26 aprile 2020
  • Psoriasi e dieta: qual è il legame? – HealthCentral.com – 26 aprile 2020
  • COVID-19: Cosa significa per i diabetici e quelli con altre malattie immunitarie – PracticalPainManagement.com – 26 aprile 2020
  • L'impatto economico del coronavirus sul mercato terapeutico dell'artrite psoriasica: segmentazione, tendenze del settore e sviluppo fino al 2026 – Cole of Duty – 26 aprile 2020
  • Il dermatologo che è ossessionato dai danni del sole – The Cut – 26 aprile 2020
  • COVID-19 e psoriasi: rischi e precauzioni – Medical News Today – 18 aprile 2020
  • La clinica di cure dermatologiche-reumatologiche riferisce un'alta soddisfazione da pazienti con psoriasi, artrite psoriasica – Consulente reumatologia – 18 aprile 2020
  • Lozione di alobetasolo propionato 0,01% / tazarotene 0,045% per la psoriasi da moderata a grave: analisi di fase 3 aggregata delle estremità inferiori – DocWire News – 18 aprile 2020
  • Determinanti della compromissione del sonno nell'artrite psoriasica: uno studio osservazionale con 396 pazienti provenienti da 14 paesi – DocWire News – 18 aprile 2020
  • Lilly e Sitryx siglano un accordo di sviluppo di $ 880 milioni + 5 anni – BioSpace – 1 aprile 2020
  • La firma di MicroRNA può prevedere la diagnosi e la risposta al trattamento nei pazienti con PsA – Reumatology Advisor – 1 aprile 2020
  • Il circolo vizioso tra psoriasi e salute mentale – Sé – 31 marzo 2020
  • 3SBio presenta i risultati annuali 2019: i ricavi aumentano del 16,0%, l'utile netto normalizzato attribuibile ai proprietari dei salti dei genitori del 19,4%, le spese di R&S salgono … – 31 marzo 2020
  • Analisi e previsioni del settore del trattamento della psoriasi globale (2019-2026) – Stock Market Herald – 31 marzo 2020
  • Psoriasi: tipi, immagini, cause, sintomi, trattamenti … – 24 marzo 2020
  • I dermatologi statunitensi anticipano il futuro della dermatite atopica per rispecchiare quello del mercato affollato della psoriasi – Notizie locali giornaliere – 24 marzo 2020
  • Valutazione dello stato accettabile del sintomo del paziente (PASS) nell'artrite psoriasica: associazione con l'attività della malattia e indici di qualità della vita -… – 24 marzo 2020
  • Gli effetti della psoriasi possono essere più che profondi della pelle – PhillyVoice.com – 5 marzo 2020
  • Eczema, psoriasi e dermatite seborroica: quali sono le loro differenze e quale avete? – Yahoo Lifestyle – 5 marzo 2020
  • La donna crea un marchio di cura dei capelli Afro per aiutare con la psoriasi del cuoio capelluto – Metro.co.uk – 5 marzo 2020
  • Aggiornamenti can-fite sulla pietra miliare clinica per il suo studio sull'artrite reumatoide di fase III con Piclidenoson; I farmaci che combattono l'artrite reumatoide sono … – 5 marzo 2020
  • Psoriasi: un aggiornamento sulle terapie topiche – Dermatology Times – 27 febbraio 2020
  • Dove sarà Johnson & Johnson tra 1 anno? – Motley Fool – 27 febbraio 2020
  • SkinBioTherapeutics collabora con Winclove Probiotics per il supplemento alla psoriasi – Proactive Investors UK – 27 febbraio 2020
  • Fake News Alert: video di un uomo del Kazakistan condiviso da un santo indiano che ha preso il 'samadhi' 300 anni fa – Pune Mirror – 27 febbraio 2020
  • Approfondimenti competitivi sul mercato dei farmaci per la psoriasi e prospettive precise dal 2018 al 2025 – Galus Australis – 27 febbraio 2020
  • I ricercatori delineano il ruolo dell'IL-37 nella psoriasi – AJMC.com Managed Markets Network – 24 gennaio 2020
  • Convalida preliminare dello strumento per la qualità della vita della psoriasi adolescenziale – Dermatology Advisor – 24 gennaio 2020
  • Maggiore remissione o attività a bassa malattia con Apremilast in artrite psoriasica moderata – Reumatology Advisor – 24 gennaio 2020
  • Amgen Stock è pronto a guadagnare nel 2020, afferma l'analista. Ecco perché. – Barron's – 24 gennaio 2020
  • Mercato della psoriasi a placche cronica Mercato in crescita Domanda e ambito di previsione internazionale guidati dai principali attori chiave 2017 2025 Notizie Dagoretti -… – 24 gennaio 2020
  • I dati sono mescolati per l'uso dello zinco per trattare le condizioni infiammatorie della pelle – Dermatology Advisor – 24 gennaio 2020
  • Cos'è l'artrite psoriasica? Sintomi, cause, trattamento; consigli per migliorare la salute delle articolazioni – Times Now – 24 gennaio 2020
  • Macchie spesse e squamose che appaiono sulla pelle? È la psoriasi – The Star Online – 13 dicembre 2019
  • Cancro e psoriasi: esiste un legame tra i due? – Medical Daily – 13 dicembre 2019
  • Grave rischio di infezione nella psoriasi e nei pazienti con psa che usano sostanze biologiche – DocWire News – 13 dicembre 2019
  • Immunogenicità e sicurezza della vaccinazione contro il vaccino contro l'influenza stagionale nei pazienti con artrite psoriasica trattati con Secukinumab – DocWire … – 13 dicembre 2019
  • Ecco come trasformare la psoriasi di Paula curata dai vegani – Lancashire Post – 13 dicembre 2019
  • Sviluppo di PsA legata alla tenosinovite nei pazienti con artralgia – AJMC.com Managed Markets Network – 27 novembre 2019
  • Novartis, Cyndi Lauper illuminano le sfide della psoriasi sul posto di lavoro – FiercePharma – 27 novembre 2019
  • Notizie di tendenza oggi: i pazienti con psoriasi traggono beneficio dall'educazione alle malattie – Pharmacy Times – 27 novembre 2019
  • Novartis ed Edelman creano petizioni musicali per gli eroi della psoriasi – Marketing Interactive – 27 novembre 2019
  • Associazione Tra Recettori Del Lipoproteine ​​A Bassa Densità Lectinici Solubili Ossidati-1 E Coronaropatie Nella Psoriasi – DocWire News – 27 novembre 2019
  • Puoi curare la psoriasi naturalmente? Abbiamo trovato i 5 migliori rimedi domestici – mindbodygreen.com – 27 novembre 2019
  • Confronto delle percezioni dell'attività della malattia da artrite psoriasica – Physician's Weekly – 27 novembre 2019
  • Comorbidità del paziente e gravità della psoriasi sono correlate alla scelta della terapia sistemica – Dermatology Advisor – 27 ottobre 2019
  • Oltre 125 milioni di persone in tutto il mondo affette da psoriasi – The News International – 27 ottobre 2019
  • Health Board: prossime conferenze, conferenze, campagne ed eventi – The Irish Times – 27 ottobre 2019
  • Clarify Medical chiude la serie $ 18M A per commercializzare il suo sistema di fototerapia domestica connessa negli Stati Uniti – Business Wire – 27 ottobre 2019
  • Durect Corporation: dati DUR-928 sull'epatite alcolica grave da mostrare in occasione del prossimo meeting AASLD – Seeking Alpha – 27 ottobre 2019
  • Navigazione nel labirinto terapeutico nella psoriasi – MedPage oggi – 24 ottobre 2019
  • L'American Journal of Managed Care lancia la serie di video “Comprensione delle comorbidità: psoriasi e sindrome metabolica” – Business Wire – 24 ottobre 2019
  • Arcutis Biotherapeutics annuncia un incontro positivo di fine fase 2 con la FDA e l'avvio pianificato del programma di fase 3 per ARQ-151 per la psoriasi a placche … – 24 ottobre 2019
  • La droga per la psoriasi dell'UCB batte il secondo prodotto più venduto di J&J nello studio di fase III – MedCity News – 24 ottobre 2019
  • Che cos'è l'uva dell'Oregon? Usi ed effetti collaterali – Healthline – 24 ottobre 2019
  • Analisi del mercato dei farmaci per la psoriasi, tendenze e previsioni, 2025 – Il mercato globale dovrebbe crescere di $ 10,8 miliardi – ResearchAndMarkets.com – Affari … – 24 ottobre 2019
  • Novartis riceve l'approvazione per l'aggiornamento dell'etichetta Cosentyx in Europa per includere la flessibilità di dosaggio nella spondilite anchilosante | Anticorpi | Canali di notizie -… – 24 ottobre 2019
  • Cibi da mangiare ed evitare se si soffre di psoriasi – APN News – 24 ottobre 2019
  • Domani Eli Lilly riferisce degli utili. Ecco cosa aspettarsi. – Barron's – 24 ottobre 2019
  • Psoriasi associata ad un aumentato rischio di cancro – asume tech – 24 ottobre 2019
  • Lilly presenta risultati positivi per Taltz (ixekizumab) in pazienti pediatrici con psoriasi a placche da moderata a grave alla 28a edizione del … – 12 ottobre 2019
  • Sun Pharma presenta risultati di studi a lungo termine che mostrano una significativa clearance della pelle con ILUMYA (tildrakizumab-asmn) mantenuto per quattro anni nelle persone … – 12 ottobre 2019
  • I ricercatori identificano le differenze tra l'artrite psoriasica assiale e la spondilite anchilosante – Consultant360 – 12 ottobre 2019
  • Chi soffre di psoriasi scozzese si apre su come le condizioni della pelle possono influenzare la salute mentale e lasciarla non volere – The Scottish Sun – 12 ottobre 2019
  • AbbVie annuncia nuovi dati dal suo portafoglio e pipeline di dermatologia al 28 ° Congresso dell'Accademia europea di dermatologia e Venereologia (EADV) -… – 12 ottobre 2019
  • Nektar Therapeutics annuncia l'avvio di due studi clinici sul romanzo T stimolatore di cellule regolatorie NKTR-358 (LY3471851) in pazienti con psoriasi … – 12 ottobre 2019
  • Lilly svelerà nuovi dati per i trattamenti delle condizioni dermatologiche complesse alla 28a Accademia europea annuale di dermatologia e Venereologia … – 12 ottobre 2019
  • Eli Lilly mostra la sua forza con Taltz in uno studio testa a testa positivo – Seeking Alpha – 12 ottobre 2019
  • “Watershed moment” per Integumen con accordi pluriennali e nuovo modello di pelle per la psoriasi – Proactive Investors UK – 12 ottobre 2019
  • Il mercato degli inibitori alfa di TNF dovrebbe crescere del 3,6% durante il periodo di previsione, 2019-2025 – P&T Community – 12 ottobre 2019
  • Livelli di IL-41 elevati nel sinodo dei pazienti con artrite psoriasica – Reumatology Advisor – 12 ottobre 2019
  • I dati Novartis mostrano che i risultati del trattamento Cosentyx nella risoluzione rapida e prolungata di segni e sintomi di artrite psoriasica in pazienti con e con … – 12 ottobre 2019
  • Cyndi Lauper parla della sua battaglia in corso con questa condizione della pelle – NewBeauty Magazine (blog) – 25 agosto 2017
  • Encore fa giocare la pipeline, concedendo licenze al farmaco per la psoriasi dal Dr. Reddy's – FierceBiotech – 25 agosto 2017
  • Nuovo profilo del paziente con psoriasi – ModernMedicine – 25 agosto 2017
  • NASH FibroSure Test utile per il monitoraggio della fibrosi nella psoriasi – MedPage oggi – 25 agosto 2017
  • Il dottor Reddy vende il candidato alla psoriasi in un accordo di licenza – BioPharma Dive – 25 agosto 2017

Psorilax:In vendita |crema corpo contro psoriasi spa pharma

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, dove si compra

D-3 d'attualità

Postato da Amanda (Wonewoc, Wisconsin, Usa) il 05/06/2011

5 su 5 stelle

Ho avuto la psoriasi da quando avevo 8-9 anni. Adesso ho 28 anni. Mia madre ha letto in un libro sulla vitamina D l'uso delle capsule di vitamina D3, le ha aperte e ha diffuso l'olio sulla psoriasi.

Beh, l'ho provato. Questa è la mia quinta dose o giù di lì, e ha davvero abbattuto la psoriasi, ci sono macchie di pelle dall'aspetto più normale all'interno della psoriasi! L'IT ha portato via quasi tutte le scale, quindi ora è quasi liscia. Un tempo sanguinava, ridimensionava e era davvero disgustoso.

Ho usato Vitamin D3 gelcap 2000 UI una volta al giorno !!

Questo potrebbe aiutare tonnellate di persone ed essere un'alternativa alle creme Steriod!

Rispose Diamond
Salisbury, Ma.usa
05/06/2011

Rispose Gean
Salina, Ks
05/08/2011


Curcuma

Postato da Andrea (Williston, Nd) il 20/02/2016

5 su 5 stelle

Ciao alla comunità della clinica terrestre, sono una giovane donna di 48 anni che soffre di psoriasi da circa 9 anni, ne ho provati molti e quando dico molti sto parlando di quasi tutti i trattamenti con cui potrei mettere le mani nessun risultato.

Circa una settimana fa mia sorella mi ha regalato una libbra di curcuma biologica, dopo aver letto molto sui loro benefici, era pensata per fare il latte d'oro, che sembra essere buono per molti disturbi, ma impegnato come me non l'ho mai preso il tempo di fare il latte, quindi inizio a berlo come tè. Due tazze di acqua bollente per 1/2 cucchiaio di curcuma ogni giorno due volte al giorno (dura per le due porzioni)

È passata una settimana da quando ho iniziato e posso dire a tutti qui con il sorriso più felice in faccia che la mia pelle è chiara all'80%, i bagliori si sono fermati e quelli che ho avuto un po 'congelato e risiedono.

Tutto quello che posso dire ora è che sembra funzionare per me, non ho visto la mia pelle, bianca e chiara per così tanto tempo, e ora non vedo l'ora di vedere come apparirà nei prossimi due settimane (potrei essere in grado di indossare di nuovo un costume da bagno … 🙂

Ad ogni modo, ho avuto la ricetta da YouTube e dal mio cuore spero che questo aiuti molti di voi che si trovano nella stessa situazione.

Pieno di amore e speranza !!


Urina

Postato da Cathy (San Antonio, Texas) il 14/06/2015

5 su 5 stelle

Se qualcuno ha pubblicato questo, l'ho perso. È la cura topica più economica che troverai. Ho sentito parlare per la prima volta della terapia delle urine anni fa e scoprirai che se lo GOOGLE (cioè dopo aver smesso di ridere di questo post …), scoprirai che è legittimo nell'eliminare la psoriasi sulla pelle, sul cuoio capelluto, ecc. .. La prima storia che ho letto era un uomo che aveva la psoriasi genitale. Pensava per certo che fosse uno scherzo. Ma nella privacy della sua costituzionale mattutina, prese un po 'della sua urina mattutina e la applicò semplicemente per via topica. Nel giro di una settimana è stato eliminato per circa il 90%. Funziona velocemente ed efficacemente. Questo non significa che non hai bisogno di ripulire l'intestino, perché lo fai …. ma mentre lo fai, la tua pelle può essere chiara.


Aceto e olio d'oliva

Postato da Tom (Sunnyvale, CA) il 05/09/2007

5 su 5 stelle

aceto e olio d'oliva Disturbo: psoriasi

Quando ero alle elementari, avevo la psoriasi sui gomiti e sulle ginocchia e su tutto il lato della mia faccia! Mi è passato così male alle orecchie che sognavo che le mie orecchie stessero cadendo.

Nessuno dei rimedi del medico ha aiutato. Quindi i miei genitori hanno trovato questo vecchio libro di rimedi casalinghi intorno al 1700. Aveva quella che chiamo la cura per condire l'insalata.

Immergi la pelle colpita con l'aceto per alcuni minuti, quindi la copri con olio d'oliva riscaldato (assicurati che non sia troppo caldo).

È così che odiavo l'aceto da anni a causa dell'odore (penso che l'Aceto di mele sarebbe stato molto più sopportabile), ma ha funzionato! La psoriasi scomparve completamente e non mi sentivo più un mostro a scuola.

Ogni pochi anni riceverò una piccola patch sul mio ginocchio o gomito. Se mi dà fastidio userò il trattamento e andrà via.


Postato da Tom (Sunnyvale, CA) il 05/09/2007

5 su 5 stelle

aceto e olio d'oliva Disturbo: psoriasi

Quando ero alle elementari, avevo la psoriasi sui gomiti e sulle ginocchia e su tutto il lato della mia faccia! Mi è passato così male alle orecchie che sognavo che le mie orecchie stessero cadendo.

Nessuno dei rimedi del medico ha aiutato. Quindi i miei genitori hanno trovato questo vecchio libro di rimedi casalinghi intorno al 1700. Aveva quella che chiamo la cura per condire l'insalata.

Immergi la pelle colpita con l'aceto per alcuni minuti, quindi la copri con olio d'oliva riscaldato (assicurati che non sia troppo caldo).

È così che odiavo l'aceto da anni a causa dell'odore (penso che l'Aceto di mele sarebbe stato molto più sopportabile), ma ha funzionato! La psoriasi scomparve completamente e non mi sentivo più un mostro a scuola.

Ogni pochi anni riceverò una piccola patch sul mio ginocchio o gomito. Se mi dà fastidio userò il trattamento e andrà via.


Vitamina A

Postato da Bonnie (British Columbia) il 17/08/2016

5 su 5 stelle

Dopo aver provato molti altri trattamenti per la psoriasi, il mio medico ha prescritto la “Soriataine” (un derivato della vitamina A) che si è risolta in circa 2 mesi e non è più tornata, nemmeno 20 anni dopo.


Vitamina A palmitato, cambiamenti dietetici

Postato da Barbara (San Luis Obispo, CA) il 05/05/2015 3 post

5 su 5 stelle

Per la psoriasi e l'artrite associata:

Applicare topicamente, direttamente sulla placca, olio di Tamanu o (olio di rosa canina + glicerina + E + rosmarino EO) ​​o aiuta molto!

Il trattamento più forte è di nuovo, applicare direttamente sulla placca, liquido micellized Vitamina A, 5000 UI sotto forma di “palmitato di retinile” o “palmitato di vitamina A”. Su Amazon.com potresti acquistare palmitato di vitamina A, micellizzato. Potresti riuscire a trovarlo anche in un negozio di alimenti naturali. Metti alcune gocce direttamente su un piccolo punto squamoso di notte e di nuovo al mattino per vedere se aiuta. Se aiuta, prova ad espandersi in un'area più grande.

Per l'artrite e il dolore alle dita dei piedi, trovo che evitare TUTTE le piante di belladonna risolva il problema! Troverai molte informazioni al riguardo online. Assolutamente niente con pomodori, patate bianche, melanzane e tutti i peperoni tranne il pepe nero. Questo significa niente paprika, peperoncino in polvere, jalapenos, ecc. La maionese contiene paprika! La maggior parte degli alimenti trasformati contiene alcuni, per quanto lievi, peperoni rossi o verdi. Sono passato da salse a base di pomodoro a condimenti italiani e mescolo yogurt bianco con aglio in polvere, cipolla in polvere, cumino, sale e pepe nero per un sapore messicano.

Inoltre non mangio alcun conservante o qualcosa di artificiale. Sì, faccio praticamente tutti i miei condimenti, salse, condimenti, dessert. Cerco anche di rimanere alcalino. 1-2 capsule di erba medica aiutano ad alcalinizzare dopo troppi cereali / carne. Inoltre, ho avuto la colite (sanguinamento del colon) dall'antibiotico Clindamicina che non ha curato l'infezione del tratto urinario che si suppone dovrebbe curare (ma questa è un'altra storia). Ho smesso di mangiare glutine per aiutare il mio colon a guarire e ora continuo a non mangiare glutine. Il glutine può aumentare i sintomi dell'artrite: dovresti eliminarlo dalla tua dieta e provarlo tu stesso.

La malattia sta mistificando i medici. Pensano che abbia a che fare con il sistema immunitario che reagisce in modo eccessivo. Sbarazzarsi dei grilletti alimentari può aiutare immensamente! Esiste un'intera classe di alimenti “anti-nutrienti”. Se trovi quello che sto suggerendo ti aiuta a domare i tuoi sintomi, potresti voler andare ancora oltre e google “anti-nutrienti”.


Vitamina B2

Postato da Col (Qld Australia) il 04/08/2017

5 su 5 stelle

Ho avuto la psoriasi del cuoio capelluto e ho cercato per anni di liberarmene. Niente avrebbe funzionato, un giorno ero in rete alla ricerca di modi per fermare il peggioramento della vista, questo sito ha raccomandato che la vitamina B2 avrebbe impedito la formazione della cataratta, ho una piccola cataratta in ciascun occhio, quindi ho pensato di dare la vitamina B 2 anni fa, nel giro di una settimana dall'assunzione, ho notato che il mio cuoio capelluto veniva cancellato dalla psoriasi, sono passati 3 mesi e non c'è alcun segno, la vitamina B2 può aiutarti, una compressa al giorno è tutto ciò che prendo , è un modo abbastanza economico per scoprirlo. come ho detto, l'ho preso per la cataratta, ma ha fatto un altro lavoro.

Saluti, Col

Risposto dall'art
California
2017/04/09
419 messaggi


Vitamina D

Postato da Mississippi (Hernando, Mississippi) il 18/01/2013

5 su 5 stelle

Mio marito aveva una grave psoriasi, che copriva quasi tutto il suo corpo, aveva due tipi diversi ed era così malato ad un certo punto che non riusciva a lavorare e alla fine aveva le stampelle a causa della cellulite che si formava sul suo piede. Soffriva di bolle contemporaneamente e peggiorava solo con il tempo. Siamo andati da medici, medici olistici e chiropratici, abbiamo fatto un esame del sangue per vedere quali carenze poteva avere e abbiamo fatto i test allergologici, gli hanno dato le prescrizioni per gli antibiotici (per la cellulite), gli spray nasali, e ne abbiamo usati molti a casa rimedi raccomandati su questo sito. Sebbene abbia trovato un po 'di sollievo con alcuni dei rimedi, niente ha funzionato per rallentare la psoriasi o le bolle. Abbiamo appreso che la carenza di Vit-D è una causa per la psoriasi, ha assunto mega dosi di Vit-D 3. È un falegname e la maggior parte del suo lavoro è fuori alla luce del sole, una meravigliosa forma naturale di Vit-D. Non credo che stesse assorbendo la Vit-D in qualunque forma lo prendesse. (A causa di problemi sottostanti.)

Tutti i dottori hanno posto la stessa domanda: c'è stato un infortunio o un evento che ha cambiato la vita? Stavano cercando un innesco, la maggior parte delle persone che hanno la psoriasi nella misura in cui mio marito ha fatto, sono più giovani all'offset, aveva 50 anni. Il suo unico cambiamento di vita a quel tempo era un lavoro che lo faceva lavorare in casa e lavorare durante la notte quando normalmente avrebbe dormito. Lavorava tutta la notte e dormiva (il meglio che poteva) durante il giorno. Ha mantenuto questo programma per diversi mesi e credo che questo sia stato il fattore scatenante che stavano cercando. È sempre stato un uomo sano, muscoloso e attivo, è diventato stanco, malato e ha una lunga lista di malattie. Il sonno regolare è importante e credo che dormire di notte sia essenziale per una buona salute. Per concludere questo, dopo molti mesi di ricerche e tentativi con diversi medicinali, erbe, sali, rimedi, abbiamo scoperto che il libro di John Pegano sulla Psoriasi Curativa ha seguito la sua raccomandazione di smettere di mangiare i sonniferi e di vedere risultati immediati. Le bolle – terribili bolle – si sono seccate e non sono tornate – la psoriasi è andata oltre a due toppe sulla parte interna delle gambe vicino alle caviglie (crediamo che quelle si risolveranno con più tempo.) Abbiamo seguito altri suggerimenti nel libro ma questo sembra essere ciò che ha cambiato le cose, drasticamente. Le verdure della belladonna includono patate, pomodori, melanzane, peperoni piccanti e tabacco. Spero che ciò aiuti qualcun altro a soffrire di problemi simili con psoriasi, cellulite o bolle (cisti). Siamo ancora sorpresi dai risultati di qualcosa di così semplice – all'inizio è stato difficile cambiare la sua dieta in pasti senza questi alimenti – ma ora non li toccherà.


Postato da Skyesmom (Memphis, Tn) il 03/10/2012

5 su 5 stelle

Avevo fatto un esame del sangue ed ero molto carente di vitamina D. Ho sofferto di lieve psoriasi per circa 10 anni. Di recente ho avuto una piccola toppa sul gomito. Ho preso la vitamina D-3 liquida acquistata da GNC per alcune settimane e la psoriasi è sparita. Prendo un contagocce pieno al giorno sotto la lingua e lo lascio assorbire.

Ha risposto Courtney
Granite Bay, Ca
03/11/2012


Postato da Chuck (Atlanta, GA) il 02/07/2009

5 su 5 stelle

Per circa 20 anni, ho avuto una patch cronica di psoriasi sul mio sopracciglio sinistro. Avevo provato diverse creme da prescrizione e OTC, ma nessuna funzionava. Dopo aver letto un articolo su come migliaia di persone hanno preso sollievo dalla psoriasi prendendo il sole nell'area del Mar Morto, ho ricordato come la mia psoriasi sarebbe praticamente scomparsa durante i mesi estivi quando prendevo il sole regolarmente. Fu allora che feci il collegamento tra il sole e la vitamina D. Quindi, iniziai a prendere un integratore giornaliero di 1000iu di vitamina D, che si aggiungeva ai 400iu del mio multivitaminico quotidiano. In circa una settimana, sono stato sorpreso di vedere il cerotto della psoriasi completamente scomparso e non è mai tornato. Potrebbe non funzionare per tutti, ma sicuramente ha funzionato per me!


Vitamina D, olio di pesce

Postato da Sandy (Fayetteville, AR) il 24/06/2009

4 su 5 stelle

Vitamina D3 2000-4000 UI al giorno (più in inverno, meno in estate, se si ottiene il sole naturale)
olio di pesce – _____ (questo è Omega-3 di alta qualità)
1 ibuprofene al giorno

Ciò ha notevolmente ridotto i miei sintomi e mi sono rimaste pochissime macchie. Questo richiede mesi serverali.


Postato da Sunsong (Mission, Canada) il 06/09/2009

5 su 5 stelle

Vorrei condividere con voi la mia cura per la psoriasi. Non avevo mai avuto la psoriasi fino a qualche anno fa, quando si è rotto sulla parte posteriore del mio cuoio capelluto e abbastanza severamente sulla mia area sinistra all'interno del pollice e del palmo della mano. Chiunque abbia avuto la psoriasi sa che questo è un brutto posto per evitarlo !! Sono anche mancino, quindi è diventato difficile persino scrivere con una penna o svolgere attività di base.

Credo nelle medicine naturali ed è diventato un viaggio di quasi due anni per trovare la cura naturale (per me stesso) e spero e prego che funzioni anche per gli altri. Ho provato diversi trattamenti topici naturali senza risultati. E in un momento di chiarezza, ho capito che le eruzioni cutanee avvengono a causa di uno squilibrio “all'interno” del corpo.

Prima di tutto, devo sottolineare che ero diligente nel far testare i miei livelli di vitamina D dal mio medico. Ho seguito il consiglio del Dr. Mercolas su come ottenere il corretto test della vitamina D e trovarmi nella gamma ottimale per una buona salute. Ci sono voluti alcuni mesi. Durante quel periodo ho usato una crema fatta in casa con gocce di vitamina D sulla mia mano. Ciò ha aiutato, ma non ha risolto il problema.

Ciò che ha veramente fatto la differenza è stato quando ho aggiunto un integratore di olio di pesce omega 3 di altissima qualità. Variamo tra le capsule e il grado liquido di alta qualità. Inoltre, uso la dose raccomandata di 2 capsule al giorno o 1 cucchiaino. liquido ogni giorno. Se prendo più della dose raccomandata mi sento squilibrato. Inutile dire che si deve sperimentare la dose corretta poiché ogni persona è biochimicamente unica.

Il miglioramento della psoriasi fu sorprendente. Nel giro di due mesi era sparito al 98% e sembra che non tornerà più. Poiché la psorisi è un'infiammazione della pelle e la vitamina D e gli oli di pesce omega sono potenti antinfiammatori, si può capire perché il rimedio ha funzionato. Avevo usato oli di pesce (omegas 3) in passato, ma ero scaduto nel prenderli (tempo stressante nella mia vita). Vedo ora quanto siano importanti queste due semplici cose.

Inoltre, ho avuto un gatto con un'allergia e un problema di pelle molto gravi. Ho iniziato a mettere le gocce di vitamina D (quantità minuscole) e l'olio di pesce nel suo cibo, e lui ha chiarito quasi completamente. Le sue condizioni erano così gravi che avrebbe perso i capelli e avrebbe sanguinanti macchie croccanti su tutto il corpo. Inoltre, il suo naso si tapperebbe così tanto che non riusciva a respirare. Ora è tutto chiaro e la sua forfora è sparita, può respirare e la sua pelliccia sembra una SETA assoluta. Tutto questo senza medicine farmaceutiche.

Così l'ho dato ai miei 3 cani anziani … due pastori tedeschi e un cane lupo. Enorme miglioramento dei sintomi dell'artrite! Inoltre, la loro pelliccia e la loro pelle sembrano SETA assoluta.

Per quanto riguarda la psoriasi e la pelle: devo dire che uso tutti i saponi naturali, il sapone per i piatti e le lozioni per la pelle. Ho anche una casa priva di sostanze chimiche (pulita con bicarbonato di sodio, aceto e oli essenziali) Inoltre, lavo i miei animali in una soluzione di borace e li risciacquo accuratamente in acqua pulita. Nessun sapone chimico o spazzatura sui loro corpi!

Di recente ho iniziato ad aggiungere un po 'di aceto di mele (il buon tipo biologico con la madre) al cibo dei miei animali domestici. Uso solo piccole quantità, ma sembra che a tutti piaccia. Sto provando questo per vedere se aiuta a respingere le pulci, come ho sentito da altre parti della Earth Clinic che il suo aiuto. Non abbiamo alcun problema con le pulci, ma spero che l'ACV lo mantenga in questo modo. (Ho anche messo l'aglio nel loro brodo di ossa che ottengono).

Devo menzionarlo di nuovo: l'ACV che prendo da una settimana ha abbassato la pressione sanguigna. Non so se mi ha aiutato a perdere peso perché non uso una bilancia. Ma mi sento meno gonfio e più mentalmente vivace. Come per tutte le cose, credo nella coerenza e nel non esagerare. Uso solo la raccomandazione Earth Clinic di 2 cucchiaini in 16 once. l'acqua ha bevuto per tutto il giorno. In alcuni giorni ho un bicchiere in più perché il mio corpo / mente lo sta chiedendo. Non vedo l'ora di vedere il mio medico e darle la notizia che ho abbassato la pressione del sangue con una cosa così semplice.

Possa la madre terra benedire tutti coloro che contribuiscono con le loro cure a questo sito!

CE: Grazie per il tuo feedback! Pubblicazione incrociata su tutte le pagine applicabili …

Risposto da 4Yahshua
Fountain Valley, California
07/01/2009


Colla per scuola bianca

Postato da Linda (Chipley, Fl) il 16/12/2011

5 su 5 stelle

Li ho provati tutti per la psoriasi e niente funziona. Ho deciso che per far crescere le squame devono avere aria / 02. Quindi ho tirato fuori la mia bottiglia di colla lavabile per la scuola. Proprio una volta ho stretto in tutti i punti del mio cuoio capelluto e un gomito la scorsa notte. Mi sono alzato questa mattina e con mia sorpresa ho rimosso la colla dal mio gomito ed era liscia come la seta. Mi sono lavato i capelli (un paio di volte :() e la maggior parte delle squame erano sparite. Probabilmente mi mancavano i posti. Oggi ho usato molta lozione sul gomito e va bene.

Ho appena finito di mettere più colla sul mio gomito per ogni evenienza e molto sul mio cuoio capelluto. Vedremo al mattino. Spero che funzioni.


Aceto bianco

Postato da Jason (KS) il 03/06/2009

5 su 5 stelle

Dopo aver letto sull'uso dell'aceto come balsamo dopo lo shampoo, ho provato un po 'di aceto bianco e la mia psoriasi sul cuoio capelluto è scomparsa in una settimana. Ho provato molte cose e ho avuto il problema per anni, ma ora ho appena risciacquato con aceto e senza più scaglie o cuoio capelluto secco. Se solo avessi conosciuto questo semplice rimedio 10 anni fa …

Rispose Mary
South Williamsport, Pennsylvania
2012/12/31
5 su 5 stelle

Ha risposto Kristine
Circa
2013/12/17