CREMA TRATTAMENTO PSORIASI OFFERTA -50% !

Home Blog Page 141

Psorilax:Dove posso acquistare |creme prescrivibili per psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, quanto costa

GOOGLE la parola “avventato” e vedrai più di 200 milioni di risultati.

Le condizioni della pelle costano al NHS 723 milioni di sterline all'anno, con circa 13,2 milioni di persone che visitano il proprio medico di famiglia con un problema correlato all'eruzione cutanea.

La modella Cara Delevingne soffre di prurito e graffi alla pelle, insieme a milioni di altre persone

10

La modella Cara Delevingne soffre di prurito e graffi alla pelle, insieme a milioni di altre personeCredito: Getty

Ma che sia pruriginosa o squamosa, la tua pelle potrebbe cercare di darti un segnale di avvertimento.

Dal Covid-19 al cancro, ci sono molte condizioni gravi che iniziano con un prurito o un'eruzione cutanea. Ma come fai a sapere se è grave?

La dott.ssa Susan Mayou, dermatologa consulente presso la Cadogan Clinic nel centro di Londra (cadoganclinic.com) ha più di 30 anni di esperienza in dermatologia ed è portavoce e fiduciaria della British Skin Foundation.

Qui, dice a Clare O'Reilly cosa significano veramente le diverse eruzioni cutanee e quando hai bisogno di cercare aiuto.

Punta Covid

Uno dei sintomi sorprendenti del Covid-19 sono stati i rash cutanei causati dal virus Sars-CoV-2.

A maggio, i medici spagnoli hanno identificato cinque tipi di lesioni cutanee che stavano vedendo nei pazienti con corona.

Alcuni pazienti con coronavirus hanno notato lesioni simili a quelle dei geloni che si formano sulle dita dei piedi

10

Alcuni pazienti con coronavirus hanno notato lesioni simili a quelle dei geloni che si formano sulle dita dei piediCredito: Getty

Il dottor Mayou dice: “Uno di questi sono le dita dei piedi Covid – lesioni simili a quelle dei geloni sulle dita dei piedi.

“Sono pruriginose e dolorose e generalmente si verificano nel 19 per cento dei casi di pazienti più giovani.

“Un'eruzione simile può verificarsi sulle dita ed è probabilmente una delle risposte immunologiche del corpo al virus Covid.

“Stiamo imparando di più ogni giorno sui sintomi del coronavirus e sui segni associati. Ma le dita dei piedi Covid sembravano essere associate a una malattia lieve.

“Gli steroidi da banco come l'Eumovate o l'idrocortisone all'1% aiutano contro i sintomi di gonfiore, prurito e irritazione.

“Ma se il dolore è grave o si hanno altri sintomi di Covid, allora è meglio consultare un medico e seguire le linee guida del governo”.

Malattia di Kawasaki

QUESTA è una condizione che colpisce tipicamente i bambini di età inferiore ai cinque anni ed è caratterizzata da eruzione cutanea, febbre alta, linfonodi ingrossati, occhi, labbra e bocca rossi e mani e piedi gonfi e arrossati.

Nella maggior parte dei casi i sintomi durano tra le quattro e le otto settimane.

La malattia di Kawasaki è caratterizzata da eruzione cutanea, febbre alta, linfonodi ingrossati, occhi rossi e piedi gonfi

10

La malattia di Kawasaki è caratterizzata da eruzione cutanea, febbre alta, linfonodi ingrossati, occhi rossi e piedi gonfiCredito: Getty

Il dottor Mayou dice: “L'eruzione cutanea rabbiosa può essere di aspetto simile al morbillo, o rossa e irregolare, con arrossamento all'interno della bocca e una lingua color fragola e gonfiore delle mani e dei piedi.

“La pelle può staccarsi durante le fasi successive della malattia, ma la causa della Kawasaki è sconosciuta.

“Non è contagioso ma provoca infiammazione dei vasi sanguigni, che può includere il cuore, che può portare ad angina e attacchi di cuore se non trattato.

“I pazienti vengono trattati in ospedale con alte dosi di anticorpi per via endovenosa per combattere la malattia e aspirina per ridurre il dolore, il disagio e abbassare la temperatura.

“È fondamentale cercare un trattamento per la malattia di Kawasaki nella fase iniziale in quanto può portare a danni cardiaci a lungo termine se non trattata”.

Caso di studio 1: eruzione cutanea di Lewie

QUANDO è comparsa un'eruzione cutanea sul braccio del piccolo Lewie Johnston, sua madre non si aspettava la diagnosi che aveva ricevuto dai medici. Hanno detto che il bambino di tre anni aveva la leucemia linfoblastica acuta.

Katie, 25 anni, di Wokingham, Berks, ha dichiarato: “L'eruzione cutanea è comparsa il 22 aprile, quindi dato che era chiusa abbiamo inviato alcune foto via e-mail ei medici hanno organizzato un esame del sangue.

Lewie aveva lividi su tutte le gambe, ma inizialmente il medico di famiglia pensava che fosse dovuto a una carenza di ferro o ad anemia. Tuttavia, poche ore dopo essere arrivata in ospedale, Katie è rimasta sconvolta quando le è stato detto che suo figlio aveva il cancro.

“A causa di Covid, ero sola con lui quando me l'hanno detto”, dice.

“È stato terrificante. Mi hanno rassicurato che il suo tipo di leucemia era il più facile da curare e aveva una percentuale di successo del 90%, ma non ho pensato per un secondo a nulla di correlato al cancro. “

Il 27 aprile, Lewie ha avuto il suo primo ciclo di chemioterapia presso il John Radcliffe Hospital di Oxford.

Una linea Hickman – un catetere per somministrare i trattamenti – è stata inserita nel suo torace, è stato prelevato un campione di midollo osseo ed è stata eseguita una puntura lombare per controllare il suo liquido cerebrospinale.

Katie dice: “Il suo liquido spinale e il suo cervello erano negativi per qualsiasi cellula leucemica e il suo midollo osseo mostrava che non c'erano mutazioni nelle sue cellule, quindi aveva il miglior risultato possibile.

“Il 27 maggio, ha avuto un test del midollo osseo per verificare che la chemio funzionasse e fortunatamente è stato – Lewie aveva solo poche cellule cancerose rimaste.”

Due settimane dopo, Katie fu felicissima di sapere che suo figlio era libero dal cancro.

“Ha guadagnato molto peso grazie al trattamento con steroidi e ha potuto camminare a malapena per alcuni mesi, il che è stato difficile, ma è stato determinato”, dice Katie.

Il bambino sta ancora facendo la chemio orale ogni giorno e sessioni di chemio mensili in ospedale per gestire le sue condizioni. Ma i medici sperano che sarà in remissione entro la fine di ottobre.

“Non avrei mai pensato che un'eruzione cutanea potesse portare a questa diagnosi”, dice Katie.

Allergia all'eczema atopico

UNA delle condizioni della pelle più comuni, l'eczema, provoca pelle secca, arrossata, pruriginosa, screpolata e infiammata.

Il dottor Mayou dice: “Nei casi più gravi può piangere, formare croste e persino sanguinare”.

L'eczema è una delle condizioni della pelle più comuni e provoca pelle secca, arrossata e screpolata

10

L'eczema è una delle condizioni della pelle più comuni e provoca pelle secca, arrossata e screpolataCredito: Getty

Appare più comunemente sulla parte posteriore delle ginocchia, all'interno dei gomiti e sulle mani, sul viso e sul cuoio capelluto, ma può anche presentarsi su tutto il corpo.

“Può essere estremamente doloroso e, se non trattato, può causare gravi infezioni della pelle perché il prurito e il graffio della pelle possono portare a problemi batterici”, avverte il dottor Mayou.

“La pelle secca è pruriginosa, quindi la prima linea di trattamento è quella di utilizzare creme idratanti.

“Gli steroidi topici aiutano a ridurre l'infiammazione e ridurre il prurito e l'infiammazione.

“I trigger per le riacutizzazioni possono includere stress, allergie, saponi, detergenti e allergie alimentari.

“Quindi è importante monitorarli per comprendere meglio la condizione.”

Dovresti consultare un dermatologo non appena noti i primi segni di eczema, in modo che possano aiutarti a ideare un programma di gestione.

Impetigine

L'IMPETIGO è un altro disturbo comune nei bambini, ma a differenza dell'eczema, è altamente contagioso.

Anche gli adulti possono essere colpiti da questa condizione, causata dai batteri Staphylococcus aureus o Streptococcus pyogenes.

L'impetigine normalmente inizia sulle mani o sul viso, ma può diffondersi in tutto il corpo

10

L'impetigine normalmente inizia sulle mani o sul viso, ma può diffondersi in tutto il corpoCredito: Alamy

Il dottor Mayou dice: “È caratterizzato da una macchia rossa ben definita con una crosta color miele ma può apparire come una vescica.

“Normalmente inizia sulle aree esposte del corpo come le mani o il viso, ma può diffondersi in tutto il corpo. La condizione può essere dolorosa, pruriginosa e molto scomoda.

“Generalmente non è dannoso ma è contagioso, quindi è importante cercare un trattamento se sospetti di avere l'impetigine.

“Le creme o le compresse antibiotiche sono usate per trattare l'impetigine e le piaghe devono essere mantenute pulite e asciutte.

“Dovresti anche evitare di graffiare le piaghe, al fine di ridurre il rischio di infezioni e cicatrici.

“Dovresti consultare un medico per curare l'impetigine alla prima occasione se sospetti di averla sviluppata.”

Psoriasi

COSA hanno in comune Kim Kardashian, Liam Gallagher e Cara Delevingne? Hanno tutti sofferto di psoriasi.

È una condizione più comune negli adulti di età inferiore ai 35 anni e causa chiazze rosse e squamose, più spesso su ginocchia, gomiti, cuoio capelluto e viso.

Kim Kardashian soffre di psoriasi, una condizione che causa chiazze rosse e squamose

10

Kim Kardashian soffre di psoriasi, una condizione che causa chiazze rosse e squamoseCredito: Instagram

Il dottor Mayou spiega: “È causato da un aumento del tasso di turnover cellulare e dall'infiammazione.

“Sembra una pelle infiammata, con chiazze ben definite di pelle ispessita con squame argentee sulla superficie.

“Anche se la psoriasi non è dannosa, può influenzare la tua fiducia, autostima e umore.”

Il dottor Mayou consiglia di utilizzare steroidi topici e terapia con luce UV per il trattamento.

Aggiunge: “È anche consigliabile esaminare i fattori dello stile di vita come dieta, allergie, stress e i prodotti per la pelle che utilizzi per identificare eventuali fattori scatenanti”.

Chiedi consiglio a un dermatologo se sospetti di averlo e loro possono sviluppare un piano di trattamento.

Rosacea facciale

Può divampare quando bevi alcolici, mangi cibi piccanti e ti siedi al sole: la rosacea è una condizione cronica della pelle che fa apparire arrossate le guance e il viso.

Sebbene non sia dannoso, può influire sulla qualità della vita di una persona, lasciandola a disagio.

La rosacea non è dannosa, ma il dottor Mayou consiglia di consultare un medico se provoca pustole

10

La rosacea non è dannosa, ma il dottor Mayou consiglia di consultare un medico se provoca pustoleCredito: Getty

Il dottor Mayou afferma: “Si verifica in genere nelle persone con pelle chiara di età compresa tra i 30 e i 50 anni ed è più comune nelle donne”.

È causato da una dilatazione dei vasi sanguigni che si trovano direttamente sotto la pelle, che provoca arrossamento del viso e vasi sanguigni simili a ragni, spesso intorno al naso.

In casi avanzati quelle vene simili a ragni possono apparire bulbose.

Il dottor Mayou spiega: “La pelle può essere sensibile e facilmente irritata e può avvertire bruciore o pizzicore, e potrebbero esserci papule e pustole sulle guance e sulla fronte.

“Nel 15 per cento dei casi gli occhi possono essere colpiti, con arrossamento e dolore alle palpebre.”

I trattamenti variano da creme topiche a antibiotici e terapie laser e a base di luce.

Il dottor Mayou consiglia che se hai il tipo di rosacea che causa le pustole, vale la pena consultare uno specialista per il trattamento.

Caso di studio 2: punta di Eric

Quello che era iniziato come un piccolo graffio sulla punta del piccolo Eric si trasformò in un incubo che quasi gli costò la vita.

Julia Etherington, una madre di quattro figli di Nailsea nel Somerset, ha portato il figlio di tre anni che ha con il partner Doug, 46 anni, dal medico dopo che si è tagliato un dito del piede su una piccola staffa di metallo sul letto.

Durante il controllo in ospedale la mattina successiva, Eric ha vomitato per tutto il pavimento.

Julia dice: “L'infermiera ha detto che doveva avere un insetto, ma il giorno successivo, quando ha sviluppato un'eruzione cutanea, il nostro medico di famiglia locale ha detto che le macchie simili a fragola sulla sua lingua indicavano la scarlattina”.

Due giorni dopo, la 42enne ha riportato suo figlio dallo stesso medico, poiché gli antibiotici che Eric stava prendendo non sarebbero rimasti bassi.

Al tot è stato prescritto un nuovo farmaco.

Ma il quinto giorno si era formata una vescica enorme e dall'aria molto arrabbiata sulla punta di Eric dove l'aveva ferita.

“Eric era così letargico che riusciva a malapena ad aprire gli occhi”, dice Julia.

“In preda al panico e timoroso di ciò che non andava, l'ho portato in ambulatorio e sono stato mandato direttamente al Bristol Royal Hospital for Children.”

Lì, i medici hanno visitato Eric e gli è stata diagnosticata la sindrome da shock tossico. Era una delle sole 40 persone all'anno a sviluppare la condizione pericolosa per la vita.

“Avevano bisogno di operare per rimuovere il veleno che tracciava la sua gamba dal suo dito infetto”, dice Julia.

“Ma con le tossine che bloccavano i suoi organi – i suoi reni, fegato e cuore stavano tutti cedendo – abbiamo dovuto aspettare che gli antibiotici che stavano pompando nelle sue vene iniziassero a funzionare.

“Ho aspettato due ore fuori dal teatro di terapia intensiva, pregando che gli avrebbero salvato la vita, e ho pianto lacrime di sollievo quando era fuori dal teatro.

“Ma mi hanno avvertito che era gravemente malato. Ci rendiamo conto di quanto siamo fortunati che non sia morto e che siamo stati in grado di riportarlo a casa quasi una settimana dopo.

“Quello che era iniziato con un'eruzione cutanea si era quasi trasformato nel peggior incubo di ogni genitore.”

Micosi fungoide

QUESTO è un raro cancro del sangue e del sistema immunitario che si manifesta sulla pelle.

Non è noto quale sia la causa della malattia, ma prima appare come un'eruzione cutanea rossa, spesso in aree non esposte al sole, spiega il dottor Mayou.

La micosi fungoide appare per la prima volta come un'eruzione cutanea rossa spesso in aree non esposte al sole: agisci rapidamente se ritieni di averlo

10

La micosi fungoide appare per la prima volta come un'eruzione cutanea rossa spesso in aree non esposte al sole: agisci rapidamente se ritieni di averlo

Dice della condizione: “La fase secondaria vede l'eruzione cutanea svilupparsi in chiazze.

“Si trasforma quindi in piccole protuberanze sollevate, seguita successivamente dalla fase finale in cui si svilupperà in tumori o protuberanze.

“Può essere difficile da diagnosticare perché i cerotti possono assomigliare all'eczema o alla psoriasi. Ma può essere estremamente dannoso e può diffondersi ai linfonodi e ad altri organi “.

Il dottor Mayou afferma che la condizione è raramente curata, ma può essere gestita durante le prime fasi, con farmaci per colpire la pelle, compresi gel e creme.

Aggiunge: “Anche la fototerapia e la terapia con luce UV possono essere utilizzate come parte del trattamento e la chemioterapia per le fasi successive”.

Ma lei dice di agire in fretta se credi di poterlo avere.

Dice: “Se sospetti di avere questo, è fondamentale che tu veda il tuo medico nella prima fase.”

Tigna umana

NONOSTANTE il nome, i vermi non causano la tigna.

In effetti, è un'infezione fungina comune e contagiosa che colpisce bambini e adulti e può comparire ovunque sul corpo.

L'aspetto della tigna è `` solitamente a forma di anello, a meno che non appaia sul collo, sul viso o sul cuoio capelluto ''

10

L'aspetto della tigna è “ solitamente a forma di anello, a meno che non appaia sul collo, sul viso o sul cuoio capelluto ''Credito: Getty

Il dottor Mayou dice che il suo aspetto è “di solito a forma di anello, a meno che non appaia sul collo, sul viso o sul cuoio capelluto.

“Là appare come una macchia rossa e squamosa che si allarga gradualmente e può essere collegata alla caduta dei capelli.”

Non è dannoso, ma necessita di cure per evitare che si diffonda ad altri, consiglia il dottor Mayou.

Ci sono tutta una serie di creme, gel, spray e shampoo antifungini, che possono essere acquistati da banco, per trattare la condizione.

Quindi vale la pena parlare con un farmacista.

Se l'infezione non migliora dopo due settimane di trattamento antifungino, è necessario prenotare un appuntamento con il medico.

Eruzione paraneoplastica

LA MAGGIOR PARTE delle persone che vedono un'eruzione cutanea non sospetterebbero che la causa sottostante sia il cancro, ma in rari casi può essere un segno della malattia.

Sono conosciuti come eruzioni paraneoplastiche e il prurito generalizzato è il sintomo più comune.

L'eruzione paraneoplastica può essere segno di una causa sottostante, come il cancro

10

L'eruzione paraneoplastica può essere segno di una causa sottostante, come il cancroCredito: Getty

Le eruzioni cutanee sono in genere un segno di tumori del sangue tra cui linfoma e leucemia e tumori polmonari e gastrici.

“L'eruzione cutanea in sé non è dannosa, ma è importante scoprire qual è il cancro sottostante”, afferma il dottor Mayou.

“Emollienti e steroidi topici possono aiutare ad alleviare il prurito.

“Tuttavia è fondamentale cercare aiuto per scoprire qual è la neoplasia sottostante.”

Dovresti prenotare un appuntamento per vedere il tuo medico il prima possibile se sospetti di essere affetto da un'eruzione paraneoplastica.

Lo strano nuovo sintomo di coronavirus “sembra congelamento”, scoprono i documenti

HAI una storia? RING The Sun allo 0207 782 4104 o WHATSAPP allo 07423720250 o EMAIL exclusive@the-sun.co.uk

Psorilax:Coupon |crema lavante capelli psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, originale

GOOGLE la parola “avventato” e vedrai più di 200 milioni di risultati.

Le condizioni della pelle costano al NHS 723 milioni di sterline all'anno, con circa 13,2 milioni di persone che visitano il proprio medico di famiglia con un problema correlato all'eruzione cutanea.

La modella Cara Delevingne soffre di prurito e graffi alla pelle, insieme a milioni di altre persone

10

La modella Cara Delevingne soffre di prurito e graffi alla pelle, insieme a milioni di altre personeCredito: Getty

Ma che sia pruriginosa o squamosa, la tua pelle potrebbe cercare di darti un segnale di avvertimento.

Dal Covid-19 al cancro, ci sono molte condizioni gravi che iniziano con un prurito o un'eruzione cutanea. Ma come fai a sapere se è grave?

La dott.ssa Susan Mayou, dermatologa consulente presso la Cadogan Clinic nel centro di Londra (cadoganclinic.com) ha più di 30 anni di esperienza in dermatologia ed è portavoce e fiduciaria della British Skin Foundation.

Qui, dice a Clare O'Reilly cosa significano veramente le diverse eruzioni cutanee e quando hai bisogno di cercare aiuto.

Punta Covid

Uno dei sintomi sorprendenti del Covid-19 sono stati i rash cutanei causati dal virus Sars-CoV-2.

A maggio, i medici spagnoli hanno identificato cinque tipi di lesioni cutanee che stavano vedendo nei pazienti con corona.

Alcuni pazienti con coronavirus hanno notato lesioni simili a quelle dei geloni che si formano sulle dita dei piedi

10

Alcuni pazienti con coronavirus hanno notato lesioni simili a quelle dei geloni che si formano sulle dita dei piediCredito: Getty

Il dottor Mayou dice: “Uno di questi sono le dita dei piedi Covid – lesioni simili a quelle dei geloni sulle dita dei piedi.

“Sono pruriginose e dolorose e generalmente si verificano nel 19 per cento dei casi di pazienti più giovani.

“Un'eruzione simile può verificarsi sulle dita ed è probabilmente una delle risposte immunologiche del corpo al virus Covid.

“Stiamo imparando di più ogni giorno sui sintomi del coronavirus e sui segni associati. Ma le dita dei piedi Covid sembravano essere associate a una malattia lieve.

“Gli steroidi da banco come l'Eumovate o l'idrocortisone all'1% aiutano contro i sintomi di gonfiore, prurito e irritazione.

“Ma se il dolore è grave o si hanno altri sintomi di Covid, allora è meglio consultare un medico e seguire le linee guida del governo”.

Malattia di Kawasaki

QUESTA è una condizione che colpisce tipicamente i bambini di età inferiore ai cinque anni ed è caratterizzata da eruzione cutanea, febbre alta, linfonodi ingrossati, occhi, labbra e bocca rossi e mani e piedi gonfi e arrossati.

Nella maggior parte dei casi i sintomi durano tra le quattro e le otto settimane.

La malattia di Kawasaki è caratterizzata da eruzione cutanea, febbre alta, linfonodi ingrossati, occhi rossi e piedi gonfi

10

La malattia di Kawasaki è caratterizzata da eruzione cutanea, febbre alta, linfonodi ingrossati, occhi rossi e piedi gonfiCredito: Getty

Il dottor Mayou dice: “L'eruzione cutanea rabbiosa può essere di aspetto simile al morbillo, o rossa e irregolare, con arrossamento all'interno della bocca e una lingua color fragola e gonfiore delle mani e dei piedi.

“La pelle può staccarsi durante le fasi successive della malattia, ma la causa della Kawasaki è sconosciuta.

“Non è contagioso ma provoca infiammazione dei vasi sanguigni, che può includere il cuore, che può portare ad angina e attacchi di cuore se non trattato.

“I pazienti vengono trattati in ospedale con alte dosi di anticorpi per via endovenosa per combattere la malattia e aspirina per ridurre il dolore, il disagio e abbassare la temperatura.

“È fondamentale cercare un trattamento per la malattia di Kawasaki nella fase iniziale in quanto può portare a danni cardiaci a lungo termine se non trattata”.

Caso di studio 1: eruzione cutanea di Lewie

QUANDO è comparsa un'eruzione cutanea sul braccio del piccolo Lewie Johnston, sua madre non si aspettava la diagnosi che aveva ricevuto dai medici. Hanno detto che il bambino di tre anni aveva la leucemia linfoblastica acuta.

Katie, 25 anni, di Wokingham, Berks, ha dichiarato: “L'eruzione cutanea è comparsa il 22 aprile, quindi dato che era chiusa abbiamo inviato alcune foto via e-mail ei medici hanno organizzato un esame del sangue.

Lewie aveva lividi su tutte le gambe, ma inizialmente il medico di famiglia pensava che fosse dovuto a una carenza di ferro o ad anemia. Tuttavia, poche ore dopo essere arrivata in ospedale, Katie è rimasta sconvolta quando le è stato detto che suo figlio aveva il cancro.

“A causa di Covid, ero sola con lui quando me l'hanno detto”, dice.

“È stato terrificante. Mi hanno rassicurato che il suo tipo di leucemia era il più facile da curare e aveva una percentuale di successo del 90%, ma non ho pensato per un secondo a nulla di correlato al cancro. “

Il 27 aprile, Lewie ha avuto il suo primo ciclo di chemioterapia presso il John Radcliffe Hospital di Oxford.

Una linea Hickman – un catetere per somministrare i trattamenti – è stata inserita nel suo torace, è stato prelevato un campione di midollo osseo ed è stata eseguita una puntura lombare per controllare il suo liquido cerebrospinale.

Katie dice: “Il suo liquido spinale e il suo cervello erano negativi per qualsiasi cellula leucemica e il suo midollo osseo mostrava che non c'erano mutazioni nelle sue cellule, quindi aveva il miglior risultato possibile.

“Il 27 maggio, ha avuto un test del midollo osseo per verificare che la chemio funzionasse e fortunatamente è stato – Lewie aveva solo poche cellule cancerose rimaste.”

Due settimane dopo, Katie fu felicissima di sapere che suo figlio era libero dal cancro.

“Ha guadagnato molto peso grazie al trattamento con steroidi e ha potuto camminare a malapena per alcuni mesi, il che è stato difficile, ma è stato determinato”, dice Katie.

Il bambino sta ancora facendo la chemio orale ogni giorno e sessioni di chemio mensili in ospedale per gestire le sue condizioni. Ma i medici sperano che sarà in remissione entro la fine di ottobre.

“Non avrei mai pensato che un'eruzione cutanea potesse portare a questa diagnosi”, dice Katie.

Allergia all'eczema atopico

UNA delle condizioni della pelle più comuni, l'eczema, provoca pelle secca, arrossata, pruriginosa, screpolata e infiammata.

Il dottor Mayou dice: “Nei casi più gravi può piangere, formare croste e persino sanguinare”.

L'eczema è una delle condizioni della pelle più comuni e provoca pelle secca, arrossata e screpolata

10

L'eczema è una delle condizioni della pelle più comuni e provoca pelle secca, arrossata e screpolataCredito: Getty

Appare più comunemente sulla parte posteriore delle ginocchia, all'interno dei gomiti e sulle mani, sul viso e sul cuoio capelluto, ma può anche presentarsi su tutto il corpo.

“Può essere estremamente doloroso e, se non trattato, può causare gravi infezioni della pelle perché il prurito e il graffio della pelle possono portare a problemi batterici”, avverte il dottor Mayou.

“La pelle secca è pruriginosa, quindi la prima linea di trattamento è quella di utilizzare creme idratanti.

“Gli steroidi topici aiutano a ridurre l'infiammazione e ridurre il prurito e l'infiammazione.

“I trigger per le riacutizzazioni possono includere stress, allergie, saponi, detergenti e allergie alimentari.

“Quindi è importante monitorarli per comprendere meglio la condizione.”

Dovresti consultare un dermatologo non appena noti i primi segni di eczema, in modo che possano aiutarti a ideare un programma di gestione.

Impetigine

L'IMPETIGO è un altro disturbo comune nei bambini, ma a differenza dell'eczema, è altamente contagioso.

Anche gli adulti possono essere colpiti da questa condizione, causata dai batteri Staphylococcus aureus o Streptococcus pyogenes.

L'impetigine normalmente inizia sulle mani o sul viso, ma può diffondersi in tutto il corpo

10

L'impetigine normalmente inizia sulle mani o sul viso, ma può diffondersi in tutto il corpoCredito: Alamy

Il dottor Mayou dice: “È caratterizzato da una macchia rossa ben definita con una crosta color miele ma può apparire come una vescica.

“Normalmente inizia sulle aree esposte del corpo come le mani o il viso, ma può diffondersi in tutto il corpo. La condizione può essere dolorosa, pruriginosa e molto scomoda.

“Generalmente non è dannoso ma è contagioso, quindi è importante cercare un trattamento se sospetti di avere l'impetigine.

“Le creme o le compresse antibiotiche sono usate per trattare l'impetigine e le piaghe devono essere mantenute pulite e asciutte.

“Dovresti anche evitare di graffiare le piaghe, al fine di ridurre il rischio di infezioni e cicatrici.

“Dovresti consultare un medico per curare l'impetigine alla prima occasione se sospetti di averla sviluppata.”

Psoriasi

COSA hanno in comune Kim Kardashian, Liam Gallagher e Cara Delevingne? Hanno tutti sofferto di psoriasi.

È una condizione più comune negli adulti di età inferiore ai 35 anni e causa chiazze rosse e squamose, più spesso su ginocchia, gomiti, cuoio capelluto e viso.

Kim Kardashian soffre di psoriasi, una condizione che causa chiazze rosse e squamose

10

Kim Kardashian soffre di psoriasi, una condizione che causa chiazze rosse e squamoseCredito: Instagram

Il dottor Mayou spiega: “È causato da un aumento del tasso di turnover cellulare e dall'infiammazione.

“Sembra una pelle infiammata, con chiazze ben definite di pelle ispessita con squame argentee sulla superficie.

“Anche se la psoriasi non è dannosa, può influenzare la tua fiducia, autostima e umore.”

Il dottor Mayou consiglia di utilizzare steroidi topici e terapia con luce UV per il trattamento.

Aggiunge: “È anche consigliabile esaminare i fattori dello stile di vita come dieta, allergie, stress e i prodotti per la pelle che utilizzi per identificare eventuali fattori scatenanti”.

Chiedi consiglio a un dermatologo se sospetti di averlo e loro possono sviluppare un piano di trattamento.

Rosacea facciale

Può divampare quando bevi alcolici, mangi cibi piccanti e ti siedi al sole: la rosacea è una condizione cronica della pelle che fa apparire arrossate le guance e il viso.

Sebbene non sia dannoso, può influire sulla qualità della vita di una persona, lasciandola a disagio.

La rosacea non è dannosa, ma il dottor Mayou consiglia di consultare un medico se provoca pustole

10

La rosacea non è dannosa, ma il dottor Mayou consiglia di consultare un medico se provoca pustoleCredito: Getty

Il dottor Mayou afferma: “Si verifica in genere nelle persone con pelle chiara di età compresa tra i 30 e i 50 anni ed è più comune nelle donne”.

È causato da una dilatazione dei vasi sanguigni che si trovano direttamente sotto la pelle, che provoca arrossamento del viso e vasi sanguigni simili a ragni, spesso intorno al naso.

In casi avanzati quelle vene simili a ragni possono apparire bulbose.

Il dottor Mayou spiega: “La pelle può essere sensibile e facilmente irritata e può avvertire bruciore o pizzicore, e potrebbero esserci papule e pustole sulle guance e sulla fronte.

“Nel 15 per cento dei casi gli occhi possono essere colpiti, con arrossamento e dolore alle palpebre.”

I trattamenti variano da creme topiche a antibiotici e terapie laser e a base di luce.

Il dottor Mayou consiglia che se hai il tipo di rosacea che causa le pustole, vale la pena consultare uno specialista per il trattamento.

Caso di studio 2: punta di Eric

Quello che era iniziato come un piccolo graffio sulla punta del piccolo Eric si trasformò in un incubo che quasi gli costò la vita.

Julia Etherington, una madre di quattro figli di Nailsea nel Somerset, ha portato il figlio di tre anni che ha con il partner Doug, 46 anni, dal medico dopo che si è tagliato un dito del piede su una piccola staffa di metallo sul letto.

Durante il controllo in ospedale la mattina successiva, Eric ha vomitato per tutto il pavimento.

Julia dice: “L'infermiera ha detto che doveva avere un insetto, ma il giorno successivo, quando ha sviluppato un'eruzione cutanea, il nostro medico di famiglia locale ha detto che le macchie simili a fragola sulla sua lingua indicavano la scarlattina”.

Due giorni dopo, la 42enne ha riportato suo figlio dallo stesso medico, poiché gli antibiotici che Eric stava prendendo non sarebbero rimasti bassi.

Al tot è stato prescritto un nuovo farmaco.

Ma il quinto giorno si era formata una vescica enorme e dall'aria molto arrabbiata sulla punta di Eric dove l'aveva ferita.

“Eric era così letargico che riusciva a malapena ad aprire gli occhi”, dice Julia.

“In preda al panico e timoroso di ciò che non andava, l'ho portato in ambulatorio e sono stato mandato direttamente al Bristol Royal Hospital for Children.”

Lì, i medici hanno visitato Eric e gli è stata diagnosticata la sindrome da shock tossico. Era una delle sole 40 persone all'anno a sviluppare la condizione pericolosa per la vita.

“Avevano bisogno di operare per rimuovere il veleno che tracciava la sua gamba dal suo dito infetto”, dice Julia.

“Ma con le tossine che bloccavano i suoi organi – i suoi reni, fegato e cuore stavano tutti cedendo – abbiamo dovuto aspettare che gli antibiotici che stavano pompando nelle sue vene iniziassero a funzionare.

“Ho aspettato due ore fuori dal teatro di terapia intensiva, pregando che gli avrebbero salvato la vita, e ho pianto lacrime di sollievo quando era fuori dal teatro.

“Ma mi hanno avvertito che era gravemente malato. Ci rendiamo conto di quanto siamo fortunati che non sia morto e che siamo stati in grado di riportarlo a casa quasi una settimana dopo.

“Quello che era iniziato con un'eruzione cutanea si era quasi trasformato nel peggior incubo di ogni genitore.”

Micosi fungoide

QUESTO è un raro cancro del sangue e del sistema immunitario che si manifesta sulla pelle.

Non è noto quale sia la causa della malattia, ma prima appare come un'eruzione cutanea rossa, spesso in aree non esposte al sole, spiega il dottor Mayou.

La micosi fungoide appare per la prima volta come un'eruzione cutanea rossa spesso in aree non esposte al sole: agisci rapidamente se ritieni di averlo

10

La micosi fungoide appare per la prima volta come un'eruzione cutanea rossa spesso in aree non esposte al sole: agisci rapidamente se ritieni di averlo

Dice della condizione: “La fase secondaria vede l'eruzione cutanea svilupparsi in chiazze.

“Si trasforma quindi in piccole protuberanze sollevate, seguita successivamente dalla fase finale in cui si svilupperà in tumori o protuberanze.

“Può essere difficile da diagnosticare perché i cerotti possono assomigliare all'eczema o alla psoriasi. Ma può essere estremamente dannoso e può diffondersi ai linfonodi e ad altri organi “.

Il dottor Mayou afferma che la condizione è raramente curata, ma può essere gestita durante le prime fasi, con farmaci per colpire la pelle, compresi gel e creme.

Aggiunge: “Anche la fototerapia e la terapia con luce UV possono essere utilizzate come parte del trattamento e la chemioterapia per le fasi successive”.

Ma lei dice di agire in fretta se credi di poterlo avere.

Dice: “Se sospetti di avere questo, è fondamentale che tu veda il tuo medico nella prima fase.”

Tigna umana

NONOSTANTE il nome, i vermi non causano la tigna.

In effetti, è un'infezione fungina comune e contagiosa che colpisce bambini e adulti e può comparire ovunque sul corpo.

L'aspetto della tigna è `` solitamente a forma di anello, a meno che non appaia sul collo, sul viso o sul cuoio capelluto ''

10

L'aspetto della tigna è “ solitamente a forma di anello, a meno che non appaia sul collo, sul viso o sul cuoio capelluto ''Credito: Getty

Il dottor Mayou dice che il suo aspetto è “di solito a forma di anello, a meno che non appaia sul collo, sul viso o sul cuoio capelluto.

“Là appare come una macchia rossa e squamosa che si allarga gradualmente e può essere collegata alla caduta dei capelli.”

Non è dannoso, ma necessita di cure per evitare che si diffonda ad altri, consiglia il dottor Mayou.

Ci sono tutta una serie di creme, gel, spray e shampoo antifungini, che possono essere acquistati da banco, per trattare la condizione.

Quindi vale la pena parlare con un farmacista.

Se l'infezione non migliora dopo due settimane di trattamento antifungino, è necessario prenotare un appuntamento con il medico.

Eruzione paraneoplastica

LA MAGGIOR PARTE delle persone che vedono un'eruzione cutanea non sospetterebbero che la causa sottostante sia il cancro, ma in rari casi può essere un segno della malattia.

Sono conosciuti come eruzioni paraneoplastiche e il prurito generalizzato è il sintomo più comune.

L'eruzione paraneoplastica può essere segno di una causa sottostante, come il cancro

10

L'eruzione paraneoplastica può essere segno di una causa sottostante, come il cancroCredito: Getty

Le eruzioni cutanee sono in genere un segno di tumori del sangue tra cui linfoma e leucemia e tumori polmonari e gastrici.

“L'eruzione cutanea in sé non è dannosa, ma è importante scoprire qual è il cancro sottostante”, afferma il dottor Mayou.

“Emollienti e steroidi topici possono aiutare ad alleviare il prurito.

“Tuttavia è fondamentale cercare aiuto per scoprire qual è la neoplasia sottostante.”

Dovresti prenotare un appuntamento per vedere il tuo medico il prima possibile se sospetti di essere affetto da un'eruzione paraneoplastica.

Lo strano nuovo sintomo di coronavirus “sembra congelamento”, scoprono i documenti

HAI una storia? RING The Sun allo 0207 782 4104 o WHATSAPP allo 07423720250 o EMAIL exclusive@the-sun.co.uk

Psorilax:codice promozionale |ph-21 psoriasi crema e bagno doccia

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, originale

introduzione

La psoriasi è una malattia cronica comune, caratterizzata da eritema, ispessimento e squame. Spesso richiede una gestione permanente e ha un impatto importante sulla qualità della vita, a causa della stigmatizzazione, della ridotta autostima e del prurito. In effetti, il prurito può essere grave, anche nella malattia da lieve a moderata,1 e può colpire l'intero corpo piuttosto che essere limitato alle placche.2, 3

Al fine di migliorare le anomalie epidermiche e limitare l'infiammazione che colpisce sia la cute lesionata che non lesionata,4-6 gli emollienti possono essere utilizzati su tutta la superficie corporea, indipendentemente dalla gravità della malattia. Una revisione della letteratura ha concluso che un emolliente, usato da solo o in aggiunta ai farmaci, può ripristinare e proteggere la funzione di barriera cutanea nei pazienti psoriasici, migliorare gli effetti dei prodotti farmaceutici e limitare le ricadute dopo il trattamento con corticosteroidi.7 Tuttavia, in contrasto con la dermatite atopica,8 la letteratura sul ruolo degli emollienti nella gestione della psoriasi è scarsa.9 Nonostante questa limitazione, gli emollienti sono riconosciuti a livello internazionale nella cura standard della psoriasi.10, 11 Particolarmente indicati sono gli emollienti contenenti principi attivi.7 Per un trattamento topico efficiente, piccole molecole sono adatte per penetrare e mirare ai cheratinociti epidermici, i principali attori della psoriasi. Abbiamo già dimostrato che l'estratto arricchito di celastrolo, un ingrediente attivo con proprietà immunomodulatorie e antinfiammatorie anti ‐ Th17, modula le risposte Th17 in modelli umani di psoriasi indotta in 2D e 3D12.

Per determinare il valore di un nuovo balsamo emolliente contenente celastrolo e polidocanolo, un agente antipruriginoso,13 nella gestione della psoriasi, abbiamo condotto due studi separati. Il primo era valutare la tolleranza e l'efficacia del balsamo utilizzato da solo, e il secondo era valutare la sua tolleranza quando associato a un trattamento farmacologico topico o sistemico o alla fototerapia in pazienti con psoriasi a placche corporee.

Partecipanti e metodi

Progettazione dello studio

Entrambi gli studi erano studi clinici aperti monocentrici. Lo studio del balsamo utilizzato da solo è stato condotto in Romania tra novembre 2018 e marzo 2019, e lo studio del balsamo in associazione a trattamenti farmacologici per la psoriasi è stato condotto in Portogallo tra novembre e dicembre 2018, entrambi in conformità ai principi etici della Dichiarazione. di Helsinki e le normative nazionali. Ogni paziente ha fornito il consenso informato scritto.

I partecipanti

In entrambi gli studi, i dermatologi hanno incluso pazienti con psoriasi a placche corporee, di età compresa tra 18 e 70 anni.

Per lo studio “balsamo da solo”, i pazienti dovevano anche avere una psoriasi a placche corporee stabile da lieve a moderata, che durava per più di 6 mesi, con un indice di gravità dell'area della psoriasi (PASI)14 <10 e un'intensità del prurito (mediata nelle 24 ore precedenti) ≥3 su una scala di valutazione numerica (0-10) (NRS). Sono stati esclusi i pazienti che hanno ricevuto un trattamento farmacologico per la psoriasi che prevedeva una bioterapia durante i 6 mesi precedenti o un altro trattamento farmacologico sistemico durante i 3 mesi precedenti (acitretina, ciclosporina, metotrexato, ecc.), O hanno utilizzato un trattamento topico (corticosteroidi, analoghi della vitamina D, ecc.) o fototerapia per la psoriasi durante il mese precedente. Nessuno dei suddetti trattamenti farmacologici è stato consentito durante lo studio.

Per lo studio “balsamo come trattamento aggiuntivo”, abbiamo incluso soggetti con un trattamento farmacologico in corso per la psoriasi. Dovevano essere trattati con trattamenti topici (corticosteroidi, analoghi della vitamina D3 o una combinazione di entrambi) in corso per almeno 15 giorni, con fototerapia o terapia con psoraleni e ultravioletti A (PUVA) in corso per almeno 1 mese o con un trattamento farmacologico sistemico (acitretina orale o bioterapia) in corso rispettivamente per 1 mese o 3 mesi.

Per entrambi gli studi, i criteri di esclusione erano la psoriasi a placche grave (che non rispondeva al trattamento per lo studio del balsamo in associazione); psoriasi eritrodermica; psoriasi pustolosa; cheratoderma palmoplantare; qualsiasi malattia cronica, acuta o progressiva che possa potenzialmente interferire con lo studio; una storia di ipersensibilità o intolleranza a qualsiasi prodotto cosmetico; e donne la cui contraccezione orale è stata avviata o modificata nei 3 mesi precedenti.

Interventi e prodotto di studio

Entrambi gli studi erano studi di 4 settimane (D1 ‐ D28) con un'applicazione una volta al giorno del balsamo su tutto il corpo (mattina o sera), comprese le placche della psoriasi, massaggiando leggermente fino a completa penetrazione del prodotto. L'applicazione può essere eseguita dopo la doccia sulla pelle umida. Il balsamo per il corpo (Laboratorio Ducray, Francia) era una densa emulsione olio / acqua (35% della fase nutritiva e 15% della fase idratante) contenente un ingrediente con proprietà antinfiammatorie (estratto arricchito di celastrolo 0,3%) e un agente antiprurito ( polidocanolo 1%13). L'estratto arricchito di celastrolo utilizzato è un estratto ben definito privo di triptolide, purificato da Tripterygium wilfordii coltura di cellule vegetali12 come descritto nel nostro processo di sviluppo brevettato.15

Criteri di valutazione

Tolleranza dermatologica del balsamo utilizzato da solo o in associazione a trattamenti farmacologici

Il risultato principale è stata la tolleranza globale del balsamo valutata alla fine di ogni studio dallo sperimentatore e basata sull'analisi del numero, dell'intensità e della natura degli eventi avversi correlati al prodotto (disagio, irritazione, reazione allergica ritardata, reazione allergica immediata , ecc.) e classificato come “Eccellente”, “Molto buono”, “Buono”, “Moderato” o “Scadente”.

La tolleranza locale è stata registrata ad ogni visita di studio. A D1 (prima e dopo la prima applicazione del prodotto), D8 (per lo studio del solo balsamo) o D15 (per il balsamo nello studio di associazione) e D29, il dermatologo ha eseguito una valutazione clinica dei segni fisici (eritema, edema, desquamazione, secchezza, vescicole e papule) e segni funzionali (sensazioni di bruciore, sensazioni di calore, prurito, tensione cutanea e bruciore). L'intensità dei segni è stata registrata utilizzando una scala a cinque punti (0: nessuno; 1: molto lieve; 2: lieve; 3: moderata; e 4: grave).

Inoltre, per il balsamo come studio di trattamento aggiuntivo, sono stati valutati i cambiamenti in tre segni fisici (eritema, desquamazione e secchezza) e nei segni funzionali (sensazioni di bruciore, sensazioni di calore, prurito, tensione cutanea e pizzicore) dopo la prima applicazione del prodotto a D1 e dopo 14 e 28 giorni di utilizzo (D15 e D29, rispettivamente).

Efficacia del balsamo usato da solo

L'efficacia del balsamo è stata valutata valutando il cambiamento nei seguenti criteri da D1 / T0 prima della prima applicazione del prodotto (basale), alla visita intermedia il giorno 8 (giorno 8 ± 1 giorno) e alla visita finale il giorno 29 (giorno 29 ± 2 giorni):

  • L'intensità media del prurito nelle 24 ore precedenti è stata valutata dal soggetto sulla base di un (0-10) NRS (0: nessun prurito e 10: peggiore prurito immaginabile).
  • La gravità del prurito (intensità e impatto sulla qualità della vita) è stata valutata da un questionario sui risultati riferiti dal paziente (PRO) comprendente 39 domande sull'impatto del prurito sulla vita quotidiana (attività, sonno, umore, relazioni, ecc.) Rispetto al precedente 7 giorni compilati dai soggetti stessi.
  • Uno specifico punteggio lesionale è stato definito come segue per questo studio che valuta un emolliente: la gravità media di ciascuno dei quattro parametri riguardanti le placche della psoriasi corporea (eritema, indurimento / spessore, desquamazione e secchezza) è stata valutata dallo sperimentatore su una scala da 0 (nessuno) a 4 (molto grave) e un punteggio di lesione globale da 0 a 16 è stato calcolato aggiungendo l'intensità dei quattro parametri. Sono state scattate foto illustrative.

Questionario di accettabilità cosmetica

In entrambi gli studi, i pazienti hanno anche compilato dei questionari per esprimere la loro opinione sulle caratteristiche cosmetiche e sull'accettabilità del balsamo.

analisi statistica

Le variabili quantitative sono state descritte in base alla dimensione del campione, alla media, alla deviazione standard (SD) e ai valori mediani e di intervallo, mentre le variabili qualitative sono state descritte in percentuale e frequenza.

L'effetto del balsamo utilizzato da solo è stato valutato da un confronto globale nel tempo (ANOVA / Friedman test) e poi da due confronti a due dei parametri ottenuti a D8 e D29 con quelli ottenuti a D1 / T0, utilizzando il test di Dunnett / Wilcoxon test per serie accoppiate (a seconda della distribuzione dei dati). Per il balsamo utilizzato nello studio di associazione, i confronti statistici sono stati eseguiti utilizzando test statistici non parametrici (Wilcoxon signed-rank test). Tutti i test statistici sono stati eseguiti a un livello di significatività di 0,05.

risultati

Dati demografici e di riferimento

Nello studio balsamo usato da solo, 43 pazienti sono stati inclusi (età media 52 anni, 23 donne) e 41 hanno completato le tre visite dello studio (due soggetti sono stati persi al follow-up). Cinquantuno pazienti (età media 49,6 anni, 23 donne) sono stati inclusi nel balsamo come studio di trattamento aggiuntivo e 50 hanno completato le tre visite di studio (un soggetto si è ritirato per motivi personali). Le caratteristiche della popolazione di pazienti sono descritte nella Tabella 1. I trattamenti farmacologici concomitanti assunti dai pazienti nel balsamo come studio di trattamento aggiuntivo sono mostrati nella Tabella 2.

Tabella 1.
Caratteristiche demografiche di base
Balsamo da solo N = 43
Età (anni)

Significare

(Minimo Massimo)

52

(27-70)

Sesso, n (%)
Femmina 23 (53)
Maschio 20 (47)
Fototipo% (I, II, III, IV) 2/30/56/12
Punteggio PASI

Significare

(Minimo Massimo)

2.5

(0,4-9,5)

Intensità del prurito basato su NRS (0‐10)

Media ± DS

(Minimo Massimo)

5.61 ± 1.86

(3-10)

Punteggio globale delle lesioni

Media ± DS

(Minimo Massimo)

5.27 ± 1.48

(3,00-9,00)

Balsamo in aggiunta N = 51
Età (anni)

Significare

(Minimo Massimo)

49.6

(21-70)

Sesso, n (%)
Femmina 23 (45)
Maschio 28 (55)
Fototipo% (I, II, III, IV) 0/18/82/00
  • PASI: indice di gravità dell'area psoriasica; NRS: scala di valutazione numerica.



  • in media nelle 24 h precedenti.

Tavolo 2.
Trattamenti concomitanti presi da pazienti nel balsamo come studio di trattamento aggiuntivo
Trattamento (durata minima prima della visita di inclusione) Molecola N

Trattamento topico ≥ 2 settimane I corticosteroidi

Clobetasol

betametasone

idrocortisone

10
Analoghi della vitamina D3

Calcipotriol

calcitriol

10
Combinazione di corticosteroidi e analoghi della vitamina D3 Betametasone-calcipotriolo 11
Fototerapia o terapia PUVA ≥ 1 mese 10
Trattamento farmacologico sistemico Acitretina orale ≥ 1 mese 5
Bioterapia ≥ 3 mesi Etanercept, Ixekizumab infliximab 5
  • PUVA, psoraleni e ultravioletti A

Tolleranza

Durante entrambi gli studi, non si sono verificati eventi avversi gravi né eventi avversi correlati al balsamo utilizzato da solo o in associazione. Nessun segno fisico (eritema, edema, desquamazione, secchezza, vescicole e papule) o funzionale (sensazione di bruciore, sensazione di calore, prurito, tensione cutanea e puntura) correlato all'uso del prodotto è stato osservato dallo sperimentatore o segnalato dai pazienti.

La tolleranza globale dopo 28 giorni di uso quotidiano sul corpo è stata quindi valutata come eccellente dai ricercatori in entrambi gli studi.

Nello studio sul balsamo in associazione, tutti i segni fisici e funzionali sono migliorati significativamente immediatamente dopo la prima applicazione (D1 / T1) (eccetto l'eritema) e dopo 14 e 28 giorni dall'applicazione del prodotto (D15 e D29). In particolare, i segni fisici più prevalenti all'inclusione sono diminuiti parallelamente a D1 / T1, D15 e D29, di −93%, −49% e −57% (P <0,05), rispettivamente, per la desquamazione e di −93%, −47% e −56%, (p <0,05), rispettivamente, per la secchezza. Per quanto riguarda i segni funzionali, a D1 / T1, D15 e D29, c'è stata una significativa diminuzione del prurito (−100%, −76% e −84%, rispettivamente, p <0,05) e "tenuta" (−100%, −87% e −95%, rispettivamente, p <0.05).

Efficacia del balsamo usato da solo

prurito

Nello studio balsamo usato da solo, è stata osservata una diminuzione statisticamente significativa del punteggio medio dell'intensità del prurito da D8 (−39%, P <0,001), che è persistito fino a D29 rispetto a D1 (−60%, P <0,001) (Fig. 1a) con applicazione quotidiana di balsamo per un periodo di 28 giorni. Questa diminuzione è stata confermata dal questionario PRO, che ha mostrato miglioramenti nelle caratteristiche del prurito e impatto sulla qualità della vita (Fig. 2). In D1, 83% (n = 34/41) dei soggetti hanno riferito di grattarsi fino a sentire dolore o sanguinamento e, tra questi, il 62% (n = 21/34) ha riferito di non avere più questo sintomo su D29. In D1, 80% (n = 33/41) dei soggetti hanno riportato disturbi del sonno correlati al prurito e, tra questi, il 70% (n = 23/33) ha riferito di non soffrire più di disturbi del sonno su D29. Infine, su D1, il 66% (n = 27/41) dei soggetti hanno riferito di sentirsi meno sicuri di sé a causa del prurito e, tra questi, il 63% (n = 17/27) ha segnalato di non riscontrare più questo problema su D29.

Immagine

Variazione nella media a) punteggio dell'intensità del prurito nelle 24 ore precedenti (su una scala di valutazione numerica che va da 0 a 10), b) secchezza (scala che va da 0 a 4) ec) punteggio dell'intensità della desquamazione (scala che va da 0 a 4 ) dopo il trattamento balsamo da solo sul corpo. ***: P <0,001 (test dei ranghi con segno di Wilcoxon). SD, deviazione standard.

Immagine

Nello studio “balsamo da solo”, secondo le risposte dei pazienti al questionario PRO, le caratteristiche del prurito e il suo impatto sulla loro qualità di vita sono state migliorate a D8 e D29 rispetto a D1. La distribuzione delle risposte a tre domande è fornita come esempio.

Punteggio della lesione delle placche della psoriasi corporea

Una diminuzione statisticamente significativa del punteggio medio di secchezza delle placche di psoriasi è stata osservata da D8 (−47%, P <0,001), che è persistito fino a D29 rispetto a D1 (−46%, P <0,001) (Fig. 1b). La desquamazione è diminuita del −41% a D8 e del −37% a D29 rispetto a D1 (P <0.001). (Fig. 1c). Di conseguenza, il punteggio della lesione globale del corpo è diminuito del -24% a D8 e del -26% a D29 rispetto a D1 (P <0.001). Questo miglioramento è illustrato dalle immagini delle placche psoriasiche del gomito (Fig. 3a).

Immagine

Nello studio “ balsamo da solo '', immagini illustrative di placche psoriasiche (sui gomiti) sono state scattate a D1, D8 e D29 in un uomo di 31 anni, per il quale il punteggio della lesione globale corporea è diminuito del -37% a D8 e D29 rispetto a D1.

Questionario di accettabilità cosmetica

Al D29, i pazienti hanno fornito punteggi medi di soddisfazione globale – valutati su una scala di 10 punti – di 7,5 e 8,3 rispettivamente per gli studi con il prodotto da solo e in associazione. I soggetti erano soddisfatti della consistenza e dell'applicazione del prodotto, segnalando una finitura non appiccicosa che permetteva di vestirsi immediatamente dopo l'uso e che la loro pelle si sentiva a proprio agio dopo l'applicazione.

Conformità

In entrambi gli studi, nessuna applicazione è stata persa. Nello studio balsamo solo, tutti i soggetti hanno applicato il balsamo una volta al giorno, ad eccezione di quattro soggetti che hanno applicato il balsamo due volte al giorno per 2, 3 o 4 giorni.

Per il balsamo utilizzato come studio aggiuntivo, tutti i 50 soggetti che hanno concluso lo studio erano conformi e hanno applicato il prodotto una volta al giorno.

Discussione

I risultati di questi due studi hanno dimostrato un'ottima tolleranza a un nuovo balsamo contenente celastrolo come trattamento dedicato per i pazienti con psoriasi e hanno mostrato il suo beneficio come modalità di cura complementare per la gestione dei segni fisici di psoriasi, prurito e qualità della vita in pazienti con psoriasi a placche. Il balsamo è stato particolarmente ben tollerato dai pazienti sottoposti a trattamenti concomitanti con farmaci topici o sistemici per la psoriasi o con fototerapia.

Nel nostro studio con il balsamo usato da solo, è stato osservato un miglioramento significativo dei segni fisici nelle placche della psoriasi (desquamazione e secchezza) da D1, in linea con gli obiettivi dell'utilizzo di un prodotto aggiuntivo che avrebbe dovuto promuovere l'idratazione dello strato corneo e rimozione di scaglie aderenti.9, 16

Abbiamo anche mostrato miglioramenti significativi sia nel prurito che nella qualità della vita. Questi aspetti della malattia sono strettamente collegati, poiché la maggior parte dei pazienti considera il prurito il sintomo più fastidioso della propria psoriasi.17 Il prurito è un sintomo frequente nella psoriasi ed è stato segnalato che colpisce circa il 60-90% dei pazienti.2, 17 L'elevata intensità di prurito al basale (NRS = 5,61), osservata anche se i soggetti nel nostro studio avevano punteggi PASI bassi (punteggio medio: 2,5), conferma la presenza di prurito significativo anche nei soggetti con psoriasi da lieve a moderata.

L'efficacia del balsamo in studio sul prurito potrebbe essere spiegata da diversi meccanismi. Come emolliente, il balsamo aiuta a ripristinare la barriera cutanea su tutto il corpo.7 La necessità di un trattamento di tutto il corpo è supportata dal fatto che nei pazienti con psoriasi l'intera barriera cutanea è compromessa, portando alla pelle secca e al rilascio di mediatori pro-infiammatori.5 Di conseguenza, il prurito non è limitato alle aree della placca ma può colpire tutto il corpo.2, 3

In secondo luogo, il balsamo di studio contiene il ben definito immunomodulatore, l'estratto arricchito di celastrolo. Questa è la prima volta che il celastrol è stato valutato per l'applicazione topica in uno studio clinico sulla psoriasi. La sua proprietà inibitoria dell'interleuchina (IL) -17A sembra ridurre l'infiammazione. In effetti, è stato dimostrato che le citochine come IL ‐ 17A, IL ‐ 23A e IL ‐ 31 sono più espresse nei campioni di pelle psoriasica pruriginosa rispetto alla pelle sana.19

Infine, il balsamo contiene un altro ingrediente attivo, il polidocanolo, noto per i suoi effetti antipruriginosi.13 La maggior parte dei farmaci antipruriginosi “classici” hanno scarso effetto sulla psoriasi e gli antistaminici in particolare, sebbene utilizzati frequentemente, sono inefficaci in alcuni pazienti con prurito.18 Al contrario, il polidocanolo è efficace nel prurito dipendente da PAR ‐ 2.13 Sebbene l'origine del prurito nella psoriasi non sia del tutto chiara, sono attualmente in corso diverse ipotesi sul ruolo di diversi attori del prurito che possono contribuire al suo sviluppo, comprese le proteasi e il loro recettore attivato dalla proteasi ‐ 2 (PAR ‐ 2).20

Nel complesso, questa combinazione di ingredienti potrebbe spiegare la diminuzione che abbiamo osservato nel prurito da D1 a D8, che è persistito fino a D29, con l'uso quotidiano del balsamo.

In entrambi gli studi l'aderenza all'uso quotidiano è stata eccellente ei pazienti hanno apprezzato le qualità cosmetiche del balsamo, tra cui la sua finitura non appiccicosa e il fatto che il prodotto permetteva di vestirsi subito dopo l'uso. L'aderenza al trattamento è stata riconosciuta come una questione importante nella gestione delle malattie infiammatorie croniche della pelle come la psoriasi, con solo il 50% -60% delle applicazioni prescritte di trattamenti farmacologici per la psoriasi topici effettivamente eseguiti in condizioni di vita reale.21 La maggior parte dei fallimenti del trattamento può essere attribuita a una scarsa aderenza ai farmaci.21 In effetti, i trattamenti farmacologici topici sono spesso untuosi, sgradevoli da applicare e richiedono tempo per i pazienti. In questo contesto, è importante fornire trattamenti che siano rapidamente efficaci, sicuri e di facile utilizzo.22

Il nostro studio su pazienti trattati in concomitanza con trattamenti per la psoriasi ha mostrato l'interesse a utilizzare il balsamo come trattamento aggiuntivo per ridurre i loro effetti collaterali. Anzi, la fototerapia23 e trattamento con acitretina24 indurre diversi eventi avversi, inclusa la xerosi. Qui, abbiamo mostrato una riduzione della xerosi da D1 a D8, che persisteva fino a D29. Le principali indicazioni per l'uso di emollienti e agenti idratanti nella psoriasi sono infatti come modalità di cura aggiuntiva per i trattamenti classici della psoriasi e come trattamenti di supporto nei periodi senza ricadute.16

Riconosciamo una limitazione nel nostro studio, che risiede nel suo design. In effetti, non abbiamo avuto un gruppo di confronto esterno di pazienti psoriasici che non hanno utilizzato il prodotto in studio. I risultati di efficacia che abbiamo ottenuto dovrebbero quindi essere confermati in uno studio comparativo più ampio. Tuttavia, questo studio ci ha permesso di dimostrare la tolleranza del nostro prodotto, che era il nostro obiettivo principale. Inoltre, il nostro studio dimostra che un balsamo emolliente contenente celastrolo applicato solo una volta al giorno su tutto il corpo può mostrare efficacia nel ridurre segni e sintomi della psoriasi, come prurito, secchezza e punteggi globali delle lesioni.

Ulteriori studi potrebbero essere effettuati per valutare l'efficacia del balsamo contenente celastrolo a livello molecolare, in particolare con immunocolorazione anti-IL-17 su biopsie cutanee. Studi a lungo termine potrebbero anche consentire di valutare se l'uso quotidiano del balsamo emolliente porta a una ridotta frequenza di riacutizzazioni. Inoltre, dato che ora è stato stabilito che la pelle non lesionata nei pazienti con psoriasi non è normale ma prelesionale, questi ulteriori studi consentirebbero di testare se prendersi cura della pelle su tutto il corpo può prevenire la comparsa di nuove placche in precedenti aree inalterate.

Conclusione

I risultati di questi studi hanno dimostrato un'ottima tolleranza a un nuovo balsamo emolliente come cura aggiuntiva dedicata per la psoriasi e hanno mostrato i suoi benefici come modalità di cura complementare per la gestione dei segni fisici di psoriasi, prurito e qualità della vita. Inoltre, il nuovo prodotto è stato molto ben tollerato dai pazienti come agente aggiuntivo ai trattamenti farmacologici topici o sistemici o alla fototerapia. Una buona tolleranza e un'accettabilità cosmetica sono importanti per garantire una buona compliance a lungo termine.

Ringraziamenti

Ringraziamo Françoise Nourrit ‐ Poirette e Marielle Romet (Santé Active Edition) che hanno fornito assistenza nella scrittura medica per conto del Laboratorio Pierre Fabre.

Psorilax:Online |crema psoriasi fascia protetta

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, ingredienti

È passato circa un mese dall'ultimo rapporto sugli utili di Johnson & Johnson (JNJ). Le azioni hanno perso circa lo 0,7% in quel lasso di tempo, sottoperformando l'S & P 500.

La recente tendenza negativa continuerà fino al suo prossimo rilascio degli utili o Johnson & Johnson è destinato a un breakout? Prima di immergerci nel modo in cui gli investitori e gli analisti hanno reagito negli ultimi tempi, diamo una rapida occhiata al suo rapporto sugli utili più recente per avere una migliore gestione dei driver importanti.

J&J batte su utili e vendite Q2, guida al rialzo 2020

J&J ha superato le stime del secondo trimestre per quanto riguarda gli utili e le vendite.

Gli utili del secondo trimestre 2020 sono stati di 1,67 per azione, che hanno battuto la stima di consenso di Zacks di $ 1,50. Gli utili tuttavia sono diminuiti del 35,3% rispetto allo stesso periodo di un anno fa.

Gli utili rettificati escludono le spese di ammortamento immateriali al netto delle imposte e alcune voci speciali. Includendo questi elementi, J&J ha riportato utili del secondo trimestre di $ 1,36 per azione, in calo del 34,6% rispetto al trimestre di un anno fa.

Le vendite sono state di $ 18,3 miliardi, che hanno battuto la stima di consenso di Zacks di $ 17,57 miliardi. Le vendite tuttavia sono diminuite del 10,8% rispetto al trimestre di un anno fa, riflettendo un calo operativo del 9% e un impatto valutario sfavorevole dell'1,8%.

Organicamente, escludendo l'impatto di acquisizioni e dismissioni, le vendite sono diminuite dell'8,8% su base operativa rispetto all'aumento del 5,6% registrato nel primo trimestre principalmente a causa dell'impatto negativo della pandemia di coronavirus.

La sua unità farmaceutica ha continuato a fare bene nonostante la crisi del coronavirus. Tuttavia, la pandemia ha danneggiato le vendite nel segmento dei dispositivi medici nelle attività di chirurgia, ortopedia, soluzioni interventistiche e visione.

Le vendite del secondo trimestre sul mercato interno sono diminuite dell'8,3% a 9,54 miliardi di dollari. Le vendite internazionali sono diminuite del 13,4% a 8,8 miliardi di dollari (diminuzione operativa del 9,6%). Escludendo l'impatto di tutte le acquisizioni e cessioni, su base operativa rettificata, le vendite internazionali sono diminuite del 9,4% nel trimestre.

Dettagli del segmento

Le vendite del segmento farmaceutico sono aumentate del 2,1% anno su anno a $ 10,75 miliardi, riflettendo una crescita operativa del 3,9%, compensata dall'impatto valutario negativo dell'1,8%. Le vendite sul mercato interno sono aumentate del 5,8% a 6,12 miliardi di dollari. Le vendite internazionali sono tuttavia diminuite del 2,4% a 4,63 miliardi di dollari (aumento operativo dell'1,4%). Escludendo l'impatto di tutte le acquisizioni e dismissioni, su base operativa, le vendite mondiali sono aumentate del 3,9%, inferiore al 10,2% nel primo trimestre.

L'aumento delle vendite è stato guidato dai farmaci oncologici dell'azienda, Imbruvica e Darzalex, nonché dal trattamento della psoriasi, Stelara, che ha compensato l'impatto della concorrenza biosimilare e generica su alcuni farmaci e l'impatto negativo del COVID-19. La diagnosi ritardata e l'inizio più lento di un nuovo paziente a causa delle ridotte interazioni dei pazienti con gli operatori sanitari durante la pandemia COVID-19 hanno danneggiato le vendite di alcuni farmaci somministrati dai medici nel trimestre. I prodotti più colpiti da COVID-19 sono stati i farmaci Darzalex, Imbruvica, Stelara, Tremfya, Invega Sustenna e PAH.

Le vendite mondiali dei farmaci oncologici di J&J sono aumentate del 3,5% nel trimestre a 2,79 miliardi di dollari. Altri prodotti principali come Invega Sustenna, farmaci IPA di J&J e nuovi farmaci, Tremfya ed Erleada hanno contribuito in modo significativo alla crescita delle vendite.

Inoltre, le vendite di altri farmaci chiave come Xarelto e Invokana / Invokamet sono migliorate nel trimestre dopo essere diminuite negli ultimi trimestri. Le vendite di altri come Zytiga, Remicade, Velcade (a livello internazionale) e Procrit / Eprex sono diminuite a causa dell'impatto della concorrenza generica / biosimilare.

Le vendite di Imbruvica sono aumentate del 14,1% a 941 miliardi di dollari nel trimestre, guidate dall'aumento della quota di mercato e dalla forte crescita del mercato principalmente nell'indicazione CLL negli Stati Uniti e dalla solida diffusione nei mercati esterni degli Stati Uniti. Tuttavia, il ritardo nella diagnosi e l'inversione delle scorte del primo trimestre relative al COVID-19 hanno danneggiato le vendite, in una certa misura, nel trimestre.

Le vendite di Darzalex sono aumentate del 16,3% anno su anno a $ 901 milioni nel trimestre. Negli Stati Uniti, la forte crescita in tutte le linee di terapia guidata dalla nuova indicazione in prima linea per la popolazione non idonea al trapianto di mieloma multiplo ha trainato le vendite.

Le vendite di Stelara sono aumentate dell'8,9% a $ 1,7 miliardi nel trimestre, guidate principalmente dall'indicazione della malattia di Crohn e dalla crescita dall'indicazione della colite ulcerosa recentemente approvata.

I ricavi di PAH di 789 milioni di dollari sono aumentati del 14,2% anno su anno, guidati dalla maggiore penetrazione del mercato e dalla crescita delle quote di Uptravi e Opsumit.

Le vendite di Invega Sustenna sono aumentate del 7,5% a 879 milioni di dollari nel trimestre. Le vendite di Simponi / Simponi Aria sono diminuite del 3% a 546 milioni di dollari nel trimestre. Le vendite di Prezista sono diminuite del 4,78% a 510 milioni di dollari nel trimestre.

Tremfya ha registrato vendite per 342 milioni di dollari nel trimestre rispetto ai 296 milioni di dollari del trimestre precedente.

Erleada ha generato vendite per $ 170 milioni nel trimestre rispetto ai $ 143 milioni nel primo trimestre.

Le vendite di Zytiga sono diminuite del 18,6% a $ 568 milioni nel trimestre a causa della concorrenza dei generici.

Le vendite di Procrit / Eprex sono diminuite del 25,6% a 136 milioni di dollari nel trimestre a causa della concorrenza dei biosimilari. Le vendite di Velcade sono diminuite del 56,1% nel trimestre a 98,0 milioni di dollari.

Le vendite di Xarelto sono aumentate dell'1,7% nel trimestre a 559 milioni di dollari. Le vendite di Invokana / Invokamet sono aumentate dell'1,6% a 179 milioni di dollari.

Le vendite di Remicade sono diminuite del 15,5% nel trimestre a 935 milioni di dollari a causa dell'aumento degli sconti e della perdita di azioni per i biosimilari negli Stati Uniti. Mentre le vendite negli Stati Uniti sono diminuite del 25,8%, le vendite sui mercati internazionali sono diminuite del 14,5%.

J&J continua ad aspettarsi che la sua attività farmaceutica fornisca una crescita superiore al mercato nel 2020 nonostante l'impatto negativo della pandemia COVID-19. L'aumento delle vendite sarà guidato da una maggiore penetrazione e da nuove indicazioni su prodotti chiave come Darzalex, Imbruvica, Tremfya, Stelara ed Erleada.

Le vendite del segmento Medical Devices sono state di $ 4,29 miliardi, in calo del 33,9% rispetto allo stesso periodo di un anno fa, riflettendo un calo operativo del 32,7% e un movimento valutario negativo dell'1,2%. La pandemia ha colpito più duramente questo segmento di J&J a causa del diffuso declino delle procedure chirurgiche elettive e della ridistribuzione delle risorse ospedaliere per rivolgersi ai pazienti affetti da COVID-19. Un ulteriore giorno di vendita ha beneficiato le vendite nel segmento di circa 50 punti base.

Tuttavia, il segmento ha assistito a un calo meno ripido del previsto nel secondo trimestre e la società ora cerca un calo inferiore al previsto per la seconda metà dell'anno. Nel terzo trimestre, J&J prevede che l'unità Medical Devices diminuirà nell'intervallo del 10-25% (in precedenza 20-60%) mentre nel quarto trimestre l'intervallo sarà in calo dal 15% allo 0%, entrambi inferiori a quello anticipato ad aprile.

Escludendo l'impatto di tutte le acquisizioni e dismissioni, su base operativa, le vendite mondiali sono diminuite del 32,5%, molto più ripide di una diminuzione del 4,8% nel trimestre precedente.

Le vendite sul mercato interno sono diminuite del 39,6% anno su anno a 1,86 miliardi di dollari. Le vendite sul mercato internazionale sono diminuite del 28,8% anno su anno a 2,43 miliardi di dollari. Su base operativa, le vendite internazionali sono diminuite del 26,4%.

Il segmento Consumer ha registrato ricavi per 3,3 miliardi di dollari nel trimestre riportato, in calo del 7% anno su anno. Su base operativa, le vendite del segmento Consumer sono diminuite del 3,6%. Il movimento sfavorevole della valuta estera ha danneggiato le vendite del 3,4%.

Escludendo l'impatto di acquisizioni e dismissioni, il calo delle vendite operative rettificate è stato del 3,4% a livello mondiale contro la crescita dell'11% registrata nel trimestre precedente. Come previsto, l'enorme vantaggio di accumulo di scorte correlato al coronavirus visto nel segmento Consumer Health nel primo trimestre si è invertito nel secondo trimestre a causa del minor consumo dovuto al blocco.

Le maggiori vendite di prodotti da banco come Tylenol e Zyrtec, prodotti per l'igiene orale Listerine e prodotti per la salute dell'apparato digerente sono state compensate dall'impatto negativo della pandemia COVID-19 su alcune categorie come la cura della pelle e i prodotti per la cura della bellezza nel secondo trimestre. Le vendite nelle categorie prodotti per la cura della pelle e della bellezza sono state danneggiate a causa della riduzione del traffico nei negozi e dei consumi ridotti a causa dei blocchi del governo. Al contrario, le attività OTC e Oral Care sono state influenzate positivamente dall'aumento della domanda di COVID-19. Anche le vendite nelle categorie di prodotti per la cura della salute delle donne e di prodotti internazionali per la cura del bambino sono state danneggiate dalla pandemia. Complessivamente, COVID-19 ha avuto un impatto negativo stimato di 700 punti base sulle vendite del segmento Consumer Health.

Le vendite sul mercato interno sono aumentate dell'1,3% rispetto allo stesso periodo di un anno fa a 1,56 miliardi di dollari. Nel frattempo, il segmento internazionale è sceso del 13,4% a 1,74 miliardi di dollari, il che includeva un calo operativo del 7,4% e un impatto valutario negativo del 6,0% nel trimestre.

Nell'unità Consumer Health, J&J si concentrerà sulla crescita nelle categorie di prodotti principali, tra cui OTC e salute della pelle, nonché sull'espansione continua del canale di e-commerce

Guida 2020

J&J ha aumentato le sue prospettive finanziarie per l'anno grazie alla ripresa delle vendite dell'unità Medical Devices più rapida del previsto, poiché le economie di tutto il mondo hanno iniziato ad aprirsi prima del previsto. J&J si aspetta ora un impatto sulle vendite dovuto a ritardi nella procedura negativa di circa 3,8 miliardi di dollari – 5,3 miliardi di dollari nell'unità Dispositivi medici nel 2020 contro i 4 miliardi di dollari – 7 miliardi di dollari previsti in precedenza. J&J si aspetta inoltre una forza continua nel settore farmaceutico e un miglioramento della crescita nell'unità Consumer health.

Le aspettative di guadagno per azione rettificato sono state aumentate da un intervallo compreso tra $ 7,50 e $ 7,90 e $ 7,75- $ 7,95. L'intervallo di riferimento ora indica un calo nell'intervallo 8,4% -10,7% rispetto alla precedente previsione di calo del 9% -13,6%. Su base valutaria operativa e costante, si prevede che l'utile per azione rettificato diminuirà tra il 7,3% e il 9,6%. L'aspettativa precedente era di un calo nella gamma del 7,3% -11,9%.

I ricavi sono ora previsti nella gamma di $ 79,9- $ 81,4 miliardi, indicando un calo anno su anno dello 0,8% -2,6%. Le aspettative precedenti per i ricavi erano comprese tra $ 77,5 e $ 80,5 miliardi, indicando un calo anno su anno del 2% -5,5%.

Si prevede che le vendite operative costanti in valuta aumenteranno dello 0,5% fino all'1,3% rispetto alla precedente previsione di un calo del 3,5%. Si prevede che le vendite operative rettificate (escludendo l'impatto valutario, acquisizioni / cessioni) diminuiranno dello 0,8% fino all'1% (le aspettative precedenti scendevano dal 3% allo 0,5%).

Sulla sua chiamata, J&J ha affermato di aver assistito a un miglioramento delle tendenze della domanda durante il trimestre con la riapertura di paesi e stati. Joseph Wolk, chief financial officer di J&J, ha affermato che, sebbene le visite all'ambulatorio medico fossero ancora in calo, il calo è stato meno netto rispetto alle prime fasi della pandemia a metà aprile. Ha anche affermato che le tendenze di categoria stanno migliorando nell'unità Consumer Health.

Alla domanda su una possibile seconda ondata di casi di coronavirus, la direzione è sembrata positiva e ha affermato che il sistema sanitario dovrebbe essere in grado di gestire meglio una possibile seconda ondata, con migliori capacità di test, un migliore isolamento e altre misure preventive e una fornitura adeguata delle attrezzature mediche necessarie .

J&J prevede che il margine operativo diminuirà di 100 punti base nel 2020. J&J si aspetta che i maggiori costi di produzione legati all'impatto delle vendite di COVID-19 saranno parzialmente compensati dalle riduzioni della spesa.

Progressi negli sforzi per il vaccino contro il coronavirus

J&J prevede di avviare uno studio clinico umano di fase I / II sul suo candidato vaccino per COVID-19 alla fine di luglio, piuttosto che a settembre, come annunciato in precedenza. Lo studio di fase I / II sarà condotto su 1045 adulti sani di età compresa tra 18 e 55 anni, più adulti di età pari o superiore a 65 anni e sarà avviato negli Stati Uniti e in Belgio. Lo studio in Belgio inizierà il 22 luglio mentre quello negli Stati Uniti inizierà nella settimana successiva. J&J sta tenendo colloqui con il National Institutes of Allergy and Infectious Diseases per iniziare studi cardine di fase III sul candidato prima del previsto, potenzialmente a fine settembre, se i dati dello studio di fase I / II sono positivi.

L'obiettivo di J&J è fornire più di 1 miliardo di dosi del vaccino a livello globale entro la fine del 2021, se si dimostrerà sicuro ed efficace.

Nel frattempo. J&J ha formato collaborazioni con Emergent BioSolutions e Catalent Biologics per supportare la produzione commerciale del vaccino.

Come si sono evolute le stime da allora?

Si scopre che le nuove stime hanno registrato una tendenza al rialzo durante il mese scorso.

Punteggi VGM

In questo momento, Johnson & Johnson ha un punteggio di crescita medio di C, un voto con lo stesso punteggio sul fronte dello slancio. Tracciando un percorso in qualche modo simile, al titolo è stato assegnato un grado B dal lato del valore, posizionandolo nel secondo quintile per questa strategia di investimento.

Nel complesso, il titolo ha un punteggio VGM aggregato di B. Se non sei concentrato su una strategia, questo punteggio è quello a cui dovresti essere interessato.

prospettiva

Le stime sono state ampiamente tendenti al rialzo per il titolo e l'entità di queste revisioni indica uno spostamento al ribasso. In particolare, Johnson & Johnson ha un Zacks Rank # 3 (Hold). Ci aspettiamo un ritorno in linea dal titolo nei prossimi mesi.

Vuoi le ultime raccomandazioni da Zacks Investment Research? Oggi puoi scaricare 7 migliori azioni per i prossimi 30 giorni. Fare clic per ottenere questo rapporto gratuito

Johnson Johnson (JNJ): Rapporto di analisi delle scorte gratuite

Per leggere questo articolo su Zacks.com clicca qui.

Zacks Investment Research

Psorilax:recensioni |creme termali per psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, quanto costa

DOVE TROVARE MAGGIORI INFORMAZIONI

Presentiamo relazioni annuali, trimestrali e attuali, dichiarazioni di delega e altro
informazioni richieste dal Securities Exchange Act del 1934, come modificato (il
“Exchange Act”), con il Securities and Exchange Commission (la “SEC”). tu
può leggere e copiare qualsiasi documento archiviato con l'estensione SEC al SEC di pubblico
stanza di riferimento situata a 100 F Street, N.E., Washington DC. 20549, STATI UNITI D'AMERICA.
Si prega di chiamare il SEC al numero 1-800-SEC-0330 per ulteriori informazioni sul pubblico
stanza di riferimento. Nostro SEC sono inoltre disponibili al pubblico i depositi presso il SEC di
sito Internet all'indirizzo http://www.sec.gov.

Sul nostro sito Internet, http://www.aximbiotech.com, pubblichiamo quanto segue
depositi recenti non appena ragionevolmente possibile dopo che sono stati elettronicamente
archiviato o fornito a SEC: i nostri rapporti annuali sul modulo 10-K, il nostro
rapporti trimestrali sul modulo 10-Q, i nostri rapporti attuali sul modulo 8-K e qualsiasi altro
modifiche a tali rapporti depositati o forniti ai sensi della Sezione 13 (a) o
15 (d) dell'Exchange Act.

Quando usiamo i termini “AXIM”, “Azienda”, “noi”, “nostro” e “noi” intendiamo Axim
Biotechnologies, Inc.
, a Nevada corporation e le sue consociate consolidate,
preso nel suo insieme, così come qualsiasi entità predecessore, a meno che il contesto
altrimenti indica.



                           FORWARD LOOKING STATEMENTS


Questa relazione trimestrale sul modulo 10-Q, gli altri rapporti, dichiarazioni e
informazioni che la Società ha precedentemente archiviato o fornito a, o che
possiamo successivamente depositare o fornire a, il SEC e annunci pubblici
che abbiamo precedentemente fatto o che possiamo successivamente far includere, possiamo includere o
può incorporare per riferimento alcune affermazioni che possono essere considerate
“dichiarazioni previsionali” nel significato dei Private Securities
Litigation Reform Act del 1995, come modificato, e che sono destinati a godere del
protezione dell'approdo sicuro per le dichiarazioni previsionali fornite da questo
Atto. Nella misura in cui qualsiasi dichiarazione fatta in questo rapporto contiene informazioni
questo non è storico, queste dichiarazioni sono essenzialmente lungimiranti.
Le dichiarazioni previsionali possono essere identificate mediante l'uso di parole come
“anticipa”, “stima”, “pianifica”, “progetto”, “continua”, “continua”, “aspetta”,
“credere”, “intendere”, “poter”, “volere”, “dovrebbe”, “potrebbe” e altre parole di
significato simile. Queste dichiarazioni sono soggette a rischi e incertezze che
non può essere previsto o quantificato e, di conseguenza, i risultati effettivi potrebbero differire
materialmente da quelle espresse o implicite in tali dichiarazioni previsionali.
Tali rischi e incertezze includono, senza limitazione, la commerciabilità dei nostri
prodotti; rischi legali e regolamentari associati al trading pubblico; nostro
capacità di raccogliere capitali aggiuntivi per finanziare le nostre attività; il futuro
negoziazione delle nostre azioni ordinarie; la nostra capacità di operare come una società per azioni; nostro
capacità di proteggere le nostre informazioni proprietarie; economico generale e commerciale
condizioni; la volatilità dei nostri risultati operativi e condizioni finanziarie; nostro
capacità di attrarre o trattenere personale di alta dirigenza qualificato e ricerca
e personale addetto allo sviluppo; e altri rischi dettagliati di volta in volta nei nostri documenti
con il SEC, o altrimenti.

Le informazioni relative alle statistiche di mercato e di settore contenute in questo rapporto sono
incluso in base alle informazioni a nostra disposizione che riteniamo accurate. È
generalmente basato sull'industria e altre pubblicazioni che non sono prodotte per
finalità dell'offerta di titoli o dell'analisi economica. Previsioni e altro
le informazioni previsionali ottenute da queste fonti sono soggette alle stesse
qualifiche e le ulteriori incertezze che accompagnano eventuali stime di
dimensioni future del mercato, entrate e accettazione da parte del mercato di prodotti e servizi. Noi
non si assume alcun obbligo di aggiornare pubblicamente qualsiasi previsione
dichiarazioni. Di conseguenza, gli investitori non dovrebbero fare indebito affidamento su di essi
dichiarazioni previsionali.



Overview


Axim Biotechnologies, Inc., a Nevada corporation, è stata originariamente costituita in
il Stato del Nevada sopra 18 novembre 2010, sotto il nome AXIM International,
Inc.
Sopra 24 luglio 2014, abbiamo cambiato il nostro nome in AXIM Biotechnologies, Inc. per
riflettere meglio le nostre operazioni commerciali. Le nostre principali sedi aziendali sono
situato in 6191 Cornerstone Court, E., Suite 114, San Diego, CA 92121. Nostro
l'indirizzo del sito web è www.aximbiotech.com. Le informazioni contenute su, o quella
è possibile accedervi tramite, il nostro sito Web non fa parte di questo prospetto. Il
marchi, nomi commerciali e marchi di servizio che compaiono in questo prospetto sono i
proprietà dei rispettivi proprietari.

Acquisizione di Sapphire Biotech, Inc.

Sopra 17 marzo 2020, la Società ha stipulato un accordo di scambio di azioni
(“Accordo con Sapphire Biotech, Inc., a Delaware corporation (“Sapphire”)
e tutti gli azionisti di Sapphire (collettivamente, “Sapphire
Azionisti “). In seguito alla chiusura della transazione, Sapphire è diventata un
consociata interamente controllata di AXIM.

————————————————– ——————————

                                       33

————————————————– ——————————

Operazioni in corso a seguito dell'acquisizione di Sapphire Biotech, Inc.

Non vediamo l'ora che arrivino i prossimi 12 mesi con l'acquisizione di Sapphire
Biotech, prevediamo che porteremo avanti la nostra missione di miglioramento globale
cura del cancro attraverso lo sviluppo di nuove terapie per
controllo della diffusione del cancro metastatico e diagnostica per il cancro precoce
rilevamento, risposta al trattamento e monitoraggio della recidiva post-trattamento.
Abbiamo compiuto progressi significativi con il nostro principale candidato per farmaci terapeutici,
SPX-1009, avendo completato con successo gli studi in vitro. Quando iniziamo il nostro
studi sugli animali, intendiamo dimostrare che SPX-1009 dimostrerà la sua capacità di
bloccare la crescita del tumore canceroso e la diffusione delle metastasi in vivo, una chiave
pietra miliare per il 2020. Quest'anno prevediamo anche di completare lo sviluppo di
il nostro test diagnostico universale per misurare l'efficacia del cancro
trattamento monitorando i livelli di QSOX1 nel sangue.

Pietre miliari previste per il 2020

Sapphire ha studiato l'enzima Quiescin Sulfhydryl Oxidase 1
(QSOX1), un regolatore principale del rimodellamento della matrice extracellulare, e il suo
sovraespressione da parte delle cellule tumorali. La sovraespressione di QSOX1 è stata inequivocabilmente
legato alla promozione dell'invasione del tumore e delle metastasi. Uno di quelli dell'azienda
co-fondatori, Dottor Douglas Lake, ha scoperto che una piccola molecola SBI-183
ha inibito l'attività enzimatica di QSOX1 e di conseguenza ha soppresso le cellule tumorali
invasione in vitro e metastasi di cellule di tumore mammario in vivo. Attraverso il suo
sforzi di chimica medicinale la Società ha sintetizzato più analoghi strutturali
di SBI-183 e ha presentato il composto di piombo SPX-1009 che ha dimostrato dieci volte
miglioramento nella soppressione dell'invasione e delle metastasi in diversi modelli di cancro.

La Società ritiene che la sua strategia di sviluppo di farmaci terapeutici sia mirata
la diffusione metastatica è un approccio unico, innovativo e pionieristico al risparmio
vite. L'obiettivo a breve termine della Società è dimostrare la capacità di
i suoi principali farmaci candidati anti-QSOX1 per sopprimere la crescita tumorale e le metastasi e
per portarli a studi pre-clinici.

Inoltre, la Società ritiene che QSOX1 abbia un potenziale significativo
sviluppato in un importante biomarcatore per il test del cancro con biopsia liquida. L'azienda
prevede che lo sviluppo di prodotti diagnostici in corso nel 2020 si tradurrà in a
prototipo commerciale all'inizio del 2021 di un compagno diagnostico universale per
misurare l'efficacia di eventuali trattamenti contro il cancro in corso sulla base della misurazione del QSOX1
livelli. Infine, la Società mira a sviluppare un esame del sangue che lo renda possibile
la diagnosi precoce del cancro.

I principali traguardi raggiunti dalla Società per il 2020 includono:

Sviluppo di prodotti diagnostici

· Test diagnostico per immunoistochimica (IHC)

Sviluppo di un test IHC utilizzando policlonale anti-QSOX1 proprietario esistente
anticorpi e nuovi anticorpi monoclonali. L'azienda metterà alla prova i primi 3-4
anticorpi proprietari su diversi tipi di tumore, utilizzando tessuti commerciali
array per lo screening e la scoperta rapidi e, successivamente, per collaborare con
laboratori di patologia per la valutazione da parte di oncologi praticanti. Stato: in corso

· Test diagnostico di Universal Companion

L'azienda ha sviluppato test proprietari per rilevare i livelli di QSOX1 nei pazienti
sottoposti a trattamento del cancro. Sapphire ha già testato oltre 200 tumori della vescica
campioni che cercano di stabilire una correlazione dei livelli di QSOX1 con il tumore
progressione / regressione. Inoltre, il test dell'Azienda è attualmente l'argomento
di una sperimentazione clinica in corso relativa a campioni di cancro al pancreas. in corso
i test in vitro e in vivo continueranno per tutto il 2020. L'azienda ha
ha firmato un accordo con Sviluppo di farmaci traslazionali, LLC (TD2) per condurre
studi retrospettivi sui topi per misurare i livelli di QSOX1 nei tessuti e nel sangue
mentre i tumori continuano a progredire. Stato: gli studi sugli animali inizieranno a metà aprile
con durata prevista di 8-12 settimane.



Universal Cancer Biomarker


L'azienda continua la ricerca e lo sviluppo relativi al QSOX1 con il
obiettivo di studiare i livelli di QSOX1 nel sangue nelle varie fasi del cancro.
La sovraespressione di QSOX1 nei tessuti di pazienti affetti da cancro è stata documentata in
vari studi, ma è necessario un lavoro aggiuntivo con il sangue del cancro
pazienti per stabilire la correlazione tra i livelli di QSOX1 con vari tipi di cancro
stages. L'obiettivo finale è convalidare QSOX1 come biomarcatore del sangue per il cancro.
Sono previsti studi di convalida focalizzati sul cancro al seno, ai polmoni e al pancreas
2020. Stato: in corso.

————————————————– ——————————

                                       34

————————————————– ——————————

Sviluppo terapeutico del prodotto

· Studi pre-clinici sugli animali / Fase 1: SPX-1009 Sicurezza ed efficacia

La Società ha sottoscritto un accordo con TD2 per determinare l'efficacia di
il suo principale farmaco candidato SPX-1009 per bloccare la diffusione delle metastasi. L'animale
gli studi saranno condotti su un modello murino di carcinoma mammario triplo negativo
utilizzando xenotrapianti di tumori umani. Lo studio prevede l'iniezione di un tumore umano
cellule nei topi per crescere come un tumore primario che metastatizzerà anche a
polmoni. Ai topi verrà somministrato SPX-1009 e SBI-183 per misurare il tumore
crescita / metastasi rispetto ai topi di controllo. Allo stesso tempo una farmacocinetica
(pK) sarà condotto con SPX-1009 per valutarne l'assorbimento,
profilo di distribuzione, metabolismo ed escrezione nelle prime fasi dello sviluppo. Stato:
Gli studi sugli animali inizieranno a metà aprile 2020 con una durata prevista di 5-6 settimane.

· Studi pre-clinici su animali / Stadio 2: SPX-1009 Efficacia in combinazione
Terapia.

L'azienda prevede di condurre studi sugli animali di fase 2 con SPX-1009 al TD2
servizio, struttura. Lo studio metterà alla prova il concetto di terapia combinata di SPX-1009
con diversi farmaci citotossici. Lo scopo è valutare la sopravvivenza delle cellule tumorali e
invasione in presenza di diversi farmaci citotossici e checkpoint immunitario
anticorpi inibitori in combinazione con SPX-1009 in 2 carcinomi mammari e 2
linee cellulari di cancro al pancreas. La determinazione sarà presa per quanto riguarda il
effetti sinergici o additivi che si verificano durante la somministrazione di SPX-1009 e
diversi farmaci citotossici. Stato: previsto per l'inizio Giugno 2020.



·Clinical Human Studies


Dopo aver completato con successo gli studi pre-clinici sugli animali, fasi 1 e 2, noi
anticipare l'identificazione di un Comitato istituzionale di revisione per rivedere e approvare il suo
protocollo per condurre ricerche e test su esseri umani e / o tessuti umani.
Stato: stimato primo trimestre, 2021.



Milestones 2019 to Date


Sopra 1 gennaio 2019, Sapphire Biotech, Inc., un Arizona State University avviare
in collaborazione con Mayo Clinic, è formato per sviluppare nuove terapie
approcci per il trattamento del cancro.

Sopra 4 febbraio 2019, Sapphire testa 200 campioni di pazienti con cancro alla vescica da Mayo
Clinica
convalidare un biomarcatore unico per rilevare il cancro. Per la prima volta,
Lo zaffiro isola la variante di giunzione QSOX1 Long (QSOX1-L) come biomarcatore in
siero per cancro alla vescica e possibilmente altri tumori. Lo zaffiro sviluppa a
prototipo di test diagnostico rapido che misura i livelli di QSOX1-L nel sangue.

Sopra 4 aprile 2019, Sapphire ha annunciato la scoperta di un nuovo biomarcatore per il
rilevamento di alcuni tumori nel sangue e fascicoli per la protezione brevettuale. Zaffiro
scopre QSOX1-L, che è altamente specifico per la presenza di cancro nel sangue
e ha il potenziale per essere rilevato prima delle cellule tumorali circolanti.

Sopra 21 agosto 2019, inizia una sperimentazione clinica per valutare la rapidità di Sapphire
test diagnostico per rilevare il peptide QSOX1 in pazienti con oa rischio di
tumore del pancreas. Lo scopo della sperimentazione è valutare la diagnosi
potenziale del test di Sapphire per rilevare QSOX1 in pazienti con oa rischio di
tumore del pancreas. Stato: in corso

Sopra 5 settembre 2019, File Sapphire Biotech per un file Piccola impresa
Ricerca investigativa
concedere lo sviluppo di analoghi potenti e solubili di SBI-183,
un composto che ha dimostrato di inibire la crescita del tumore e le metastasi.
In definitiva, l'obiettivo di Sapphire è sviluppare un trattamento terapeutico per i tumori
che sovraesprimono QSOX1. La domanda è in fase di revisione finale per il finanziamento.

Sopra 26 settembre 2019, Biotecnologie Axim e Sapphire Biotech entrano in gioco
Joint Venture per sviluppare derivati ​​polifunzionali del cannabidiolo con il superiore
potenza.

Sopra 25 ottobre 2019, Sapphire Biotech deposita due domande di brevetto per
composti antimetastatici per trattare il cancro e prevenire le metastasi.

Sopra 5 dicembre 2019, Sapphire Biotech deposita la domanda di brevetto per il
composto antimetastatico per sopprimere la crescita delle cellule tumorali e bloccare le metastasi.
Identificato come SPX-1009, il composto è un analogo di SBI-183 e in vitro
il test dimostra una potenza dieci volte maggiore rispetto al composto originario.

Sopra 13 gennaio 2020, Sapphire Biotech conclude un accordo con Skysong
Innovazioni, LLC
per una licenza esclusiva per la tecnologia relativa a SBI-183, an
composto antimetastatico che sopprime la crescita delle cellule tumorali e blocca le metastasi
(e garantisce equità a Mayo Clinic Ventures e Arizona State University).

Sopra 6 febbraio 2020, Sapphire Biotech firma un contratto di ricerca sponsorizzato (SRA)
con Arizona State University condurre test in vitro e in vivo
studi preclinici su animali re-agenti inibitori del cancro che prevengono
metastasi.

————————————————– ——————————

                                       35

————————————————– ——————————

Sopra 18 marzo 2020, Biotecnologie Axim annuncia l'acquisizione di Sapphire
Biotech.

Sopra 24 marzo 2020, Sapphire annuncia il completamento degli studi in vitro sul
nuovo composto, SPX-1009 che dimostra un'inibizione dieci volte maggiore delle metastasi tumorali
rispetto al composto originario SBI-183 a seguito di test su oltre 80 analoghi.

Sopra 27 marzo 2020, Sapphire Biotech firma un accordo con TD2 per l'avvio
studi sugli animali per valutare l'efficacia di SPX-1009 come antimetastatico
trattamento e per misurare i livelli di QSOX1 come potenziale compagno diagnostico
test.




Cannabinoid Development

Sebbene AXIM stia spostando la sua attenzione da una biotecnologia cannabinoide a un cancro
società biotech c'è ancora un crossover e un potenziale grande mercato
opportunità. Questo perché i cannabinoidi stanno dimostrando di esercitare vari
gli effetti palliativi nei malati di cancro e i cannabinoidi stanno dimostrando di inibire
la crescita di diversi tipi di cellule tumorali, negli animali da laboratorio.
Inoltre, i cocktail di droga sono una strategia promettente per malattie come
cancro, perché i cocktail possono essere più efficaci dei singoli farmaci e possono
superare i problemi di farmacoresistenza. Uno studio recente ha dimostrato che i topi trattati
sia con l'olio di CBD che con la chemioterapia è sopravvissuto quasi 3 volte più a lungo della chemioterapia
solo.

Lo hanno scoperto altri studi in vitro e in vivo incentrati sul cancro del pancreas
i cannabinoidi possono aiutare a rallentare la crescita del tumore, ridurre l'invasione del tumore e indurre il tumore
morte cellulare. Uno studio del 2019 ha indicato che il CBD potrebbe provocare la morte cellulare e fare
cellule di glioblastoma più sensibili alle radiazioni, ma senza alcun effetto sui sani
le cellule. Uno studio in modelli sperimentali di cancro al colon in vivo suggerisce che il CBD
può inibire la diffusione delle cellule tumorali del colon-retto. Altre ricerche hanno dimostrato
l'efficacia del CBD in modelli preclinici di carcinoma mammario metastatico. Il
studio ha scoperto che il CBD ha ridotto significativamente la proliferazione delle cellule di cancro al seno e
invasione.

Tuttavia, c'è un enorme problema, i cannabinoidi non sono solubili in acqua.

I cannabinoidi sono molecole lipofile (cioè composti a base di olio che non lo sono
solubile in acqua). Ciò significa che quando metti gli oli di canapa estratti in
acqua, galleggiano. I cannabionoidi nel loro stato lipofilo naturale non si mescolano
con acqua e non si dissolverà nell'acqua. Questo è sempre stato il problema
per i composti a base di olio, perché il corpo umano è il 60% di acqua, hanno
difficoltà a dissolversi e, cosa più importante, ad assorbire queste molecole.

Il termine “solubilità in acqua” si riferisce alla capacità di un composto di dissolversi in
acqua a una temperatura specifica. Il termine biodisponibilità si riferisce alla quantità
di ingrediente attivo nel composto, che lo rende nel flusso sanguigno. Se uno
ingrediente viene iniettato direttamente nel flusso sanguigno, è al 100%
biodisponibilità.

Quando il CBD viene ingerito, viene assorbito dal sistema digestivo. Dallo stomaco,
i composti entrano nel sistema portale epatico, dove vengono trasportati
nel fegato. Il fegato quindi metabolizza le molecole di CBD, in ciò che viene indicato
come “effetto di primo passaggio”. Qui, il CBD può essere scomposto in modo significativo prima
raggiungere il sangue.

Altre ragioni per la diminuzione della biodisponibilità orale includono la distruzione del farmaco
da acidità gastrica, enzimi della membrana intestinale, carnagione con il cibo
costituenti o enzimi batterici. Gli alimenti, soprattutto i grassi, possono rallentare lo stomaco
svuotamento. L'assorbimento può essere limitato dal breve periodo di transito del farmaco
attraverso l'intestino tenue (2-4 ore). Queste funzioni agiscono sul CBD, riducendolo
la concentrazione dei composti prima di trasmettere ciò che resta al
flusso sanguigno. Il metabolismo di primo passaggio ha effetto su gran parte del CBD e
i suoi metaboliti vengono escreti, il che significa che molti dei benefici sono
letteralmente spazzato via. Infine ci sono domande sulla tossicità epatica,
soprattutto in grandi dosi.

Si stima che la biodisponibilità del CBD sia del 5-10%
attraverso lo stomaco nel flusso sanguigno.



Axim's New Solution


Abbiamo lavorato negli ultimi mesi in laboratorio per sviluppare
cannabinoidi polifunzionali idrosolubili. Di recente abbiamo perfezionato la nostra reazione
processo e hanno depositato un nuovo brevetto. Mostra che la nostra molecola di CBD riguarda
338 volte più solubile in acqua del CBD. Per metterlo in prospettiva, se uno si dissolve
1 g di CBD in una miscela di acqua e ottanolo, ne finiranno solo 3,9 microgrammi
acqua; mentre per 1G del nostro nuovo CBD polifunzionale entreranno 1.318 microgrammi
acqua. Crediamo che questo potrebbe essere un punto di svolta per l'intero mondo dei cannabinoidi.

Pietre miliari previste per il 2020 Sviluppo di cannabinoidi

Abbiamo ora in programma di generare costrutti cannabinoidi multifunzionali di prossima generazione
che può produrre una risposta più potente rispetto alle singole molecole di cannabinoidi con
un ulteriore vantaggio di essere più solubile in acqua e biodisponibile. Il nuovo
i composti generati saranno poi testati in diversi saggi cellulari insieme
con i corrispondenti cannabinoidi individuali e loro miscele.

————————————————– ——————————

                                       36

————————————————– ——————————

Un altro vantaggio di tali sistemi ibridi è che i composti bioattivi possono essere
su misura per avere un ampio spettro di affinità recettoriali tramite singolo
somministrazione di un composto chimerico invece di un rapporto specifico di due
composti diversi. Ciò è particolarmente vero per i composti eterobifunzionali
composto da molecole di CBD e CBG. Sebbene l'azione del CBD sia ben compresa e
include attività antiepilettiche, antinfiammatorie, antibiotiche e altre attività,
la funzione biologica del CBG è ancora poco conosciuta. Si crede che
Il CBG è benefico per la salute cardiaca, aiuta a curare le malattie infiammatorie intestinali e,
cosa più importante, inibisce la crescita del cancro al colon. L'ibrido CBD-CBG potrebbe dimostrarlo
hanno effetti sinergici, che combinati con una migliore solubilità e
la biodisponibilità fornirà una nuova piattaforma generale per la progettazione del futuro
farmaci a base di cannabinoidi.




Bifunctional Cannabinoids



Successivamente stiamo progettando di sintetizzare combinazioni di cannabinoidi: (1) CBD-CBD;
(2) CBD -CBG; e (3) CBG-CBG. Verranno utilizzati tre linker di dimensioni diverse
determinare il miglior equilibrio possibile tra idrosolubilità e attività. Quindi, 9
in questa sezione verranno prodotti diversi composti. Queste nuove sostanze chimiche
le entità saranno testate fianco a fianco con i singoli CBD / CBDA e CBG / CBGA
molecole per solubilità e attività (vedi sotto).



Multifunctional Cannabinoids


Abbiamo in programma di espandere la strategia bifunzionale per includere tre, quattro e altro ancora
costrutti polivalenti CBD / CBG nei prossimi 12 mesi. Tali linker possono essere
modificato con le stesse o diverse molecole di cannabinoidi, che andranno ulteriormente
migliorare la loro efficacia, può produrre effetti inaspettati e diversi, mentre
allo stesso tempo supporta una buona solubilità in acqua e biodisponibilità.
Inoltre, tali costrutti multifunzionali consentiranno l'etichettatura con differenti
traccianti. Ad esempio, una caratteristica unica è la possibilità di aggiungere due cannabinoidi
molecole e un'etichetta fluorescente o radioattiva. Questo ci darà un unico
possibilità di monitorare la biodistribuzione degli ibridi cannabinoidi in tutte le cellule
o anche animali vivi.



Biological Activity


L'attività biologica dei composti risultanti sarà testata rispetto ai nativi
CBD (non coniugato), CBG, CBDA e CBGA nel legame funzionale,
saggi antibatterici / antimicotici e di proliferazione del cancro come segue.

Saggi antimicrobici: le cellule di E. coli DH10B saranno coltivate nel nostro laboratorio durante la notte, a
37C a 270 rpm rotazione in mezzo LB con streptomicina (0,1%) a una densità cellulare
di 2 x 106 CFUmL-1. Negli esperimenti di controllo, la procedura di cui sopra verrà ripetuta
senza alcun composto nella coltura come controllo negativo.

Sono previsti test di proliferazione del cancro e test di migrazione delle cellule tumorali
utilizzando linee cellulari di cancro al seno umano, MDA-MB-231 e MCF-7, i saggi saranno
eseguito esattamente come specificato dal protocollo del produttore.

Studi pre-clinici sugli animali / Fase 1: efficacia dei cannabinoidi polifunzionali in
Terapia di combinazione. Axim prevede di condurre gli studi sugli animali di Fase 1 con il nostro
cannabinoidi polifunzionali insieme al composto farmacologico SPX-1009 e diversi
farmaci citotossici presso la struttura TD2. Lo scopo è valutare la cellula tumorale
sopravvivenza e invasione in presenza di diversi farmaci citotossici e immunitari
anticorpi inibitori del checkpoint in combinazione con il nostro polifunzionale
cannabinoidi, SPX-1009 in 2 linee di cellule di cancro al seno e 2 linee di cellule di cancro al pancreas.
Si determinerà la sinergia o gli effetti additivi
che si verificano durante la somministrazione di cannabinoidi polifunzionali, SPX-1009 e
diversi farmaci citotossici. Stato: previsto per l'inizio Giugno 2020.



Clinical Human Studies


Dopo aver completato con successo gli studi pre-clinici sugli animali con polifunzionale
Cannabinoidi, prevediamo di identificare un file Comitato istituzionale di revisione revisionare
e approvare il suo protocollo per condurre ricerche e test con esseri umani e / o
tessuti umani. Stato: stimato primo trimestre, 2021.



Anticipated Expenses


Nei prossimi dodici mesi prevediamo di incorrere in costi relativi a: (i)
presentazione di rapporti Exchange Act, (ii) obblighi contrattuali, (iii) clinici
prove e (iv) ricerca e sviluppo continui.

————————————————– ——————————

                                       37

————————————————– ——————————




Intellectual Property


Attualmente, la nostra proprietà intellettuale include brevetti, marchi e altro
informazioni proprietarie, riservate e / o riservate. Il nostro brevetto
le domande includono quattordici (14) famiglie di domande di brevetto per l'igiene orale
composizioni, metodo di impasto con alcol zuccherino, cosmetici, metodo di estrazione del THC,
composizioni antimicrobiche, gomma per il trattamento della dipendenza da nicotina, dipendenza da oppioidi
gomma da trattamento, gomma da trattamento per gambe senza riposo, supposte, metodo da trattare
psoriasi, metodo per trattare la dermatite atopica, metodo per trattare la vitiligine, masticazione
gomma per il trattamento dell'emicrania e cannabinoidi polifunzionali. Undici (11) di
le nostre domande di brevetto sono in fase non provvisoria nel NOI.e dodici
(12) sono attualmente in fase nazionale in giurisdizioni estere. I nostri brevetti
includere nove (9) brevetti, per soluzioni oftalmiche, metodo per utilizzare l'oftalmico
soluzione per trattare il glaucoma e la congiuntivite, due brevetti sul processo da estrarre
THC, due brevetti su supposte, composizioni per l'igiene orale, metodo da trattare
dermatite atopica e polvere antimicrobica; e due (2) brevetti su licenza
(gomma da masticare contenente cannabidiolo e gomma da masticare contenente cannabinoidi,
coprendo tutti i cannabinoidi, compreso il THC). Siamo in fase di sviluppo
e il deposito di più domande di brevetto.

Abbiamo ventinove (29) domande di marchio, alcune delle quali sono registrate
marchi di fabbrica, hanno ricevuto avvisi di indennità o sono in sospeso di fronte agli Stati Uniti
State Patent and Trademark Office: Axim, A Axim Biotech, Cannanimals, CanQuit,
CannaCoal, CanChui, CanShu, Oraximax, ReneCann, OpthoCann, Cannonich, Cannocyn,
HempChew, SuppoCann, CanChew, CanChew Hemp CBD Gum, CanChew Rx, MedChew, CanChew
Inoltre, CanQuit OC, MedChew GP, MedChew RL, CanChew +, CanChew +10, CanChew +50,
CanChew +100, Hangover Gum, Wellness Gum e Hole in One. Corrispondente
le domande di marchio sono state depositate in altre giurisdizioni hanno ricevuto
registrazione o in attesa. Recentemente abbiamo anche acquisito un NOI. registrato
marchio “Chemogum”.

Mercato, clienti e metodi di distribuzione

Il nostro obiettivo è lo sviluppo di prodotti farmaceutici, nutraceutici e
prodotti cosmetici incentrati su malattie e condizioni per le quali attualmente esistono
non sono noti ingredienti terapeutici efficienti o sistemi di somministrazione noti
ingredienti farmaceutici attivi. Il corpo di conoscenze in materia terapeutica
l'uso di formulazioni a base di cannabinoidi è in costante aumento. Abbiamo in programma di essere un
attore attivo in questo campo delle bioscienze con la nostra vasta ricerca e sviluppo e pipeline
di prodotti innovativi.

I nostri clienti target sono principalmente consumatori finali tramite le vendite su Internet,
negozi di salute e benessere diretti al consumatore, collettivi, cooperative,
vendite affiliate e distributori principali. In secondo luogo, stiamo prendendo di mira
produttori di prodotti che possono sostituire prontamente le loro materie prime con
i nostri materiali, rendendo i prodotti più rispettosi dell'ambiente e
sostenibile. Successivamente, ci rivolgeremo ai negozi al dettaglio con una distribuzione importante
aziende che hanno rapporti preesistenti con le principali catene di negozi al dettaglio. Come
continuiamo a sviluppare la nostra attività, questi mercati possono cambiare, ricevere una nuova priorità
o eliminati quando la direzione risponde agli sviluppi dei consumatori e delle normative.



Competition


Ci sono molti sviluppatori di prodotti di consumo a base di canapa, molti dei quali lo sono
sotto-capitalizzati, che consideriamo obiettivi di acquisizione fattibili. Ci sono
anche grandi società ben finanziate che attualmente non offrono la canapa
prodotti ma potrebbe farlo in futuro.

Fonte e disponibilità delle materie prime

La Società attualmente ha accordi con più fornitori affidabili che
dovrebbero soddisfare le esigenze previste di materiali per il prossimo anno.
Questi fornitori hanno sede in Paesi Bassi. Inoltre, la Società è entrata
nel contratto di joint venture per possedere la produzione industriale di canapa del raccolto
cedere Contea di Wayne, Carolina del Nord attraverso KAM Industries, LLC.



Government Regulation


Sopra 20 dicembre 2018, il Farm Bill 2018 è stato convertito in legge. La legge entrò in vigore
effetto su 1 gennaio 2019.

Come conseguenza della Fattura Fattoria 2018, la canapa è stata rimossa definitivamente
dalla legge sulle sostanze controllate (CSA). Ora è considerato un agricolo
merce, non più classificabile come sostanza controllata, come
marijuana. Inoltre, ridefinendo la canapa includendovi i suoi “estratti,
cannabinoidi e derivati ​​”, Congresso rimossi esplicitamente i prodotti di canapa popolari
– come il CBD derivato dalla canapa – di competenza del CSA.

Di conseguenza, il Drug Enforcement Administration (DEA) non ha più alcun diritto
interferire con il commercio interstatale di prodotti di canapa, fino a quando il
Il livello di THC è pari o inferiore allo 0,3%. I governi statali e tribali possono imporre la separazione
restrizioni o requisiti sulla crescita della canapa e sulla vendita di prodotti a base di canapa.
Tuttavia, non possono interferire con il trasporto interstatale di canapa o canapa
prodotti.

————————————————– ——————————

                                       38

————————————————– ——————————

Crediamo che il Farm Bill 2018 dovrebbe dare conforto alle regolamentate federali
istituzioni, farmacie, banche, servizi commerciali, società di carte di credito,
siti di e-commerce e piattaforme pubblicitarie, per condurre il commercio con la canapa
e l'industria della canapa CBD.

Sopra 27 settembre 2018, il Dipartimento di Giustizia e Applicazione della droga
Amministrazione
ha annunciato che Epidiolex, il farmaco recentemente approvato dal
Food & Drug Administration, viene inserito nell'Allegato V del Controllato
Sostanze Act, il programma meno restrittivo del Controllato federale
Atto sulle sostanze del 1970 (il “CSA”). Sopra 26 giugno 2018, lo ha annunciato la FDA
ha approvato Epidiolex per il trattamento di convulsioni associate a due rari e
forme gravi di epilessia, sindrome di Lennox-Gastaut e sindrome di Dravet, in
pazienti di età pari o superiore a due anni. Epidiolex contiene cannabidiolo (CBD), a
costituente chimico della pianta di cannabis (comunemente indicato come marijuana).
Il CBD in Epidiolex viene estratto dalla pianta di cannabis ed è il primo
Farmaco approvato dalla FDA per contenere un estratto purificato dalla pianta. Programma i farmaci V.
rappresenta il minor potenziale di abuso. Programma V farmaci, sostanze o
le sostanze chimiche sono definite come farmaci con un potenziale di abuso inferiore rispetto alla Tabella IV
e consistono in preparati contenenti quantità limitate di determinati narcotici.
I farmaci del programma V sono generalmente utilizzati per antidiarroici, antitosse e
scopi analgesici. Alcuni esempi di farmaci Schedule V sono: preparati per la tosse
con meno di 200 milligrammi di codeina o per 100 millilitri (Robitussin AC),
Lomotil, Motofen, Lyrica e Parepectolin.

Nonostante le approvazioni da parte della FDA e della DEA per Epidiolex, nessuno di questi precedenti
fattori, molti dei quali sono al di fuori del nostro controllo, potrebbero compromettere la nostra capacità di farlo
ottenere l'approvazione normativa e commercializzare con successo i nostri prodotti pianificati.
Inoltre, perché la nostra attività dipende quasi interamente da questi prodotti
candidati, una tale battuta d'arresto nel nostro perseguimento dell'approvazione normativa avrebbe a
effetti negativi sostanziali sulla nostra attività e sulle nostre prospettive.



Employees


Come di 14 agosto 2020, we have 3 full-time employees and 1 part-time employee.
We allow and utilize the services of independent contractors. We will be
considering the conversion of some of our part-time employees to full-time
positions. We are currently in discussions with qualified individuals to engage
them for positions in sales and marketing, research and development, and
operations. Management believes the Company has good relationships with its
employees.

Costs and effects of compliance with environmental laws

The expense of complying with environmental regulations is of minimal
consequence.




Results of Operations



The following discussion of our financial condition and results of operations
for the period ended June 30, 2020 should be read in conjunction with the
financial statements and the notes to those statements that are included
elsewhere in this Report on Form 10-Q. Our discussion includes forward-looking
statements based upon current expectations that involve risks and uncertainties,
such as our plans, objectives, expectations and intentions. Actual results and
the timing of events could differ materially from those anticipated in these
forward-looking statements as a result of a number of factors. We use words such
as “anticipate”, “estimate”, “plan”, “project”, “continuing”, “ongoing”,
“expect”, “believe”, “intend”, “may”, “will”, “should”, “could”, and similar
expressions to identify forward-looking statements.

——————————————————————————–

                                       39

——————————————————————————–

Comparison of the six months and three months ended June 30, 2020 per June 30,
2019
.

For the six months periods ended June 30, 2020 and 2019, our revenues from
continuing operations totaled $-0– and $-0-, respectively, our revenues from
discontinued operations totaled $7,990 e $110,149, respectively.



                                   Six months     Six months
                                  Period Ended   Period Ended
                                   30-June-20     30-June-19     $ Change     % Change

Research and development        $      126,292 $            - $     126,292     100.00%
Depreciation                             5,124          1,678         3,446     205.36%
Advertising and promotions             362,487         86,683       275,804     318.18%
Travel and entertainment
expenses                                14,349         46,463      (32,114)    (69.12%)
Office/Other expenses                   73,698         72,181         1,517       2.10%
Impairment and amortization              6,763          3,158         3,605     114.15%
Licenses and permits                    54,271          3,340        50,931   1,524.88%
Legal and other fees                   221,882        109,470       112,412     102.69%
Offices salary and wages               294,399         85,500       208,899     244.33%
Consulting fees                         33,000         47,500      (14,500)    (30.53%)
Compensation costs                       8,200      1,365,000   (1,356,800)    (99.40%)
Audit fees                              81,703         74,000         7,703      10.41%
Filing fees                              4,898          6,558       (1,660)    (25.31%)
Insurance expense                       62,166         50,843        11,323      22.27%
Directors fees                          40,000        105,000      (65,000)    (61.90%)
Total Operating expenses from
continuing operations           $    1,389,232$    2,057,374$   (668,142)    (32.48%)



Our operating expenses from continuing operations for the six months periods
ended June 30, 2020 and 2019, were $1,389,232 e $2,057,374, respectively. Our
operating expenses from discontinued operations for the six months periods ended
June 30, 2020 and 2019, were $2,321,776 e $2,098,339, respectively. Il
changes for the six months period ended June 30, 2020, were primarily due to the
separation (note 17) and no compensation costs recorded for the six months
period ended June 30, 2020. The Company spend more of money on advertising and
promotions. The Company incurred $6,763 e $3,158 of amortization and
impairment expense on intangible assets during the six months ended June 30,
2020
and 2019, respectively.

For the three months periods ended June 30, 2020 and 2019, our revenues from
continuing operations totaled $-0– and $-0-, respectively, our revenues from
discontinued operations totaled $849 e $93,088, respectively.



                                    Three months   Three months
                                    Period Ended   Period Ended
                                     30-June-20     30-June-19    $ Change    % Change

Research and development          $      121,437 $            - $   121,437     100.00%
Depreciation                               4,285            839       3,446     410.73%
Advertising and promotions                42,476         37,943       4,533      11.95%
Travel and entertainment expenses          1,303         31,074    (29,771)    (95.81%)
Office/Other expenses                     30,348         46,119    (15,771)    (34.20%)
Impairment and amortization                3,125              -       3,125     100.00%
Licenses and permits                       1,270            940         330      35.11%
Legal and other fees                     134,014         53,288      80,726     151.49%
Offices salary and wages                 189,399         30,000     159,399     531.33%
Consulting fees                           24,000         23,500         500       2.13%
Compensation costs                             -        227,500   (227,500)   (100.00%)
Audit fees                                61,703         16,500      45,203     273.96%
Filing fees                                3,508          5,236     (1,728)    (33.00%)
Insurance expense                         30,994         25,504       5,490      21.53%
Directors fees                            15,000         85,000    (70,000)    (82.35%)
Operating expenses from
continuing operations             $      662,862$      583,443$    79,419      13.61%

——————————————————————————–

                                       40

——————————————————————————–

Our operating expenses from continuing operations for the three months periods
ended June 30, 2020 and 2019, were $662,894 e $583,443, respectively. Our
operating expenses (income) from discontinued operations for the three months
periods ended June 30, 2020 and 2019, were $1,186,750 e $1,265,920,
respectively. The changes for the three months period ended June 30, 2020, were
primarily due to the separation (note 17) and no compensation costs recorded for
the three months period ended June 30, 2020. The Company incurred $3,125 e
$-0– of amortization and impairment expense on intangible assets during the
three months ended June 30, 2020 and 2019, respectively.



Other (Income) expenses:


During the three months ended June 30, 2020 and 2019, the Company recorded a
change in FMV of trading securities as unrealized gain (loss) and realized gain
(loss) of $-0-, $(109,040), $113,400 e $-0-, respectively. During the six
months ended June 30, 2020 and 2019, the Company recorded a change in FMV of
trading securities as unrealized gain (loss) and realized gain (loss) of
$(104,705), $(109,040), $138,400 e $-0-, respectively.

Our interest expense of continuing operations for the three and six months ended
June 30, 2020 and 2019, was $55,957, $49,388, $106,075 e $98,225;
respectively. Our interest expense of discontinued operations for the three and
six months ended June 30, 2020 and 2019, was $2,567, $6,582, $9,076 e $13,092;
respectively.

The Company incurred $22,071, $18,662, $41,432 e $37,325 amortization expense
on debt discount during the three and six months ended June 30, 2020 and 2019,
respectively.




Going concern



The Company's unaudited condensed consolidated financial statements have been
presented assuming that the Company will continue as a going concern. As shown
in the financial statements, the Company has negative working capital of
$1,821,609 and has an accumulated deficit of $37,547,798, has cash used in
continuing operating activities of $976,745 and presently does not have the
resources to accomplish its objectives during the next twelve months. Questi
conditions raise substantial doubt about the ability of the Company to continue
as a going concern. The financial statements do not include any adjustments
related to the recoverability of assets and classification of liabilities that
might be necessary should the Company be unable to continue in operation.

The Company intends to raise additional capital through private placements of
debt and equity securities, but there can be no assurance that these funds will
be available on terms acceptable to the Company or will be sufficient to enable
the Company to fully complete its development activities or sustain operations.
If the Company is unable to raise sufficient additional funds, it will have to
develop and implement a plan to further extend payables, reduce overhead, or
scale back its current business plan until sufficient additional capital is
raised to support further operations. There can be no assurance that such a plan
will be successful.

Liquidity and Capital Resources

Six months ended June 30, 2020 and 2019

Net Cash Provided by/Used in Operating Activities

Net cash used in continuing operating activities and discontinued operating
activities was $976,745 e $797,939 respectively for the six months ended June
30, 2020
, as compared to net cash used of $605,319 e $1,273,168 for the six
months ended June 30, 2019. The cash used in operating activities is primarily
attributable to our net loss from operations of $2,107,756 and offset by net
changes in the balances of operating assets and liabilities and non-cash
expenses. For the six months ended June 30, 2020 stock-based compensation was
$287,500 and amortization of debt discount was $41,432. For the six months ended
June 30, 2019 these non-cash expenses were stock-based compensation of
$1,380,000 and amortization of $37,325. For the six months ended June 30, 2020
and 2019 the Company recorded increase to accounts payable and accrued expenses
$209,784 e $284,460 of continuing operating activities.

Net Cash Provided by Investing Activities

Net cash provided by investing activities during the period ended June 30, 2020
was $8,986 comparted to $-0– for the same period in 2019 due to $79,814 cash
acquired in Sapphire acquisition offset by cash used in equipment purchase for
$70,828.

Net Cash Provided by Financing Activities

Net cash provided by financing activities during the six months period ended
June 30, 2020, was $2,145,500 Compreso $65,000 used in discontinued financing
activities compared to $2,281,313 for the same period in 2019. The Company has
successfully raised significant capital in exchange for its common stock for the
six months ended June 30, 2020.

——————————————————————————–

                                       41

——————————————————————————–

Off-Balance Sheet Arrangements

We do not have any off-balance sheet arrangements that have or are reasonably
likely to have a current or future effect on our financial condition, changes in
financial condition, revenues or expenses, results of operations, liquidity,
capital expenditures or capital resources that is material to investors.



Contractual Obligations


As a “smaller reporting company” as defined by Item 10 of Regulation S-K, the
Company is not required to provide this information.



Critical accounting policies


The preparation of financial statements in conformity with U.S. GAAP requires
management to make estimates and assumptions that affect the reported amount of
assets and liabilities, the disclosure of contingent assets and liabilities and
the reported amounts of revenue and expenses during the reported periods. Il
more critical accounting estimates include estimates related to revenue
recognition and accounts receivable allowances. We also have other key
accounting policies, which involve the use of estimates, judgments and
assumptions that are significant to understanding our results, which are
described in Note 3 to our unaudited condensed consolidated financial
statements.

Recently issued accounting standards

In March 2019, the FASB issued ASU 2019-01, Leases (Topic 842) Codification
Improvements, which provides clarification on implementation issues associated
with adopting ASU 2016-02. The implementation issues noted in ASU 2019-01
include determining the fair value of the underlying asset by lessors that are
not manufacturers or dealers, presentation on the statement of cash flows for
sales-type and direct financing leases, and transition disclosures related to
Topic 250, Accounting Changes and Error Corrections. We will apply the guidance,
if applicable, as of January 1, 2019, the date we adopted ASU 2016-02. Refer to
the discussion of ASU 2016-02 below for the impact on our financial position,
results of operations, cash flows, or presentation thereof.

The Company has a long-term operating lease, and the long-term operating lease
only took effect in Aprile 2020. Thus, the adoption of ASC 842 had no impact on
the condensed consolidated financial statements.

In November 2018, the FASB issued ASU 2018-18, Collaborative Arrangements (Topic
818): Clarifying the Interaction Between Topic 808 and Topic 606, which
clarifies when transactions between participants in a collaborative arrangement
are within the scope of the FASB's revenue standard, Topic 606. The standard is
effective for fiscal years beginning after December 15, 2019 and interim periods
within those fiscal years, with early adoption permitted. We adopted this
standard on its effective date of January 1, 2020. We do not expect the adoption
of this ASU to have a material impact on our consolidated financial position,
results of operations, cash flows, or presentation thereof.

In October 2018, the FASB issued ASU 2018-17, Targeted Improvements to Related
Party Guidance for Variable Interest Entities, that changes the guidance for
determining whether a decision-making fee paid to a decision makers and service
providers are variable interests. The guidance is effective for fiscal years
beginning after December 15, 2019 and interim periods within those fiscal years,
with early adoption permitted. We adopted this standard on its effective date of
January 1, 2020. The adoption of this ASU to have a material impact on our
consolidated financial position, results of operations, cash flows, or
presentation thereof.

In August 2018, the FASB issued ASU 2018-15, Intangibles-Goodwill and
Other-Internal-Use Software (Subtopic 350-40): Customer's Accounting for
Implementation Costs Incurred in a Cloud Computing Arrangement That is a Service
Contract. ASU 2018-15 aligns the requirements for capitalizing implementation
costs incurred in a hosting arrangement that is a service contract with the
requirements for capitalizing implementation costs incurred to develop or obtain
internal-use software. The standard is effective for fiscal years beginning
after December 15, 2019, including interim periods within those fiscal years,
with early adoption permitted. We adopted this standard on its effective date of
January 1, 2020. We determined that it had no material impact of this ASU on our
financial position, results of operations, cash flows, or presentation thereof.

In August 2018, il Financial Accounting Standards Board (FASB) issued
Accounting Standards Update (ASU) 2018-13, “Fair Value Measurement (Topic 820):
Disclosure Framework-Changes to the Disclosure Requirements for Fair Value
Measurement.” This ASU eliminates, adds and modifies certain disclosure
requirements for fair value measurements as part of its disclosure framework
project. The standard is effective for all entities for financial statements
issued for fiscal years beginning after December 15, 2019, and interim periods
within those fiscal years. Early adoption is permitted. The adoption of this
guidance is not expected to have a material impact on the Company's financial
statements.

Other recent accounting pronouncements issued by the FASB and the SEC did not or
are not believed by management to have a material impact on the Company's
present or future consolidated financial statements.

——————————————————————————–

                                       42

——————————————————————————–




Foreign Currency Transactions


Our Foreign currency gain (loss) were $26 e $624 for the three and six months
ended June 30, 2020, and ($368) e $(750) for the same period in 2019.

© Edgar Online, source Glimpses

Psorilax:Acquista con paypal |natura only crema per eczema e psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, come si usa

Carote-lotta-infiammazione

Se stai leggendo questo, probabilmente ti starai chiedendo come curare la psoriasi in generale. E meno probabile, come curare la psoriasi con le carote. La risposta è abbastanza semplice. Mangiare cibi infiammatori può infiammare il corpo e quindi la pelle. Sostituisci il cibo infiammatorio con il cibo antinfiammatorio e sei sulla strada giusta per aiutare la tua causa.

Come curare la psoriasi con le carote

Per coloro che volevano sapere come curare la psoriasi con le carote e hanno cliccato su questo sito con il pensiero di strofinare semplicemente il succo di carota sulla pelle, mi dispiace dare la notizia ma sicuramente non funzionerà. Per fortuna le carote svolgono un ruolo importante nella cura della psoriasi, malattia della pelle, ma sfortunatamente non in senso topico ma in senso commestibile.

Nota: assicurati di mantenere intatto il tuo senso, perché la psoriasi può essere molto stressante. Lo stress può essere molto controproducente quando si combatte la psoriasi. Quindi mangiare carote come Bugz Bunny potrebbe essere in vena.

Non potendo perdere un brutto problema di pelle apparente, puoi capire lo stress e la disperazione che accompagna il territorio.

La psoriasi porta disperazione. Le persone disperate possono sentirsi come se non avessero nulla da perdere. Le persone hanno provato a strofinare le cose più strane sulla loro pelle con la speranza di alleviarle.

Ad esempio, i malati hanno provato le bucce di banana a fango dal terreno. La stessa Kim Kardashian ha persino strofinato il latte materno sulle lesioni della psoriasi.

Una dieta sana composta da carote fresche o cotte al vapore, opportunamente porzionate e mangiate per tutta la settimana può tenere sotto controllo la psoriasi.

Come curare la psoriasi con le carote sfuse

Alcuni farmaci prescritti dai medici sono costituiti da catrame. Sì catrame! Catrame per le strade? Sì! È lo stesso catrame puzzolente della strada. Non sto scherzando. Realizzato per il trattamento della psoriasi e prescritto da dermatologi quasi ovunque. Non cura la psoriasi.

Infatti, Niente curerà la psoriasi mediante applicazione topica. La ragione di ciò è che la psoriasi è un problema interno con un sintomo esterno. Per sbarazzarsi del sintomo esterno devi sbarazzarti del problema interno che è la tossicità e la carenza.

“Quindi se mangio le carote? Questo eliminerà la mia psoriasi? ” Sì, ma quelle carote avranno bisogno di aiuto.

Lezione veloce sulla salute

Quello che la maggior parte delle persone considererebbe cibo sano o malsano è altamente sottovalutato. Cosa significa veramente essere sani o malsani? Un sintomo allo scoperto? Se guardiamo più in profondità non è sempre così. I sintomi di solito non compaiono subito. La malattia si manifesta in modo sottile nel tempo, principalmente semplicemente mangiando e non mangiando determinati cibi.

Alcuni cibi sono considerati cattivi per una ragione. Hanno poco o nessun valore nutritivo e sono carichi di elementi nocivi che promuovono la presenza di quantità schiaccianti di radicali liberi.

Mangiare troppe tossine e cibi infiammatori è tossico. Questi alimenti tossici occupano circa il 90% del negozio di alimentari. Sono ovunque e dovrebbero essere evitati, specialmente nel momento della guarigione. Leggi la mia lista delle cose da non fare su quali cibi evitare.

Non mangiare ciò di cui il corpo ha bisogno per prosperare come vitamine e sostanze nutritive è carenza.

Sia la tossicità che la carenza combinate nel tempo sono una ricetta per la zuppa di pelle disastrata. Psoriasi

La carenza è anche il problema. La carenza è non mangiare abbastanza nutrienti di cui il corpo ha disperatamente bisogno.

Ti stai ancora chiedendo come curare la psoriasi con le carote? Per specificare meglio la risposta. Per curare la tua psoriasi mangiando carote, devi mangiarle spesso e senza mangiare cibi controproducenti. Inoltre, devi praticare questo stile di vita per diversi mesi fino a quasi un anno intero.

Se sei seriamente intenzionato ad abbandonare la fastidiosa psoriasi della malattia della pelle e desideri avere di nuovo la pelle pulita, segui i collegamenti seguenti. Ricorda, avevo la psoriasi, ho la sofferenza e la frustrazione che può portare. Ma non preoccuparti. Ti insegnerò come riavere la tua bella pelle. Le carote sono una parte importante del punto di svolta. Semplice come quella.

Benefici della carota

Rimedio Psoriasi Carota naturalmente bitmoji

  • Antinfiammatorio
  • Può curare la psoriasi
  • Contro la pelle secca
  • Riduce lo stress
  • Previene il cancro
  • Riduce le malattie cardiache
  • antiossidante
  • Fibra
  • Vitamine
  • minerali
  • proteine

Le vitamine antinfiammatorie nelle carote

Una vitamina. Le carote contengono piccole quantità di vitamina A. Tracce che sono ancora molto utili. Il sistema immunitario utilizza la vitamina A e aiuta a evitare che agisca in modo eccessivo e causi infiammazioni. Lo fa proteggendo dai radicali liberi.

Vitamine del gruppo B. all'interno le carote possono regolare l'infiammazione.

La vitamina B6 è un ingrediente che viene anche inserito nelle capsule di farmaci antinfiammatori. Questi farmaci vengono rilasciati dai medici per controllare le malattie infiammatorie.

La vitamina B1, nota anche come tiamina, che si trova anche nei fagioli e nel fegato, è nota per causare infiammazione dei nervi se carente. Quindi fortunatamente è presente nel complesso vitaminico B.

Vitamina B2 secondo PubMed, la riboflavina della Biblioteca Nazionale di Medicina degli Stati Uniti o vitamina B2 “La carenza induce una patologicainfiammatorio risposta.”

La vitamina B4, secondo Vegan Health.org, afferma che oltre 310 mg di B4, alias colina, mostra “marcatori inferiori di infiammazione”. B4 ha la più alta presenza nella carota tra le vitamine del gruppo B.

La vitamina B3, nota anche come niacina, promuove la salute della pelle e dell'apparato digerente, cosa molto importante quando si ha a che fare con la psoriasi. Contrasta anche demenza, colesterolo, aterosclerosi, problemi cardiaci, ecc.

Siti scientifici dal vivo il Centro medico dell'Università del Maryland. “Una grave carenza di niacina può causare la pelle infiammata o squamosa.”

B5 o acido pantotenico, favorisce la salute della pelle e dei capelli, nonché una buona digestione e la creazione di cellule. B5 è antinfiammatorio ed è ottimo per mantenere sano il sistema immunitario.

cura-psoriasi-con-carota-motivazione

vitamina C è la vitamina più fantastica del mondo. Soggettivamente parlando ovviamente ma seriamente. La vitamina C può fare miracoli. Fermare l'infiammazione è uno di questi. Questo perché la vitamina C agisce come donatrice di elettroni.

La vitamina C presente nelle carote non solo può rallentare la malattia, ma può anche trasformarla di 180 gradi. Questo funziona perché la vitamina C fornisce molti elettroni dove sono necessari e questo include il dare un po 'di radicali liberi che succhiano la vita.

Ma perché cedere gli elettroni al nemico? Perché, fornendo elettroni ai radicali liberi, ricevono tutto ciò che possono trasportare. Questo ostacola i radicali liberi e li scoraggia dal rubare elettroni da altre fonti dal tuo corpo.

Quindi, come eccellente vantaggio, la vitamina C contrasta le malattie. Lo fa riparando il danno ossidativo. Danno in cui la colpa è dei radicali liberi. I radicali liberi possono causare problemi infiammatori devastanti, ma la vitamina C non solo lo previene … può anche invertire l'infiammazione.

Vitamina E. all'interno delle carote controlla l'infiammazione a causa delle sue proprietà antiossidanti. Gli antiossidanti proteggono le cellule dai radicali liberi e contemporaneamente riducono l'infiammazione.

La vitamina E e la vitamina C possono essere considerate buone amiche perché vanno d'accordo quando sono entrambe presenti. I due si completano a vicenda, riducendo così l'infiammazione aumentando gli attributi l'uno dell'altro. La vitamina C ed E sono entrambe presenti nelle carote rendendole un potente ortaggio.

Minerali contro vitamine

Una delle principali differenze tra vitamine e minerali è che le vitamine sono organiche. E i minerali sono inorganici.

minerali-and-infiammazione

Poiché le vitamine sono organiche, provengono da piante e animali. I minerali sono solidi inorganici e provengono dal suolo o dalla terra ma si ottengono attraverso piante e animali. Entrambi sono naturali.

Le vitamine possono anche essere scomposte ulteriormente dal loro composto chimico esistente. Il calore, l'acido, l'aria e la reazione ad altri composti rendono possibile la decomposizione chimica. I minerali commestibili non possono essere ulteriormente scomposti perché esistono come un elemento (la forma più semplice di sostanza) e non un composto (combinazione di due o più elementi in una struttura chimica naturale ben ordinata). I minerali essenziali sono fondamentalmente una manciata di elementi grezzi sulla tavola periodica. Conosciuto anche come minerali dietetici o elementi dietetici.

Proprio come alcune vitamine, alcuni minerali dietetici sono ideali solo in tracce di consumo. E come alcune vitamine, alcuni minerali sono più utili se consumati in quantità più generose.

Un'altra somiglianza alcuni i minerali alimentari condividono con le vitamine è la capacità di essere immagazzinati nel corpo umano.

minerali-lotta-infiammazione

Minerali dietetici presenti nelle carote contro l'infiammazione

  • Manganese – Riduce l'infiammazione come antiossidante.
  • Zinco – Salute immunitaria e digestiva.
  • Ferro: le tracce sono buone. Carenza = infiammazione.
  • Magnesio: l'abbondanza è buona. Carenza = infiammazione.
  • Calcio – Combatte l'obesità. Cellule grasse comuni con la psoriasi.
  • Fosforo – Filtra i rifiuti e le tossine.
  • Sodio: tracce necessarie per l'equilibrio dei liquidi.
  • Potassio – Risciacqua l'infiammazione riducendo il sodio in eccesso.

Quello che abbiamo imparato

Le carote combattono la psoriasi che è un'infiammazione della pelle. Una porzione umile o moderata di carote crude e al vapore dovrebbe essere implementata nei programmi dei pasti settimanalmente.

Ecco come curare la psoriasi con le carote.


Leggi il mio “The Do List” e “The Don't List” su questo sito web, torna al menu principale e leggi quel contenuto ora. Gli altri contenuti ti aiuteranno a curare la psoriasi e a capire PERCHÉ “La lista delle cose da fare” e “La lista delle cose da non fare” sono così importanti. Capire il PERCHÉ aiuterà a capire COME curare la psoriasi molto più facilmente.

Lascia andare la cura della psoriasi bitmoji

In questa parte del mio sito web, ho appena parlato dei benefici del consumo di carote. Se fatto in combinazione con The Do List e Don't List, ti aiuterà a curare la psoriasi in modo naturale e ti aiuterà anche a mantenere una bella pelle della stessa.

Come curare la psoriasi

Cure Psoriasis – The Do list

Come trattare la psoriasi – La lista delle cose da non fare

Curare la psoriasi con passione

A proposito di Drake


Possiedi il mio eBook offline “Come rimediare alla psoriasi naturalmente

È un pacchetto zeppo di ricche informazioni su cose da fare, “La lista delle cose da fare” e cose da non fare, “Il Don'T Elenco, su come curare la psoriasi in modo naturale.

How-to-rememdy-psoriasi-naturalmente-cover

Se non vuoi ancora acquistare il mio libro suo bene con me. Tutte le informazioni raccolte nel mio eBook sono anche distribuite in tutto il mio sito Web, sfoglia

nel mio sito web e leggi Come rimediare alla psoriasi naturalmente.

Tuttavia, se vuoi avere il tuo personale copia scaricata in un'interfaccia semplice e facile da navigare, sei fortunato. Un portatile e accessibile App per lettori di eBook come Kindle, Apple, ePub e Pdf, sono alcuni esempi. Leggi online o offline come preferisci. Nessuna connessione a Internet nessun problema.

Il mio eBook costa solo $ 9,99 in questo momento, ma potrei cambiare il prezzo in un importo più alto se inizio diventando avido a causa di un aumento del traffico e della popolarità.

Se decidi di aiutarmi e acquistare il mio primo eBook Come rimediare alla psoriasi naturalmente, sarebbe molto gradito. I profitti mi aiuteranno a mantenere e continuare ad aggiungere contenuti e ricette importanti a questo sito web.

Grazie per aver letto questa parte del mio sito web. Sentiti libero di lasciarmi un commento o una domanda qui sotto. Io risponderò.

Attribuzioni

Immagine per gentile concessione di Warner Brothers Studio (dominio pubblico), tramite licenza creative commons, alcuni diritti riservati.
Immagine gentilmente concessa da Prod 573 – MPAA 7802 – MM (Anelli blu) Sup: I. Freleng – Storia: Michael Maltese – Anim: Richard Bickenbach – Musica: Carl W. StallingVideo: “The Golden Age Of Looney Tunes, Vol. 4 “,” Bugs Bunny Festival Of Fun “(dominio pubblico), tramite licenza creative commons, alcuni diritti riservati.
Immagine per gentile concessione di Almaseraga (CC BY-SA 4.0 (https://creativecommons.org/licenses/by-sa/4.0)), tramite licenza creative commons, alcuni diritti riservati.
Immagine per gentile concessione di, Carrot_and_stick_motivation.svg: * Carrot.svg: Nevit Dilmen (parla) Stick.svg: Nevit Dilmen (parla) opera derivata: Nevit Dilmen (parla) opera derivata: Nevit Dilmen (CC BY-SA 3.0 (https: / /creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0)),
alcuni diritti riservati.

Psorilax:truffa |psoriasi posso curarla con elidel crema

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, quanto costa

Gli ultimi progressi tecnici e le tendenze nella tomografia computerizzata (TC) e gli ultimi dati degli studi clinici sono stati discussi al meeting virtuale 2020 della Society of Cardiovascular CT (SCCT) a luglio. Gli argomenti caldi includevano la quantificazione della placca coronarica a bassa attenuazione come prossima grande valutazione del rischio cardiaco, lo stress da taglio delle arterie coronariche come marker di attacchi di cuore, la TC per la valutazione di pazienti non STEMI, il ruolo della TC in COVID-19, il ruolo della TC nelle valutazioni cardiache strutturali, così come nelle nuove tecnologie CT.

Impatto COVID su cardiologia e radiologia e ruolo della TC nella pandemia

“Il ruolo della TC e della cardiologia in COVID-19 (SARS-CoV-2) è ancora molto da imparare nel mezzo di questa pandemia”, ha spiegato il vicepresidente della SCCT Ed Nicol, MD, MBA, FSCCT, Royal Brompton e Chelsea e Westminster Hospitals, Londra, che hanno offerto una panoramica dei principali takeaway da SCCT 2020 nella sessione di chiusura. Tuttavia, ha affermato che la TC è emersa come una delle modalità di imaging primarie nell'era COVID.

COVID-19 e il cuore visti in una TC del torace.Ha notato che la TC può essere utilizzata per valutare il dolore toracico, l'eziologia della disfunzione del ventricolo sinistro, la nuova insorgenza di insufficienza cardiaca o cardiomiopatia, la valutazione di pazienti con possibile angina e nuove aritmie. Inoltre, a differenza dell'ecocardiografia, non richiede che i medici si trovino nelle immediate vicinanze dei pazienti sottoposti a scansione. Anche gli esami TC sono veloci, contribuendo a ridurre il tempo di esposizione trascorso con i pazienti.

“Quando rifletti su quale sia la domanda che viene posta, nell'era di COVID, più che mai, COVID ha davvero bisogno di servire da crogiolo per il cambiamento nell'imaging. Dobbiamo rimuovere la stratificazione dei test ogni volta che è possibile, e dovremmo evitare i test invasivi quando possibile “, ha detto Jonathon Leipsic, MD, MSCCT, presidente del dipartimento di radiologia per la Providence Health Care, Vancouver Coastal Health e vice presidente della ricerca per il Dipartimento di Radiologia dell'Università della British Columbia. Ha parlato in una sessione sull'uso della TC durante l'era COVID. “Storicamente, potremmo aver voluto fare due test, ma forse ora dobbiamo considerare di cavarcela con uno solo, e uno che non implichi procedure invasive o rischi di aerosol”.

Ha citato un articolo di luglio in JACC Cardiovascular Imaging, (1) di cui era un coautore, che cita i pericoli dei pazienti di imaging nell'era COVID e afferma che è tempo di considerare di apportare modifiche alla pratica prima di tornare alla “normalità “flussi di lavoro di imaging. L'articolo suggerisce vivamente di non utilizzare l'eco transesofageo (TEE) se possono essere utilizzate altre modalità come la TC e di cercare alternative per lo stress da sforzo.

“Se guardi il testo che puoi vedere in tutti questi redattori associati, la vera leadership di pensiero della comunità MR, nucleare ed ecologica, c'era ancora nel testo una chiara enfasi sul fatto che l'angiografia con tomografia computerizzata cardiaca (CCTA) potrebbe avere vantaggi distinti nel fase di decelerazione della pandemia di coronavirus per una maggiore efficienza, sicurezza e utilizzo delle risorse “, ha affermato Leipsic.

Ha detto che questo è particolarmente vero per identificare i pazienti con malattia coronarica che possono essere trattati in modo conservativo. Ciò include l'esclusione di pazienti con anatomia ad alto rischio o attraverso l'uso della TC con riserva di flusso frazionale (FFR-TC) per escludere lesioni funzionalmente significative.

Sebbene sia un grande sostenitore dell'angiografia cardiaca TC (CCTA), Leipsic ha affermato che dobbiamo ancora seguire le linee guida, che includono il non utilizzo del CCTA nel contesto di malattie note, estremi nei punteggi del calcio o in pazienti con frequenza cardiaca scarsamente controllata.

Il carico di placca a bassa attenuazione diventerà la prossima grande valutazione del rischio

Diversi oratori al SCCT hanno menzionato l'uso del CTA per esaminare il tipo di placche aterosclerotiche all'interno dei vasi coronarici per determinare il rischio del paziente di un attacco di cuore. La TC ha la capacità di determinare i tipi di placca in base al valore Hounsfield dei pixel che compongono la placca. La placca a bassa attenuazione (LAP) è stata implicata come un fattore di rischio per placche instabili (placche vulnerabili) che irritano le pareti dei vasi e causano una rottura, portando alla formazione di un coagulo nel sito e causando un infarto miocardico (MI).

Lo studio che ha fatto parlare molte persone è stato lo studio SCOT-HEART Trial: LAP Burden. (2) Ha mostrato un'attenuazione non bassa, la placca non calcificata predice accuratamente l'IM. Lo studio ha rilevato un aumento di cinque volte dell'IM se il LAP era superiore al 4%.

La classificazione della placca può essere noiosa da caratterizzare manualmente e soggetta alla variabilità del lettore, quindi questo studio ha utilizzato un software di quantificazione della placca basato sull'intelligenza artificiale (AI) semiautomatica per standardizzare il modo in cui è stata analizzata la placca.

“È davvero il carico di placca a bassa attenuazione che è il più forte predittore di IM, al di sopra e al di là del punteggio di calcio, e questo è davvero il primo che è stato mostrato. Lo studio ha avuto un numero relativamente basso di eventi, ma un segnale molto forte in i dati “, ha spiegato Nicol.

I risultati sono stati ulteriormente rafforzati dallo studio PARADIGM. (3) Lo studio ha esaminato le placche ad alto rischio e ha scoperto che questi erano i principali driver per i successivi IM. Ciò ha stimolato la discussione sulla revisione degli attuali punteggi CAD-RAD utilizzati da cardiologi e radiologi per classificare sistematicamente il rischio cardiovascolare di un paziente per eventi in base alla gravità del carico di placca. (4)

Maggiori informazioni sulle valutazioni del rischio di placca a bassa attenuazione

Valutazione della placca TC coronarica

Il software di valutazione della placca coronarica TC utilizzato nello studio PARADIGM ha mostrato che le placche a bassa attenuazione sono un predittore più importante di eventi cardiaci rispetto ai punteggi del calcio. Qui i dati dello studio vengono presentati allo SCCT 2020 da Matthew J. Budoff, M.D., FACC, professore di medicina presso la David Geffen School of Medicine e direttore del cardiac CT Harbor-UCLA Medical Center.

Stress da taglio delle arterie coronariche come indicatore di attacchi di cuore

Un altro strumento di valutazione del rischio, la misurazione dello stress da taglio delle arterie coronariche da flusso sanguigno, che è stato discusso accademicamente per anni, sta iniziando a vedere l'uso negli studi clinici. Uno studio dello scorso anno ha esaminato l'uso di FFR-CT per utilizzare lo stress puro come strumento di previsione per la rottura della placca e le sindromi coronariche acute. (5) Lo studio ha utilizzato i dati di fluidodinamica computazionale da FFR-CT per esaminare il puro le sollecitazioni lungo le pareti dei vasi prevedono eventi futuri.

Nicol ha detto che la dinamica dei fluidi computazionali a puro stress è già utilizzata in alcuni centri per valutare gli innesti coronarici. In uno studio citato da Nicol, i flussi alle arterie coronarie sono stati valutati determinando la resistenza coronarica. (6)

Nuove tecnologie TC cardiache

Il nuovo software consente la valutazione dell'indice di attenuazione del grasso perivascolare (FAI) per migliorare ulteriormente le valutazioni della placca coronarica e consentire una classificazione più precisa. Codifica a colori i valori FAI di Hounsfield per semplificare i dettagli e la valutazione. Le immagini seriali della placca che utilizzano questa tecnica consentono la visualizzazione dei cambiamenti di grasso nel vaso, mostrando miglioramenti o peggioramenti con l'uso di statine, per esempio. (7)

“Penso che questo potrebbe cambiare il modo in cui vediamo l'anatomia coronarica andando avanti”, ha spiegato Nicol.

Ha condiviso una diapositiva di uno studio che utilizza la tecnica per valutare i trattamenti per la psoriasi da una collaborazione del National Institutes of Health e di Oxford. Lo studio ha mostrato una chiara risposta ai trattamenti farmacologici rispetto al gruppo di controllo. (8)

Un altro nuovo progresso è rappresentato dagli scanner CT con conteggio dei fotoni, che consentiranno una risoluzione spaziale molto migliorata, la riduzione degli artefatti e l'acquisizione simultanea di più energie allo stesso tempo per l'imaging spettrale per analizzare la composizione del materiale nell'immagine. (9,10,11)

“Questo è un grande cambiamento nella tecnologia CT”, ha detto Nicol. “Anche se complesso, penso che abbia molto potenziale per andare avanti e ne vedremo di più in futuro”.

Applicazioni AI nella TC cardiaca

L'apprendimento automatico sta anche iniziando ad avere un impatto sull'imaging TC cardiaca, aiutando ad accelerare i flussi di lavoro nella post-elaborazione delle immagini. “Viene utilizzato per la segmentazione, sia che si tratti di vasi coronarici o strutture cardiache, viene utilizzato per prevedere i punteggi di calcio in una frazione di secondo”, ha detto Nicol.

L'intelligenza artificiale (AI) viene applicata alla radiomica, dove la macchina può setacciare enormi quantità di dati di imaging per scoprire schemi nascosti che mostrano tratti derivati ​​dall'imaging che possono essere utilizzati come predittori di malattie. Ha notato studi sulla radionica per identificare i pazienti ad alto rischio di infarto miocardico basati esclusivamente su dati di imaging che vanno oltre le informazioni solitamente anatomiche sulla placca o sul calcio nei vasi coronarici. Tuttavia, ha affermato che questa crescente area di ricerca richiederà ai radiologi e ai cardiologi di apprendere un nuovo modo di vedere le cose e di comprendere gli algoritmi coinvolti, perché la scienza è al di fuori del normale ambito della loro formazione.

Gli algoritmi di deep learning sono già disponibili in commercio per la ricostruzione di immagini TC ibride, ma vengono anche applicati al modo in cui il grasso epicardico può essere utilizzato per la prognosi a lungo termine, l'automazione del punteggio del calcio utilizzando la TC senza contrasto e come migliorare la segnalazione del punteggio del calcio per i non -scansioni TC con controllo, comprese le scansioni utilizzate per la pianificazione del trattamento del cancro o gli screening polmonari.

L'intelligenza artificiale viene anche applicata per l'analisi automatica dell'architettura e della deformazione endocardica. Nicol ha affermato che ciò include l'abilitazione dell'imaging del ceppo miocardico a cuore intero in un unico battito cardiaco, eliminando la necessità per l'utente di disegnare contorni e può essere fatto in modo altamente riproducibile, anche a frequenze cardiache elevate. (12)

TC per valutare la terapia per i pazienti non STEMI

La TC non è solitamente associata all'uso nella valutazione di pazienti con infarto miocardico senza sopraslivellamento del tratto ST, ma due studi dell'anno passato, CARMENTA e VERDICT, hanno esaminato questo aspetto. Entrambi hanno scoperto che il CTA può aiutare a determinare se un paziente deve essere inviato per un angiogramma diagnostico o se un esame non invasivo è abbastanza buono per determinare se è necessaria la rivascolarizzazione. (13,14)

“Questo è molto rilevante in quanto cerchiamo di ridurre il numero di angiogrammi coronarici invasivi in ​​un ambiente COVID-19”, ha spiegato.

Cosa fare in caso di ispessimento iper-attenuato del volantino nelle valvole di ricambio

L'ispessimento iper-attenuato del lembo (HALT) sull'imaging TC dovuto alla formazione di trombi sui lembi delle valvole è stato una grande preoccupazione da quando è stato scoperto alcuni anni fa nello studio di sostituzione della valvola aortica transcatetere (TAVR) di Abbott Portico. Successivamente è stato trovato in tutte le valvole chirurgiche e TAVR disponibili in commercio. La grande domanda è stata se questo è benigno o se ai pazienti dovrebbero essere somministrati anticoagulanti.

“Questa è un'area di grande interesse negli ultimi due anni. Le cose ora potrebbero diventare più chiare, essendo simili nelle sostituzioni valvolari sia chirurgiche che transcatetere con una prevalenza relativamente alta. Ma continuo a non pensare che sia chiaro esattamente cosa significa o come dovrebbe essere trattato “, ha detto Nicol. “Non siamo ancora chiari sul significato clinico di questa condizione e penso che sia un'area di osservazione e attesa”.

Nicol ha citato un paio di studi recenti che notano che la TC è il gold standard per valutare questa condizione e che i tassi di HALT sono simili tra TAVR e SAVR e si verifica in circa il 10-45% dei pazienti. (15,16)

HALT su valvole TAVR

L'ispessimento iper-attenuato del lembo (HALT) sull'imaging TC dovuto alla formazione di trombi sui lembi delle valvole è stato una grande preoccupazione, ma i dati di diversi studi mostrano che sembra essere benigno. Questa diapositiva è tratta da uno degli studi HALT presentati dal vicepresidente SCCT Ed Nicol, M.D.

TC per valutazioni strutturali del cuore

Il CTA è il gold standard per lo screening della selezione dei pazienti e la pianificazione pre-procedurale per TAVR e ora svolge lo stesso ruolo chiave nell'area in crescita della sostituzione della valvola mitrale transcatetere (TMVR) e nelle valutazioni cardiache strutturali più avanzate. L'imaging viene utilizzato per effettuare numerose misurazioni per valutare le vie di accesso, la calcificazione, la dimensione e la forma dell'anello valvolare, valutando se ci saranno ostruzioni al tratto di efflusso ventricolare sinistro (LVOT).

Le valutazioni LVOT vengono ora eseguite nella maggior parte dei pazienti che ricevono una valvola TAVR per la posizione mitrale, che include il software per il posizionamento virtuale di una valvola per esaminare come si adatta e influirà sul flusso all'interno del ventricolo sinistro. Nicol ha affermato che questa valutazione può aiutare a determinare se sono necessarie tecniche aggiuntive per aumentare il flusso e prevenire l'ostruzione, compreso l'uso dell'ablazione del setto con alcol o la procedura LAMPOON.

La TC viene ora utilizzata di routine per gli esami di follow-up della valvola protesica per valutare il movimento del lembo, l'ostruzione della valvola dovuta alla vegetazione di trombi o al pannus subprotesico, le perdite paravalvolari e per rilevare l'endocardite infettiva.

Una nuova area di studio è la quantificazione TC del volume extracellulare del miocardio per identificare l'amiloidosi cardiaca transtiretina occulta (ATTR) nei pazienti considerati per TAVR. (17)

Nell'occlusione dell'appendice atriale sinistra (LAA), l'imaging della pianificazione preliminare TC viene utilizzato per valutare le dimensioni della valvola e la forma LAA e due determinano la zona di atterraggio ottimale per le punture transettali per il rilascio dell'occlusore. Ma Nicol ha affermato che la nuova tecnologia software di modellazione computazionale ora consente il posizionamento del dispositivo virtuale per valutare meglio il dimensionamento, la selezione del dispositivo e le zone di atterraggio ottimali per prevenire l'embolizzazione. (18)

L'eco transesofogeo (TEE) è incluso nelle linee guida ed è ciò che viene tradizionalmente utilizzato per valutare la LAA per l'occlusione, ma studi recenti mostrano che la TC può essere più adatta per il compito, ha detto Nicol. (19)

“Le linee guida purtroppo non sono davvero all'altezza dei dati che vengono sempre più pubblicati, in particolare in termini di follow-up a lungo termine, dove direi che la TC ha alcuni vantaggi in termini di capacità di guardare qualsiasi piano e livello di risoluzione spaziale e temporale che probabilmente non ha eguali con altre tecniche “, ha spiegato.

La TC viene anche utilizzata in aumento in applicazioni cardiache strutturali di nicchia non comuni, ha detto Nicol. Ciò include le valutazioni della chiusura del difetto del setto ventricolare ischemico (VSD) (20) e le valutazioni del dispositivo di assistenza ventricolare sinistra (LVAD). Per LVADS, la TC può identificare la formazione di trombi e la causa dei problemi della pompa, consentire l'imaging cinematografico del flusso funzionale, visualizzare le complicazioni meccaniche e esaminare i problemi di deflusso e afflusso.

Uso della TC nelle valutazioni cardiache congenite

La TC cardiaca ha un ruolo crescente nelle valutazioni della cardiopatia congenita ed è ora inclusa nelle nuove linee guida della società congiunta emesse dall'American College of Cardiology (ACC) all'inizio del 2020. (21) Uno dei ruoli principali è quello di aiutare a guidare il difetto del setto atriale (ASD) e chiusure dei dispositivi VSD.

Leggi le nuove linee guida

Punteggio del calcio aggiunto alle linee guida come valutazione del rischio cardiaco primario

L'uso dei test di punteggio del calcio coronarico (CAC) TC offre un esame rapido, economico e non invasivo per valutare il rischio del paziente di malattia coronarica (CAD). È stato un argomento di discussione presso SCCT per anni, ma l'anno scorso, più centri lo stanno utilizzando come standard di cura con CAC ora incluso nelle linee guida di screening registrate da diverse organizzazioni cardiovascolari.

Nicol ha detto che il CAC offre un “periodo di garanzia” per nessun evento cardiovascolare per i pazienti che mostrano un punteggio pari a zero, che è noto come “il potere dello zero”. Ha detto che studi recenti hanno anche rafforzato l'uso del punteggio CAC per determinare quali pazienti dovrebbero essere trattati con statine e aspirina e possono essere utilizzati per personalizzare i trattamenti per i singoli pazienti. (22,23,24)

La TC cardiovascolare (CCT) è completa, con un esame che consente l'imaging anatomico, l'imaging funzionale, la caratterizzazione della placca coronarica, CCT-FFR e perfusione da stress.

I rimborsi per TC cardiaca diminuiscono le prove per il loro utilizzo aumentano

Mentre gli studi clinici continuano a mostrare nuove prove che il CTA è conveniente, può accelerare la diagnosi e offrire una varietà di strumenti per valutare i pazienti, Nicol ha affermato che SCCT ha documentato una diminuzione del 31% dei tassi di rimborso negli ultimi tre anni.

“Negli Stati Uniti, c'è una preoccupazione per questa tendenza. Il team di difesa della SCCT sta lavorando duramente per cercare di assicurarsi che questa tendenza non prevalga e che i sindaci comprendano davvero il valore dell'angiografia TC coronarica”, ha detto Nicol.

Riferimenti:

1. William A. Zoghbi, Marcelo F. DiCarli, Ron Blankstein, et al. Imaging cardiovascolare multimodale nel mezzo della pandemia COVID-19. Salire in sicurezza a una nuova normalità. JACC Cardiovasc Imaging. 2020 Jul; 13 (7): 1615-1626. Pubblicato online il 12 giugno 2020. Doi: 10.1016 / j.jcmg.2020.06.001.

2. Michelle C. Williams, Jacek Kwiecinski, Mhairi Doris, et al. Placca non calcificata a bassa attenuazione su tomografia computerizzata coronarica angiografia predice l'infarto miocardico. Risultati dello studio multicentrico SCOT-HEART (Tomografia computerizzata scozzese del CUORE). Circolazione. Circolazione. Vol. 141, n. 18. Pubblicato originariamente il 16 marzo 2020. https://doi.org/10.1161/CIRCULATIONAHA.119.044720Circulation. 2020; 141: 1452-1462.

3. Sang-Eun Lee, Ji Min Sung, Daniele Andreini, et al. Differenze nella progressione alle lesioni ostruttive per caratteristiche della placca ad alto rischio e volumi di placca con CCTA. JACC: imaging cardiovascolare. Volume 13, Numero 6, giugno 2020 DOI: 10.1016 / j.jcmg.2019.09.011.

4. Alexander R. van Rosendael, Leslee J. Shaw, Jeroen J. Bax, et al. Stratificazione del rischio superiore con angiografia con tomografia computerizzata coronarica utilizzando un punteggio di rischio aterosclerotico completo. JACC: imaging cardiovascolare. Volume 12, numero 10, ottobre 2019. DOI: 10.1016 / j.jcmg.2018.10.024.

5. Lee J.M., Choi G., Koo B.-K., et al. (2019) Identificazione di placche ad alto rischio destinate a causare sindrome coronarica acuta mediante angiografia tomografica computerizzata coronarica e fluidodinamica computazionale. J Am Coll Cardiol Img 12: 1032–1043. DOI: 10.1016 / j.jcmg.2018.01.023.

6. Jingxing Li, Chengxiong Gu. Confronto del flusso sanguigno in innesti venosi singoli e sequenziali durante il bypass coronarico fuori pompa. J Thorac Dis. 2019 ago; 11 (8): 3341–3346. doi: 10.21037 / jtd.2019.08.41.

7. Evangelos K Oikonomou, Michelle C Williams, Christos P Kotanidis, et al. Una nuova firma radiotranscriptomica derivata dall'apprendimento automatico del grasso perivascolare ha migliorato la previsione del rischio cardiaco utilizzando l'angiografia TC coronarica. European Heart Journal, Volume 40, Numero 43, 14 novembre 2019, Pagine 3529–3543, https://doi.org/10.1093/eurheartj/ehz592.

8. Youssef A. Elnabawi, Charalambos Antoniades, Nehal N. Mehta. Utilizzo dell'indice di attenuazione del grasso perivascolare per monitorare l'infiammazione coronarica nei pazienti con psoriasi – Risposta. JAMA Cardiol. 2020; 5 (3): 359-360. doi: 10.1001 / jamacardio.2019.5333.

9. Shuai Leng, Michael Bruesewitz, Shengzhen Tao, et al. Rilevatore CT con conteggio dei fotoni: progettazione del sistema e applicazioni cliniche di una tecnologia emergente. RadioGraphics. Vol. 39, n. 3. Pubblicato online: 6 maggio 2019, https://doi.org/10.1148/rg.2019180115.

10. Willemink MJ e Noel PB. L'evoluzione della ricostruzione delle immagini per la TC dalla retroproiezione filtrata all'intelligenza artificiale. Eur Rad. 2019 maggio; 29 (5): 2185-2195. doi: 10.1007 / s00330-018-5810-7.

11. Martin J Willemink, Mats Persson, Amir Pourmorteza, et al. CT conteggio dei fotoni: principi tecnici e prospettive cliniche. Radiologia. 2018 novembre; 289 (2): 293-312. doi: 10.1148 / radiol.2018172656. Epub 2018 4 settembre.

12. Gabrielle M. Colvert, Juan E. Ortuño, W. Patricia Bandettini, et al. La torsione endocardica del ventricolo sinistro derivata dalla 4DCT è correlata alla torsione derivata dalla marcatura CMR negli stessi soggetti. JACC: imaging cardiovascolare. Luglio 2020. DOI: 10.1016 / j.jcmg.2020.05.022

13. Jesper J Linde, Henning Kelbæk, Thomas F. Hansen, et al. Angiografia TC coronarica in pazienti con sindrome coronarica acuta senza innalzamento del tratto ST. J Am Coll Cardiol. 11 febbraio 2020; 75 (5): 453-463. doi: 10.1016 / j.jacc.2019.12.012.

14. Smulders MW, Kietselaer BL, Wildberger JE, et al.Citation: Initial Imaging-Guided Strategy rispetto alle cure di routine in pazienti con infarto miocardico senza elevazione del segmento ST. J Am Coll Cardiol 2019; 74: 2466-2477.

15. Raj R. Makkar, Philipp Blanke, Jonathon Leipsic, et al. Trombosi a foglietto subclinico in valvole bioprotesiche transcatetere e chirurgiche PARTNER 3 Sottostudio sulla tomografia computerizzata cardiaca. Trombosi subclinica del lembo nelle valvole aortiche transcatetere rispetto a quelle chirurgiche biprotesi. Giornale dell'American College of Cardiology. Volume 75, numero 24, giugno 2020 DOI: 10.1016 / j.jacc.2020.04.043.

16. Philipp Blanke, Jonathon A. Leipsic, Jeffrey J. Popma, et al. Ispessimento del lembo della valvola aortica bioprotesica nel sottostudio Evolut Low Risk. Giornale dell'American College of Cardiology. Volume 75, numero 19, maggio 2020 DOI: 10.1016 / j.jacc.2020.03.022

17. Seitaro Oda, Masafumi Kidoh, Seiji Takashio, et al. Quantificazione del volume extracellulare del miocardio con tomografia computerizzata di pianificazione per la sostituzione della valvola aortica transcatetere per identificare l'amiloidosi cardiaca occulta in pazienti con stenosi aortica grave. Circolazione: imaging cardiovascolare. Vol. 13, n. 5. Pubblicato originariamente il 6 maggio 2020. https://doi.org/10.1161/CIRCIMAGING.119.010358.

18. Alessanra Bavo, et al. Validazione di un modello computazionale finalizzato all'ottimizzazione della pianificazione preprocedurale nella chiusura percutanea dell'appendice atriale sinistra. JCCT 2019 20 agosto (19) 30196-0.

19. Sadia R. Qamar, Sabeena Jalal, MBBS, Savvas Nicolaou, et al. Confronto tra angiografia con tomografia computerizzata cardiaca ed ecocardiografia transesofagea per la sorveglianza del dispositivo dopo la chiusura dell'appendice atriale sinistra. EuroIntervention 2019; 15: 663-670. DOI: 10.4244 / EIJ-D-18-01107.

20. Norihiko Kamioka, Robert J. Lederman, Adam B. Greenbaum, et al. Chiusura del difetto del setto ventricolare postinfartuale. Il concetto BASSINET. Circolazione: interventi cardiovascolari. Vol. 12, n. 5. 2019; 12. https://doi.org/10.1161/CIRCINTERVENTIONS.119.007788.

21. Criteri di utilizzo appropriato ACC / AHA / ASE / HRS / ISACHD / SCAI / SCCT / SCMR / SOPE 2020 per l'imaging multimodale durante la cura di follow-up di pazienti con cardiopatia congenita. Giornale dell'American College of Cardiology. Volume 75, numero 6, febbraio 2020. DOI: 10.1016 / j.jacc.2019.10.002.

22. Miguel Cainzos-Achirica, Michael D. Miedema, John W. McEvoy, et al. Calcio dell'arteria coronaria per l'allocazione personalizzata dell'aspirina nella prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari nel 2019: lo studio MESA (studio multietnico sull'aterosclerosi). Circolazione. 12 maggio 2020; 141 (19): 1541-1553. doi: 10.1161 / CIRCULATIONAHA.119.045010. Epub 2020 1 aprile.

23. Michael D. Miedema, Zeina A. Dardari, Khurram Nasir. Associazione del calcio dell'arteria coronarica con mortalità causa-specifica a lungo termine tra i giovani adulti. JAMA Netw Open. 2019; 2 (7): e197440. doi: 10.1001 / jamanetworkopen.2019.7440.

24. Omar Dzaye, Zeina A. Dardari, Miguel Cainzos-Achirica, et al. Incidenza di nuova calcificazione coronarica. Time to Conversion From CAC = 0. Journal of the American College of Cardiology. Volume 75, numero 13, aprile 2020 DOI: 10.1016 / j.jacc.2020.01.047

Psorilax:Ridotto |crema x psoriasi occhi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, ingredienti

Gli ultimi progressi tecnici e le tendenze nella tomografia computerizzata (TC) e gli ultimi dati degli studi clinici sono stati discussi durante l'incontro virtuale 2020 della Society of Cardiovascular CT (SCCT) a luglio. Gli argomenti caldi includevano la quantificazione della placca coronarica a bassa attenuazione come prossima grande valutazione del rischio cardiaco, lo stress da taglio delle arterie coronariche come marker di attacchi cardiaci, la TC per la valutazione di pazienti non STEMI, il ruolo della TC in COVID-19, il ruolo della TC nelle valutazioni cardiache strutturali, così come nelle nuove tecnologie CT.

Impatto COVID su cardiologia e radiologia e ruolo della TC nella pandemia

“Il ruolo della TC e della cardiologia in COVID-19 (SARS-CoV-2) è ancora molto da imparare nel mezzo di questa pandemia”, ha spiegato il vicepresidente di SCCT Ed Nicol, MD, MBA, FSCCT, Royal Brompton e Chelsea e gli ospedali di Westminster, Londra, che hanno offerto una panoramica dei principali takeaway da SCCT 2020 nella sessione di chiusura. Tuttavia, ha affermato che la TC è emersa come una delle modalità di imaging primarie nell'era COVID.

Scansione TC che mostra lesioni da vetro smerigliato COVID-19 nei polmoni e nella parte superiore del cuore.Ha notato che la TC può essere utilizzata per valutare il dolore toracico, l'eziologia della disfunzione del ventricolo sinistro, la nuova insorgenza di insufficienza cardiaca o cardiomiopatia, la valutazione di pazienti con possibile angina e nuove aritmie. Inoltre, a differenza dell'ecocardiografia, non richiede che i medici si trovino nelle immediate vicinanze dei pazienti sottoposti a scansione. Anche gli esami TC sono veloci, contribuendo a ridurre il tempo di esposizione trascorso con i pazienti.

“Quando rifletti su quale sia la domanda che viene posta, nell'era di COVID, più che mai, COVID ha davvero bisogno di servire da crogiolo per il cambiamento nell'imaging. Dobbiamo rimuovere la stratificazione dei test ogni volta che è possibile, e dovremmo evitare i test invasivi quando possibile “, ha detto Jonathon Leipsic, MD, MSCCT, presidente del dipartimento di radiologia per la Providence Health Care, Vancouver Coastal Health e vicepresidente della ricerca per il Dipartimento di Radiologia dell'Università della British Columbia. Ha parlato in una sessione sull'uso della TC durante l'era COVID. “Storicamente, potremmo aver voluto fare due test, ma forse ora dobbiamo considerare di cavarcela con uno solo, e uno che non implichi procedure invasive o rischi di aerosol”.

Ha citato un articolo di luglio in JACC Cardiovascular Imaging, (1) di cui era un coautore, che cita i pericoli dei pazienti di imaging nell'era COVID e afferma che è tempo di considerare di apportare modifiche alla pratica prima di tornare alla “normalità “flussi di lavoro di imaging. L'articolo suggerisce vivamente di non utilizzare l'eco transesofageo (TEE) se possono essere utilizzate altre modalità come la TC e di cercare alternative per lo stress da sforzo.

“Se guardi il testo che puoi vedere in tutti questi redattori associati, la vera leadership di pensiero della comunità MR, nucleare ed eco, c'era ancora nel testo una chiara enfasi sul fatto che l'angiografia con tomografia computerizzata cardiaca (CCTA) potrebbe avere vantaggi distinti nel fase di decelerazione della pandemia di coronavirus per una maggiore efficienza, sicurezza e utilizzo delle risorse “, ha affermato Leipsic.

Ha detto che questo è particolarmente vero per identificare i pazienti con malattia coronarica che possono essere trattati in modo conservativo. Ciò include l'esclusione di pazienti con anatomia ad alto rischio o mediante l'uso della TC con riserva di flusso frazionale (FFR-CT) per escludere lesioni funzionalmente significative.

Sebbene sia un grande sostenitore dell'angiografia TC cardiaca (CCTA), Leipsic ha affermato che dobbiamo ancora seguire le linee guida, che includono il non utilizzo del CCTA nel contesto di malattie note, estremi nei punteggi del calcio o in pazienti con frequenza cardiaca scarsamente controllata.

VIDEO: aumento dell'uso della TC cardiaca durante la pandemia COVID-19 – SCCT 2020

Il carico di placca a bassa attenuazione diventerà la prossima grande valutazione del rischio

Diversi oratori al SCCT hanno menzionato l'uso del CTA per esaminare il tipo di placche aterosclerotiche all'interno dei vasi coronarici per determinare il rischio del paziente di infarto. La TC ha la capacità di determinare i tipi di placca in base al valore Hounsfield dei pixel che compongono la placca. La placca a bassa attenuazione (LAP) è stata implicata come fattore di rischio per placche instabili (placche vulnerabili) che irritano le pareti dei vasi e causano una rottura, portando alla formazione di un coagulo nel sito e causando un infarto miocardico (MI).

Lo studio che ha fatto parlare molte persone è stato lo studio SCOT-HEART Trial: LAP Burden. (2) Ha mostrato un'attenuazione non bassa, la placca non calcificata predice accuratamente l'IM. Lo studio ha rilevato un aumento di cinque volte dell'IM se il LAP era superiore al 4%.

La classificazione della placca può essere noiosa da caratterizzare manualmente e soggetta alla variabilità del lettore, quindi questo studio ha utilizzato un software di quantificazione della placca basato sull'intelligenza artificiale (AI) semiautomatica per standardizzare il modo in cui la placca è stata analizzata.

“È davvero il carico di placca a bassa attenuazione che è il più forte predittore di IM, al di sopra e al di là del punteggio di calcio, e questo è davvero il primo che è stato mostrato. Lo studio ha avuto un numero relativamente basso di eventi, ma un segnale molto forte in i dati “, ha spiegato Nicol.

I risultati sono stati ulteriormente rafforzati dallo studio PARADIGM. (3) Lo studio ha esaminato le placche ad alto rischio e ha scoperto che questi erano i principali driver per i successivi IM. Ciò ha stimolato la discussione sulla revisione degli attuali punteggi CAD-RAD utilizzati da cardiologi e radiologi per classificare sistematicamente il rischio cardiovascolare di un paziente per eventi in base alla gravità del carico di placca. (4)

Maggiori informazioni sulle valutazioni del rischio di placca a bassa attenuazione

Il software di valutazione della placca coronarica TC utilizzato nello studio PARADIGM ha mostrato che le placche a bassa attenuazione sono un predittore più importante di eventi cardiaci rispetto ai punteggi del calcio. Qui i dati dello studio vengono presentati allo SCCT 2020 da Matthew J. Budoff, M.D., FACC, professore di medicina presso la David Geffen School of Medicine e direttore del cardiac CT Harbor-UCLA Medical Center.

Il software di valutazione della placca coronarica TC utilizzato nello studio PARADIGM ha mostrato che le placche a bassa attenuazione sono un predittore più importante di eventi cardiaci rispetto ai punteggi del calcio. Qui i dati dello studio vengono presentati allo SCCT 2020 da Matthew J. Budoff, M.D., FACC, professore di medicina presso la David Geffen School of Medicine e direttore del cardiac CT Harbor-UCLA Medical Center.

Stress da taglio delle arterie coronarie come indicatore di attacchi di cuore

Un altro strumento di valutazione del rischio, la misurazione dello stress da taglio delle arterie coronariche da flusso sanguigno, che è stato discusso accademicamente per anni, sta iniziando a vedere l'uso negli studi clinici. Uno studio dello scorso anno ha esaminato l'uso di FFR-CT per utilizzare lo stress puro come strumento di previsione per la rottura della placca e le sindromi coronariche acute. (5) Lo studio ha utilizzato i dati di fluidodinamica computazionale da FFR-CT per esaminare il puro le sollecitazioni lungo le pareti dei vasi prevedono eventi futuri.

Nicol ha detto che la dinamica dei fluidi computazionali a puro stress è già utilizzata in alcuni centri per valutare gli innesti coronarici. In uno studio citato da Nicol, i flussi alle arterie coronarie sono stati valutati determinando la resistenza coronarica. (6)

Nuove tecnologie TC cardiache

Il nuovo software consente la valutazione dell'indice di attenuazione del grasso perivascolare (FAI) per migliorare ulteriormente le valutazioni della placca coronarica e consentire una classificazione più precisa. Codifica a colori i valori FAI di Hounsfield per semplificare i dettagli e la valutazione. Le immagini seriali della placca che utilizzano questa tecnica consentono la visualizzazione dei cambiamenti di grasso nel vaso, mostrando miglioramenti o peggioramenti con l'uso di statine, per esempio. (7)

“Penso che questo potrebbe cambiare il modo in cui vediamo l'anatomia coronarica andando avanti”, ha spiegato Nicol.

Ha condiviso una diapositiva di uno studio che utilizza la tecnica per valutare i trattamenti per la psoriasi da una collaborazione del National Institutes of Health e Oxford. Lo studio ha mostrato una chiara risposta ai trattamenti farmacologici rispetto al gruppo di controllo. (8)

Un altro nuovo progresso è rappresentato dagli scanner CT con conteggio dei fotoni, che consentiranno una risoluzione spaziale notevolmente migliorata, la riduzione degli artefatti e l'acquisizione simultanea di più energie allo stesso tempo per l'imaging spettrale per analizzare la composizione del materiale nell'immagine. (9,10,11)

“Questo è un grande cambiamento nella tecnologia CT”, ha detto Nicol. “Anche se complesso, penso che abbia molto potenziale per andare avanti e ne vedremo di più in futuro”.

VIDEO: La quantificazione della placca coronarica diventerà la principale valutazione del rischio

VIDEO: I rilevatori di conteggio dei fotoni saranno il prossimo grande progresso nella tomografia computerizzata

Applicazioni AI nella TC cardiaca

L'apprendimento automatico sta anche iniziando ad avere un impatto sull'imaging TC cardiaco, aiutando ad accelerare i flussi di lavoro nella post-elaborazione delle immagini. “Viene utilizzato per la segmentazione, sia che si tratti di vasi coronarici o strutture cardiache, viene utilizzato per prevedere i punteggi di calcio in una frazione di secondo”, ha detto Nicol.

L'intelligenza artificiale (AI) viene applicata alla radiomica, dove la macchina può setacciare grandi quantità di dati di imaging per scoprire schemi nascosti che mostrano tratti derivati ​​dall'imaging che possono essere utilizzati come predittori di malattie. Ha notato studi sulla radionica per identificare pazienti ad alto rischio di infarto miocardico basati esclusivamente su dati di imaging che vanno oltre le informazioni solitamente anatomiche sulla placca o sul calcio nei vasi coronarici. Tuttavia, ha affermato che questa crescente area di ricerca richiederà ai radiologi e ai cardiologi di apprendere un nuovo modo di vedere le cose e di comprendere gli algoritmi coinvolti, perché la scienza è al di fuori del normale ambito della loro formazione.

Gli algoritmi di deep learning sono già disponibili in commercio per la ricostruzione di immagini TC ibride, ma vengono anche applicati al modo in cui il grasso epicardico può essere utilizzato per la prognosi a lungo termine, l'automazione del punteggio del calcio utilizzando la TC senza contrasto e come migliorare la segnalazione del punteggio del calcio per i non -scansioni TC con controllo, comprese le scansioni utilizzate per la pianificazione del trattamento del cancro o gli screening polmonari.

L'intelligenza artificiale viene applicata anche per l'analisi automatica dell'architettura e della deformazione endocardica. Nicol ha affermato che ciò include l'abilitazione dell'imaging del ceppo miocardico a cuore intero in un unico battito cardiaco, eliminando la necessità per l'utente di disegnare contorni e può essere fatto in modo altamente riproducibile, anche a frequenze cardiache elevate. (12)

VIDEO: Intelligenza artificiale per automatizzare il punteggio del calcio CT e la radiomica a SCCT 2020

TC per valutare la terapia per i pazienti non STEMI

La TC non è solitamente associata all'uso nella valutazione di pazienti con infarto miocardico senza sopraslivellamento del tratto ST, ma due studi dell'anno scorso, CARMENTA e VERDICT, hanno esaminato questo aspetto. Entrambi hanno trovato che il CTA può aiutare a determinare se un paziente deve essere inviato per un angiogramma diagnostico o se un esame non invasivo è abbastanza buono per determinare se è necessaria la rivascolarizzazione. (13,14)

“Questo è molto rilevante in quanto cerchiamo di ridurre il numero di angiogrammi coronarici invasivi in ​​un ambiente COVID-19”, ha spiegato.

Cosa fare in caso di ispessimento iper-attenuato del volantino nelle valvole di ricambio

L'ispessimento iper-attenuato del lembo (HALT) sull'imaging TC dovuto alla formazione di trombi sui lembi delle valvole è stato una grande preoccupazione da quando è stato scoperto alcuni anni fa nello studio di sostituzione della valvola aortica transcatetere (TAVR) di Abbott Portico. Successivamente è stato trovato in tutte le valvole chirurgiche e TAVR disponibili in commercio. La grande domanda è stata se questo è benigno o se ai pazienti dovrebbero essere somministrati anticoagulanti.

“Questa è un'area di grande interesse negli ultimi due anni. Le cose ora potrebbero diventare più chiare, essendo simili nelle sostituzioni valvolari sia chirurgiche che transcatetere con una prevalenza relativamente alta. Ma continuo a non pensare che sia chiaro esattamente cosa significa o come dovrebbe essere trattato “, ha detto Nicol. “Non siamo ancora chiari sul significato clinico di questa condizione e penso che sia un'area di osservazione e attesa”.

Nicol ha citato un paio di studi recenti che notano che la TC è il gold standard per valutare questa condizione e che i tassi di HALT sono simili tra TAVR e SAVR e si verificano in circa il 10-45% dei pazienti. (15,16)

L'ispessimento iper-attenuato del lembo (HALT) sull'imaging TC dovuto alla formazione di trombi sui lembi delle valvole è stato una grande preoccupazione, ma i dati di diversi studi mostrano che sembra essere benigno.

L'ispessimento iper-attenuato del lembo (HALT) sull'imaging TC dovuto alla formazione di trombi sui lembi delle valvole è stato una grande preoccupazione, ma i dati di diversi studi mostrano che sembra essere benigno. Questa diapositiva è tratta da uno degli studi HALT presentati dal vicepresidente di SCCT Ed Nicol, M.D.

Uno di questi studi HALT è discusso in questo VIDEO: SCAI Prospective on Key Takeaways al TCT 2019

TC per valutazioni strutturali del cuore

La CTA è il gold standard per lo screening della selezione dei pazienti e la pianificazione pre-procedurale per TAVR e ora svolge lo stesso ruolo chiave nell'area in crescita della sostituzione della valvola mitrale transcatetere (TMVR) e nelle valutazioni cardiache strutturali più avanzate. L'imaging viene utilizzato per effettuare numerose misurazioni per valutare le vie di accesso, la calcificazione, la dimensione e la forma dell'anello valvolare, valutando se ci saranno ostruzioni al tratto di efflusso ventricolare sinistro (LVOT).

Le valutazioni LVOT vengono ora eseguite nella maggior parte dei pazienti che ricevono una valvola TAVR per la posizione mitrale, che include il software per il posizionamento virtuale di una valvola per esaminare come si adatta e influirà sul flusso all'interno del ventricolo sinistro. Nicol ha detto che questa valutazione può aiutare a determinare se sono necessarie tecniche aggiuntive per aumentare il flusso e prevenire l'ostruzione, compreso l'uso dell'ablazione del setto con alcol o la procedura LAMPOON.

La TC viene ora utilizzata di routine per gli esami di follow-up della valvola protesica per valutare il movimento del lembo, l'ostruzione della valvola dovuta alla vegetazione di trombi o al pannus subprotesico, le perdite paravalvolari e per rilevare l'endocardite infettiva.

Una nuova area di studio è la quantificazione CT del volume extracellulare del miocardio per identificare l'amiloidosi cardiaca transtiretina occulta (ATTR) nei pazienti considerati per TAVR. (17)

Nell'occlusione dell'appendice atriale sinistra (LAA), l'imaging della pianificazione preliminare TC viene utilizzato per valutare le dimensioni della valvola e la forma LAA e due determinano la zona di atterraggio ottimale per le punture transettali per il rilascio dell'occlusore. Ma Nicol ha affermato che la nuova tecnologia software di modellazione computazionale ora consente il posizionamento del dispositivo virtuale per valutare meglio il dimensionamento, la selezione del dispositivo e le zone di atterraggio ottimali per prevenire l'embolizzazione. (18)

L'eco transesofogeo (TEE) è incluso nelle linee guida ed è ciò che viene tradizionalmente utilizzato per valutare la LAA per l'occlusione, ma studi recenti mostrano che la TC potrebbe essere più adatta per il compito, ha detto Nicol. (19)

“Le linee guida purtroppo non sono davvero all'altezza dei dati che vengono sempre più pubblicati, in particolare in termini di follow-up a lungo termine, dove direi che la TC ha alcuni vantaggi in termini di capacità di guardare qualsiasi piano e livello di risoluzione spaziale e temporale che probabilmente non ha eguali con altre tecniche “, ha spiegato.

La TC viene anche utilizzata in aumento in applicazioni cardiache strutturali di nicchia non comuni, ha detto Nicol. Ciò include le valutazioni della chiusura del difetto del setto ventricolare ischemico (VSD) (20) e le valutazioni del dispositivo di assistenza ventricolare sinistra (LVAD). Per LVADS, la TC può identificare la formazione di trombi e la causa dei problemi della pompa, consentire l'imaging cinematografico del flusso funzionale, visualizzare le complicazioni meccaniche e esaminare i problemi di deflusso e afflusso.

Uso della TC nelle valutazioni cardiache congenite

La TC cardiaca ha un ruolo crescente nelle valutazioni della cardiopatia congenita ed è ora inclusa nelle nuove linee guida della società congiunta emesse dall'American College of Cardiology (ACC) all'inizio del 2020. (21) Uno dei ruoli principali è quello di aiutare a guidare il difetto del setto atriale (ASD) e chiusure dei dispositivi VSD.

Leggi le nuove linee guida

Punteggio del calcio aggiunto alle linee guida come valutazione del rischio cardiaco primario

L'uso dei test di valutazione del calcio coronarico (CAC) TC offre un esame rapido, poco costoso e non invasivo per valutare il rischio del paziente di malattia coronarica (CAD). È stato un argomento di discussione presso SCCT per anni, ma l'anno scorso più centri lo stanno utilizzando come standard di cura con CAC ora incluso nelle linee guida di screening registrate da diverse organizzazioni cardiovascolari.

Nicol ha detto che il CAC offre un “periodo di garanzia” per l'assenza di eventi cardiovascolari per i pazienti che mostrano un punteggio pari a zero, noto come “il potere dello zero”. Ha detto che studi recenti hanno anche rafforzato l'uso del punteggio CAC per determinare quali pazienti dovrebbero essere trattati con statine e aspirina e possono essere usati per personalizzare i trattamenti per i singoli pazienti. (22,23,24)

La TC cardiovascolare (CCT) è completa, con un esame che consente l'imaging anatomico, l'imaging funzionale, la caratterizzazione della placca coronarica, CCT-FFR e perfusione da stress.

I rimborsi per TC cardiaca diminuiscono le prove per il loro utilizzo aumentano

Mentre gli studi clinici continuano a mostrare nuove prove che il CTA è conveniente, può accelerare la diagnosi e offrire una varietà di strumenti per valutare i pazienti, Nicol ha affermato che SCCT ha documentato una diminuzione del 31% dei tassi di rimborso negli ultimi tre anni.

“Negli Stati Uniti, c'è una preoccupazione per questa tendenza. Il team di difesa della SCCT sta lavorando duramente per cercare di assicurarsi che questa tendenza non prevalga e che i sindaci comprendano davvero il valore dell'angiografia TC coronarica”, ha detto Nicol.

Contenuto TC SCCT correlato:

Top 9 studi TC cardiovascolari nell'ultimo anno

VIDEO: Key Cardiac CT Papers presentati a SCCT 2020

Trova altre notizie e video su SCCT

Riferimenti:

1. William A. Zoghbi, Marcelo F. DiCarli, Ron Blankstein, et al. Imaging cardiovascolare multimodale nel mezzo della pandemia COVID-19. Salire in sicurezza a una nuova normalità. JACC Cardiovasc Imaging. 2020 Jul; 13 (7): 1615-1626. Pubblicato online il 12 giugno 2020. Doi: 10.1016 / j.jcmg.2020.06.001.

2. Michelle C. Williams, Jacek Kwiecinski, Mhairi Doris, et al. Placca non calcificata a bassa attenuazione su tomografia computerizzata coronarica angiografia predice l'infarto miocardico. Risultati dello studio multicentrico SCOT-HEART (Tomografia computerizzata scozzese del CUORE). Circolazione. Circolazione. Vol. 141, n. 18. Pubblicato originariamente il 16 marzo 2020. https://doi.org/10.1161/CIRCULATIONAHA.119.044720Circulation. 2020; 141: 1452-1462.

3. Sang-Eun Lee, Ji Min Sung, Daniele Andreini, et al. Differenze nella progressione alle lesioni ostruttive per caratteristiche della placca ad alto rischio e volumi di placca con CCTA. JACC: imaging cardiovascolare. Volume 13, Numero 6, giugno 2020 DOI: 10.1016 / j.jcmg.2019.09.011.

4. Alexander R. van Rosendael, Leslee J. Shaw, Jeroen J. Bax, et al. Stratificazione del rischio superiore con angiografia con tomografia computerizzata coronarica utilizzando un punteggio di rischio aterosclerotico completo. JACC: imaging cardiovascolare. Volume 12, numero 10, ottobre 2019. DOI: 10.1016 / j.jcmg.2018.10.024.

5. Lee J.M., Choi G., Koo B.-K., et al. (2019) Identificazione di placche ad alto rischio destinate a causare sindrome coronarica acuta mediante angiografia tomografica computerizzata coronarica e fluidodinamica computazionale. J Am Coll Cardiol Img 12: 1032–1043. DOI: 10.1016 / j.jcmg.2018.01.023.

6. Jingxing Li, Chengxiong Gu. Confronto del flusso sanguigno in innesti venosi singoli e sequenziali durante il bypass coronarico fuori pompa. J Thorac Dis. 2019 ago; 11 (8): 3341–3346. doi: 10.21037 / jtd.2019.08.41.

7. Evangelos K Oikonomou, Michelle C Williams, Christos P Kotanidis, et al. Una nuova firma radiotranscriptomica derivata dall'apprendimento automatico del grasso perivascolare ha migliorato la previsione del rischio cardiaco utilizzando l'angiografia TC coronarica. European Heart Journal, Volume 40, Numero 43, 14 novembre 2019, Pagine 3529–3543, https://doi.org/10.1093/eurheartj/ehz592.

8. Youssef A. Elnabawi, Charalambos Antoniades, Nehal N. Mehta. Utilizzo dell'indice di attenuazione del grasso perivascolare per monitorare l'infiammazione coronarica nei pazienti con psoriasi – Risposta. JAMA Cardiol. 2020; 5 (3): 359-360. doi: 10.1001 / jamacardio.2019.5333.

9. Shuai Leng, Michael Bruesewitz, Shengzhen Tao, et al. Rilevatore CT con conteggio dei fotoni: progettazione del sistema e applicazioni cliniche di una tecnologia emergente. RadioGraphics. Vol. 39, n. 3. Pubblicato online: 6 maggio 2019, https://doi.org/10.1148/rg.2019180115.

10. Willemink MJ e Noel PB. L'evoluzione della ricostruzione delle immagini per la TC dalla retroproiezione filtrata all'intelligenza artificiale. Eur Rad. 2019 maggio; 29 (5): 2185-2195. doi: 10.1007 / s00330-018-5810-7.

11. Martin J Willemink, Mats Persson, Amir Pourmorteza, et al. CT conteggio dei fotoni: principi tecnici e prospettive cliniche. Radiologia. 2018 novembre; 289 (2): 293-312. doi: 10.1148 / radiol.2018172656. Epub 2018 4 settembre.

12. Gabrielle M. Colvert, Juan E. Ortuño, W. Patricia Bandettini, et al. La torsione endocardica del ventricolo sinistro derivata dalla 4DCT è correlata alla torsione derivata dalla marcatura CMR negli stessi soggetti. JACC: imaging cardiovascolare. Luglio 2020. DOI: 10.1016 / j.jcmg.2020.05.022

13. Jesper J Linde, Henning Kelbæk, Thomas F. Hansen, et al. Angiografia TC coronarica in pazienti con sindrome coronarica acuta senza innalzamento del tratto ST. J Am Coll Cardiol. 11 febbraio 2020; 75 (5): 453-463. doi: 10.1016 / j.jacc.2019.12.012.

14. Smulders MW, Kietselaer BL, Wildberger JE, et al.Citation: Initial Imaging-Guided Strategy rispetto alle cure di routine in pazienti con infarto miocardico senza sopraslivellamento del segmento ST. J Am Coll Cardiol 2019; 74: 2466-2477.

15. Raj R. Makkar, Philipp Blanke, Jonathon Leipsic, et al. Trombosi a foglietto subclinico in valvole bioprotesiche transcatetere e chirurgiche PARTNER 3 Sottostudio sulla tomografia computerizzata cardiaca. Trombosi subclinica del lembo nelle valvole aortiche transcatetere rispetto a quelle chirurgiche biprotesi. Giornale dell'American College of Cardiology. Volume 75, numero 24, giugno 2020. DOI: 10.1016 / j.jacc.2020.04.043.

16. Philipp Blanke, Jonathon A. Leipsic, Jeffrey J. Popma, et al. Ispessimento del lembo della valvola aortica bioprotesica nel sottostudio Evolut Low Risk. Giornale dell'American College of Cardiology. Volume 75, numero 19, maggio 2020 DOI: 10.1016 / j.jacc.2020.03.022

17. Seitaro Oda, Masafumi Kidoh, Seiji Takashio, et al. Quantificazione del volume extracellulare miocardico con tomografia computerizzata di pianificazione per la sostituzione della valvola aortica transcatetere per identificare l'amiloidosi cardiaca occulta in pazienti con stenosi aortica grave. Circolazione: imaging cardiovascolare. Vol. 13, n. 5. Pubblicato originariamente il 6 maggio 2020. https://doi.org/10.1161/CIRCIMAGING.119.010358.

18. Alessanra Bavo, et al. Validazione di un modello computazionale finalizzato all'ottimizzazione della pianificazione preprocedurale nella chiusura percutanea dell'appendice atriale sinistra. JCCT 2019 20 agosto (19) 30196-0.

19. Sadia R. Qamar, Sabeena Jalal, MBBS, Savvas Nicolaou, et al. Confronto tra angiografia con tomografia computerizzata cardiaca ed ecocardiografia transesofagea per la sorveglianza del dispositivo dopo la chiusura dell'appendice atriale sinistra. EuroIntervention 2019; 15: 663-670. DOI: 10.4244 / EIJ-D-18-01107.

20. Norihiko Kamioka, Robert J. Lederman, Adam B. Greenbaum, et al. Chiusura del difetto del setto ventricolare postinfartuale. Il concetto BASSINET. Circolazione: interventi cardiovascolari. Vol. 12, n. 5. 2019; 12. https://doi.org/10.1161/CIRCINTERVENTIONS.119.007788.

21. Criteri di utilizzo appropriato ACC / AHA / ASE / HRS / ISACHD / SCAI / SCCT / SCMR / SOPE 2020 per l'imaging multimodale durante la cura di follow-up di pazienti con cardiopatia congenita. Giornale dell'American College of Cardiology. Volume 75, numero 6, febbraio 2020 DOI: 10.1016 / j.jacc.2019.10.002.

22. Miguel Cainzos-Achirica, Michael D. Miedema, John W. McEvoy, et al. Calcio dell'arteria coronaria per l'allocazione personalizzata dell'aspirina nella prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari nel 2019: lo studio MESA (studio multietnico sull'aterosclerosi). Circolazione. 12 maggio 2020; 141 (19): 1541-1553. doi: 10.1161 / CIRCULATIONAHA.119.045010. Epub 2020 1 aprile.

23. Michael D. Miedema, Zeina A. Dardari, Khurram Nasir. Associazione del calcio dell'arteria coronaria con mortalità causa-specifica a lungo termine tra i giovani adulti. JAMA Netw Open. 2019; 2 (7): e197440. doi: 10.1001 / jamanetworkopen.2019.7440.

24. Omar Dzaye, Zeina A. Dardari, Miguel Cainzos-Achirica, et al. Incidenza di nuova calcificazione coronarica. Time to Conversion From CAC = 0. Journal of the American College of Cardiology. Volume 75, numero 13, aprile 2020 DOI: 10.1016 / j.jacc.2020.01.047

Psorilax:Per le donne |calmilene crema psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, dove si compra

introduzione

La psoriasi non è solo una malattia cutanea infiammatoria cronica mediata da T-helper-1 (Th1) / Th17 (1), ma anche una malattia sistemica che comporta rischi maggiori di disturbi metabolici come l'obesità (2) e altre malattie metaboliche. La vitamina D svolge un ruolo vitale sia nella salute delle ossa che nelle malattie non scheletriche. Inoltre, l'insufficienza di vitamina D è stata segnalata in numerose principali malattie non trasmissibili (3), come il diabete (4), malattie cardiovascolari (5), obesità (6) e altri disturbi metabolici. Nel frattempo, c'erano sporadici studi ospedalieri che mostravano che la concentrazione sierica di vitamina D diminuiva anche nei pazienti con psoriasi (7-13) sulla base di campioni relativamente piccoli.

La 25-idrossi vitamina D (25 (OH) D) è attualmente considerata il biomarcatore più accurato del livello di vitamina D nel siero. Deriva dall'apporto alimentare giornaliero (14) e dalla sintesi cutanea. La maggior parte dei ricercatori ha concordato che il livello di 25 (OH) D <20 ng / mL può essere utilizzato per definire l'insufficienza o addirittura la carenza di vitamina D (15), che può implicare effetti avversi sulla salute. Tra i numerosi fattori, il ruolo dell'obesità nel diminuire il livello sierico di 25 (OH) D (16) è stato ben riconosciuto (17). Tuttavia, per quanto ne sappiamo, nessuno studio è stato progettato per valutare la relazione tra obesità e concentrazione sierica di 25 (OH) D in pazienti con psoriasi. Vale la pena confrontare lo stato della vitamina D tra i pazienti con psoriasi e la popolazione di controllo stratificata per obesità misurata da BMI e WHR. Pertanto, abbiamo condotto uno studio caso-controllo per scoprire l'associazione della vitamina D con la psoriasi e per esaminare la modifica dell'effetto dell'obesità.

Materiali e metodi

Partecipanti allo studio

Questo è uno studio caso-controllo rivolto a una popolazione composta da pazienti ambulatoriali per la psoriasi del Dipartimento di Dermatologia dell'Ospedale di Xiangya. Le informazioni demografiche sono state raccolte dopo il reclutamento dei soggetti.

Questo studio è stato condotto secondo le linee guida stabilite nella Dichiarazione di Helsinki. Tutte le procedure coinvolte dai pazienti erano state approvate dal comitato etico della ricerca istituzionale dell'ospedale Xiangya e della scuola di sanità pubblica Xiangya, Università Centro Sud, Changsha, Cina (numero di approvazione: XYGW-2016-10). Il consenso informato era stato ottenuto da tutti i soggetti prima dell'indagine. A tutti i pazienti reclutati è stata diagnosticata la psoriasi da un professore associato o superiore e non avevano ricevuto alcun trattamento. La fascia di età obiettivo principale era 18-70 anni. Il gruppo di controllo era composto dai partecipanti della coorte di dipendenti pubblici dell'Hunan. Una distribuzione uniforme di sesso ed età è stata assicurata da un campionamento casuale stratificato dei partecipanti alla coorte.

Partecipanti che hanno avuto infezioni acute o croniche, malattie digestive, malattie renali, malattie metaboliche e nutrizionali, malattie reumatiche, malattie endocrine o malattie del sistema circolatorio e che hanno subito un intervento chirurgico o hanno ricevuto farmaci come integratori vitaminici, donazioni di sangue o trasfusioni nel precedente Sono stati esclusi 6 mesi.

Valutazione dell'esposizione

Il livello sierico di 25 (OH) D è stato misurato mediante analisi radioimmunologica (RIA) (18, 19). In breve, 5 ml di campione di siero sono stati prelevati dal campione di sangue intero ottenuto dalla vena antecubitale del partecipante da testare. Il processo è stato operato da un flebotomo qualificato al mattino sotto una forza centrifuga specificata (2.500 rpm per 10 min a temperatura ambiente). Entro 2 h, il campione di siero dovrebbe essere quindi raccolto e conservato in frigorifero a -80 ° C fino a ulteriore rilevamento. Una pubblicità 125Il kit I-25 (OH) D RIA (DiaSorin, Stillwater, Minnesota, USA) è stato utilizzato per analizzare il livello sierico di 25 (OH) D nello stesso laboratorio.

Valutazione dei risultati

I pazienti ambulatoriali di psoriasi sono stati reclutati consecutivamente dalla clinica dermatologica. La psoriasi nei partecipanti della coorte è stata diagnosticata da dermatologi certificati durante un'indagine sul campo ei risultati della diagnosi sono stati aggiunti nell'analisi finale. I controlli sani abbinati per età e sesso sono stati selezionati in modo casuale dai partecipanti della coorte.

Valutazione dei confondenti

Altezza, peso, circonferenza della vita e circonferenza dell'anca sono stati misurati da un infermiere ricercatore utilizzando metodi standardizzati. L'IMC è stato calcolato come peso (kg) / altezza2 (m2). WHR è stato calcolato come circonferenza della vita (cm) / circonferenza dell'anca (cm). L'IMC è stato classificato in base al cut-off di 24 kg / m2 (20), e WHR è stato classificato in base al cut-off di 0,85 per le femmine e di 0,9 per i maschi (21).

Analisi statistiche

I dati continui sono stati presentati come media ± deviazione standard e le differenze tra i gruppi sono state testate utilizzando l'analisi della varianza (ANOVA). I dati categoriali sono stati presentati come percentuale (%) e le differenze tra i gruppi sono state testate utilizzando il test chi quadrato. Sono stati utilizzati modelli additivi generalizzati per esplorare l'associazione della vitamina D con la psoriasi. Poiché sono state identificate associazioni a forma di U, i modelli di regressione quadratica sono stati ulteriormente utilizzati per la stima parametrica. Sono state rilevate interazioni tra vitamina D e indici di obesità e sono state eseguite analisi di stratificazione per categoria di obesità per eventuali interazioni significative. UN P <0,05 è stato considerato statisticamente significativo. Le analisi sono state eseguite utilizzando il software SAS versione 9.4 (SAS Institute, Inc., Cary, North Carolina, Stati Uniti).

Risultati

Nella nostra analisi sono stati inclusi un totale di 203 pazienti ambulatoriali per la psoriasi e 205 partecipanti di coorte di pari genere con dati completi sulla concentrazione sierica di vitamina D. Sono stati inclusi anche due soggetti con psoriasi identificati nella coorte (la prevalenza della psoriasi tra i partecipanti della coorte era dello 0,98%). I livelli sierici di vitamina D dei due gruppi erano vicini tra loro, mentre la WHR media dei pazienti ambulatoriali con psoriasi era significativamente più alta (Tabella 1).


www.frontiersin.org

Tabella 1. Caratteristiche dei partecipanti.

Il livello di vitamina D ha mostrato un'associazione a forma di U non lineare con la psoriasi secondo il modello additivo generalizzato (Figura 1A). Il rischio di psoriasi è diminuito significativamente quando il livello di vitamina D è aumentato da 10 a 20 nmol / L, per poi aumentare leggermente. Poiché sono state identificate interazioni significative tra il livello di vitamina D e la categoria di obesità (BMI × WHR), sono state quindi eseguite analisi di stratificazione. Come mostrato nella Figura 1B, la vitamina D non era associata alla psoriasi nei soggetti con WHR normale nonostante la categoria BMI. Al contrario, l'associazione ha mostrato una forma a U in quelli con obesità centrale (grande WHR) nonostante la categoria BMI.


www.frontiersin.org

Figura 1. Associazione non aggiustata di vitamina D con psoriasi, stratificata per categorie di obesità. (UN) Nel complesso e (B) stratificato per BMI e categorie WHR. BMI, indice di massa corporea; WHR, rapporto vita-fianchi.

Dopo aver adattato i dati con la regressione quadratica, la stima parametrica della dimensione dell'effetto della vitamina D è mostrata nella Tabella 2. Con la stratificazione per categoria di obesità, la vitamina D non era significativamente associata alla psoriasi nei soggetti con WHR normale. Coerentemente, i termini quadratici della vitamina D erano marginalmente significativi nei soggetti con obesità centrale, nonostante la categoria BMI. Dopo gli aggiustamenti per età e sesso, le associazioni sono rimaste coerenti, sebbene alcune non fossero più statisticamente significative (Figura 2A). Nei soggetti con obesità centrale, il rischio di psoriasi era il più basso quando la 25 (OH) D sierica era di circa 25 nmol / L (Figura 2B).


www.frontiersin.org

Tavolo 2. Effetto modifica dell'associazione della vitamina D con la psoriasi da parte dell'obesità.


www.frontiersin.org

figura 2. Associazione aggiustata di vitamina D con una probabilità prevista di psoriasi, stratificata per categorie di obesità, aggiustata per età e sesso. (UN) Nel complesso e (B) stratificato per BMI e categorie WHR. BMI, indice di massa corporea; WHR, rapporto vita-fianchi.

Discussioni

Il nostro studio ha dimostrato che l'associazione tra vitamina D sierica e psoriasi potrebbe essere modificata dall'obesità centrale, indicata da WHR. In contrasto con i risultati della maggior parte degli studi precedenti (7, 22), i nostri risultati hanno mostrato che non vi era alcuna differenza significativa nel livello di vitamina D sierica tra i pazienti con psoriasi e i controlli sani. Tuttavia, è stata identificata un'interazione significativa tra il livello sierico di vitamina D e l'obesità. Questa è la prima volta che è stato segnalato il livello sierico di vitamina D nei pazienti con psoriasi cinese. I nostri risultati hanno anche mostrato che, cosa interessante, la carenza di 25 (OH) D nel siero era associata a un rischio più elevato di psoriasi solo nel sottogruppo di WHR anormali. Questa scoperta incoerente ha suggerito che l'impatto della diminuzione della vitamina D sulla patogenesi della psoriasi potrebbe essere correlato all'obesità centrale, una comorbilità ben nota della psoriasi.

Sfortunatamente, nessuno studio precedente ha esplorato gli effetti di modifica della WHR sull'associazione tra vitamina D sierica e psoriasi. Tuttavia, è stato confermato multi-dimensionalmente che la carenza di vitamina D è correlata all'obesità (6, 23-26), in particolare all'obesità centrale. La relazione riportata tra psoriasi e diminuzione della vitamina D sierica può essere mediata dal meccanismo condiviso della coesistenza di psoriasi e obesità centrale (27).

Un'altra spiegazione del nostro risultato risiede nella specialità per la popolazione studiata. Dopo un lungo periodo di povertà, la popolazione cinese sta vivendo sempre più uno tsunami non trasmissibile, soprattutto per l'obesità centrale (28) e il diabete (29), sin dall'apertura e riforma degli anni '80. Negli ultimi quattro decenni, il numero di pazienti affetti da psoriasi è stato notevolmente aumentato (30) e l'epidemia di psoriasi in Cina è passata da un'epidemia di matrice genetica a un'epidemia di comorbidità. La crescente prevalenza dell'obesità centrale tra i pazienti affetti da psoriasi cinese potrebbe aiutarci a distinguere la relazione tra psoriasi, obesità centrale e vitamina D nel siero. Inoltre, è stato riportato che il livello medio di vitamina D nel siero nella popolazione cinese sana è inferiore a quello nel popolazione occidentale (31, 32). Una ricerca multicentrica nel 2013 ha mostrato che il livello medio di vitamina D nel siero (31) nella popolazione cinese generale era di circa 25 nmol / L, inferiore alla media riportata secondo lo standard occidentale (33). Il fatto che l'insufficienza di vitamina D nella popolazione cinese sia troppo comune per mostrare qualsiasi differenza tra i pazienti affetti da psoriasi senza obesità centrale e i controlli sani potrebbe essere un'altra spiegazione per la scoperta incoerente.

Un limite di questo studio è il bias di selezione. I controlli sani sono stati reclutati da una coorte in corso ei partecipanti che hanno ricevuto il test della vitamina D erano per lo più gli anziani (generalmente> 40 anni). Un'altra limitazione significativa del nostro studio è che i partecipanti sono stati reclutati in un periodo di 1 anno, il che non può cancellare l'effetto confondente del cambiamento stagionale dello stato di vitamina D nel siero a causa della differenza di esposizione alla luce solare (34). Tuttavia, tutti i partecipanti al nostro studio risiedevano nella provincia di Hunan e la differenza dovuta alla latitudine può essere ignorata.

Dichiarazione sulla disponibilità dei dati

Tutti i set di dati generati per questo studio sono inclusi nell'articolo / materiale supplementare.

Dichiarazione etica

La revisione etica e l'approvazione non sono state richieste per lo studio sui partecipanti umani in conformità con la legislazione locale e i requisiti istituzionali. I pazienti / partecipanti hanno fornito il loro consenso informato scritto per partecipare a questo studio.

Contributi dell'autore

YK e YX hanno eseguito la progettazione dello studio, l'analisi dei dati e la scrittura di manoscritti. YZ, ZF, XC, MC e MS hanno contribuito alla raccolta e alla convalida dei dati. MC e XC hanno eseguito la diagnosi clinica e la raccolta dei campioni. CL e WZ: esperti clinici e revisione del manoscritto. Tutti gli autori hanno letto e approvato la versione finale del manoscritto.

Finanziamento

Questo lavoro è stato sostenuto dal National Key R&D Project — Precision Medicine Program of China (2016YFC0900802), dalla National Natural Science Foundation of China (Grant n. 81974479, 81773329 e 81830096), Xiangya Hospital Management Research Fund of Central South University (2016GL03 ) e Dalian Science and Technology Innovation Fund Project (2019J13SN93).

Conflitto d'interesse

Gli autori dichiarano che la ricerca è stata condotta in assenza di rapporti commerciali o finanziari che potrebbero essere interpretati come un potenziale conflitto di interessi.

Ringraziamenti

Gli autori desiderano sinceramente apprezzare tutti i coordinatori, dermatologi e ricercatori che hanno partecipato a questo studio.

Riferimenti

Psorilax:a che serve |crema psoriasi migliore qualita prezzo

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, dove si compra


Psoriasi: sintomi, trattamenti e cause

Pubblicato: 14 agosto 2020
in: Condizioni della pelle

Cos'è la psoriasi?

La psoriasi è una condizione della pelle che può causare irritazione, arrossamento, secchezza, screpolature e croste. La pelle diventa anche ricoperta di squame argentee quando si soffre di una riacutizzazione della psoriasi. Sebbene solo il 2% della popolazione soffra di psoriasi, può svilupparsi apparentemente dal nulla. Lo sviluppo tuttavia tende ad essere più comune negli adulti sotto i 35 anni.

La psoriasi di solito colpisce più spesso alcune aree del corpo, come le ginocchia, i gomiti, il cuoio capelluto e la parte bassa della schiena, sebbene possa svilupparsi in qualsiasi parte del corpo. La gravità dipenderà dall'individuo; alcune persone soffrono solo di piccoli sfoghi, mentre altri soffrono di riacutizzazioni molto più grandi.

La psoriasi è nota come malattia cronica. Ciò significa che non esiste una cura nota per la condizione della pelle e il trattamento prevede modi per aiutarla a gestirla. I malati probabilmente non sperimenteranno sintomi tutto il tempo; arriveranno a ondate e la gravità e la durata di ogni riacutizzazione possono variare di volta in volta.

Sintomi della psoriasi

I principali sintomi della psoriasi sono:

  • Macchie di pelle secca che sono rosse, screpolate o ricoperte di scaglie argentee
  • Prurito
  • Dolore
  • Riacutizzazioni cicliche: questo significa che i sintomi non sono sempre presenti. Peggioreranno e si riprenderanno in una natura ciclica

Tipi di psoriasi

Esistono diversi tipi di psoriasi, da quelli estremamente comuni a quelli relativamente rari. Ogni tipo di psoriasi si presenta in modo leggermente diverso e quindi può essere gestito meglio con trattamenti diversi. È quindi importante capire di quale tipo di psoriasi si soffre.

I tipi più comuni di psoriasi

  • Psoriasi a placche – Questo è il tipo più comune di psoriasi. Circa l'80% dei malati avrà questo tipo. La psoriasi a placche si presenta come lesioni cutanee rosse secche ricoperte da scaglie d'argento. Possono essere pruriginose e doloranti e possono svilupparsi in qualsiasi parte del corpo, tuttavia di solito si trovano su gomiti, ginocchia, cuoio capelluto e parte bassa della schiena.
  • Psoriasi del cuoio capelluto – Ciò si verifica solo sul cuoio capelluto. Può interessare l'intero cuoio capelluto o solo una piccola area di esso. Proprio come la psoriasi a placche, si traduce in macchie rosse coperte da scaglie argentee. Molte persone sperimentano un forte prurito con la psoriasi del cuoio capelluto e in casi estremi la caduta dei capelli, tuttavia, è temporanea.
  • Psoriasi delle unghie – La psoriasi delle unghie fa sì che le unghie diventino irregolari, con la formazione di cavità e ammaccature. Possono anche scolorire, crescere in modo anomalo, staccarsi dal letto ungueale o addirittura sgretolarsi.
  • Psoriasi guttata – La psoriasi guttata differisce dalla psoriasi a placche, poiché le piaghe formano piccole forme di lacrime sulla pelle, larghe meno di 1 cm. È più comune nei bambini e negli adolescenti e può scomparire completamente una volta guarito. Tuttavia, molti malati continuano a sviluppare la psoriasi a placche.
  • Psoriasi inversa (flessionale) – Questo tipo di psoriasi colpisce le pieghe all'interno della pelle. Le zone più comunemente colpite sono l'inguine, i glutei, sotto il seno e le ascelle. Non provoca lesioni, piuttosto macchie rosse lisce aggravate dall'attrito e dalla sudorazione. È quindi più probabile che i sintomi gravi siano sopportati durante la stagione calda.

Tipi rari di psoriasi

  • Psoriasi pustolosa – Questo tipo di psoriasi provoca lo sviluppo di pustole sulla pelle (le pustole sono vesciche piene di pus). Non è specifico per nessuna area particolare e quindi può svilupparsi ovunque sul corpo.
  • Pustolosi palmoplantare – La pustolosi palmo-plantare, invece, colpisce direttamente mani e piedi. Provoca lo sviluppo di pustole sui palmi delle mani e sulle piante dei piedi che alla fine si trasformano in macchie marroni e squamose che si staccano.
  • Acropustolosi – Anche in questo caso l'acropustolosi provoca la formazione di pustole sulla pelle, tuttavia, questo si riferisce a quando si sviluppano pustole sulle dita delle mani e dei piedi in particolare. Quando le vesciche scoppiano, la pelle può rimanere rosso vivo, dolorante e spesso diventa squamosa.
  • Psoriasi eritrodermica – Questa è una delle forme più rare di psoriasi, che colpisce tutto il corpo. Il corpo sarà coperto di lesioni che causano un intenso prurito o una sensazione di bruciore. Questo può portare a una serie di complicazioni tra cui infezioni, disidratazione, insufficienza cardiaca, ipotermia e malnutrizione a causa di una perdita di proteine ​​e liquidi.

Che cosa causa la psoriasi?

Non si sa esattamente cosa causa la psoriasi. Si verifica quando le cellule della pelle si sostituiscono troppo rapidamente provocando un accumulo. In circostanze normali, le cellule della pelle vengono prodotte nello strato più profondo della pelle. Quindi si dirigeranno verso lo strato superiore della pelle mentre le cellule della pelle muoiono. Questo dovrebbe richiedere circa 4 settimane. Tuttavia, per quelli con psoriasi, questo processo richiede solo circa 3-7 giorni. Ciò significa che le cellule che non sono ancora mature finiscono sulla superficie della pelle con conseguenti macchie doloranti, arrossamenti e squame argentee.

Gli studi hanno dimostrato che un problema nel sistema immunitario può essere la causa di questa condizione. Si pensa che le cellule T (le cellule utilizzate dal sistema immunitario per combattere batteri e infezioni) attaccino per errore le cellule della pelle sane, provocando la produzione di più cellule della pelle a un ritmo più veloce con conseguente psoriasi.

È stato dimostrato che la psoriasi è familiare, quindi se hai un familiare che soffre di psoriasi è più probabile che tu lo sviluppi da solo. Per coloro che hanno già la psoriasi, ci sono una serie di trigger che si pensa possano provocare riacutizzazioni o aumentare la gravità dei sintomi.

I trigger includono:

  • Lesioni alla pelle ad es. tagli, morsi, scottature, ecc.
  • Alcol
  • Fumo
  • Fatica
  • Cambiamenti ormonali, in particolare nelle donne, ad es. Pubertà, menopausa, cambiamenti dovuti al ciclo mestruale
  • Farmaci come il litio, alcuni medicinali antimalarici, medicinali antinfiammatori tra cui ibuprofene e ACE inibitori (usati per trattare la pressione alta)
  • Infezioni alla gola
  • Altri disturbi immunitari, ad es. HIV, diabete di tipo 1 ecc.

Diagnosi di psoriasi

Se pensi di avere la psoriasi, dovresti visitare il tuo medico di famiglia in quanto dovrà confermarlo prima di consigliare possibili opzioni di trattamento.

Di solito, la condizione viene diagnosticata a vista da sola, tuttavia in alcuni casi può essere inviata una piccola biopsia della pelle per ulteriori analisi. Questo aiuta a escludere altre condizioni che si presentano in modo simile, come la dermatite seborroica. Nella maggior parte dei casi il tuo medico di famiglia sarà in grado di diagnosticare la psoriasi in tempi relativamente brevi, ma potresti essere mandato da un dermatologo (un medico specializzato in pelle) se questo non è il caso.

La psoriasi può anche causare artrite, quindi se il medico sospetta che tu abbia questo, potresti anche essere mandato da un reumatologo (un medico specializzato in artrite). Probabilmente verranno eseguiti anche esami del sangue per escludere altre condizioni come l'artrite reumatoide.

Trattamenti per la psoriasi

Sono disponibili diversi trattamenti per la psoriasi, alcuni che puoi somministrare a casa e altri che devono essere condotti da specialisti. Il trattamento aiuta a tenere sotto controllo la condizione, tuttavia per trovare il trattamento migliore per te, dovresti visitare il tuo medico di famiglia. Determinando il tipo e la gravità della psoriasi che hai, saranno quindi in grado di stabilire un piano di trattamento per te.

Sono disponibili 3 tipi principali di trattamenti per la psoriasi: trattamenti topici, fototerapia e trattamenti sistemici.

I trattamenti topici sono i più comuni e saranno utilizzati da quasi tutti i malati di psoriasi. Nella maggior parte dei casi, questo sarà sufficiente per frenare i sintomi della tua condizione. Nei casi più gravi, tuttavia, il tuo medico di famiglia può prescrivere la fototerapia o una combinazione di trattamenti.

Durante la fototerapia, la pelle è esposta ai raggi UV per rallentare la produzione delle cellule della pelle. Se questo non funziona, possono essere prescritti trattamenti sistemici. Questi agiscono su tutto il corpo e vengono solitamente assunti sotto forma di compresse, capsule o iniezione. I trattamenti sistemici funzionano in vari modi, alcuni rallentano la produzione di cellule della pelle e altri sopprimono il sistema immunitario. Per questo motivo i trattamenti sistemici vengono utilizzati solo come ultima risorsa in quanto hanno effetti collaterali potenzialmente gravi. Il tuo medico di famiglia prescriverà questi solo se nessun altro trattamento funziona e dovresti sempre parlare con il tuo medico di altre opzioni prima di prendere qualsiasi farmaco come questo.

Creme per la psoriasi

Per il trattamento della psoriasi possono essere prescritte creme steroidee. Queste creme aiutano a ridurre l'infiammazione e rallentare la produzione delle cellule della pelle. È disponibile anche una vasta gamma di creme da banco per la psoriasi come la crema di avena colloidale AproDerm che lenisce il prurito e l'irritazione associati alla condizione della pelle secca e Doublebase Gel. Dermalex ha anche creato un trattamento per la psoriasi che attiva il sistema di riparazione naturale della pelle, al fine di normalizzare la produzione di cellule della pelle, alleviare i sintomi e aiutare a prevenire future riacutizzazioni.

Unguenti per la psoriasi

Gli unguenti sono anche un trattamento comune suggerito dai medici di base nel trattamento della psoriasi. Allo stesso modo delle creme, cercano di lenire le irritazioni, idratare e proteggere la pelle. L'unguento Hydromol è comunemente usato da persone che soffrono di malattie della pelle secca.

Sapone per la psoriasi

Potresti anche scoprire che l'uso regolare di sapone o bagnoschiuma irrita ulteriormente la pelle, peggiorando i sintomi della psoriasi. Ciò potrebbe essere dovuto alle fragranze e ad altri ingredienti che si trovano spesso nel sapone. Per assicurarti di non causare ulteriori danni alla pelle, potresti usare un sapone o un lavaggio specifico per il trattamento della psoriasi e di altre malattie della pelle secca. Sia Doublebase Wash Gel che QV Gentle Wash sono stati formulati per aiutare ad alleviare la pelle secca, screpolata, pruriginosa, arrossata e irritata associata alla psoriasi. Inoltre forniscono idratazione e protezione alla pelle.

Psoriasi sul cuoio capelluto (shampoo per la psoriasi)

La psoriasi sul cuoio capelluto è relativamente comune, tuttavia può essere più difficile da trattare con farmaci come creme o unguenti. Esistono trattamenti per la psoriasi specificamente progettati per il cuoio capelluto sotto forma di shampoo e gel. Il Dermalex Scalp Psoriasis Treatment Gel deve essere applicato sul cuoio capelluto due volte al giorno. Aiuta a normalizzare la produzione di cellule della pelle, accelerando il recupero della barriera pelle / cuoio capelluto attraverso l'attivazione del meccanismo di riparazione della pelle e rafforza la barriera attraverso la creazione di uno scudo protettivo e la prevenzione della perdita d'acqua. Lo shampoo Psoriderm Scalp Lotion cerca anche di rallentare la produzione di cellule della pelle attraverso l'uso di catrame di carbone. Il catrame di carbone ha lievi effetti antisettici e antinfiammatori e allevia il prurito. Viene anche assorbito nelle cellule della pelle e si ritiene che inibisca la replicazione del DNA in queste cellule. Questo rallenta la divisione cellulare e impedisce alle cellule di moltiplicarsi eccessivamente. A sua volta, questo riduce l'ispessimento e il ridimensionamento della pelle e schiarisce le placche della psoriasi.

Sfoglia la nostra gamma di trattamenti per la psoriasi.

Vivere con la psoriasi

Vivere con la psoriasi può essere difficile. I sintomi possono causare angoscia e disagio rendendo difficile la normale vita quotidiana. Oltre a ciò, la tensione mentale e il disagio dovuti alle riacutizzazioni possono causare un disagio significativo. Sebbene i trattamenti per la psoriasi si siano dimostrati efficaci nell'aiutare i malati a gestire i sintomi, ci sono anche una serie di altre cose che dovresti considerare per rendere un po 'più facile convivere con la psoriasi.

  • Consistenza – dovresti assicurarti di continuare a utilizzare i trattamenti come indicato dal medico, anche se la tua psoriasi sembra essersi attenuata. Molti trattamenti sono progettati anche per prevenire le riacutizzazioni, quindi se smetti di usarli, potresti soffrire più frequentemente.
  • Revisione – dovresti parlare regolarmente con il tuo medico del tuo trattamento. Ciò garantirà che il tuo piano di trattamento sia aggiornato e più probabile che aiuti con i tuoi sintomi.
  • Uno stile di vita sano – assicurarsi di seguire una dieta sana e fare esercizio regolarmente è essenziale per chiunque. Per chi soffre di psoriasi può aiutare ad alleviare lo stress (un fattore scatenante comune per la psoriasi) e può anche aiutare a ridurre il rischio di diabete o malattie cardiovascolari (le persone con psoriasi sono più suscettibili a queste condizioni).
  • Cura di sé e supporto – la psoriasi può avere un impatto sul benessere mentale delle persone, danneggiare la fiducia e in alcuni casi può persino portare alla depressione. Seguire un piano di cura di sé ti aiuterà a prenderti cura di te stesso sia fisicamente che mentalmente al fine di ridurre l'impatto della psoriasi sul tuo benessere mentale. Se senti che stai lottando, parla con il tuo medico di famiglia, gli amici o la famiglia o unisciti a un gruppo di supporto per la psoriasi per incontrare altre persone come te.

Per ulteriori informazioni e consigli sulla psoriasi, contatta il tuo medico di famiglia, parla con un membro del nostro team di esperti in farmacia o vieni a trovarci in negozio.

Fonti
https://www.nhs.uk/conditions/psoriasis/
https://www.nhs.uk/conditions/psoriasis/symptoms/
https://www.nhs.uk/conditions/psoriasis/causes/
https://www.nhs.uk/conditions/psoriasis/treatment/
https://www.nhs.uk/conditions/psoriasis/living-with/