CREMA TRATTAMENTO PSORIASI OFFERTA -50% !

Home Blog Page 128

Psorilax:forum |most crema 2s psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, originale

Ora, durante i primi mesi di blocco, alcuni di noi hanno preso il tempo extra all'interno per preparare, leggere, iniziare un nuovo hobby e prendere parte a lezioni di ginnastica online, mentre altri hanno migliorato il loro regime di cura della pelle.

Quindi, non sorprende che il rivenditore online Cult Beauty ci abbia lasciato un piccolo segreto e ci abbia rivelato ciò che la maggior parte di noi ha cercato su Google quando si tratta di ingredienti per la cura della pelle.

Si scopre che la vitamina C è l'ingrediente più ricercato, seguito da ricerche su squalane, retinolo e niacinamide, per un totale di quasi due milioni di domande finora quest'anno.

Per il 2020, l'argilla è stata acclamata come ingrediente chiave per la cura della pelle alla moda e ha visto il più grande aumento di ricerche online di anno in anno – è aumentato di un enorme 217%.

Cosa significa tutto ciò? Abbiamo messo insieme un elenco delle domande più comuni poste dai tossicodipendenti di bellezza, oltre ai prodotti che vorresti aggiungere alla tua collezione.



Cosa fa la vitamina C per la tua pelle?



La vitamina C è pubblicizzata come uno dei migliori ingredienti ultra-protettivi e anti-invecchiamento sul mercato, oltre ad essere un multitasking affidabile, è anche la chiave per mantenere una carnagione liscia, uniforme e luminosa. Dal tono della pelle irregolare e linee sottili alle cicatrici da acne e opacità generale, ci sono buone probabilità che la vitamina C possa aiutarti. E mentre probabilmente stai assumendo vitamina C nella tua dieta, l'uso di sieri e altri prodotti topici sono il modo più diretto per ottenere questi benefici per la cura della pelle.

Le migliori scelte di vitamina C:

Pensare al di fuori del regno o del siero e delle creme? Perché non provare le capsule di bellezza nutrienti Super-C di OSKIA Smart, £ 62 o Versed's hanno trovato la polvere leggera con vitamina C, £ 18.

Cosa fa il retinolo in faccia?



Il retinolo deriva dalla vitamina A e agisce aumentando il tasso di turnover cellulare nella pelle, insieme alla produzione di collagene, contribuendo a ridurre la comparsa di rughe sottili, pigmentazione e persino acne. I retonoidi stimolano la produzione di nuovi vasi sanguigni nella pelle che migliora il colore della pelle, lasciandoti con un bagliore sano.

Le migliori scelte di Retinolo:

L'olio di ricino fa bene alla pelle?



Grazie alla sua versatilità, diamo all'olio di ricino un enorme pollice in alto. Ricco di vitamina E, è un ingrediente indispensabile per ricostituire la pelle e aiutare i capelli a rimanere sani aumentando il collagene. L'olio naturale è anche noto per le sue proprietà curative contro eczema, dermatite, rosacea, psoriasi e cheratosi pilaris. Se ciò non bastasse, ai tempi degli antichi egizi, il petrolio era considerato un elisir di potenziamento dell'immunità e si pensava che avesse molte proprietà medicinali.

Le migliori scelte di olio di ricino:

Quali sono i benefici dell'acido ialuronico?



Poiché l'acido ialuronico può contenere un'alta capacità di acqua, ha la capacità unica di trattenere l'umidità nella pelle. Mentre i nostri corpi lo producono già in modo naturale, produciamo sempre meno con l'età, il che significa che la nostra pelle può diventare più secca e perdere elasticità, facendoci sviluppare rughe profonde. Quando applicato sulla pelle, l'acido ialuronico può aiutare a ridurre la comparsa delle rughe e prevenire lo sviluppo di nuove linee, mantenendo la pelle idratata e sana.

Oltre all'acido ialuronico, anche l'acido poliglutammico è in aumento con 19.280 ricerche nel 2020 rispetto a 9.280 nel 2019 – il che ci dice che potrebbe essere uno da guardare nei prossimi mesi. L'acido poliglumatico trattiene fino a 10 volte più umidità dell'acido ialuronico, rendendolo un potente ingrediente idratante e, qualcosa che la nostra pelle richiede.

Le migliori scelte di acido ialuronico:

Cosa fa lo squalane?



Squalane è ottimo per riequilibrare la produzione di olio, fornendo l'umidità sufficiente per mantenere la pelle chiara e sana. Gli antiossidanti presenti nello squalano combattono anche i danni alla pelle e i radicali liberi, che possono entrambi accelerare il processo di invecchiamento. Lo Squalane Cleanser del Ordinary ha guadagnato oltre 22.000 ricerche da solo, rendendolo un giocatore di potere nel gioco di bellezza.

Le migliori scelte di squalane:

La maschera di argilla rosa purificante per la pelle brillante di Sand & Sky, £ 41,90, ha ricevuto oltre 20.000 ricerche da solo, con un aumento del 119% rispetto allo scorso anno.

Anche Bakuchiol ha registrato un notevole aumento, poiché l'alternativa vegetale al retinolo diventa sempre più popolare tra quelle a favore dei prodotti naturali per la cura della pelle. Accanto a questo, i favoriti della vitamina C e dell'aloe vera hanno visto i maggiori aumenti, suggerendo che molti di noi stanno cercando un bagliore privo di sostanze chimiche.

Psorilax:Codice sconto |crema viso dermatite psoriasi alla.vitamina a

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, quanto costa

· European label extended to include a dose reduction option for the treatment of adult patients with axial spondyloarthritis (axSpA), including non-radiographic and radiographic axSpA, who are in sustained remission after one year of CIMZIA(®) (certolizumab pegol) treatment,(1) underpinned by results of the Phase 3b C-OPTIMISE study
· C-OPTIMISE showed that, once axSpA patients are in sustained remission, it is possible to benefit from a reduced CIMZIA dosing regimen without compromising clinical efficacy(2)

Brussels, Belgium – 5 August 2020 – UCB today announced that the European Medicines Agency (EMA) has approved a label extension for CIMZIA® (certolizumab pegol) for use in adult patients with axial spondyloarthritis (axSpA) at a reduced maintenance dose of 200 mg every four weeks (Q4W), once sustained remission is achieved after one year of CIMZIA 200 mg every two weeks (Q2W) or 400 mg Q4W.1 The approval makes CIMZIA the only biologic in Europe with a dose reduction option in its label for patients in the broad axSpA population.1

Clinical remission is recommended as a major treatment target in the Assessment of SpondyloArthritis international Society (ASAS)/European League Against Rheumatism (EULAR) recommendations for axSpA and treat-to-target recommendations for spondyloarthritis.3,4 Additionally, strategies for the maintenance of remission are necessary to prevent future deterioration in disease status.5

Maintenance dose reduction supports the long-term management of patients with axSpA, when sustained disease remission has been achieved.2 This approach offers an additional option that preserves the clinical benefits to patients of remaining on treatment, while responding to specific patient needs, and can optimise the cost of their therapy.2 The extension of CIMZIA’s label in Europe1 addresses an under-recognised unmet need6,7 by providing the first validated dose reduction strategy for patients across the broad axSpA spectrum who have achieved sustained remission.

‘AxSpA patients typically experience symptom onset in their mid-twenties and may therefore be concerned about lifelong continuation of therapy. The CIMZIA label extension now offers healthcare providers a validated dose reduction strategy that can meet the needs of patients. Furthermore, the option to reduce the maintenance dose may provide cost reductions, benefiting the wider healthcare system,’ said Robert Landewé, MD, PhD, Amsterdam Rheumatology & Clinical Immunology Center, and lead author of the C-OPTIMISE study.

‘C-OPTIMISE is the first and only randomised controlled trial to compare both maintenance dose continuation and dose reduction versus placebo in a broad axSpA population. Taken with previous clinical evidence showing that early treatment of axSpA with CIMZIA provides improved clinical outcomes, axSpA patients have a treatment option that can help address their symptoms at every stage of their disease: from initiation of biologic therapy, to remission and maintenance. Our clinical study package in axSpA showed that r-axSpA and nr-axSpA are part of the same disease entity. If treated early, remission is a realistic target and patients can have the flexibility to reduce their dose once they have achieved sustained remission,’ said Emmanuel Caeymaex, Executive Vice President Immunology Solutions and Head of US, UCB.

The EMA label extension is based on data from the Phase 3b C-OPTIMISE trial in adults with early active axSpA.2 At week 48 of the induction period, 43.9 percent (323/736) of patients achieved sustained remission (Ankylosing Spondylitis Disease Activity Score (ASDAS) 2 At week 96, 84 percent, 79 percent and 20 percent of patients receiving the full maintenance dose, reduced maintenance dose, or placebo, respectively, remained flare-free.2 Of patients who flared in the reduced maintenance dose arm, 60 percent regained remission after 12 weeks of treatment with the full maintenance dose of CIMZIA.2

There were no differences in responses between radiographic axSpA (r-axSpA) and non-radiographic axSpA (nr-axSpA) patients in both the induction and maintenance periods.2 No new safety signals with CIMZIA were observed over the course of the study compared to previous studies.1,2 In patients who achieve sustained remission, dose reduction is an option, but treatment should not be withdrawn, because of the high risk of flare.2

About Non-Radiographic Axial Spondyloarthritis (nr-axSpA) and Radiographic Axial Spondyloarthritis (r-axSpA)
Non-radiographic axSpA (nr-axSpA) and radiographic axSpA (r-axSpA, also known as ankylosing spondylitis or AS) comprise the axial spondyloarthritis, or axSpA, spectrum of disease, which typically starts in patients in their mid-twenties. Nr-axSpA and r-axSpA share similar symptomology and disease burden. In r-axSpA, there is a definitive structural damage in the sacroiliac joints detectable by x-ray. In nr-axSpA, there is no definitive radiographic sacroiliitis, though magnetic resonance imaging (MRI) testing often shows evidence of active sacroiliitis, visible as inflammation in the sacroiliac joints. Historically, nr-axSpA has not been well-recognised due to a lack of understanding of the disease history, progression, and prognosis, resulting in substantial diagnostic delay. As a result, nr-axSpA is often misdiagnosed and undertreated.

Axial spondyloarthritis is estimated to affect up to 1.4 percent of adults.8,9 Roughly two thirds of nr-axSpA patients are women.10 Yet, axSpA is often overlooked in women, with 89 percent being initially misdiagnosed, leading to a significantly longer time to diagnosis in women compared to men, on average more than two years. Underdiagnosis or misdiagnosis can have long-term consequences for patients with axSpA.11

About the C-OPTIMISE Study2
C-OPTIMISE was a two-part, multicentre Phase 3b trial in adults with early active axSpA (radiographic and non-radiographic). During the 48-week open-label induction period, patients received CIMZIA 200 mg every 2 weeks (Q2W) with loading dose of CIMZIA 400 mg at weeks 0, 2 and 4. At week 48, patients in sustained remission (Ankylosing Spondylitis Disease Activity Score (ASDAS) 3.5 at any time point) during the maintenance period.

C-OPTIMISE is the first and only randomised, interventional, placebo-controlled study in the full axSpA spectrum with three arms (full dose, reduced dose and placebo) that provides strong evidence on the dosing options for healthcare professionals to manage axSpA patients that have achieved sustained remission with CIMZIA treatment.

About CIMZIA® in the EU/EEA
In the EU, CIMZIA® in combination with methotrexate (MTX) is indicated for the treatment of moderate to severe active RA in adult patients inadequately responsive to disease-modifying anti-rheumatic drugs (DMARDs) including MTX.

CIMZIA can be given as monotherapy in case of intolerance to MTX or when continued treatment with MTX is inappropriate. CIMZIA in combination with MTX is also indicated for the treatment of severe, active and progressive RA in adults not previously treated with MTX or other DMARDs.

CIMZIA has been shown to reduce the rate of progression of joint damage as measured by X-ray and to improve physical function, when given in combination with MTX.

CIMZIA, in combination with MTX, is also indicated for the treatment of active psoriatic arthritis in adults when the response to previous DMARD therapy has been inadequate. CIMZIA can be given as monotherapy in case of intolerance to MTX or when continued treatment with MTX is inappropriate.

CIMZIA is also indicated in the EU for the treatment of adult patients with severe active axial spondyloarthritis (axSpA), comprising:

  • Ankylosing spondylitis (AS) – adults with severe active AS who have had an inadequate response to, or are intolerant to non-steroidal anti-inflammatory drugs (NSAIDs).
  • Axial spondyloarthritis (axSpA) without radiographic evidence of AS – adults with severe active axSpA without radiographic evidence of AS but with objective signs of inflammation by elevated C-reactive protein (CRP) and/or Magnetic Resonance Imaging (MRI) who have had an inadequate response to, or are intolerant to NSAIDs.

CIMZIA is also indicated for the treatment of moderate to severe plaque psoriasis in adults who are candidates for systemic therapy.

Cimzia® (certolizumab pegol) EU/EEA* Important Safety Information

Cimzia® was studied in 4,049 patients with rheumatoid arthritis (RA) in controlled and open label trials for up to 92 months. The commonly reported adverse reactions (1-10 percent) in clinical trials with Cimzia® and post-marketing were viral infections (includes herpes zoster, papillomavirus, influenza), bacterial infections (including abscess), rash, headache (including migraine), asthenia, leukopenia (including lymphopenia, neutropenia), eosinophilic disorder, pain (any sites), pyrexia, sensory abnormalities, hypertension, pruritus (any sites), hepatitis (including hepatic enzyme increase), injection site reactions, and nausea. Serious adverse reactions include sepsis, opportunistic infections, tuberculosis (including miliary, disseminated and extrapulmonary), herpes zoster, lymphoma, leukaemia, solid organ tumours, angioneurotic oedema, cardiomyopathies (includes heart failure), ischemic coronary artery disorders, pancytopenia, hypercoagulation (including thrombophlebitis, pulmonary embolism), cerebrovascular accident, vasculitis, hepatitis/hepatopathy (includes cirrhosis), and renal impairment/nephropathy (includes nephritis). In RA controlled clinical trials, 4.4 percent of patients discontinued taking Cimzia® due to adverse events vs. 2.7 percent for placebo.

Cimzia® was initially studied in 325 patients with active axial spondyloarthritis (including ankylosing spondylitis and non-radiographic axial spondyloarthritis) in the AS001 clinical study for up to 4 years, which includes a 24-week placebo-controlled phase followed by a 24-week dose-blind period and a 156-week open-label treatment period. Cimzia® was subsequently studied in 317 patients with non-radiographic axial spondyloarthritis in a placebo-controlled study for 52 weeks (AS0006). Cimzia® was also studied in patients with axial spondyloarthritis (including ankylosing spondylitis and non-radiographic axial spondyloarthritis) in a clinical study for up to 96 weeks, which included a 48-week open-label run-in phase (N=736) followed by a 48-week placebo-controlled phase (N=313) for patients in sustained remission (C-OPTIMISE). In all 3 studies, the safety profile for these patients was consistent with the safety profile in rheumatoid arthritis and previous experience with Cimzia®.
Cimzia® was studied in 409 patients with psoriatic arthritis (PsA) in a clinical study for up to 4 years which included a 24-week placebo-controlled phase followed by a 24-week dose-blind period and a 168-week open-label treatment period.

The safety profile for axSpA and PsA patients treated with Cimzia® was consistent with the safety profile in RA and previous experience with Cimzia®.

Cimzia® was studied in 1112 patients with psoriasis in controlled and open-label studies for up to 3 years. In the Phase III program, the initial and maintenance periods were followed by a 96-week open-label treatment period. The long-term safety profile of Cimzia® 400 mg every 2 weeks and Cimzia® 200 mg every 2 weeks was generally similar and consistent with previous experience with Cimzia.

Cimzia® is contraindicated in patients with hypersensitivity to the active substance or any of the excipients, active tuberculosis or other severe infections such as sepsis or opportunistic infections, and moderate to severe heart failure.

Serious infections including sepsis, tuberculosis and opportunistic infections (e.g. histoplasmosis, nocardia, candidiasis) have been reported in patients receiving Cimzia®. Some of these events have been fatal. Before initiation of therapy with Cimzia®, all patients must be evaluated for both active and inactive (latent) tuberculosis infection. If active tuberculosis is diagnosed prior to or during treatment, Cimzia® therapy must not be initiated and must be discontinued. If latent tuberculosis is diagnosed, appropriate anti-tuberculosis therapy must be started before initiating treatment with Cimzia®.

Reactivation of hepatitis B has occurred in patients receiving a TNF-antagonist including Cimzia® who are chronic carriers of the virus (i.e. surface antigen positive). Some cases have had a fatal outcome. Patients should be tested for HBV infection before initiating treatment with Cimzia®. Carriers of HBV who require treatment with Cimzia® should be closely monitored and in the case of HBV reactivation Cimzia® should be stopped and effective anti-viral therapy with appropriate supportive treatment should be initiated.

TNF antagonists including Cimzia® may increase the risk of new onset or exacerbation of GL-P-CZ-axSpA-1900034 Important Safety Information Cimzia Revised April 2020 * EU/EEA means European Union/European Economic Area clinical symptoms and/or radiographic evidence of demyelinating disease including multiple sclerosis; of formation of autoantibodies and uncommonly of the development of a lupuslike syndrome; of severe hypersensitivity reactions. If a patient develops any of these adverse reactions, Cimzia® should be discontinued and appropriate therapy instituted.

With the current knowledge, a possible risk for the development of lymphomas, leukaemia or other malignancies in patients treated with a TNF antagonist cannot be excluded. Rare cases of neurological disorders, including seizure disorder, neuritis and peripheral neuropathy, have been reported in patients treated with Cimzia®.

Adverse reactions of the haematologic system, including medically significant cytopenia, have been reported with Cimzia®. Advise all patients to seek immediate medical attention if they develop signs and symptoms suggestive of blood dyscrasias or infection (e.g., persistent fever, bruising, bleeding, pallor) while on Cimzia®. Consider discontinuation of Cimzia® therapy in patients with confirmed significant haematological abnormalities.

The use of Cimzia® in combination with anakinra or abatacept is not recommended due to a potential increased risk of serious infections. As no data are available, Cimzia® should not be administered concurrently with live vaccines. The 14-day half-life of Cimzia® should be taken into consideration if a surgical procedure is planned. A patient who requires surgery while on Cimzia® should be closely monitored for infections.

Please consult the full prescribing information in relation to other side effects, full safety and
prescribing information.
European SmPC date of revision July 2020.
https://www.ema.europa.eu/en/documents/product-information/cimzia-epar-product-information_en.pdf

CIMZIA® is a registered trademark of the UCB Group of Companies.

About UCB
UCB, Brussels, Belgium (www.ucb.com) is a global biopharmaceutical company focused on the discovery and development of innovative medicines and solutions to transform the lives of people living with severe diseases of the immune system or of the central nervous system. With more than 7 600 people in approximately 40 countries, the company generated revenue of € 4.9 billion in 2019. UCB is listed on Euronext Brussels (symbol: UCB). Follow us on Twitter: @UCB_news.

Forward looking statements UCB
This press release may contain forward-looking statements including, without limitation, statements containing the words ‘believes’, ‘anticipates’, ‘expects’, ‘intends’, ‘plans’, ‘seeks’, ‘estimates’, ‘may’, ‘will’, ‘continue’ and similar expressions. These forward-looking statements are based on current plans, estimates and beliefs of management. All statements, other than statements of historical facts, are statements that could be deemed forward-looking statements, including estimates of revenues, operating margins, capital expenditures, cash, other financial information, expected legal, arbitration, political, regulatory or clinical results or practices and other such estimates and results. By their nature, such forward-looking statements are not guarantees of future performance and are subject to known and unknown risks, uncertainties and assumptions which might cause the actual results, financial condition, performance or achievements of UCB, or industry results, to differ materially from those that may be expressed or implied by such forward-looking statements contained in this press release. Important factors that could result in such differences include: the global spread and impact of COVID-19, changes in general economic, business and competitive conditions, the inability to obtain necessary regulatory approvals or to obtain them on acceptable terms or within expected timing, costs associated with research and development, changes in the prospects for products in the pipeline or under development by UCB, effects of future judicial decisions or governmental investigations, safety, quality, data integrity or manufacturing issues; potential or actual data security and data privacy breaches, or disruptions of our information technology systems, product liability claims, challenges to patent protection for products or product candidates, competition from other products including biosimilars, changes in laws or regulations, exchange rate fluctuations, changes or uncertainties in tax laws or the administration of such laws, and hiring and retention of its employees. There is no guarantee that new product candidates will be discovered or identified in the pipeline, will progress to product approval or that new indications for existing products will be developed and approved. Movement from concept to commercial product is uncertain; preclinical results do not guarantee safety and efficacy of product candidates in humans. So far, the complexity of the human body cannot be reproduced in computer models, cell culture systems or animal models. The length of the timing to complete clinical trials and to get regulatory approval for product marketing has varied in the past and UCB expects similar unpredictability going forward. Products or potential products which are the subject of partnerships, joint ventures or licensing collaborations may be subject to differences disputes between the partners or may prove to be not as safe, effective or commercially successful as UCB may have believed at the start of such partnership. UCB’ efforts to acquire other products or companies and to integrate the operations of such acquired companies may not be as successful as UCB may have believed at the moment of acquisition. Also, UCB or others could discover safety, side effects or manufacturing problems with its products and/or devices after they are marketed. The discovery of significant problems with a product similar to one of UCB’s products that implicate an entire class of products may have a material adverse effect on sales of the entire class of affected products. Moreover, sales may be impacted by international and domestic trends toward managed care and health care cost containment, including pricing pressure, political and public scrutiny, customer and prescriber patterns or practices, and the reimbursement policies imposed by third-party payers as well as legislation affecting biopharmaceutical pricing and reimbursement activities and outcomes. Finally, a breakdown, cyberattack or information security breach could compromise the confidentiality, integrity and availability of UCB’s data and systems.

Given these uncertainties, you should not place undue reliance on any of such forward-looking statements. There can be no guarantee that the investigational or approved products described in this press release will be submitted or approved for sale or for any additional indications or labelling in any market, or at any particular time, nor can there be any guarantee that such products will be or will continue to be commercially successful in the future.

UCB is providing this information, including forward-looking statements, only as of the date of this press release and it does not reflect any potential impact from the evolving COVID-19 pandemic, unless indicated otherwise. UCB is following the worldwide developments diligently to assess the financial significance of this pandemic to UCB. UCB expressly disclaims any duty to update any information contained in this press release, either to confirm the actual results or to report or reflect any change in its forward-looking statements with regard thereto or any change in events, conditions or circumstances on which any such statement is based, unless such statement is required pursuant to applicable laws and regulations.

Additionally, information contained in this document shall not constitute an offer to sell or the solicitation of an offer to buy any securities, nor shall there be any offer, solicitation or sale of securities in any jurisdiction in which such offer, solicitation or sale would be unlawful prior to the registration or qualification under the securities laws of such jurisdiction.

Corporate Communications
Laurent Schots
Media Relations, UCB
T+32.2.559.92.64 Laurent.schots@ucb.com

Investor Relations
Antje Witte
Investor Relations, UCB
T +32.2.559.94.14 antje.witte@ucb.com

Isabelle Ghellynck,
Investor Relations, UCB
T+32.2.559.9588, isabelle.ghellynck@ucb.com

Brand Communications
Andrea Levin Christopher,
Immunology Communications, UCB
T +1.404.483.7329, andrea.christopher@ucb.com

  1. European Medicines Agency (EMA). Certolizumab pegol summary of product characteristics, July 2020: https://www.ema.europa.eu/en/documents/product-information/cimzia-epar-product-information_en.pdf. Last accessed: August 2020.
  2. Landewé R, Van der Heijde D, Dougados M, et al. Maintenance of Clinical Remission in Early Axial Spondyloarthritis Following Certolizumab Pegol Dose Reduction. Ann Rheum Dis. 2020;79:920-928.
  3. Van der Heijde D, Ramiro S, Landewé R, et al. 2016 update of the ASAS-EULAR management recommendations for axial spondyloarthritis. Ann Rheum Dis. 2017;76(6):978-991.
  4. Smolen JS, Schöls M, Braun J, et al. Treating axial spondyloarthritis and peripheral spondyloarthritis, especially psoriatic arthritis, to target: 2017 update of recommendations by an international task force. Ann Rheum Dis. 2018;77(1):3-17.
  5. Landewé R, Van der Heijde D, Dougados M, et al. Induction of Sustained Clinical Remission in Early Axial Spondyloarthritis Following Certolizumab Pegol Treatment: 48-Week Outcomes from C-OPTIMISE. Rheumatol Ther. 2020; https://doi.org/10.1007/s40744-020-00214-7.
  6. Wallis D, Holmes C, Holroyd C, et al. Dose reduction of biological therapies for inflammatory rheumatic diseases: what do patients think? Scand J Rheumatol. 2018;00:1-2.
  7. UCB. Data on file (Qualitative survey, October 2019).
  8. Reveille JD, Witter JP and Weisman MH. Prevalence of Axial Spondylarthritis in the United States: Estimates From a Cross-Sectional Survey. Arthritis Care Res. 2012;64(6):905-10.
  9. Hamilton L, Macgregor A, Toms A, et al. The prevalence of axial spondyloarthritis in the UK: a cross-sectional cohort study. BMC Musculoskelet Disord. 2015;21(16):392.
  10. Baraliakos X, Braun J. Non-radiographic Axial Spondyloarthritis and Ankylosing Spondylitis: What Are the Similarities and Differences? RMD Open. 2015;1(suppl 1):e00005321.
  11. Feldtkeller E, Bruckel J and Khan MA. Scientific contributions of ankylosing spondylitis patient advocacy groups. Curr Opin Rheumatol. 2000;12(4):239-247.

Psorilax:Per gli uomini |vitamindermina crema psoriasi prezzo

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, originale

Conosci il cloruro di magnesio?

È un rimedio che abbiamo un po 'dimenticato, ed è un peccato!

Le nostre nonne lo usavano quotidianamente.

Normale! È economico, naturale e i suoi benefici per la salute sono ben stabiliti.

È un rimedio naturale efficace indispensabile da avere nella tua farmacia!

Abbiamo selezionato per te tutti i benefici e le virtù del cloruro di magnesio per mantenerti in forma, naturalmente.

Ecco 41 usi magici del cloruro di magnesio che devi assolutamente conoscere. Guarda :

41 usi magici del cloruro di magnesio.

1. Per curare l'intossicazione alimentare

Un bicchiere d'acqua e una bustina di cloruro di magnesio

Come fare

1. Evita di mangiare qualsiasi cosa per almeno un giorno.

2. Bevi molta acqua durante la giornata.

3. Prendi una bustina da 20 g di cloruro di magnesio.

4. Diluire la bustina in 1 litro d'acqua.

5. Versati un bicchiere di questa miscela e bevi.

6. Se necessario, prendi un secondo drink durante la giornata.

Scopri il trucco qui.

2. Contro l'osteoporosi

rimedio naturale per il trattamento preventivo dell'osteoporosi

Come fare

1. Prepara una bottiglia d'acqua da un litro.

2. Versare 20 g di cloruro di magnesio.

3. Agitare la bottiglia per mescolare bene la polvere e l'acqua.

4. Bere mezzo bicchiere mattina e sera prima dei pasti.

5. Continua il trattamento per dieci giorni.

Scopri il trucco qui.

3. Per combattere il colesterolo

lotta-contro-colesterolo-con-cloruro-magnesio-cura

Come fare

1. Metti 1 litro d'acqua in una bottiglia.

2. Versare 1 bustina da 20 g di cloruro di magnesio.

3. Agitare per mescolare.

4. Bevi un bicchiere ogni mattina.

5. Continua per 3 settimane.

Scopri il trucco qui.

4. Per sbarazzarsi di una verruca

il trattamento naturale e rapido per le verruche cloruro di magnesio

Quello di cui hai bisogno

– cloruro di magnesio

– acqua

Applicare cloruro di magnesio direttamente sulla verruca.

Devi solo diluire una bustina in acqua e immergere un impacco.

Quindi applicare l'impacco sulla verruca per 1 ora.

Ripeti questo trattamento una volta al giorno per almeno due settimane.

Scopri il trucco qui.

5. Per trattare facilmente un mal di cancro

Per trattare facilmente un mal di cancro

Come fare

Il modo per usare il cloruro di magnesio qui è il collutorio.

1. Diluire una bustina di cloruro di magnesio diluito in 1 litro d'acqua.

2. Fai un collutorio con cloruro di magnesio diluito dopo ogni spazzolatura dei denti con un bicchiere d'acqua e una miscela di cloruro di magnesio. Un drink è sufficiente.

3. Tieni il liquido in bocca il più a lungo possibile, in modo che agisca sulla ferita.

4. Conserva il rimedio per 1 mese in frigorifero.

Scopri il trucco qui.

6. Contro il mal di testa e l'emicrania

Cloruro di magnesio per alleviare il mal di testa

Come fare

1. Dal primo mal di testa, bere un bicchiere d'acqua (20 cl) con una bustina di cloruro di magnesio diluito.

2. Se necessario, ripetere alcune ore dopo.

3. Se trovi che il cloruro di magnesio non è molto buono, aggiungi del succo di frutta o un po 'di zucchero.

Scopri il trucco qui.

7. Per trattare il gastro

Una donna si tiene lo stomaco a causa del dolore

Come fare

1. Quando compaiono i primi sintomi, bere 1 bicchiere (20 cl) di cloruro di magnesio diluito.

2. Prendi un secondo bicchiere di cloruro di magnesio diluito, circa 3-4 ore dopo.

3. Quindi distanzia gli sbocchi in base all'evoluzione della tua condizione.

Scopri il trucco qui.

8. Per alleviare i piedi gonfi dal calore

Piedi gonfiati dal calore che può essere alleviato con cloruro di magnesio

Come fare

1. Diluire una bustina (20 g) di cloruro di magnesio in una bacinella di acqua tiepida.

2. Immergere i piedi nella bacinella per almeno 15 min.

3. Asciugali accuratamente.

Scopri il trucco qui.

9. Contro i crampi

Una persona tiene il polpaccio perché ha un crampo

Come fare

1. Fai un ciclo da 1 a 2 bicchieri di cloruro di magnesio diluito al giorno per 3 settimane.

2. Se i sintomi persistono, è possibile che i tuoi crampi non siano dovuti alla mancanza di sali minerali. In questo caso, consultare il medico.

Scopri il trucco qui.

10. Contro il mal di gola

Una persona che si mette le mani sulla gola perché ha mal di gola

Come fare

1. Bere 1 bicchiere di cloruro di magnesio diluito ai primi sintomi.

2. Bere altre 3 ore dopo.

3. Bevilo una o due volte al giorno.

4. Il giorno successivo, abbassare la dose a seconda del dolore.

5. Continuare il trattamento con 1 bicchiere al giorno per 3 o 4 giorni.

Scopri il trucco qui.

11. Per alleviare condizioni simil-influenzali

Una persona tiene un bicchiere pieno di una miscela di acqua e cloruro di magnesio

Come fare

Quando compaiono i sintomi di condizioni simil-influenzali:

1. Prendi 1 bicchiere (20 cl) di cloruro di magnesio diluito in acqua.

2. Bere un secondo bicchiere 3 ore dopo.

3. Bevi un terzo drink almeno 6 ore dopo.

4. E infine altre 12 ore dopo.

5. Quindi fai una cura di 1 bicchiere al giorno per 5-8 giorni.

Scopri il trucco qui.

12. Contro reumatismi e dolori articolari

Una bustina di cloruro di magnesio Cooper

Come fare

1. Versare un litro d'acqua in una bottiglia.

2. Aggiungere 20 g di cloruro di magnesio.

3. Mescolare.

4. Bevi il tuo rimedio.

Scopri il trucco qui.

13. Per alleviare l'eczema in modo naturale

Eczema brufoli nel collo

Come fare

1. Diluisci la tua bustina di cloruro di magnesio in 20 cl di acqua.

2. Bevi questa miscela ogni mattina.

3. Prolunga il trattamento per 3 settimane.

4. Inoltre, passare un batuffolo di cotone imbevuto di cloruro di magnesio diluito in acqua più volte al giorno.

Scopri il trucco qui.

14. Contro gli attacchi di artrite

Dolore al ginocchio trattato con cloruro di magnesio

Come fare

1. Bere 3 bicchieri di cloruro di magnesio al giorno per 2 giorni.

2. Bere 2 bicchieri di cloruro di magnesio al giorno per 2 giorni.

3. Termina con 1 bicchiere di cloruro di magnesio per 10 giorni.

Scopri il trucco qui.

15. Per trattare le infezioni dell'orecchio senza antibiotici

Una giovane donna si tocca l'orecchio a causa del dolore

Come fare

1. Dal primo dolore diluire 20 g di cloruro di magnesio diluito in un litro d'acqua.

2. Bere un bicchiere d'acqua contenente cloruro di magnesio.

3. Ripeti tre ore dopo.

4. Il giorno dopo, bevi un drink ogni sei ore.

5. Due giorni dopo, bevi un drink ogni dodici ore.

6. Continua il trattamento per alcuni giorni, assumendo una bevanda al giorno.

Scopri il trucco qui.

16. Per curare una tosse grassa

Un giovane che tossisce

Come fare

1. Dai primi sintomi di tosse grassa, bevi 1 bicchiere (20 cl) di cloruro di magnesio diluito.

2. Prendi di nuovo 2 bicchieri di cloruro di magnesio durante il giorno.

3. Fai lo stesso il giorno successivo.

4. Termina con una cura da 10 a 15 giorni di 1 bicchiere al giorno.

Scopri il trucco qui.

17. Per alleviare gli attacchi di asma

Una giovane donna con un inalatore per l'asma in bocca

Come fare

1. Al momento dell'attacco, assumere 3 bicchieri di cloruro di magnesio al giorno per circa 6 giorni.

2. Quindi prendi 2 bicchieri al giorno per 6 giorni.

3. Termina con 1 bicchiere al giorno per 6 giorni.

Scopri il trucco qui.

18. Contro la sinusite

Un giovane usa uno spray nasale

Come fare

Dai primi sintomi:

1. Mescolare 30 cl di acqua tiepida, 1 cucchiaino di fleur de sel e 1/2 cucchiaino di cloruro di magnesio.

2. Metti questa miscela in un contenitore nasale venduto in farmacia o in una piccola bottiglia da spremere pulita.

3. Pulisci il naso una volta al giorno con questa miscela.

Scopri il trucco qui.

19. Per ridurre le macchie dell'età

Una mano con macchie dell'età e una mano senza macchie dell'età

Come fare

1. Diluire 20 g di cloruro di magnesio in un litro d'acqua.

2. Mescola bene con un cucchiaio.

3. Bevi un bicchiere di questo rimedio al mattino.

4. Bere un altro bicchiere di notte.

5. Continua questa cura per 3 settimane di seguito.

6. Fermati per 10 giorni consecutivi.

7. Se necessario, ricomincia il trattamento.

Scopri il trucco qui.

20. Contro le allergie primaverili

Una bambina allergica in un campo di fiori che starnutisce e si soffia il naso

Come fare

1. Prendi una cura al cloruro di magnesio alla fine di marzo.

2. Ripeti una o due volte l'anno.

Scopri il trucco qui.

21. Per alleviare i dolori mestruali

Disegno di una ragazza che si tiene la pancia a causa del dolore mestruale

Come fare

1. Prendi una bustina di cloruro di magnesio.

2. Diluiscilo in un litro d'acqua.

3. Bevi un bicchiere della soluzione non appena compaiono i primi sintomi.

Scopri il trucco qui.

22. Contro le cavità

Il volto di un dentista che guarda il suo paziente

Come fare

1. Diluire 20 grammi di cloruro di magnesio in 1 litro d'acqua.

2. Fai dei collutori con esso.

3. Lasciare il composto per circa 30 secondi in bocca, facendo gargarismi in modo che il cloruro di magnesio passi bene tra tutti i denti.

Scopri il trucco qui.

23. Per non essere stanchi del caldo

Una donna in pieno sole in un campo

Come fare

1. Diluire 1 bustina di cloruro di magnesio in 1 litro d'acqua.

2. Bere 1 bicchiere (20 cl) di cloruro di magnesio diluito per 3 settimane ogni mattina.

Puoi aggiungerlo al succo di frutta perché il sapore non è molto buono.

Scopri il trucco qui.

24. Per tornare a dormire

Un bicchiere d'acqua e cloruro di magnesio per migliorare il sonno

Quello di cui hai bisogno

– 1 cucchiaio di cloruro di magnesio

– Bottiglia d'acqua da 1 litro

– bicchiere

Come fare

1. Metti il ​​cloruro di magnesio nella bottiglia.

2. Diluire con un litro d'acqua.

3. Mescolare bene.

4. Bere da 1 a 2 bicchieri di questa miscela durante il giorno.

Scopri il trucco qui.

25. Per trattare rapidamente un punto d'ebollizione

Un rimedio per curare l'ebollizione

Come fare

1. Diluire una bustina di cloruro di magnesio in un litro d'acqua.

2. Bevi un bicchiere ogni mattina.

3. Ripeti la stessa operazione ogni notte.

4. Mescola un'altra bustina di cloruro di magnesio.

Scopri il trucco qui.

26. Contro la diminuzione della libido

Una vera di acqua e magnesio in cura per aumentare la libido

ingredienti

– cloruro di magnesio

– Bottiglia di vetro da 1 litro

– acqua

Come fare

1. Metti un cucchiaio di cloruro di magnesio nella bottiglia.

2. Aggiungi un litro d'acqua e chiudi la bottiglia.

3. Agitare per mescolare bene.

4. Prendi un bicchiere di questa soluzione al giorno.

Scopri il trucco qui.

27. Contro la febbre da fieno

Una donna con la febbre da fieno si soffia il naso

Come fare

1. Diluire 1 bustina di cloruro di magnesio in 1 litro d'acqua.

2. Dai primi giorni di sintomi, bere 2 o 3 bicchieri di cloruro di magnesio diluito al giorno per 5 giorni.

3. Quindi abbassare gradualmente le dosi.

Scopri il trucco qui.

28. Per alleviare un ascesso

Una persona si pizzica la pelle

Come fare

1. In caso di ascesso, seguire un corso di 3 settimane di cloruro di magnesio diluito.

2. Bere un bicchiere da 20 cl di cloruro ogni mattina.

3. Inoltre, prepara delle compresse imbevute di cloruro sulla ferita.

4. Per un ascesso dentale, anche il trucco funziona. Inoltre, fai dei collutori due volte al giorno (tieni il cloruro in bocca per 1 minuto, poi sputa).

Scopri il trucco qui.

29. Per aumentare la tua memoria senza farmaci

Disegno di un cervello che fa manubri

Come fare

1. Versare 1 litro d'acqua in una bottiglia.

2. Diluire una bustina da 20 g di cloruro di magnesio in acqua.

3. Agita la bottiglia per mescolare bene.

4. Bere mezzo bicchiere al mattino e alla sera.

5. Prendi una cura di un mese.

Scopri il trucco.

30. Per compensare le carenze di un piano

Un bicchiere alto di succo d'arancia con cloruro di magnesio

Come fare

1. Diluire 1 bustina di cloruro di magnesio in 1 litro d'acqua.

2. Ogni mattina mescolare 20 cl di cloruro di magnesio con 20 cl di succo d'arancia.

3. Bevi questa pozione per 3 settimane ogni mattina.

Scopri il trucco qui.

31. Per alleviare l'intestino irritabile

Un bicchiere d'acqua e cloruro di magnesio

Quello di cui hai bisogno

– 1 cucchiaio di cloruro di magnesio

– Bottiglia da 1 litro

– acqua

Come fare

1. Versa il cloruro di magnesio nella bottiglia.

2. Aggiungi un litro d'acqua.

3. Mescolare bene con un cucchiaio.

4. Bere mezzo bicchiere mattina e sera prima dei pasti.

5. Continua il trattamento per dieci giorni.

6. Allo stesso tempo, evitare cibi eccessivamente grassi, alcol, legumi, verdure crude e spezie.

Scopri il trucco qui.

32. Per sostituire l'aspirina

Una bustina di cloruro di magnesio Cooper accanto a un tubo di aspirina

Come fare

1. Per rafforzare efficacemente il suo sistema immunitario, il dosaggio consigliato è di prendere un ciclo di cloruro ogni anno per 3 settimane.

2. Una bustina di cloruro di magnesio viene diluita in 1 litro d'acqua. Basta bere un bicchiere grande (20 cl) ogni mattina.

3. Ma è anche consigliabile bere qualcosa non appena arriva l'emicrania per sfumarlo immediatamente.

Scopri il trucco qui.

33. Contro la stitichezza temporanea

La donna tiene lo stomaco a causa del dolore causato dalla stitichezza

Come fare

1. Diluire 1 bustina di cloruro di magnesio in 1 litro d'acqua.

2. Bere 1 o 2 bicchieri di cloruro diluito al giorno per 2 giorni.

Scopri il trucco qui.

34. Contro la stanchezza temporanea

Una bustina di cloruro di magnesio cooper e acqua per combattere la stanchezza temporanea

Quello di cui hai bisogno

– cloruro di magnesio

– acqua

Come fare

1. Versare una bustina di cloruro di magnesio in 1 litro d'acqua.

2. Mescola per amalgamare bene.

3. Bevi questa preparazione ogni giorno per 1 settimana.

Scopri il trucco qui.

35. Contro il diabete

Cloruro di magnesio

Come fare

1. Versare un litro d'acqua in una bottiglia.

2. Diluire 20 g di cloruro di magnesio al suo interno.

3. Chiudi la bottiglia e agita.

4. Bevi un bicchiere del tuo rimedio ogni giorno.

5. Rendere Cure di 3 settimane ogni anno.

36. Contro la rigidità muscolare

Un uomo gli sta trattenendo la schiena

Come fare

1. Fare un bagno a 37 ° C.

2. Aggiungere 3 cucchiai di sale grosso non raffinato.

3. Aggiungi 3 cucchiai di cloruro di magnesio (o nigari).

4. Immergiti per almeno 15 minuti in quest'acqua.

Scopri il trucco qui.

37. Per alleviare rapidamente la psoriasi

Una mano con psoriasi e una mano senza psoriasi dopo il trattamento

Come fare

1. Diluire 20 g di cloruro di magnesio in un litro d'acqua.

2. Quando si verifica una crisi, bevi un bicchiere al giorno.

3. Immergere un impacco sterile con acqua miscelata con cloruro di magnesio.

4. Applicalo sulle zone colpite dalla psoriasi.

Scopri il trucco qui.

38. Per rimanere concentrati più a lungo

Una mela, caffè, quaderni e libri aperti

Come fare

1. Diluire una bustina da 20 g di cloruro di magnesio in un litro d'acqua.

2. Bere uno o due bicchieri di questa miscela ogni giorno.

3. Fai questa cura per 3 settimane.

Scopri il trucco qui.

39. Come disinfettante naturale

infermiera-bobo-cloruro-magnesio

La ricetta è semplice: una bustina di cloruro di magnesio viene diluita in un litro d'acqua.

Quindi un impacco viene immerso nel liquido e disinfettato delicatamente, lasciandolo asciugare all'aria.

Scopri il trucco qui.

40. Per facilitare la gravidanza

gravidanza-gravidanza-donna-benefici-magnesio-cloruro

Sì, il cloruro di magnesio aiuta anche le mamme che sono incinte!

Ha il potere di alleviare i crampi notturni, ridurre lo stress e i disturbi del sonno associati alla gravidanza, regolare il transito intestinale e ridurre il dolore delle contrazioni.

Scopri i vantaggi qui.

41. Come fertilizzante naturale per l'orto

Un orto quadrato con lattuga

Come fare

Una volta alla settimana, durante l'irrigazione:

1. Riempi il tuo annaffiatoio.

2. Aggiungere 1 bustina di cloruro di magnesio.

3. Acqua come al solito. E questo è tutto !

Scopri il trucco qui.

Bonus: nigari o cloruro di magnesio: quale scegliere?

Nigari o cloruro di magnesio: quale scegliere?

Scopri le differenze qui.

Dove acquistare il cloruro di magnesio?

Trovi principalmente cloruro di magnesio dal tuo solito farmacista.

Il suo prezzo è abbastanza abbordabile, perché costa tra 1 e 2 € a bagaglio.

Puoi anche trovarlo su Internet, come qui per esempio.

Quanto a Nigari, viene venduto nei negozi biologici o su Internet, come qui ad esempio.

41 Usi del cloruro di magnesio.

Il tuo turno…

Conosci altri usi del cloruro di magnesio? Condividili nei commenti. Non vediamo l'ora di sentirti!

Ti piace questo trucco?

Condividilo con i tuoi amici su Facebook.

Inoltre da scoprire:

I 10 benefici dell'acqua ricca di magnesio.

19 usi segreti del solfato di magnesio.

Psorilax:promo |crema per psoriasi cbd

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, come si usa

Con l'estate di punta in pieno svolgimento, molte persone si rallegrano per il clima costantemente caldo e la possibilità di trascorrere più tempo all'aperto. Ma per quelli con patologie croniche della pelle come la psoriasi, l'eczema, la rosacea, il melasma e altro ancora, l'estate non è sempre quella che si è spezzata. Secondo il rapporto globale sul clima dell'Associazione nazionale oceanica e atmosferica, l'anno 2020 dovrebbe essere uno dei primi cinque anni più caldi mai registrati in tutto il mondo. I meteorologi prevedono che questa estate potrebbe essere più calda della media per la maggior parte degli Stati Uniti contigui, con temperature particolarmente elevate nel nord-est e in tutto l'ovest.

Per quelli con condizioni croniche della pelle come la rosacea o il melasma, il sole è un fattore scatenante per infiammazione, danno o arrossamento della pelle. Mentre l'esposizione al sole a piccoli incrementi può essere benefica per quelli con psoriasi ed eczema, le temperature molto calde e le sessioni di sudore che ne derivano possono suscitare reazioni tutt'altro che divertenti.

“In alcuni pazienti con malattie della pelle, l'eccesso di calore e il sudore sperimentati in estate possono rendere le condizioni ancora più scomode e talvolta peggiori”, afferma Joshua Zeichner, MD, direttore della ricerca cosmetica e clinica in dermatologia presso l'Ospedale Mount Sinai di New York City. “Può anche portare a problemi come l'eruzione di calore, la forfora e la follicolite”, aggiunge. Inoltre, la sudorazione più spesso può esacerbare alcune condizioni infiammatorie della pelle a causa delle tracce di sale presenti nel sudore e provocare arrossamenti, prurito e bruciore.

Se hai una di queste condizioni della pelle e scopri che stai lottando di più durante l'estate, siamo qui per dirti che non sei solo – e che ci sono misure che puoi prendere per rendere più sopportabili queste ondate di calore, se non piacevole . Abbiamo tutto ciò che devi sapere sull'uso della crema solare per le condizioni croniche della pelle, sugli ingredienti che calmano la pelle infiammata, cosa fare quando pensi di avere orticaria e molto altro.

Pelle cronica su calore e sole

Quando la pelle di qualcuno si irrita a causa dell'esposizione al sole, che si tratti di un'eruzione cutanea, orticaria o qualche altra attività di bagliore, questo è noto come fotosensibilità. Può verificarsi a causa di alcuni farmaci, come antibiotici e farmaci per il cuore – tuttavia, alcune condizioni della pelle stesse causano una maggiore sensibilità al sole. Detto in questo modo: per quelli con la pelle senza compromessi, alcune ore trascorse crogiolarsi al sole potrebbe significare un'abbronzatura dorata o, a seconda della genetica, una scottatura solare desolante. Ma per quelli con determinate condizioni della pelle, qualsiasi esposizione prolungata al sole può provocare reazioni avverse spiacevoli e talvolta più gravi. Se hai una di queste condizioni della pelle, potresti pensare due volte a come trascorri il tempo al sole.

PMLE: Si ritiene che l'eruzione della luce polimorfa (PMLE in breve) sia una malattia autoimmune in cui il sistema immunitario della pelle sta essenzialmente facendo un “errore” e reagendo ai raggi UV del sole sotto forma di un'eruzione rossa non squamosa che si attacca per pochi giorni dopo essere uscito. Post scriptum Può anche prudere ferocemente. In questo caso, la prevenzione è la migliore protezione. Caricare su SPF ad ampio spettro a base minerale che contengono ossido di zinco in quanto forniscono protezione contro l'intero spettro delle radiazioni ultraviolette. Inoltre, indossare indumenti che contengano il fattore di protezione dai raggi ultravioletti (UPF) quando si deve essere al sole ed evitare il sole nelle ore di punta (10 e 16).

Orticaria solare: Questa è una condizione rara causata da una reazione allergica al sole, che provoca alveari che compaiono in pochi minuti a un'ora di esposizione al sole – e diversamente dal PMLE, l'irritazione di solito si attenua dopo alcune ore. Attualmente, l'unico modo per prevenire questa condizione è praticare una protezione solare sicura ed evitare di andare al sole nelle ore di punta.

Acne rosacea: Il sole è uno dei fattori scatenanti più comuni per le riacutizzazioni della rosacea. Può causare arrossamenti e arrossamenti della pelle (il più delle volte sul viso) a peggiorare e formarsi protuberanze irregolari. Per questo motivo, è sempre meglio proteggere la pelle non solo con SPF, ma anche con un cappello a tesa larga.

melasma: Melasma si riferisce all'iperpigmentazione o allo scolorimento della pelle e in genere assume la forma di macchie grigie e marroni su fronte, guance, naso e labbro superiore. I raggi UV innescano la produzione di melanina nella pelle. La melanina è responsabile del pigmento nella nostra pelle, quindi quando è iper-stimolata, si verifica iperpigmentazione. All'esterno, assicurati di proteggere il viso con un cappello a tesa larga, preferibilmente con protezione UPF, oltre a indossare SPF 30 o superiore.

Eczema: Quelli con eczema possono essere più inclini a bruciare al sole se stanno vivendo una riacutizzazione e la loro barriera cutanea è compromessa. Detto questo, la terapia UV è in realtà un trattamento abbastanza efficace per alcune persone con eczema poiché la luce UVB ha effetti anti-infiammatori e aiuta a regolare le cellule T e ridurre il prurito. Tuttavia, i dermatologi consigliano di indossare SPF 30 per proteggere la pelle dall'invecchiamento e dal cancro.

Psoriasi: Simile all'eczema, la psoriasi è spesso trattata con terapia UV – nota anche come fototerapia – in ambito clinico. In media, la psoriasi tende a migliorare con l'esposizione alla luce solare, sebbene i dermatologi abbiano raccomandato un'esposizione limitata (da dieci a quindici minuti) e incoraggiano sempre i pazienti a indossare SPF per evitare di bruciare all'aperto.

Orticaria: Se hai mai avuto qualche forma di alveari, allora sei consapevole che sono l'assoluto peggio. E bene, quando compaiono dopo aver fatto una doccia calda fumante o trascorrendo del tempo al sole (ovvero due attività apparentemente felici), sono ancora più difficili da affrontare. Questi sono conosciuti come orticaria o orticaria colinergica, e sono unici in quanto si verificano quando si ha una reazione allergica al – avete indovinato – il caldo. Quelli con questa condizione sono fortemente influenzati dalle temperature calde e tendono a scoppiare negli alveari dopo l'allenamento, la doccia in acqua calda o semplicemente seduti fuori quando il clima è particolarmente bollente. Anche mangiare cibi piccanti a volte può causare orticaria in quanto aumenta la temperatura della pelle. (Uno scherzo così malato, lo sappiamo.)

9 ingredienti irritanti per la pelle

Ora che sei pronto a sopprimere le condizioni che causano la fotosensibilità, devi conoscere gli ingredienti comuni per la cura della pelle e i farmaci da prescrizione che possono anche rendere la pelle più sensibile e suscettibile alle reazioni avverse del sole. Di seguito troverai un elenco completo compilato da esperti. Per essere chiari: non stiamo dicendo che dovresti mai utilizzare una di queste cose, ma piuttosto prestare particolare attenzione alla protezione solare quando lo si fa.

  • Retinoidi topici: Questi hanno dimostrato di causare l'assottigliamento dello strato esterno della pelle, noto come strato corneo. Uno strato corneo più sottile non può proteggere anche la pelle dai raggi UV, aumentando la probabilità di scottarsi.
  • Medicinali per l'acne: L'ingrediente principale di molti farmaci per l'acne è il retinoide. Come accennato in precedenza, i prodotti contenenti retinolo o retinoidi sono uno dei principali responsabili della fotosensibilità. Pertanto, assicurati di prendere le dovute precauzioni durante l'uso di farmaci per l'acne come Absorica (isotretinoina), Tazorac (tazarotene) e Retin-A (tretinoina).
  • Acido salicilico: Questo beta idrossiacido dissolve le connessioni tra le cellule dello strato esterno della pelle, rendendo la pelle più suscettibile alle scottature solari.
  • Acido glicolico: Questo alfa idrossiacido aiuta la pelle a liberare le cellule morte dalla sua superficie e isola lo strato esterno della pelle, aumentando così il rischio di scottature.
  • Oli essenziali: Mentre molti oli essenziali hanno benefici lenitivi, illuminanti per la pelle e anti-invecchiamento, alcuni – come il bergamotto e il limone – sono anche fotosensibilizzanti. In presenza di luce UV, alcuni oli essenziali possono provocare una reazione fototossica, che è un'ustione chimica causata da una reazione tra il sole e l'olio essenziale sulla pelle. Se hai intenzione di utilizzare oli essenziali, devi lavarli completamente prima di uscire all'aperto. E, se fanno parte di un prodotto per la cura della pelle che usi, come una crema idratante, assicurati di applicare SPF in modo libero e indossa un cappello se rimarrai fuori per un lungo periodo di tempo.
  • Catrame di carbone: Questo ingrediente aiuta a normalizzare il turnover delle cellule della pelle e aiuta a ridurre l'infiammazione della pelle, motivo per cui è usato per trattare la psoriasi. È ampiamente disponibile negli shampoo in quanto aiuta a eliminare lo strato superiore della pelle morta, che a sua volta può aumentare la probabilità che la pelle del cuoio capelluto sviluppi una scottatura solare.
  • Antibiotici di classe tetraciclina: Questi sono spesso prescritti dai dermatologi per curare l'acne. Abbassando i livelli di batteri che causano l'acne sulla pelle, possono successivamente ridurre l'infiammazione e trattare i brufoli. Alcuni di questi farmaci, in particolare la doxiciclina, possono metterti a rischio di scottature solari, sebbene il motivo esatto sia ancora sconosciuto.
  • Farmaci antinfiammatori non steroidei: A volte, gli antidolorifici comunemente usati come l'ibuprofene (Advil o Motrin) o il naprossene (Aleve o Naprosyn) devono essere accusati di fotosensibilità. Il modo in cui questi farmaci causano la fotosensibilità probabilmente ha a che fare con il modo in cui inibiscono l'infiammazione in altre parti del corpo che gonfia la sensibilità della pelle agli effetti dannosi del sole.
  • Farmaci per il cuore: Alcuni farmaci per il cuore come il cordarone (amiodarone), utilizzati per le anomalie del ritmo cardiaco, nonché i farmaci per la pressione arteriosa come Cardizem (diltiazem) e Procardia (nifedipina) possono innescare fotosensibilità. Questi farmaci assorbono la luce UV e la rilasciano sulla pelle, dove provoca più danni.

Come funziona la protezione solare

“Studi scientifici supportano l'uso della protezione solare su base regolare per proteggere contro il cancro della pelle”, osserva Carrie Kovarik, M.D., professore di dermatologia presso l'Università della Pennsylvania a Filadelfia. “La protezione solare previene anche le scottature solari e riduce i segni dell'invecchiamento sulla pelle.” Esistono due tipi principali di creme solari che funzionano in diversi modi:

  • Filtri solari chimici: Questi contengono ingredienti come avobenzone e ottisalato, che assorbono i raggi UV come una spugna. “Questi filtri solari tendono ad essere più facili da strofinare sulla pelle senza lasciare residui bianchi”, afferma il dott. Kovarik. Ecco il problema: possono essere irritanti per la pelle sensibile perché contengono composti chimici che assorbono i raggi UV e lo convertono in energia che viene rilasciata come calore. Per alcuni, questo afflusso di calore può causare irritazione.
  • Schermi solari minerali / fisici: Questi deviano i raggi del sole dalla tua pelle, più come uno scudo, spiega il dott. Kovarik. Contengono ingredienti come biossido di titanio o ossido di zinco. Se la tua pelle è super sensibile, questo tipo di protezione solare potrebbe essere una scommessa migliore in quanto in genere contengono meno ingredienti e più delicati.

L'altra cosa che può essere difficile da decodificare è il Fattore di protezione solare (SPF) della tua crema solare preferita. Idealmente, i dermatologi raccomandano di indossare un minimo di 30 SPF su base giornaliera, e questo vale per se sarai al chiuso o all'aperto. Se trascorrerai la giornata all'aperto, potrebbe essere utile sparare con SPF 50 o anche 100. L'SPF più alto non significa che sia effettivamente più forte, ma significa che la protezione dura più a lungo.

A proposito, se si dimentica di riapplicare diligentemente ogni due ore, la crema solare può sfregarsi sulla pelle o essere lavata via dall'acqua o dal sudore, il che ne rovinerà l'efficacia. Un'altra cosa da tenere a mente è il tuo ambiente: “Prestare particolare attenzione all'acqua, alla neve e alla sabbia, poiché riflettono i raggi dannosi del sole, che possono aumentare le possibilità di scottature”, afferma il dott. Kovarik. In questi casi, potresti anche voler utilizzare un SPF più elevato.

Nei mesi estivi, il Indice UV (una misurazione standard della forza della radiazione ultravioletta che produce scottature solari) è mediamente più alta che in altri periodi dell'anno. Il dott. Kovarik spiega che le ore tra le 10 e le 14 sono quando l'indice UV è più alto e quando è più importante cercare ombra se è possibile. La copertura nuvolosa non indica inoltre l'assenza di raggi UV. “La protezione solare dovrebbe ancora essere utilizzata nei giorni nuvolosi”, afferma il dott. Kovarik, poiché le nuvole sottili consentono il passaggio dei raggi e le nuvole gonfie possono persino deviare i raggi e aumentare le radiazioni UV.

La scelta di una crema solare

Un'altra lotta che molte persone croniche della pelle sentono sta cercando di scegliere una crema solare che non faccia sentire la pelle irritata AF. La psoriasi, l'eczema e altre condizioni della pelle non rispondono bene a molte sostanze chimiche e alcuni prodotti possono persino esacerbare l'irritazione esistente. “Per i pazienti che possono avere la pelle sensibile, utilizzare una crema solare con le parole” pelle sensibile “sull'etichetta”, suggerisce il dott. Kovarik. “Evitare i prodotti con profumo, parabeni o ossibenzone: benzofenone-2, benzofenone-3, diosibenzone, messenone, sulisobenzone o sulisobenzone sodico.”

Cerca creme solari fisiche o minerali piuttosto che varietà chimiche, poiché i dermatologi dicono che generalmente contengono meno sostanze chimiche e ingredienti che possono essere irritanti per i tipi di pelle sensibili. Il Dr. Lebwohl dice ai suoi pazienti di acquistare la crema solare con dimeticone o simeticone, ingredienti che proteggono la pelle presenti in molti prodotti cosmetici.

E per la cronaca, non provare a creare la tua crema solare a casa. “La tua protezione solare non è stata testata per essere un SPF specifico o proteggere da un ampio spettro di radiazioni UV”, avverte il dott. Kovarik. “Prima di dichiarare di avere un determinato SPF o di resistere all'acqua, è necessario che i filtri solari commerciali siano conformi a rigide specifiche.”

“La protezione solare dovrebbe essere applicata in modo uniforme su tutte le aree esposte della pelle, in particolare naso, orecchie, labbra, collo, mani e piedi, ma assicurati di evitare di applicare la protezione solare su aree danneggiate o rotte”, afferma Michelle Henry, MD, sedia del comitato educativo della American Society for Dermatologic Surgery. Ecco alcuni da provare in base a varie condizioni croniche della pelle:

Inoltre, l'abbigliamento protettivo solare è un'opzione eccellente. “Le persone con condizioni della pelle come l'eczema dovrebbero indossare indumenti eczema-compatibili (ad es. Cotone e altri tessuti delicati) con una copertura ottimale o indumenti protettivi per il sole e cappelli a tesa larga per evitare danni da sole”, afferma il Dr. Henry. “Il tessuto è valutato per il suo livello di protezione che fornisce contro i raggi UV, un termine che chiamiamo fattore di protezione ultravioletta (UPF).”

La tendenza da evitare della stagione: “Quarantanning”

Coniato da Martha Viera, MD, dermatologo del Jackson Health System di Coral Gables, FL, “quarantanning” si riferisce a un aumento delle condizioni della pelle legate al sole a seguito di attività domestiche come trascorrere più tempo all'aperto o lavorare vicino a una finestra . “I raggi UV non solo penetrano attraverso le nuvole, ma possono anche penetrare attraverso il vetro e le finestre di vetro sono principalmente progettate per proteggere dai raggi UVB ma non dai raggi UVA che penetrano in profondità nella pelle”, afferma il dottor Viera, che consiglia di indossare la protezione solare all'interno di ogni giorno. Un consiglio per chi usa gel o creme da prescrizione: attendi cinque minuti per consentire al prodotto di affondare completamente prima di applicare uno strato liberale di crema solare (preferibilmente minerale in quanto è più delicato) sulla pelle. E non lesinare sulla riapplicazione.

Le condizioni della pelle che sono maggiormente colpite dalla “quarantanning” includono melasma e rosacea, quindi se si dispone di uno di essi, si dovrebbe essere molto diligenti riguardo alla protezione solare. La dott.ssa Viera suggerisce di cercare l'ombra il più possibile, specialmente nelle ore di punta, indossando indumenti protettivi solari e, naturalmente, applicando SPF ad ampio spettro 30 o superiore ogni due ore.

Sunburn vs. Sun Poisoning

Che ci crediate o no, scottature e avvelenamenti da sole – che le persone con patologie cutanee croniche sono maggiormente a rischio di ottenere a causa di una barriera cutanea interrotta che rende la pelle più secca e più irritata – sono in realtà le stesse. L'unica vera differenza tra i due è il livello di gravità. Ad esempio, quando si ottiene un'ustione regolare, di solito si verificano arrossamenti, dolore e desquamazione. In alcuni casi, anche prurito. Ma quando si avvelena il sole, i sintomi sono in genere peggiori. Inoltre, è possibile sviluppare Di Più sintomi come piccole vesciche, gonfiore, nausea, febbre, vertigini e disidratazione. Per curare l'avvelenamento da sole, oltre a un'ustione regolare, gli esperti raccomandano di fare bagni freddi per ridurre l'infiammazione e applicare frequentemente l'aloe vera (vedi sotto). Se hai la febbre alta, il dolore intenso o il vomito, dovresti contattare il medico o recarti in un pronto soccorso, al più presto, per essere sicuro, in quanto potresti sperimentare un colpo di calore, che può essere pericoloso per la vita.

7 ingredienti lenitivi

Bene, ora che abbiamo coperto la maggior parte degli ingredienti e dei farmaci che causano la sensibilità alla luce solare, è tempo di parlare di alcuni degli ingredienti che aiutano a lenire le scottature solari e la pelle infiammata (rosso, prurito, ecc.) A causa di il sole e il caldo. Di seguito, i nostri esperti analizzano gli ingredienti che dovresti cercare e su cui fare affidamento durante i mesi estivi afosi – e in più, perché funzionano.

  • Allantoina: Trovato naturalmente nella radice di consolida maggiore, questo ingrediente è noto per la sua capacità di lenire e curare la pelle danneggiata e si trova nei sieri e nelle creme idratanti. Prova: Crema Ultra Repair di First Aid Beauty.
  • Aloe Vera: Probabilmente l'ingrediente più noto per lenire le irritazioni della pelle, l'aloe è ricca di polisaccaridi e grassi sterolici che aiutano a generare una proteina antiossidante nella pelle chiamata metallotioneina. Questi ragazzi seguono i radicali liberi indotti dal sole, aiutando a lenire l'infiammazione e il rossore. Prova: lozione all'aloe di Mario Badescu.
  • ceramidi: Questi sono grassi naturali presenti nello strato esterno della pelle. Aiutano la pelle a trattenere l'umidità e proteggono dagli aggressori ambientali come l'inquinamento. Li trovi in ​​sieri, lozioni, creme, gel doccia e altro ancora. Prova: idratante rassodante arricchito con ceramide Paula's Choice.
  • Farina d'avena colloidale: Questo è sia un antinfiammatorio che un emolliente, una sostanza che ammorbidisce e lenisce la pelle secca, ruvida e irritata attirando e legando l'acqua al rivestimento più esterno della pelle. Possiede anche antiossidanti noti come avenathramides, che aiutano attivamente a calmare la pelle irritata. Puoi applicarlo tramite determinate lozioni e crema o sotto forma di un bagno in ammollo. Prova: il trattamento bagno rilassante di Aveeno.
  • Radice di liquirizia: Questo ingrediente aiuta a lenire la pelle arrossata e irritata a causa della presenza di un agente antinfiammatorio chiamato glicirrizina. Si trova in molti sieri, oli e creme idratanti ed è meglio usarlo applicandolo direttamente sulla pelle. Prova: Siero Booster Liquirizia Eminence Organics.
  • Burro di Karitè: Questo estratto è un ingrediente emolliente che ammorbidisce le cellule ruvide sulla superficie della pelle e ha benefici idratanti che leniscono la pelle in difficoltà. Viene spesso usato per addensare le creme idratanti e renderle più facili da sfumare nella pelle. Prova: Toleriane Ultra Cream di La Roche-Posay.
  • Soia: Questo ingrediente naturalmente lenitivo è l'ideale per chi ha rosacea o irritazioni della pelle e si trova in molte creme idratanti. Prova: crema idratante per la soia quotidiana di Aveeno positivamente radiosa.

* Segnalazione aggiuntiva di Sarah Ellis

Psorilax:come funziona |crema per psoriasi in farmacia

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, quanto costa

Con l'estate di punta in pieno svolgimento, molte persone si rallegrano per il clima costantemente caldo e la possibilità di trascorrere più tempo all'aperto. Ma per quelli con patologie croniche della pelle come la psoriasi, l'eczema, la rosacea, il melasma e altro ancora, l'estate non è sempre quella che si è spezzata. Secondo il rapporto globale sul clima dell'Associazione nazionale oceanica e atmosferica, l'anno 2020 dovrebbe essere uno dei primi cinque anni più caldi mai registrati in tutto il mondo. I meteorologi prevedono che questa estate potrebbe essere più calda della media per la maggior parte degli Stati Uniti contigui, con temperature particolarmente elevate nel nord-est e in tutto l'ovest.

Per quelli con condizioni croniche della pelle come la rosacea o il melasma, il sole è un fattore scatenante per infiammazione, danno o arrossamento della pelle. Mentre l'esposizione al sole a piccoli incrementi può essere benefica per quelli con psoriasi ed eczema, le temperature molto calde e le sessioni di sudore che ne derivano possono suscitare reazioni tutt'altro che divertenti.

“In alcuni pazienti con malattie della pelle, l'eccesso di calore e il sudore sperimentati in estate possono rendere le condizioni ancora più scomode e talvolta peggiori”, afferma Joshua Zeichner, MD, direttore della ricerca cosmetica e clinica in dermatologia presso l'Ospedale Mount Sinai di New York City. “Può anche portare a problemi come l'eruzione di calore, la forfora e la follicolite”, aggiunge. Inoltre, la sudorazione più spesso può esacerbare alcune condizioni infiammatorie della pelle a causa delle tracce di sale presenti nel sudore e provocare arrossamenti, prurito e bruciore.

Se hai una di queste condizioni della pelle e scopri che stai lottando di più durante l'estate, siamo qui per dirti che non sei solo – e che ci sono misure che puoi prendere per rendere più sopportabili queste ondate di calore, se non piacevole . Abbiamo tutto ciò che devi sapere sull'uso della crema solare per le condizioni croniche della pelle, sugli ingredienti che calmano la pelle infiammata, cosa fare quando pensi di avere orticaria e molto altro.

Pelle cronica su calore e sole

Quando la pelle di qualcuno si irrita a causa dell'esposizione al sole, che si tratti di un'eruzione cutanea, orticaria o qualche altra attività di bagliore, questo è noto come fotosensibilità. Può verificarsi a causa di alcuni farmaci, come antibiotici e farmaci per il cuore – tuttavia, alcune condizioni della pelle stesse causano una maggiore sensibilità al sole. Detto in questo modo: per quelli con la pelle senza compromessi, alcune ore trascorse crogiolarsi al sole potrebbe significare un'abbronzatura dorata o, a seconda della genetica, una scottatura solare desolante. Ma per quelli con determinate condizioni della pelle, qualsiasi esposizione prolungata al sole può provocare reazioni avverse spiacevoli e talvolta più gravi. Se hai una di queste condizioni della pelle, potresti pensare due volte a come trascorri il tempo al sole.

PMLE: Si ritiene che l'eruzione della luce polimorfa (PMLE in breve) sia una malattia autoimmune in cui il sistema immunitario della pelle sta essenzialmente facendo un “errore” e reagendo ai raggi UV del sole sotto forma di un'eruzione rossa non squamosa che si attacca per pochi giorni dopo essere uscito. Post scriptum Può anche prudere ferocemente. In questo caso, la prevenzione è la migliore protezione. Caricare su SPF ad ampio spettro a base minerale che contengono ossido di zinco in quanto forniscono protezione contro l'intero spettro delle radiazioni ultraviolette. Inoltre, indossare indumenti che contengano il fattore di protezione dai raggi ultravioletti (UPF) quando si deve essere al sole ed evitare il sole nelle ore di punta (10 e 16).

Orticaria solare: Questa è una condizione rara causata da una reazione allergica al sole, che provoca alveari che compaiono in pochi minuti a un'ora di esposizione al sole – e diversamente dal PMLE, l'irritazione di solito si attenua dopo alcune ore. Attualmente, l'unico modo per prevenire questa condizione è praticare una protezione solare sicura ed evitare di andare al sole nelle ore di punta.

Acne rosacea: Il sole è uno dei fattori scatenanti più comuni per le riacutizzazioni della rosacea. Può causare arrossamenti e arrossamenti della pelle (il più delle volte sul viso) a peggiorare e formarsi protuberanze irregolari. Per questo motivo, è sempre meglio proteggere la pelle non solo con SPF, ma anche con un cappello a tesa larga.

melasma: Melasma si riferisce all'iperpigmentazione o allo scolorimento della pelle e in genere assume la forma di macchie grigie e marroni su fronte, guance, naso e labbro superiore. I raggi UV innescano la produzione di melanina nella pelle. La melanina è responsabile del pigmento nella nostra pelle, quindi quando è iper-stimolata, si verifica iperpigmentazione. All'esterno, assicurati di proteggere il viso con un cappello a tesa larga, preferibilmente con protezione UPF, oltre a indossare SPF 30 o superiore.

Eczema: Quelli con eczema possono essere più inclini a bruciare al sole se stanno vivendo una riacutizzazione e la loro barriera cutanea è compromessa. Detto questo, la terapia UV è in realtà un trattamento abbastanza efficace per alcune persone con eczema poiché la luce UVB ha effetti anti-infiammatori e aiuta a regolare le cellule T e ridurre il prurito. Tuttavia, i dermatologi consigliano di indossare SPF 30 per proteggere la pelle dall'invecchiamento e dal cancro.

Psoriasi: Simile all'eczema, la psoriasi è spesso trattata con terapia UV – nota anche come fototerapia – in ambito clinico. In media, la psoriasi tende a migliorare con l'esposizione alla luce solare, sebbene i dermatologi abbiano raccomandato un'esposizione limitata (da dieci a quindici minuti) e incoraggiano sempre i pazienti a indossare SPF per evitare di bruciare all'aperto.

Orticaria: Se hai mai avuto qualche forma di alveari, allora sei consapevole che sono l'assoluto peggio. E bene, quando compaiono dopo aver fatto una doccia calda fumante o trascorrendo del tempo al sole (ovvero due attività apparentemente felici), sono ancora più difficili da affrontare. Questi sono conosciuti come orticaria o orticaria colinergica, e sono unici in quanto si verificano quando si ha una reazione allergica al – avete indovinato – il caldo. Quelli con questa condizione sono fortemente influenzati dalle temperature calde e tendono a scoppiare negli alveari dopo l'allenamento, la doccia in acqua calda o semplicemente seduti fuori quando il clima è particolarmente bollente. Anche mangiare cibi piccanti a volte può causare orticaria in quanto aumenta la temperatura della pelle. (Uno scherzo così malato, lo sappiamo.)

9 ingredienti irritanti per la pelle

Ora che sei pronto a sopprimere le condizioni che causano la fotosensibilità, devi conoscere gli ingredienti comuni per la cura della pelle e i farmaci da prescrizione che possono anche rendere la pelle più sensibile e suscettibile alle reazioni avverse del sole. Di seguito troverai un elenco completo compilato da esperti. Per essere chiari: non stiamo dicendo che dovresti mai utilizzare una di queste cose, ma piuttosto prestare particolare attenzione alla protezione solare quando lo si fa.

  • Retinoidi topici: Questi hanno dimostrato di causare l'assottigliamento dello strato esterno della pelle, noto come strato corneo. Uno strato corneo più sottile non può proteggere anche la pelle dai raggi UV, aumentando la probabilità di scottarsi.
  • Medicinali per l'acne: L'ingrediente principale di molti farmaci per l'acne è il retinoide. Come accennato in precedenza, i prodotti contenenti retinolo o retinoidi sono uno dei principali responsabili della fotosensibilità. Pertanto, assicurati di prendere le dovute precauzioni durante l'uso di farmaci per l'acne come Absorica (isotretinoina), Tazorac (tazarotene) e Retin-A (tretinoina).
  • Acido salicilico: Questo beta idrossiacido dissolve le connessioni tra le cellule dello strato esterno della pelle, rendendo la pelle più suscettibile alle scottature solari.
  • Acido glicolico: Questo alfa idrossiacido aiuta la pelle a liberare le cellule morte dalla sua superficie e isola lo strato esterno della pelle, aumentando così il rischio di scottature.
  • Oli essenziali: Mentre molti oli essenziali hanno benefici lenitivi, illuminanti per la pelle e anti-invecchiamento, alcuni – come il bergamotto e il limone – sono anche fotosensibilizzanti. In presenza di luce UV, alcuni oli essenziali possono provocare una reazione fototossica, che è un'ustione chimica causata da una reazione tra il sole e l'olio essenziale sulla pelle. Se hai intenzione di utilizzare oli essenziali, devi lavarli completamente prima di uscire all'aperto. E, se fanno parte di un prodotto per la cura della pelle che usi, come una crema idratante, assicurati di applicare SPF in modo libero e indossa un cappello se rimarrai fuori per un lungo periodo di tempo.
  • Catrame di carbone: Questo ingrediente aiuta a normalizzare il turnover delle cellule della pelle e aiuta a ridurre l'infiammazione della pelle, motivo per cui è usato per trattare la psoriasi. È ampiamente disponibile negli shampoo in quanto aiuta a eliminare lo strato superiore della pelle morta, che a sua volta può aumentare la probabilità che la pelle del cuoio capelluto sviluppi una scottatura solare.
  • Antibiotici di classe tetraciclina: Questi sono spesso prescritti dai dermatologi per curare l'acne. Abbassando i livelli di batteri che causano l'acne sulla pelle, possono successivamente ridurre l'infiammazione e trattare i brufoli. Alcuni di questi farmaci, in particolare la doxiciclina, possono metterti a rischio di scottature solari, sebbene il motivo esatto sia ancora sconosciuto.
  • Farmaci antinfiammatori non steroidei: A volte, gli antidolorifici comunemente usati come l'ibuprofene (Advil o Motrin) o il naprossene (Aleve o Naprosyn) devono essere accusati di fotosensibilità. Il modo in cui questi farmaci causano la fotosensibilità probabilmente ha a che fare con il modo in cui inibiscono l'infiammazione in altre parti del corpo che gonfia la sensibilità della pelle agli effetti dannosi del sole.
  • Farmaci per il cuore: Alcuni farmaci per il cuore come il cordarone (amiodarone), utilizzati per le anomalie del ritmo cardiaco, nonché i farmaci per la pressione arteriosa come Cardizem (diltiazem) e Procardia (nifedipina) possono innescare fotosensibilità. Questi farmaci assorbono la luce UV e la rilasciano sulla pelle, dove provoca più danni.

Come funziona la protezione solare

“Studi scientifici supportano l'uso della protezione solare su base regolare per proteggere contro il cancro della pelle”, osserva Carrie Kovarik, M.D., professore di dermatologia presso l'Università della Pennsylvania a Filadelfia. “La protezione solare previene anche le scottature solari e riduce i segni dell'invecchiamento sulla pelle.” Esistono due tipi principali di creme solari che funzionano in diversi modi:

  • Filtri solari chimici: Questi contengono ingredienti come avobenzone e ottisalato, che assorbono i raggi UV come una spugna. “Questi filtri solari tendono ad essere più facili da strofinare sulla pelle senza lasciare residui bianchi”, afferma il dott. Kovarik. Ecco il problema: possono essere irritanti per la pelle sensibile perché contengono composti chimici che assorbono i raggi UV e lo convertono in energia che viene rilasciata come calore. Per alcuni, questo afflusso di calore può causare irritazione.
  • Schermi solari minerali / fisici: Questi deviano i raggi del sole dalla tua pelle, più come uno scudo, spiega il dott. Kovarik. Contengono ingredienti come biossido di titanio o ossido di zinco. Se la tua pelle è super sensibile, questo tipo di protezione solare potrebbe essere una scommessa migliore in quanto in genere contengono meno ingredienti e più delicati.

L'altra cosa che può essere difficile da decodificare è il Fattore di protezione solare (SPF) della tua crema solare preferita. Idealmente, i dermatologi raccomandano di indossare un minimo di 30 SPF su base giornaliera, e questo vale per se sarai al chiuso o all'aperto. Se trascorrerai la giornata all'aperto, potrebbe essere utile sparare con SPF 50 o anche 100. L'SPF più alto non significa che sia effettivamente più forte, ma significa che la protezione dura più a lungo.

A proposito, se si dimentica di riapplicare diligentemente ogni due ore, la crema solare può sfregarsi sulla pelle o essere lavata via dall'acqua o dal sudore, il che ne rovinerà l'efficacia. Un'altra cosa da tenere a mente è il tuo ambiente: “Prestare particolare attenzione all'acqua, alla neve e alla sabbia, poiché riflettono i raggi dannosi del sole, che possono aumentare le possibilità di scottature”, afferma il dott. Kovarik. In questi casi, potresti anche voler utilizzare un SPF più elevato.

Nei mesi estivi, il Indice UV (una misurazione standard della forza della radiazione ultravioletta che produce scottature solari) è mediamente più alta che in altri periodi dell'anno. Il dott. Kovarik spiega che le ore tra le 10 e le 14 sono quando l'indice UV è più alto e quando è più importante cercare ombra se è possibile. La copertura nuvolosa non indica inoltre l'assenza di raggi UV. “La protezione solare dovrebbe ancora essere utilizzata nei giorni nuvolosi”, afferma il dott. Kovarik, poiché le nuvole sottili consentono il passaggio dei raggi e le nuvole gonfie possono persino deviare i raggi e aumentare le radiazioni UV.

La scelta di una crema solare

Un'altra lotta che molte persone croniche della pelle sentono sta cercando di scegliere una crema solare che non faccia sentire la pelle irritata AF. La psoriasi, l'eczema e altre condizioni della pelle non rispondono bene a molte sostanze chimiche e alcuni prodotti possono persino esacerbare l'irritazione esistente. “Per i pazienti che possono avere la pelle sensibile, utilizzare una crema solare con le parole” pelle sensibile “sull'etichetta”, suggerisce il dott. Kovarik. “Evitare i prodotti con profumo, parabeni o ossibenzone: benzofenone-2, benzofenone-3, diosibenzone, messenone, sulisobenzone o sulisobenzone sodico.”

Cerca creme solari fisiche o minerali piuttosto che varietà chimiche, poiché i dermatologi dicono che generalmente contengono meno sostanze chimiche e ingredienti che possono essere irritanti per i tipi di pelle sensibili. Il Dr. Lebwohl dice ai suoi pazienti di acquistare la crema solare con dimeticone o simeticone, ingredienti che proteggono la pelle presenti in molti prodotti cosmetici.

E per la cronaca, non provare a creare la tua crema solare a casa. “La tua protezione solare non è stata testata per essere un SPF specifico o proteggere da un ampio spettro di radiazioni UV”, avverte il dott. Kovarik. “Prima di dichiarare di avere un determinato SPF o di resistere all'acqua, è necessario che i filtri solari commerciali siano conformi a rigide specifiche.”

“La protezione solare dovrebbe essere applicata in modo uniforme su tutte le aree esposte della pelle, in particolare naso, orecchie, labbra, collo, mani e piedi, ma assicurati di evitare di applicare la protezione solare su aree danneggiate o rotte”, afferma Michelle Henry, MD, sedia del comitato educativo della American Society for Dermatologic Surgery. Ecco alcuni da provare in base a varie condizioni croniche della pelle:

Inoltre, l'abbigliamento protettivo solare è un'opzione eccellente. “Le persone con condizioni della pelle come l'eczema dovrebbero indossare indumenti eczema-compatibili (ad es. Cotone e altri tessuti delicati) con una copertura ottimale o indumenti protettivi per il sole e cappelli a tesa larga per evitare danni da sole”, afferma il Dr. Henry. “Il tessuto è valutato per il suo livello di protezione che fornisce contro i raggi UV, un termine che chiamiamo fattore di protezione ultravioletta (UPF).”

La tendenza da evitare della stagione: “Quarantanning”

Coniato da Martha Viera, MD, dermatologo del Jackson Health System di Coral Gables, FL, “quarantanning” si riferisce a un aumento delle condizioni della pelle legate al sole a seguito di attività domestiche come trascorrere più tempo all'aperto o lavorare vicino a una finestra . “I raggi UV non solo penetrano attraverso le nuvole, ma possono anche penetrare attraverso il vetro e le finestre di vetro sono principalmente progettate per proteggere dai raggi UVB ma non dai raggi UVA che penetrano in profondità nella pelle”, afferma il dottor Viera, che consiglia di indossare la protezione solare all'interno di ogni giorno. Un consiglio per chi usa gel o creme da prescrizione: attendi cinque minuti per consentire al prodotto di affondare completamente prima di applicare uno strato liberale di crema solare (preferibilmente minerale in quanto è più delicato) sulla pelle. E non lesinare sulla riapplicazione.

Le condizioni della pelle che sono maggiormente colpite dalla “quarantanning” includono melasma e rosacea, quindi se si dispone di uno di essi, si dovrebbe essere molto diligenti riguardo alla protezione solare. La dott.ssa Viera suggerisce di cercare l'ombra il più possibile, specialmente nelle ore di punta, indossando indumenti protettivi solari e, naturalmente, applicando SPF ad ampio spettro 30 o superiore ogni due ore.

Sunburn vs. Sun Poisoning

Che ci crediate o no, scottature e avvelenamenti da sole – che le persone con patologie cutanee croniche sono maggiormente a rischio di ottenere a causa di una barriera cutanea interrotta che rende la pelle più secca e più irritata – sono in realtà le stesse. L'unica vera differenza tra i due è il livello di gravità. Ad esempio, quando si ottiene un'ustione regolare, di solito si verificano arrossamenti, dolore e desquamazione. In alcuni casi, anche prurito. Ma quando si avvelena il sole, i sintomi sono in genere peggiori. Inoltre, è possibile sviluppare Di Più sintomi come piccole vesciche, gonfiore, nausea, febbre, vertigini e disidratazione. Per curare l'avvelenamento da sole, oltre a un'ustione regolare, gli esperti raccomandano di fare bagni freddi per ridurre l'infiammazione e applicare frequentemente l'aloe vera (vedi sotto). Se hai la febbre alta, il dolore intenso o il vomito, dovresti contattare il medico o recarti in un pronto soccorso, al più presto, per essere sicuro, in quanto potresti sperimentare un colpo di calore, che può essere pericoloso per la vita.

7 ingredienti lenitivi

Bene, ora che abbiamo coperto la maggior parte degli ingredienti e dei farmaci che causano la sensibilità alla luce solare, è tempo di parlare di alcuni degli ingredienti che aiutano a lenire le scottature solari e la pelle infiammata (rosso, prurito, ecc.) A causa di il sole e il caldo. Di seguito, i nostri esperti analizzano gli ingredienti che dovresti cercare e su cui fare affidamento durante i mesi estivi afosi – e in più, perché funzionano.

  • Allantoina: Trovato naturalmente nella radice di consolida maggiore, questo ingrediente è noto per la sua capacità di lenire e curare la pelle danneggiata e si trova nei sieri e nelle creme idratanti. Prova: Crema Ultra Repair di First Aid Beauty.
  • Aloe Vera: Probabilmente l'ingrediente più noto per lenire le irritazioni della pelle, l'aloe è ricca di polisaccaridi e grassi sterolici che aiutano a generare una proteina antiossidante nella pelle chiamata metallotioneina. Questi ragazzi seguono i radicali liberi indotti dal sole, aiutando a lenire l'infiammazione e il rossore. Prova: lozione all'aloe di Mario Badescu.
  • ceramidi: Questi sono grassi naturali presenti nello strato esterno della pelle. Aiutano la pelle a trattenere l'umidità e proteggono dagli aggressori ambientali come l'inquinamento. Li trovi in ​​sieri, lozioni, creme, gel doccia e altro ancora. Prova: idratante rassodante arricchito con ceramide Paula's Choice.
  • Farina d'avena colloidale: Questo è sia un antinfiammatorio che un emolliente, una sostanza che ammorbidisce e lenisce la pelle secca, ruvida e irritata attirando e legando l'acqua al rivestimento più esterno della pelle. Possiede anche antiossidanti noti come avenathramides, che aiutano attivamente a calmare la pelle irritata. Puoi applicarlo tramite determinate lozioni e crema o sotto forma di un bagno in ammollo. Prova: il trattamento bagno rilassante di Aveeno.
  • Radice di liquirizia: Questo ingrediente aiuta a lenire la pelle arrossata e irritata a causa della presenza di un agente antinfiammatorio chiamato glicirrizina. Si trova in molti sieri, oli e creme idratanti ed è meglio usarlo applicandolo direttamente sulla pelle. Prova: Siero Booster Liquirizia Eminence Organics.
  • Burro di Karitè: Questo estratto è un ingrediente emolliente che ammorbidisce le cellule ruvide sulla superficie della pelle e ha benefici idratanti che leniscono la pelle in difficoltà. Viene spesso usato per addensare le creme idratanti e renderle più facili da sfumare nella pelle. Prova: Toleriane Ultra Cream di La Roche-Posay.
  • Soia: Questo ingrediente naturalmente lenitivo è l'ideale per chi ha rosacea o irritazioni della pelle e si trova in molte creme idratanti. Prova: crema idratante per la soia quotidiana di Aveeno positivamente radiosa.

* Segnalazione aggiuntiva di Sarah Ellis

Psorilax:Veloce |psoriasi unghie crema

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, quanto costa

    Prodotti medicati per la cura della pelle

Globale “ Mercato dei prodotti medicinali per la cura della pelle“Il rapporto 2020 comprende importanti fattori quali le ultime tendenze, i driver di prestazione, i principali attori, le entrate, il tasso di crescita e il volume delle vendite e le opinioni dei consumatori. Il rapporto Mercato dei prodotti per la cura della pelle medicata fornisce informazioni dettagliate sulle imprese a livello globale e regionale attraverso un'analisi all-inclusive e approfondimenti sugli sviluppi che interessano le imprese. Ospita un'intera panoramica del mercato, comprese le dimensioni del mercato, la quota e la proiezione di questo mercato globale, entro un determinato intervallo di tempo. Quindi, copre i principali attori che operano nel mercato dei prodotti medicati per la cura della pelle.

Ottieni un PDF di esempio del rapporto – https://www.marketreportsworld.com/enquiry/request-sample/15876484

La ricerca sul mercato 2020 dei prodotti per la cura della pelle a livello mondiale fornisce una panoramica di base del settore, comprese definizioni, classificazioni, applicazioni e struttura della catena industriale. Il rapporto sul mercato globale dei prodotti medicati per la cura della pelle viene fornito per i mercati internazionali, nonché le tendenze di sviluppo, l'analisi del paesaggio competitivo e lo stato di sviluppo delle regioni chiave. Vengono discusse le politiche e i piani di sviluppo, nonché i processi di produzione e le strutture dei costi. La presente relazione indica inoltre consumi / domanda di importazione / esportazione, cifre, costi, prezzi, entrate e margini lordi.

Comprendere in che modo l'impatto di COVID-19 è trattato in questo rapporto. Ottieni una copia di prova del rapporto all'indirizzo-

https://www.marketreportsworld.com/enquiry/request-covid19/15876484

La ricerca copre l'attuale dimensione del mercato dei prodotti per la cura della pelle medicata e i suoi tassi di crescita sulla base di record di 6 anni con profilo aziendale dei principali attori / produttori:

  • Bayer
  • Beiersdorf
  • Pfizer
  • Johnson & Johnson
  • Kao Corporation
  • Baxter Laboratories
  • Dermatologia avanzata
  • Anacor Pharmaceuticals
  • SkinMedica
  • Unilever
  • Taisho Pharmaceuticals
  • Otsuka Pharmaceutical
  • Merz Nord America

Informazioni sul mercato dei prodotti medicinali per la cura della pelle:

I prodotti medicinali per la cura della pelle aiutano a superare vari problemi legati alla pelle ferendo le guarigioni della pelle con l'aiuto delle sue proprietà antinfiammatorie e di altre utili proprietà mediche. I prodotti medicinali per la cura della pelle sono anche usati per trattare vari problemi legati alla pelle come la psoriasi, l'eczema, la pelle secca e la dermatite. Esistono in varie forme tra cui detergenti, creme idratanti per viso e corpo, creme per mani e piedi, scrub, cura delle labbra e disinfettanti per le mani, tra gli altri. I prodotti medicinali per la cura della pelle calmano la pelle irritata e infiammata mentre ripristinano la pelle indebolita con ingredienti naturali e artificiali essenziali. I prodotti medicinali per la cura della pelle sono infusi con vari ingredienti, che sono vitali per il processo di guarigione della pelle. Ad esempio, Madecassoside è un ingrediente attivo per la cura della pelle derivato dalla pianta Centella asiatica. La centella asiatica è una pianta medicinale che è stata utilizzata nella medicina ayurvedica in India per diversi anni. Madecassoside ha diverse proprietà anti-invecchiamento e di guarigione della pelle. Analisi di mercato e approfondimenti: mercato globale dei prodotti per la cura della pelle medicata La dimensione del mercato globale dei prodotti per la cura della pelle medicale dovrebbe raggiungere i milioni di dollari entro il 2026, dai milioni di dollari nel 2020, a un CAGR di nel periodo 2021-2026. Prodotti per la cura della pelle medicale globale Ambito e dimensioni del mercato Il mercato dei prodotti per la cura della pelle dedicati è segmentato per tipo e per applicazione. I giocatori, le parti interessate e altri partecipanti al mercato globale dei prodotti per la cura della pelle medicata saranno in grado di avere il sopravvento mentre utilizzano il rapporto come una potente risorsa. L'analisi segmentale si concentra su vendite, ricavi e previsioni per Tipo e per Applicazione per il periodo 2015-2026.

La presente relazione si concentra sui prodotti medicinali per la cura della pelle nel mercato globale, in particolare in Nord America, Europa e Asia-Pacifico, Sud America, Medio Oriente e Africa. Questo rapporto classifica il mercato in base a produttori, regioni, tipo e applicazione.

Ottieni una copia di esempio del rapporto sul mercato dei prodotti per la cura della pelle medicati 2020

Rapporto analizza ulteriormente lo stato di sviluppo del mercato e la futura tendenza del mercato dei prodotti per la cura della pelle medicata in tutto il mondo. Inoltre, suddivide la segmentazione del mercato dei prodotti per la cura della pelle medicata per tipo e per applicazioni per ricercare in modo completo e approfondito e rivelare il profilo e le prospettive del mercato.

Le principali classificazioni sono le seguenti:

Le principali applicazioni sono le seguenti:

geograficamente, questo rapporto è segmentato in diverse regioni chiave, con vendite, entrate, quota di mercato e tasso di crescita dei prodotti medicinali per la cura della pelle in queste regioni, dal 2015 al 2026,

  • Nord America (Stati Uniti, Canada e Messico)
  • Europa (Germania, Regno Unito, Francia, Italia, Russia e Turchia ecc.)
  • Asia-Pacifico (Cina, Giappone, Corea, India, Australia, Indonesia, Tailandia, Filippine, Malesia e Vietnam)
  • Sud America (Brasile, Argentina, Colombia ecc.)
  • Medio Oriente e Africa (Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Egitto, Nigeria e Sudafrica)

Questo rapporto di ricerca / analisi di mercato dei prodotti per la cura della pelle medicata contiene le risposte alle seguenti domande

  • Quale tecnologia di produzione viene utilizzata per i prodotti medicati per la cura della pelle? Quali sviluppi stanno avvenendo in quella tecnologia? Quali tendenze stanno causando questi sviluppi?
  • Chi sono i principali attori globali in questo mercato di prodotti per la cura della pelle medicata? Quali sono il loro profilo aziendale, le informazioni sui loro prodotti e le informazioni di contatto?
  • Qual era lo stato del mercato globale del mercato dei prodotti per la cura della pelle medicata? Qual era la capacità, il valore della produzione, il costo e l'utile del mercato dei prodotti per la cura della pelle medicata?
  • Qual è lo stato attuale del mercato dell'industria dei prodotti medicinali per la cura della pelle? Qual è la concorrenza sul mercato in questo settore, sia per l'azienda che per paese? Qual è l'analisi di mercato del mercato dei prodotti per la cura della pelle medicata prendendo in considerazione applicazioni e tipi?
  • Quali sono le proiezioni dell'industria globale dei prodotti per la cura della pelle medicata che tengono conto della capacità, della produzione e del valore della produzione? Quale sarà la stima di costi e profitti? Quale sarà la quota di mercato, l'offerta e il consumo? Che dire di importare ed esportare?
  • Che cos'è l'analisi della catena di mercato dei prodotti per la cura della pelle medicata per materie prime a monte e industria a valle?
  • Qual è l'impatto economico sull'industria dei prodotti per la cura della pelle medicata? Quali sono i risultati dell'analisi macroeconomica ambientale globale? Quali sono le tendenze di sviluppo dell'ambiente macroeconomico globale?
  • Quali sono le dinamiche di mercato dei prodotti medicinali per la cura della pelle? Quali sono le sfide e le opportunità?
  • Quali dovrebbero essere le strategie di accesso, le contromisure all'impatto economico e i canali di marketing per l'industria dei prodotti per la cura della pelle medicata?

Informarsi prima di acquistare questo rapporto su –

https://www.marketreportsworld.com/enquiry/pre-order-enquiry/15876484

Principali punti dal sommario:

1 copertura di studio
1.1 Prodotti medicati per la cura della pelle Introduzione al prodotto
1.2 Segmenti di mercato
1.3 Principali produttori di prodotti per la cura della pelle medicata coperti: classifica per entrate
1.4 Mercato per tipo
1.4.1 Dimensione globale del mercato dei prodotti per la cura della pelle medicati per tipo
1.4.2 Naturale
1.4.3 Sintetico
1.5 Mercato per applicazione
1.5.1 Tasso di crescita globale del mercato dei prodotti per la cura della pelle medicati per applicazione
1.5.2 Maschio
1.5.3 Femmina
1.5.4 Bambini
1.6 Obiettivi di studio
1,7 anni considerati

2 Riepilogo esecutivo
2.1 Dimensione, stime e previsioni del mercato globale dei prodotti per la cura della pelle medicati
2.1.1 Entrate globali dei prodotti per la cura della pelle medicata 2015-2026
2.1.2 Vendite globali di prodotti per la cura della pelle medicata 2015-2026
2.2 Prodotti medicali globali per la cura della pelle, dimensioni del mercato per regioni di produzione: 2015 VS 2020 VS 2026
2.2.1 Scenario di mercato retrospettivo globale dei prodotti medicinali per la cura della pelle nelle vendite per regione: 2015-2020
2.2.2 Scenario di mercato retrospettivo globale dei prodotti medicinali per la cura della pelle in Entrate per regione: 2015-2020

3 Paesaggio dei concorrenti di prodotti per la cura della pelle con farmaci globali
3.1 Vendite di prodotti medicinali per la cura della pelle da parte dei produttori
3.1.1 Vendite di prodotti medicinali per la cura della pelle da parte dei produttori (2015-2020)
3.1.2 Quota di mercato delle vendite di prodotti per la cura della pelle con farmaci (2015-2020)
3.2 Entrate dei prodotti per la cura della pelle medicata dai produttori
3.2.1 Entrate dei prodotti medicinali per la cura della pelle dei produttori (2015-2020)
3.2.2 Quota di entrate dei prodotti per la cura della pelle medicata dai produttori (2015-2020)
3.2.3 Rapporto di concentrazione del mercato globale dei prodotti medicinali per la cura della pelle (CR5 e HHI) (2015-2020)
3.2.4 Entrate delle prime 10 e prime 5 aziende globali per fatturato di prodotti per la cura della pelle medicata nel 2019
3.2.5 Quota di mercato globale dei prodotti per la cura della pelle medicata per tipo di azienda (Livello 1, Livello 2 e Livello 3)
3.3 Prezzo dei prodotti medicinali per la cura della pelle per produttore
3.4 Distribuzione di prodotti medicinali per la cura della pelle, produzione di base, tipi di prodotto
3.4.1 Produttori di prodotti per la cura della pelle medicata Produzione Base di distribuzione, sede
3.4.2 Produttori Prodotti per la cura della pelle medicati Tipo di prodotto
3.4.3 Data di ingresso dei produttori internazionali nel mercato dei prodotti per la cura della pelle medicata
3.5 Fusioni e acquisizioni dei produttori, piani di espansione

4 Dimensioni del mercato per tipo (2015-2026)
4.1 Dimensione del mercato dei prodotti medicinali per la cura della pelle globale per tipo (2015-2020)
4.1.1 Vendite globali di prodotti per la cura della pelle medicata per tipologia (2015-2020)
4.1.2 Entrate globali dei prodotti per la cura della pelle medicata per tipologia (2015-2020)
4.1.3 Prezzo di vendita medio dei prodotti medicati per la cura della pelle (ASP) per tipo (2015-2026)
4.2 Previsione globale delle dimensioni del mercato dei prodotti medicinali per la cura della pelle per tipo (2021-2026)
4.2.1 Previsione globale delle vendite di prodotti per la cura della pelle con farmaci per tipo (2021-2026)
4.2.2 Previsione delle entrate dei prodotti medicinali per la cura della pelle globale per tipo (2021-2026)
4.2.3 Prezzo medio di vendita (ASP) dei prodotti medicinali per la cura della pelle, previsione per tipo (2021-2026)
4.3 Quota di mercato globale dei prodotti per la cura della pelle con medicinali per fascia di prezzo (2015-2020): fascia bassa, fascia media e fascia alta

5 Dimensioni del mercato per applicazione (2015-2026)
5.1 Dimensione globale del mercato dei prodotti medicinali per la cura della pelle per applicazione (2015-2020)
5.1.1 Vendite globali di prodotti per la cura della pelle medicata per applicazione (2015-2020)
5.1.2 Entrate globali dei prodotti per la cura della pelle medicata per applicazione (2015-2020)
5.1.3 Prezzo dei prodotti medicinali per la cura della pelle per applicazione (2015-2020)
5.2 Previsione delle dimensioni del mercato dei prodotti medicinali per la cura della pelle per applicazione (2021-2026)
5.2.1 Previsione globale delle vendite di prodotti per la cura della pelle con farmaci (2021-2026)
5.2.2 Previsione delle entrate dei prodotti medicinali per la cura della pelle globale per applicazione (2021-2026)
5.2.3 Previsione globale dei prodotti per la cura della pelle con medicinali per applicazione (2021-2026)

6 Nord America
6.1 Prodotti per la cura della pelle medicati del Nord America per Paese
6.1.1 Vendite di prodotti medicali per la cura del Nord America per paese
6.1.2 Entrate dei prodotti per la cura della pelle medicata del Nord America per paese
6.1.3 Stati Uniti
6.1.4 Canada
6.2 Prodotti e prodotti per la cura della pelle medicati del Nord America Fatti e cifre del mercato per tipo
6.3 Dati e cifre del mercato dei prodotti per la cura della pelle medicati in Nord America per applicazione

7 Europa
7.1 Prodotti per la cura della pelle medicati in Europa per Paese
7.1.1 Vendite di prodotti medicali per la cura della pelle in Europa per paese
7.1.2 Entrate dei prodotti per la cura della pelle medicati in Europa per paese
7.1.3 Germania
7.1.4 Francia
7.1.5 Regno Unito
7.1.6 Italia
7.1.7 Russia
7.2 Prodotti e prodotti per la cura della pelle medicati in Europa Dati di mercato per tipo
7.3 Dati e cifre del mercato europeo dei prodotti per la cura della pelle medicati per applicazione

8 Asia Pacifico
8.1 Prodotti per la cura della pelle medicati dell'Asia del Pacifico per regione
8.1.1 Vendite di prodotti per la cura della pelle con medicinali dell'Asia del Pacifico per regione
8.1.2 Entrate dei prodotti per la cura della pelle medicata dell'Asia del Pacifico per regione
8.1.3 Cina
8.1.4 Giappone
8.1.5 Corea del Sud
8.1.6 India
8.1.7 Australia
8.1.8 Taiwan
8.1.9 Indonesia
8.1.10 Thailandia
8.1.11 Malesia
8.1.12 Filippine
8.1.13 Vietnam
8.2 Dati e cifre del mercato dei prodotti per la cura della pelle medicati dell'Asia del Pacifico per tipo
8.3 Fatti e cifre del mercato dei prodotti per la cura della pelle medicati dell'Asia del Pacifico per applicazione

9 America Latina
9.1 Prodotti per la cura della pelle medicati dell'America Latina per Paese
9.1.1 Vendite di prodotti medicinali per la cura della pelle in America Latina per paese
9.1.2 Entrate dei prodotti per la cura della pelle medicata in America Latina per paese
9.1.3 Messico
9.1.4 Brasile
9.1.5 Argentina
9.2 Mercato centrale e meridionale dei prodotti per la cura della pelle fatti e cifre del mercato per tipo
9.3 Fatti e cifre del mercato dei prodotti per la cura della pelle medicati nell'America centrale e meridionale per applicazione

10 Medio Oriente e Africa
10.1 Prodotti per la cura della pelle medicati in Medio Oriente e Africa per paese
10.1.1 Vendite di medicinali per la cura della pelle in Medio Oriente e Africa per paese
10.1.2 Entrate dei prodotti per la cura della pelle medicata in Medio Oriente e Africa per paese
10.1.3 Turchia
10.1.4 Arabia Saudita
10.1.5 U.A.E
10.2 Medio Oriente e Africa Prodotti per la cura della pelle medicati Fatti e cifre del mercato per tipologia
10.3 Fatti e cifre del mercato dei prodotti per la cura della pelle medicati in Medio Oriente e Africa per applicazione

11 profili aziendali
11.1 Bayer
11.1.1 Informazioni su Bayer Corporation
11.1.2 Descrizione di Bayer e panoramica aziendale
11.1.3 Vendite, ricavi e margine lordo di Bayer (2015-2020)
11.1.4 Prodotti per la cura della pelle medicati Bayer Prodotti offerti
11.1.5 Sviluppi relativi a Bayer
11.2 Beiersdorf
11.2.1 Informazioni su Beiersdorf Corporation
11.2.2 Descrizione di Beiersdorf e panoramica dell'attività
11.2.3 Vendite, ricavi e margine lordo di Beiersdorf (2015-2020)
11.2.4 Prodotti per la cura della pelle medicati di Beiersdorf Prodotti offerti
11.2.5 Sviluppi correlati a Beiersdorf
11.3 Pfizer
11.3.1 Informazioni Pfizer Corporation
11.3.2 Descrizione e panoramica aziendale di Pfizer
11.3.3 Vendite, entrate e margine lordo di Pfizer (2015-2020)
11.3.4 Prodotti per la cura della pelle medicati Pfizer Prodotti offerti
11.3.5 Sviluppi relativi a Pfizer
11.4 Johnson & Johnson
11.4.1 Informazioni su Johnson & Johnson Corporation
11.4.2 Johnson & Johnson Descrizione e panoramica dell'attività
11.4.3 Johnson & Johnson Vendite, ricavi e margine lordo (2015-2020)
11.4.4 Prodotti per la cura della pelle medicati Johnson & Johnson Prodotti offerti
11.4.5 Johnson & Johnson Sviluppi correlati
11.5 Kao Corporation
11.5.1 Informazioni su Kao Corporation Corporation
11.5.2 Descrizione della Kao Corporation e panoramica dell'attività
11.5.3 Vendite, entrate e margine lordo di Kao Corporation (2015-2020)
11.5.4 Kao Corporation Prodotti per la cura della pelle medicati Prodotti offerti
11.5.5 Sviluppi correlati a Kao Corporation
11.6 Laboratori Baxter
11.6.1 Informazioni su Baxter Laboratories Corporation
11.6.2 Descrizione e panoramica dell'attività dei laboratori Baxter
11.6.3 Vendite, ricavi e margine lordo di Baxter Laboratories (2015-2020)
11.6.4 Baxter Laboratories Prodotti per la cura della pelle medicati Prodotti offerti
11.6.5 Baxter Laboratories: sviluppi correlati
11.7 Dermatologia avanzata
11.7.1 Informazioni su Advanced Dermatology Corporation
11.7.2 Descrizione della dermatologia avanzata e panoramica dell'attività
11.7.3 Vendite, entrate e margine lordo di dermatologia avanzata (2015-2020)
11.7.4 Prodotti per la cura della pelle medicati con dermatologia avanzata Prodotti offerti
11.7.5 Sviluppi correlati alla dermatologia avanzata
11.8 Anacor Pharmaceuticals
11.8.1 Informazioni su Anacor Pharmaceuticals Corporation
11.8.2 Descrizione e panoramica dell'attività di Anacor Pharmaceuticals
11.8.3 Vendite, ricavi e margine lordo di Anacor Pharmaceuticals (2015-2020)
11.8.4 Prodotti per la cura della pelle medicati Anacor Pharmaceuticals Prodotti offerti
11.8.5 Sviluppi correlati ad Anacor Pharmaceuticals
11.9 SkinMedica
11.9.1 Informazioni su SkinMedica Corporation
11.9.2 Descrizione di SkinMedica e panoramica aziendale
11.9.3 Vendite, entrate e margine lordo di SkinMedica (2015-2020)
11.9.4 Prodotti per la cura della pelle medicati SkinMedica Prodotti offerti
11.9.5 SkinMedica Related Developments
11.10 Unilever
11.10.1 Informazioni su Unilever Corporation
11.10.2 Descrizione di Unilever e panoramica aziendale
11.10.3 Vendite unilever, entrate e margine lordo (2015-2020)
11.10.4 Prodotti per la cura della pelle medicati Unilever Prodotti offerti
11.10.5 Sviluppi relativi a Unilever
11.1 Bayer
11.1.1 Informazioni su Bayer Corporation
11.1.2 Descrizione di Bayer e panoramica aziendale
11.1.3 Vendite, ricavi e margine lordo di Bayer (2015-2020)
11.1.4 Prodotti per la cura della pelle medicati Bayer Prodotti offerti
11.1.5 Sviluppi relativi a Bayer
11.12 Otsuka Pharmaceutical
11.12.1 Informazioni su Otsuka Pharmaceutical Corporation
11.12.2 Descrizione farmaceutica di Otsuka e panoramica dell'attività
11.12.3 Vendite farmaceutiche, ricavi e margine lordo di Otsuka (2015-2020)
11.12.4 Offerta di prodotti farmaceutici Otsuka
11.12.5 Sviluppi relativi al settore farmaceutico di Otsuka
11.13 Merz Nord America
11.13.1 Informazioni su Merz North America Corporation
11.13.2 Descrizione di Merz North America e panoramica dell'attività
11.13.3 Merz North America Vendite, entrate e margine lordo (2015-2020)
11.13.4 Merz North America Prodotti offerti
11.13.5 Merz North America Related Developments

12 Previsioni future per regioni (Paesi) (2021-2026)
12.1 Stime e proiezioni del mercato dei prodotti medicinali per la cura della pelle per regione
12.1.1 Previsioni di vendita globali di prodotti per la cura della pelle medicata per regioni 2021-2026
12.1.2 Previsione globale delle entrate dei prodotti medicinali per la cura della pelle per regioni 2021-2026
12.2 Previsioni sulla dimensione del mercato dei prodotti per la cura della pelle medicati del Nord America (2021-2026)
12.2.1 Nord America: previsioni di vendita dei prodotti medicinali per la cura della pelle (2021-2026)
12.2.2 Nord America: previsioni entrate prodotti medicinali per la cura della pelle (2021-2026)
12.2.3 Nord America: Previsione delle dimensioni del mercato dei prodotti medicinali per la cura della pelle per paese (2021-2026)
12.3 Previsione delle dimensioni del mercato dei prodotti medicinali per la cura della pelle in Europa (2021-2026)
12.3.1 Europa: Previsioni di vendita dei prodotti medicinali per la cura della pelle (2021-2026)
12.3.2 Europa: previsioni entrate prodotti medicati per la cura della pelle (2021-2026)
12.3.3 Europa: Previsione delle dimensioni del mercato dei prodotti medicinali per la cura della pelle per paese (2021-2026)
12.4 Previsione delle dimensioni del mercato dei prodotti per la cura della pelle medicati dell'Asia del Pacifico (2021-2026)
12.4.1 Asia Pacifico: previsioni di vendita dei prodotti medicinali per la cura della pelle (2021-2026)
12.4.2 Asia Pacifico: Previsione delle entrate dei prodotti medicinali per la cura della pelle (2021-2026)
12.4.3 Asia Pacifico: Previsione delle dimensioni del mercato dei prodotti per la cura della pelle medicata per regione (2021-2026)
12.5 Previsione delle dimensioni del mercato dei prodotti per la cura della pelle con farmaci in America Latina (2021-2026)
12.5.1 America Latina: previsioni sulle vendite dei prodotti medicinali per la cura della pelle (2021-2026)
12.5.2 America Latina: previsioni entrate prodotti medicinali per la cura della pelle (2021-2026)
12.5.3 America Latina: Previsione delle dimensioni del mercato dei prodotti medicinali per la cura della pelle per paese (2021-2026)
12.6 Previsioni sulla dimensione del mercato dei prodotti per la cura della pelle medicati in Medio Oriente e Africa (2021-2026)
12.6.1 Medio Oriente e Africa: previsioni di vendita dei prodotti medicinali per la cura della pelle (2021-2026)
12.6.2 Medio Oriente e Africa: previsione delle entrate dei prodotti medicinali per la cura della pelle (2021-2026)
12.6.3 Medio Oriente e Africa: Previsione delle dimensioni del mercato dei prodotti medicinali per la cura della pelle per paese (2021-2026)

13 Analisi dei fattori di opportunità, sfide, rischi e influenze del mercato
13.1 Opportunità e driver di mercato
13.2 Sfide del mercato
13.3 Rischi / restrizioni del mercato
13.4 Analisi delle cinque forze di Porter
13.5 Interviste primarie con i giocatori chiave dei prodotti per la cura della pelle medicata (opinion leader)

14 Analisi della catena del valore e dei canali di vendita
14.1 Analisi della catena del valore
14.2 Clienti di prodotti per la cura della pelle medicata
14.3 Analisi dei canali di vendita
14.3.1 Canali di vendita
14.3.2 Distributori

15 Risultati della ricerca e conclusioni

16 Appendice
16.1 Metodologia della ricerca
16.1.1 Metodologia / Approccio alla ricerca
16.1.2 Origine dati
16.2 Dettagli dell'autore
16.3 Dichiarazione di non responsabilità

Acquista questo rapporto (Prezzo 3900 USD per una licenza per singolo utente) –

https://www.marketreportsworld.com/purchase/15876484

Riguardo a noi: –

Market Reports World è la fonte credibile per ottenere rapporti sul mercato che ti fornirà la guida per le tue esigenze aziendali. Il mercato sta cambiando rapidamente con la continua espansione del settore. L'avanzamento della tecnologia ha fornito alle aziende di oggi vantaggi poliedrici con conseguenti turni economici giornalieri. Pertanto, è molto importante per un'azienda comprendere gli schemi dei movimenti del mercato al fine di strategizzare meglio. Una strategia efficiente offre alle aziende un vantaggio nella pianificazione e un vantaggio rispetto ai concorrenti.

CONTATTACI

Nome: Ajay Altro

E-mail: (E-mail protetto)

Telefono: US +1 424 253 0807 / UK +44 203 239 8187

Psorilax:Facilmente |creme psoriasi mar morto

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, quanto costa

Immunic ha annunciato dati positivi sulla linea superiore per IMU-838

Immunic Inc. (IMUX) ha annunciato i dati di punta della sperimentazione di fase EMPhASIS del candidato al farmaco principale, IMU-838, rivolta a pazienti con sclerosi multipla recidivante-remittente o RRMS. La società ha riferito che la sperimentazione ha raggiunto tutti i suoi endpoint primari e secondari. È stato anche osservato che il candidato al farmaco è ben tollerato e sicuro, in linea con i dati precedenti.

Lo studio di fase 2 EMPhASIS è stato uno studio internazionale, multicentrico, in doppio cieco. Questo studio randomizzato, controllato con placebo, di gruppo parallelo mira a valutare l'efficacia e la sicurezza di IMU-838 nei pazienti con RRMS. Ha arruolato 210 pazienti in 36 centri distribuiti in quattro paesi europei. Di questi, 209 pazienti hanno ricevuto almeno una dose di IMU-838 o placebo. 197 pazienti hanno completato il periodo di trattamento in cieco di 24 settimane.

Lo studio ha mostrato una riduzione statisticamente significativa del numero cumulativo di lesioni MRI attive uniche combinate fino alla settimana 24 in pazienti che ricevono 45 mg di IMU-838 una volta al giorno, del 62%, rispetto al placebo, soddisfacendo così l'endpoint primario. Andreas Muehler di Immunic ha dichiarato: “I pazienti nello studio EMPhASIS hanno mostrato risposte solide su tutti gli endpoint dello studio inclusi nell'analisi della linea superiore. Oltre a mostrare un'attività coerente di IMU-838 in RRMS utilizzando diverse misure, i dati dello studio supportano anche il profilo favorevole di sicurezza e tollerabilità di IMU-838 precedentemente osservato nei pazienti con RRMS. “

Lo studio ha raggiunto il suo endpoint secondario principale producendo una riduzione statisticamente significativa del numero cumulativo di lesioni MRI CUA per la dose di 30 mg una volta al giorno del 70% rispetto al placebo. Alcuni dei suoi altri endpoint secondari si basano su diversi parametri di risonanza magnetica, nonché su endpoint clinici inclusi eventi di ricaduta. La società ha dichiarato che, a causa del campo di applicazione dello studio, non è stato ritenuto opportuno effettuare un'analisi statistica completa di questi endpoint.

Il 42,9% dei pazienti trattati con IMU-838 ha riportato eventi avversi emergenti dal trattamento, mentre nel gruppo placebo, il 43,5% si è lamentato dello stesso. Sono stati segnalati eventi avversi gravi legati al trattamento da 3 pazienti su 140 pazienti con IMU-838. Per il gruppo placebo, 1 paziente su 69 pazienti ha riportato tali incidenti. Non vi è stato alcun aumento degli eventi epatici o renali per i bracci di trattamento IMU-838 rispetto al placebo.

Immunic ha inoltre aggiunto che i pazienti nello studio hanno mostrato solide risposte per tutti gli endpoint dello studio. I dati hanno inoltre confermato il profilo di sicurezza e tollerabilità del candidato al farmaco. La società sta ora progettando i suoi piani futuri per quanto riguarda il trattamento.

IMU-838 è un modulatore immunitario selettivo disponibile per via orale. Funziona controllando il metabolismo intracellulare delle cellule immunitarie attivate. Agisce sulle cellule T e B attivate mentre ha un impatto minimo su altre cellule immunitarie. Gli inibitori di DHODH come IMU-838 possiedono generalmente un impatto antivirale basato sull'ospite.

Immunic Inc. è una società in fase clinica ed è principalmente finalizzata allo sviluppo di terapie per malattie infiammatorie croniche e autoimmuni come colite ulcerosa, psoriasi, morbo di Crohn e sclerosi multipla recidivante-remittente. La società sta attualmente lavorando allo sviluppo di tre piccoli prodotti molecolari tra cui IMU-838. Gli altri suoi prodotti di piombo sono IMU-935 e IMU-856. Il primo è un agonista inverso di RORγt mentre il secondo ha come obiettivo il ripristino della funzione di barriera intestinale.

Catalyst Pharma viene punito nella causa FDA

Lo stock di Catalyst Pharmaceuticals (CPRX) è inciampato quando la società ha ricevuto una sentenza avversa nella sua causa contro la FDA. La causa in questione riguarda Firdapse. La società aveva fatto causa alla FDA a giugno 2019 in seguito all'approvazione di Ruzurgi per i bambini, consentendogli di essere prescritta “off label” anche per gli adulti. Ruzurgi è stato sviluppato da Jacobus Pharmaceutical Company.

Nell'ultimo sviluppo, un giudice magistrato ha formulato una raccomandazione al giudice del tribunale distrettuale che alla FDA e Jacobus sono concesse proposte di giudizio sommario mentre la mozione di Catalyst è negata per un giudizio sommario. La società sta attualmente rivedendo la decisione ed è dell'opinione che la decisione sia errata in termini di legge. Catalyst prevede di proseguire ulteriormente il corso con il giudice distrettuale.

Catalyst sostiene che la raccomandazione non modifica il fatto che Jacobus non è autorizzato, ai sensi della legge pertinente, a commercializzare il suo prodotto a pazienti adulti di LEMS negli Stati Uniti. Patrick J. McEnany, Presidente e CEO della Società, ha aggiunto: “Siamo ovviamente molto delusi dalla raccomandazione del giudice magistrato, che riteniamo contraria al linguaggio semplice dell'Orphan Drug Act.” La società ha inoltre affermato che la raccomandazione elimina in modo efficace i vantaggi di esclusività concessi ai sensi della legge sui farmaci orfani.

Catalyst sta attualmente valutando le sue opzioni per garantire che protegga l'esclusività di Firdapse ai sensi dell'Orphan Drug Act. Catalyst Pharmaceuticals è un'azienda biofarmaceutica in fase commerciale. Il suo obiettivo principale è lo sviluppo di terapie per malattie neurologiche e neuromuscolari croniche come la sindrome miastenica di Lambert-Eaton. La nuova applicazione farmaceutica della società per le compresse da 10 mg di Firdapse per il trattamento di pazienti adulti LEMS è stata approvata dalla FDA a novembre 2018. Alla FDA è stata precedentemente concessa la designazione della terapia innovativa e la designazione di farmaco orfano. Quest'ultima designazione offre un periodo di esclusività di mercato di sette anni.

Arcutis fornisce un aggiornamento positivo per la crema di roflumilast

Arcutis Biotherapeutics Inc. (ARQT) ha riportato risultati positivi dal suo studio sperimentale sulla crema di roflumilast con farmaci sperimentali. La crema è in fase di valutazione per il trattamento della psoriasi a placche cronica. I dati hanno mostrato che la crema è sicura e altamente efficace in due diverse dosi dello 0,5 percento e dello 0,15 percento. Il candidato al farmaco ha il potenziale per diventare una terapia topica giornaliera per la psoriasi a placche cronica.

Lo studio di Fase 1 / 2a ha arruolato una coorte di Fase 1 in monodose in aperto e una coorte di Fase 2a in doppio cieco di 28 giorni. I partecipanti arruolati hanno avuto la condizione per più di 6 mesi e avevano il 5 percento o più di superficie corporea coinvolta. I risultati dello studio includevano sicurezza ed efficacia. Il fattore di sicurezza è stato misurato attraverso eventi avversi mentre l'efficacia è stata testata attraverso la variazione percentuale del prodotto del punteggio di gravità della placca target o TPSS e area della placca target o TPA alla settimana 4.

Gli eventi avversi in entrambe le coorti erano simili tra veicolo e bracci attivi. Nessun paziente è stato segnalato per aver interrotto il trattamento a causa di eventi avversi. Frank Watanabe di Arcutis ha dichiarato: “Riteniamo che il roflumilast topico abbia il potenziale per offrire l'efficacia che consente un significativo miglioramento sintomatico e un profilo di sicurezza e tollerabilità che supporta l'uso cronico e la capacità di utilizzare in tutte le aree del corpo”.

La crema topica Roflumilast è codificata come ARQ-151 ed è una formulazione crema topica una volta al giorno. Consiste principalmente di roflumilast che è un inibitore della PDE4 ed è stato sviluppato dalla società per il trattamento della psoriasi a placche, inclusa la psoriasi intergigante e la dermatite atopica. Roflumilast è già approvato dalla FDA per il trattamento sistemico per ridurre il rischio di esacerbazione della malattia polmonare ostruttiva cronica.

Grazie per aver letto. Al Total Pharma Tracker, facciamo molto di più che seguire le notizie sulle biotecnologie. Usando la nostra IOMachine, il nostro team di analisti lavora per essere all'avanguardia.

Ciò significa che quando arriverà il catalizzatore che creerà o distruggerà uno stock, ci siamo posizionati per il successo. E condividiamo quel posizionamento e tutte le analisi alla base con i nostri membri.

Divulgazione: Io / noi non abbiamo posizioni in alcuna delle azioni menzionate e non abbiamo in programma di iniziare alcuna posizione entro le prossime 72 ore. Ho scritto questo articolo da solo ed esprime le mie opinioni. Non ricevo un compenso per questo (tranne che da Seeking Alpha). Non ho alcun rapporto commerciale con alcuna società i cui titoli sono menzionati in questo articolo.

Psorilax:Truffa |crema urea per psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, come si usa

Immunic ha annunciato dati positivi sulla linea superiore per IMU-838

Immunic Inc. (IMUX) ha annunciato i dati di punta della sperimentazione di fase EMPhASIS del candidato al farmaco principale, IMU-838, rivolta a pazienti con sclerosi multipla recidivante-remittente o RRMS. La società ha riferito che la sperimentazione ha raggiunto tutti i suoi endpoint primari e secondari. È stato anche osservato che il candidato al farmaco è ben tollerato e sicuro, in linea con i dati precedenti.

Lo studio di fase 2 EMPhASIS è stato uno studio internazionale, multicentrico, in doppio cieco. Questo studio randomizzato, controllato con placebo, di gruppo parallelo mira a valutare l'efficacia e la sicurezza di IMU-838 nei pazienti con RRMS. Ha arruolato 210 pazienti in 36 centri distribuiti in quattro paesi europei. Di questi, 209 pazienti hanno ricevuto almeno una dose di IMU-838 o placebo. 197 pazienti hanno completato il periodo di trattamento in cieco di 24 settimane.

Lo studio ha mostrato una riduzione statisticamente significativa del numero cumulativo di lesioni MRI attive uniche combinate fino alla settimana 24 in pazienti che ricevono 45 mg di IMU-838 una volta al giorno, del 62%, rispetto al placebo, soddisfacendo così l'endpoint primario. Andreas Muehler di Immunic ha dichiarato: “I pazienti nello studio EMPhASIS hanno mostrato risposte solide su tutti gli endpoint dello studio inclusi nell'analisi della linea superiore. Oltre a mostrare un'attività coerente di IMU-838 in RRMS utilizzando diverse misure, i dati dello studio supportano anche il profilo favorevole di sicurezza e tollerabilità di IMU-838 precedentemente osservato nei pazienti con RRMS. “

Lo studio ha raggiunto il suo endpoint secondario principale producendo una riduzione statisticamente significativa del numero cumulativo di lesioni MRI CUA per la dose di 30 mg una volta al giorno del 70% rispetto al placebo. Alcuni dei suoi altri endpoint secondari si basano su diversi parametri di risonanza magnetica, nonché su endpoint clinici inclusi eventi di ricaduta. La società ha dichiarato che, a causa del campo di applicazione dello studio, non è stato ritenuto opportuno effettuare un'analisi statistica completa di questi endpoint.

Il 42,9% dei pazienti trattati con IMU-838 ha riportato eventi avversi emergenti dal trattamento, mentre nel gruppo placebo, il 43,5% si è lamentato dello stesso. Sono stati segnalati eventi avversi gravi legati al trattamento da 3 pazienti su 140 pazienti con IMU-838. Per il gruppo placebo, 1 paziente su 69 pazienti ha riportato tali incidenti. Non vi è stato alcun aumento degli eventi epatici o renali per i bracci di trattamento IMU-838 rispetto al placebo.

Immunic ha inoltre aggiunto che i pazienti nello studio hanno mostrato solide risposte per tutti gli endpoint dello studio. I dati hanno inoltre confermato il profilo di sicurezza e tollerabilità del candidato al farmaco. La società sta ora progettando i suoi piani futuri per quanto riguarda il trattamento.

IMU-838 è un modulatore immunitario selettivo disponibile per via orale. Funziona controllando il metabolismo intracellulare delle cellule immunitarie attivate. Agisce sulle cellule T e B attivate mentre ha un impatto minimo su altre cellule immunitarie. Gli inibitori di DHODH come IMU-838 possiedono generalmente un impatto antivirale basato sull'ospite.

Immunic Inc. è una società in fase clinica ed è principalmente finalizzata allo sviluppo di terapie per malattie infiammatorie croniche e autoimmuni come colite ulcerosa, psoriasi, morbo di Crohn e sclerosi multipla recidivante-remittente. La società sta attualmente lavorando allo sviluppo di tre piccoli prodotti molecolari tra cui IMU-838. Gli altri suoi prodotti di piombo sono IMU-935 e IMU-856. Il primo è un agonista inverso di RORγt mentre il secondo ha come obiettivo il ripristino della funzione di barriera intestinale.

Catalyst Pharma viene punito nella causa FDA

Lo stock di Catalyst Pharmaceuticals (CPRX) è inciampato quando la società ha ricevuto una sentenza avversa nella sua causa contro la FDA. La causa in questione riguarda Firdapse. La società aveva fatto causa alla FDA a giugno 2019 in seguito all'approvazione di Ruzurgi per i bambini, consentendogli di essere prescritta “off label” anche per gli adulti. Ruzurgi è stato sviluppato da Jacobus Pharmaceutical Company.

Nell'ultimo sviluppo, un giudice magistrato ha formulato una raccomandazione al giudice del tribunale distrettuale che alla FDA e Jacobus sono concesse proposte di giudizio sommario mentre la mozione di Catalyst è negata per un giudizio sommario. La società sta attualmente rivedendo la decisione ed è dell'opinione che la decisione sia errata in termini di legge. Catalyst prevede di proseguire ulteriormente il corso con il giudice distrettuale.

Catalyst sostiene che la raccomandazione non modifica il fatto che Jacobus non è autorizzato, ai sensi della legge pertinente, a commercializzare il suo prodotto a pazienti adulti di LEMS negli Stati Uniti. Patrick J. McEnany, Presidente e CEO della Società, ha aggiunto: “Siamo ovviamente molto delusi dalla raccomandazione del giudice magistrato, che riteniamo contraria al linguaggio semplice dell'Orphan Drug Act.” La società ha inoltre affermato che la raccomandazione elimina in modo efficace i vantaggi di esclusività concessi ai sensi della legge sui farmaci orfani.

Catalyst sta attualmente valutando le sue opzioni per garantire che protegga l'esclusività di Firdapse ai sensi dell'Orphan Drug Act. Catalyst Pharmaceuticals è un'azienda biofarmaceutica in fase commerciale. Il suo obiettivo principale è lo sviluppo di terapie per malattie neurologiche e neuromuscolari croniche come la sindrome miastenica di Lambert-Eaton. La nuova applicazione farmaceutica della società per le compresse da 10 mg di Firdapse per il trattamento di pazienti adulti LEMS è stata approvata dalla FDA a novembre 2018. Alla FDA è stata precedentemente concessa la designazione della terapia innovativa e la designazione di farmaco orfano. Quest'ultima designazione offre un periodo di esclusività di mercato di sette anni.

Arcutis fornisce un aggiornamento positivo per la crema di roflumilast

Arcutis Biotherapeutics Inc. (ARQT) ha riportato risultati positivi dal suo studio sperimentale sulla crema di roflumilast con farmaci sperimentali. La crema è in fase di valutazione per il trattamento della psoriasi a placche cronica. I dati hanno mostrato che la crema è sicura e altamente efficace in due diverse dosi dello 0,5 percento e dello 0,15 percento. Il candidato al farmaco ha il potenziale per diventare una terapia topica giornaliera per la psoriasi a placche cronica.

Lo studio di Fase 1 / 2a ha arruolato una coorte di Fase 1 in monodose in aperto e una coorte di Fase 2a in doppio cieco di 28 giorni. I partecipanti arruolati hanno avuto la condizione per più di 6 mesi e avevano il 5 percento o più di superficie corporea coinvolta. I risultati dello studio includevano sicurezza ed efficacia. Il fattore di sicurezza è stato misurato attraverso eventi avversi mentre l'efficacia è stata testata attraverso la variazione percentuale del prodotto del punteggio di gravità della placca target o TPSS e area della placca target o TPA alla settimana 4.

Gli eventi avversi in entrambe le coorti erano simili tra veicolo e bracci attivi. Nessun paziente è stato segnalato per aver interrotto il trattamento a causa di eventi avversi. Frank Watanabe di Arcutis ha dichiarato: “Riteniamo che il roflumilast topico abbia il potenziale per offrire l'efficacia che consente un significativo miglioramento sintomatico e un profilo di sicurezza e tollerabilità che supporta l'uso cronico e la capacità di utilizzare in tutte le aree del corpo”.

La crema topica Roflumilast è codificata come ARQ-151 ed è una formulazione crema topica una volta al giorno. Consiste principalmente di roflumilast che è un inibitore della PDE4 ed è stato sviluppato dalla società per il trattamento della psoriasi a placche, inclusa la psoriasi intergigante e la dermatite atopica. Roflumilast è già approvato dalla FDA per il trattamento sistemico per ridurre il rischio di esacerbazione della malattia polmonare ostruttiva cronica.

Grazie per aver letto. Al Total Pharma Tracker, facciamo molto di più che seguire le notizie sulle biotecnologie. Usando la nostra IOMachine, il nostro team di analisti lavora per essere all'avanguardia.

Ciò significa che quando arriverà il catalizzatore che creerà o distruggerà uno stock, ci siamo posizionati per il successo. E condividiamo quel posizionamento e tutte le analisi alla base con i nostri membri.

Divulgazione: Io / noi non abbiamo posizioni in alcuna delle azioni menzionate e non abbiamo in programma di iniziare alcuna posizione entro le prossime 72 ore. Ho scritto questo articolo da solo ed esprime le mie opinioni. Non ricevo un compenso per questo (tranne che da Seeking Alpha). Non ho alcun rapporto commerciale con alcuna società i cui titoli sono menzionati in questo articolo.

Psorilax:Affare |ceramol beta crema palpebrale x psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, dove si compra

Immunic ha annunciato dati positivi sulla linea superiore per IMU-838

Immunic Inc. (IMUX) ha annunciato i dati di punta della sperimentazione di fase EMPhASIS del candidato al farmaco principale, IMU-838, rivolta a pazienti con sclerosi multipla recidivante-remittente o RRMS. La società ha riferito che la sperimentazione ha raggiunto tutti i suoi endpoint primari e secondari. È stato anche osservato che il candidato al farmaco è ben tollerato e sicuro, in linea con i dati precedenti.

Lo studio di fase 2 EMPhASIS è stato uno studio internazionale, multicentrico, in doppio cieco. Questo studio randomizzato, controllato con placebo, di gruppo parallelo mira a valutare l'efficacia e la sicurezza di IMU-838 nei pazienti con RRMS. Ha arruolato 210 pazienti in 36 centri distribuiti in quattro paesi europei. Di questi, 209 pazienti hanno ricevuto almeno una dose di IMU-838 o placebo. 197 pazienti hanno completato il periodo di trattamento in cieco di 24 settimane.

Lo studio ha mostrato una riduzione statisticamente significativa del numero cumulativo di lesioni MRI attive uniche combinate fino alla settimana 24 in pazienti che ricevono 45 mg di IMU-838 una volta al giorno, del 62%, rispetto al placebo, soddisfacendo così l'endpoint primario. Andreas Muehler di Immunic ha dichiarato: “I pazienti nello studio EMPhASIS hanno mostrato risposte solide su tutti gli endpoint dello studio inclusi nell'analisi della linea superiore. Oltre a mostrare un'attività coerente di IMU-838 in RRMS utilizzando diverse misure, i dati dello studio supportano anche il profilo favorevole di sicurezza e tollerabilità di IMU-838 precedentemente osservato nei pazienti con RRMS. “

Lo studio ha raggiunto il suo endpoint secondario principale producendo una riduzione statisticamente significativa del numero cumulativo di lesioni MRI CUA per la dose di 30 mg una volta al giorno del 70% rispetto al placebo. Alcuni dei suoi altri endpoint secondari si basano su diversi parametri di risonanza magnetica, nonché su endpoint clinici inclusi eventi di ricaduta. La società ha dichiarato che, a causa del campo di applicazione dello studio, non è stato ritenuto opportuno effettuare un'analisi statistica completa di questi endpoint.

Il 42,9% dei pazienti trattati con IMU-838 ha riportato eventi avversi emergenti dal trattamento, mentre nel gruppo placebo, il 43,5% si è lamentato dello stesso. Sono stati segnalati eventi avversi gravi legati al trattamento da 3 pazienti su 140 pazienti con IMU-838. Per il gruppo placebo, 1 paziente su 69 pazienti ha riportato tali incidenti. Non vi è stato alcun aumento degli eventi epatici o renali per i bracci di trattamento IMU-838 rispetto al placebo.

Immunic ha inoltre aggiunto che i pazienti nello studio hanno mostrato solide risposte per tutti gli endpoint dello studio. I dati hanno inoltre confermato il profilo di sicurezza e tollerabilità del candidato al farmaco. La società sta ora progettando i suoi piani futuri per quanto riguarda il trattamento.

IMU-838 è un modulatore immunitario selettivo disponibile per via orale. Funziona controllando il metabolismo intracellulare delle cellule immunitarie attivate. Agisce sulle cellule T e B attivate mentre ha un impatto minimo su altre cellule immunitarie. Gli inibitori di DHODH come IMU-838 possiedono generalmente un impatto antivirale basato sull'ospite.

Immunic Inc. è una società in fase clinica ed è principalmente finalizzata allo sviluppo di terapie per malattie infiammatorie croniche e autoimmuni come colite ulcerosa, psoriasi, morbo di Crohn e sclerosi multipla recidivante-remittente. La società sta attualmente lavorando allo sviluppo di tre piccoli prodotti molecolari tra cui IMU-838. Gli altri suoi prodotti di piombo sono IMU-935 e IMU-856. Il primo è un agonista inverso di RORγt mentre il secondo ha come obiettivo il ripristino della funzione di barriera intestinale.

Catalyst Pharma viene punito nella causa FDA

Lo stock di Catalyst Pharmaceuticals (CPRX) è inciampato quando la società ha ricevuto una sentenza avversa nella sua causa contro la FDA. La causa in questione riguarda Firdapse. La società aveva fatto causa alla FDA a giugno 2019 in seguito all'approvazione di Ruzurgi per i bambini, consentendogli di essere prescritta “off label” anche per gli adulti. Ruzurgi è stato sviluppato da Jacobus Pharmaceutical Company.

Nell'ultimo sviluppo, un giudice magistrato ha formulato una raccomandazione al giudice del tribunale distrettuale che alla FDA e Jacobus sono concesse proposte di giudizio sommario mentre la mozione di Catalyst è negata per un giudizio sommario. La società sta attualmente rivedendo la decisione ed è dell'opinione che la decisione sia errata in termini di legge. Catalyst prevede di proseguire ulteriormente il corso con il giudice distrettuale.

Catalyst sostiene che la raccomandazione non modifica il fatto che Jacobus non è autorizzato, ai sensi della legge pertinente, a commercializzare il suo prodotto a pazienti adulti di LEMS negli Stati Uniti. Patrick J. McEnany, Presidente e CEO della Società, ha aggiunto: “Siamo ovviamente molto delusi dalla raccomandazione del giudice magistrato, che riteniamo contraria al linguaggio semplice dell'Orphan Drug Act.” La società ha inoltre affermato che la raccomandazione elimina in modo efficace i vantaggi di esclusività concessi ai sensi della legge sui farmaci orfani.

Catalyst sta attualmente valutando le sue opzioni per garantire che protegga l'esclusività di Firdapse ai sensi dell'Orphan Drug Act. Catalyst Pharmaceuticals è un'azienda biofarmaceutica in fase commerciale. Il suo obiettivo principale è lo sviluppo di terapie per malattie neurologiche e neuromuscolari croniche come la sindrome miastenica di Lambert-Eaton. La nuova applicazione farmaceutica della società per le compresse da 10 mg di Firdapse per il trattamento di pazienti adulti LEMS è stata approvata dalla FDA a novembre 2018. Alla FDA è stata precedentemente concessa la designazione della terapia innovativa e la designazione di farmaco orfano. Quest'ultima designazione offre un periodo di esclusività di mercato di sette anni.

Arcutis fornisce un aggiornamento positivo per la crema di roflumilast

Arcutis Biotherapeutics Inc. (ARQT) ha riportato risultati positivi dal suo studio sperimentale sulla crema di roflumilast con farmaci sperimentali. La crema è in fase di valutazione per il trattamento della psoriasi a placche cronica. I dati hanno mostrato che la crema è sicura e altamente efficace in due diverse dosi dello 0,5 percento e dello 0,15 percento. Il candidato al farmaco ha il potenziale per diventare una terapia topica giornaliera per la psoriasi a placche cronica.

Lo studio di Fase 1 / 2a ha arruolato una coorte di Fase 1 in monodose in aperto e una coorte di Fase 2a in doppio cieco di 28 giorni. I partecipanti arruolati hanno avuto la condizione per più di 6 mesi e avevano il 5 percento o più di superficie corporea coinvolta. I risultati dello studio includevano sicurezza ed efficacia. Il fattore di sicurezza è stato misurato attraverso eventi avversi mentre l'efficacia è stata testata attraverso la variazione percentuale del prodotto del punteggio di gravità della placca target o TPSS e area della placca target o TPA alla settimana 4.

Gli eventi avversi in entrambe le coorti erano simili tra veicolo e bracci attivi. Nessun paziente è stato segnalato per aver interrotto il trattamento a causa di eventi avversi. Frank Watanabe di Arcutis ha dichiarato: “Riteniamo che il roflumilast topico abbia il potenziale per offrire l'efficacia che consente un significativo miglioramento sintomatico e un profilo di sicurezza e tollerabilità che supporta l'uso cronico e la capacità di utilizzare in tutte le aree del corpo”.

La crema topica Roflumilast è codificata come ARQ-151 ed è una formulazione crema topica una volta al giorno. Consiste principalmente di roflumilast che è un inibitore della PDE4 ed è stato sviluppato dalla società per il trattamento della psoriasi a placche, inclusa la psoriasi intergigante e la dermatite atopica. Roflumilast è già approvato dalla FDA per il trattamento sistemico per ridurre il rischio di esacerbazione della malattia polmonare ostruttiva cronica.

Grazie per aver letto. Al Total Pharma Tracker, facciamo molto di più che seguire le notizie sulle biotecnologie. Usando la nostra IOMachine, il nostro team di analisti lavora per essere all'avanguardia.

Ciò significa che quando arriverà il catalizzatore che creerà o distruggerà uno stock, ci siamo posizionati per il successo. E condividiamo quel posizionamento e tutte le analisi alla base con i nostri membri.

Divulgazione: Io / noi non abbiamo posizioni in alcuna delle azioni menzionate e non abbiamo in programma di iniziare alcuna posizione entro le prossime 72 ore. Ho scritto questo articolo da solo ed esprime le mie opinioni. Non ricevo un compenso per questo (tranne che da Seeking Alpha). Non ho alcun rapporto commerciale con alcuna società i cui titoli sono menzionati in questo articolo.

Psorilax:Composizione |crema per secchezza da psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, dove si compra

La crema emolliente per la pelle usata da milioni di persone per trattare la pelle secca e condizioni come l'eczema e la psoriasi sono a rischio di incendio e possono provocare gravi ustioni o morte, i vigili del fuoco avvertono.

Il National Fire Chiefs Council NFCC afferma che nuove prove scientifiche confermano per la prima volta che “gli emollienti della pelle possono accumularsi sugli abiti e prendere fuoco molto rapidamente”.

Più di 50 morti sono stati confermati come coinvolgenti emollienti in Inghilterra negli ultimi dieci anni, afferma l'NFCC.

Arriva come la nonna, Yvonne Webb, 83 anni, morta dopo essersi accidentalmente incendiata poco dopo aver indossato una crema per la pelle infiammabile.

In un avviso l'organizzazione ha dichiarato: “Le persone che usano emollienti e fumo corrono un rischio maggiore di incendiarsi, a causa dei residui infiammabili che possono essere lasciati su vestiti, bende e coperte, avverte il National Fire Chiefs Council (NFCC).

“L'avvertimento arriva dopo che le ricerche della Anglia Ruskin University, della De Montfort University e dell'Emollient Group della NFCC hanno confermato che sia gli emollienti della paraffina che quelli non paraffinici possono agire come acceleranti se assorbiti negli indumenti e esposti a fiamme libere o altre fonti di calore.

“L'Agenzia di regolamentazione dei medicinali e dei prodotti sanitari (MHRA) ha collaborato con il National Fire Chiefs Council (NFCC), i servizi antincendio e di salvataggio e le organizzazioni benefiche per la salute in una nuova campagna per sensibilizzare al rischio di incendio e alle precauzioni che devono essere prese da utenti di creme per la pelle.

“I prodotti emollienti, che includono creme, unguenti, spray e formulazioni per il lavaggio del corpo, vengono utilizzati da milioni di persone ogni giorno per gestire condizioni di pelle secca, pruriginosa o squamosa come eczema, psoriasi e ittiosi. Possono contenere paraffina o altri ingredienti come il karitè o burro di cacao, cera d'api, lanolina, olio di noci o oli minerali che possono lasciare residui infiammabili.

“Comunemente prescritti da medici generici, infermieri e altri medici – oltre ad essere disponibili in farmacia e nei supermercati – gli emollienti non sono infiammabili in sé. Il rischio si presenta quando si assorbono nei tessuti e vengono quindi esposti a fiamme libere o fonti di calore con conseguente incendio che brucia rapidamente e intensamente e può causare lesioni gravi o mortali.

“I test hanno confermato che l'infiammabilità aumenta ogni volta che il tessuto viene contaminato con emolliente e che il rischio è maggiore se applicato su grandi parti del corpo. Il lavaggio ripetuto di indumenti, bende e biancheria da letto a qualsiasi temperatura non elimina il rischio di incendio.

“Gli over 60 che fumano e hanno una mobilità ridotta sono i più a rischio e NFCC sta spingendo loro, le loro famiglie e coloro che si prendono cura di stare attenti al rischio di incendio intrinseco e ai consigli aggiornati sulla sicurezza antincendio. L'NFCC esorta a essere consapevoli se fumano o usano fonti di calore e fiamme come accendini, fiammiferi, stufe elettriche / alogene, piani cottura a gas e candele.

“NFCC è consapevole che dal 2010 sono stati confermati 56 decessi che coinvolgono emollienti in Inghilterra. Inoltre, sei dei 44 decessi segnalati in Scozia nel 2018/19 riguardavano prodotti emollienti.

“L'NFCC sta collaborando con i servizi antincendio e di soccorso per garantire che i rischi di incendio associati agli emollienti siano compresi dal personale e discussi durante le visite di sicurezza antincendio domestiche”.

Chris Bell, responsabile dell'emolliente della NFCC, ha dichiarato: “Questo nuovo consiglio sulla sicurezza antincendio si basa su prove scientifiche che confermano per la prima volta che gli emollienti non paraffinici presentano lo stesso rischio di incendio di quelli contenenti paraffina.

“Se usi un prodotto per la pelle emolliente o ti prendi cura di qualcuno che lo fa, stai lontano o fai molta attenzione quando sei vicino a fiamme libere o potenziali fonti di accensione, ad esempio accendendo una sigaretta. Le persone devono essere consapevoli che il lavaggio non elimina il rischio.

“Vogliamo fare tutto il possibile per evitare che si verifichi un'altra tragedia e se hai dubbi o desideri ulteriori consigli, contatta il servizio antincendio e di soccorso locale.”

Il National Fire Chiefs Council ha lavorato con l'MHRA, le organizzazioni del settore sanitario e assistenziale e le organizzazioni di beneficenza per sensibilizzare l'opinione pubblica al problema. Nel 2018 l'MHRA ha raccomandato di aggiornare l'etichettatura e le informazioni sul prodotto per includere chiari consigli sul rischio di incendio dei prodotti emollienti, comprese le creme senza paraffina.

C'è stato un miglioramento nell'etichettatura, ma l'NFCC esorta tutti i produttori ad adottare pienamente questa raccomandazione, su tutti i prodotti emollienti.

Sarah Branch, direttrice della divisione Vigilanza e gestione dei rischi dell'MHRA dei medicinali, ha dichiarato: “Vogliamo garantire che coloro che sono maggiormente a rischio e i loro accompagnatori comprendano il rischio di incendio associato all'accumulo di residui su indumenti e biancheria da letto e agire per ridurre al minimo il rischio.

“Chiunque utilizzi emollienti e abbia domande o dubbi dovrebbe rivolgersi a un operatore sanitario, come il farmacista o il medico di famiglia.

“La sicurezza dei pazienti è la nostra massima priorità. Incoraggiamo caldamente chiunque a segnalare eventuali problemi con tali prodotti, o più in generale con qualsiasi dispositivo medico, al nostro schema di cartellini gialli ”.

La dott.ssa Sarah Hall, professore incaricato di chimica forense analitica presso l'Università De Montfort svolge la ricerca dal 2013. Ha affermato:

“I nostri test di infiammabilità hanno dimostrato che i tessuti contaminati con emollienti contenenti paraffina e senza paraffina si accendono molto più rapidamente dei tessuti non contaminati. Il tempo di accensione può essere di pochi secondi, il che significa che se qualcuno si incendia accidentalmente, le possibilità di estinguere l'incendio o di fuggire si riducono notevolmente.

“Abbiamo anche scoperto che i residui emollienti sono rimasti sul tessuto anche dopo il lavaggio ad alte temperature e alcuni dei residui sono stati trasferiti su tessuti precedentemente non contaminati che erano stati lavati contemporaneamente nella macchina.

“Sono lieto che la nostra ricerca abbia supportato le modifiche all'etichettatura dei prodotti e consentirà una maggiore comprensione dei potenziali rischi di incendio tra i settori della salute e dell'assistenza e in tutti i servizi antincendio e di salvataggio”.

NFCC consiglia alle persone che usano prodotti emollienti di non:

  • Fumare, se esiste il rischio che i loro vestiti, le loro medicazioni o lenzuola siano contaminati con emollienti
  • Utilizzare fornelli a gas o elettrici quando si indossano abiti contaminati con emolliente
  • Sedersi troppo vicino a fonti di calore come fiamme libere o fuochi a gas, riscaldatori elettrici o alogeni se esiste il rischio che i loro vestiti o le loro medicazioni possano essere contaminati con emollienti.