CREMA TRATTAMENTO PSORIASI OFFERTA -50% !

Home Blog Page 195

Psorilax:Per i ragazzi |crema sorion psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, originale

Le psoriasis est une maladie cutanée auto-immune chronique qui provoque une inflammation et une desquamation de la peau qui affecte environ 2% à 2,6% de la population américaine. (1) Une peau normale et saine connaît un renouvellement cellulaire environ une fois par mois, mais lorsque vous souffrez de psoriasis, les cellules de la peau se lèvent beaucoup trop vite et s’empilent les unes sur les autres. Heureusement, vous pouvez aider à lutter contre cette maladie en suivant un plan de traitement diététique adapté au psoriasis.

Nous savons que le psoriasis commence dans le système immunitaire et implique un type de globule blanc appelé cellule T. (2) Lorsque vous souffrez de psoriasis, les cellules T sont mises en action par erreur et deviennent trop actives, entraînant un gonflement malsain et un renouvellement rapide des cellules de la peau.

Foyer majeur de la dermatologie dans le domaine des maladies de la peau, les symptômes du psoriasis peuvent varier en fonction de la forme du psoriasis (dont il existe plusieurs – plus à ce sujet ci-dessous). Vous pensez peut-être que le psoriasis n’est qu’une affection cutanée agaçante, mais il peut également entraîner une arthrite psoriasique, une inflammation des articulations qui affecte environ 30% de tous les patients atteints de psoriasis.

Le traitement conventionnel du psoriasis peut fonctionner, mais il n’est souvent pas ou n’est qu’une solution temporaire qui ne va pas au cœur du problème. Il existe de nombreux remèdes naturels pour le psoriasis, avec un régime contre le psoriasis en tête de liste.

Pourquoi un régime contre le psoriasis est-il si important? Des études ont montré que la perméabilité intestinale ou le syndrome de l’intestin qui fuit est très fréquent chez les patients atteints de psoriasis. Faire les bons choix alimentaires peut faire toute la différence en matière de psoriasis. Comme le dit la National Psoriasis Foundation, «Bonne alimentation, vie heureuse». (3) Je ne pourrais pas être plus d’accord!

Symptômes

Les symptômes du psoriasis les plus courants, en particulier ceux observés chez les personnes atteintes de psoriasis en plaques, comprennent: (4)

  • plaques de peau rouge, parfois également recouvertes d’une croûte d’écailles qui ont tendance à être argentées ou blanches
  • peau lâche ou lésions qui peuvent être sensibles, démangeaisons et douloureuses
  • pellicules sur le cuir chevelu
  • peau craquelée et décolorée qui saigne facilement et meurtrit
  • décoloration du doigt et des ongles ou croissance de champignon de l’ongle
  • ongles qui se détachent des lits des ongles et peuvent être douloureux ou sanglants
  • de nombreuses personnes atteintes de psoriasis souffrent également de problèmes émotionnels en raison de la gêne et du désespoir de leur peau (5)

Le psoriasis se rencontre le plus souvent sur les coudes, les jambes, le cuir chevelu, le bas du dos, le visage, les paumes et la plante des pieds. Cependant, il peut également survenir à d’autres endroits, tels que les ongles, les ongles des orteils, les organes génitaux et à l’intérieur de la bouche. Le psoriasis du cuir chevelu affecte environ 50% des personnes atteintes de psoriasis, ce qui en fait l’une des préoccupations les plus évidentes chez les personnes atteintes de la maladie.

Les causes

La plupart des médecins ne savent pas ce qui cause le psoriasis, mais de nombreux médecins naturels ont trouvé des facteurs contributifs. Les causes du psoriasis comprennent:

  • Système immunitaire hyperactif (le psoriasis est une maladie auto-immune)
  • Une mauvaise alimentation
  • Perméabilité anormale de l’intestin grêle
  • Un nombre accru de cellules T dans le sang, le derme et l’épiderme
  • Difficulté à digérer les protéines
  • Stress émotionnel
  • Changements hormonaux
  • La génétique
  • Carence en vitamine D
  • Mauvaise fonction hépatique

Si vous voulez vaincre le psoriasis, vous pouvez voir de grandes améliorations en suivant un régime de psoriasis sain et curatif.

Traitement conventionnel

On pense que le psoriasis est une maladie auto-immune dans laquelle le corps détecte par erreur ses propres tissus comme étrangers et s’attaque. En ce qui concerne le traitement conventionnel, les médecins prennent en considération la gravité de votre cas, le type de psoriasis et la taille des plaques de psoriasis. Les médecins changeront souvent de traitement conventionnel si l’un n’est pas efficace, si vous avez une mauvaise réaction ou si cela cesse de fonctionner tous ensemble. (6)

Le traitement conventionnel est souvent difficile, et actuellement les remèdes les plus courants sont les rétinoïdes ou les médicaments immunosuppresseurs. Ces derniers sont souvent des stéroïdes ou de la cyclosporine, qui s’accompagnent d’effets secondaires inquiétants même s’ils sont efficaces dans le traitement du psoriasis.

Le traitement topique est très courant et consiste à appliquer une crème ou une pommade sur les zones à problèmes. Une autre option conventionnelle est la luminothérapie, également appelée photothérapie, qui utilise une combinaison de lumière ultraviolette naturelle du soleil et de lumière ultraviolette artificielle. PUVA est une forme de traitement de luminothérapie qui utilise une combinaison d’un médicament qui rend la peau plus sensible à la lumière et à l’exposition aux rayons ultraviolets A.

Lorsque le psoriasis est sévère, les médecins utiliseront probablement un traitement systémique, ce qui signifie des médicaments sur ordonnance ou des médicaments administrés par injection. La thérapie combinée pour le psoriasis utilise les traitements topiques, photothérapeutiques et systémiques à l’unisson, qui ont tous des effets secondaires qu’un remède naturel comme un régime contre le psoriasis n’a pas.

5 traitements naturels pour le psoriasis

Le traitement naturel ou holistique vise à aller à la racine du problème. Pour de nombreuses personnes, les aliments anti-inflammatoires combinés à un régime de guérison du psoriasis sont l’un des meilleurs moyens de traiter naturellement le psoriasis.

Des études ont examiné le lien entre la structure et la fonction intestinales dans le développement du psoriasis depuis des décennies. (7) Certains experts estiment que le psoriasis est en fait causé par la perméabilité intestinale, en particulier dans la zone située entre le duodénum et le jéjunum. Par conséquent, le corps cherche à éliminer les toxines à travers la peau. Dans ce modèle, le psoriasis représente la tentative désespérée du corps de se nettoyer.

Voici quelques moyens naturels pour lutter contre le psoriasis:

1. Réduisez le stress

Le stress est également connu pour jouer un rôle important dans le psoriasis, c’est pourquoi les thérapies esprit-corps et la gestion du stress peuvent vraiment aider à guérir naturellement le psoriasis. La prière, la méditation et l’hypnose peuvent toutes aider. Des études montrent en fait que les personnes qui méditent avant de recevoir une luminothérapie ont de meilleurs résultats que les personnes qui ont eu une luminothérapie seule. (8)

2. Faites de l’exercice et buvez de l’eau

Cela peut sembler trop simple, mais faire de l’exercice et boire beaucoup d’eau sont deux moyens faciles et efficaces de guérir le psoriasis.

En ce qui concerne le bain, vous ne voulez certainement pas utiliser une eau trop chaude, car cela peut sécher et enflammer davantage votre peau. Le trempage dans un bain tiède contenant des sels de la mer morte, du sel d’Epsom ou de l’avoine pendant environ 15 minutes peut aider à éliminer les écailles et à calmer les démangeaisons.

Assurez-vous d’appliquer une crème hydratante sur votre peau dès que vous sortez d’un bain ou d’une douche – de cette façon, vous pouvez sceller un peu d’eau dans votre peau, ce qui peut aider à calmer et à guérir les plaques de psoriasis.

3. Appliquer des remèdes topiques basés sur la nature

Il existe trois remèdes topiques naturels qui ont montré des effets positifs sur le psoriasis: la crème de raisin de l’Oregon (10 pour cent), la crème d’avocat et de vitamine B12 et la crème d’aloès (0,5 pour cent). La recherche a montré que l’utilisation de Reliéva, une crème homéopathique contenant de l’extrait de raisin de l’Oregon, est efficace et bien tolérée chez les patients atteints de psoriasis léger à modéré. (9)

Les premières recherches suggèrent qu’une crème brevetée contenant de l’huile d’avocat et de la vitamine B12 peut diminuer les symptômes du psoriasis. Plusieurs études ont montré qu’une crème contenant 0,5 pour cent d’extrait d’aloe vera est supérieure à un placebo sans effets secondaires négatifs. (dix)

4. Essayez l’homéopathie et d’autres traitements alternatifs

L’homéopathie est un autre remède naturel qui améliore le psoriasis. Des études ont montré que le traitement homéopathique des patients atteints de psoriasis entraîne une amélioration des symptômes et une qualité de vie globale. (11)

L’acupuncture et la médecine chinoise peuvent également aider certaines personnes atteintes de psoriasis. En médecine chinoise, le psoriasis est considéré comme un problème de santé causé par la stagnation du sang. Certaines herbes qu’un médecin chinois peut prescrire incluent le curcuma, la zédorie (similaire au gingembre), le dang gui, la pivoine rouge et la salsepareille. Dittany, sophora et tribulus peuvent également être prescrits pour soulager les démangeaisons liées au psoriasis.

Si vous êtes un fan de la médecine ayurvédique, vous voudrez peut-être essayer la thérapie Panchakarma, qui implique des remèdes à base de plantes et des changements alimentaires visant à détoxifier le corps. Un régime végétarien est également souvent recommandé. Les traitements Panchakarma incluent la consommation de ghee et de lavements médicamenteux.

5. Suivez un régime contre le psoriasis (voir ci-dessous)

Un régime contre le psoriasis est crucial. Si vous avez un intestin qui fuit, des protéines et des graisses partiellement digérées peuvent s’infiltrer dans votre muqueuse intestinale, pénétrer dans votre circulation sanguine et provoquer des réactions allergiques. Si elle n’est pas réparée, elle peut entraîner des problèmes de santé plus graves comme le psoriasis ainsi que la dépression, l’anxiété, les migraines, les douleurs musculaires et la fatigue chronique.

Des études ont montré un lien entre la perméabilité anormale de l’intestin grêle et le psoriasis. (12) Un régime contre le psoriasis peut aider à guérir votre intestin, ce qui peut à son tour mettre fin à vos souffrances de psoriasis et d’arthrite psoriasique.

Le régime contre le psoriasis

Vous vous demandez comment vous débarrasser naturellement du psoriasis? Comme je le dis toujours, votre alimentation est la base d’une bonne santé, et ce n’est pas différent en ce qui concerne le psoriasis. Non seulement votre alimentation est un traitement contre le psoriasis actif, mais c’est aussi un moyen de prévenir le psoriasis en premier lieu.

En ce qui concerne le traitement naturel du psoriasis, ce sont certains des meilleurs aliments à consommer régulièrement. Je recommande également ces choix alimentaires à tous ceux qui recherchent un régime contre l’arthrite psoriasique. Plus vous consommez des aliments cicatrisants et anti-inflammatoires, plus vous verrez d’amélioration de la santé de votre peau.

Aliments probiotiquesLa consommation d’aliments riches en probiotiques est un excellent moyen de favoriser la digestion, d’éliminer les toxines du corps, de réduire l’inflammation et de renforcer l’immunité. Recherchez les produits laitiers biologiques, crus et cultivés comme le kéfir, le yogourt et les légumes cultivés qui peuvent donner à votre corps les bactéries et les levures dont il a besoin pour être en bonne santé. Il y a eu de très nombreux témoignages personnels de probiotiques éliminant le psoriasis tenace qui n’ont pas répondu au traitement conventionnel. Une victime souffrait de psoriasis sur les talons depuis environ 10 ans qui ne répondait pas au traitement topique. Il a commencé à prendre des probiotiques pour une maladie différente, et ses talons se sont éclaircis et sont restés à l’écart du psoriasis. (13)

Aliments riches en fibres En augmentant votre consommation d’aliments riches en fibres, vous pouvez aider à maintenir votre système digestif en bonne santé, ce qui aide à éviter la constipation et à maintenir vos processus de détoxication naturels sur la bonne voie. Les fruits, les légumes, les haricots et les graines sont tous riches en fibres.

Aliments riches en antioxydants – Semblables à la gamme d’aliments riches en fibres, les aliments riches en antioxydants comprennent les légumes, les fruits, les herbes, les haricots et les noix. Certains choix qui arrivent en tête en ce qui concerne les antioxydants comprennent les baies de goji, les bleuets sauvages, les pacanes, la coriandre et les haricots rouges. La consommation d’antioxydants est particulièrement importante car les personnes atteintes de psoriasis sont plus à risque de cancer et de maladies cardiaques.

Aliments riches en zinc – Le zinc est essentiel pour garder une peau saine. Certaines preuves montrent que le zinc aide à réduire la douleur et le gonflement des articulations pour les personnes souffrant de psoriasis. (14) Le bœuf nourri à l’herbe, l’agneau, les graines de citrouille, le kéfir et les pois chiches sont tous d’excellentes sources de zinc.

Aliments riches en vitamine A – Pensez aux légumes à feuilles orange, jaune et vert foncé. En ajoutant ces gagnants à votre alimentation quotidiennement, vous augmenterez votre vitamine A, qui est essentielle à la guérison de la peau. Les bonnes sources de vitamine A comprennent le cantaloup, les carottes, la mangue, les tomates, le chou frisé, le chou vert et la pastèque.

Poissons sauvages – Les poissons comme le saumon, le maquereau, le hareng et les sardines sont d’excellentes sources de vitamine D ainsi que d’acides gras oméga-3, qui sont tous deux essentiels à l’amélioration du psoriasis. La vitamine D est cliniquement prouvée pour aider à lutter contre le psoriasis. (15) Si vous souffrez de psoriasis, le poisson devrait être la nouvelle protéine principale de votre vie plutôt que la viande et les produits laitiers conventionnels. Des études ont montré que manger moins d’aliments riches en protéines, principalement des viandes et des produits laitiers, peut aider à soulager les poussées de psoriasis.

Produits laitiers crus – Le lait cru est un choix beaucoup plus sain que le lait conventionnel. Riche en vitamine D et en enzymes, les produits laitiers crus peuvent être thérapeutiques contre le psoriasis.

Herbes et épices – Les herbes et les épices sont anti-inflammatoires et contiennent des antioxydants. La curcumine, l’ingrédient actif de l’épice connue sous le nom de curcuma, est connue pour ses puissantes propriétés de santé. Une revue scientifique de 2012 note spécifiquement la capacité du curcuma à modifier l’expression des cytokines TNF, qui sont connues pour jouer un rôle essentiel dans le début et la continuation des lésions psoriasiques. C’est probablement la raison pour laquelle les patients trouvent le curcuma utile pour minimiser les poussées de psoriasis et d’arthrite psoriasique. Vous pouvez ajouter généreusement cette épice à votre nourriture, en gardant à l’esprit que la FDA considère que 1,5 à 3,0 grammes de curcuma par jour sont sûrs. (16)

Aloe Vera – Appliqué à l’extérieur et pris à l’intérieur, l’aloe vera est très apaisant pour le corps, en particulier pour le système digestif et la peau.

Lorsque vous suivez un régime contre le psoriasis, vous voulez absolument éviter les aliments transformés, les sucres simples, l’alcool, les produits laitiers conventionnels, les viandes conventionnelles, les huiles hydrogénées et les aliments frits. Vous devez également réduire votre consommation de caféine. Pour certaines personnes atteintes, un régime sans gluten aide à améliorer les symptômes.

Si vous ou votre médecin pensez que vous pourriez avoir une allergie au gluten ou tout autre type d’allergie alimentaire, un test d’allergie alimentaire ou un régime d’élimination peut vous guider vers ce qu’il faut éviter dans votre alimentation.

Principaux suppléments et huiles essentielles pour le régime contre le psoriasis

Si vous vous demandez comment traiter le psoriasis naturellement, un régime contre le psoriasis est le plus crucial, mais les suppléments peuvent également être très utiles.

Voici les cinq meilleurs suppléments que je recommande pour le traitement interne du psoriasis:

  1. Acide chlorhydrique (1 à 3 gélules par repas) – Aide à la digestion des protéines et diminue les poussées de psoriasis.
  2. Huile de poisson (1 000 à 2 000 grammes par jour) – L’huile de poisson est anti-inflammatoire et peut aider à guérir le psoriasis.
  3. Vitamine D3 (5 000 UI par jour) – De faibles niveaux de vitamine D peuvent être associés au psoriasis.
  4. Chardon-Marie (250 milligrammes trois fois par jour) -Le chardon-Marie aide à favoriser la détoxification du foie et réduit la croissance cellulaire.
  5. Probiotiques (50 milliards d’unités par jour) – Les probiotiques améliorent la digestion en augmentant les bonnes bactéries et en évinçant les mauvaises bactéries. Les problèmes digestifs sont liés au psoriasis.

Remèdes bonus:

D’autres remèdes maison pour le psoriasis qui peuvent réduire les symptômes comprennent le nettoyage, le bouillon d’os, la vitamine B12 et les enzymes digestives. En outre, obtenir 20 minutes de soleil par jour peut améliorer considérablement les niveaux de vitamine D naturellement et est très thérapeutique pour le psoriasis.

Les huiles essentielles pour le psoriasis comme l’arbre à thé, la lavande, l’encens, la myrrhe et l’huile essentielle de géranium peuvent soulager la peau enflammée et soutenir le processus de guérison.

Huile d’arbre à thé – Lorsque vous utilisez l’arbre à thé pour votre psoriasis, vous prévenez l’infection tout en réduisant l’inflammation et en stimulant le système immunitaire pour soutenir la santé de votre peau. La recherche scientifique a confirmé les effets réducteurs du psoriasis de l’huile d’arbre à thé. (17)

Huile de lavande – Avec des propriétés calmantes et anti-inflammatoires, il aide à apaiser la peau tout en favorisant la croissance et la guérison de la peau.

Huile d’encens – Avec des propriétés antiseptiques, antibactériennes, antioxydantes et anti-inflammatoires, l’encens peut aider à soulager les plaques de psoriasis tenaces.

Huile de myrrhe – Excellent pour guérir la peau gercée, squameuse et craquelée des plaques de psoriasis.

Huile de géranium – Le géranium est excellent pour améliorer la circulation et diminuer l’inflammation. Il aide également à soulager le stress.

Huile de noix de coco – Ce n’est pas une huile essentielle, mais c’est un excellent choix pour une huile de base. Vous devez toujours diluer les huiles essentielles dans une huile de base avant de les appliquer sur les zones à problèmes. L’huile de coco a des propriétés anti-inflammatoires, très douces et hydratantes.

Idée de recette EO: Mélanger trois gouttes d’huile de lavande et trois gouttes d’huile d’encens avec une cuillère à café d’huile de noix de coco et frotter sur la zone affectée.

C’est aussi une excellente idée d’utiliser ces huiles essentielles en aromathérapie pour le psoriasis. Vous pouvez diffuser ces huiles comme une méthode naturelle de soulagement du stress.

Les types

Les causes et les symptômes du psoriasis peuvent être un sujet délicat en raison des différents types de psoriasis et des complications des maladies psoriasiques qui peuvent survenir – ce n’est pas seulement une des maladies de la peau. C’est pourquoi il est si important de reconnaître les signes et de faire ce que vous pouvez pour traiter votre maladie naturellement et sous la supervision de votre médecin.

Les principaux types de psoriasis comprennent: (18)

Psoriasis en plaques (aussi connu sous le nompsoriasis vulgaris) – Il s’agit de la forme la plus courante de psoriasis, que l’on retrouve fréquemment sur les genoux, les coudes, le bas du dos et le psoriasis du cuir chevelu. Les personnes atteintes de psoriasis du cuir chevelu souffrent généralement de psoriasis sur d’autres parties de leur corps, mais cet endroit peut être particulièrement frustrant car il peut provoquer une apparence de pellicules et même entraîner une perte de cheveux temporaire.

Psoriasis en gouttes – Contrairement aux grandes lésions surélevées communes au psoriasis en plaques, le psoriasis en gouttes est caractérisé par de petits points et est fréquemment observé dans l’enfance ou au début de l’âge adulte. Cette forme de psoriasis peut être provoquée par un cas d’angine streptococcique.

Psoriasis inversé (peut être appelé psoriasis en flexion ou psoriasis intertrigineux) – Les plis corporels, comme derrière le genou ou dans l’aine, sont l’emplacement privilégié pour les zones rouges lisses et brillantes du psoriasis inverse. En dermatologie, il est communément admis que cette forme de psoriasis survient probablement lors d’une poussée de psoriasis en plaques ailleurs sur le corps.

Psoriasis pustuleux – Les bosses du psoriasis pustuleux ressemblent à des cloques ou des boutons mais sont en réalité remplies de globules blancs. Souvent, les gens supposent qu’il s’agit d’une infection contagieuse, mais ce n’est pas le cas. Ces pustules sont généralement entourées de peau rouge et se produisent le plus souvent sur les mains et les pieds.

Psoriasis érythrodermique (parfois appelé psoriasis exfoliatif) – Le psoriasis érythrodermique, le plus grave des types de psoriasis, se rencontre généralement chez les personnes atteintes de psoriasis en plaques instable. Il est connu par l’épidémie large et ardente et s’accompagne de fortes démangeaisons et de douleurs. Lors d’une épidémie de psoriasis érythrodermique, la peau se détache souvent en «feuilles». Environ trois pour cent seulement des personnes atteintes de psoriasis souffrent de ce type de psoriasis, et il nécessite des soins médicaux immédiats car il peut provoquer une augmentation du rythme cardiaque et des changements de température corporelle. Certains cas, en particulier s’ils ne sont pas traités, peuvent entraîner une perte de protéines et de liquide, des épisodes de frissons, une pneumonie et même une insuffisance cardiaque congestive.

Psoriasis du cuir chevelu vs dermatite séborrhéique

Certaines maladies de la peau ressemblent au psoriasis mais correspondent en fait à un autre diagnostic. Un exemple de ceci est la dermatite séborrhéique, une éruption cutanée rouge qui démange qui apparaît le plus souvent (mais pas toujours) sur le cuir chevelu.

La dermatite séborrhéique (ou «séborrhée») semble avoir ses racines dans le stress, les facteurs génétiques, une levure particulière qui vit sur la peau, certains diagnostics ou médicaments et le temps froid et sec. Les nouveau-nés, les hommes et les personnes à peau grasse sont les plus exposés à cette forme particulière de dermatite.

Les pellicules sont causées par la séborrhée. Les nourrissons atteints de la maladie sont souvent appelés «berceau» et reçoivent un diagnostic incorrect d’érythème fessier lorsque la rougeur se produit autour de l’aine.

Comme le psoriasis, la dermatite séborrhéique disparaît et éclate le plus souvent tout au long de la vie. Si vous présentez des symptômes de ces troubles, consultez un dermatologue pour un diagnostic confirmé et des options de traitement. Étant donné que la séborrhée n’est pas une maladie auto-immune, le traitement semble différent – bien que bon nombre des mêmes éléments et suppléments de mon régime contre le psoriasis soient similaires pour ceux atteints de séborrhée.

Complications potentielles

Les maladies psoriasiques, y compris le psoriasis et l’arthrite psoriasique, présentent un risque élevé de maladies apparentées, notamment le cancer, les maladies cardiovasculaires, la maladie de Crohn, la dépression, le diabète, le syndrome métabolique, l’obésité, l’ostéoporose, l’uvéite (une maladie inflammatoire de l’œil) et la stéatose hépatique non alcoolique . (19)

Tout aperçu du psoriasis serait incomplet sans noter les mécanismes sous-jacents de ces conditions et les problèmes connexes. Une combinaison de prédisposition génétique et d’une action extrême du système immunitaire conduit à ces conditions inesthétiques, inconfortables et même douloureuses. Pas étonnant qu’il soit associé aux problèmes auto-immunes courants dans le syndrome de l’intestin qui fuit!

Précautions

Si vous utilisez déjà un traitement conventionnel pour votre psoriasis, consultez votre médecin avant d’ajouter des suppléments ou d’autres remèdes naturels à votre régime. Vérifiez également auprès de votre médecin avant de prendre des suppléments si vous avez des problèmes de santé persistants ou si vous prenez actuellement des médicaments. Certains suppléments et herbes peuvent interagir avec des médicaments sur ordonnance courants, comme les anticoagulants et les contraceptifs oraux.

Si vous êtes enceinte ou si vous allaitez, demandez à votre médecin avant d’utiliser tout traitement conventionnel ou naturel contre le psoriasis.

Lorsque vous utilisez des huiles essentielles pour le psoriasis, effectuez toujours un petit test de patch pour vous assurer que vous ne réagissez pas mal à une huile essentielle. Aussi, diluez toujours les huiles essentielles dans une huile de base comme la noix de coco. Si vous avez généralement une peau sensible, soyez encore plus prudent lorsque vous utilisez des huiles essentielles.

Dernières pensées

  • Il existe de nombreux remèdes maison naturels qui se sont avérés scientifiquement efficaces pour améliorer le psoriasis.
  • Le psoriasis est un problème du système immunitaire, donc tout ce que vous pouvez faire pour améliorer votre système immunitaire sera utile pour améliorer les symptômes du psoriasis.
  • L’une des meilleures façons de s’attaquer à la racine du problème consiste à adopter un régime sain, cicatrisant et anti-inflammatoire contre le psoriasis.
  • Les personnes atteintes de psoriasis peuvent constater que certains aliments semblent déclencher des poussées, alors parlez à votre médecin des tests d’allergie alimentaire ou essayez un régime d’élimination.
  • Quand il s’agit de l’importance d’un régime contre le psoriasis pour guérir n’importe quel type de psoriasis, rappelez-vous ceci: “Régime heureux, vie heureuse!”

Psorilax:truffa |crema psoriasi inguine

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, come si usa

Un membro del Congresso repubblicano del Kansas, che è anche un medico dell'OB-GYN, afferma di aver preso un farmaco per la malaria propagandato dal presidente Donald Trump come un modo per proteggere dal coronavirus, nonostante gli avvertimenti che potrebbe avere effetti collaterali potenzialmente fatali.

Il rappresentante degli Stati Uniti Roger Marshall, che è in corsa per il Senato degli Stati Uniti, ha dichiarato di non avere COVID-19 ma di assumere idrossiclorochina come farmaco preventivo. Anche i suoi genitori, i fratelli e la moglie stanno assumendo la droga, un portavoce di Marshall ha detto a The Kansas City Star martedì.

“Incoraggerei qualsiasi persona di età superiore ai 65 anni o con una condizione medica di base a parlare con il proprio medico in merito all'assunzione di idrossiclorochina e sono sollevato dal fatto che il presidente Trump lo prenda”, Marshall ha detto al Wall Street Journal, che per primo ha riportato il deputato uso del farmaco.

Il rappresentante Roger Marshall, R-Kan, che è anche un medico, dice che sta assumendo idrossiclorochina, aggiungendo che non ha COVID-19 ma sta prendendo il farmaco per la malaria per tenere lontano il virus. È rappresentato nel marzo 2017

Il presidente Donald Trump ha propagandato come trattamento per il coronavirus

Il rappresentante Roger Marshall, R-Kansas, che è anche un medico, afferma che sta assumendo idrossiclorochina che il presidente Donald Trump ha propagandato come trattamento per il coronavirus, aggiungendo che non ha COVID-19 ma sta assumendo il farmaco per la malaria trattenere il virus. È rappresentato nel marzo 2017

Trump ha detto lunedì che sta prendendo il farmaco e un integratore di zinco per più di una settimana.

La rivelazione di Trump colse di sorpresa molti nella sua amministrazione e innescò uno sforzo urgente da parte dei funzionari per giustificare la sua azione.

Ma il loro tentativo di rispondere alle preoccupazioni degli operatori sanitari è stato annullato dallo stesso presidente. Ha affermato senza prove che uno studio che ha suscitato allarme sulla droga era una “dichiarazione nemica”, anche se il suo stesso governo aveva avvertito che la droga doveva essere somministrata per COVID-19 solo in un ospedale o in un ambiente di ricerca.

Trump ha deciso di assumere idrossiclorochina dopo che due membri del personale della Casa Bianca si sono dimostrati positivi per la malattia, ma aveva già trascorso mesi a promuovere il farmaco come potenziale cura o prevenzione nonostante i consigli cautelativi di molti dei migliori professionisti medici della sua amministrazione.

“Questa è una decisione individuale da prendere”, ha detto Trump ai giornalisti durante una visita a Capitol Hill martedì per stringersi con i repubblicani del Senato. “Ma ha avuto un'ottima reputazione.”

Il farmaco ha il potenziale per causare effetti collaterali significativi in ​​alcuni pazienti e non ha dimostrato di combattere il virus.

Il mese scorso la Food and Drug Administration degli Stati Uniti ha avvertito i medici di non prescrivere l'idrossiclorochina per curare il coronavirus al di fuori degli ospedali o delle strutture di ricerca a causa di segnalazioni di gravi effetti collaterali, tra cui ritmi cardiaci irregolari e morte tra i pazienti.

Trump ha detto martedì che assumere il farmaco anti-malaria

Trump ha detto martedì che assumere il farmaco anti-malaria “è una decisione individuale da prendere. Ma ha avuto un'ottima reputazione

In precedenza Marshall aveva affermato in precedenza che

In precedenza Marshall aveva affermato in precedenza che “in molti casi i pazienti hanno molto da guadagnare e poco da perdere se considerano di prenderlo”

I risultati preliminari di uno studio condotto su pazienti affetti da coronavirus negli ospedali per veterani degli Stati Uniti non hanno mostrato alcun beneficio, mettendo in dubbio più l'efficacia del farmaco durante la pandemia.

Due grandi studi osservazionali, ciascuno dei quali ha coinvolto circa 1.400 pazienti a New York, recentemente non hanno riscontrato alcun beneficio COVID dall'idrossiclorochina. Due nuovi pubblicati giovedì nella rivista medica BMJ hanno raggiunto la stessa conclusione.

Marshall, tuttavia, ha difeso l'uso del farmaco, affermando in precedenza che “in molti casi, i pazienti hanno molto da guadagnare e poco da perdere se considerano di prenderlo”.

I regolatori hanno emesso l'allerta, in parte, sulla base di maggiori segnalazioni di pericolosi effetti collaterali chiamati ai centri di controllo del veleno degli Stati Uniti.

Le chiamate ai centri che coinvolgono l'idrossiclorochina sono aumentate il mese scorso a 96, rispetto ai 49 di aprile 2019, secondo i dati dell'American Association of Poison Control Centers forniti all'AP. Era il secondo mese di segnalazioni elevate riguardanti il ​​farmaco, a seguito di 79 chiamate a marzo. I problemi segnalati includevano ritmi cardiaci anormali, convulsioni, nausea e vomito.

Trump ha respinto le segnalazioni di effetti collaterali, dicendo: “Tutto quello che posso dirti è, finora mi sembra di essere a posto”.

Trump ha affermato senza prove martedì che uno studio del governo che ha mostrato effetti negativi del farmaco avrebbe dovuto metterlo in imbarazzo.

“Se guardi all'unico sondaggio, l'unico cattivo sondaggio, lo stavano dando a persone che erano in pessime condizioni”, ha detto Trump. Quello era un apparente riferimento a uno studio su centinaia di pazienti trattati dal Dipartimento degli Affari dei Veterani in cui morivano più persone in un gruppo a cui veniva somministrata idrossiclorochina rispetto a quelle che non lo erano.

'Erano molto vecchi. Quasi morto “disse Trump. “Era un'affermazione nemica di Trump.”

Molti studi stanno testando l'idrossiclorochina per prevenire o limitare la malattia di coronavirus, ma “al momento non esiste assolutamente alcuna prova che questa strategia funzioni”, ha affermato il dott. Carlos del Rio, specialista in malattie infettive presso la Emory University di Atlanta.

“La mia preoccupazione è che il presidente abbia un grande pulpito da bullo … forse la gente penserà che ci siano prove non pubbliche” che la droga funziona perché Trump ha scelto di usarla, ha detto Del Rio. “Crea questa teoria della cospirazione secondo cui qualcosa funziona e non me ne stanno ancora raccontando.”

Marshall è solo uno dei candidati al GOP che hanno sottolineato la loro lealtà nei confronti di Trump.

Nella corsa al Senato degli Stati Uniti, Marshall sta ancora lottando per consolidare gli oppositori del suo principale rivale, la linea dura per l'immigrazione e l'ex segretario di Stato del Kansas Kris Kobach.

Kobach è stato il primo eminente funzionario del Kansas a sostenere Trump nel 2016.

In un affollato campo GOP, Marshall affronta gli attacchi da destra, con un comitato di azione politica per il piccolo gruppo di libero mercato Club for Growth che pianifica di spendere $ 2,2 milioni in pubblicità anti-Marshall a partire da metà giugno.

Alcuni repubblicani stanno anche osservando la candidatura di Bob Hamilton, un ex imprenditore idraulico di Kansas City, che è stato in grado di utilizzare fondi personali per tenere il passo con la raccolta fondi di Marshall.

AVVERTENZE IDROSSILCOROORO FDA

In alcuni casi gli effetti collaterali possono essere FATAL, ha avvertito la FDA.

Effetti cardiaci: Prolungamento dell'intervallo QT. Usare con cautela nei pazienti con patologie cardiache, prolungamento dell'intervallo QT, anamnesi di aritmie ventricolari, bradicardia, squilibrio di potassio o magnesio non corretto e durante la somministrazione concomitante con farmaci che prolungano l'intervallo QT come l'azitromicina e alcuni altri farmaci antibatterici.

Ipoglicemia grave: È stato segnalato che l'idrossicloroquina solfato riduce la clearance e la resistenza dell'insulina. Perdita di coscienza in pazienti con o senza l'uso di farmaci antidiabetici è stato segnalato.

Effetti ematologici: Sono stati segnalati emolisi in pazienti con deficit di G6PD, pancitopenia, anemia aplastica e neutropenia.

Insufficienza epatica: Poiché è noto che l'idrossiclorochina solfato si concentra nel fegato, deve essere usato con cautela nei pazienti con epatite, malattie epatiche, alcolismo o in combinazione con noti farmaci epatotossici.

Insufficienza renale: L'idrossicloroquina solfato è noto per essere sostanzialmente escreto dal rene e dal rischio di reazioni tossiche a questo farmaco può essere maggiore nei pazienti con funzionalità renale compromessa.

Effetti sul sistema nervoso centrale: L'idrossiclorochina solfato può aumentare il rischio di convulsioni in pazienti con anamnesi di convulsioni. Disturbi extrapiramidali acuti possono verificarsi con idrossiclorochina solfato. Psicosi, delirio, agitazione, confusione, comportamento suicidario e allucinazioni possono verificarsi con idrossiclorochina solfato.

Peggioramento della psoriasi e della porfiria: L'uso di idrossiclorochina solfato in pazienti con psoriasi può far precipitare un grave attacco di psoriasi. Se usato in pazienti con porfiria, la condizione può essere esacerbata. L'idrossicloroquina solfato non deve essere usato in queste condizioni a meno che il beneficio per il paziente non superi i potenziali rischi.

Retinopatia: Danno alla retina è stato osservato in alcuni pazienti in trattamento a lungo termine con idrossiclorochina solfato.

LA FDA AVVISA CONTRO L'USO DELL'IDROSSICLOROQUINA PER I PAZIENTI DI CORONAVIRUS FUORI DEGLI OSPEDALI PERCHÉ PU CAN CAUSARE PROBLEMI DI CUORE

Di Mary Kekatos per DailyMail.com

La Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti ha messo in guardia dall'uso del farmaco anti-malaria idrossiclorochina sui pazienti con coronavirus al di fuori delle strutture ospedaliere o degli studi clinici.

Il presidente Donald Trump ha salutato il farmaco, che è anche usato per trattare l'artrite e il lupus, come un “punto di svolta” per il trattamento di COVID-19, la malattia causata dal virus.

L'agenzia sanitaria federale ha dichiarato che stava emettendo l'avvertimento dopo diverse segnalazioni di ritmi cardiaci anormali e frequenze cardiache rapide nei pazienti che assumevano il farmaco.

“La FDA è a conoscenza di segnalazioni di gravi problemi del ritmo cardiaco in pazienti con COVID-19 trattati con idrossiclorochina o clorochina, spesso in combinazione con azitromicina”, ha scritto la FDA in una nota rilasciata venerdì.

'Siamo anche consapevoli di un maggiore uso di questi medicinali attraverso prescrizioni ambulatoriali. Pertanto, vorremmo ricordare agli operatori sanitari e ai pazienti i rischi noti associati sia all'idrossiclorochina che alla clorochina. ”

La FDA ha rilasciato una dichiarazione in cui avvertiva i medici di non usare l'idrossiclorochina (nella foto) su pazienti affetti da coronavirus al di fuori delle strutture ospedaliere o di studi clinici

La FDA ha rilasciato una dichiarazione in cui avvertiva i medici di non usare l'idrossiclorochina (nella foto) su pazienti affetti da coronavirus al di fuori delle strutture ospedaliere o di studi clinici

L'agenzia ha affermato che l'idrossiclorochina può ancora essere utilizzata negli studi clinici o in alcuni pazienti ospedalizzati.

Non è immediatamente chiaro se sono in corso prove o se le prove pianificate verranno interrotte in base alla nuova guida.

Il presidente Trump è stato tra i primi a scrivere testi sui possibili benefici dell'idrossiclorochina per i pazienti con coronavirus il mese scorso.

“Questo sarebbe un dono del cielo, questo sarebbe un dono di Dio se funzionasse”, ha detto durante una conferenza stampa. 'Pregheremo Dio che funzioni.'

Ha quindi ripetuto le affermazioni su Twitter.

'IDROSSILCLOROQUINA E AZITROMICINA, messe insieme, hanno una reale possibilità di essere uno dei più grandi cambi di gioco nella storia della medicina. La FDA ha spostato le montagne – Grazie! Spero che ENTRAMBI SIANO (H lavora meglio con A, International Journal of Antimicrobial Agents) “, ha scritto a marzo.

Il presidente Donald Trump ha pubblicizzato la droga come un potenziale

Il presidente Donald Trump ha pubblicizzato la droga come un potenziale “punto di svolta” per il trattamento del coronavirus. Nella foto: Trump durante il briefing giornaliero del coronavirus della Casa Bianca, 23 aprile

Lo studio a cui Trump fa riferimento proviene da Marsiglia, in Francia, in cui 30 pazienti sono stati trattati con idrossiclorochina per 10 giorni in associazione con azitromicina, un antibiotico.

Sebbene molto piccolo, lo studio “ha mostrato una riduzione significativa del trasporto virale” dopo i sei giorni e “una durata di trasporto media molto più bassa” rispetto ai pazienti che hanno ricevuto altri trattamenti.

Una settimana dopo, la FDA ha rilasciato un'autorizzazione all'uso di emergenza del farmaco, affermando che potrebbe essere usato in pazienti con coronavirus ospedalizzati con malattia grave.

Diverse settimane dopo, l'editore dello studio francese ha affermato che il documento “non soddisfaceva i suoi standard” perché escludeva i dati sui pazienti che non rispondevano bene al trattamento.

Da allora, gran parte dell'eccitazione iniziale che circonda l'idrossiclorochina è diminuita.

In uno studio del National Institutes of Health, il 28 percento dei veterani statunitensi con coronavirus che sono stati trattati con idrossiclorochina è deceduto per l'infezione.

Circa il 22 percento di coloro che hanno ricevuto il farmaco antimalaria e l'azitromicina antibiotica sono morti.

La FDA ha dato il suo avvertimento dopo diverse segnalazioni di ritmi cardiaci anormali e rapidi battiti cardiaci nei pazienti che assumevano il farmaco. Nella foto: i medici preparati a intubare un paziente con sintomi COVID-19 a casa

La FDA ha dato il suo avvertimento dopo diverse segnalazioni di ritmi cardiaci anormali e rapidi battiti cardiaci nei pazienti che assumevano il farmaco. Nella foto: i medici preparati a intubare un paziente con sintomi COVID-19 a casa

Inoltre, la famiglia di una donna di New York con sintomi di COVID-19 ha detto a NBC News che è morta dopo che il suo medico le ha prescritto una combinazione di idrossiclorochina e azitromicina.

La famiglia dice che il medico non ha confermato di avere il virus né di test per problemi cardiaci prima di prescrivere il farmaco.

E, all'inizio di questo mese, i Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) hanno rimosso dal loro sito Web una guida molto insolita che informava i medici su come prescrivere l'idrossiclorchina.

Inizialmente, la pagina web del CDC aveva letto: “Sebbene il dosaggio e la durata ottimali dell'idrossiclorochina per il trattamento di COVID-19 siano sconosciuti, alcuni medici statunitensi hanno riferito aneddoticamente”.

Ora il sito Web non include più tali informazioni. Invece, la sua prima frase dice: “Non ci sono farmaci o altre terapie approvate dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti per prevenire o curare COVID-19”.

Psorilax:Come faccio a |ospedale di padova crema per psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, quanto costa

Il rapporto di attività di mercato di consegna di farmaci topici di dermatologia globale Rx evidenzia le dimensioni del mercato, le tendenze mutevoli regionali, le nuove prospettive emergenti per il tasso di crescita del mercato e la stima del valore della produzione dal 2019 al 2028. Questo rapporto di ricerche di mercato è un'indagine minuziosa dello scenario attuale del mercato e delle stime future che copre diverse dinamiche di mercato. Il rapporto serve all'analisi della quota di mercato globale, della segmentazione, della stima della crescita dei ricavi e delle aree geografiche del mercato. Il rapporto fornisce analisi dall'alto verso il basso e la stima di vari fattori di mercato che svolgono un ruolo chiave nel processo decisionale migliore. Il documento commerciale del Global Rx Dermatology Topical Drug Delivery Market è una grande risorsa che fornisce dettagli tecnici e finanziari attuali e futuri del settore.

Il mercato globale della consegna di farmaci per dermatologia Rx globale dovrebbe raggiungere 40.646,26 milioni di USD entro il 2026 da 29.475,18 milioni di USD nel 2018, crescendo a un CAGR del 4,2% nel periodo di previsione dal 2019 al 2026.

Scarica PDF Copia di esempio del rapporto @ https://databridgemarketresearch.com/request-a-sample/?dbmr=global-rx-dermatology-topical-drug-delivery-market

Analisi competitiva:

Alcuni dei principali attori che operano in questo mercato sono Galderma Laboratories, LP, Hisamitsu Pharmaceutical Co., Inc., Pfizer Inc., LEO Pharma A / S, GlaxoSmithKline plc., ALLERGAN, Bayer AG, 3M, Bausch Health Companies Inc., The Lubrizol Corporation, Cipla Inc., Kaken Pharmaceutical Co., Ltd. tra gli altri.

Global Rx Dermatology Topical Drug Delivery Il rapporto di ricerca sull'analisi di mercato contiene numerosi verticali di settore come profilo aziendale, dati di contatto del produttore, specifiche del prodotto, ambito geografico, valore della produzione, strutture di mercato, sviluppi recenti, analisi dei ricavi, quote di mercato e volume di vendita possibile di l'azienda. Un team di analisti entusiasti, ricercatori qualificati e esperti previsionali lavorano meticolosamente per generare questo tipo di report di mercato. Descrive i valori CAGR (tasso di crescita annuale composto) e le sue fluttuazioni per il periodo di previsione specifico. Per ottenere informazioni di mercato fruibili per costruire con facilità strategie di business sostenibili e orientate al denaro, questo rapporto di ricerca sul mercato della consegna di farmaci topici di dermatologia globale Rx è un'ottima opzione.

Mercato globale della consegna di farmaci topici dermatologici per tipo di prodotto (semisolido, liquido, solido), applicazione (infezioni della pelle, dermatite, antiaging, acne, iperpigmentazione, rosacea, tumore della pelle, psoriasi, onicomicosi, altri), categoria (marchiato, generico ), Geografia (Nord America, Europa, Asia-Pacifico, Sud America, Medio Oriente e Africa) – Tendenze e previsioni del settore fino al 2026

I farmaci topici svolgono un ruolo importante nella terapia delle malattie dermatologiche. I farmaci per dermatologia topica incorniciano una grande percentuale di prodotti nel mercato dei farmaci. Questi prodotti sono fabbricati attraverso processi di produzione specializzati come riempimento di volume preciso, miscelazione su larga scala, riscaldamento e imballaggio.

La somministrazione topica di farmaci può essere effettuata nel corpo attraverso percorsi oftalmici, rettali, vaginali e cutanei come vie topiche. Nel settore della dermatologia, la pelle svolge un ruolo importante nella somministrazione di farmaci topici per il trattamento delle malattie della pelle nei pazienti. I preparati topici vengono applicati sulla pelle per effetti superficiali, locali o sistemici. Le formulazioni topiche includono ingredienti terapeuticamente attivi che aiutano a trattare le malattie della pelle nei pazienti.

Il rilascio topico di farmaci è uno dei modi più efficaci di rilascio di farmaci in quanto fornisce risultati terapeutici ottimali. A poco a poco, il sistema topico di consegna dei farmaci è diventato sempre più importante nell'industria farmaceutica. La risposta farmacologica, sia l'effetto terapeutico desiderato sia l'effetto indesiderato indesiderato di un farmaco dipendono dalla concentrazione del farmaco nel luogo di azione, che a sua volta dipende dalla forma di dosaggio e dall'entità dell'assorbimento del farmaco nel sito di azione. Nel settore della dermatologia, molecola di farmaco applicata sulla pelle che penetra principalmente attraverso il tortuoso e continuo percorso intercellulare. Questi prodotti sono disponibili in diverse forme come unguenti, creme, lozioni, gel e altri che hanno la capacità di essere assorbiti nel corpo e mostrano rispettivamente la risposta positiva nella guarigione della ferita.

Segmentazione: Mercato globale della consegna di farmaci per dermatologia Rx globale

Il mercato globale della consegna di farmaci topici dermatologici Rx è segmentato in base al tipo di prodotto, all'applicazione e alla categoria.

  • Sulla base del tipo di prodotto, il mercato è segmentato in solido, liquido e semisolido. Il solido è sottosegmentato in polvere e altri. Il liquido viene suddiviso in soluzione, emulsione, sospensione, lozione e altri. Semisolid è sottosegmentato in creme, gel, unguenti, pasta, altri.
    • Nel dicembre 2016, Pfizer Inc. ha ricevuto l'approvazione da parte della Food and Drug Administration (FDA) statunitense per il prodotto chiamato EUCRISATM (crisaborole) unguento al 2%. È un nuovo inibitore topico non steroideo della fosfodieterasi-4 (PDE-4). È usato per il trattamento della dermatite atopica da lieve a moderata (AD). Con questo lancio del prodotto l'azienda ha costruito un patrimonio nel settore dell'infiammazione e dell'immunologia.
  • Sulla base dell'applicazione, il mercato è segmentato in acne, dermatite, psoriasi, infezioni della pelle, antiaging, cancro della pelle, iperpigmentazione, onicomicosi, rosacea, altri.
    • Nel marzo 2017, Galderma Laboratories, L.P., produttori del marchio Cetaphil hanno lanciato sette nuovi prodotti per la cura della pelle del viso. Con questo lancio dei prodotti il ​​portafoglio Cetaphil dell'azienda è aumentato. La società ha ora un'ampia gamma di soluzioni specializzate per i pazienti con problemi di pelle, tra cui idratazione e altri.
  • Sulla base della categoria, il mercato è segmentato in generico e marchiato.
    • Nel febbraio 2016, Allergan plc ha ricevuto un'approvazione per il suo prodotto ACZONE (dapsone) Gel, 7,5% dalla Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti. Questo prodotto è un nuovo trattamento topico di prescrizione che è utile per il trattamento dell'acne nei pazienti di età pari o superiore a 12 anni. Il prodotto ha aiutato il paziente a trattare facilmente l'acne che alla fine ha contribuito ad aumentare le entrate.

Richiedi questo rapporto dal nostro esperto @ https://databridgemarketresearch.com/inquire-before-buying/?dbmr=global-rx-dermatology-topical-drug-delivery-market

Recenti sviluppi:

  • Nell'aprile 2016, Allergan plc ha acquisito Topokine Therapeutics, Inc. con un pagamento anticipato di 85,8 milioni di USD ed è stato idoneo a ricevere pietre miliari potenziali di sviluppo e commercializzazione fino a 260,0 milioni di USD.
  • Nel febbraio 2019, Kaken Pharmaceutical Co., Ltd. ha concluso un accordo di licenza e distribuzione esclusiva per la formulazione topica di onicomicosi nella Repubblica popolare cinese. Secondo l'accordo Kaken Pharmaceutical Co., Ltd., ha fornito il diritto esclusivo per lo sviluppo e la commercializzazione del Prodotto in RPC e questo ha portato a un'elevata generazione di entrate.
  • Nell'aprile 2019, The Lubrizol Corporation ha lanciato il suo nuovissimo modificatore di reologia 2 in 1 multifunzionale, polimero Carbopol Style 2.0. Il prodotto ha i benefici per la cura della pelle come l'aspetto liscio lucido, le texture uniche e altro. Con questo lancio il portafoglio prodotti dell'azienda è aumentato, il che ha comportato una maggiore generazione di entrate.
  • Nell'agosto 2018, Cipla INC. Ha ricevuto l'approvazione finale per la nuova domanda abbreviata di farmaci (ANDA) per il Diclofenac Sodium Topical Gel, 1% dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti (US FDA). Per questo motivo l'azienda ha aumentato il proprio portafoglio di prodotti e una forte posizione sul mercato, specialmente nel campo della dermatologia.
  • Nel novembre 2010, 3M ha rilanciato la linea Cavilon Professional Skin Care. Questo prodotto ha aiutato a prevenire danni alla pelle da umidità, attrito e traumi adesivi. Il portafoglio di prodotti dell'azienda è aumentato per quanto riguarda la dermatologia archiviata e quindi le entrate sanitarie.

Opportunità:

BASSA PENETRAZIONE BIOLOGICA:

I biologici sono i farmaci che sono fatti da proteine ​​animali o umane che hanno la capacità di trattare rispettivamente le malattie. Hanno la capacità di trattare il numero di malattie come la psoriasi, l'artrite psoriasica, altri tipi di artrite e malattie infiammatorie intestinali. A causa della scarsa attività dei farmaci biologici nel trattamento di eventuali malattie del derma, i farmaci topici stanno superando il mercato a fini terapeutici e quindi la sua domanda è in aumento sul mercato.

AUMENTO DEL CONCORSO CHE GUIDA AD ALTI INVESTIMENTI IN R&S PER INNOVARE NUOVI PRODOTTI:

La malattia della pelle negli ultimi tempi è una delle principali malattie tra le persone per le quali sono disponibili trattamenti. Uno dei trattamenti avanzati è il sistema topico di rilascio del farmaco in cui la pelle svolge un ruolo importante poiché il farmaco viene applicato sulla pelle che ha la capacità di trattare le aree colpite. Numero di aziende ha preso l'iniziativa nel fornire alta qualità di prodotti o farmaci per il trattamento delle malattie della pelle. Ciò comporta il processo di innovazione nella ricerca farmaceutica. L'aumento del numero di malattie richiede un trattamento adeguato per il quale i farmaci topici svolgono attualmente un ruolo importante. Di conseguenza, molte aziende hanno aumentato le proprie strutture di ricerca e sviluppo al fine di fornire i farmaci che saranno ritenuti un fattore importante per guidare il mercato in futuro.

AUMENTO DI FUSIONI E ACQUISIZIONI:

Le industrie farmaceutiche probabilmente subiscono la maggior parte delle attività di fusione e acquisizione (M&A) rispetto a qualsiasi altra industria che coinvolge il numero di operazioni e la spesa in denaro. Questa attività è necessaria a causa dell'aumento dello sviluppo di un nuovo farmaco nell'industria farmaceutica. Ad esempio, a luglio 2018, Leo Pharma ha acquisito un'unità globale di dermatologia su prescrizione della Bayer AG (Germania) a un prezzo non divulgato. Lo scopo di questa acquisizione era di espandere il loro prodotto nei farmaci per la pelle. Leo Pharma sviluppa ulteriormente l'attività di dermatologia su prescrizione con questa acquisizione. L'aumento delle acquisizioni e delle fusioni aiuta le aziende a rafforzare i propri ricavi insieme a strutture di ricerca e sviluppo e produzione e questo ultimo aiuto nella crescita del mercato particolare.

MERCATO EMERGENTE:

L'elevata accessibilità per i pazienti sta portando a maggiori investimenti da parte del settore privato. Molte aziende si stanno concentrando sull'intraprendere sviluppi strategici per aumentare la loro presenza nelle economie emergenti. Insieme a questo, l'invecchiamento della popolazione e l'aumento del reddito disponibile contribuiranno alla crescita del mercato. Il mercato di consegna di farmaci topici ha una grande opportunità in quanto questa piattaforma ha nuovi elementi che sono stati incorporati per il trattamento di malattie della pelle e delle mucose. Le condizioni della pelle stanno aumentando in tutto il mondo, che alla fine richiede un trattamento. Aumentare la consapevolezza delle malattie della pelle è anche un fattore che sta aiutando il mercato a crescere in futuro.

sfide:

EFFETTI COLLATERALI:

L'effetto collaterale dei farmaci si verifica nell'uomo a causa dell'uso a lungo termine dei farmaci. Ci sono alcuni effetti collaterali che possono verificarsi nel corpo del paziente dopo aver consumato farmaci topici. Ad esempio, il consumo a lungo termine di corticosteroidi può causare difetti alla nascita nel nascituro. I farmaci topici possono fornire un trattamento migliore ma a parte questo anche il prodotto ha effetti collaterali. Ciò accade a causa dell'uso eccessivo di trattamenti topici che aumentano il rischio di effetti collaterali sia cutanei che sistemici e quindi ostacolano la crescita del mercato.

RICHIAMO DEL PRODOTTO:

Negli ultimi anni, il numero di richiami di prodotti nel mercato topico della consegna di droghe è aumentato enormemente. Tali richiami di prodotti possono verificarsi a causa di inadempienze come difetti di progettazione o di fabbricazione che possono essere negoziati con la sicurezza, l'efficacia e la purezza del farmaco o dei dispositivi di rilascio del farmaco da parte di un'azienda produttrice di farmaci. Ad esempio, a luglio 2016, GlaxoSmithKline (Regno Unito) ha annunciato il richiamo dell'unguento Bactroban e della crema Bactroban a causa della presenza di contaminazione durante la produzione; queste formulazioni sono state usate localmente per le infezioni della pelle. Inoltre, a giugno 2016, il cerotto per emicrania di Teva Phamaceutical chiamato Zecuity è stato richiamato per aver riportato gravi ustioni e potenziali cicatrici permanenti. Il richiamo dei prodotti influisce sui ricavi dell'azienda e, in definitiva, sul mercato particolare.

Nota: se hai esigenze particolari, faccelo sapere e ti offriremo il rapporto come desideri.

Informazioni sulla ricerca di mercato di Data Bridge:

Data Bridge Market Research si è affermata come una società di ricerca e consulenza di mercato non convenzionale e neoterica con un livello di resilienza senza precedenti e approcci integrati. Siamo determinati a scoprire le migliori opportunità di mercato e promuovere informazioni efficienti per far prosperare il tuo business sul mercato. Data Bridge si impegna a fornire soluzioni adeguate alle complesse sfide aziendali e avvia un processo decisionale senza sforzo.

Contatto:

Ricerche di mercato di Data Bridge

Tel: + 1-888-387-2818

E-mail: Corporatesales@databridgemarketresearch.com

Psorilax:Come faccio a |crema all urea per psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, composizione

Olio di cocco

Postato da Mark (Filippine) il 28/08/2016

5 su 5 stelle

Per tutti coloro che soffrono di dermatite, psoriasi ed eczema, ho un'ottima notizia per tutti voi, ho trovato una cura, ma prima devo dirtelo. Ho avuto la psoriasi da oltre 12 anni, ora sono al 4 ° giorno di utilizzo di olio di cocco vergine. Bevo 2-3 cucchiai al giorno o meglio mescolo l'olio di cocco con la tua insalata in ogni pasto. Come stavo dicendo, sono solo al 4 ° giorno, ma mio Dio, non potevo crederci, la mia pelle sembra molto più sana, senza prurito, senza desquamazione, riesco persino a dormire bene anche meglio di prima. Ragazzi, credetemi, cambierà la vostra vita per il meglio. Ho visto il dermatologo, questi steroidi in peggioramento che hanno dato non aiutano affatto, ma peggioreranno. Provalo e vedi di persona che non sto scherzando.

Solo poche cose da ricordare Taglia tutti i tuoi dolci in tutto ciò che è fatto di zucchero, farina bianca, cibi ricchi di amido. Bevi molta acqua tra un pasto e l'altro e rilassati senza stress. Mangia un sacco di verdure mescolate con olio di cocco. È tutto. Per favore, diffondi queste parole a tutti quelli che conosci che soffrono di queste malattie.

Risposto dall'art
California
2016/08/28
514 messaggi

Ha risposto Krystal
Nsw
2016/12/31

Ha risposto Kalpanamayee
io
2017/03/01

Risposto dall'art
California
2017/03/01
514 messaggi


Postato da Sandi (Johnson City, Tx.) Il 17/05/2013

5 su 5 stelle

Ho ricevuto un'e-mail relativa ai vantaggi dell'olio di cocco vergine, quindi ne ho immediatamente acquistati alcuni. All'inizio ero scettico di usarlo, ma dopo aver letto i siti web sui benefici, ho deciso di provarlo sulla mia psoriasi. Sono stato afflitto da questo sulla parte inferiore dei miei piedi per più di 10 anni.

Mi sono spalmato tutto sui piedi prima di coricarmi, ho messo le calze alla caviglia e sono andato a letto. Dopo 2 settimane, la psoriasi è completamente scomparsa. Roba incredibile!


Postato da Connie (Hastings, Ontario) il 10/06/2012

5 su 5 stelle

A partire da quelle che sembravano essere punture di insetti, questo disturbo della pelle copriva la maggior parte delle gambe e appariva anche sulle braccia. Era evidente che qualsiasi cosa contenesse la fragranza stava influenzando questa condizione della pelle, quindi ho continuato a usare saponi come il catrame di pino e quelli che erano privi di fragranza. Ho acquistato circa $ 300,00 di unguenti da banco, antistimine, antibiotici dal medico e dopo aver atteso sette (7) mesi per l'epidermista mi è stata diagnosticata la psoriasi e mi è stata prescritta la crema al cortisone. Ho riempito due ricette, senza risultati. Il marito di mia figlia aveva un unguento per curare l'edera velenosa, come la mia, solo metà della forza. Ho applicato questo unguento di tanto in tanto e OLIO DI COCCO EXTRA VERGINE di tre volte (3 volte) al giorno, e sono stato guarito con risultati meravigliosi entro un mese. Niente più psoriasi.

Ha risposto Megg
North Vernon, Indiana, Stati Uniti
10/09/2012

Ha risposto Brainbuster
Indianapolis
2014/02/15


Postato da Ping Yap (Legazpi, Filippine) il 01/03/2012

Sulla psoriasi:

Prova a prendere olio di cocco vergine trattato a freddo 3 1/2 cucchiaio al giorno continuamente per almeno un mese.

Sorseggia un limone e un pizzico di sale marino dopo aver rinfrescato la bocca.


Postato da Diane (Old Bridge, Nj) il 02/06/2011

5 su 5 stelle

L'olio di cocco ha incredibilmente eliminato la psoriasi che ho avuto su mani, gomiti, ginocchia e macchie su gambe e caviglie da oltre 40 anni. Prendo un cucchiaino al mattino. Ci sono voluti circa un mese per cancellare. Vorrei ringraziare moltissimo per un sito Web così fantastico e grazie a tutti i collaboratori!

Ha risposto Lele
Riverside, Ca
2012/08/21
5 su 5 stelle

Ha risposto Daniella
Kaitaia
2017/08/22


Postato da Andrea (Ontario, Canada) il 25/06/2008

5 su 5 stelle

Olio di cocco per la psoriasi.

Ho sviluppato la psoriasi a placche su 1 ginocchio e 2 gomiti e la psoriasi guttata sulle gambe 18 mesi fa. Ho provato tutti i suggerimenti sotto dermatite, eczema e psoriasi che potevo fare, applicando topicamente, ACV, olio di origano, olio dell'albero del tè, miele, olio di cocco, GSE, ecc. Devo dire che tutti i rimedi topici non hanno funzionato affatto per me . Tutte le macchie rosse sono rimaste rosse e non sono mai guarite durante l'idratazione e il trattamento con quanto sopra.

Ciò che ha funzionato è stato leggere un paio di post in cui si afferma di non far nulla, lavarli semplicemente con un panno caldo. Questo aveva senso dato che avevo un paio di punti sulla schiena che non potevo raggiungere e che guarivano da soli. Quindi ho anche preso l'idea dalla persona che stava prendendo l'olio di cocco internamente e aveva guarito la sua psoriasi. Ho smesso di trattarlo esternamente con tutto e ho iniziato a prendere 1 TBLS di olio di cocco su farina d'avena ogni mattina e un altro TBLS in una tazza di cioccolata calda di notte. Credevo che l'idratazione dall'interno sarebbe stata probabilmente la strada giusta da percorrere. Quindi prendendo internamente l'olio di cocco ogni giorno, anche 1 complesso di vitamina B al giorno, 1 vitamina. C 500mg. al giorno e 2 capsule di olio essenziale di salute al giorno (contiene olio di semi di lino, olio di semi di ribes nero, olio di semi di zucca e olio di cartamo) tutto questo o forse solo l'olio di cocco? ha guarito completamente un gomito, l'altro è quasi guarito, la placca del ginocchio ha solo una piccola macchia rimasta e continua a ridursi e tutto il rossore luminoso alle macchie piatte è scomparso. La parte posteriore delle gambe e i lati delle cosce sono guariti e tutto ciò che rimane sono macchie di pigmentazione rosa molto chiare sui miei stinchi. Sono ancora in via di guarigione e hanno un aspetto molto migliore che ora posso indossare di nuovo i pantaloncini senza preoccupazioni. Continuo quotidianamente a pulirli con un panno spesso umido caldo (solo acqua) e sto avendo un grande successo. Le linee asciutte sulle mie gambe sono scomparse e NON sto idratando esternamente! Anche i punti sulle mie mani sono completamente guariti. Stavo dedicando molto tempo al trattamento quotidiano per via topica, mi sentivo frustrato e volevo solo ringraziare tutti i poster che cercano di aiutare chiunque con i loro suggerimenti. Quei 2 post sono stati un successo per me e volevo condividere anche con altre sofferenze. Come un poster precedente diceva “non fare nulla” alla tua psoriasi, hanno anche affermato che ci sarebbe voluto del tempo, sì, è paziente, sono passati 2 mesi per me per arrivare a questo stadio.

Vorrei anche aggiungere che sono scoppiato con dermatite periorale dopo aver usato il cemento a contatto. Ho usato il tuo sito e ho applicato immediatamente ACV all'eruzione cutanea per un paio di giorni e ho applicato la crema di Calendula dopo che l'ACV si è asciugato per una settimana e in pochi giorni è guarito e in una settimana completamente sparito! Grazie mille per questo sito e per tutte le persone meravigliose che si prendono il tempo di aiutare gli altri!

Rispose Mary
San Diego, Ca
09/10/2010
5 su 5 stelle


Postato da Stephen (Cannelton, Indiana) il 03/11/2008

5 su 5 stelle

Ho deciso di provare l'olio di cocco per vedere se mi avrebbe aiutato a perdere peso. Mai, ma ho avuto un altro vantaggio collaterale interessante. Ha quasi completamente guarito il mio grave caso di psoriasi. Almeno è arrivato al punto che posso prestare poca o nessuna attenzione a questo disturbo che mi perseguita da quasi 40 anni ormai, da quando avevo 7 anni. Ho iniziato con due cucchiai di olio extra vergine di cocco, uno al mattino un tardo pomeriggio. Dopo la breve pausa che ha dimostrato che l'olio di cocco ha avuto un effetto sulla mia pelle, ho iniziato a usare le capsule di olio di cocco 1000 mg due volte al giorno, ma ho dovuto aumentare la dose a 2 1000 mg due volte al giorno. Non ho ancora avuto riacutizzazioni ed è stato quasi più di qualche mese quasi completamente (le vecchie cicatrici che iniziano a sbiadire) ora sono chiare.


Olio di cocco, olio di aloe vera, burro di karité

Postato da Cynthia (Bay Area, Ca) il 30/03/2011

5 su 5 stelle

Ho notato macchie rotonde rosse 2 sulle gambe e 1 sul braccio. Pensavo di avere tigna. Il dottore mi ha detto che era la psoriasi. Ero come ho fatto questo .. Comunque ho sempre usato l'Aloe Vera Oil .. (non gel). Ho messo olio di cocco, olio di aloe vera e burro di karité crudo .. Ha funzionato davvero. Non ho punti, nessun prurito, niente di niente ……..

Rispose Kelly
East Brunswic, Nj Usa
06/01/2011

Ha risposto Cynthia
Bay Area, Ca
2011/08/14


Olio di cocco, acqua calda

Postato da Julie (Az) il 10/01/2018

4 su 5 stelle

La mia psoriasi si è manifestata 3 anni fa – con una vendetta! Non sapevo cosa fosse, ei dottori erano all'oscuro (e prevedibilmente incuranti). Bruciava, bruciava e trasudava. Il prurito mi ha quasi fatto impazzire (o forse è riuscito – non sono sicuro – ahah). L'unica cosa che ha calmato la combustione è stato l'olio di cocco (extra vergine biologico) ma non è stato efficace al 100%. Di certo ha aiutato.

Per il prurito, ho scoperto per caso che gestire l'area sotto l'acqua MOLTO calda – quasi scottando – era incredibilmente efficace e il sollievo è durato per diverse ore (AH! Dolce sonno!) Ma ho avuto problemi logistici perché potevo accedere solo al rubinetto della vasca che ha impedito a molte aree di ottenere questo sollievo. Dovrai essere proprio ai controlli, poiché la tua pelle ti dirà “più caldo” o “più fresco” in base alle esigenze e varierà di volta in volta. Asciugare con un tovagliolo di carta e non applicare nulla sulla pelle.

Ci sono alcune teorie sul perché l'acqua calda funziona, una delle quali è che forza il rilascio di istamine attraverso la pelle. Ma per quanto ne so, nessuno sa davvero perché. Lo fa e basta.


Docce fredde

Postato da Katrina (Sterling, VA) il 28/08/2006

5 su 5 stelle

Dopo la morte di due amici molto stretti e un sacco di stress, ho finito con la psoriasi indotta da stress su tutta la mia testa, collo e spalla. Ho provato TUTTO OTC e alla fine non ha funzionato nulla, ho rinunciato e ho iniziato a risparmiare denaro per andare dal dottore. Mi sono imbattuto nella terapia con acqua fredda su questo sito e, sebbene non intendessi usarlo per trattare questo problema, lo ha sicuramente curato. Ho iniziato a fare docce con acqua fredda nei mesi più caldi qui in Virginia. Immediatamente ho notato l'aumento di energia e i miei capelli sono SUPER MORBIDI anche dopo mesi di duri shampoo psoriasi che hanno fatto diventare i miei capelli in paglia. Chiamami pazzo, ma sembra che la mia doccia non sia così sporca come prima quando usavo l'acqua calda. La mia carnagione è migliorata e c'è un'ovvia differenza nei miei pori. Fondamentalmente, non ho niente di negativo da dire sulle docce fredde. Dopo 2 mesi, non riesco nemmeno a sopportare una doccia calda ora.


Cortisolo

Postato da France (Pittsburgh, Pa) l'11 / 11/2014

5 su 5 stelle

Ho scoperto che la causa della mia psoriasi era dovuta a livelli elevati di cortisolo. Questo probabilmente aiuterebbe solo le persone che hanno sviluppato la psoriasi più avanti nella vita. Mi sono imbattuto in una cura, sì, una cura completa, quando ho iniziato a prendere un integratore naturale di supporto per l'insonnia. Quello che uso si chiama Interplexus Seriphos, ma ci sono molti altri trattamenti per abbassare il cortisolo disponibili. Fai testare i tuoi livelli di cortisolo per vedere se sono alti. Ero così scioccato quando tutta la mia psoriasi è completamente scomparsa. Non dire che questo funzionerà su persone che hanno sofferto di psoriasi per tutta la vita, ma ho sempre pensato che la mia psoriasi provenisse da livelli ormonali non sincronizzati. Ho iniziato a soffrire di psoriasi dopo la menopausa. Spero davvero che questo aiuti qualcun altro là fuori che soffre di questa malattia.


Terra di diatomee

Postato da Anonimo (Campbell, Ca) il 05/06/2013

5 su 5 stelle

Sono una donna di 68 anni e ho avuto la psoriasi su un gomito per almeno 6 anni. L'area della pelle interessata aveva un diametro di circa 1 1/2 pollici. Ho letto su Internet che la terra di diatomee avrebbe risolto questo problema. Ho acquistato un pacchetto da 25 sterline di terra di diatomee umana (DE) per circa $ 25,00 su Internet. L'importo giornaliero suggerito da prendere è 1 cucchiaio da tavola colmo in un bicchiere d'acqua. Ho preso questo importo per 4 settimane e la psoriasi è completamente scomparsa. Diversi siti web hanno anche suggerito di fare una pasta di terra e posizionarla sulla zona interessata. L'ho fatto diverse volte, ma poi ho semplicemente messo la terra in acqua su base giornaliera e l'ho bevuta. Questo potrebbe funzionare più velocemente se hai fatto sia la pasta che bevuto il DE in acqua. Ho smesso di usare la pasta perché mi stava addosso. Avevo provato l'aloe vera e altre lozioni per la pelle e non funzionava. La terra biatomica è silice e sembra probabile che si tratti di una carenza di silice nella dieta. È possibile acquistare quantità minori di DE a un prezzo inferiore se questo è tutto ciò per cui si desidera utilizzarlo. La mia ipotesi è che ci vorrebbe più tempo per chiarire la psoriasi che copre un'area più ampia. Sono rimasto davvero sorpreso dal fatto che ciò abbia funzionato in così poco tempo. Il motivo per cui ho provato questo è che ho letto testimonianze su almeno 6 siti Web che hanno affermato che questo è efficace per sbarazzarsi della psoriasi. Continuerò a utilizzare DE. Se questa è una carenza nella dieta, la mia ipotesi è che sarebbe bene assumere DE almeno più volte alla settimana su base continuativa. Oltre a lavorare sulla psoriasi, è molto economico. Se usato solo per la psoriasi, un sacco da 25 libbre dovrebbe durare per molti anni – probabilmente il motivo per cui questo non è promosso dall'industria medica affermata.

Ho acquistato la maggior quantità di DE come volevo usarla per il controllo dei parassiti del giardino. DE ha più di 100 usi per la salute, gli animali domestici, il giardino e la casa, non è un prodotto chimico e non ha effetti collaterali pericolosi per le persone o gli animali domestici.

Ha risposto Carrie
Florida, Stati Uniti
2015/03/24


Suggerimenti dietetici ed erboristici

Postato da Amrita (Delhi, India) il 26/01/2009

5 su 5 stelle

ho avuto la psoriasi negli ultimi 10 anni. dopo essere stato trattato con tutti i tipi di terapie, ho iniziato un trattamento olistico. il dr ha iniziato la mia disintossicazione come coloniche, detergenti per l'acidità e anche con alcune erbe. con mia sorpresa, ho visto un miglioramento entro una settimana. sono stato anche messo su diversi tipi di frutta e succhi di verdura. stavo anche eseguendo regolarmente esercizi di stretching ed esercizi di respirazione e alla fine ho preso alcune erbe per correggere il mio sistema immunitario. per gli ultimi 3 anni non ho notato alcun sintomo della malattia. sto mangiando bene e sto vivendo gioiosamente. PSORIASIS è diventata una storia. nella mia apertura la TERAPIA OLISTICA è l'unica soluzione per questa malattia. conosco anche altre persone che sono libere da questa malattia dopo una lunga sofferenza. thanx


Postato da Yigal (Nord Israele) il 21/09/2008

5 su 5 stelle

Psoriasi: evitare lo zucchero ha davvero aiutato il mio amico. Anche le gocce di olio di enotera sono molto buone. Crema di Neem esternamente. Anche la pulizia del sangue e del fegato è importante.


Cambiamenti dietetici

Postato da Cholasman (Mumbai, India) il 18/05/2015

Sono nuovo qui e leggere questo forum mi fa sentire meglio con me stesso. Ho sviluppato la psoriasi del cuoio capelluto sul mio cuoio capelluto nel mio ultimo anno di college nel 2003. Quando ho avuto per la prima volta un'epidemia, gran parte del mio cuoio capelluto era MOLTO rosso. Questo rossore era solo sul cuoio capelluto e non andava da nessun'altra parte della mia testa. Dopo anni passati ad avere il cuoio capelluto traballante / rosso e pruriginoso, ho iniziato a rendermi conto che il cibo stava contribuendo ad esso. Latticini e glutine sono gli alimenti più problematici. Ho anche notato che la salsa di pomodoro, i peperoni, le arachidi e la carne rossa grassa contribuiscono in qualche modo alla desquamazione. Onestamente non so dire se le uova causano un problema o meno, poiché ho notato che quando mangio le uova, in qualche modo idratano il mio cuoio capelluto, diventa leggermente oleoso. Qualcuno sa perché questo accade? Sono allergico alle uova o è un risultato del suo profilo nutrizionale? Comunque, in questo momento ho solo un problema sul mio cuoio capelluto. Ho 2 cerotti rossi che mi scendono sulla fronte, quindi non posso nasconderlo ed è imbarazzante.

Risposto da Om
Spero, Canada Canada
2015/05/19

Ha risposto di gratitudine
Nord-est, Stati Uniti
2015/05/20


Ha risposto Brad
Rhode Island
2015/04/19

Ha risposto Stonefieldsian
Auckland, Nuova Zelanda.
2015/04/20


Psorilax:opinioni |psoriasi crema migliore

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, originale

Cura della pelle naturale - Dr. Ax

Sebbene la maggior parte delle persone non se ne accorga, i loro prodotti preferiti per la cura della pelle possono contribuire in modo significativo a ingredienti, tossine e sostanze chimiche dannose. Lo chiamo “il vero prezzo della bellezza”. Il fatto è che la maggior parte dei prodotti di bellezza acquistati in negozio e prodotti in commercio vengono confezionati con colori, fragranze, conservanti e stabilizzanti artificiali che possono essere facilmente assorbiti attraverso i pori della pelle, causando potenzialmente una serie di effetti negativi a lungo termine sulla salute.

I prodotti chimici presenti nei prodotti di bellezza possono essere dannosi durante tutto il loro ciclo di vita, dal modo in cui sono prodotti e utilizzati dai consumatori, ai metodi di smaltimento e al loro impatto negativo sull'ambiente.

Cosa significa questo per la tua routine di bellezza? La buona notizia è che ci sono ancora molti modi naturali per rendere la tua pelle – e anche i tuoi capelli, denti o unghie – al meglio senza dover acquistare prodotti commerciali costosi e dannosi. Le donne di tutto il mondo usano i prodotti per la cura della pelle naturale da secoli e hanno alcune delle pelli più ammirevoli da mostrare!


La tossicità nascosta della maggior parte dei prodotti di bellezza

Sfortunatamente, oggi è una realtà che la maggior parte dei prodotti di serie che usiamo ogni giorno – sia per la cura della bellezza personale, la pulizia della casa o la conservazione di cose come gli alimenti in plastica – sono caricati con infiniti ingredienti sintetici che possono finire per causare più danni che benefici.

L'acquisto di prodotti per la cura della pelle può essere complicato in questi giorni, con così tante diverse opzioni disponibili e elenchi di ingredienti infiniti e difficili da pronunciare su ogni pacchetto di lavaggio del viso, lozione e scrub. Conoscendo il potenziale per i prodotti commercialmente venduti di assorbire direttamente nella tua pelle e causare seri problemi, vuoi davvero tenere d'occhio cosa viene aggiunto ai tuoi prodotti e come reagisce la tua pelle.

Quando cerchi prodotti per la cura della pelle, segui le stesse regole che segui per una dieta sana: caccia agli ingredienti non trasformati, senza sostanze chimiche aggressive o artificiali! Fondamentalmente, più si avvicina alla natura del prodotto naturale per la pelle, più la tua pelle saprà cosa fare con i suoi ingredienti benefici al fine di migliorare la salute della tua pelle.

I prodotti per la cura della pelle acquistati in negozio in genere contengono ingredienti tossici e fragranze chimiche che sono collegati a tutti i tipi di problemi, da problemi ormonali, periodi irregolari e infertilità alle allergie e persino al cancro.

Una delle conseguenze più significative dell'esposizione alle tossine accumulata dai prodotti per la cura della pelle artificiale è squilibri ormonali, poiché molti prodotti contengono interferenti ormonali. Questi ormoni esterni o esogeni presenti nei prodotti commerciali sono sostanze prodotte al di fuori del corpo che possono agire come o influenzare gli ormoni all'interno del corpo. Includono ormoni sintetici e brevettabili che influenzano negativamente il sistema endocrino e possono influire sul ciclo mestruale delle donne, sulla fertilità e persino sui livelli ormonali negli uomini.

Chiamato spesso perturbatori endocrini, alcune di queste strutture molecolari di sostanze chimiche assomigliano così tanto agli estrogeni naturali che si adattano agli stessi recettori del corpo. O si legano a questi recettori – quindi i tuoi ormoni non funzionano come dovrebbero – e attivano e disattivano i geni, amplificano gli aspetti negativi degli estrogeni o viaggiano nel nucleo delle cellule, dove esercitano un effetto negativo su cromosomi o DNA.

Come è permesso tutto ciò? Per mettere le cose in prospettiva per te, ecco alcuni fatti degni di nota sui prodotti di bellezza acquistati in negozio:

• La regolamentazione dei prodotti cosmetici e per la cura della persona è limitata; esiste solo un semplice processo di approvazione affinché un prodotto possa essere approvato per uso commerciale.

• La maggior parte delle etichette degli ingredienti per la cura della pelle acquistate in negozio può essere assolutamente spaventosa! Ci sono migliaia di sostanze chimiche nei tuoi prodotti – e non commettere errori, di solito vengono assorbite direttamente nel tuo corpo. C'è poca revisione o approvazione da parte del governo perché l'industria della cura della pelle è altamente non regolamentata anche negli Stati Uniti.

• La maggior parte dei prodotti per la cura della pelle e la bellezza, inclusi detergenti, lozioni e scrub, utilizzano come base i composti inorganici e i gel a base di petrolio. Gli oli minerali non sono raccolti naturalmente dalle piante. Quando un ingrediente è fatto con sostanze chimiche, in realtà ostruisce i pori. La tua pelle perde la sua naturale capacità di espellere le tossine, causando un aumento dell'acne e segni dell'invecchiamento.

• Alcune sostanze chimiche nocive utilizzate nei lavaggi, negli scrub e nelle lozioni acquistati in negozio includono parabeni pericolosi (usati per la conservazione), colori sintetici (derivati ​​da fonti di catrame di petrolio o carbone), fragranza (che è associata ad allergie e difficoltà respiratorie), toluene (che viene anche utilizzato per dissolvere la vernice) e sodio lauril solfato o SLS (che può causare danni ai reni e alle vie respiratorie). E questi sono solo alcuni degli ingredienti aggressivi! È per questo che sembra un semplice lo shampoo può davvero farti del male. Se l'obiettivo di utilizzare questi prodotti è apparire e sentirsi belli, ovviamente questo è un grosso problema.

• Mettere sostanze chimiche sul corpo limiterà i naturali processi di guarigione della pelle. Il sistema immunitario del tuo corpo, la salute dei tuoi occhi e il tuo sistema respiratorio possono essere danneggiati da sostanze chimiche e additivi malsani. Inoltre, molte di queste sostanze chimiche sono irritanti per la pelle, portando a pelle rossa, secca e screpolata.

• È anche meglio per l'ambiente creare scrub e lozioni fatti in casa. Gli oli a base di petrolio sono prodotti con combustibili fossili insostenibili. Inoltre, l'imballaggio di plastica è un enorme spreco; pensa a tutti quei barattoli e bottiglie di plastica che in seguito dovranno essere smaltiti, molti dei quali non vengono riciclati dai clienti.

Correlati: che cos'è un estetista? Formazione, vantaggi, trattamenti e altro


I 13 migliori ingredienti per la cura della pelle naturale

Ci sono più prodotti naturali per la cura della pelle disponibili ora che mai e la loro lunga lista di benefici oltre alla pelle dall'aspetto eccezionale potrebbe venire come una sorpresa per te. Quando usi regolarmente prodotti naturali come questo, non solo stai abbellendo la tua pelle, ma stai anche assorbendo antiossidanti, migliorando la resistenza ai raggi UV della tua pelle e stimolando il sistema immunitario, pure.

Applicare ingredienti non trasformati e integrali sulla pelle – molti dei quali probabilmente hai già e già cucinato nella tua cucina – ti farà amare la tua pelle, anche se sei qualcuno che ha la pelle sensibile o ha lottato in passato con la pulizia problemi difficili legati alla pelle.

Inizia a ripetere la tua routine di bellezza provando questi 13 prodotti naturali per la cura della pelle:

1. Olio di cocco

Uno degli ingredienti per la pelle (e il cibo) più versatili che ci siano, I benefici della pelle dell'olio di cocco comprendono: rafforzare il tessuto epidermico sottostante, rimuovere le cellule morte della pelle, proteggerci dalle scottature solari e contenere proprietà antibatteriche, antivirali, antifungine e antiossidanti. La ricerca mostra anche che l'olio di cocco è abbastanza forte da combattere le malattie della pelle croniche caratterizzate da difetti nella funzione di barriera epidermica e infiammazione cutanea, inclusa la dermatite atopica (AD). (1)

Uso olio di cocco su pelle e capelli per aiutare a pulire, idratare, rimuovere il trucco, curare ferite o cicatrici più velocemente e prevenire l'ustione del rasoio. L'olio di cocco utilizzato internamente è anche benefico per il tuo aspetto. Contiene proprietà antibatteriche e antinfiammatorie, oltre a carichi di grassi sani che aiutano a nutrire l'intestino e ad aumentare la funzione immunitaria.

La pelle sana è proprio come qualsiasi altro organo del tuo corpo: ha continuamente bisogno di ossigeno e sostanze nutritive per essere portato alle cellule e le tossine devono essere lavate via. Pertanto, l'olio di cocco aiuta con ormonale e funzione digestiva è fondamentale per una salute ottimale della pelle.

2. Olio dell'albero del tè

Tea tree (Melaleuca alternifolia) è stato usato per centinaia di anni in Australia per combattere sblocchi, arrossamenti e infiammazioni sulla pelle. Mentre molte persone reagiscono duramente agli ingredienti tipici del trattamento dell'acne come l'acido, l'olio dell'albero del tè è generalmente ben tollerato e presenta pochi, se non nessuno, dei cattivi effetti collaterali quando combinato con un olio vettore e applicato direttamente sulla pelle. Usi dell'olio dell'albero del tè includono il lavoro come antinfiammatorio naturale, antibatterico, antimicrobico e antimicotico – i suoi prodotti fitochimici lo rendono uno degli oli essenziali per la cura della pelle naturale più versatili e popolari che ci siano.

Gli olii volatili dell'albero del tè provengono da circa 230 diverse specie di piante, quasi tutte originarie dell'Australia. I principali ingredienti attivi responsabili della sua capacità di ridurre i batteri nocivi comprendono idrocarburi terpenici, monoterpeni e sesquiterpeni. Le ricerche hanno osservato oltre 100 diversi componenti chimici e idrocarburi volatili che sono considerati aromatici e in grado di viaggiare attraverso l'aria, i pori della pelle e le mucose per fornire benefici curativi. Ecco perché l'olio dell'albero del tè è la parte fondamentale del meglio rimedi casalinghi per l'acne.

3. Aceto di mele

Un prodotto per la cura della pelle naturale estremamente versatile ed economico, benefici dell'aceto di mele includono aiutare ad uccidere i patogeni (come i batteri), eliminare i problemi della pelle causati da problemi intestinali, pulire la pelle e aiutare a fermare l'acne, oltre a fornire proprietà antifungine. L'uso dell'ACV per problemi della pelle risale a Ippocrate (460-377 a.C.), considerato “il padre della medicina moderna” e credente nell'uso dell'ACV antifungino e del miele crudo per la pulizia delle ulcerazioni e il trattamento delle piaghe della pelle . (2)

Contiene anche acido acetico altamente benefico e alcune vitamine simili potassio e magnesio che lo rendono un agente disintossicante se consumato internamente, poiché aumenta la funzionalità epatica e aiuta a bilanciare i batteri nell'intestino.

4. Miele crudo

Il miele crudo è una delle migliori fonti naturali di nutrienti, enzimi, vitamine e acidi che stimolano la pelle. Benefici del miele crudo includere la riduzione di sblocchi, fornire proprietà idratanti, contenenti qualità antisettiche, incoraggiare la guarigione delle ferite, combattere allergie o eruzioni cutanee e contribuire a ridurre le cicatrici. Il miele crudo è non riscaldato, non trasformato e non pastorizzato a differenza della maggior parte dei mieli disponibili nei negozi di alimentari. Pertanto, è in grado di mantenere intatti tutti i suoi nutrienti poiché non vengono distrutti dal trattamento.

Come miele antimicrobico è particolarmente indicato come medicazione per ferite e ustioni. (3) È stato anche incluso nei trattamenti usati per curare infezioni batteriche, forfora, dermatite da pannolino, psoriasi e altro.

Il miele è anche un ottimo prodotto per la cura della pelle naturale fatto in casa come cura dell'acne perché può essere utilizzato nei detergenti per il viso anche su tipi di pelle sensibile o mista. Prendi mezzo cucchiaino, scalda tra le mani e stendi delicatamente sul viso, lascialo agire per 10 minuti, quindi risciacqua con acqua tiepida e asciuga. Per usarlo come esfoliante per la pelle secca invernale, prova ad aggiungere due tazze di miele a un bagno, immergiti per 15 minuti, quindi aggiungi una tazza di bicarbonato di sodio per gli ultimi 15 minuti.

5. Sale marino

Il sale marino viene caricato con tonnellate di minerali e sostanze nutritive come magnesio, calcio, sodio e potassio che assorbe dall'acqua di mare dove viene prodotto. Molti di questi minerali sono gli stessi che si trovano nelle nostre cellule della pelle e all'interno dei nostri corpi, motivo per cui il vero sale marino può aiutare a bilanciare, proteggere e ripristinare la pelle.

Usa reale Sali del mare dell'Himalaya o celtici in maschere facciali, tonici e scrub fatti in casa con altri ingredienti che stimolano la pelle come l'olio di cocco, olio essenziale di lavanda e miele crudo. Il sale contiene proprietà anti-infiammatorie per lenire la pelle e calmare i sblocchi, rimuovere le cellule morte e l'irritazione, bilanciare la produzione di olio e aiutare la pelle a mantenere i livelli di umidità.

Crea il tuo scrub fatto in casa mescolando due cucchiaini di sale marino con quattro cucchiaini di miele crudo, quindi applica il composto in modo uniforme sulla pelle pulita, strofinalo delicatamente, lascialo riposare per 15 minuti e risciacqua. Allo stesso modo, gli scrub allo zucchero sono simili ed entrambi i tipi sono abbastanza delicati da utilizzare più volte alla settimana per prevenire i pori ostruiti e aiutare con il rinnovamento e il rinnovamento delle cellule.

6. Avocado

Un frutto grasso ultra-idratante, il benefici degli avocado includere contenenti vitamine A, D ed E che sono in grado di penetrare nella pelle. Aiuta a lenire la pelle bruciata dal sole, può aumentare la produzione di collagene e trattare le macchie dell'età. Funziona anche per ridurre l'infiammazione della pelle quando si applica localmente e può fare lo stesso internamente quando viene mangiato. Montare a Maschera viso fatta in casa con avocado con avocado fresco combinato con olii essenziali, miele o olio vettore per ricostituire l'idratazione e lasciare la pelle sensazione di rugiada.

Guida alla cura della pelle naturale - Dr. Ax

7. Olio essenziale di limone

Con i suoi forti componenti antibatterici in grado di ridurre anche i ceppi di batteri mortalmente pericolosi, olio essenziale di limone può essere usato per ridurre i sblocchi dell'acne causati da alti livelli di batteri bloccati nei pori. (4) È anche utile per sbiadire cicatrici e macchie dell'età, può esfoliare la pelle, schiarire e schiarire la pelle, tonificare la pelle grassa e combattere le rughe.

L'olio di limone è uno dei più oli essenziali versatili da avere a portata di mano perché può essere usato come sbiancante per denti, deodorante per bucato, crema anticellulite, detergente per il viso e detergente per la casa! Mescolalo con un olio vettore come l'olio di jojoba e massaggia nelle zone problematiche della pelle. Puoi anche usarlo sui tuoi capelli per aumentare la lucentezza e rimuovere i residui.

8. Olio di argan

Originario del Marocco e usato lì da generazioni, l'olio di argan è così curativo perché ricco di vitamina A e vitamina E, vari antiossidanti, acidi grassi omega-6 e acido linoleico. L'argan non è solo ottimo per idratare delicatamente la pelle, ma aumenta anche la lucentezza e la salute dei capelli.

Applicare una piccola quantità di olio di Argan direttamente sulla pelle normale o problematica due volte al giorno per aiutare a curare le irritazioni come acne, punture di insetti, eczema e psoriasi, lasciando la sensazione della pelle e un aspetto giovane.

9. Aloe Vera

Molte persone si associano benefici dell'aloe vera con scottature solari curative, ma sapevi che l'aloe contiene anche ingredienti che combattono i batteri e calmano l'infiammazione, il rossore e il prurito? Per centinaia di anni l'aloe è stata utilizzata per trattare malattie della pelle, infezioni e come trattamento naturale per le malattie fungine nella medicina tradizionale cinese.

Recenti risultati della ricerca suggeriscono che l'aloe vera è efficace per le ustioni e la guarigione delle ferite, ma sorprendentemente ti disintossica anche dall'interno. (5) Al punto che, se assunto per via orale, l'aloe può persino ridurre il numero e le dimensioni di tumori e parassiti nel fegato, nella milza e nel midollo osseo.

Le piante di aloe vera producono due sostanze usate per la medicina: il gel trovato nelle cellule al centro della foglia e il lattice che si ottiene dalle cellule appena sotto la pelle delle foglie. Questi possono essere usati come a rimedio naturale per la cura della pelle per le ustioni, congelamento, psoriasi e herpes labiale.

L'aloe vera è considerata la forma più biologicamente attiva del Aloe barbadensis miller specie e contiene più di 75 ingredienti potenzialmente attivi tra cui antinfiammatori, vitamine, minerali, saccaridi, aminoacidi, acidi grassi, enzimi, lignina e acidi salicilici. Ci sono ciò che dà all'aloe le sue proprietà antimicrobiche e antimicotiche che lo rendono una “terapia fotodinamica” per la guarigione della pelle. (6)

10. Olio di jojoba

Uno degli oli vettore più utilizzati, olio di jojoba è estremamente idratante e può aiutare a curare ustioni, piaghe, cicatrici, dermatiti, psoriasi da acne e rughe. Originario degli Stati Uniti meridionali e del Messico, questo olio è stato usato per generazioni per curare acne, psoriasi, scottature solari e pelle screpolata. Viene anche usato per ridurre la calvizie perché favorisce la ricrescita dei capelli, lenisce la pelle e sblocca i follicoli piliferi.

Quando si tratta della struttura chimica dell'olio di jojoba, è unica in quanto è una cera polinsaturata. Come cera, l'olio di jojoba è particolarmente utile per proteggere la pelle, fornire controllo dell'umidità e lenire la pelle e i capelli.

11. Olio di mandorle

Probabilmente sai già dei molti benefici nutrizionali delle mandorle, ma forse sei nuovo nell'uso dell'olio di mandorle sulla pelle. L'olio di mandorle non solo ha un ottimo profumo, ma ha proprietà antinfiammatorie, antivirali, antibatteriche e antisettiche. È un ottimo olio vettore per oli essenziali trattare in modo naturale le eruzioni cutanee, acne o secchezza. Si fonde facilmente anche con molti odori diversi, quindi prova in esso lavaggi, maschere o lozioni fatti in casa.

12. Burro di karité

Il burro di karité è stato usato come prodotto naturale per la cura della pelle in Africa per centinaia di anni, dove è ancora oggi ampiamente coltivato e spedito in tutto il mondo. Offre eccellenti opzioni idratanti per i tipi di pelle secca ed è economico ma efficace nel ridurre desquamazione, arrossamento o desquamazione.

Provalo in a Burro fatto in casa per la cura della pelle mescolato con i tuoi oli essenziali preferiti come incenso, eucalipto o olio di bergamotto o con olio di lavanda e menta nel mio balsamo per le labbra fatto in casa.

13. Olio di ricino

Utilizzato per pulire la pelle, l'olio di ricino è in realtà un “olio essiccante”, anche se potrebbe sembrare controintuitivo. Per la pulizia del viso, devi solo usare una quantità molto piccola, circa un cucchiaino di olio di ricino, mescolato in 1/4 di tazza di un altro olio come il cocco o la mandorla. Strofina sul viso e massaggia, quindi risciacqua con acqua tiepida per eliminare le impurità.

Correlati: che cos'è l'acido stearico? Principali usi per Skin & Beyond


Altri consigli per la cura della pelle naturale

Durante l'utilizzo di questi ingredienti naturali può essere molto efficace per curare la pelle o problemi, quello che metti in il tuo corpo, ovviamente, gioca anche un ruolo enorme nel tuo aspetto esteriore. Probabilmente hai notato in prima persona come una dieta sana, un buon sonno, un regolare esercizio fisico e bere molta acqua possono migliorare l'aspetto di qualcuno. Oltre a integrare questi fattori di stile di vita primari nella tua routine di bellezza, alcuni integratori possono anche aiutare a migliorare l'efficacia del tuo regime di bellezza.

Ti consiglio di continuare a concentrarti sull'uso dei prodotti naturali per la cura della pelle di cui sopra regolarmente e abbandonare le versioni dure e artificiali, ma puoi anche provare alcuni di questi altri utili prodotti e strategie per aiutare a guarire la pelle, i capelli o altre bellezze problemi:

Prova i probiotici

Benefici probiotici sono sicuramente passati ai riflettori principali negli ultimi anni e per buoni motivi. I probiotici, i “batteri buoni” che aiutano a bilanciare il nostro ambiente intestinale, sono legati a una migliore immunità, controllo ormonale, regolazione dell'appetito e livelli di energia. Possono aiutare il tuo sistema immunitario e nervoso a gestire le tossine come batteri cattivi, lieviti, virus, funghi e parassiti che possono comparire sulla tua pelle.

Prendi un olio di fegato di merluzzo con supplemento di Omega-3 di qualità

Omega-3 sono carichi di acidi grassi sani che aiutano a mantenere la pelle idratata ed elastica. Aiutano anche a regolare la funzione ormonale, la salute del sistema nervoso e la funzione immunitaria. L'olio di fegato di merluzzo è anche un'ottima fonte di vitamine A, D e K, omega-3 e antiossidanti amanti della pelle.

Prendi in considerazione l'utilizzo di proteine ​​di collagene

Proteine ​​di collagene sta crescendo in popolarità come uno dei migliori integratori naturali per la cura della pelle disponibili oggi. Il collagene aiuta a costruire cellule della pelle sane ed è parzialmente responsabile per l'elasticità, la morbidezza e la compattezza giovanili della pelle.

Mentre molti prodotti topici aggiungono collagene alla loro formula per aumentarne il fascino, in realtà è molto più efficace se assunto internamente. Il collagene è in realtà troppo grande per assorbire attraverso la pelle e deve essere prodotto internamente per i migliori risultati.

Bere molta acqua

Ci sono molti motivi per cui dovresti bere abbastanza acqua, tra cui è una delle cose migliori che puoi fare per prenderti cura della tua pelle. La maggior parte degli esperti consiglia di assumere almeno otto bicchieri di acqua naturale ogni giorno, e probabilmente anche di più se si soffre di pelle secca e fastidiosa. L'acqua costituisce circa il 70 percento del tuo corpo e anche una porzione molto grande della tua pelle!

L'acqua aiuta a scovare le tossine dal nostro flusso sanguigno e dalle nostre cellule, permettendo al tuo corpo di sperimentare una “disintossicazione” e di rimuovere cose come batteri e rifiuti dall'influenza sulla tua pelle. Naturalmente, l'acqua svolge un ruolo importante nel mantenere la pelle idratata e apparire giovane – senza abbastanza, sembriamo invecchiata e opaca e possiamo soffrire di pelle ruvida e screpolata.

Dormi bene e riduci lo stress

Considera se una mancanza di sonno e alti livelli di stress potrebbero causare uno squilibrio ormonale che sta portando a sblocchi. Non riesco a dormire? Dovresti sapere che il “sonno di bellezza” è molto più di un semplice dire sciocco: una buona notte di sonno è davvero il luogo in cui la magia accade quando si tratta di una pelle sana.

Dormire a sufficienza è fondamentale per una buona pelle, perché quando dormi, i tuoi “ormoni felici” sono al massimo e gli ormoni dello stress al minimo. Ciò significa che il tuo corpo ha l'energia da utilizzare per dedicarsi a cose come la corretta digestione, la crescita muscolare e la riparazione della pelle, così ti svegli con un aspetto rinfrescato.

Non dormire bene ha un effetto simile sul corpo che fa lo stress. Sia lo stress che la mancanza di sonno fanno risparmiare energia al tuo corpo, quindi la salute della pelle viene compromessa. Quindi, considera di implementare anche strategie naturali per il sonno modi per eliminare lo stress.

Infine, se soffri ancora di acne e frequenti problemi di pelle: mangia un sacco di verdure a foglia verde e considera rinunciare al glutine, zucchero e prodotti lattiero-caseari.

Leggi il prossimo: 5 rimedi naturali per i deodoranti, oltre a come crearne uno tuo!

Psorilax:Come si può |token crema psoriasi prezzo

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, quanto costa

Psoriasi a placche

Fonte: Dr P Marazzi / Science Photo Library

La psoriasi a placche è caratterizzata da placche eritematose e ipercheratosiche bianco-argentee ben definite che si verificano sulle superfici estensorie del corpo (ad es. Gomiti, ginocchia e parte bassa della schiena)

Tradizionalmente, la psoriasi era considerata solo come un problema della pelle; tuttavia, ora è meglio descritta come una malattia complessa, multifattoriale e infiammatoria(1). Si pensa che la psoriasi colpisca tra il 2% e il 4% della popolazione nei paesi occidentalizzati(2) e sebbene non sia pericoloso per la vita, è associato a un significativo deterioramento della qualità della vita, che colpisce il lavoro, la famiglia e le relazioni sessuali, nonché il benessere fisico e psicologico(3),(4). Inoltre, la natura visibile della condizione è stata segnalata dai pazienti come uno degli aspetti più difficili(5).

Entrambi i sessi sono colpiti allo stesso modo e, per la maggior parte dei pazienti (75%), la psoriasi si manifesta per la prima volta tra i 15 ei 25 anni, mentre il resto delle persone colpite presenta sintomi di età compresa tra i 55 ei 60 anni.(6).

Esistono diverse forme di psoriasi (vedi Tabella 1 e Fotoguida 1), ma la più comune – che rappresenta fino al 90% di tutti i casi – è la psoriasi cronica a placche(7). Questo articolo si concentrerà sulla gestione dei pazienti adulti con psoriasi a placche nelle cure primarie, ma non discuterà l'uso di speciali – coperti nelle pubblicazioni della British Association of Dermatologists – o una discussione sui trattamenti forniti ai pazienti nelle cure secondarie.

Tabella 1: diversi tipi di psoriasi, aspetto clinico e trattamento
Tipo di psoriasi Aspetto clinico Trattamento
Psoriasi guttata Tipicamente si presenta come piccole placche ovali (1 mm – 10 mm), squamose, dal rosso al rosa su tutto il corpo. Più comune nei bambini e nei giovani, ma può verificarsi negli adulti ed è spesso preceduto da un'infezione da streptococco alla gola Sebbene la condizione possa risolversi senza trattamento, la terapia con raggi ultravioletti (UV) viene spesso utilizzata due o tre volte a settimana per un massimo di otto settimane
Psoriasi pustolosa Caratterizzato da pustole bianche circondate da pelle infiammata. Spesso visto negli adulti; può essere localizzato (mani / palmi) o può coprire la maggior parte del corpo (psoriasi pustolosa generalizzata). I pazienti sviluppano la pelle infiammata e in poche ore sviluppano pustole che possono fondersi per formare laghi di pus La psoriasi pustolosa generalizzata è un'emergenza medica e la morte può avvenire per insufficienza cardiorespiratoria. La gestione secondaria prevede la prevenzione della perdita di liquidi, la stabilizzazione della temperatura corporea e la correzione dell'equilibrio elettrolitico
Psoriasi inversa o flessionale Colpisce le regioni intertriginose del corpo (ascella, fessura natale, regione genitale). L'aspetto tipico può essere descritto come lesioni rosse lucide, ben definite, senza scaglie aderenti Steroidi topici di lieve potenza spesso in combinazione con un agente antifungino, a causa del potenziale di infezioni fungine coesistenti. Possono essere utilizzati anche analoghi della vitamina D come il calcitriolo. Tuttavia, il patch test su una piccola area della pelle è utile prima di tutto a causa del potenziale di irritazione
Psoriasi pustolosa palmo-plantare Si presenta come una serie di pustole sterili che si verificano sulle mani (palmi) e sulle piante dei piedi È stata utilizzata una gamma di opzioni di trattamento tra cui steroidi topici, catrame di carbone, acitretina e fototerapia
Psoriasi eritrodermica Un rossore generalizzato e la perdita della pelle possono essere descritti come l'aspetto di una pelle bruciata. La condizione può manifestarsi in modo acuto o svilupparsi nell'arco di pochi giorni o addirittura settimane Una condizione potenzialmente pericolosa per la vita e richiede il ricovero in ospedale. Il trattamento prevede un agente psoriasico sistemico, combinato con emollienti, steroidi topici e correzione degli squilibri di liquidi

Fotoguida che mostra la psoriasi guttata, flettente, eritrodermica, palmo-plantare e pustolosa

Fotoguida 1: diversi tipi di psoriasi

Fonte: Science Photo Library

1. Psoriasi guttata: Piccole placche ovali (1–10 mm), squamose, da rosso a rosa su tutto il corpo. Più comune nei bambini e nei giovani, ma può verificarsi negli adulti ed è spesso preceduto da un'infezione da streptococco alla gola.
2. Psoriasi flessionale sotto il seno: Lesioni rosso brillante, ben definite e prive di squame aderenti, interessano le regioni intertriginose del corpo.
3. Psoriasi eritrodermica: Il rossore generalizzato e la perdita della pelle possono essere descritti come l'aspetto di una pelle bruciata.
4. Psoriasi palmoplantare: Serie di pustole sterili che si verificano sulle mani (palmi) e sulle piante dei piedi.
5. Psoriasi pustolosa: Caratterizzato da pustole bianche circondate da pelle infiammata. Spesso visto negli adulti; può essere localizzato (mani / palmi) o può coprire la maggior parte del corpo (psoriasi pustolosa generalizzata). I pazienti sviluppano la pelle infiammata e, in poche ore, le pustole possono fondersi per formare laghi di pus

fisiopatologia

La causa precisa della psoriasi rimane poco chiara, ma è probabile che sia responsabile una combinazione di fattori genetici, ambientali e immunologici. Prima degli anni '80, si credeva che la psoriasi fosse esclusivamente il risultato della disregolazione dei cheratinociti, che portava all'iper proliferazione di queste cellule nell'epidermide. Il lavoro successivo ha suggerito che la psoriasi fosse una malattia mediata dalle cellule T e l'importante ruolo della citochina pro-infiammatoria, fattore di necrosi tumorale alfa (TNF-α), nella psoriasi è stato illustrato in uno studio che utilizza l'agente anti-TNF-α, etanercept , in pazienti con artrite psoriasica. Dei 19 pazienti nel gruppo etanercept che avevano la psoriasi, 5 pazienti hanno ottenuto un miglioramento significativo della loro psoriasi, rispetto a nessuno nel gruppo placebo(8). Il lavoro successivo ha dimostrato che altre interleuchine (IL), come IL23 e IL17A, hanno un ruolo importante nella malattia, sebbene non sia stato ancora spiegato esattamente come queste interagiscono per causare la psoriasi(9).

Diagnosi

Sintomi

Clinicamente, la psoriasi a placche è caratterizzata da placche eritematose e ipercheratosiche bianco-argentee ben definite che si presentano sulle superfici estensorie del corpo (ad es. Gomiti, ginocchia e parte bassa della schiena), ma la psoriasi colpisce anche il cuoio capelluto (vedi Fotoguida 2). Molti pazienti sperimentano anche alterazioni delle unghie, inclusa una crescita anormale della lamina ungueale che porta alla caratteristica vaiolatura, un accumulo di materiale cheratinoso sotto l'unghia (ipercheratosi subungueale) e onicolisi (separazione dell'unghia dal suo letto) (vedere Fotoguida 2) .

Photoguide che mostra la psoriasi del cuoio capelluto e delle unghie

Fotoguida 2: Psoriasi del cuoio capelluto e delle unghie

Fonte: Science Photo Library

A. Psoriasi del cuoio capelluto: Placche di desquamazione ipercheratosiche bianco-argentee eritematose ben definite.
B. Psoriasi delle unghie: Crescita anormale della lamina ungueale che porta alla caratteristica vaiolatura, un accumulo di materiale cheratinoso sotto l'unghia (ipercheratosi subungueale) e onicolisi (separazione dell'unghia dal suo letto)

La psoriasi si verifica, anche se meno comunemente, nei bambini, dove può essere diagnosticata erroneamente come eczema atopico, poiché il ridimensionamento è meno prominente e le lesioni spesso colpiscono il viso.

Comorbidità comuni e fattori di rischio

Diversi fattori dello stile di vita sembrano essere associati alla psoriasi. Uno studio caso-controllo italiano ha rilevato che il fumo di sigaretta, l'indice di massa corporea e lo stress sembravano tutti correlati indipendentemente con la psoriasi(10). Altri studi hanno dimostrato un'associazione tra psoriasi e obesità(11), consumo di alcool(12) e inattività fisica(13). Inoltre, ci sono prove che suggeriscono che la modifica dello stile di vita, come la perdita di peso(14) e una maggiore attività fisica(15), sembrano ridurre la gravità della malattia. Alcune evidenze indicano un potenziale aumento del rischio di malattie cardiovascolari data una maggiore incidenza di sindrome metabolica nei pazienti con psoriasi(16). Tuttavia, una revisione di 14 studi di coorte ha rilevato che, sebbene vi sia un rischio maggiore di malattie cardiovascolari, questo era significativo solo per i pazienti con malattia grave (definiti come quelli che richiedono terapia sistemica o ricovero ospedaliero)(17).

Una delle comorbilità più diffuse è l'artrite psoriasica (AP), una condizione infiammatoria cronica e degenerativa associata a malattia articolare progressiva(18),(19). In questo caso, la diagnosi precoce può aiutare a fermare l'ulteriore sviluppo. Lo screening per la PsA può essere ottenuto utilizzando lo strumento di screening epidemiologico della psoriasi (PEST), che è veloce e facile da completare per i pazienti e ha una sensibilità del 97% e una specificità del 79%(20).

La diagnosi formale di PsA richiede la valutazione da parte di un reumatologo e, secondo il National Institute of Health and Care Excellence (NICE), l'ente di valutazione delle tecnologie sanitarie, fino al 30% delle persone con psoriasi ha PsA(21). La guida NICE raccomanda che gli operatori sanitari offrano una valutazione annuale per la PsA alle persone con qualsiasi tipo di psoriasi e che se si sospetta la PsA, il paziente dovrebbe essere indirizzato a un reumatologo per la valutazione e consigli sulla pianificazione della loro cura(22).

Inoltre, a causa della natura molto visibile della malattia, i pazienti spesso sperimentano stress e ansia, che possono portare alla depressione in circa il 28% -67% dei pazienti(23).

Valutare la gravità della malattia

La diagnosi della psoriasi a placche si basa sui sintomi clinici e sulla considerazione di una storia familiare della malattia. Al contrario, non esiste una definizione universalmente accettata di gravità della malattia. Secondo la National Psoriasis Foundation negli Stati Uniti, la gravità può essere definita in termini di superficie corporea totale (BSA) interessata(24). La superficie di una singola mano (cioè palmo piatto e cinque dita) della persona interessata, rappresenta circa l'1% della pelle totale dell'individuo. Sulla base di questa misura, la psoriasi lieve colpisce meno del 3% di BSA, moderata tra il 3% e il 10% di BSA e grave oltre il 10% di BSA(24).

Una delle misure più complete della gravità della malattia impiegata negli studi clinici è l'area della psoriasi e l'indice di gravità (PASI). Questo valuta la gravità della malattia in quattro regioni del corpo separate e i valori sommati in modo che i punteggi PASI siano compresi tra 0 e 72, con punteggi più alti che riflettono una maggiore gravità della malattia(25). Sono disponibili diversi calcolatori utili per aiutare a calcolare i punteggi PASI (vedere il riquadro “risorse utili” di seguito).

NICE utilizza lo strumento PASI come criterio di qualificazione per il trattamento, in modo tale che i punteggi inferiori a 10 rappresentano una malattia lieve, maggiori di 10 ma meno di 20 rappresentano una malattia moderata e chiunque abbia un punteggio superiore a 20 ha una malattia grave(22). Inoltre, negli studi clinici viene talvolta riportata anche una valutazione globale del medico o del paziente della gravità della malattia classificata da chiara a grave.

Sebbene i punteggi PASI rappresentino una misura più completa della gravità della malattia rispetto alla BSA, nessuno dei due strumenti considera l'impatto sulla qualità della vita. Negli ultimi anni, la gravità è stata ridefinita da un gruppo di consenso europeo, incorporando BSA, PASI e qualità della vita, misurata utilizzando l'indice dermatologico della qualità della vita (DLQI). La gravità è dicotomizzata in lieve o da moderata a grave. La psoriasi lieve è definita quando tutte e tre le misure hanno un valore inferiore a dieci e da moderata a grave dove tutte e tre le misure sono maggiori di dieci(26).

Gestione della psoriasi nelle cure primarie

Fortunatamente, la maggior parte dei pazienti con psoriasi a placche (circa l'80%) ha una malattia da lieve a moderata che è suscettibile di trattamento in cure primarie con terapie topiche(27). I pazienti con una malattia più diffusa sarebbero normalmente indirizzati e gestiti in cure secondarie con una gamma più ampia di trattamenti tra cui la terapia ultravioletta (UV), i farmaci anti-reumatici modificanti la malattia (DMARD) o anche agenti biologici in quelli con la malattia più grave.

Poiché attualmente non esiste una cura per la psoriasi e la condizione segue un pattern recidivante-remittente, è importante valutare l'efficacia relativa dei trattamenti per garantire che i pazienti ottengano una risposta soddisfacente e rimangano in remissione il più a lungo possibile. Sono disponibili numerosi agenti terapeutici topici e nella Tabella 2 viene fornito un riepilogo di questi agenti, del loro inizio d'azione e dei principali effetti avversi.

Le revisioni sistematiche più recenti delle terapie topiche per la psoriasi sono una revisione Cochrane con ricerche di dati fino ad agosto 2012(28) e la revisione di NICE condotta in un periodo di tempo simile (fino a marzo 2012)(21), che ha portato a raccomandazioni terapeutiche delineate in questo articolo.

Tabella 2: Riepilogo dei principali trattamenti topici autorizzati per l'uso della psoriasi
Classe di droga Modalità di azione / utilizzo Inizio dell'effetto clinico (settimane) Effetti avversi più comuni
Adattato da Nast et al. 2012(29)
Steroidi topici Principalmente effetti anti-infiammatori. Potenti steroidi sono raccomandati per il tronco e gli arti, mentre gli agenti di lieve potenza sono riservati per l'uso sul viso e nelle flessioni. Applicato una o due volte al giorno utilizzando l'unità polpastrello come guida (copre un'area di circa una sola mano) e si prosegue per un massimo di quattro settimane. Quando si applica su una placca, utilizzare un movimento circolare per coprire in modo uniforme, lasciando uno strato sottile visibile sulla placca 1-2 Bruciore o bruciore nel sito di applicazione. Può peggiorare le condizioni esistenti come l'acne o la rosacea
Analoghi della vitamina D. Non chiaro, ma si ritiene che implichi la soppressione delle citochine pro-infiammatorie e l'inibizione della proliferazione dei cheratinociti e una maggiore differenziazione dei cheratinociti. Generalmente utilizzato sul tronco o sugli arti, anche se può essere utilizzato anche nelle flessioni, ma generalmente troppo irritante per il viso. Applicare uno strato sottile sulle placche, una o due volte al giorno per un massimo di otto settimane 1-2 Irritazione della pelle come eritema, prurito e bruciore
Dithranol Soppressione della proliferazione cellulare dei cheratinociti, citochine proinfiammatorie. Normalmente utilizzato come “regime a breve contatto”, partendo da una resistenza bassa (0,1%), applicandone una piccola quantità sulla placca fino a completo assorbimento. Se tollerata, la forza può essere aumentata in quattro settimane fino alla massima resistenza tollerata. Il trattamento viene applicato per un periodo compreso tra 30 e 60 minuti, quindi risciacquato. Il miglioramento può richiedere fino a sei settimane. Tuttavia, può essere lasciato acceso durante la notte, se necessario 2-3 Bruciore e eythema nella pelle. In pratica, la riduzione dell'irritazione alla pelle normale può essere ottenuta coprendo la pelle circostante con paraffina morbida bianca
Catrame di carbone Ancora poco chiaro ma pensato per essere antiproliferativo / antinfiammatorio. Applicato come uno strato sottile alle placche due o tre volte al giorno 4-8 Minimo ma i pazienti possono provare irritazione della pelle e persino fotosensibilità. Molti pazienti non amano l'odore del catrame di carbone
Tazarotene Colpisce la proliferazione e la differenziazione epidermica agendo sui recettori dei retinoidi nella pelle. Applicato come strato sottile la sera per un massimo di tre mesi 1-2 Prurito, bruciore, eritema nel sito di applicazione e irritazione

trattamenti

emollienti

Sebbene generalmente non coperti dalle linee guida cliniche, gli emollienti hanno potenzialmente un importante ruolo aggiuntivo nella psoriasi, aiutando ad ammorbidire e idratare lo strato corneo, migliorare la desquamazione (distacco) della pelle ipercheratosica e fornire sollievo dal prurito. C'è anche un suggerimento che gli emollienti potrebbero aumentare la penetrazione di altri trattamenti topici per la psoriasi. Nonostante il loro uso diffuso nella psoriasi e a Formulario nazionale britannico (BNF) raccomandazione che questi agenti potrebbero essere l'unico trattamento necessario nella psoriasi lieve, mancano dati affidabili sull'efficacia degli emollienti nella psoriasi, sebbene alcune prove suggeriscano che i prodotti contenenti urea o acido salicilico possono essere di beneficio(30).

Gli emollienti dovrebbero essere usati quotidianamente per aiutare a ridurre la pelle secca, ruvida, squamosa e squamosa. Possono essere applicati circa 30 minuti prima di qualsiasi trattamento attivo e devono essere utilizzati come sostituti del sapone durante il bagno o la doccia. I pazienti devono essere informati che dopo la doccia o il bagno devono idratare tutto il corpo, nonché idratare le zone secche o pruriginose della pelle o della psoriasi durante il giorno. I pazienti dovrebbero evitare di graffiare o raccogliere le placche della psoriasi.

I farmacisti e gli operatori sanitari devono avvertire i pazienti che alcuni emollienti a base di paraffina rappresentano un rischio di incendio.

Terapia di combinazione

Ad oggi, l'unica terapia topica combinata commerciale è il calcipotriolo (un analogo della vitamina D) e il potente steroide topico, il betametasone. Il prodotto era originariamente disponibile solo come un unguento, ma ora è disponibile anche come gel, applicato da solo o tramite un dispositivo applicatore e una formulazione in schiuma. Diverse revisioni sistematiche hanno valutato l'efficacia della terapia di combinazione, con le più recenti che includono dati fino ad aprile 2015(31). Questa revisione sistematica ha concluso che la terapia di combinazione era più efficace di uno dei componenti usati da soli. Questa conclusione è stata rispecchiata anche nella revisione Cochrane(28). Tuttavia, al contrario, NICE ha raccomandato che i due componenti (calcipotriolo e betametasone) dovrebbero essere usati insieme, anche se separatamente, uno al mattino e uno alla sera(21) (a causa dell'elevato costo del prodotto combinato), ma i membri del gruppo di sviluppo delle linee guida per la psoriasi del NICE sembravano accettare in una pubblicazione successiva che l'applicazione una volta al giorno del prodotto combinato era efficace quanto l'uso di entrambi gli agenti separatamente(32).

Linee guida

Nel 2012, NICE ha pubblicato una linea guida sulla valutazione e la gestione della psoriasi a placche. Tuttavia, altre linee guida prodotte nel Regno Unito non sono coerenti con il consiglio del NICE, che è potenzialmente fonte di confusione per gli operatori sanitari.

Come terapia iniziale, il NICE ha raccomandato ai professionisti di offrire un potente corticosteroide applicato una volta al giorno, più vitamina D o un analogo della vitamina D applicato una volta al giorno (applicato separatamente, uno al mattino e l'altro alla sera) per un massimo di quattro settimane come iniziale trattamento per adulti con psoriasi del tronco o degli arti(22).

Inoltre, dati i potenti rischi derivanti dall'uso di potenti steroidi topici a lungo termine, la linea guida consiglia di rivedere i pazienti dopo quattro settimane di trattamento. Se la combinazione sembra essere efficace, lo steroide topico non deve essere utilizzato nello stesso sito per più di otto settimane e il trattamento può essere continuato con l'analogo della vitamina D, consentendo un intervallo di quattro settimane “senza steroidi”.

Le linee guida della Scottish Intercollegiate Guidelines Network (SIGN) sono leggermente diverse e affermano che, per il trattamento iniziale, si raccomanda l'uso intermittente a breve termine di un potente corticosteroide topico o di un potente corticosteroide combinato più un unguento al calcipotriolo per ottenere un rapido miglioramento nella psoriasi a placche(33).

Il consiglio della Primary Care Dermatology Society si allinea maggiormente con il SEGNO piuttosto che con NICE e afferma che molti medici di base e medici di base con un interesse speciale usano i prodotti di combinazione di calcipotriolo e betametasone di prima linea per incoraggiare un rapido miglioramento e quindi l'aderenza nella psoriasi cronica a placche. Il consiglio quindi differisce dalla linea guida NICE sulla psoriasi che suggerisce di iniziare con i suoi singoli componenti(34).

Quest'ultima raccomandazione ha chiaramente preso la strada delle cure primarie. I dati di prescrizione del 2016 per l'Inghilterra e il Galles mostrano che il 55% di tutti i trattamenti topici per la psoriasi emessi erano per le varie formulazioni del prodotto di combinazione (ad esempio gel, unguento e schiuma)(35).

Psoriasi del cuoio capelluto

Il coinvolgimento del cuoio capelluto si verifica fino al 79% dei pazienti con psoriasi del tronco o degli arti ed è spesso la prima area a mostrare i segni della malattia(36). Clinicamente, le lesioni del cuoio capelluto sono placche ispessite, ben delimitate, infiammate e desquamanti che sono spesso pruriginose (vedi Photoguide 2). Esistono diverse opzioni di trattamento per la psoriasi del cuoio capelluto, tra cui una gamma di shampoo da banco, che contengono catrame di carbone e / o acido salicilico, a prodotti da prescrizione a base di steroidi topici e analoghi della vitamina D. Tuttavia, le prove sull'efficacia di questi trattamenti sono limitate.

In una recente revisione delle prove, che ha coinvolto l'analisi di 59 studi randomizzati con oltre 11.500 pazienti, una revisione Cochrane ha concluso che la combinazione di un potente steroide topico e un analogo della vitamina D era più efficace di uno steroide da solo, sebbene il beneficio clinico era discutibile. Inoltre, gli autori non sono stati in grado di valutare l'efficacia di altri agenti topici come catrame, acido salicilico o ditranolo(37).

Data la mancanza di dati di efficacia sugli shampoo da banco contenenti catrame o acido salicilico, sarebbe prudente che i farmacisti indirizzassero i pazienti con psoriasi del cuoio capelluto al proprio medico di famiglia a meno che non abbiano una malattia molto lieve, nel qual caso gli shampoo possono essere di qualche beneficio .

Aderenza al trattamento

L'aderenza ai regimi topici nella psoriasi è generalmente scarsa. Ad esempio, uno studio di Storm et al. ha rilevato che il 44% dei pazienti non è riuscito a riscattare la prescrizione iniziale(38), mentre un altro studio di Richards et al. ha riscontrato che il 39% non era conforme al regime di trattamento raccomandato(39). Una migliore comprensione dei fattori associati all'aderenza può aiutare i farmacisti e altri professionisti sanitari a supportare i pazienti per facilitare una migliore aderenza. Tuttavia, le prove delle revisioni della letteratura suggeriscono che l'aderenza è una questione complessa. Ad esempio, una recensione di Devaux et al ha scoperto che i fattori più frequenti associati alla ridotta aderenza erano la bassa efficacia del trattamento, il tempo necessario per l'applicazione e la ridotta accettabilità cosmetica della formulazione(40). Tuttavia, una successiva revisione di Thorneloe et al. ha concluso che le prove attuali rendono difficile accertare i determinanti più importanti dell'aderenza(41). Infine, una recente recensione di Belinchon et al. ha suggerito che l'incorporazione dei riferimenti del paziente nel processo decisionale del trattamento può contribuire a migliorare il trattamento, la soddisfazione, l'aderenza e, in definitiva, i risultati clinici, sebbene non vi fossero prove dirette a sostegno di questo consiglio(42).

Un potenziale problema con la promozione di una maggiore aderenza, come identificato nella recensione di Thorneloe et al., è che quando i pazienti diventano esperti nella gestione della loro condizione, possono modificare il regime terapeutico per adattarsi a se stessi in modo che, sebbene la gravità della malattia possa non essere migliorata in modo ottimale, la strategia può migliorare la loro qualità di vita(41).

Come i farmacisti possono aiutare i pazienti con psoriasi

Studi qualitativi in ​​quei pazienti affetti da psoriasi hanno rivelato un uso spesso irregolare e incoerente delle terapie topiche, un desiderio di consigli sul corretto uso delle terapie topiche (che di solito è assente nelle consultazioni) e una percezione che gli operatori sanitari non abbiano conoscenze e competenze sufficienti della psoriasi(43),(44),(45). Di conseguenza, i pazienti spesso gestiscono in modo subottimale le loro condizioni e in isolamento dagli operatori sanitari a causa dell'assenza di una consulenza adeguata sui trattamenti. Questi studi illustrano chiaramente la necessità di informazioni, istruzione e supporto più efficaci a livello di comunità per i pazienti con psoriasi. Ci sono alcune prove che suggeriscono che l'educazione aggiuntiva del paziente per quelli con problemi di pelle come l'eczema atopico, porta a miglioramenti negli esiti della malattia(46), sebbene si sia concluso che gli interventi educativi per i pazienti con psoriasi impiegati negli studi clinici hanno avuto un successo limitato per quanto riguarda il miglioramento della gravità della malattia e della qualità della vita(47).

In un recente studio che esplora l'impatto educativo dei consigli dei farmacisti ai pazienti con psoriasi, è emerso che i loro consigli e il loro supporto hanno portato a miglioramenti significativi nella comprensione dei pazienti della loro condizione, gravità della malattia e qualità della vita(48). Nello studio, i farmacisti hanno utilizzato uno strumento convalidato per valutare la conoscenza e la comprensione dei pazienti della loro psoriasi e dell'autovalutazione della gravità della malattia e della qualità della vita dei pazienti(49). I farmacisti hanno tenuto una consultazione iniziale e un appuntamento di follow-up sei settimane dopo, a quel punto tutte le misurazioni dei risultati erano migliorate in modo significativo. Nelle interviste di follow-up dei pazienti e dei farmacisti, entrambe le parti hanno convenuto che l'intervento era di valore e i farmacisti si sono percepiti come membri importanti dell'équipe di assistenza sanitaria di base che si prende cura di quelli con psoriasi(50). Tuttavia, sono necessari ulteriori lavori per esplorare in modo più dettagliato il potenziale impatto dei consigli dei farmacisti sugli esiti della malattia in quelli con psoriasi.

Il Box 1 fornisce alcuni suggerimenti utili che i farmacisti possono trasmettere ai pazienti con psoriasi.

Riquadro 1: punti di consulenza che i farmacisti possono trasmettere ai pazienti con psoriasi

  • Trova un emolliente o una gamma di prodotti emollienti per il lavaggio e l'idratazione che ti piace e che ti si addice e usali ogni giorno;
  • Idratare tutto il corpo (comprese le aree della psoriasi) ogni giorno con colpi lunghi, lisci e lenitivi (nella direzione della crescita dei capelli);
  • Porta con te una piccola quantità di crema idratante e applicala sulle placche secche e pruriginose durante il giorno;
  • Evita di graffiare e raccogliere;
  • Lasciare circa 20-30 minuti tra i trattamenti topici emollienti e quelli per la psoriasi, per favorire l'efficacia di ciascuno;
  • Persevera con trattamenti topici per la psoriasi per almeno un mese – la maggior parte richiede circa quattro settimane per iniziare a funzionare;
  • Essere consapevoli del fatto che la scala scomparirà prima e la psoriasi potrebbe apparire rossa – questo è normale e continuando con il trattamento si otterranno aree rosa, che gradualmente svaniranno nel normale colore della pelle;
  • Se hai la psoriasi del cuoio capelluto, ridimensionalo prima di applicare trattamenti topici. Ricorda di separare i capelli e trattare il cuoio capelluto;
  • Elaborare una buona routine individuale – gli emollienti dovrebbero essere usati quotidianamente e i trattamenti per la psoriasi solo quando la condizione sta peggiorando;
  • Una volta che la pelle diventa piatta, i trattamenti attivi possono essere interrotti, anche se dovresti continuare con gli emollienti.

Dieta e psoriasi

I pazienti possono chiedere ai farmacisti il ​​ruolo della dieta nella psoriasi e se ci sono cibi specifici che dovrebbero essere mangiati o evitati. Ci sono alcune prove che il consumo di oli di pesce omega-3 può migliorare la gravità della malattia e che l'integrazione con vitamina D orale potrebbe aiutare, sebbene le prove degli studi siano meno solide(51).

La Royal Pharmaceutical Society, nel suo rapporto “Migliorare l'assistenza alle persone con malattie a lungo termine” , suggerisce che i farmacisti potrebbero aiutare i pazienti con condizioni a lungo termine e assistere quelli con psoriasi offre l'opportunità di abbracciare quella visione(52). Sebbene attualmente di portata limitata, le prove che esistono offrono alcune informazioni su come i farmacisti potrebbero dare un contributo importante alla cura delle persone con psoriasi.

Informativa finanziaria e sui conflitti di interesse:

L'autore era un membro del gruppo NICE che ha sviluppato le linee guida sulla psoriasi e ha ricevuto borse di ricerca e compensi per i relatori da Leo Pharma, Mylan e Galderma. Nessun supporto di scrittura è stato utilizzato nella produzione di questo manoscritto.

Leggere questo articolo conta per il tuo CPD

Puoi utilizzare i seguenti moduli per registrare i tuoi punti di apprendimento e di azione da questo articolo da Pharmaceutical Journal Publications.

I risultati del modulo CPD vengono archiviati nel tuo account qui all'indirizzo The Pharmaceutical Journal. Devi essere registrato e loggato al sito per farlo. Per esaminare i risultati del modulo, vai alla scheda “Account personale”, quindi “Il mio CPD”.

Qualsiasi attività di formazione, apprendimento o sviluppo che intraprendi per lo sviluppo professionale continuo può anche essere registrata come prova come parte del tuo portfolio basato sulla pratica della Facoltà RPS quando ti prepari per l'iscrizione alla Facoltà. Per iniziare oggi il tuo viaggio in RPS Faculty, accedi al portfolio e agli strumenti su www.rpharms.com/Faculty

Se il tuo apprendimento è stato pianificato in anticipo, fai clic su:

Se il tuo apprendimento è stato spontaneo, fai clic su:

Psorilax:Prevenire |uriage crema per psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, originale

72 risultato (i) per l'argomento chiave Cura della pelle furono trovati:

Valutazione clinica di un dispositivo di rimozione dell'adesivo in silicone per la prevenzione di MARSI al cambio della medicazione
Giugno 2019: Volume 33 Numero 3
Sviluppo di un servizio di integrità della pelle basato sulla comunità
Giugno 2019: Volume 33 Numero 3
Dermatite associata all'incontinenza: diagnosi e trattamento
Giugno 2019: Volume 33 Numero 3
Prevenzione e gestione dell'herpes zoster e complicanze associate
Sull'infezione primaria, il virus varicella zoster è responsabile dello sviluppo della varicella, dopo di che il virus diventa dormiente. Al momento della riattivazione del virus latente, i risultati di herpes zoster. L'incidenza e la gravità dell'herpes zoster aumenta con l'età ed è associata a significativa morbilità e mortalità. L'intervento precoce con farmaci antivirali è fondamentale per aiutare a risolvere l'eruzione cutanea e ridurre eventuali potenziali complicanze indotte dal virus.
Dicembre 2018: Volume 32, Numero 6
Riconoscere il danno solare negli anziani
I cambiamenti della pelle dovuti all'invecchiamento sono importanti per distinguerli da quelli causati dal danno solare / solare. La conoscenza dei cambiamenti comuni nella pelle con l'invecchiamento aiuterà i medici a diagnosticare e gestire eventuali anomalie della pelle identificate nella pelle anziana durante la valutazione di altre condizioni. Prima di esplorare tali cambiamenti della pelle, tuttavia, è importante capire come il sole influisce sulla pelle, causando cambiamenti che vengono osservati come danni solari. Questo articolo evidenzia i cambiamenti della pelle dovuti all'invecchiamento e ai danni solari e quali azioni devono essere intraprese, se presenti, per gestirle in modo appropriato.
Dicembre 2018: Volume 32, Numero 6
Il percorso di trattamento del paziente psoriasico: fototerapia
Questa serie si concentra sul percorso di trattamento del paziente nella gestione della psoriasi, come stabilito dalle linee guida dell'istituto nazionale per l'eccellenza nella salute e nella cura (NICE, 2016). Questa malattia colpisce fino a 1,8 milioni di persone nel Regno Unito, il che richiede fino al 60% di questi pazienti che richiedono una forma di assistenza secondaria (Jackson, 2012). Le cure secondarie sono spesso necessarie per fornire ulteriori consigli terapeutici di attualità, ma anche questo rientra nelle competenze di tutti gli operatori sanitari, come gli infermieri della comunità, che hanno un contatto diretto con i pazienti con psoriasi. Poiché questi trattamenti topici potrebbero non gestire i sintomi della sola psoriasi, potrebbe essere necessario il rinvio a dipartimenti di dermatologia in cui possono essere prescritti trattamenti più specialistici. La prima opzione è quella di offrire un corso di fototerapia. Esistono diverse forme di trattamento sotto questo ombrello, con le quali gli infermieri della comunità dovrebbero avere familiarità.
Aprile 2018: Volume 32, Numero 2
Psoriasi del cuoio capelluto: gestione e trattamento
Questo quarto articolo di una serie in sette parti esamina la psoriasi del cuoio capelluto. Gestire questa condizione può essere difficile in quanto i trattamenti sono spesso disordinati, che richiedono tempo o inefficaci. L'impatto della psoriasi del cuoio capelluto può influenzare diversi aspetti della vita quotidiana, in particolare la scelta dei vestiti, il prurito intenso, che può essere imbarazzante per il paziente. intenso prurito, che può essere imbarazzante per i pazienti. Trovare trattamenti adeguati può cambiare la vita di alcuni. Questo pezzo si concentra sulle opzioni di trattamento, dalle tecniche insipide e semplici fino alla varietà di trattamenti disponibili su prescrizione medica. Ciò dovrebbe consentire agli infermieri di comunità di facilitare i pazienti nella gestione della psoriasi del cuoio capelluto quando richiesto
Febbraio 2018: Volume 32, Numero 1
Uso di trattamenti topici nella gestione della psoriasi
Questo terzo articolo di una serie in sette parti che esamina l'identificazione e il trattamento della psoriasi, esplora i principi attivi e l'azione dei principali trattamenti topici per la psoriasi. Gli infermieri della comunità sono perfettamente posizionati per aiutare i pazienti ad assumere il controllo delle loro condizioni della pelle, in particolare nel consigliarli sui benefici dei trattamenti topici, che, poiché possono essere applicati direttamente sulla pelle, consentono di colpire l'area, abbassando il livello di assorbimento in il flusso sanguigno e la riduzione degli effetti collaterali (Psoriasi e Psoriatic Arthritis Alliance (PAPAA, 2017a).
Novembre 2017: volume 31, numero 5
Una panoramica dei comuni disturbi della pelle osservati nelle cure primarie
Le conoscenze necessarie per diagnosticare le condizioni della pelle nelle cure primarie e comunitarie possono essere sfuggenti, scoraggianti e confuse. Utilizzando un'accurata analisi della storia, eccellenti capacità di valutazione fisica e pensiero “fuori dagli schemi”, gli operatori sanitari possono formulare una diagnosi differenziale e di lavoro per migliorare l'accesso dei pazienti a una gestione appropriata, compresi i farmaci, i cambiamenti nello stile di vita e il rinvio, se necessario. Semplici strumenti per rilevare la storia, mnemonici pertinenti e buone risorse possono aiutare i pazienti a essere gestiti in modo rapido ed efficace, migliorando così i risultati e riducendo la necessità di ritardi nella diagnosi. Questo articolo intende demistificare l'enigma della dermatologia e fornire agli operatori sanitari gli strumenti per semplificare il trattamento delle condizioni cutanee comuni.
Agosto 2017: volume 31, numero 4
Uso di emollienti nella gestione della psoriasi
La psoriasi è un problema cutaneo comune che può causare disagio significativo ai pazienti di cure primarie, oltre a rappresentare un onere significativo per le risorse sanitarie. Spesso vista dagli infermieri della comunità, la psoariasi è una condizione che richiede una gestione attenta e una conoscenza approfondita della diversa presentazione. Questo articolo, il secondo di una serie che esamina l'identificazione e il trattamento della psoriasi, esamina l'uso di emollienti nel trattamento della psoriasi, concentrandosi su obiettivi, benefici ed efficacia di questi trattamenti topici.
Giugno 2017: volume 31, numero 3
In che modo il camuffamento può aiutare con problemi di pelle a lungo termine?
Molte persone con condizioni della pelle come eczema, psoriasi e
l'acne, oltre a cicatrici e tatuaggi vecchi o indesiderati, possono trovare la loro autostima
è influenzato negativamente. Questo articolo esamina il camuffamento della pelle, a
tecnica cosmetica che può comunque fornire un modo ai pazienti
di ridurre l'impatto psicologico delle condizioni della pelle.
Ottobre 2016: Volume 30 Numero 5
La gestione infermieristica dell'eczema infantile
L'eczema atopico, noto anche come dermatite, è una malattia infiammatoria cronica della pelle che si sviluppa comunemente durante l'infanzia. Questa condizione varia dalla nascita ai 12 anni e colpisce entrambi i sessi allo stesso modo. L'eczema atopico colpisce persone di tutte le età, ma in particolare i bambini. Il tasso di prevalenza dell'eczema atopico è del 15-20% circa nei bambini e del 2-10% negli adulti (Scottish Intercollegiate Guidelines Network (SIGN), 2011) e rappresenta il 30% di tutte le consultazioni dermatologiche nelle cure primarie (Shamssain, 2007) .
Ottobre 2016: Volume 30 Numero 5
Usando sostituti del sapone, additivi per il bagno ed emollienti lasciati
Con così tanta scelta, ci può essere incertezza su quali preparati per la pelle usare nelle persone con pelle che è danneggiata o in pericolo di compromissione. Tuttavia, gli infermieri della comunità sono nella posizione ideale per eseguire valutazioni della pelle, fornire istruzione e lavorare con i pazienti per identificare un pacchetto emolliente efficace. La scelta del paziente è fondamentale e dovrebbe essere disponibile per pazienti di tutte le età con condizioni della pelle vulnerabili, secche o squamose. L'educazione del paziente e i piani di gestione scritti sono essenziali anche per una gestione efficace delle condizioni della pelle secca. Tuttavia, la scelta di un tipo di additivo per bagno o emolliente rispetto a un altro può creare confusione sia per gli operatori sanitari che per i pazienti e questo articolo stabilisce alcuni principi di base per una gestione di successo.
Giugno 2016: Volume 30 Numero 3
Quanto sole è troppo?
Maggio 2016: Volume 2, Numero 1 (Cura della pelle oggi)
La cura della pelle oggi
Maggio 2016: 11 maggio 2016
L'impatto della malattia vulvare sulla qualità della vita dei pazienti
I disturbi della salute vulvare possono essere condizioni dolorose e croniche. Il legame tra la malattia dolorosa a lungo termine e il benessere mentale dei pazienti è consolidato. Tenendo conto della natura delle condizioni di salute vulvare, è importante comprendere l'impatto che possono avere sulla qualità della vita di un paziente. Nell'ambito di un'iniziativa volta a espandere la comprensione delle realtà della convivenza con questo tipo di problema, la British Association of Dermatologists ha intervistato 325 donne britanniche che avevano sofferto, o stavano soffrendo, di un disturbo di salute vulvare.
Aprile 2016: Volume 30 Numero 2
Affrontare le infezioni virali della pelle in ambito comunitario
Molte condizioni della pelle, sebbene non richiedano più il ricovero in ospedale, richiedono ancora un livello di conoscenza e abilità da parte degli infermieri della comunità, in particolare con valutazione e diagnosi. L'eczema atopico è una di queste condizioni della pelle e può causare un notevole disagio, in particolare quando la pelle infiammata viene infettata viralmente, portando a complicazioni come l'eczema erpetico e il mollusco contagioso. Entrambe queste infezioni virali possono aumentare il disagio dell'eczema, portando a una varietà di sintomi tra cui vesciche, pelle irritata, prurito ed eruzione cutanea. È importante che gli infermieri della comunità siano in grado di identificare le condizioni della pelle di questo tipo e di sapere se trattarsi o fare riferimento a infermieri specialisti dermatologi per una gestione più specializzata.
Febbraio 2016: Volume 30 Numero 1
Affrontare le lesioni cutanee comuni negli anziani
Questo articolo metterà in evidenza alcune lesioni cutanee comuni presenti nella popolazione anziana. Le lesioni cutanee di questo tipo possono essere frequentemente osservate dagli infermieri della comunità e possono essere classificate come lesioni benigne, tumori della pelle non melanoma e melanoma. L'articolo contiene una descrizione delle lesioni insieme a una guida alla terminologia corretta utilizzata per stabilire una diagnosi accurata. Sono inclusi anche la prevalenza e le cause di queste lesioni insieme a una spiegazione delle diverse opzioni di trattamento.
Dicembre 2015: Volume 29, Numero 6
Le persone anziane hanno bisogno del nostro aiuto più che mai
L'età indipendente è un ente di beneficenza che fornisce una voce consolidata agli anziani, i più grandi utenti del SSN. Mentre continuiamo a vivere più a lungo, mettendo a dura prova i servizi, dobbiamo tutti prepararci per quello che potrebbe essere un futuro incerto. Poiché più persone vivono più a lungo con condizioni croniche, avranno bisogno di supporto, in gran parte richiesto in casa.
Dicembre 2015: Volume 29, Numero 6
Una panoramica della gestione dell'eczema per gli infermieri della comunità
Questo articolo fornisce una panoramica delle comuni condizioni eczematose che i pazienti possono presentare nella comunità. Con la diagnosi e il trattamento precoci, compresa l'educazione del paziente e un'efficace pianificazione dell'assistenza, l'eczema può essere gestito con successo dagli infermieri della comunità, non solo rilevando dolore, prurito e irritazione, ma anche migliorando la qualità della vita dei pazienti. Nel formulare un piano di gestione globale, gli infermieri della comunità dovranno essere in grado di riconoscere, diagnosticare e trattare le diverse presentazioni di eczema e comprendere le principali terapie, tra cui la terapia emolliente e topica con steroidi.
Ottobre 2015: volume 29, numero 5
Soluzione di eosina: riscoperto un trattamento dermatologico
Tra le sfide che devono affrontare gli infermieri della comunità nella loro pratica quotidiana c'è quella che ha un grande impatto su pazienti, parenti e operatori sanitari: la gestione delle condizioni della pelle e delle ferite essudanti. Questo articolo esamina la soluzione di eosina, una popolare opzione di trattamento per le dermatosi essudative nell'Europa continentale, nella misura in cui è disponibile commercialmente per il grande pubblico, ma una che è diminuita in popolarità nel Regno Unito. Questo articolo fornisce un'introduzione a questo versatile colorante non tossico e delinea la sua potenziale applicazione in ambito comunitario confrontandolo con il permanganato di potassio alternativo molto più ampiamente usato.
Giugno 2015: volume 29, numero 3
Comprensione dello sviluppo e della gestione dell'herpes zoster
L'herpes zoster è una condizione causata dalla riattivazione del virus dell'herpes che è responsabile della varicella (varicella). Il risultato è un'eruzione cutanea dolorosa e vescicolare che può avere un effetto devastante sui pazienti. Può anche avere effetti a lungo termine come dolore e aumento del rischio di condizioni vascolari come l'ictus per i pazienti di età inferiore ai 40 anni. Dato che l'herpes zoster non è una malattia soggetta a notifica, la maggior parte delle informazioni disponibili sulla sua incidenza sono imprecise e basate principalmente su studi di stima. La prevenzione della salute di questo virus è di estrema importanza in quanto un programma di vaccinazione è reso disponibile per le persone idonee. I pazienti che sviluppano herpes zoster di età inferiore ai 40 anni possono anche essere valutati per i rischi di sviluppare condizioni vascolari.
Maggio 2015: volume 29, numero 2
Identificazione di infezioni e infestazioni cutanee comuni
Mentre gli infermieri della comunità visitano sempre più spesso i pazienti nelle proprie case per eseguire la cura delle ferite, la cura della continenza o altre attività infermieristiche comuni della comunità, possono notare varie condizioni della pelle durante l'esame o il trattamento dei pazienti. Al fine di fornire cure olistiche, è importante che gli infermieri della comunità abbiano una conoscenza pratica della varietà di infezioni e infestazioni che possono colpire la pelle di un individuo. Questo articolo esamina alcune delle più comuni infezioni / infestazioni della pelle – impetigine, infezioni fungine, verruche virali e scabbia – e fornisce informazioni su presentazione, valutazione e trattamento.
Febbraio 2015: volume 29, numero 1
La valutazione, la selezione e i vantaggi della calzetteria su misura
Benvenuto nella zona di apprendimento di JCN. Leggendo l'articolo in ogni numero, puoi imparare tutto sui principi chiave delle materie che sono vitali per il tuo ruolo di infermiere di comunità. Dopo aver letto l'articolo, visita www.jcn.co.uk/learning-zone/ per valutare le tue conoscenze su questo argomento rispondendo alle 10 domande nell'unità di e-learning; tutte le risposte sono disponibili nell'articolo. Se rispondi correttamente alle domande, puoi scaricare il certificato, che può essere utilizzato nel tuo portfolio di sviluppo professionale continuo (CPD) come prova del tuo apprendimento continuo.
Febbraio 2015: volume 29, numero 1
Come identificare e trattare l'herpes zoster (fuoco di Sant'Antonio)
L'herpes zoster, o herpes zoster, è un'infezione virale relativamente comune nel Regno Unito, causata da una riattivazione del virus varicella-zoster dopo che i pazienti hanno avuto un'infezione precoce con la varicella. La condizione provoca un'eruzione cutanea dolorosa e nei casi più gravi i pazienti possono sviluppare nevralgia post-erpetica (PHN), un intenso dolore cronico nella zona interessata, nonostante la risoluzione delle lesioni cutanee. L'herpes zoster può anche influenzare i nervi negli occhi e nelle orecchie, oltre a causare cicatrici. È importante che gli infermieri della comunità siano consapevoli di questa condizione e siano in grado di fornire consigli su trattamenti di supporto come farmaci topici, sollievo dal dolore e, in casi appropriati, vaccinazione.
Dicembre 2014: Volume 28, Numero 6
Diagnosi, valutazione e gestione della cellulite nella comunità
La cellulite è un'infezione batterica acuta della pelle e del tessuto sottocutaneo sottostante, principalmente causata da streptococchi di gruppo A (Mortimer, 2000; Cox, 2009) e Staphylococcus aureus (Hadzovic et al, 2012) (Figura 1). Può verificarsi in qualsiasi parte del corpo, ma colpisce più comunemente l'arto inferiore nel 75-90% dei casi (Tsao e Johnson, 1997).
Ottobre 2014: volume 28, numero 5
Gestione dell'eczema atopico infetto da Staphylococcus aureus
Molte infermiere della comunità avranno riscontrato eczema atopico, una condizione della pelle diffusa che provoca prurito, arrossamento, secchezza e screpolature della pelle e che ha un grave effetto sulla qualità della vita dei pazienti. Quando l'eczema atopico viene infettato da Staphylococcus aureus, tuttavia, questi sintomi possono intensificarsi, causando focolai di follicolite e lesioni eczematose infette diffuse. Questi possono essere dolorosi e angoscianti e gli infermieri della comunità devono essere consapevoli dei sintomi e dei trattamenti per affrontare il problema da soli o fare riferimento. Questo articolo esamina lo sfondo dell'eczema atopico infetto e i principali trattamenti, tra cui antibiotici orali, antisettici, terapie topiche combinate e buona igiene.
Agosto 2014: volume 28, numero 4
Cosa devi sapere sulla cura della pelle intorno a una stomia
Il semplice tentativo di far fronte può essere una sfida per le molte persone nel Regno Unito che hanno una stomia – questo può includere problemi come come pulire e mantenere l'apparecchio e cosa fare se c'è una complicazione una volta che sono stati scaricati a casa nel Comunità. L'infermiera della comunità è spesso il primo punto di contatto quando ci sono problemi con una stomia nella casa del paziente e potrebbe essere necessario consigliare su come cambiare un apparecchio per stomia e su come affrontare problemi come lo stripping e la perdita della pelle.
Agosto 2014: volume 28, numero 4
Affrontare gli effetti dei cambiamenti stagionali sulla pelle
Le reazioni cutanee e le punture di insetti associate ai mesi primaverili ed estivi sono comunemente osservate in contesti comunitari. In questo articolo, l'autore fornisce una panoramica delle reazioni cutanee più comuni, inclusi i tumori della pelle, che possono verificarsi attraverso una maggiore esposizione al sole, nonché evidenziando le tecniche di gestione per le infermiere della comunità di fronte a pazienti che hanno disturbi della pelle associati alla stagione. Poiché la prevenzione è fondamentale, in particolare per quanto riguarda il melanoma, questo articolo fornisce un'utile fonte di informazioni per gli infermieri della comunità che si occupano di problemi della pelle in questo periodo dell'anno.
Giugno 2014: volume 28, numero 3
La gestione dell'eczema atopico in ambito comunitario
atopica l'eczema è una condizione della pelle frustrante e complessa che non ha cura. Tuttavia, con un buon supporto, educazione e la corretta applicazione di trattamenti topici può essere ben controllato. Gli infermieri della comunità possono fornire ai pazienti informazioni sulla loro condizione, su come applicare efficacemente il loro trattamento topico e su come gestire i razzi e mantenere una routine che migliorerà l'eczema e la qualità della vita del paziente. Tutte le informazioni fornite dovrebbero essere rafforzate con informazioni scritte e un piano di trattamento, con il sostegno di follow-up offerto, se necessario.
Aprile 2014: volume 28, numero 2
L'uso di un sistema di gestione fecale nella cura delle ulcere da pressione sacrale

Questo articolo mira a esplorare la percezione che il trattamento delle ulcere da pressione sacrale sia costoso e dispendioso in termini di tempo, soprattutto di fronte fecale pazienti incontinenti con feci molli. Il servizio di vitalità dei tessuti degli autori ha utilizzato a fecale sistema di gestione per prevenire feci dall'entrare in contatto con il letto della ferita per 12 settimane, consentendo contemporaneamente a una medicazione convenzionale di raggiungere le massime capacità. Un confronto di costo totale e guarigione delle ferite è stato effettuato in due pazienti della comunità che erano fecale incontinente e legato al letto. Un paziente è stato gestito con un fecale sistema di gestione e l'altro con cuscinetti per incontinenza. Gli autori hanno scoperto che sebbene l'acquisto del sistema di gestione fecale fosse inizialmente costoso, la frequenza di cambio della medicazione era ridotta, il paziente si sentiva più a suo agio e meno visite da parte degli infermieri della comunità erano necessarie. Inoltre, tassi di guarigione più rapidi sono stati dimostrati da riduzioni delle dimensioni della ferita. Questa tecnica richiede ulteriori studi con una dimensione del campione maggiore per accertarne i veri benefici, in particolare per quanto riguarda la guarigione delle ferite.

Aprile 2014: volume 28, numero 2
Utilizzando le più recenti indicazioni sulla psoriasi per informare il trattamento della comunità

La psoriasi può essere una condizione a lungo termine, che rappresenta un problema significativo per circa il 2% della popolazione del Regno Unito. Le recenti linee guida del NICE sul trattamento della psoriasi forniscono i necessari consigli e ricordano ai clinici l'importanza della valutazione (sia fisica che psicologica) e del parlare ai pazienti degli effetti collaterali e delle modalità di azione. Gli infermieri delle cure primarie sono in ottima posizione per lavorare con i pazienti per garantire che abbiano il regime terapeutico ottimale e che abbiano aspettative realistiche su come funzionerà. Un regime ottimale dovrebbe sempre includere un emolliente, un prodotto topico per trattare le placche sul corpo insieme a prodotti topici per cuoio capelluto, viso e flessioni, se necessario.

Gennaio 2014: Volume 28, Numero 1
Coinvolgere i pazienti nel monitoraggio delle reazioni cutanee indotte dalla radioterapia

La radioterapia è uno dei principali trattamenti per il cancro, ma meno comunemente compresi sono alcuni degli effetti collaterali, che includono problemi della pelle che vanno da lievi (eritema sordo e irrigidimento della pelle) a gravi (desquamazione umida con ferite aperte e edema). Questo articolo mette in evidenza uno studio in corso che mira a valutare l'implementazione di una linea guida di best practice per la gestione della desquamazione sia secca che umida in pazienti con evidenza di reazioni cutanee indotte dalla radioterapia.

Novembre 2013: volume 27, numero 5
Gestione delle reazioni cutanee indotte dalla radioterapia nella comunità

Oltre il 60% delle persone riceve la radioterapia come parte del trattamento del cancro, con intento curativo o palliativo. La radioterapia è di solito fornita come servizio ambulatoriale, il che significa che gli infermieri della comunità devono comprendere l'effetto collaterale indotto dalla radioterapia più comune, una reazione acuta della pelle, che può variare dall'eritema lieve alla desquamazione umida confluente. Tutti i pazienti sottoposti a radioterapia con fasci esterni sono potenzialmente a rischio di sviluppare questa reazione. Questo articolo presenta informazioni sulla valutazione e la gestione di quello che può essere un effetto collaterale debilitante.

Settembre 2013: volume 27, numero 4
L'importanza della cura della pelle peristomale in ambito comunitario

Con le riforme del governo che portano sempre più cura nelle case dei pazienti, gli infermieri della comunità incontreranno inevitabilmente sempre più persone che hanno una stomia. Gli stomi implicano essenzialmente il mantenimento di una violazione della pelle permanentemente aperta, pertanto il sito richiede una cura della pelle esperta in quanto è vulnerabile allo stripping e alla rottura. Questo articolo prende in considerazione l'uso di prodotti per la rimozione di adesivi a base di silicone, che migliorano la qualità della vita e possono anche ridurre i costi sanitari poiché impediscono l'escalation della disfunzione della pelle peristomale. Questi prodotti aiutano anche a prevenire costosi trattamenti in corso per gli effetti dello stripping sulla pelle peristomale sensibile.

Settembre 2013: volume 27, numero 4
Problemi dermatologici nel linfedema e nell'edema cronico

Per capire linfedema e cronico edema rottura della pelle e quindi considerare le opzioni e le strategie di trattamento più appropriate per l'educazione del paziente, devono essere comprese la normale funzione e struttura della pelle.

Marzo 2013: volume 27, numero 2
Implementazione di una guida tascabile dermatologica

I ruoli degli operatori sanitari si stanno evolvendo rapidamente. Negli ultimi anni, la professione infermieristica ha assunto nuove sfide e ha ampliato i ruoli in materia di assistenza ai pazienti. Molte infermiere con ruoli senior lavorano in modo autonomo e ad un livello più elevato di pratica, impegnandosi in un lavoro flessibile di partenariato transfrontaliero. Al fine di assumere tali ruoli in modo efficace, è necessaria una guida per mantenere gli standard. Questo articolo presenta una panoramica dello sviluppo e dell'implementazione di una nuova guida tascabile dermatologica in Scozia.

Novembre 2012: volume 26, numero 6
Cura della pelle del paziente incontinente

Le persone che sono incontinenti di urina e / o feci hanno un rischio maggiore di sviluppare arrossamenti localizzati, irritazione, desquamazione della pelle e infezioni fungine intorno al perineo, all'osso sacro, all'inguine, alla tuberosità ischiatica e ai fianchi. Inoltre, è possibile aumentare il rischio di lesioni cutanee e ulcere da decubito associate all'umidità. Questo articolo esplorerà le migliori pratiche raccomandate nella gestione dei danni alla pelle causati dall'incontinenza.

Marzo 2012: volume 26, numero 2
Prescrivere in pratica – un approccio centrato sul paziente

Fiona Wondergem descrive un case study di prescrizione dermatologica che utilizza un approccio centrato sul paziente.

Gennaio 2012: Volume 26, Numero 1
Eczema nella vita successiva

Julie van Onselen e Margaret Cox forniscono una panoramica dei cambiamenti della pelle che si verificano con l'avanzare dell'età – i fattori intrinseci ed estrinseci – e analizzano i tipi di eczema più comunemente sperimentati nella vita futura.

Settembre 2011: volume 25, numero 5
Infezione ed eczema

In questo articolo, Margaret Cox, amministratore delegato della National Eczema Society discute il legame tra pelle eczematosa e infezione.

Maggio 2011: volume 25, numero 3
Problemi del cuoio capelluto nell'eczema

In questo articolo, l'infermiera specialista in dermatologia, Julie Van Onselen esamina i diversi tipi di eczema del cuoio capelluto e offre una guida su come trattare questa condizione spesso intrattabile

Gennaio 2011: Volume 25, Numero 1
Psoriasi: più di una semplice pelle profonda

Fiona Wondergem offre una panoramica dell'impatto che la psoriasi e il suo trattamento possono avere sulla qualità della vita di un individuo.

Novembre 2010: Volume 24, Numero 6
Dermatite da tovagliolo e suo trattamento
Fiona Wondergem discute alcune delle prove disponibili sulla prevenzione e il trattamento della dermatite da tovagliolo
Luglio 2010: volume 24, numero 4
Cura della pelle per le ulcere alle gambe
Carol Coley discute l'uso di emollienti nella gestione delle condizioni della pelle
Marzo 2009: Volume 23, Numero 3
L'uso di emollienti nella terapia della pelle secca
Beverley Chiodo spiega il ruolo degli emollienti nella gestione delle malattie della pelle secca come sintomo principale
Beverley Chiodo BA (Hons), RN è Practice Nurse, West Yorkshire
Articolo accettato per la pubblicazione: agosto 2008
Ottobre 2008: Volume 22, Numero 10
Eruzione cutanea da pannolino ed eczema infantile: una panoramica
Fiona Wondergem discute gli attuali trattamenti per l'eruzione da pannolino e l'eczema atopico nei bambini
Fiona Wondergem MSc, BSc Hons, PG Dip HV, RGN, RSCN, Dip HP è uno scrittore freelance per la salute
Articolo accettato per la pubblicazione: dicembre 2007
Febbraio 2008: Volume 22, Numero 2
Far fronte all'eczema atopico
Joanne Wright discute la gestione quotidiana dell'eczema atopico
Joanne Wright RGN, RM è un'infermiera pratica, Brighouse, West Yorkshire
Articolo accettato per la pubblicazione: dicembre 2006
Maggio 2007: Volume 21, Numero 5
Eczema atopico: una panoramica
Karen Spowart offre una panoramica dell'eczema atopico e della sua gestione.
Karen Spowart è specialista in infermiere pediatrica presso il Chelsea e il Westminster Hospital.
Articolo accettato per la pubblicazione: maggio 2006
Settembre 2006: Volume 20, Numero 9
Onicomicosi: gestione dei pazienti a rischio
Polly Buchanan offre una panoramica dei trattamenti disponibili per la gestione dell'oncicomicosi.
Polly Buchanan RGN, RM, DipN, BSc (Hons) è consulente infermiera in dermatologia, Galderma UK, NHS Fife, NHS Tayside.
Articolo accettato per la pubblicazione: dicembre 2005
Giugno 2006: volume 20, numero 6
Sviluppare la pratica del camuffamento della pelle: un'iniziativa congiunta
Annemarie Brown e Madeleine Flanagan descrivono lo sviluppo di un corso di mimetizzazione della pelle.
Annemarie K. Brown, MSc, BSc (Hons), RGN è docente ospite, School of Continuing Professional Development, University of Hertfordshire e Specialista infermiera clinica di vitalità tissutale, Castle Point e Rochford PCT.
Madeleine Flanagan MSc, BSc (Hons), Dip. RGN è docente principale di vitalità tissutale, School of Continuing Professional Development, University of Hertfordshire
Articolo accettato per la pubblicazione: gennaio 2006
Maggio 2006: Volume 20, Numero 5
Vivere con displasia ectodermica ipoidrotica legata all'X
Diana Perry offre una panoramica di questa condizione della pelle e della sua gestione dal punto di vista degli assistenti. Per ulteriori informazioni, si prega di contattare Diana Perry presso la società di displasia ectodermica, 108 Charlton Lane, Cheltenham, Glos. GL53 9EA Inghilterra Tel: 01242 261332 Email: Diana@ectodermaldysplasia.org Web: www.ectodermaldysplasia.org.
Novembre 2005: Volume 19, Numero 11
Un approccio basato sull'evidenza per la terapia dell'involucro bagnato per la gestione dell'eczema
La dott.ssa Paula Beattie discute la base di prove per l'uso della terapia con impacco umido nella gestione dell'eczema atopico.
La dott.ssa Paula E. Beattie MRCP è ricercatrice clinica presso il Dipartimento di Dermatologia, Great Ormond St Hospital, Londra WC1N 3JH.
Articolo accettato per la pubblicazione: marzo 2005
Settembre 2005: Volume 19, Numero 9
Psoriasi: una panoramica
Joanne Wright discute della necessità di un buon supporto emotivo e comprensione quando si tratta di pazienti / clienti con questa condizione di pelle angosciante. Joanne Wright RGN, RM è un'infermiera pratica a Brighouse, West Yorkshire. Articolo accettato per la pubblicazione: febbraio 2005
Maggio 2005: Volume 19, Numero 5
Dermatite professionale
Il dott. Iain Foulds spiega l'incidenza e la natura di questa forma di eczema
Il dott. Iain Foulds è un dermatologo consulente.
Articolo accettato per la pubblicazione: gennaio 2005
Febbraio 2005: Volume 19, Numero 2
Acne ed eczema: domande e risposte
Nel secondo dei nostri articoli dell'ABPI sulla pelle e le condizioni della pelle discutiamo della gestione dell'acne e dell'eczema.
Questo articolo è stato riprodotto per gentile concessione dell'Association of the British Pharmaceutical Industry.04
Novembre 2004: Volume 18, Numero 11
Eczema – un caso di studio
Amira Obeid offre una panoramica di un caso di studio che ha coinvolto la gestione dell'eczema atopico in un bambino di quattro mesi
Amira Obeid MSc, ANP, BSc (Hons), RN, RM, RHV, DPS: N (CHS), FETC, CIDC, CHD Dip, ENB 8103, 7310, è un infermiere professionista, Lordswood Surgery, Birmingham
Articolo accettato per la pubblicazione: gennaio 2004
Settembre 2004: Volume 18, Numero 9
Un'introduzione alla pelle
Marzo 2004: Volume 18, Numero 3
Pelle afro-caraibica e gestione dell'eczema
I servizi informativi della National Eczema Society esaminano la gestione dell'eczema nella pelle nera.
Novembre 2003: Volume 17, Numero 11
L'uso di emollienti e la loro corretta applicazione
James Britton esamina l'uso di emollienti e creme per le condizioni della pelle.
Il dott. James Britton, BM, BS, BMedSci (Hons), MRCP (UK) è un registrar specialista in dermatologia presso la General Infirmary di Leeds, Leeds, Regno Unito. Articolo accettato per la pubblicazione: marzo 2003
Settembre 2003: Volume 17, Numero 9
Gestione dell'eczema atopico nei bambini
Il rosmarino Turnbull offre una panoramica del trattamento dell'eczema atopico nei bambini.Rosemary Turnbull, RGN, RSCN, infermiera specialista in dermatologia pediatrica, Chelsea e Westminster Hospital, Londra. Articolo accettato per la pubblicazione: aprile 2002
Giugno 2003: Volume 17, Numero 6
Condizioni della pelle infettiva
Il dottor James Britton offre una panoramica delle condizioni della pelle infettive.
James Britton BM, BS, BMedSci (Hons), MRCP (UK) è un registrar specialista in Dermatologia, Infermeria generale di Leeds, Leeds. Articolo accettato per la pubblicazione: gennaio 2003
Marzo 2003: Volume 17, Numero 3
Eczema: una panoramica
In riconoscimento della National Eczema Week, la scrittrice sanitaria Beverley Chiodo offre una breve panoramica delle cause dell'eczema e del suo trattamento.
Beverley Chiodo BA Hons, RGN, è uno scrittore freelance per la salute, West Yorkshire.
Articolo accettato per la pubblicazione nell'agosto 2002.
Settembre 2002: Volume 16, Numero 9
Emollienti: una guida al loro uso nell'eczema
Collette Chambers della National Eczema Society discute l'uso di emollienti nel trattamento dell'eczema.
Collette Chambers è coordinatore dell'informazione della National Eczema Society, Londra.
Articolo accettato per la pubblicazione gennaio 2002.
Marzo 2002: Volume 16, Numero 3
Aspetti psicologici dell'eczema atopico
Collette Hoare discute le questioni emotive, psicologiche e sociali che hanno un ruolo nel trattamento dell'eczema atopico.
Luglio 2001: volume 15, numero 7
Una clinica eczema comunitaria
Tre visitatori della salute di Manchester: Patricia Carey, Jacqualine Darby e Jacqui O'Reilly descrivono un'iniziativa progettata per educare e aiutare i genitori a gestire al meglio l'eczema dei loro figli.
Novembre 2000: Volume 14, Numero 11
Developments in dermatological care
Winifred Farrrell discusses the current policies which influence the organisation, and provision of policies on dermatological care
September 2000 : Volume 14, Issue 9
Care of the incontinent client’s skin
Sarah Le Lievre describes the basic functions of the skin and how the nurse can minimise skin damage in incontinent patients.
February 2000 : Volume 14, Issue 2
Atopic eczema – an overview
Jessica Stone and Sarah Ransome describe the vital role of community nurses in the management of atopic eczema.
June 1999 : Volume 13, Issue 6
Eczema: The allergy field
Patricia Schooling discusses the rising incidence of allergy
throughout the UK population.
June 1999 : Volume 13, Issue 6
Managing infant dry skin
Sarah Purcell & Dr. David Paige give a brief overview on the management of dry skin conditions in infants & young children.
April 1999 : Volume 13, Issue 4
A guide to dry skin problems
Dr Jay Herbert gives an overview of some of the most common forms of dry skin problems and their treatment.
November 1998 : Volume 12, Issue 11

Psorilax:Migliorare |dermo crema omega 6 altra crema per psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, composizione

coronavirus,

Nonostante la carenza di disinfettanti per le mani, è ancora facile trovare un buon sapone vecchio stile, prodotto proprio qui nella Hunter Valley. Michelle Waite di BARE Nature'sKin produce i suoi saponi e prodotti per la pelle sostenibili in un uliveto di Broke dove vive con sua mamma, Marian Waite. Covid-19 li ha costretti a chiudere temporaneamente il negozio sulla loro proprietà, ma continua a fare sapone, fare scorta di altri negozi e vendere online. Dal 2007 Waite ha trasformato i saponi in modo naturale nella loro proprietà di 106 acri. “È un posto incantevole. Abbiamo una palude naturale e un santuario degli uccelli che fa da sfondo al ruscello di Wollombi, una piccola insenatura che si snoda nel Cacciatore”, dice Waite della terra, chiamata River Flats Estate. Waite ama essere creativo, cucinare e far crescere le cose. L'olio d'oliva è il grasso scelto per i suoi prodotti. L'olio di sansa è l'olio, che particelle sul fondo del serbatoio dell'olio di oliva vergine. È tecnicamente commestibile, anche se non lo metti nella tua insalata. Questo è il suo ingrediente numero uno. “Ho iniziato a fare un po 'di sapone per la mamma. Aveva uno sbocco per chutney, sottaceti e olive. Vorrei venire qui e aiutarla a fare le olive e sottaceti”, dice. Dopo aver vissuto a Sydney e aver viaggiato all'estero, Waite ha deciso di trasferirsi nella Tenuta e avviare un'attività di produzione di sapone. Ha fatto domanda per il programma NEIS del governo, un piano di investimenti che insegna i fondamenti di base delle imprese. Il corso le ha dato la sicurezza di iniziare. È cresciuto da lì. In questi giorni usa tutto l'olio su cui riesce a mettere le mani, ma l'olio d'oliva rimane la chiave. Prepara il sapone con un metodo a freddo, il che significa che il sapone deve curare per mesi ma non richiede sostanze chimiche extra. “Molti produttori di saponi commerciali hanno agenti aggiunti a loro, si chiamano lauril fosfati. È un agente schiumogeno”, afferma. “Con la produzione di sapone a freddo, è naturalmente migliore per la pelle, migliore per il corpo, migliore per i lavandini, migliore per lo scarico.” Il processo di stagionatura è vitale. L'acqua evapora e il sapone si restringe; diventa più denso e più duraturo. La stagionatura dura sei mesi, ma Waite cura il sapone da anni. Ha del sapone dal 2017 che sta ancora tagliando. Il sapone non scade mai e li produce in grandi lastre da 13 kg. “È un allenamento”, scherza. Dei 13 chili, tre chili sono il latte di capra o “componente dell'acqua” in molti dei suoi saponi. Il latte proviene dalle capre della sua proprietà; le munge a mano. Ha menzionato che il sapone di latte di capra può essere buono per le persone con eczema, psoriasi e pelle secca e pruriginosa. La cera d'api dai suoi alveari è un altro ingrediente comune, anche se non è incluso nel sapone vegano. Crea diverse varietà di shampoo, creme, scrub da bagno, candele e altro ancora. Ha anche dei maiali che alleva e mangia. “Il loro ruolo nella produzione del sapone non è molto. Vanno semplicemente dove vado perché amo i maiali e ho sempre avuto dei maiali”, dice. Vende i suoi saponi in strisce sfuse lunghe 30 centimetri e l'acquirente può tagliarlo a proprio piacimento. I suoi bestseller sono il mirto al limone o il semplice latte di capra. Prepara il suo shampoo per cani con oli repellenti per le pulci come olio dell'albero del tè, lavanda e citronella (è sicuro anche per l'uomo). Spesso i suoi prodotti hanno olii essenziali che hanno anche qualità antibatteriche. “Adoro gli scrub, sono a base di zucchero, sono davvero idratanti e si liberano della pelle morta. Semplice piccola cosa da fare, ma è così bello”, dice. Ogni creazione è diversa. Alcuni sono a base di aloe vera e idratanti. Nessuno ha profumi sintetici o ingredienti artificiali. Il sapone impiega più tempo a curare. Le creme sono fatte più velocemente, ma le infonde con olio d'oliva che aumenta la produzione. Produce anche deodoranti di cristallo da minerali e sali e il suo shampoo alla canapa viene fornito in un bar anziché in una bottiglia. L'olio d'oliva è l'ingrediente principale, ma utilizza altre basi tra cui semi di canapa, karité e olio di cocco. Li fornisce ad alcuni punti vendita di Newcastle tra cui Your Food Collective. È anche presso il negozio generale Wollombi e una farmacia e cantine a Polkobin. Sono venduti a Byron e anche ad Alice Springs. Waite trova le sue erbe vicino a casa. Raccoglie Roger puzzolente e Ortica sulla loro terra. I suoi vicini condividono le rose e i fiori delle vigne dei matrimoni vicini. “Meno chilometraggio è, meglio è. Pratica ciò che predichi e ottieni cose da qui e nei dintorni. Abbiamo molto che possiamo usare in giro. Non devi andare troppo lontano”, dice. Né lei né sua madre guidano, mantenendole molto locali. Lavorano sodo e il suo partner Patchy Tinder supporta tutto ciò che fa. “Il mio ragazzo, Patchy è parte del mio battito cardiaco. È una persona creativa straordinaria. Mi aiuta a costruire negozi e creare spazi dove posso creare e creare in modo sicuro. È una parte strumentale di me che fa quello che faccio”, dice. . River Flats Estate ospita seminari con Pat Collins, naturopata di Muswellbrook, sui vantaggi di diverse piante locali. Ironia della sorte, quello che hanno dovuto annullare era sul sistema respiratorio e immunitario. “Sa molto sulle diverse erbacce e piante nella boscaglia e su come incorporarle nella cura della pelle e nella dieta. Mi ha insegnato molto quando ho iniziato; mi ha insegnato i fondamenti nel fare tinture, creme idratanti, fusioni, le basi. Questi seminari. insegniamo lo stesso “, dice Waite. Ogni stagione coprono le diverse erbacce e piante che crescono nelle vicinanze. Gli studenti si presentano al negozio, prendono un cestino e camminano per la proprietà raccogliendo piante diverse. I seminari durano tutto il giorno e alla fine organizzano un grande banchetto vegie, si dividono in gruppi e iniziano a martellare le erbe. Waite è entusiasta di riportare questi seminari quando è sicuro farlo. La pandemia ha rallentato le cose, ma la cura del sapone richiede comunque un po 'di tempo. Waite e il suo equipaggio continuano a lavorare sodo sulla terra, nonostante tutto. Non hanno paura di sporcarsi le mani.

https://nnimgt-a.akamaihd.net/transform/v1/crop/frm/n8uGJwMg95DiH9D4L9ShGa/311955c6-a55f-410c-8afb-bfb74e7dc6b0.jpeg/r11_260_5172_3176_w1200_h678_fmax.jpg

Psorilax:Facilmente |cosa comprarecome crema per psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, originale

Il sondaggio sulla consegna di farmaci topici di Global Rx Dermatology fornisce informazioni chiave sul settore, compresi fatti e cifre molto utili e importanti, opinioni di esperti e gli ultimi sviluppi in tutto il mondo. Il rapporto sul mercato globale è un documento importante per ogni appassionato di mercato, decisore politico, investitore e giocatore. Il rapporto fornisce fluttuazioni del valore CAGR durante il periodo di previsione 2019-2026 per il mercato. I rapporti di mercato di Rx Dermatology Topical Drug Delivery forniscono dati su modelli e miglioramenti e indirizzano settori e materiali aziendali, limiti e avanzamenti. In questo rapporto, viene fornita un'analisi SWOT approfondita e un'analisi degli investimenti che prevede opportunità imminenti per gli operatori del mercato di Rx Dermatology Topical Drug Delivery.

Il mercato globale della consegna di farmaci per dermatologia Rx globale dovrebbe raggiungere 40.646,26 milioni di USD entro il 2026 da 29.475,18 milioni di USD nel 2018, crescendo a un CAGR del 4,2% nel periodo di previsione dal 2019 al 2026.

Scarica la copia di esempio PDF gratuita di (e-mail protetta) https://databridgemarketresearch.com/request-a-sample/?dbmr=global-rx-dermatology-topical-drug-delivery-market

Analisi competitiva:

Alcuni dei principali attori che operano in questo mercato sono Galderma Laboratories, LP, Hisamitsu Pharmaceutical Co., Inc., Pfizer Inc., LEO Pharma A / S, GlaxoSmithKline plc., ALLERGAN, Bayer AG, 3M, Bausch Health Companies Inc., The Lubrizol Corporation, Cipla Inc., Kaken Pharmaceutical Co., Ltd. tra gli altri.

I farmaci topici svolgono un ruolo importante nella terapia delle malattie dermatologiche. I farmaci per dermatologia topica incorniciano una grande percentuale di prodotti nel mercato dei farmaci. Questi prodotti sono fabbricati attraverso processi di produzione specializzati come riempimento di volume preciso, miscelazione su larga scala, riscaldamento e imballaggio.

La somministrazione topica di farmaci può essere effettuata nel corpo attraverso percorsi oftalmici, rettali, vaginali e cutanei come vie topiche. Nel settore della dermatologia, la pelle svolge un ruolo importante nella somministrazione di farmaci topici per il trattamento delle malattie della pelle nei pazienti. I preparati topici vengono applicati sulla pelle per effetti superficiali, locali o sistemici. Le formulazioni topiche includono ingredienti terapeuticamente attivi che aiutano a trattare le malattie della pelle nei pazienti.

Il rilascio topico di farmaci è uno dei modi più efficaci di rilascio di farmaci in quanto fornisce risultati terapeutici ottimali. A poco a poco, il sistema topico di consegna dei farmaci è diventato sempre più importante nell'industria farmaceutica. La risposta farmacologica, sia l'effetto terapeutico desiderato sia l'effetto indesiderato indesiderato di un farmaco dipendono dalla concentrazione del farmaco nel luogo di azione, che a sua volta dipende dalla forma di dosaggio e dall'entità dell'assorbimento del farmaco nel sito di azione. Nel settore della dermatologia, molecola di farmaco applicata sulla pelle che penetra principalmente attraverso il tortuoso e continuo percorso intercellulare. Questi prodotti sono disponibili in diverse forme come unguenti, creme, lozioni, gel e altri che hanno la capacità di essere assorbiti nel corpo e mostrano rispettivamente la risposta positiva nella guarigione della ferita.

Mercato globale della consegna di farmaci topici dermatologici per tipo di prodotto (semisolido, liquido, solido), applicazione (infezioni della pelle, dermatite, antiaging, acne, iperpigmentazione, rosacea, tumore della pelle, psoriasi, onicomicosi, altri), categoria (marchiato, generico ), Geografia (Nord America, Europa, Asia-Pacifico, Sud America, Medio Oriente e Africa) – Tendenze e previsioni del settore fino al 2026

Segmentazione: Global Rx Dermatology Topical Drug Delivery Market

Il mercato globale della consegna di farmaci topici dermatologici Rx è segmentato in base al tipo di prodotto, all'applicazione e alla categoria.

Sulla base del tipo di prodotto, il mercato è segmentato in solido, liquido e semisolido. Il solido è sottosegmentato in polvere e altri. Il liquido viene suddiviso in soluzione, emulsione, sospensione, lozione e altri. Semisolid è sottosegmentato in creme, gel, unguenti, pasta, altri.
Nel dicembre 2016, Pfizer Inc. ha ricevuto l'approvazione da parte della Food and Drug Administration (FDA) statunitense per il prodotto chiamato EUCRISATM (crisaborole) unguento al 2%. È un nuovo inibitore topico non steroideo della fosfodieterasi-4 (PDE-4). È usato per il trattamento della dermatite atopica da lieve a moderata (AD). Con questo lancio del prodotto l'azienda ha costruito un patrimonio nel settore dell'infiammazione e dell'immunologia.
Sulla base dell'applicazione, il mercato è segmentato in acne, dermatite, psoriasi, infezioni della pelle, antiaging, cancro della pelle, iperpigmentazione, onicomicosi, rosacea, altri.
Nel marzo 2017, Galderma Laboratories, L.P., produttori del marchio Cetaphil hanno lanciato sette nuovi prodotti per la cura della pelle del viso. Con questo lancio dei prodotti il ​​portafoglio Cetaphil dell'azienda è aumentato. La società ha ora un'ampia gamma di soluzioni specializzate per i pazienti con problemi di pelle, tra cui idratazione e altri.
Sulla base della categoria, il mercato è segmentato in generico e marchiato.
Nel febbraio 2016, Allergan plc ha ricevuto un'approvazione per il suo prodotto ACZONE (dapsone) Gel, 7,5% dalla Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti. Questo prodotto è un nuovo trattamento topico di prescrizione che è utile per il trattamento dell'acne nei pazienti di età pari o superiore a 12 anni. Il prodotto ha aiutato il paziente a trattare facilmente l'acne che alla fine ha contribuito ad aumentare le entrate.
Richiedi informazioni su questo rapporto dal nostro esperto @ https://databridgemarketresearch.com/inquire-before-buying/?dbmr=global-rx-dermatology-topical-drug-delivery-market

Recenti sviluppi:

Nell'aprile 2016, Allergan plc ha acquisito Topokine Therapeutics, Inc. con un pagamento anticipato di 85,8 milioni di USD ed è stato idoneo a ricevere tappe potenziali di sviluppo e commercializzazione fino a 260,0 milioni di USD.
Nel febbraio 2019, Kaken Pharmaceutical Co., Ltd. ha concluso un accordo di licenza e distribuzione esclusiva per la formulazione topica di onicomicosi nella Repubblica popolare cinese. Secondo l'accordo Kaken Pharmaceutical Co., Ltd., ha fornito il diritto esclusivo per lo sviluppo e la commercializzazione del Prodotto in RPC e questo ha portato a un'elevata generazione di entrate.
Nell'aprile 2019, The Lubrizol Corporation ha lanciato il suo nuovissimo modificatore di reologia 2 in 1 multifunzionale, polimero Carbopol Style 2.0. Il prodotto ha i benefici per la cura della pelle come l'aspetto liscio lucido, le texture uniche e altro. Con questo lancio il portafoglio prodotti dell'azienda è aumentato, il che ha comportato una maggiore generazione di entrate.
Nell'agosto 2018, Cipla INC. Ha ricevuto l'approvazione finale per la nuova domanda abbreviata di farmaci (ANDA) per Diclofenac Sodium Topical Gel, 1% dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti (US FDA). Per questo motivo l'azienda ha aumentato il proprio portafoglio di prodotti e una forte posizione sul mercato, specialmente nel campo della dermatologia.
Nel novembre 2010, 3M ha rilanciato la linea Cavilon Professional Skin Care. Questo prodotto ha aiutato a prevenire danni alla pelle da umidità, attrito e traumi adesivi. Il portafoglio di prodotti dell'azienda è aumentato per quanto riguarda la dermatologia archiviata e quindi le entrate sanitarie.
Opportunità:

BASSA PENETRAZIONE BIOLOGICA:

I biologici sono i farmaci che sono fatti da proteine ​​animali o umane che hanno la capacità di trattare rispettivamente le malattie. Hanno la capacità di trattare il numero di malattie come la psoriasi, l'artrite psoriasica, altri tipi di artrite e malattie infiammatorie intestinali. A causa della scarsa attività dei farmaci biologici nel trattamento di eventuali malattie del derma, i farmaci topici stanno superando il mercato a fini terapeutici e quindi la sua domanda è in aumento sul mercato.

AUMENTO DEL CONCORSO CHE GUIDA AD ALTI INVESTIMENTI IN R&S PER INNOVARE NUOVI PRODOTTI:

La malattia della pelle negli ultimi tempi è una delle principali malattie tra le persone per le quali sono disponibili trattamenti. Uno dei trattamenti avanzati è il sistema topico di rilascio del farmaco in cui la pelle svolge un ruolo importante poiché il farmaco viene applicato sulla pelle che ha la capacità di trattare le aree colpite. Numero di aziende ha preso l'iniziativa nel fornire alta qualità di prodotti o farmaci per il trattamento delle malattie della pelle. Ciò comporta il processo di innovazione nella ricerca farmaceutica. L'aumento del numero di malattie richiede un trattamento adeguato per il quale i farmaci topici svolgono attualmente un ruolo importante. Di conseguenza, molte aziende hanno aumentato le proprie strutture di ricerca e sviluppo al fine di fornire i farmaci che saranno ritenuti un fattore importante per guidare il mercato in futuro.

AUMENTO DI FUSIONI E ACQUISIZIONI:

Le industrie farmaceutiche probabilmente subiscono la maggior parte delle attività di fusione e acquisizione (M&A) rispetto a qualsiasi altra industria che coinvolge il numero di operazioni e la spesa in denaro. Questa attività è necessaria a causa dell'aumento dello sviluppo di un nuovo farmaco nell'industria farmaceutica. Ad esempio, a luglio 2018, Leo Pharma ha acquisito un'unità globale di dermatologia su prescrizione della Bayer AG (Germania) a un prezzo non divulgato. Lo scopo di questa acquisizione era di espandere il loro prodotto nei farmaci per la pelle. Leo Pharma sviluppa ulteriormente l'attività di dermatologia su prescrizione con questa acquisizione. L'aumento delle acquisizioni e delle fusioni aiuta le aziende a rafforzare i propri ricavi insieme a strutture di ricerca e sviluppo e produzione e questo ultimo aiuto nella crescita del mercato particolare.

MERCATO EMERGENTE:

L'elevata accessibilità per i pazienti sta portando a maggiori investimenti dal settore privato. Molte aziende si stanno concentrando sull'intraprendere sviluppi strategici per aumentare la loro presenza nelle economie emergenti. Insieme a questo, l'invecchiamento della popolazione e l'aumento del reddito disponibile contribuiranno alla crescita del mercato. Il mercato di consegna di farmaci topici ha una grande opportunità in quanto questa piattaforma ha nuovi elementi che sono stati incorporati per il trattamento di malattie della pelle e delle mucose. Le condizioni della pelle stanno aumentando in tutto il mondo, che alla fine richiede un trattamento. Aumentare la consapevolezza delle malattie della pelle è anche un fattore che sta aiutando il mercato a crescere in futuro.

sfide:

EFFETTI COLLATERALI:

L'effetto collaterale dei farmaci si verifica nell'uomo a causa dell'uso a lungo termine dei farmaci. Ci sono alcuni effetti collaterali che possono verificarsi nel corpo del paziente dopo aver consumato farmaci topici. Ad esempio, il consumo a lungo termine di corticosteroidi può causare difetti alla nascita nel nascituro. I farmaci topici possono fornire un trattamento migliore ma a parte questo anche il prodotto ha effetti collaterali. Ciò accade a causa dell'uso eccessivo di trattamenti topici che aumentano il rischio di effetti collaterali sia cutanei che sistemici e quindi ostacolano la crescita del mercato.

RICHIAMO DEL PRODOTTO:

Negli ultimi anni, il numero di richiami di prodotti nel mercato topico della consegna di droghe è aumentato enormemente. Tali richiami di prodotti possono verificarsi a causa di inadempienze come difetti di progettazione o di fabbricazione che possono essere negoziati con la sicurezza, l'efficacia e la purezza del farmaco o dei dispositivi di rilascio del farmaco da parte di un'azienda produttrice di farmaci. Ad esempio, a luglio 2016, GlaxoSmithKline (Regno Unito) ha annunciato il richiamo dell'unguento Bactroban e della crema Bactroban a causa della presenza di contaminazione durante la produzione; queste formulazioni sono state usate localmente per le infezioni della pelle. Inoltre, a giugno 2016, il cerotto per emicrania di Teva Phamaceutical chiamato Zecuity è stato richiamato per aver riportato gravi ustioni e potenziali cicatrici permanenti. Il richiamo dei prodotti influisce sui ricavi dell'azienda e, in definitiva, sul mercato particolare.

Nota: se hai esigenze particolari, faccelo sapere e ti offriremo il rapporto come desideri.

Informazioni sulla ricerca di mercato di Data Bridge:

Data Bridge Market Research si è affermata come una società di ricerca e consulenza di mercato non convenzionale e neoterica con un livello di resilienza senza precedenti e approcci integrati. Siamo determinati a scoprire le migliori opportunità di mercato e promuovere informazioni efficienti per far prosperare il tuo business sul mercato. Data Bridge si impegna a fornire soluzioni adeguate alle complesse sfide aziendali e avvia un processo decisionale senza sforzo.

Contatto:

Ricerche di mercato di Data Bridge

Tel: + 1-888-387-2818

E-mail: (e-mail protetta)

Psorilax:Affare |crema psoriasi ungueale

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, dove si compra

Cos'è la psoriasi?

La psoriasi è una malattia autoimmune cronica che si verifica quando il sistema immunitario è disturbato e fa sì che le cellule della pelle si moltiplichino più velocemente. Questa malattia che progredisce spingendo è localizzata sul cuoio capelluto e su tutto il corpo più in generale: il codice, il ginocchio, la parte bassa della schiena e le gambe.
Diversamente dalla forfora o dalla dermatite seborroica, la psoriasi del cuoio capelluto è caratterizzata dalla comparsa di spesse macchie rosse, desquamazione, bruciore o irritazione del cuoio capelluto, ma anche dalla caduta dei capelli.
Le placche per la psoriasi possono presentarsi in attacchi di stress, per esempio.

Perché usare la cura sensibile del corpo e del cuoio capelluto per la psoriasi?

Sul corpo o sulla testa, la psoriasi prude e i soggetti tendono a graffiare. Questo piccolo gesto ha grandi conseguenze. Le placche di psoriasi graffiate possono sanguinare e infettarsi. Ecco perché, è necessario non graffiare le aree sensibilizzate dalla psoriasi per non sensibilizzarle più e usare cure adeguate per ridurre il prurito e aiutare la psoriasi a scomparire.
La cura della pelle e del cuoio capelluto è adattata a questa malattia. Sono estremamente morbidi e non attaccano la pelle.

I benefici del Mar Morto sulla psoriasi

Per alleviare e lenire i tuoi attacchi di psoriasi, niente di meglio dei prodotti del Mar Morto. Il Mar Morto, altrimenti noto come la più grande SPA del mondo, è una fonte di benefici per la pelle, in particolare per la pelle che soffre di psoriasi. Il Mar Morto ha un'alta concentrazione di sali e minerali. I minerali presenti nel Mar Morto sono essenziali per il corretto equilibrio della pelle. Questi minerali del Mar Morto sono direttamente assimilati dalla pelle e attivano il rinnovamento cellulare. Questo promuove quindi la guarigione e la comparsa di nuove cellule sane. Il bromo, ad esempio, è un minerale che ha un effetto calmante sulla psoriasi. I pazienti che soffrono di psoriasi sono invitati a eseguire cure di tre settimane nel Mar Morto per alleviare la loro malattia. Tutti hanno riconosciuto le virtù del Mar Morto nella loro psoriasi. La pelle sensibile e il cuoio capelluto irritato hanno trovato conforto per molte settimane e mesi dopo la loro cura. Trovi tutti questi minerali essenziali nella cura del Dead Sea Clineral.

Il nostro Clineral Dead Sea Care per la psoriasi

La gamma PSO Clineral è una collezione riservata esclusivamente alla cura della psoriasi. Questi trattamenti del Mar Morto per il cuoio capelluto sensibile e per il corpo sono arricchiti con sale del Mar Morto e fango nero. Riducono desquamazione e irritazione, prevenendo così il prurito. La psoriasi del cuoio capelluto è alleviata da questi trattamenti clinerali. Lo shampoo clinerale e la maschera per il cuoio capelluto forniscono un'ondata di minerali al cuoio capelluto. Clineral Body Cream e Joint Cream sono ideali per ridurre le chiazze squamose e le aree di estrema secchezza. Questi prodotti combinano i benefici dermatologici di fango e minerali del Mar Morto con le qualità di estratti vegetali finemente selezionati per rafforzare le funzioni vitali della pelle.