CREMA TRATTAMENTO PSORIASI OFFERTA -50% !

Home Uncategorized Psorilax:Il modo migliore per |crema psoriasi iso urea

Psorilax:Il modo migliore per |crema psoriasi iso urea

0
Psorilax:Il modo migliore per |crema psoriasi iso urea

CREMA TRATTAMENTO PSORIASI OFFERTA -50% !

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, composizione

Sul podcast dell'imprenditore verde, la dottoressa Junella Chin offre importanti consigli e suggerimenti sulla salute.

marzo
18, 2020

15+ minuti di lettura


La dott.ssa Junella Chin è un medico osteopatico, fondatore e direttore medico di MedLeafRx, uno studio di medicina integrativa in California e New York. È anche l'autore del libro Cannabis e CBD: per salute e benessere.

Con il coronavirus (COVID-19) nella mente di tutti, le abbiamo posto alcune domande su come la cannabis e il CBD possano aiutare a rafforzare la tua immunità e ridurre l'ansia.

Correlati: 5 oli calmanti a base di CBD e canapa per lo stress da coronavirus

Jon: Dr. Chin, grazie mille per essere nello show. Raccontaci un po 'del tuo background. Cos'è la medicina osteopatica?

Dr. Chin: Esistono due tipi di medici negli Stati Uniti; c'è M.D. e c'è D.O.s. Entrambi i tipi di medici hanno pieno diritto di ammettere le persone in ospedale, i diritti di prescrizione – i diritti di piena pratica sono identici. Ma i medici osteopatici hanno un anno in più di anatomia e fisiologia nella scuola di medicina e imparano anche quella che viene chiamata medicina osteopatica pratica. Questo è un trattamento manipolativo. Potresti avere familiarità con la cura chiropratica. I chiropratici non sono medici, ma fanno manipolazioni pratiche. I medici osteopatici sono medici che svolgono anche attività pratiche.

Jon: Come si integra la cannabis nella propria pratica?

Dr. Chin: Vedo i pazienti nel contesto di una pratica medica completa, quindi quando i pazienti entrano, prendo una storia completa e un esame. Sto guardando il loro elenco di farmaci, la storia medica passata e guardo prima tutto come medico, assicurandomi che lo standard di cura sia stato seguito.

Di solito, quando i pazienti vengono a trovarmi, hanno esaurito tutte le opzioni mediche, quindi sono alla ricerca di un medico integrativo – qualcuno che possa parlare non solo di cannabis, ma anche di dieta e nutrizione e di quella che viene chiamata medicina funzionale, integrando sia orientale che Filosofie mediche occidentali.

Jon: È così importante, perché penso che spesso solo i medici tradizionali non intrattengano nemmeno il pensiero di “medicine alternative”, che non sono affatto alternative – sono state usate per migliaia di anni – o dieta. È così importante quello che fai. Ma consiglierai anche i farmaci tradizionali, giusto?

Dr. Chin: Sì, scrivo prescrizioni. Sto davvero prendendo il meglio da entrambi i mondi. Se riesci a pensare da un lato abbiamo la medicina convenzionale, ciò che vediamo negli ospedali e nelle cliniche, molto costoso ma anche invasivo e molto grande per le emergenze – cose come quello che abbiamo ora se hai avuto un infarto, un ictus, una lesione o se sei affetto dal coronavirus e hai bisogno di cure invasive per la salute polmonare, per esempio. Quindi, dall'altra parte, abbiamo una medicina complementare alternativa, che è un termine catchall. Include l'agopuntura, l'omeopatia, la medicina ayurvedica.

E nel mezzo c'è la medicina integrativa, ed è qui che si specializza la nostra pratica. Scegliamo il meglio di entrambi i mondi, esaminando terapie scientificamente validate da sistemi convenzionali e alternativi.

Jon: Cosa ti ha fatto decidere di diventare quel tipo di medico invece di un percorso più tradizionale?

Dr. Chin: Per me, era perché ero un paziente prima ancora di diventare un medico. Mi è stata diagnosticata una malattia autoimmune della colonna vertebrale chiamata spondilite anchilosante. Non esiste una cura; sono solo cure palliative. Ma fondamentalmente, la colonna vertebrale si fonde in modo che le ossa della colonna vertebrale non si muovano più. Pensa solo a quei pazzi incollaggi insieme in modo da non poter piegare e toccare le dita dei piedi, non puoi voltarti e guardare il tuo punto cieco quando guidi. La maggior parte dei pazienti assumerà molti farmaci antidolorifici per tutta la vita, quindi assumerà farmaci che sono in realtà molto tossici per il corpo.

Per me, studiando per fare il medico, indosserei questo tutore tutto il tempo intorno alla schiena e una delle mie presenze – all'epoca ero a San Francisco, e questo è stato poco dopo aver legalizzato la cannabis. Una delle presenze me l'ha chiesto. Si è specializzato in medicina per l'HIV e ha detto: “Guarda, non finirai la scuola di medicina al ritmo che stai andando. Devi alzarti sempre e non finirai mai “. Quindi mi ha fatto conoscere la medicina della cannabis, che ci crediate o no.

Jon: È stato quando hai scoperto la cannabis come medicina, a quel punto della tua vita?

Dr. Chin: Esattamente. Quando mi ha consegnato quella prima bottiglia di tintura, non l'ha definita CBD o niente del genere. Ha detto: “Questa è marijuana ricca di alcool”. (ride) Disse: “Non ti renderà molto alto.” Questo è tutto ciò che ha detto. “Non ti farà diventare molto alto, quindi non preoccuparti.”

Jon: Non molto in alto, sì.

Dr. Chin: “Ma prendilo di notte, prendilo quando non sei in guardia.” Ha detto: “Aiuta davvero i miei pazienti affetti da HIV e AIDS con il loro dolore”. E questo è tutto ciò che ha detto. Ricordo di essermi seduto con quella bottiglia sul mio cassettone per settimane intere, come, dovrei farlo, non dovrei farlo? Ho deciso di provarlo perché era quello o abbandonare la scuola di medicina.

Jon: Wow. E ovviamente, i risultati sono stati positivi per te.

Dr. Chin: Esattamente. Dopo il fine settimana, sapevo che qualcosa funzionava, quindi ho deciso di dedicare la mia carriera medica a capire come funziona questa pianta, perché non l'ho saputo a scuola di medicina, come mai i miei colleghi non lo sapevano. E io ero in California. Ero nel posto in cui ti trovi ora; Ero nel mezzo di un quadro elettrico, il posto perfetto.

Stavo imparando a essere un medico convenzionale, passando per un D.O. scuola, e poi stavo imparando tutto ciò che potevo su questa medicina vegetale – e poi anche integrando altre cose, che dovevo fare per la mia guarigione. Ho integrato l'agopuntura. Ma ho preso antinfiammatori. Ho preso Celebrex, ho preso Vioxx. E faccio ancora entrambi. Non faccio solo medicina alternativa. Trovo che devi trovare ciò che funziona per te ed essere un partner con il tuo medico.

Jon: Voglio parlare del coronavirus – e so che le persone hanno molte domande sull'uso della cannabis in questo momento, sia per proteggere la loro immunità e rafforzare la loro immunità, sia per far fronte allo stress che stanno provando. Queste sembrano essere le due domande che stiamo ottenendo il massimo dai nostri lettori.

Avevo chiesto ai nostri lettori di farmi alcune domande, sapendo che avrei parlato con te oggi, tramite Instagram, e ce n'erano tantissime. Ho curato e risolto alcuni di essi, ma mi piacerebbe se potessimo solo chiederti alcuni e ottenere la tua opinione di medico specialista su alcune di queste domande che penso che molte persone abbiano, rinchiuse nella loro casa nel bozzoli di coronavirus che ora abbiamo creato per noi stessi.

Inizierò con l'Highpriestessapothecary aveva una domanda, e la sua domanda in realtà riecheggia la domanda che sento di più, che è questa idea di fumare cannabis o CBD in questo momento troppo duro ai polmoni? Dato che il coronavirus è una malattia respiratoria, è qualcosa che non dovremmo fare affatto? Dovremmo curare il tutto in altri modi attraverso tinture o capsule, ecc.? Questa idea, sta fumando troppo intensamente sui polmoni in questo momento?

Dr. Chin: Questa è un'ottima domanda. Come ho visto i pazienti negli ultimi due mesi, ho incoraggiato i pazienti, i consumatori, a cambiare il modo in cui consumano cannabis se stanno facendo una versione per inalazione, sia che si tratti di uno svapo o se lo sono usando il fiore secco. Non vuoi semplicemente portare sostanze irritanti ai polmoni

Potresti essere un fumatore molto esperto e preferire la forma di svapo, ma vuoi la tua immunità, vuoi essere in ottima salute. Non ci sono davvero scuse per dare irritanti al tuo corpo. In questo momento è la stagione delle allergie, quindi la salute respiratoria di tutti verrà comunque compromessa. Quindi, se potessi evitare di svapare, condividere le articolazioni, usare i tubi, penso che sia il modo ideale per armare meglio il tuo sistema immunitario.

Jon: Ciò include se stai fumando oli o fiori, qualsiasi tipo di uso dei polmoni per consumare cannabis potrebbe non essere consigliabile in questo particolare periodo?

Dr. Chin: Esattamente.

Jon: Va bene. Alexandrabadaro chiede: è vero che il fumo aumenta la possibilità di contrarre l'influenza o un virus perché apre le aree nasali?

Dr. Chin: Non aumenta le tue possibilità di contrarre il virus, ma perché stai, di nuovo, creando questa risposta infiammatoria nei passaggi nasali e indebolendo il sistema respiratorio, qualsiasi persona con un sistema respiratorio indebolito – o un sistema immunitario indebolito, del resto – aumenta le possibilità di contrarre qualsiasi virus, non solo il coronavirus. O un raffreddore o un'influenza. Ecco perché rimandarlo il più a lungo possibile e cercare di usare commestibili, bevibili, tinture in questo momento è molto più sicuro.

Jon: Partecipare alla cannabis in qualsiasi forma a questo punto influenza la probabilità di ottenere questo virus o qualsiasi virus? C'è qualcosa nella cannabis che ti renderebbe più suscettibile in qualche modo?

Dr. Chin: No, non esiste uno studio, non c'è nulla che io abbia letto o incontrato che dimostri che un aumento del consumo di cannabis ti aiuterà ad aumentare le possibilità di ottenere il coronavirus.

Semmai, sto guardando questo da un punto di vista infiammatorio. Se stai già usando la cannabis come antinfiammatorio, antidolorifico, se guardi il tuo corpo come questo terreno, questo terreno, se stai diminuendo l'infiammazione generale nel tuo corpo, è una cosa in meno per il tuo corpo preoccuparsi di. Puoi farlo attraverso l'esercizio fisico e un buon sonno ristoratore. Qualsiasi cosa per ridurre l'infiammazione, diminuire l'ansia, diminuire lo stress nel tuo corpo aumenterà il tuo sistema immunitario.

Se usare la cannabis lo fa per te – che tu lo stia usando per il dolore, forse lo stai usando per lo spasmo muscolare – questo aiuterà anche perché modula quella risposta immunitaria.

Jon: Questa è una domanda correlata simile di Amanda E. Leaf. I cannabinoidi hanno dimostrato di avere effetti sui virus, come l'influenza? Ovviamente non sapremmo di COVID-19 in questa fase iniziale, ma ci sono dei vantaggi nell'uso dei cannabinoidi quando sono malati di tali virus? Hai parlato del fatto che sono antinfiammatori; è una risposta anche a quella domanda?

Dr. Chin: Sì, è una domanda simile. La cannabis ha dimostrato di essere modulatori antivirali, antibatterici e immunitari. Penso che possa essere efficace. È l'unica cosa che è l'unica cosa, la cosa magica? Io non la penso così. Ma penso che potrebbe far parte del tuo regime.

Jon: Ci sono alcuni terpeni di cui dovremmo essere consapevoli in termini di miglioramento dell'immunità, determinati cannabinoidi specifici su cui ti concentri in termini di protezione di noi stessi e di supporto della nostra immunità?

Dr. Chin: La cosa meravigliosa dei terpeni è che non lo trovi solo nella pianta di cannabis, ma puoi trovarlo anche in altre piante. La tua cucina, per esempio. Il beta-cariofillene, che si trova nel pepe nero, è un potente antiossidante.

Se osservi il pinene, presente anche nel pino, che allevia i sintomi dell'asma e contrasta l'ansia. Quindi, in realtà, per i miei pazienti che hanno attacchi di asma o hanno un po 'di respiro sibilante durante la stagione delle allergie, quando usano un po' di oli essenziali e terpeni di pinene, che possono effettivamente aiutare ad aprire le vie respiratorie. È davvero molto efficace.

Anche l'eucalipto, è un terpene. Anche antinfiammatorio e antiossidante e riduce anche l'ansia. Limonene. C'è una ragione per cui cammini giù per il supermercato e senti l'odore di questo profumo fresco di limone ed è molto esaltante. Anche questa è una grande anti-ansia e aumenta il supporto immunitario. Ecco perché hai il tuo limone in acqua, il limone nel tè con il miele. Questi sono i tipi di cose. I terpeni hanno le loro proprietà terapeutiche e medicinali.

Jon: Da dove viene il CBD? Il CBD ha qualche tipo di proprietà antivirali? Come si dovrebbe pensare al CBD?

Dr. Chin: Il CBD ha proprietà antivirali e antibatteriche, ma la cosa più importante e potente del CBD è che riduce l'infiammazione e tutti abbiamo un'infiammazione nel nostro corpo. Se pensi al tuo semplice paziente diabetico o a qualcuno che soffre anche di lombalgia o emicrania che vanno e vengono, questa è un'infiammazione alla base del corpo.

Se riesci a eliminare quell'infiammazione, sarà migliore per la tua salute perché il filo conduttore di tutte le malattie è l'infiammazione cronica. È quell'infiammazione bassa.

Jon: Cosa sappiamo del CBD e dello stress. Hai detto che è un noto antinfiammatorio. In che modo aiuta con lo stress?

Dr. Chin: Lo stress è un termine così ampio, giusto? Dobbiamo davvero capire, da dove viene lo stress? Lo stress è dovuto alla mancanza di sonno? Lo stress è causato dal dolore cronico o lo stress da PTSD, l'ansia? La cosa numero uno che vedo nella mia clinica è il dolore cronico e quindi direi insonnia e ansia. E tutto ciò contribuisce allo stress. Quindi controllano la casella di stress nella mia forma di assunzione e poi controllano il dolore, l'insonnia, l'ansia. Trovare una tensione o un chemovar che affronti quel problema di stress alla base sarebbe la chiave.

Jon: In questo caso particolare, penso che molte persone direbbero: “Il mio stress deriva dal preoccuparmi che potrei avere il coronavirus o dal preoccuparmi che qualcuno che amo potrebbe ottenere il coronavirus”, o tutta l'ansia che circonda il coronavirus. “Perderò il lavoro, come verrò pagato? L'economia sta andando in pezzi “, tutti i pensieri folli che stiamo intrattenendo in questo momento. Immagino che avresti chiamato quell'ansia. Ciò sarebbe probabilmente considerato ansia. So che ci sono molte sfaccettature diverse, ma c'è qualcosa che il CBD aiuta con questo tipo di pensieri?

Dr. Chin: Sicuro. Il CBD funziona sui recettori GABA nel nostro cervello, il che dice davvero al nostro corpo di rallentare e spegnere e che siamo al sicuro. Quindi possiamo sicuramente fare in modo che le persone usino i chemovar al CBD – e dosi più basse di THC.

Dosi più basse di THC credo siano molto utili per una vasta gamma di pazienti medici. Ho anche pazienti che dicono: “Non posso tollerare affatto il THC. Ho avuto una brutta esperienza ”, ma se scendi abbastanza in basso con la dose – di nuovo, microdosando, dando giorni tra una dose e l'altra – può essere molto, molto efficace.

Inoltre, vorrei menzionare la cura dei farmaci che stai assumendo. Molte persone con ansia potrebbero essere già sotto prescrizione di farmaci, farmaci anti-ansia o antidepressivi. Quindi vuoi stare attento quando stai integrando con i cannabinoidi per sapere che stanno lavorando insieme. Vuoi solo assicurarti di parlare con il tuo medico o non stai esagerando con l'uno o l'altro. Se il medico dice “Voglio che aumenti il ​​tuo Zoloft”, ciò non significa che puoi aumentare anche la tua cannabis allo stesso tempo.

Jon: Sisters of the Seed chiede: ci sono cannabinoidi che hanno attività specificamente antivirale / antibatterica?

Dr. Chin: Quei cannabinoidi con i terpeni che ho appena menzionato. Non mi piace usare il nome “ceppi” perché varia molto, ma se stai guardando i chemovar o i profili dei cannabinoidi del tuo prodotto testato da terze parti, cercheresti quei cannabinoidi ricchi di quei diversi terpeni . Immagino che avrebbe ottime proprietà antivirali, antibatteriche e immunostimolanti.

Jon: Ashleyh1112 pone una domanda che potrebbe essere diversa per ogni paziente, ma dovrei farti e riguarda la dose. Chiede quanto e quanto spesso è necessario utilizzare la cannabis per aumentare la funzione immunitaria e può aumentare i livelli di immunoglobuline? Ma parliamo della prima parte di questo. Quanto o quanto spesso devi usare la cannabis? Se non riesci a ottenere un appuntamento con te o un altro medico integrativo, come si auto-dosano e come fanno a saperlo?

Credito di immagine: Junella Chin

Dr. Chin: Il dosaggio è sempre stata la domanda numero uno per tutti i professionisti e per consumatori e pazienti. La sfida più grande è che devi solo trovare la dose giusta per te. Puoi cercare su Internet e questo ti fornirà questo diagramma di dosaggio generico o piccole cose che puoi dare un peso al tuo peso o al tuo problema e cerca di sputare questo scenario di migliore dose.

Ma in realtà, varia da persona a persona. Ho un uomo che è venuto l'altro giorno che era £ 215; aveva bisogno di meno cannabis rispetto a quella donna minuta di 98 chili. Entrambi avevano la SM, quindi la stessa diagnosi. Due milligrammi potrebbero essere buoni per una persona e del tutto inefficaci per un'altra.

Per me, dico sempre ai pazienti di microdosare. Meno è meglio. Prova una dose più bassa. Ad esempio, diciamo 1 mg di THC, quindi potresti voler fermarti per un paio di giorni, quindi potresti prendere 1 mg di CBD, quindi un diario e capire quale ti ha fatto sentire meglio. Prova la tintura, quindi sali su una misurazione accurata.

Jon: Quanto tempo deve attendere prima di aumentare la dose?

Dr. Chin: Per i miei principianti, di solito li faccio fare la stessa dose per i primi 3 giorni, anche se non provano nulla, perché ci vuole del tempo per aprire i recettori e anche per sintonizzarsi con il proprio corpo . Se hai esperienza, penso che ogni giorno puoi aumentare la dose e aumentare la dose.

Jon: Parliamo un po 'del problema dell'igiene qui – e forse è ovvio in questo momento. Cannabis, molto sta condividendo. Alla gente piace fare un giro in giro, e c'è una sorta di cultura della condivisione intorno alla cannabis. Immagino che non sia consigliato in questo momento, dato ciò che stiamo affrontando con il distanziamento sociale. Ci sono altri pensieri che hai in termini di assicurarti di essere molto sicuro nel tuo consumo di cannabis a questo punto?

Dr. Chin: Ovviamente. Il distanziamento sociale è davvero difficile, specialmente penso nella comunità che usa la cannabis. Ci piace abbracciare e condividiamo. Come esseri umani, non ci piace l'isolamento. Il nostro corpo, la nostra essenza, la nostra anima lo sa. Ma ci sono davvero delle ragioni principali per cambiare il nostro comportamento in questo momento. Questo è davvero un sacrificio ragionevole da fare ora per evitare catastrofi in seguito e sofferenza personale.

Quindi, naturalmente, lavaggi a mano frequenti, non condivisione di giunture e tubi – questo è un modo ideale per fermare la diffusione del virus. Ci sono molte persone asintomatiche che portano il coronavirus, quindi solo perché non stai tossendo o non hai la febbre o sembri perfettamente in forma, non è un modo preciso per giudicare se condividerò o meno quella penna vaporizzatore con quella persona.

Quindi tieniti fermo fino a quando non ci troviamo e sappiamo cosa sta succedendo, cancellando le cose come i tuoi telefoni, cancellando l'area con cui lavori se lavori in un'area di metallo o vetro con i tuoi prodotti a base di cannabis. La tosse e lo starnuto, la tasca della tosse – potresti voler fare anche quello.

Jon: Molte persone provano un'enorme quantità di ansia in questo momento, me compreso, e cercano sollievo dai prodotti a base di CBD / cannabis. Cosa mi consigliate di fare in questa situazione?

Dr. Chin: Direi molti consumatori con ansia, il numero uno è non guardare le notizie della rete. (ride) Smetti di guardare le notizie sulla rete. È molto difficile e ora siamo sui nostri telefoni più che mai. Ogni volta che lampeggia o ci dà una notifica, stiamo guardando e vediamo aumentare i numeri.

Ma vuoi davvero guardare ai prodotti a base di cannabinoidi a base di sativa, più ricchi di CBD. Penso che sarebbe grandioso. E poi microdosando su profili di cannabinoidi THC, perché troppo THC può prenderti il ​​sopravvento e puoi sovraccaricare e diventare abbastanza a disagio e più ansioso.

Quindi ora penso che il microdosaggio sia più importante che mai, perché ci sono effetti terapeutici. Ti senti quasi come se nulla stesse succedendo quando stai microdosando. È molto sottile, ma ti senti come “Mi sento come se avessi fatto yoga” o “Mi sento un po 'più rilassato nella mia pelle, un po' più a mio agio nella mia pelle”. Ecco dove vuoi restare. Meno è di più a questo punto.

Jon: Il CBD ha bisogno del THC e viceversa, il THC ha bisogno del CBD per essere pienamente efficace? Puoi semplicemente prendere un prodotto CBD a spettro completo e sentire gli effetti o è diverso per ogni persona?

Dr. Chin: Ancora una volta, questo è diverso per ogni persona e quindi dipende sempre dal tipo di prodotto che stai assumendo. Se stai preparando un prodotto per bevande, la maggior parte dei prodotti per bevande utilizza un isolato di CBD. Alcuni prodotti per bevande affermano di aiutarti a rilassarti, altri lo fanno, ma molti di loro usano gli isolati solo per il profilo aromatico. Quindi potresti aver bisogno di un po 'più di quell'isolato di CBD.

Alcune persone che assumono l'intero spettro potrebbero notare che non stanno consumando quanto normalmente avrebbero bisogno. Ancora una volta, dipende dal tuo corpo, dipende da ciò a cui sei abituato.

Dal punto di vista clinico, vedo che i consumatori e i pazienti ottengono il massimo chilometraggio con uno spettro completo perché ottengono tutti i cannabinoidi ricchi, CBD, THC, ma anche i terpeni.

Jon: C'è qualcosa che mi è sfuggito che vorresti impartire ai nostri ascoltatori da un punto di vista medico che potrebbe essere utile per loro sapere?

Dr. Chin: Penso che la cosa più importante ora sia non sprecare i tuoi soldi esaurendo e comprando un sacco di integratori. Molti pazienti stanno andando in Amazon e stanno spendendo tonnellate di denaro per i ripetitori del sistema immunitario e cercando di rendere il loro corpo il più “sano” possibile. Vuoi davvero assicurarti di guardare la tua dieta, mangiare una dieta ricca di cibi non trasformati.

L'esercizio fisico è fantastico. Anche se sei a casa, vai al tuo parco, vai al cortile. Ho fatto un'escursione con i miei figli durante il fine settimana, Bear Mountain. L'esercizio muove il fluido linfatico, il sistema linfatico. I tuoi muscoli si contraggono, la tua mente rimane sana.

E dormire. Ora che non abbiamo un programma di lavoro, vuoi comunque mantenere questa routine e assicurarti di dormire anche a sufficienza.

Penso che siano davvero molto importanti. L'uso della cannabis, se stai già utilizzando la cannabis, è anche molto utile.

E in realtà voglio parlare dell'uso di cannabis per la tua pelle, argomenti di attualità. Diciamo che hai l'eczema o la psoriasi o una condizione di pelle secca, ora che stiamo entrando nella stagione delle allergie. Ho notato molte fiammate con lo stress dei pazienti che hanno problemi dermatologici. La tua pelle è anche un riflesso del tuo sistema immunitario, quindi vuoi assicurarti di prenderti cura della tua pelle in un modo che assicuri che sia protetta, che non si spacchi dal tempo asciutto.

Ci sono molti prodotti a base di cannabinoidi: sono un ufficiale medico di Saint Jane; Penso che tu abbia avuto Casey Georgeson l'ultima volta. Tle cerniere ricche e nutrienti sono molto, molto importanti per proteggere la tua pelle.

Jon: Che ne dici di lavarti le mani? Parliamo di questi antivirali – ma uccidono tutti i batteri, giusto, questi Purells e roba del genere? È importante contrastarlo con le cose che migliorano anche la pelle?

Dr. Chin: Ecco perché l'ho menzionato. I miei pazienti con eczema o psoriasi, le loro dita si stanno letteralmente spaccando e fissurando a causa del Purell, e si stanno lavando le mani così tanto. Si sta completamente seccando e stanno facendo il bagno di più, stai usando più salviette. Devi mantenere intatta la tua pelle.

Quindi assicurarti di utilizzare le cose che proteggeranno quello strato epidermico è molto, molto importante perché non vuoi essere sensibile alle infezioni.

Jon: Questo è un consiglio così straordinario. Lo sto scarabocchiando mentre parlo con te, anche se sto registrando questo. (ride) È molto importante. Dottor Chin, grazie mille per aver dedicato del tempo a parlare con noi.

Dr. Chin: Sei il benvenuto. Il piacere è tutto mio.

Jon: Il suo libro è Cannabis e CBD per salute e benessere. Esiste un sito Web a cui dovrei anche raccomandare di visitare le persone?

Dr. Chin: drjunechin.com.

Jon: Eccezionale. Grazie.

CREMA TRATTAMENTO PSORIASI OFFERTA -50% !