CREMA TRATTAMENTO PSORIASI OFFERTA -50% !

Home Uncategorized Psorilax:Buon prezzo |crema cerave psoriasi

Psorilax:Buon prezzo |crema cerave psoriasi

0
Psorilax:Buon prezzo |crema cerave psoriasi

CREMA TRATTAMENTO PSORIASI OFFERTA -50% !

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, originale

Lunedì 31 marzo

  • Mentre migliaia di test continuano oggi nelle case degli anziani, lo apprendiamo numeri in lotta per la vita in terapia intensiva le unità in tutto il paese sono aumentate di altri 21 da ieri a 164.
  • 571 persone vengono ora trattati ospedali, circa 200 in più rispetto a quanto registrato prima del fine settimana.
  • I decessi sono fino a 140, con un incremento del 17,6% rispetto a ieri.
  • I casi sospetti sono aumentati del 16% a 44.206.
  • Il Segretario di Stato per la salute António Lacerda Sales ha dichiarato al briefing stampa di oggi: “Sono passate due settimane da quando abbiamo chiuso le scuole. Dobbiamo continuare questo lavoro (di isolamento forzato) perché questo virus non sta lasciando andare. Stare a casa significa salvare vite“.
  • Il briefing della stampa ha dettagliato la quantità di test e attrezzature dovrebbe arrivare questa settimana mentre il paese continua a combattere l'epidemia (66.000 ulteriori kit di test, 5,2 milioni di maschere chirurgiche, 1,2 milioni di respiratori e “altre attrezzature come abiti e stivali”)
  • Per ulteriori dettagli sui numeri clicca qui
  • Público sottolinea i dati riportati oggi mostrano l'aumento più basso nei nuovi casi dal momento del blocco.
  • 853 professionisti della salute sono stati infettati dal virus finora.
  • Donne incinte viene ora data la priorità per analisi.
  • diabetici sentito che ora fanno parte del gruppo che mostra “il peggiori complicazioni“Di infezione.

Domenica 30 marzo

Con l'ultimo briefing della stampa sui numeri in costante aumento, sono arrivate notizie su morte di un ragazzo di 14 anni di Ovar che secondo come riferito soffriva di una condizione autoimmune.

Dicono che il bambino è morto questa mattina presto.

È stato ricoverato all'Ospedale de São Sebastião di Santa Maria da Feira ieri (sabato).

Il sindaco di Ovar Salvador Malheiro ha detto ai giornalisti che il bambino “non è stato confermato di avere un'infezione (nuovo coronavirus) ma dopo essere stato portato in ospedale e testato, il test è tornato positivo. Aveva già problemi di salute”.

Noticiasaominuto descrive questi problemi come la psoriasi, una condizione della pelle autoimmune.

Rispondendo alle domande oggi, sia il ministro della salute Marta Temido che il direttore sanitario della DGS Graça Freitas hanno affermato che era troppo presto per dire che il bambino era morto specificamente per il virus, come il suo la situazione clinica era “complessa”.

Ulteriori indagini sul caso proseguiranno e per ora la morte del ragazzo non è stata inclusa nell'aggiornamento quotidiano, mostrando un totale di 119 morti e altre 792 persone che si sono dimostrate positive.

I dati DGS sono già stati caricati sul loro sito e possono essere visualizzati qui.

Il “Zone più colpite” rimanere il nord e quelli intorno a Lisbona, ma i numeri si stanno insinuando ovunque, con il L'Algarve ora registra 108 casi positivi (così come le due morti che hanno avuto luogo) e il Alentejo mostra 41.

Oltre 5.500 persone sono attualmente in attesa dei risultati dei test, mentre il numero di pazienti in cura (che indicano che i pazienti sono troppo gravemente malati per riprendersi dal virus “a casa”) è fino a 486 – 138 dei quali sono in terapia intensiva.

Il cosidetto “Percentuale di letalità” del virus complessivo è attualmente ancorato a 2%, ma ora sale a 8,1% negli anni '70.

Ieri la “percentuale di letalità” per gli over 70 è stata data al 7,9%.

In altre parole, il rischio per gli anziani sta diventando più acuto, quindi gli avvertimenti delle autorità al pubblico di rispettare le misure di “isolamento di emergenza” che sono così importanti.

Gran parte del briefing stampa di oggi è stato consegnato a consigli a tutti coloro che si prendono cura degli anziani all'interno della comunità per introdurre regole rigorose per garantire la loro sicurezza.

Nel frattempo il sindaco di Ovar – l'area ancora coperta da uno “Stato di calamità” a causa dell'elevato numero di casi all'interno del distretto – ha ricordato ai giornalisti che il blocco degli effetti imposto 11 giorni fa non si vedrà ancora da tempo in mente i casi positivi impiegano da due a tre settimane per “emergere”. Ha sottolineato che pensa che i casi positivi “aumenteranno molto” man mano che i test continuano e ha ripetuto richieste di aiuto da parte del ministero della salute.

Sabato 28 marzo:

  • Presentando l'aggiornamento di oggi, il ministro della salute Marta Temido ha sottolineato che la percentuale di mortalità negli over 70 (le persone più colpite dal nuovo coronavirus) in Portogallo ha raggiunto il 7,9%.
  • 24 ulteriori morti sono state registrate nelle ultime 24 ore, portando il numero totale finora a 100.
  • Il briefing stampa di oggi ha ascoltato la relativamente buona notizia che il La politica “resta a casa” funziona: la curva (di nuovi casi che necessitano di cure ospedaliere) si sta appiattendo delicatamente, inviando proiezioni per il “picco” del paese sempre più a maggio.
  • Non c'è comunque spazio per il compiacimento: il numero di casi infettivi è a 5.170 – 902 più di quanto sono stati registrati ieri.
  • Di questi nuovi casi, ci saranno “molte più persone che sono state infettate” in attesa dei risultati dei test.
  • Il numero delle persone in attesa i risultati di test è stato messo a 4.938.
  • 89% di casi lo sono trattati nelle proprie case.
  • 89 persone comunque lo sono ora in terapia intensiva.
  • I dati relativi alle varie regioni sono stati caricati sul sito dell'autorità sanitaria della DGS (fare clic qui).
  • Il nord è l'area più colpita, ma ciò che sembra non essere stato raccolto durante il briefing è stato il fatto la seconda morte in Algarve (vedi sotto) non fa ancora parte delle statistiche nazionali, sebbene sia stata inclusa nell'aggiornamento odierno di ARS Algarve (clicca qui)
  • Sia Marta Temido che il direttore della DG Graça Freitas hanno sottolineato la necessità, questo fine settimana, che i cittadini restino “a casa”. “Il numero di pazienti che avremo dipenderà da tutti noi”, ha detto il ministro. “Questo deve essere un diverso tipo di Pasqua per tutti noi così che possiamo tornare a stare di nuovo insieme ”.

Venerdì 27 marzo: l'insegnante di Portimão muore per infezione da Covid-19

  • Un insegnante di matematica maschile alla Escola Secundária di Portimão, Manuel Teixeira Gomes, è diventato la seconda fatalità dell'Algarve a seguito di Covid-19. Chiamato come Manuel Magalhães, è stato descritto da alcune fonti dei media come un collega dell'insegnante che è tornato dalle vacanze in Italia dopo la pausa di Carnevale diventando una delle prime infezioni registrate nella regione. (Vedi storia separata per maggiori dettagli.) Magalhães è descritto come nei suoi anni '60 e residente a Lagoa. Alcune fonti suggeriscono che avesse “precedenti problemi cardiaci”.
  • Nuovi dati oggi mostrano che il numero di decessi è aumentato a 76, con un altro picco del 20% nelle infezioni che ha portato il numero di quelli che si sono dimostrati positivi fino a 4.268.
  • Le infezioni in Algarve e in Alentejo continuano a salire. Il primo ora registra 99 persone che si dimostrano positive con il virus, il secondo 30. Un'ulteriore suddivisione delle aree mostra che in Algarve monchique e Olhão hanno aderito ora ai comuni interessati di Faro, Loulé, Albufeira, Tavira, Vila Real de Santo António, Portimão, Silves e Lagoa. Stranamente, le statistiche DGS hanno mostrato ieri che ci sono stati quattro casi di virus Lagos. Oggi Lagos non compare nell'elenco dei distretti con casi confermati.
  • 71 persone stanno combattendo per la propria vita in terapia intensiva, mentre 354 sono internati in vari ospedali.
  • La conferenza stampa di oggi ha visto concentrarsi molto sul modo in cui questo virus sta tagliando le case degli anziani. La direttrice del DGS Graça Freitas ha affermato che spetta a tutte le aree della casa degli anziani elaborare misure che proteggano gli occupanti. La prevenzione è assolutamente fondamentale.
  • Le case degli anziani nel nord hanno mostrato tassi allarmanti di infezione. In uno, a Vila Real, 99 persone (tra cui molti membri del personale sanitario) si sono dimostrate positive per il virus. Di conseguenza, il sindaco di Porto Rui Moreira ha annunciato che tutti coloro che vivono e lavorano in case di cura in tutta la città inizieranno a essere obbligatoriamente testati.
  • Poiché le misure preventive rallentano la diffusione del virus, le proiezioni su quando il Portogallo raggiungerà il suo apice vengono costantemente riviste. Freitas ha dichiarato oggi che le autorità non si aspettano il picco prima di maggio. Ha detto ai giornalisti: “I nostri matematici ci hanno consigliato che il picco non sarà un momento istantaneo. Ci sarà un altopiano di alcune settimane come sappiamo ora che questa malattia dura molto a lungo. Non raggiungeremo il “giorno x” e inizieremo immediatamente a (vedere i numeri) scendere “.
    • Secondo i numeri di oggi, il 'tasso di mortalità' tra i casi in Portogallo si trova a 1,7%.
  • Nel frattempo sono coinvolti i comuni su e giù per il paese mass-disinfezione operazioni, attraenti per i cittadini “Stai fuori dai piedi” mentre questi vanno avanti.

Giovedì 26 marzo:

  • Preparati per una marcata accelerazione nei casi in cui il paese entra nella “fase più complicata della pandemia (quella della” mitigazione “dovuta al virus ora in chiara trasmissione in tutta la comunità), ai medici è stato dato il via libera per curare i pazienti peggiori -affettato con antivirali per malaria, HIV ed Ebola. L'efficacia di questi farmaci è ancora sotto inchiesta, ma con l'aumentare del numero di infezioni man mano che i test diventano più efficaci, le autorità sanitarie della DGS hanno deciso che i benefici superano i rischi. I farmaci ora approvati per gli “scenari peggiori” lo sono Lopinavir / ritonavir (normalmente utilizzato per i casi di HIV), Remdesivir (Ebola) e clorochina e idrossiclorochina (malaria)
  • Le morti sono di nuovo in aumento, ma ancora niente come gli altri paesi europei. Il conteggio di ieri è aumentato di 17, da 43 a 60.
  • Anche le infezioni (quasi certamente a causa del marcato aumento dei test) sono fino a 3.544 (rispetto ai 2.995 di ieri), con un incremento del 18,3% -4
  • Anche i recuperi sono fino a 43, ovvero 21 in più rispetto a quanto dichiarato ieri guarito.
  • I test continuano con oltre 2.000 in attesa di risultati.
  • Le aree più colpite continuano ad essere il nord e Lisbona, rispettivamente con 1.858 e 1.082 casi. I decessi in entrambi sono di nuovo i più alti: 28 a nord, 18 nella zona di Lisbona. Il centro del paese segue con 435 casi e 13 morti – mentre l'Algarve e l'Alentejo suonano il numero più basso. Un decesso in Algarve (89 casi positivi), 20 casi in Alentejo, 24 casi nelle Azzorre e 15 in Madera. Per quanto riguarda l'Alentejo, i casi si stanno facendo strada verso il confine con l'Algarve a ovest, con la raccolta di frutta a Odemira tra le ultime statistiche.
  • Tutti gli ospedali sono ora coinvolti in questa lotta, compresi gli ospedali privati.
  • UN secondo bambino è nato da una madre Covid-19 positiva e risulta negativo.
  • Il presidente Marcelo ha annullato Festa del Portogallo commemorazioni previste per il 10 giugno.
  • Sta diventando sempre più “chiaro” le scuole non torneranno per il “terzo periodo” (periodo estivo). Vedi la storia a venire.
  • Dei casi confermati, sono stati registrati i numeri più alti, ancora una volta nella fascia di età 40-49 anni. Anche i bambini di età inferiore ai 10 anni sono positivi per Covid-19 (14 ragazzi e 29 ragazze), ma sono ancora gli over 70 che “ispirano la maggior parte delle preoccupazioni”.
  • Delle morti, queste hanno coinvolto tre uomini e una donna di età compresa tra 50 e 59 anni, otto uomini di età compresa tra 60 e 69 anni, 14 uomini e una donna nella fascia di età 70-79 anni e 16 uomini e 17 donne di età superiore agli 80 anni.
  • A causa di questa intensa fase di propagazione del virus, l'autorità di protezione civile ha messo le aree di Lisbona, Porto e Aveiro sotto “allerta arancione”. Ciò che ciò significa, tuttavia, è un po 'poco chiaro: il messaggio trasmesso ieri in una conferenza stampa era che le persone in quelle aree “restano a casa”. È il messaggio trasmesso a tutto il paese, ma forse suggerisce che i trasgressori a Lisbona, Porto e Aveiro saranno trattati in modo più duro.

Mercoledì 25 marzo:

Prima del briefing stampa di oggi, l'umore della stampa è cambiato radicalmente nelle ultime 24 ore con Expresso che raccontava come le associazioni di medici, infermieri e farmacisti abbiano effettivamente accusato il governo di “mentire”, in particolare quando si tratta di rifornimenti vitali di materiale medico che passa (vedi storia separata).

L'inferenza secondo cui la situazione del Portogallo potrebbe non essere così come è stata presentata è stata anche evidenziata dal sindaco di Ovar, che ieri sera ha pubblicato su Facebook che il numero di casi positivi nel suo distretto è “quasi il doppio” rispetto alla cifra annunciata dalle autorità sanitarie della DGS ieri.

“La situazione in Ovar continua ad essere molto complicata e stanno iniziando a comparire pazienti infetti in condizioni gravi o molto gravi”, ha scritto ieri sera. “Abbiamo davvero bisogno dell'aiuto del nostro ministero della salute. Nel frattempo, il numero aggiornato di infetti confermati in questo momento dal comune è 101, che è un po 'diverso dai 55 annunciati oggi ”.

Anche le case di cura hanno riportato situazioni gravi, con dozzine di detenuti anziani che mostrano segni di infezione e vengono spediti negli ospedali in attesa.

Oggi a mezzogiorno il Primo Ministro António Costa ha visitato l'ospedale Curry Cabral di Lisbona, che ora è dedicato esclusivamente al trattamento di pazienti affetti dal virus. Si è trattato di un chiaro esercizio di “limitazione dei danni” sostenuto dalla gerarchia dell'ospedale, il quale ha insistito sul fatto che non mancavano attrezzature o necessità mediche.

I dati pubblicati mentre Costa stava dando una breve conferenza stampa mostrano che i casi positivi ora sono poco meno di 3.000, il che rappresenta un aumento del 27% rispetto a quelli registrati ieri.

Anche i decessi aumentano, dal 33 al 43. I casi sospetti ora ammontano a 21.155.

A breve seguirà un rapporto del briefing stampa di oggi, ma dai diagrammi pubblicati sulla televisione nazionale emerge che il numero di infetti ora nell'Alentejo è balzato a 12 (dai 6 di ieri) e quelli in Algarve sono aumentati a 62 da quelli di ieri 46. ​​L'unica “grazia salvifica” qui è che tutti i casi si trovano nei distretti già colpiti: Portimão (11 casi), Lagoa (4), Silves (3), Albufeira (17), Loulé (7), Faro (17) , Tavira (1) e Vila Real de Sto António (3).

Le aree più colpite rimangono il nord e Lisbona.

L'80% dei decessi è avvenuto negli anni '70, motivo per cui le autorità si stanno sforzando così tanto di rammentare il messaggio per questa fascia d'età di “restare al chiuso”.

Parlando fuori dall'ospedale Curry Cabral di Lisbona, poco prima dell'inizio del briefing stampa, il primo ministro ha sottolineato che più di ogni altra cosa in questo momento, “più che numeri e tutte le domande poste, è la necessità di un'enorme disciplina”. I cittadini devono rimanere sotto il “massimo isolamento possibile” quando il paese entra nella fase più critica di questo focolaio: quella della “mitigazione” in cui è in corso la trasmissione della comunità. Non in modo esplosivo, sottolinea Graça Freitas dell'autorità sanitaria della DGS, ma comunque pericoloso.

I prossimi giorni saranno fondamentali nel vedere dove sta andando questa pandemia, in termini nazionali.

Martedì 24 marzo:

La conferenza stampa di “Covid-19” di martedì, che presenta i dati delle ultime 24 ore, è riuscita a mettersi in un pasticcio.

Innanzitutto è stato riferito che ci sono stati sei morti fino a mezzanotte della scorsa notte. Quel numero è cambiato improvvisamente in sette, e ora è alle 10.

La confusione derivava da dati utilizzati che non erano stati completamente aggiornati.

In totale, tuttavia, le infezioni sono state stabilite in 2.362 persone – che rappresenta un aumento di 302 sui totali di ieri.

I test continuano – forse non così ampiamente come potrebbe piacere al pubblico, quindi le cifre cambieranno costantemente.

Il briefing stampa di oggi è stato “più aggressivo” del solito in quanto i giornalisti hanno continuato a insistere per ulteriori dettagli. Chi erano gli ultimi morti, per esempio? (Beh, è ​​stato complicato mentre continuavano ad aumentare). Erano anziani nelle case di cura?

Nessuna delle risposte è davvero soddisfatta.

Abbiamo sentito che ci sono attualmente 203 persone internate in vari ospedali, 48 di loro in terapia intensiva.

Il il nord del paese continua ad essere il più colpito, con 1.130 casi di virus e nove morti.

Lisbona e Vale do Tejo verranno dopo con 852 casi registrati e otto morti.

Il centro del paese ha 293 casi e ha subito 11 morti.

Il L'Algarve ora ha 46 casi (solo un decesso finora, la scorsa settimana), mentre i casi nelle Azzorre e Madeira sono purtroppo in aumento di giorno in giorno: 12 nelle Azzorre finora, 11 a Madeira.

Il Alentejo, fino a qui l'area con il minor numero di casi, ha ora registrato sei persone con il virus, tutti hanno capito di averlo contratto tramite qualcuno che era recentemente tornato da “all'estero”.

Per la prima volta, la direzione sanitaria della DGS ha elencato i comuni colpiti dalla pandemia: Lisbona è la città con il maggior numero di casi (175), seguita da Porto (126), Maia (104), Vila Nova de Gaia (68) e Valongo (65).

Il pannello di oggi era senza il volto familiare (in qualche modo confortante) di Graça Freitas. Invece la direzione sanitaria della DGS era rappresentata da Diogo Cruz, il vicedirettore che lavorava a fianco della sig.ra Freitas, mentre il ministero della salute era rappresentato dal segretario di Stato António Lacerda Sales.

La “buona notizia” è stata questa le forniture di ventilatori sono in costante aumento – con 500 acquistati dal governo cinese attesi nel corso delle prossime settimane fino al 14 aprile.

La “non è una buona notizia” è che il paese è decisamente ora nella “fase di mitigazione” in questo la trasmissione della comunità è in chiara evidenza.

Tuttavia, ieri sera il primo ministro della televisione nazionale António Costa ha insistito sul fatto che il sistema sanitario non è in pericolo di collasso, né siamo vicini al punto di esaurire le scorte e i materiali necessari.

“Non perderemo il controllo della situazione”, ha detto ai suoi intervistatori, sottolineando tuttavia che “non possiamo creare l'illusione di superare questo senza dolore”.

Nel frattempo, il modo in cui gli ospedali portoghesi trattano pazienti positivi sta cambiando per garantire che solo quelli con i sintomi più gravi vengano internati.

Un altro nuovo sviluppo è quello chiunque ora mostri segni di persistente tosse secca e febbre si qualificherà per il test.

La pressione per testare le persone che non mostrano sintomi è stata finora respinta per essere suscettibile di creare un “falso senso di sicurezza”.

Nella sfera più ampia, quattro aerei partiranno Lisbona oggi per Germania, Brasile e Regno Unito evacuazione dei passeggeri della linea di crociera incagliata dal colosso multideck “MSC Fantasia”.

Lunedì 23 marzo:

Aggiornamenti dello “stato di emergenza” Covid-19: i casi in Portogallo superano il 2000 con l'aumento delle morti a 23

  • Gli ultimi dati pubblicati dalle autorità mostrano il numero di casi positivi in ​​Portogallo ha raggiunto i 2.060. Questo è un aumento del 29%. Il direttore della direzione della DGS per la salute Graça Freitas insiste che è ancora troppo presto per interpretare i risultati in relazione allo stato di blocco virtuale del paese.
  • Anche le morti sono aumentate, dal conteggio di ieri di 14 a 23. Ciò rappresenta un aumento del 64%, quindi è difficile fare qualsiasi tipo di giro positivo su di esso.
  • 201 persone vengono internate in ospedale: 47 in terapia intensiva.
  • Oltre 1.000 persone attendono i risultati di test.
  • 14 si dice che i pazienti lo siano stati guarito.
  • 82 medici e 37 infermieri sono stato infetto dal virus.
  • 11.482 persone sono sotto “rigorosi termini di vigilanza” (questo non include i 55.000 in blocco in Ovar).
  • Infezioni in Algarve sono aumentati a 42 (città da specificare a breve).
  • Infezioni in Alentejo sono aumentati a 5, principalmente nel Évora area e tutto “importato dall'estero”.
  • I nuovi decessi avvennero nell'area di Lisbona (quattro) e nel nord (quattro), nonché una nel centro del paese.
  • Il direttore dell'autorità sanitaria della DGS Graça Freitas sottolinea che i casi che emergono sottolineano il fatto che la “trasmissione della comunità” è attuale.
  • I passeggeri portoghesi con test negativi sulla nave da crociera Fantasia (vedi sotto) sono stati ammessi a bordo della barca. Un test positivo e nuovi test sono in corso. Tutti gli altri passeggeri sono in attesa di voli di rimpatrio verso i loro paesi di origine, cosa che il Portogallo ha affermato di non pagare. In effetti, il ministro dell'amministrazione interna Eduardo Cabrita ha suggerito che alcuni stranieri potrebbero non offrire voli di rimpatrio, a seconda di quali paesi stanno cercando di tornare a casa.
  • Il briefing con la stampa è proseguito poco prima di pranzo, con il messaggio che il Portogallo sta rafforzando le sue scorte di materiale richiesto dagli operatori sanitari in prima linea “tutto il tempo”. I test stanno andando avanti, con la capacità nazionale ora a 2.500 test al giorno.
  • Il segretario di Stato per la salute António Lacerda Sales, ha rivelato che dalla Cina arriveranno 4 milioni di maschere – nell'aereo inviato da Beja nel fine settimana – (vedi sotto) insieme a migliaia di altri articoli medici specifici richiesti.

CREMA TRATTAMENTO PSORIASI OFFERTA -50% !