CREMA TRATTAMENTO PSORIASI OFFERTA -50% !

Home Blog

Psorilax:sconto |psoriasi e crema nivea

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, come si usa

La pelle rossa, nota anche come eritema o arrossamento, è un sintomo comune con una serie di potenziali cause da scottature solari a una reazione a un nuovo ammorbidente. In genere, il rossore della pelle non indica una malattia sottostante ed è facile da diagnosticare e trattare.

Tuttavia, è comprensibile se ti senti preoccupato per ciò che potrebbe causare macchie rosse sulla pelle di tuo figlio, un'eruzione cutanea sul viso o protuberanze pruriginose dappertutto. A volte, la pelle rossa può essere un segno di una grave reazione allergica o di una condizione cronica della pelle.

Qui, scopri cosa devi sapere sulla pelle arrossata, inclusa una ripartizione di diverse condizioni e sintomi, come affrontarla e quando è il momento di consultare un medico.

Sintomi della pelle rossa

Sebbene comune, la pelle rossa può essere un sintomo angosciante. Per iniziare a capire cosa potrebbe succedere, considera alcuni dei motivi più comuni dell'arrossamento della pelle.

Sunburn

D-Keine / E + / Getty Images


Anche se è nuvoloso, puoi comunque scottarti se trascorri un lungo periodo di tempo all'aperto senza proteggere la pelle.

Insieme alla pelle rossa, i sintomi possono includere:

  • Una bruciatura superficiale sulla pelle
  • Dolore, tenerezza e gonfiore
  • Pelle secca e desquamata
  • Ustioni e vesciche più profonde con maggiore esposizione al sole

Dermatite da contatto


Dermatite da contatto.

PansLaos / Getty Images



La dermatite da contatto è una reazione cutanea che divampa dopo che sei entrato in contatto con una sostanza irritante o un allergene.

I sintomi nel sito di esposizione possono includere:

  • Un'eruzione cutanea rossa
  • Protuberanze rosse e pruriginose
  • Vesciche sulla pelle
  • Sensazioni di prurito o bruciore

Effetti collaterali dei farmaci o allergia ai farmaci

Chokchai Silarug / Getty Images


Integratori a base di erbe, farmaci da banco e farmaci da prescrizione possono tutti causare effetti collaterali indesiderati o reazioni allergiche a causa di risposte immunitarie anormali. Le allergie ai farmaci possono variare da lievi a gravi e pericolose per la vita.

Effetti collaterali dei farmaci Può includere:

  • Acne
  • Pelle rossa e squamosa
  • Eruzione cutanea rosso scuro o viola
  • Vesciche o orticaria
  • Eruzione cutanea simile a un brufolo
  • Zone viola sulla pelle

Le reazioni allergiche ai farmaci si verificano in genere entro un'ora dall'assunzione di un farmaco. Tuttavia, alcuni sintomi, come un'eruzione cutanea, potrebbero non comparire fino a ore, giorni o settimane dopo.

Segni di allergia ai farmaci a cui prestare attenzione includono:

  • Eruzione cutanea rossa
  • Orticaria
  • Febbre
  • Prurito
  • Prurito, lacrimazione agli occhi
  • Rigonfiamento
  • Fiato corto
  • Respiro sibilante
  • Rinorrea
  • Anafilassi

L'anafilassi è una reazione allergica rara ma pericolosa per la vita a un farmaco che causa una disfunzione corporea diffusa. Se tu o la persona amata avete i seguenti sintomi, consultare immediatamente un medico:

  • Respirazione difficoltosa
  • Vertigini, vertigini o confusione
  • Nausea, crampi addominali, vomito o diarrea
  • Battito cardiaco accelerato
  • Perdita di conoscenza

Herpes zoster

pinglabel / Getty Images


Se hai già avuto la varicella e hai un'eruzione cutanea rossa particolarmente dolorosa, potresti avere un'infezione virale nota come fuoco di Sant'Antonio (herpes zoster). Anche se puoi avere l'herpes zoster a qualsiasi età, il tuo rischio aumenta man mano che invecchi.

Ecco i sintomi a cui prestare attenzione:

  • Un'eruzione cutanea rossa molto dolorosa che può formicolare, prurito o bruciare
  • Un'eruzione cutanea rossa con un motivo a strisce (spesso sul busto ma può apparire ovunque sul corpo o sul viso)
  • Vesciche piene di liquido
  • Fatica
  • Febbre bassa e brividi
  • Mal di testa

Eczema

-aniaostudio- / iStock / Getty Images


L'eczema, noto anche come dermatite atopica, provoca pelle secca e sensibile con macchie rosse pruriginose che possono sbiadire e divampare nel tempo. L'eczema può verificarsi a qualsiasi età, anche se è comune nei neonati e nei bambini (alcuni dei quali lo superano nel tempo).

I sintomi dell'eczema possono includere:

  • Pelle secca e squamosa
  • Prurito
  • Pelle arrossata
  • Macchie o eruzioni cutanee da rossastre a grigio-brunastre che spesso compaiono su mani, piedi, collo, petto, all'interno dei gomiti, dietro le ginocchia e, nei neonati, sul viso e sul cuoio capelluto
  • Piccole protuberanze piene di liquido che rilasciano liquido limpido o giallastro
  • Aumento del rossore, gonfiore e prurito dopo aver grattato o sfregato la pelle irritata
  • Ispessimento della pelle
  • Nei casi più gravi, pelle rotta con piaghe trasudanti o piangenti
  • Infezioni della pelle

Dermatite seborroica

delectus / iStock / Getty Images


La dermatite seborroica, meglio conosciuta come forfora nelle persone di tutte le età o “crosta lattea” nei bambini, è una condizione della pelle molto comune. Colpisce principalmente la parte superiore della testa e altre parti del corpo con ghiandole sebacee (produttrici di petrolio) come il viso, la parte superiore della schiena e il torace.

Sebbene chiunque possa avere la dermatite seborroica, è più comune nei neonati e negli adulti di età compresa tra 30 e 60 anni e tende a schiarirsi e divampare nel tempo. Questa condizione non è contagiosa o associata a scarsa igiene.

La dermatite seborroica può causare uno dei seguenti sintomi:

  • Pelle arrossata, grassa o gonfia
  • Scaglie bianche o giallastre che formano una crosta spessa
  • Fiocchi sulla superficie della pelle che cadono facilmente
  • Vesciche piene di liquido
  • Altri cambiamenti nel colore della pelle

Acne rosacea

Lipowski / iStock / Getty Images


Preoccupato per un'eruzione cutanea rossa sul viso? Se ti accorgi di arrossire sempre più spesso, potresti avere la rosacea.

I potenziali sintomi includono:

  • Arrossire o arrossire facilmente, soprattutto quando ti senti stressato o troppo caldo, mangi cibi piccanti o bevi alcolici
  • Arrossamento occasionale, cronico o permanente su fronte, guance, naso e mento
  • Vasi sanguigni visibili sul viso
  • Rossore che si diffonde al cuoio capelluto, alle orecchie, al collo, alla parte superiore del torace o alla schiena
  • Pelle grassa con eruzioni cutanee che ricordano l'acne
  • Pelle sensibile e facilmente irritabile che può bruciare o pungere se esposta a lozioni, detergenti per il viso o al sole
  • Pelle gonfiata o irregolare sulla fronte, sulle guance o intorno agli occhi
  • Ispessimento della pelle su naso, guance o fronte
  • Palpebre gonfie o occhi irritati, acquosi, secchi o iniettati di sangue

Psoriasi

DR P. MARAZZI / Science Photo Library / Getty Images


La psoriasi è una condizione cronica della pelle che induce il tuo corpo a produrre cellule della pelle troppo rapidamente, innescando macchie rosse intermittenti della pelle.

I sintomi della psoriasi possono includere:

  • Macchie rosse secche, croccanti sulla pelle, spesso sul cuoio capelluto, sui gomiti o sulle ginocchia
  • Scaglie argentee
  • Lesioni piene di liquido
  • Prurito della pelle
  • Ammaccature o vaiolatura sul letto ungueale

Cellulite

Cellulite è una comune infezione batterica della pelle potenzialmente pericolosa per la vita che provoca un'eruzione cutanea rossa, gonfia e tipicamente dolorosa dopo una rottura della pelle che consente ai batteri di entrare nel corpo. In genere, la cellulite colpisce la parte inferiore delle gambe, ma può anche manifestarsi altrove, come il viso o le braccia.

La cellulite può causare gravi complicazioni se non trattata, quindi consultare immediatamente un medico se tu o la persona amata avete i seguenti sintomi:

  • Eruzione cutanea rossa e gonfia che si diffonde rapidamente
  • Pelle rossa tenera e calda al tatto
  • Pelle butterata o con vesciche
  • Febbre e brividi

Cause

Le potenziali cause della pelle rossa possono variare notevolmente e potrebbero essere in gioco più fattori a seconda della situazione individuale. Ecco alcuni motivi comuni da considerare per il rossore della pelle.

Contatto con un irritante

Ripensa: hai recentemente acquistato un nuovo sapone, una lozione o un detersivo per bucato? Partecipare a una recente escursione e strofinare contro un sacco di vegetazione? Qualsiasi numero di irritanti o allergeni può causare una riacutizzazione, da un'eruzione cutanea sul viso all'orticaria delle gambe.

Gli autori di reato comuni includono:

  • Prodotti per la pelle e i capelli come saponi, shampoo, lozioni da barba, cosmetici e profumi
  • Punture di insetto
  • Piante come edera velenosa, quercia e sommacco
  • Metalli come il nichel trovati in alcuni gioielli
  • Luce solare e danni alla pelle causati dai raggi ultravioletti (UV)
  • Blocco delle ghiandole sudoripare a causa del calore
  • Guanti in lattice
  • Farmaci topici
  • Maggiore esposizione all'acqua

Farmaco

Sebbene qualsiasi farmaco possa causare effetti collaterali o reazioni allergiche, alcuni farmaci hanno maggiori probabilità di causare arrossamento della pelle. Generalmente, le allergie ai farmaci si verificano quando il tuo sistema immunitario scambia un farmaco come un intruso dannoso e sviluppa un anticorpo (o proteine ​​specializzate) per combatterlo.

I farmaci che potrebbero comunemente innescare eruzioni cutanee rosse o orticaria includono:

  • Antibiotici come la penicillina
  • Antidolorifici tra cui aspirina, naprossene sodico (Aleve) e ibuprofene (Advil e Motrin IB)
  • Farmaci per l'epilessia o condizioni autoimmuni
  • Farmaci chemioterapici

Condizioni autoimmuni

La pelle rossa potrebbe anche essere il risultato di una condizione autoimmune come la psoriasi. In questo caso, il tuo corpo scambia il tessuto sano per una minaccia come un virus e, a sua volta, passa alla modalità di attacco.

Condizioni della pelle sottostante

Molte condizioni della pelle tra cui eczema, dermatite seborroica e rosacea possono causare attacchi ciclici di pelle rossa, insieme ad altri sintomi. Sebbene la causa esatta di queste condizioni rimanga sconosciuta, è probabile che si verifichino a causa di una combinazione di genetica e ambiente.

Fattori scatenanti come stress, cambiamenti climatici e saponi o cosmetici aggressivi possono far emergere o ripresentarsi i sintomi.

Virus

Un invasore virale potrebbe anche essere la causa della tua pelle arrossata. In particolare, l'herpes zoster è causato dallo stesso virus che causa la varicella (virus varicella-zoster). Se hai già avuto la varicella, puoi sviluppare l'herpes zoster quando il virus si riattiva dopo aver trascorso anni inattivo (inattivo) nel tuo corpo.

Diagnosi

In molti casi, il tuo medico può determinare la causa della tua pelle arrossata dopo aver discusso i tuoi sintomi con te e aver eseguito un esame fisico.

Preparati a parlare di come i tuoi sintomi potrebbero essere emersi o cambiati nel tempo, della tua storia medica (compresi i farmaci che stai attualmente assumendo), della tua storia familiare e di qualsiasi recente esposizione a potenziali irritanti o allergeni.

A seconda del tuo caso individuale, il tuo medico potrebbe essere in grado di darti una diagnosi basata sulle informazioni fornite e sui tuoi sintomi. Tuttavia, potrebbero essere necessari ulteriori test come test allergologici, esami del sangue o una biopsia cutanea per confermare una diagnosi.

Assicurati di chiedere al tuo medico se la tua condizione della pelle è contagiosa e come evitare di diffonderla ad altri.

Trattamento

A seconda di ciò che è alla radice del rossore della tua pelle, potresti essere in grado di alleviare i tuoi sintomi con la cura di te stesso, rimedi da banco o farmaci da prescrizione.

Sunburn

Nella maggior parte dei casi, puoi alleviare i sintomi delle scottature solari facendo bagni e docce freddi, applicando una crema idratante che contiene soia o aloe vera e assumendo un farmaco antinfiammatorio non steroideo (FANS) come l'aspirina o l'ibuprofene per ridurre dolore, arrossamento e rigonfiamento.

Dermatite da contatto

Un caso minore di dermatite da contatto può essere trattato lavando via la pelle per eliminare ogni traccia di irritante o allergene, applicando una crema idratante per aiutare la pelle a guarire ed evitando il grilletto da quel momento in poi. Il medico può anche prescrivere creme o unguenti a base di corticosteroidi topici o, nei casi più gravi, pillole di corticosteroidi o un'iniezione.

Effetti collaterali dei farmaci o allergia ai farmaci

In generale, puoi sbarazzarti di un'eruzione da farmaci interrompendo il farmaco e sostituendolo con un'alternativa con l'aiuto del tuo medico. Per le reazioni maggiori, potrebbe essere necessario assumere anche corticosteroidi o antistaminici.

Herpes zoster

Prima contatta un medico per trattare un potenziale caso di fuoco di Sant'Antonio, meglio è, poiché i farmaci per abbreviare la malattia e ridurre la gravità dei sintomi sono più efficaci entro tre giorni dallo sviluppo dell'eruzione cutanea. Mentre ti riprendi, gli antidolorifici insieme alla lozione alla calamina e ai bagni di farina d'avena possono aiutare a ridurre il dolore e il prurito.

Dermatite seborroica

Spesso, la dermatite seborroica può essere gestita con un rimedio contro la forfora da banco che contiene il 2% di zinco piritione, uno shampoo antifungino da prescrizione o, nei casi più gravi, un corticosteroide topico aggiuntivo o un inibitore della calcineurina da applicare temporaneamente.

Per i bambini con dermatite seborroica, lavare delicatamente i fiocchi con olio minerale o vaselina di solito fa il trucco.

Condizioni croniche della pelle

Sebbene non esista una cura per eczema, psoriasi o rosacea, puoi gestire i sintomi con la cura di te stesso, adattamenti dello stile di vita per ridurre fattori scatenanti come stress, farmaci e terapie aggiuntive se necessario.

Quando hai bisogno di un dermatologo per il trattamento?

Se hai provato misure di auto-cura come creme e lozioni da banco ma i tuoi sintomi sono gravi, interrompono la vita o continuano dopo due settimane, contatta il tuo medico per chiedere aiuto. Se sospetti che tu o una persona cara possiate avere una grave reazione allergica o un'infezione della pelle in rapido peggioramento, cercate immediatamente l'attenzione dei farmaci.

Affrontare

Sebbene la pelle arrossata a volte possa indicare un problema serio, di solito è facile affrontare l'uso di rimedi casalinghi come i FANS per ridurre gonfiore e arrossamento, creme e unguenti per alleviare il dolore e il prurito e creme idratanti per aiutare la pelle a guarire.

Cosmetico

A seconda della causa, l'aspetto della pelle arrossata può spesso essere alleviato con un po 'di cura di sé. Ecco alcuni suggerimenti per ridurre il rossore del viso e della pelle:

  • Usa regolarmente detergenti delicati e creme idratanti che contengono ingredienti lenitivi come camomilla, aloe o cetriolo per ridurre l'infiammazione e ricostruire la barriera protettiva della tua pelle (questo può essere particolarmente utile se noti che la tua pelle è più rossa durante i mesi più freddi o più caldi)
  • Evita di esfoliare eccessivamente la pelle facendo una pausa da peeling e scrub
  • Applicare la protezione solare per evitare scottature e danni alla pelle

Se il problema persiste, contatta un medico per escludere cause più profonde di arrossamento della pelle e parlare di altre soluzioni cosmetiche.

Prurito e disagio

Spesso la secchezza o il contatto con sostanze irritanti possono causare prurito e irritazione alla pelle arrossata. Per i sintomi lievi, puoi auto-curarti con le seguenti strategie:

  • Semplifica la tua routine di cura della pelle e trucco e rimuovi i prodotti irritanti
  • Usa creme e unguenti anti-prurito da banco che contengono mentolo, calamina, aloe vera o farina d'avena
  • Per gli irritanti della pelle come punture di insetti o edera velenosa, applicare o spruzzare su prodotti contenenti crema di idrocortisone all'1%
  • Prendi antistaminici come Allegra o Zyrtec per lievi reazioni allergiche o orticaria
  • Per un sollievo rapido e temporaneo, premi un impacco freddo

Se ti viene diagnosticata una condizione cronica della pelle come eczema, dermatite seborroica, rosacea o psoriasi, chiedi al tuo medico i cambiamenti che puoi apportare per alleviare lo stress, evitare i trigger e tenere a bada i sintomi.

Gestire una condizione della pelle può essere angosciante e frustrante, quindi non esitare a contattare un ulteriore aiuto da un terapista o anche da un gruppo di supporto online.

Una parola da Verywell

Poiché ci sono così tante potenziali ragioni per la pelle arrossata, assicurati di optare per l'assistenza domiciliare solo quando sei sicuro di ciò che sta causando i tuoi sintomi. In caso di dubbio, contatta un operatore sanitario per capire i passaggi successivi migliori per te.

Psorilax:Recensioni |ragadi da psoriasi piedi crema

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, composizione

THOUSAND OAKS, California, 30 novembre 2020 / PRNewswire / – Tre membri della COVID R&D Alliance – Amgen Inc. (NASDAQ: AMGN), Takeda Pharmaceutical Co. Ltd. (NYSE: TAK) e UCB (Euronext BR: UCB) – hanno annunciato oggi il primo paziente arruolato in il processo COMMUNITY (COVID-19 Magenti multipli e Modulatori Unified Industry Membri). COMMUNITY è uno studio su piattaforma adattivo, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo che consente di studiare una serie di candidati terapeutici in pazienti COVID-19 ospedalizzati.

Con le morti per COVID-19 in tutto il mondo che superano il milione e una recrudescenza di casi a livello globale, le aziende di scienze della vita stanno lavorando urgentemente per identificare trattamenti che possono potenzialmente ridurre la gravità clinica del COVID-19 nei pazienti ospedalizzati. COMMUNITY è la prima piattaforma di prova progettata e lanciata dai membri di COVID R&D Alliance, un gruppo di oltre 20 aziende farmaceutiche e biotecnologiche leader che stanno dedicando tempo, approfondimenti e risorse aziendali significativi per accelerare lo sviluppo di potenziali terapie, nuovi anticorpi e terapie antivirali per COVID-19 e suoi sintomi correlati.

“Poiché questo virus insidioso si diffonde rapidamente in tutto il mondo, i medici hanno bisogno di opzioni per curare i pazienti ospedalizzati che sono attivamente malati e che manifestano una serie di sintomi man mano che la malattia progredisce”, ha detto David M. Reese, M.D., Vicepresidente esecutivo Ricerca e sviluppo, Amgen. “Lavorando mano nella mano con i nostri colleghi, speriamo di trovare opzioni che potrebbero potenzialmente salvare la vita dei pazienti che avranno bisogno di cure per COVID-19 prima della disponibilità diffusa di un vaccino”.

COMMUNITY utilizza un design adattivo che consente l'aggiunta, la rimozione e lo studio simultaneo di più candidati terapeutici durante il corso della sperimentazione. Più candidati saranno testati contro un braccio condiviso controllato con placebo. Il design consente un approccio semplificato che può accelerare l'esecuzione dello studio e risparmiare tempo nella ricerca di terapie nella lotta contro la pandemia. Le terapie immunomodulanti saranno le prime candidate ad entrare in COMMUNITY. Altre terapie potrebbero unirsi in futuro, come gli antivirali.

Il design e l'impronta globale dello studio sono stati selezionati per affrontare potenziali barriere nello studio delle terapie COVID-19. Ciò include l'anticipazione e l'attivazione dei siti di sperimentazione per allinearsi con l'ascesa e la caduta dei casi COVID nelle regioni geografiche, nonché la semplificazione dell'afflusso di richieste relative agli studi affrontate da alcuni ospedali e sistemi sanitari. COMMUNITY integrerà i siti globali in gli Stati Uniti, Brasile, Messico, Russia, Sud Africa e altri paesi. Questa diversità geografica consentirà ai siti di sperimentazione di essere attivi quando i casi aumentano localmente. COMMUNITY mira a semplificare lo studio delle terapie sperimentali che possono tradursi in potenziali opzioni di trattamento e soddisfare le esigenze degli ospedali nel trattamento dei pazienti.

“COVID non è limitato a un solo paese, il che rende imperativo condividere le sfide, i successi e le intuizioni in tempo reale”, ha affermato Dhavalkumar Patel, Vicepresidente esecutivo e Direttore scientifico, UCB. “Condividendo la nostra esperienza e le nostre risorse, speriamo di fornire ai team di assistenza promettenti terapie sperimentali per aiutare i pazienti che non possono aspettare”.

Risposte infiammatorie vascolari e immunitarie incontrollate hanno dimostrato di essere sintomi caratteristici nei pazienti che affrontano gravi infezioni da COVID-19. Questi pazienti possono correre un rischio maggiore di sindrome da distress respiratorio acuto (ARDS), ictus e morte. Le terapie iniziali che entrano in COMMUNITY sono state selezionate in base al loro potenziale di sopprimere o controllare la risposta immunitaria o l'infiammazione risultante. Nessuna di queste terapie è stata approvata dalla FDA, dall'EMA o da altre autorità sanitarie per il trattamento del COVID-19 o dei suoi sintomi e sono ancora in fase di sperimentazione. Questi includono:

  • OTEZLA di Amgen® (apremilast), che può sopprimere l'infiammazione della risposta immunitaria;
  • La somministrazione endovenosa sperimentale di Takeda di lanadelumab, che modula il sistema callicreina-chinina e sopprime la produzione di bradichinina, riducendo potenzialmente l'infiammazione;
  • Zilucoplan di UCB, un medicinale sperimentale che può ridurre l'iperattivazione del sistema immunitario che contribuisce all'ARDS.

OTEZLA è entrata in COMMUNITY questa settimana. Si prevede che lanadelumab e zilucoplan entreranno nelle prossime settimane. Altri agenti antivirali, immunomodulatori e vascolari potrebbero entrare nei prossimi mesi.

COMMUNITY sta studiando pazienti COVID-19 ospedalizzati. Ciò include i pazienti COVID-19 confermati che possono richiedere cure mediche continue, ossigeno supplementare, ventilazione non invasiva o dispositivi per ossigeno ad alto flusso, ventilazione meccanica invasiva o ossigenazione extracorporea a membrana (ECMO). Iscrivendo sia pazienti ospedalizzati in Unità di Terapia Intensiva che pazienti non in Unità di Terapia Intensiva, lo studio cerca di fornire una maggiore comprensione di come gli interventi terapeutici possono essere utilizzati con pazienti COVID-19 ospedalizzati che manifestano una serie di sintomi.

A proposito di COMMUNITY
COMMUNITY è uno studio su piattaforma adattivo, randomizzato, in doppio cieco, controllato con placebo, progettato per valutare più candidati come potenziale trattamento per pazienti ospedalizzati con COVID-19, una malattia causata dalla sindrome respiratoria acuta grave coronavirus 2 (SARS CoV 2). L'obiettivo dello studio è identificare un trattamento efficace per i pazienti COVID-19 ospedalizzati, di grado da 2 a 5 su una scala ordinale a 8 punti dello stato di gravità clinica.

L'endpoint primario di COMMUNITY è il tempo per confermare il recupero clinico senza essere ricoverato nuovamente fino al giorno 29 in base alla scala dello stato di gravità clinica, che è definita come il raggiungimento di un punteggio di 6, 7 o 8. Gli endpoint secondari chiave sono il recupero senza ossigeno , miglioramento rispetto al basale o idoneità alla dimissione dal basale e mortalità per tutte le cause.

I pazienti saranno randomizzati in modo uguale all'agente candidato più lo standard di cura o un placebo più lo standard di cura in doppio cieco. I pazienti randomizzati al placebo più lo standard di cura saranno successivamente randomizzati in modo uguale a un placebo corrispondente corrispondente a un agente disponibile.

Informazioni su COVID R&D Alliance
Organizzato in Marzo 2020, la COVID R&D Alliance sta operando non vincolata dai modelli di sviluppo del passato e sta accelerando i candidati allo studio senza riguardo all'affiliazione aziendale. I membri condividono i dati degli studi clinici e le prove del mondo reale, nonché i candidati nella fase iniziale del crowdsourcing per identificare meccanismi e trattamenti che potrebbero essere efficaci contro COVID-19. Gli sforzi iniziali del gruppo si concentrano sull'avanzamento di terapie ben note e farmaci sperimentali in fase avanzata per i pazienti ospedalizzati che necessitano di opzioni di trattamento. Le attività stanno testando molecole riutilizzate e candidati in fase iniziale. Le aziende associate hanno 40 studi che dovrebbero avere risultati nei prossimi mesi.

Ulteriori informazioni su COVID R&D Alliance sono disponibili su www.CovidRDAlliance.com.

A proposito di Otezla® (apremilast)
OTEZLA® (apremilast) è un inibitore orale di piccole molecole della fosfodiesterasi 4 (PDE4) specifico per l'adenosina monofosfato ciclico (cAMP). L'inibizione della PDE4 si traduce in un aumento dei livelli di cAMP intracellulare, che si pensa moduli indirettamente la produzione di mediatori infiammatori. Il meccanismo (i) specifico (i) con cui OTEZLA esercita la sua azione terapeutica nei pazienti non è ben definito.

Otezla è attualmente approvato per l'uso in più di 50 paesi come trattamento orale per malattie infiammatorie come la psoriasi e l'artrite psoriasica. Inibendo la PDE4, si ritiene che Otezla moduli la produzione di citochine infiammatorie e altri mediatori, che possono rivelarsi utili nell'inibire la risposta infiammatoria associata ai segni, sintomi e coinvolgimento polmonare osservati in alcuni pazienti COVID-19. Amgen prevede di collaborare con sperimentazioni su piattaforma per indagare su Otezla nel trattamento di pazienti COVID-19 ospedalizzati.

Otezla® (apremilast) INDICAZIONI DEGLI STATI UNITI
Otezla® (apremilast) è indicato per il trattamento di pazienti adulti con psoriasi a placche da moderata a grave candidati alla fototerapia o alla terapia sistemica.

Otezla è indicato per il trattamento di pazienti adulti con artrite psoriasica attiva.

Otezla è indicato per il trattamento di pazienti adulti con ulcere orali associate alla malattia di Behçet.

Otezla® (apremilast) IMPORTANTI INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA DEGLI STATI UNITI

Controindicazioni

  • Otezla® (apremilast) è controindicato nei pazienti con ipersensibilità nota ad apremilast o ad uno qualsiasi degli eccipienti nella formulazione

Avvertenze e precauzioni

  • Diarrea, nausea e vomito: casi di grave diarrea, nausea e vomito sono stati associati all'uso di Otezla. La maggior parte degli eventi si è verificata nelle prime settimane di trattamento. In alcuni casi, i pazienti sono stati ricoverati in ospedale. I pazienti di età pari o superiore a 65 anni e i pazienti che assumono farmaci che possono portare a deplezione di volume o ipotensione possono essere a maggior rischio di complicanze da diarrea grave, nausea o vomito. Monitorare i pazienti che sono più suscettibili alle complicanze di diarrea o vomito; consigliare ai pazienti di contattare il proprio medico. Considerare la riduzione o la sospensione della dose di Otezla se i pazienti sviluppano diarrea grave, nausea o vomito
  • Depressione: valutare attentamente i rischi e i benefici del trattamento con Otezla per i pazienti con una storia di depressione e / o pensieri / comportamenti suicidari, o per i pazienti che sviluppano tali sintomi durante il trattamento con Otezla. I pazienti, gli operatori sanitari e le famiglie devono essere informati della necessità di essere attenti all'emergenza o al peggioramento di depressione, pensieri suicidi o altri cambiamenti dell'umore e devono contattare il proprio medico se si verificano tali cambiamenti
    • Psoriasi: Il trattamento con Otezla è associato ad un aumento della depressione. Durante gli studi clinici, l'1,3% (12/920) dei pazienti ha riportato depressione rispetto allo 0,4% (2/506) del placebo. La depressione è stata riportata come grave nello 0,1% (1/1308) dei pazienti esposti a Otezla, rispetto a nessuno nei pazienti trattati con placebo (0/506). È stato osservato comportamento suicidario nello 0,1% (1/1308) dei pazienti trattati con Otezla, rispetto allo 0,2% (1/506) con placebo. Un paziente trattato con Otezla ha tentato il suicidio; un paziente in trattamento con placebo si è suicidato
    • Artrite psoriasica: Il trattamento con Otezla è associato ad un aumento della depressione. Durante gli studi clinici, l'1,0% (10/998) ha riportato depressione o umore depresso rispetto allo 0,8% (4/495) trattato con placebo. Ideazione e comportamento suicidari sono stati osservati nello 0,2% (3/1441) dei pazienti trattati con Otezla, rispetto a nessuno dei pazienti trattati con placebo. La depressione è stata riportata come grave nello 0,2% (3/1441) dei pazienti esposti a Otezla, rispetto a nessuno nei pazienti trattati con placebo (0/495). Due pazienti che hanno ricevuto placebo si sono suicidati rispetto a nessuno su Otezla
    • Malattia di Behçet: Il trattamento con Otezla è associato ad un aumento della depressione. Durante lo studio clinico di fase 3, l'1% (1/104) ha riportato depressione o umore depresso rispetto all'1% (1/103) trattato con placebo. Non sono stati riportati casi di ideazione o comportamento suicidari in pazienti trattati con Otezla o trattati con placebo
  • Diminuzione del peso: monitorare regolarmente il peso corporeo; valutare una perdita di peso inspiegabile o clinicamente significativa e considerare l'interruzione di Otezla
    • Psoriasi: Durante gli studi clinici, si è verificata una perdita di peso corporeo del 5-10% nel 12% (96/784) dei pazienti trattati con Otezla e nel 5% (19/382) dei pazienti trattati con placebo. Una perdita di peso corporeo ≥10% si è verificata nel 2% (16/784) dei pazienti trattati con Otezla rispetto all'1% (3/382) dei pazienti trattati con placebo
    • Artrite psoriasica: Durante gli studi clinici, è stata riportata una perdita di peso corporeo del 5-10% nel 10% (49/497) dei pazienti che assumevano Otezla e nel 3,3% (16/495) dei pazienti che assumevano placebo
    • Malattia di Behçet: Durante lo studio clinico di fase 3, è stata riportata una perdita di peso corporeo> 5% nel 4,9% (5/103) dei pazienti che assumevano Otezla e nel 3,9% (4/102) dei pazienti che assumevano placebo
  • Interazioni farmacologiche: l'esposizione ad apremilast è diminuita quando Otezla è stato co-somministrato con rifampicina, un CYP450 induttore enzimatico; può verificarsi una perdita dell'efficacia di Otezla. Uso concomitante di Otezla con CYP450 induttori enzimatici (ad es. rifampicina, fenobarbital, carbamazepina, fenitoina) non sono raccomandati

Reazioni avverse

  • Psoriasi: Le reazioni avverse riportate in ≥5% dei pazienti sono state (Otezla%, placebo%): diarrea (17, 6), nausea (17, 7), infezione del tratto respiratorio superiore (9, 6), cefalea tensiva (8, 4), e mal di testa (6, 4)
  • Artrite psoriasica: Le reazioni avverse riportate in almeno il 2% dei pazienti che assumevano Otezla, che si sono verificate con una frequenza superiore di almeno l'1% rispetto a quella osservata nei pazienti che assumevano placebo, per un massimo di 16 settimane (dopo la titolazione iniziale di 5 giorni), sono state (Otezla% , placebo%): diarrea (7,7, 1,6); nausea (8,9, 3,1); mal di testa (5,9, 2,2); infezione del tratto respiratorio superiore (3.9, 1.8); vomito (3,2, 0,4); nasofaringite (2.6, 1.6); dolore addominale superiore (2.0, 0.2)
  • Malattia di Behçet: Le reazioni avverse riportate in almeno ≥5% dei pazienti che assumevano Otezla, che si sono verificate con una frequenza di almeno l'1% superiore a quella osservata nei pazienti che assumevano placebo, per un massimo di 12 settimane, sono state (Otezla%, placebo%): diarrea (41,3 , 20,4); nausea (19,2, 10,7); mal di testa (14,4, 10,7); infezione del tratto respiratorio superiore (11.5, 4.9); dolore addominale superiore (8.7, 1.9); vomito (8,7, 1,9); mal di schiena (7,7, 5,8); infezione virale del tratto respiratorio superiore (6.7, 4.9); artralgia (5.8, 2.9)

Utilizzare in popolazioni specifiche

  • Gravidanza: Otezla non è stato studiato nelle donne in gravidanza. Informare le donne in gravidanza del potenziale rischio di perdita del feto. Considera la pianificazione e la prevenzione della gravidanza per le donne in età fertile. Esiste un registro dell'esposizione alla gravidanza che monitora gli esiti della gravidanza nelle donne esposte a Otezla durante la gravidanza. È possibile ottenere informazioni sul registro chiamando il numero 1-877-311-8972 o visitando https://mothertobaby.org/ongoing-study/otezla/
  • Allattamento: non sono disponibili dati sulla presenza di apremilast o dei suoi metaboliti nel latte materno, sugli effetti di apremilast sul bambino allattato al seno o sugli effetti del farmaco sulla produzione di latte. I benefici per lo sviluppo e per la salute dell'allattamento al seno dovrebbero essere considerati insieme alla necessità clinica della madre di Otezla e qualsiasi potenziale effetto avverso sul bambino allattato al seno da Otezla o dalla condizione materna sottostante
  • Compromissione renale: il dosaggio di Otezla deve essere ridotto nei pazienti con grave compromissione renale (clearance della creatinina inferiore a 30 ml / min) per i dettagli, vedere Dosaggio e somministrazione, Sezione 2, nelle Informazioni complete sulla prescrizione

Fare clic qui per Otezla® Informazioni complete sulla prescrizione.

Informazioni su lanadelumab

Lanadelumab è un anticorpo monoclonale completamente umano che si lega e inibisce specificamente l'attività della callicreina plasmatica. Lanadelumab è prodotto in cellule di ovaio di criceto cinese (CHO) mediante tecnologia del DNA ricombinante.

In base al suo meccanismo d'azione, lanadelumab può prevenire gli effetti pro-infiammatori della SARS-COV2 e lo stravaso e l'accumulo di liquido nei polmoni durante una malattia COVID-19 grave e prolungata riducendo l'attività della callicreina plasmatica e regolando la segnalazione di bradichinina in eccesso. Inoltre, l'inibizione della callicreina plasmatica indotta da lanadelumab può aiutare a ridurre l'infiammazione e la coagulazione guidate da FXII, che viene attivata dalla callicreina plasmatica attraverso un ciclo di feedback positivo. È allo studio una somministrazione endovenosa sperimentale di lanadelumab.

Lanadelumab (commercializzato con il nome commerciale TAKHZYRO®) è approvato come formulazione sottocutanea per la profilassi per prevenire attacchi di angioedema ereditario (HAE) in pazienti di età ≥12 anni.

INDICAZIONE DEGLI STATI UNITI E INFORMAZIONI IMPORTANTI SULLA SICUREZZA
INDICAZIONE
TAKHZYRO (lanadelumab-flyo) è indicato per la profilassi per prevenire attacchi di angioedema ereditario (HAE) in pazienti di età ≥12 anni.

INFORMAZIONI IMPORTANTI SULLA SICUREZZA
Reazioni di ipersensibilità sono stati osservati. In caso di grave reazione di ipersensibilità, interrompere la somministrazione di TAKHZYRO e istituire un trattamento appropriato.

Reazioni avverse: Le reazioni avverse più comunemente osservate (≥10% e superiori al placebo) associate a TAKHZYRO sono state reazioni nel sito di iniezione costituite principalmente da dolore, eritema e lividi nel sito di iniezione; infezione delle vie respiratorie superiori; mal di testa; eruzione cutanea; mialgia; vertigini; e diarrea. Le reazioni avverse meno comuni osservate includevano livelli elevati di transaminasi; un paziente ha interrotto la sperimentazione per transaminasi elevate.

Uso in popolazioni specifiche: La sicurezza e l'efficacia di TAKHZYRO nei pazienti pediatrici <12 anni di età non sono state stabilite.
Non sono disponibili dati su TAKHZYRO nelle donne in gravidanza. Non sono disponibili dati sulla presenza di lanadelumab nel latte umano o sui suoi effetti sui bambini allattati al seno o sulla produzione di latte.

Per segnalare REAZIONI AVVERSE SOSPESE, contattare Dyax Corp., una società Takeda, al numero 1-800-828-2088 o FDA al numero 1-800-FDA-1088 o www.fda.gov/medwatch.

Per il pubblico degli Stati Uniti, consultare le informazioni complete sulla prescrizione, comprese le informazioni sul paziente per TAKHZYRO®.

A proposito di Zilucoplan
Zilucoplan, un farmaco sperimentale, è un inibitore del peptide sottocutaneo auto-somministrato una volta al giorno di C5, che è in fase di sviluppo III per il trattamento della miastenia grave generalizzata (gMG). Zilucoplan è anche in fase di studio nella miopatia necrotizzante immuno-mediata (IMNM), nella sclerosi laterale amiotrofica (SLA) e in altri disturbi mediati dal complemento tissutale. Zilucoplan non è stato approvato da alcuna autorità di regolamentazione per alcuna indicazione.

A proposito di Amgen
Amgen si impegna a liberare il potenziale della biologia per i pazienti affetti da malattie gravi scoprendo, sviluppando, producendo e fornendo terapie umane innovative. Questo approccio inizia utilizzando strumenti come la genetica umana avanzata per svelare le complessità della malattia e comprendere i fondamenti della biologia umana.

Amgen si concentra su aree con elevate esigenze mediche insoddisfatte e sfrutta la sua esperienza nella produzione di prodotti biologici per cercare soluzioni che migliorino i risultati di salute e migliorino notevolmente la vita delle persone. Pioniera della biotecnologia dal 1980, Amgen è cresciuta fino a diventare la più grande azienda biotecnologica indipendente al mondo, ha raggiunto milioni di pazienti in tutto il mondo e sta sviluppando una pipeline di farmaci con un potenziale separatista.

Per ulteriori informazioni, visitare www.amgen.com e seguici su www.twitter.com/amgen.

Dichiarazioni previsionali di Amgen
Questo comunicato stampa contiene dichiarazioni previsionali basate sulle attuali aspettative e convinzioni di Amgen. Tutte le dichiarazioni, diverse dalle dichiarazioni di fatti storici, sono dichiarazioni che potrebbero essere considerate dichiarazioni previsionali, comprese eventuali dichiarazioni sui risultati, i benefici e le sinergie di collaborazioni, o potenziali collaborazioni, con qualsiasi altra società, inclusa BeiGene, Ltd. o qualsiasi collaborazione o potenziale collaborazione nella ricerca di anticorpi terapeutici contro COVID-19 (comprese dichiarazioni riguardanti la capacità di tale collaborazione, o nostra, di scoprire e sviluppare anticorpi neutralizzanti completamente umani che mirano a SARS-CoV-2 o anticorpi contro bersagli diversi da SARS-CoV -2 dominio di legame del recettore e / o per produrre tali anticorpi per prevenire o trattare potenzialmente COVID-19), o Otezla® (apremilast) (inclusa la crescita prevista delle vendite di Otezla e la tempistica dell'accrescimento di EPS non GAAP), nonché stime di ricavi, margini operativi, spese in conto capitale, contanti, altre metriche finanziarie, legale, arbitrato, politico, normativo o clinico previsto risultati o pratiche, modelli o pratiche del cliente e del medico prescrittore, attività e risultati di rimborso, effetti di pandemie o altri problemi di salute diffusi come la pandemia COVID-19 in corso sull'attività, i risultati, i progressi o gli effetti di Amgen relativi agli studi su Otezla come potenziale trattamento per COVID-19 e altre stime e risultati simili. Le dichiarazioni previsionali comportano rischi e incertezze significativi, inclusi quelli discussi di seguito e descritti in modo più completo nei rapporti della Securities and Exchange Commission archiviati da Amgen, compreso il suo rapporto annuale più recente sul Modulo 10-K e eventuali rapporti periodici successivi sul Modulo 10-Q e rapporti attuali sul modulo 8-K. Salvo diversa indicazione, Amgen fornisce queste informazioni alla data di questo comunicato stampa e non si assume alcun obbligo di aggiornare alcuna dichiarazione previsionale contenuta in questo documento a seguito di nuove informazioni, eventi futuri o altro.

Nessuna dichiarazione previsionale può essere garantita ei risultati effettivi potrebbero differire sostanzialmente da quei progetti Amgen. La scoperta o l'identificazione di nuovi prodotti candidati o lo sviluppo di nuove indicazioni per prodotti esistenti non possono essere garantiti e il passaggio dall'idea al prodotto è incerto; di conseguenza, non vi può essere alcuna garanzia che un particolare prodotto candidato o lo sviluppo di una nuova indicazione per un prodotto esistente avrà successo e diventerà un prodotto commerciale.

Le informazioni scientifiche discusse in questo comunicato stampa relative ai prodotti candidati Amgen sono preliminari e investigative. Tali prodotti candidati non sono approvati dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti e non si possono o devono trarre conclusioni in merito alla sicurezza o all'efficacia dei prodotti candidati. Inoltre, qualsiasi informazione scientifica discussa in questo comunicato stampa relativa a nuove indicazioni per i prodotti Amgen è preliminare e investigativa e non fa parte dell'etichettatura approvata dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti per i prodotti. I prodotti non sono approvati per l'uso o gli usi sperimentali discussi in questo comunicato stampa e non si possono o si devono trarre conclusioni sulla sicurezza o l'efficacia dei prodotti per questi usi.

Informazioni su Takeda Pharmaceutical Company Limited
Takeda Pharmaceutical Company Limited (TSE: 4502 / NYSE: TAK) è un leader biofarmaceutico globale, basato sui valori, guidato dalla ricerca e dallo sviluppo con sede a Giappone, impegnata a portare una salute migliore e un futuro più luminoso ai pazienti traducendo la scienza in medicinali altamente innovativi. Takeda concentra i suoi sforzi di ricerca e sviluppo su quattro aree terapeutiche: oncologia, malattie rare, neuroscienze e gastroenterologia (GI). Effettuiamo inoltre investimenti mirati in ricerca e sviluppo in terapie e vaccini derivati ​​dal plasma. Ci stiamo concentrando sullo sviluppo di farmaci altamente innovativi che contribuiscano a fare la differenza nella vita delle persone avanzando la frontiera delle nuove opzioni di trattamento e sfruttando il nostro motore di ricerca e sviluppo collaborativo e le nostre capacità migliorate per creare una pipeline robusta e diversificata. I nostri dipendenti si impegnano a migliorare la qualità della vita dei pazienti e a lavorare con i nostri partner nel settore sanitario in circa 80 paesi.

Per ulteriori informazioni, visitare https://www.takeda.com.

Dichiarazioni previsionali Takeda
Questo comunicato stampa e qualsiasi materiale distribuito in relazione a questo comunicato stampa possono contenere dichiarazioni previsionali, convinzioni o opinioni riguardanti l'attività futura di Takeda, la posizione futura e i risultati delle operazioni, comprese stime, previsioni, obiettivi e piani per Takeda. Senza limitazione, le dichiarazioni previsionali spesso includono parole come “obiettivi”, “piani”, “crede”, “spera”, “continua”, “si aspetta”, “obiettivi”, “intende”, “assicura”, ” “,” può “,” dovrebbe “,” vorrebbe “,” potrebbe “” anticipa “,” stima “,” progetti “o espressioni simili o il loro negativo. Queste dichiarazioni previsionali si basano su ipotesi su molti fattori importanti, tra cui i seguenti, che potrebbero far sì che i risultati effettivi differiscano materialmente da quelli espressi o impliciti nelle dichiarazioni previsionali: le circostanze economiche che circondano l'attività globale di Takeda, comprese le condizioni economiche generali nel Giappone e gli Stati Uniti; pressioni e sviluppi competitivi; modifiche alle leggi e ai regolamenti applicabili; il successo o il fallimento dei programmi di sviluppo del prodotto; decisioni delle autorità di regolamentazione e relative tempistiche; fluttuazioni degli interessi e dei tassi di cambio; reclami o dubbi riguardanti la sicurezza o l'efficacia dei prodotti commercializzati o dei prodotti candidati; l'impatto delle crisi sanitarie, come la nuova pandemia di coronavirus, su Takeda e sui suoi clienti e fornitori, compresi i governi stranieri nei paesi in cui Takeda opera, o su altri aspetti della sua attività; i tempi e l'impatto degli sforzi di integrazione post-fusione con le società acquisite; la capacità di cedere attività che non sono fondamentali per le operazioni di Takeda e la tempistica di tali cessioni; e altri fattori identificati nell'ultimo rapporto annuale di Takeda sul modulo 20-F e in altri rapporti di Takeda depositati presso la US Securities and Exchange Commission, disponibili sul sito web di Takeda all'indirizzo: https://www.takeda.com/investors/reports/sec- limatura / o su www.sec.gov. Takeda non si impegna ad aggiornare nessuna delle dichiarazioni previsionali contenute in questo comunicato stampa o in qualsiasi altra dichiarazione previsionale che potrebbe fare, ad eccezione di quanto richiesto dalla legge o dalle regole di borsa. La performance passata non è un indicatore di risultati futuri e i risultati o le dichiarazioni di Takeda in questo comunicato stampa potrebbero non essere indicativi e non sono una stima, previsione, garanzia o proiezione dei risultati futuri di Takeda.

A proposito di UCB
UCB (www.ucb.com) è un'azienda biofarmaceutica globale focalizzata sulla scoperta e lo sviluppo di farmaci e soluzioni innovative per trasformare la vita delle persone che convivono con gravi malattie del sistema immunitario o del sistema nervoso centrale. Con 7.600 persone in circa 40 paesi, l'azienda ha generato un fatturato di 4,9 miliardi di euro nel 2019. UCB è quotata su Euronext Bruxelles (simbolo: UCB).

Dichiarazioni previsionali UCB

Questo comunicato stampa contiene dichiarazioni previsionali basate su piani, stime e convinzioni del management attuali. Tutte le dichiarazioni, diverse dalle dichiarazioni di fatti storici, sono dichiarazioni che potrebbero essere considerate dichiarazioni previsionali, comprese stime di ricavi, margini operativi, spese in conto capitale, contanti, altre informazioni finanziarie, risultati legali, politici, normativi o clinici previsti e altri simili stime e risultati. Per loro natura, tali dichiarazioni previsionali non sono garanzie di prestazioni future e sono soggette a rischi, incertezze e ipotesi che potrebbero far sì che i risultati effettivi differiscano materialmente da quelli che possono essere impliciti in tali dichiarazioni previsionali contenute in questo comunicato stampa. Fattori importanti che potrebbero tradursi in tali differenze includono: cambiamenti nelle condizioni economiche, commerciali e competitive generali, l'incapacità di ottenere le approvazioni normative necessarie o di ottenerle a condizioni accettabili, i costi associati alla ricerca e sviluppo, i cambiamenti nelle prospettive per i prodotti nel pipeline o in fase di sviluppo da parte di UCB, effetti di future decisioni giudiziarie o indagini governative, richieste di risarcimento per responsabilità del prodotto, sfide alla protezione brevettuale per prodotti o candidati di prodotti, modifiche a leggi o regolamenti, fluttuazioni del tasso di cambio, modifiche o incertezze nelle leggi fiscali o nell'amministrazione di tali leggi e l'assunzione e la conservazione dei propri dipendenti.

Inoltre, le informazioni contenute in questo documento non costituiscono un'offerta di vendita o la sollecitazione di un'offerta per l'acquisto di titoli, né ci sarà alcuna offerta, sollecitazione o vendita di titoli in qualsiasi giurisdizione in cui tale offerta, sollecitazione o vendita sarebbe illegale prima della registrazione o della qualificazione ai sensi delle leggi sui titoli di tale giurisdizione. UCB fornisce queste informazioni alla data del presente documento e declina espressamente qualsiasi obbligo di aggiornare qualsiasi informazione contenuta in questo comunicato stampa, sia per confermare i risultati effettivi sia per segnalare un cambiamento nelle sue aspettative.

Non vi è alcuna garanzia che i nuovi prodotti candidati in cantiere procederanno verso l'approvazione del prodotto o che saranno sviluppate e approvate nuove indicazioni per i prodotti esistenti. I prodotti o potenziali prodotti che sono oggetto di partnership, joint venture o collaborazioni in licenza possono essere soggetti a differenze tra i partner. Inoltre, UCB o altri potrebbero scoprire sicurezza, effetti collaterali o problemi di produzione con i suoi prodotti dopo la loro commercializzazione.

Inoltre, le vendite possono essere influenzate dalle tendenze internazionali e nazionali verso l'assistenza gestita e il contenimento dei costi dell'assistenza sanitaria e le politiche di rimborso imposte dai pagatori di terze parti, nonché dalla legislazione che influisce sui prezzi e sui rimborsi dei biofarmaci.

FONTE COVID R&D Alliance

Link correlati

http://www.CovidRDAlliance.com

Psorilax:Trattare |www.terme comano creme per psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, originale

bellezza

Dai prodotti base per la pelle sensibile ai preferiti ayurvedici, quest'anno ti abbiamo coperto per ogni amante della cura della pelle nella tua lista.

Le festività natalizie sono ormai alle porte, il che significa che abbiamo trascorso molto tempo a navigare sul Web per capire cosa dovremmo comprare al mondo per quella persona che apparentemente ha tutti i prodotti di bellezza conosciuti dall'uomo. O forse stiamo cercando di acquistare qualcosa per i nostri arsenali per la cura della pelle – non c'è giudizio qui, perché pensiamo che il dono di sé sia ​​amore per se stessi, che ci meritiamo tutti un po 'dopo un anno così faticoso. Sia che tu stia cercando qualcosa per i tuoi cari o fare scorta di alcuni dei tuoi preferiti personali, abbiamo curato 25 dei migliori set regalo per la cura della pelle ad ogni fascia di prezzo per fare acquisti durante le festività natalizie. Dai un'occhiata qui sotto: la pelle dei tuoi amici più cari (e la tua) ti ringrazierà.

Annuncio pubblicitario

Fresh Cleanse, Mask, Moisturize Set

$ 25

Regala un dolce ripristino. Questo set contiene uno dei nostri detergenti preferiti per i giorni in cui sentiamo un po 'di irritazione insinuarsi. La maschera per il viso alla rosa e la crema idratante Youth Preserve sono ottime per calmare e illuminare la pelle tutto in una volta, quindi considera questo set per la persona sensibile della tua vita.

Acquistare

Caudalie Beauty Elixir Essentials Set

$ 49

Questo set è perfetto per i principianti della cura della pelle, l'esperto della cura della pelle e tutti gli altri. È dotato di una delle migliori nebbie per il viso sul mercato, oltre a un detergente schiumogeno delicato ma altamente efficace per eliminare i punti neri e un superbo peeling glicolico che farà sembrare i pori inesistenti.

Acquistare

Annuncio pubblicitario

Estée Lauder Nighttime Experts Beauty Sleep Set

$ 38 $ 26

La pelle fresca al mattino inizia con la tua routine di cura della pelle di notte, quindi considera l'acquisto di questo set per te stesso. Da una schiuma detergente a un'essenza e una crema per gli occhi, questo set contiene una routine di cura della pelle notturna completa che aiuterà ad aumentare la produzione di collagene e rivelerà quel bagliore giovanile che hai nascosto dietro le cellule morte della pelle. Inoltre, tutti i prodotti sono disponibili in un formato da viaggio deluxe, il che significa che sarai in grado di portare il tuo rituale con te ovunque tu vada.

Acquistare

Set di idratazione al tè verde Innisfree

$ 27 $ 22

Se qualcuno che conosci è in costante duello con la disidratazione invernale, considera di regalare questo set da tenere nell'armadietto del bagno. Questo set contiene uno dei nostri sieri idratanti preferiti per quei giorni in cui ci sentiamo poco brillanti, oltre a una maschera per dormire che farà sicuramente svegliare chiunque.

Acquistare

Annuncio pubblicitario

Starter Kit multi-azione Lancôme Rénergie Lift

$ 60 $ 45

Considera questo set per quel tuo amico che è sempre alla ricerca di riavvolgere la propria pelle a un tempo nei loro primi 20 anni. Contiene un'incredibile crema da notte, crema per gli occhi e concentrato per pelli mature, oltre all'arma segreta antietà numero 1 del settore: SPF.

Acquistare

La stella regalo del burro per il corpo Slather & Nourish Body Shop

$ 25

Ripeti dopo di noi: la cura della pelle non è solo per il viso! Questo set burro per il corpo è la scelta ideale per tutti coloro la cui pelle non si comporta così bene durante l'inverno intenso. Compreremmo questo set solo per il latte di mandorle e il burro per il corpo al miele: è uno dei nostri preferiti quando la nostra pelle si sente sensibile e secca.

Acquistare

Kit di salvataggio Dr.Jart + Cica

$ 42

La linea Cica è uno dei nostri preferiti in assoluto per calmare la pelle reattiva e sicuramente aggiungeremo questo set ai nostri carrelli per noi stessi e per gli altri. Il suo ingrediente principale, la Centella Asiatica, calma arrossamenti e irritazioni nelle pelli sensibili, a tendenza acneica e anche in quelle che soffrono di eczema o psoriasi. Fidati di noi: una volta provato questo kit, non vorrai più smettere di riacquistarlo.

Acquistare

Kiehl's Brighten Up & Glow

$ 99 $ 74

Questo set è ideale per chi ha a che fare sia con la pelle secca che con l'iperpigmentazione dovuta all'invecchiamento o alle macchie. La soluzione per le macchie scure è perfetta per schiarire le cicatrici della pelle, mentre il trattamento cremoso per gli occhi aggiunge un effetto elastico alla zona degli occhi.

Acquistare

Sunday Riley Wake Up with Me Morning Routine Kit

$ 95

Non puoi mai sbagliare con un po 'di Sunday Riley. Dai peptidi rassodanti alla vitamina C protettiva e all'acido lattico esfoliante, questo set è l'ideale per chiunque nella tua vita desideri svegliarti come la migliore versione di se stesso ogni mattina.

Acquistare

Peter Thomas Roth Benda per gli occhi Hydra-gel a grandezza naturale, kit da 3 pezzi

$ 75

La pelle intorno agli occhi è senza dubbio la pelle più delicata del viso, quindi regalala a qualcuno di cui tieni al benessere. Contiene bende per occhi Hydra-Gel Pure Luxury Lift & Firm in oro 24K, cerotti Hydra-Gel al cetriolo De-Tox e cerotti Hydra-Gel Water Drench® Hyaluronic Cloud, perfetti per l'amico che sta cercando di rassodare, lenire o rimpolpare la zona sotto gli occhi.

Acquistare

Drunk Elephant Softy The Baby Kit

$ 88

Alla fine della giornata, cerchiamo tutti una pelle morbida come un bambino, non è vero? Questo set contiene T.L.C. a grandezza naturale Sukari Babyfacial per eliminare una carnagione spenta e una sfilza di prodotti idratanti e idratanti che proteggeranno il nuovo e radioso splendore che farai sport.

Acquistare

Dermalogica Our Best and Brightest

$ 95 $ 59

Considera questo set per l'amico che combatte la pelle a tendenza acneica. Questo set contiene uno dei migliori detergenti in polvere sul mercato, oltre a un siero alla vitamina C per aiutare a proteggere la pelle dai fattori di stress ambientali e diminuire la comparsa di iperpigmentazione post-infiammatoria.

Acquistare

Pai The Nellie Iconic Explorers Gift Set

$ 106 $ 79

Questo set ha un'alta priorità nelle nostre liste dei desideri quest'anno. Con un olio per il viso biorigenerante di rosa canina e un panno di mussola appositamente progettato per la pelle sensibile, vorrai farlo per chiunque sia soggetto a irritazioni.

Acquistare

Elemis Star Performers

$ 95

Questo è il set ideale per la persona matura della tua vita che cerca guance più sode e linee più morbide. I prodotti inclusi aiutano ad aumentare la produzione di collagene per una carnagione più elastica e dall'aspetto più giovane e una crema per gli occhi ai peptidi che lavora per rassodare la pelle.

Acquistare

Venerdì d'estate The Hydration Set

$ 75

Considera questo set per la persona che vive in un clima più asciutto. Contiene un siero di vitamina C a grandezza naturale ricco di antiossidanti per aiutare a bandire eventuali macchie scure persistenti, un balsamo per le labbra a grandezza naturale, oltre a uno dei preferiti del settore da viaggio, la maschera idratante Jet Lag.

Acquistare

Set di segreti illuminanti Tatcha

$ 175

Per coloro che sono sempre alla ricerca di una carnagione luminosa e rugiadosa, considera l'acquisto di questo set. Contiene uno dei migliori prodotti di Tatcha, la Violet-C Radiance Mask, che lascia la pelle luminosa per giorni dopo l'applicazione. Se sei un fan dei prodotti J-beauty, questo è semplicemente un must.

Acquistare

Macrene Actives The Experience Set

$ 265

Se non hai ancora familiarizzato con Macrene Actives, considera questa la tua occasione per immergere le dita dei piedi in alcuni dei migliori ingredienti attivi derivati ​​dalla natura disponibili. Considerando che la crema idratante in questo set stesso costa $ 335 per un barattolo a grandezza naturale, questo set è davvero un affare per alcuni dei prodotti di bellezza puliti più efficaci che abbiamo mai provato.

Acquistare

Set multi-mascheramento Tata Harper

$ 245

Questo è il set perfetto per chiunque abbia la pelle mista. Contiene una maschera purificante, una maschera resurfacing, una maschera idratante e una maschera purificante, perfetta per coloro che possono soffrire di acne o pori ostruiti nelle zone T e contemporaneamente cercare di attenuare la pelle secca e spenta delle guance. Il multimasking è fondamentale qui e questo set fornisce tutto ciò di cui hai bisogno.

Acquistare

Kit di scoperta della dottoressa Barbara Sturm

$ 110

Se hai un parente difficile da accontentare per stupire durante le festività natalizie, considera di stupirlo con un po 'della dottoressa Barbara Sturm. Con una fiala ialuronica, una maschera per il viso lenitiva e una crema per il corpo antietà, questo kit contiene tutto ciò di cui una persona ha bisogno per una pelle radiosa dalla testa ai piedi.

Acquistare

Susanne Kaufmann Glow Box

$ 143

Se un bagliore illuminato dall'interno è in cima alla tua lista quest'anno, aggiungi questo kit di Susanne Kaufmann al tuo carrello. Con un siero ialuronico, una maschera luminosa e una nebbia di acqua di rose, questo kit renderà la tua pelle idratata e morbida in pochissimo tempo.

Acquistare

Set regalo lenitivo Darphin

$ 144

Ecco un kit che resetterà sicuramente qualsiasi pelle secca e gonfia dopo le feste. Con un latte detergente che nutre la pelle e un siero lenitivo per gli arrossamenti, cancellerai sicuramente ogni segno di troppi bicchieri di vino rosso con la tua cena delle vacanze.

Acquistare

La Mer The Classics Self-Care Collection

$ 500

Regala un classico di culto La Mer a un amico o un familiare molto fortunato. Con un siero rigenerante, uno strumento di gua sha e una crema ricca, questo set è perfetto per chi cerca di aumentare i livelli di idratazione riducendo la comparsa di linee sottili e rughe.

Acquistare

Rodin Olio Lusso The Ever-Radiant Collection

$ 170

Questo kit è ideale per coloro che cercano di nutrire la propria pelle in qualsiasi periodo dell'anno. L'olio di gelsomino e neroli è sufficiente per noi per scegliere la spedizione rapida su questo kit, e l'elegante custodia da viaggio è un bonus che tu o una persona cara userete sicuramente negli anni a venire.

Acquistare

Uma Ultimate Ayurvedic Kit

$ 325

Regala una routine mattutina trascendentale al tuo amico ossessionato dal benessere. La cura della pelle non è solo un trattamento topico: devi bilanciare le tue viscere e nutrirle con le vitamine e i minerali appropriati per irradiare un bagliore 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Questo kit include tutto il necessario per una corretta pulizia ayurvedica della pelle, bilanciando i dosha dall'interno verso l'esterno.

Acquistare

The Feelist The Me-time Set

$ 120

Spesso passiamo la maggior parte del nostro tempo ad affrontare i problemi di cura della pelle del viso, ma non altrettanto tempo mostrando un po 'di amore per la pelle del nostro corpo. Considera questo sublime set da bagno per riequilibrare una mente esausta con un bagno disintossicante di sale alla lavanda e vaniglia e calmare la pelle irritata con una ricca crema per il corpo al CBD.

Acquistare

Psorilax:A basso prezzo |natura only crema per eczema e psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, come si usa

Databridgemarketresearch.com presenta il nuovo rapporto “Mercato globale della consegna di farmaci per uso topico Rx Dermatology – Tendenze e previsioni del settore fino al 2027” nel suo database di ricerca. Il rapporto si sviluppa n. Di pagine: 350 n. Di figure: 60 n. Di tabelle: 220 in esso. Il rapporto può essere utilizzato per ottenere preziose informazioni di mercato in modo commerciale. Le informazioni di questo rapporto sul mercato globale della consegna di farmaci topici per dermatologia Rx non solo limitano i rischi di ambiguità, ma aiutano anche a prendere decisioni corrette mantenendo la reputazione dell'azienda e dei suoi prodotti. Questo documento commerciale sul mercato globale della distribuzione di farmaci per uso topico Dermatologia Rx contiene approfondimenti di mercato più recenti ed efficienti con cui le aziende possono riflettere per migliorare le loro strategie di marketing, pubblicità, promozione e vendita.

Si prevede che il mercato globale della consegna di farmaci topici per dermatologia Rx raggiungerà i 40.646,26 milioni di dollari entro il 2026 da 29.475,18 milioni di dollari nel 2018, crescendo a un CAGR del 4,2% nel periodo di previsione dal 2019 al 2026.

Scarica la copia di esempio PDF gratuita del rapporto @ https://databridgemarketresearch.com/request-a-sample/?dbmr=global-rx-dermatology-topical-drug-delivery-market

Analisi competitiva:

Alcuni dei principali partecipanti che operano in questo mercato sono Galderma Laboratories, LP, Hisamitsu Pharmaceutical Co., Inc., Pfizer Inc., LEO Pharma A / S, GlaxoSmithKline plc., ALLERGAN, Bayer AG, 3M, Bausch Health Companies Inc., La Lubrizol Corporation, Cipla Inc., Kaken Pharmaceutical Co., Ltd. tra gli altri.

I farmaci topici svolgono un ruolo importante nella terapia delle malattie dermatologiche. I farmaci per dermatologia topica inquadrano una grande percentuale di prodotti nel mercato dei farmaci. Questi prodotti sono fabbricati attraverso processi di produzione specializzati come riempimento preciso del volume, miscelazione e riscaldamento su larga scala e confezionamento.

La somministrazione topica di farmaci può essere effettuata nel corpo attraverso vie oftalmiche, rettali, vaginali e cutanee come vie topiche. Nel settore dermatologico, la pelle gioca un ruolo importante per la somministrazione di farmaci topici per il trattamento delle malattie della pelle nei pazienti. I preparati topici vengono applicati sulla pelle per effetti superficiali, locali o sistemici. Le formulazioni topiche includono ingredienti terapeuticamente attivi che aiutano nel trattamento delle malattie della pelle nei pazienti.

La somministrazione topica del farmaco è uno dei modi più efficaci di somministrazione del farmaco poiché fornisce risultati terapeutici ottimali. A poco a poco, il sistema di somministrazione topica dei farmaci è diventato sempre più importante nell'industria farmaceutica. La risposta farmacologica, sia l'effetto terapeutico desiderato che l'effetto sfavorevole indesiderato di un farmaco, dipende dalla concentrazione del farmaco nel luogo di azione, che a sua volta dipende dalla forma di dosaggio e dall'entità dell'assorbimento del farmaco nel sito di azione. Nel settore dermatologico, molecola di farmaco applicata sulla pelle che penetra nella pelle principalmente attraverso il percorso intercellulare tortuoso e continuo. Questi prodotti sono disponibili in diverse forme come unguenti, creme, lozioni, gel e altri che hanno la capacità di essere assorbiti dal corpo e mostrano rispettivamente la risposta positiva nella guarigione della ferita.

Segmentazione: Mercato globale della consegna di farmaci topici per dermatologia Rx

Il mercato globale della somministrazione di farmaci topici per dermatologia Rx è segmentato in base al tipo di prodotto, all'applicazione e alla categoria di base.

  • In base alla tipologia di prodotto, il mercato è segmentato in solido, liquido e semisolido. Il solido è suddiviso in polvere e altri. Il liquido è suddiviso in soluzione, emulsione, sospensione, lozione e altri. Il semisolido è suddiviso in creme, gel, unguenti, pasta, altri.
    • Nel dicembre 2016, Pfizer Inc. ha ricevuto l'approvazione dalla Food and Drug Administration (FDA) statunitense per il prodotto chiamato EUCRISATM (crisaborole) unguento al 2%. È un nuovo inibitore topico non steroideo della fosfodieterasi-4 (PDE-4). È usato per il trattamento della dermatite atopica (AD) da lieve a moderata. Con questo lancio del prodotto l'azienda ha costruito un patrimonio nel settore dell'infiammazione e dell'immunologia.
  • In base all'applicazione, il mercato è segmentato in acne, dermatiti, psoriasi, infezioni della pelle, antiaging, cancro della pelle, iperpigmentazione, onicomicosi, rosacea, altri.
    • Nel marzo 2017, Galderma Laboratories, L.P., creatori del marchio Cetaphil, hanno lanciato sette nuovi prodotti per la cura della pelle del viso. Con questo lancio dei prodotti il ​​portafoglio Cetaphil dell'azienda è aumentato. L'azienda dispone ora di un'ampia gamma di soluzioni specializzate per i pazienti con problemi di pelle, inclusa l'idratazione e altri.
  • In base alla categoria, il mercato è segmentato in generico e di marca.
    • Nel febbraio 2016, Allergan plc ha ricevuto l'approvazione per il suo prodotto ACZONE (dapsone) Gel, 7,5% dalla Food and Drug Administration (FDA) statunitense. Questo prodotto è un nuovo trattamento topico su prescrizione utile per il trattamento dell'acne in pazienti di età pari o superiore a 12 anni. Il prodotto ha aiutato il paziente a trattare facilmente l'acne, il che alla fine ha contribuito ad aumentare le entrate.

Richiedi informazioni su questo rapporto dal nostro esperto @ https://databridgemarketresearch.com/inquire-before-buying/?dbmr=global-rx-dermatology-topical-drug-delivery-market

Recenti sviluppi:

  • Nell'aprile 2016, Allergan plc ha acquisito Topokine Therapeutics, Inc. con un pagamento anticipato di 85,8 milioni di USD ed era idonea a ricevere pietre miliari di sviluppo e commercializzazione fino a 260,0 milioni di USD.
  • Nel febbraio 2019, Kaken Pharmaceutical Co., Ltd. ha concluso un accordo di licenza e distribuzione esclusiva per la formulazione topica per l'onicomicosi nella Repubblica popolare cinese. Secondo l'accordo, Kaken Pharmaceutical Co., Ltd., ha fornito il diritto esclusivo per lo sviluppo e la commercializzazione del prodotto in RPC e questo ha portato a una generazione di profitti elevati.
  • Nell'aprile 2019, The Lubrizol Corporation ha lanciato il suo nuovissimo modificatore di reologia multifunzionale 2 in 1, il polimero Carbopol Style 2.0. Il prodotto ha i vantaggi per la cura della pelle come aspetto liscio e lucido, trame di formulazione uniche e altri. Con questo lancio il portafoglio prodotti dell'azienda è aumentato, il che ha portato a una maggiore generazione di entrate.
  • Nell'agosto 2018, Cipla INC. Ha ricevuto l'approvazione finale per Abbreviated New Drug Application (ANDA) per Diclofenac Sodium Topical Gel, 1% dalla Food and Drug Administration (FDA statunitense) degli Stati Uniti. A causa di ciò l'azienda ha aumentato il proprio portafoglio di prodotti e una forte posizione nel mercato soprattutto nel campo della dermatologia.
  • Nel novembre 2010, 3M ha rilanciato la linea Cavilon Professional Skin Care. Questo prodotto ha contribuito a prevenire danni alla pelle causati da umidità, attrito e traumi adesivi. Il portafoglio di prodotti dell'azienda è aumentato nel campo della dermatologia e quindi ha aumentato le entrate sanitarie.

Opportunità:

BASSA PENETRAZIONE BIOLOGICA:

I biologici sono i farmaci a base di proteine ​​animali o umane che hanno la capacità di trattare rispettivamente le malattie. Hanno la capacità di trattare diverse malattie come la psoriasi, l'artrite psoriasica, altri tipi di artrite e malattie infiammatorie intestinali. A causa della bassa attività dei biologici per il trattamento di eventuali malattie cutanee, i farmaci topici stanno superando il mercato per scopi di trattamento e quindi la sua domanda è in aumento nel mercato.

AUMENTO DELLA CONCORRENZA CHE PORTA A ELEVATI INVESTIMENTI IN R&S PER INNOVARE NUOVI PRODOTTI:

La malattia della pelle negli ultimi tempi è una delle principali malattie tra le persone per le quali sono disponibili trattamenti. Uno dei trattamenti avanzati è il sistema di somministrazione topica di farmaci in cui la pelle gioca un ruolo importante poiché il farmaco viene applicato sulla pelle che ha la capacità di trattare le aree colpite. Numero di aziende ha preso l'iniziativa di fornire prodotti o farmaci di alta qualità per il trattamento delle malattie della pelle. Ciò implica il processo di innovazione nella ricerca farmaceutica. L'aumento del numero di malattie richiede un trattamento adeguato per il quale i farmaci topici svolgono ora un ruolo importante. Quindi molte aziende hanno aumentato le loro strutture di ricerca e sviluppo al fine di fornire i farmaci che si sono rivelati un fattore importante nel guidare il mercato in futuro.

AUMENTARE FUSIONI E ACQUISIZIONI:

Le industrie farmaceutiche probabilmente subiscono la maggior parte delle attività di fusione e acquisizione (M&A) rispetto a qualsiasi altra industria che coinvolge numero di accordi e spese di denaro. Questa attività è necessaria a causa dell'aumento dello sviluppo di un nuovo farmaco nell'industria farmaceutica. Ad esempio, nel luglio 2018, Leo Pharma ha acquisito l'unità globale di dermatologia su prescrizione di Bayer AG (Germania) a un prezzo non divulgato. Lo scopo di questa acquisizione era espandere il loro prodotto nei farmaci per la pelle. Leo Pharma sviluppa ulteriormente l'attività di dermatologia su prescrizione con questa acquisizione. L'aumento delle acquisizioni e delle fusioni aiuta le aziende a rafforzare i loro ricavi insieme alla ricerca e allo sviluppo e all'impianto di produzione e questo ultimo aiuta nella crescita del mercato particolare.

MERCATO EMERGENTE:

L'elevata accessibilità per i pazienti sta portando a maggiori investimenti da parte del settore privato. Molte aziende si stanno concentrando sull'intraprendere sviluppi strategici per aumentare la loro presenza nelle economie emergenti. Insieme a questo, l'aumento della popolazione che invecchia e l'aumento del reddito disponibile contribuiranno alla crescita del mercato. Il mercato della somministrazione di farmaci topici ha una grande opportunità in quanto questa piattaforma ha nuovi elementi che sono stati incorporati per il trattamento delle malattie della pelle e delle mucose. Le condizioni della pelle stanno aumentando in tutto il mondo, il che alla fine richiede un trattamento. Aumentare la consapevolezza sulle malattie della pelle è anche un fattore che sta aiutando il mercato a crescere in futuro.

Sfide:

EFFETTI COLLATERALI:

L'effetto collaterale dei farmaci si verifica nell'uomo a causa dell'uso a lungo termine dei farmaci. Ci sono alcuni effetti collaterali che possono verificarsi nel corpo del paziente dopo aver consumato farmaci topici. Ad esempio, il consumo a lungo termine di corticosteroidi può causare difetti alla nascita nel feto. I farmaci topici possono fornire un trattamento migliore, ma a parte questo il prodotto ha anche effetti collaterali. Ciò accade a causa dell'uso eccessivo di trattamenti topici che aumenta il rischio di effetti collaterali sia cutanei che sistemici e quindi ostacola la crescita del mercato.

RICHIAMO DEL PRODOTTO:

Negli ultimi anni, il numero di richiami di prodotti nel mercato della somministrazione di farmaci topici è aumentato enormemente. Questi richiami di prodotti possono verificarsi a causa di mancata conformità come difetti di progettazione o di fabbricazione che possono negoziare con la sicurezza, l'efficacia e la purezza del farmaco o dei dispositivi di somministrazione del farmaco da parte di un'azienda produttrice di farmaci. Ad esempio, nel luglio 2016, GlaxoSmithKline (U.K.) ha annunciato il ritiro del suo unguento Bactroban e della crema Bactroban a causa della presenza di contaminazioni effettuate durante la produzione; queste formulazioni sono state utilizzate localmente per le infezioni della pelle. Inoltre, nel giugno 2016, il cerotto antiemicranico di Teva Phamaceutical denominato Zecuity è stato ritirato per aver segnalato ustioni gravi e potenziali cicatrici permanenti. I richiami dei prodotti influiscono sui ricavi della Società e, in ultima analisi, sul mercato specifico.

Nota: se hai esigenze particolari, faccelo sapere e ti offriremo il rapporto come desideri.

Informazioni sulla ricerca di mercato Data Bridge:

Data Bridge Market Research si propone come una società di ricerca e consulenza di mercato non convenzionale e neoterica con un livello di resilienza e approcci integrati senza precedenti. Siamo determinati a scoprire le migliori opportunità di mercato e promuovere informazioni efficienti affinché la tua azienda possa prosperare nel mercato. Data Bridge si impegna a fornire soluzioni adeguate alle complesse sfide aziendali e avvia un processo decisionale semplice.

Contatto:

Ricerca di mercato Data Bridge

Tel: + 1-888-387-2818

E-mail: Corporatesales@databridgemarketresearch.com

Psorilax:come si usa |vedi prezzi dela crema od olio di centella per psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, composizione

Domenica 29 novembre 2020

Visualizza ingrandito +

Robert Whitcomb, editorialista

“E di nuovo sono in inverno,

camminando per le paludi abbronzate

dove da bambino andavo da solo a pattinare. “

— Da “Winter Poem”, di Carol Frost (nata a Lowell, Massachusetts, nel 1948)

“Com'è semplice e frugale la felicità: un bicchiere di vino, una castagna arrosto, un miserabile braciere, il suono del mare.”

– Nikos Kazantzakis (18830-1957), scrittore greco, autore di Zorba il greco

“Coloro che possono farti credere alle assurdità, possono farti commettere atrocità.”

– François-Marie Arouet (1694-1778), meglio conosciuto come Voltaire, scrittore e filosofo francese

xxx

Attenti a quei ragazzi orgogliosi e ai QAnonists.

xxx

Visualizza ingrandito +

FOTO: GoLocal

Questa stagione delle vacanze è bizzarra, triste e frustrante. Ma le dinamiche delle vacanze cambiano sempre comunque con il cambiamento sociale / demografico / economico. La cosa che ho notato di più è come sia cambiata la composizione dei raduni festivi dai tempi d'oro della famiglia nucleare americana, negli anni '50: due genitori sposati che convivono con un gruppo di bambini.

Le famiglie sono più piccole, i parenti sono più dispersi, meno persone si sposano, ora ci sono molte più relazioni gay aperte e una percentuale più alta di persone alle feste delle vacanze sono amici, non membri della famiglia. Oppure, suppongo si possa dire, la definizione di “famiglia” è cambiata per molte persone.

Tutto ciò ha reso le vacanze più socialmente interessanti, anche se più imprevedibili. Nel frattempo, non vedo l'ora di vedere, nel 2021, se la pandemia cambierà in modo permanente il modo in cui celebriamo le festività, al di là dei nostri sforzi collettivi per rendere Jeff Bezos di Amazon un miliardario. Immagino che ci sarà un'enorme domanda repressa di incontri di persona. Ma alcuni potrebbero decidere di preferire la comunicazione virtuale, dopotutto.

Un'altra cosa che ho notato è che mentre le vacanze sono ancora romanticizzate – dopotutto, sono una fuga – c'è un po 'più di realismo in giro. Considera i promemoria del Ringraziamento di come i nativi americani, che dicevano di essersi uniti alla festa del “Primo Ringraziamento”, fossero stati traumatizzati dagli inglesi portando malattie altamente infettive agli “indiani”, che non avevano immunità. Non l'hai mai letto quando ero bambino. E ci sono molti altri avvertimenti sul consumo eccessivo di alcol durante le vacanze di Natale. Un tempo l'ubriaco a una festa di Natale con un paralume in testa tendeva a essere visto come divertente e faceva parte della gioia generale della stagione; ora è visto come triste.

Stiamo entrando nel periodo più buio dell'anno, reso più cupo ovviamente dalla pandemia. La brevità della luce del giorno mi deprimeva di più qualche anno fa. Ma un aspetto dell'invecchiamento è che il tempo sembra passare sempre più velocemente. Ricordi la vecchia frase “Dopo una certa età, sembra che facciamo colazione ogni 15 minuti”? Quindi ora sono più consapevole che le giornate si allungheranno in poche settimane, anche se non lo noteremo molto fino alla fine di gennaio e che ci stiamo avvicinando sempre di più alla primavera. Le foglie vecchie si staccano dagli alberi, lasciando spazio a quelle nuove.

Tom Finneran, l'ex portavoce della Massachusetts House, tra gli altri grandi lavori, ha dato alcuni buoni consigli in una colonna GoLocal mentre entriamo nella stagione fredda: leggi i cataloghi che ti ricordano i tempi più felici a venire (se siamo fortunati e attenti) e fuggire nella tua mente alla fine della prossima primavera e estate, quando i vaccini, speriamo, inizieranno a liberare la maggior parte di noi. Il signor Finneran menziona il giardinaggio, l'apicoltura (una sorpresa da questo tizio duro!) E i viaggi.

Pensa ai versi della canzone degli anni '30 “These Foolish Things”: “Un biglietto aereo per luoghi romantici. Eppure il mio cuore ha le ali … '' o versi di “Let's Fly Away”, la canzone degli anni '50 resa famosa da Frank Sinatra: “Una volta che ti porto lassù, dove l'aria è rarefatta, scivoleremo semplicemente, con gli occhi stellati …. ''

Sì, è un buon momento per sognare ad occhi aperti.

Per leggere la colonna Finneran, clicca su questo link:

xxx

Mia moglie ed io abbiamo trascorso il più tranquillo giorno del Ringraziamento da quando abbiamo mangiato il tacchino nella sala da pranzo quasi vuota del Warwick Hotel di Philadelphia nel 1975.

Visualizza ingrandito +

Presidente Donald Trump

Ce l'abbiamo fatta!

Con l'impossibilità, almeno per ora, di creare una risposta nazionale coerente alla pandemia e con così tanti milioni che si rifiutano di seguire le linee guida di base di salute pubblica (maschere, allontanamento sociale), la pandemia COVID-19 è fuori controllo e rimarrà così fino a quando la maggior parte degli americani non riceve i vaccini. (Speriamo che gli anti-virus non si intromettano.) Usare il test di contatto per cercare di controllare il virus è sempre più inefficace: dovresti testare tutti ogni giorno per avere un grande impatto perché il virus ha circolato così ampiamente. E i test a volte sono imprecisi.

Nel frattempo, la decisione 5-4 della Corte Suprema degli Stati Uniti la scorsa settimana che vieta allo Stato di New York di imporre restrizioni sul numero di persone che possono partecipare a servizi in luoghi religiosi significa che anche più organizzazioni privilegiate possono agire come super diffusori, anche se, ovviamente, solo un piccolissimo una minoranza di coloro che risultano positivi si ammalerà gravemente.

È ora di diventare molto più fatalista. L'America l'ha rovinata.

Visualizza ingrandito +

Linee di stato scomode

All'interno di stati e regioni, come il New England, dove le popolazioni sanguinano oltre i confini di stato più che in molti altri luoghi, è particolarmente difficile mettere insieme politiche coerenti ed efficaci in questioni come la salute pubblica, per le quali gli stati hanno la responsabilità primaria. Mentre gli stati possono imporre varie regole (per lo più inapplicabili) per cercare di controllare la diffusione di COVID-19, tali regole potrebbero avere poca relazione con dove e come vivono le persone.

Considera che il Massachusetts occidentale è molto meno connesso dal punto di vista economico e di viaggio alla Greater Boston di quanto lo siano il Rhode Island e il New Hampshire sud-orientale, con i loro numerosi pendolari dentro e fuori da “The Hub”. Eppure i politici del Massachusetts non possono imporre regole che affrontare quello.

Il governatore di New York Andrew Cuomo è andato oltre qualsiasi altro governatore nell'affrontare il fatto che le malattie non obbediscono ai confini statali cercando di collaborare strettamente con il New Jersey e il Connecticut nei test, nella quarantena e nelle regole di viaggio. Sta accettando l'ovvio: lo Stato del sud di New York e gran parte degli stati del Giardino e della Costituzione sono tutti nella stessa densa regione della Grande New York.

Leggi pandemiche e antitrust

COVID-19 ha ucciso molte piccole imprese e ha reso ancora più grandi e più forti quelle enormi società che hanno le risorse per prosperare durante la pandemia e diventare ancora più gigantesche – pensa Amazon. La crisi ha accresciuto il potere delle mega-imprese di controllare ampi settori dell'economia e gran parte della politica e del governo americani attraverso il denaro ai politici, alcuni dei quali distribuiti segretamente. Più che dalla prima Gilded Age, abbiamo bisogno di una forte applicazione delle leggi antitrust.

Visualizza ingrandito +

Più vento in arrivo a Field's Point a Providence FOTO: GoLocal

Turbine di Turbine

È tutto troppo lento, ma a poco a poco l'energia non fossile sta guadagnando velocità. L'ultima notizia in merito da queste parti è che altre tre turbine eoliche sorgeranno il prossimo anno a Fields Point, a Providence, vicino alle tre già presenti. Più energia eolica, solare e altra “energia verde” abbiamo, più forte diventa la nostra regione, rendendola meno dipendente da gas e petrolio (principalmente dagli Stati rossi, i cui leader tendono ad essere molto meno interessati all'energia non inquinante rispetto ai leader dello Stato blu) . E con il miglioramento della tecnologia, l'energia alternativa sta diventando sempre più competitiva in termini di costi con il gas, il petrolio e il carbone la cui combustione rappresenta una minaccia esistenziale.

In effetti, l'Agenzia internazionale per l'energia afferma che il solare è ora l'energia che produce elettricità più economica.

Per favore clicca su questo link:

“Gli Stati Uniti non stanno perdendo la conversazione sul cambiamento climatico sulle coste. Uno dei motivi per cui i precedenti tentativi di politica climatica federale hanno vacillato è in parte perché non siamo riusciti a galvanizzare il centro del paese. … Abbiamo bisogno di una strategia centrata. ”

– Rolf Norstrom, CEO del Great Plains Institute in un articolo di Slate. Per favore clicca su questo link per leggerlo:

Visualizza ingrandito +

USGS Terremoto a novembre

Quando il rischio sembra lontano

Il Boston Guardian ha pubblicato articoli la scorsa settimana sul terremoto minore (3,6 della scala Richter) che ha scosso il Massachusetts sud-orientale l'8 novembre e sul business del compensato a Boston. Quest'ultimo è improvvisamente aumentato la scorsa estate mentre le attività commerciali lungo le strade si preparavano al vandalismo nei disordini / proteste sociali scoppiati allora. Parte del compensato è risalita in previsione di una possibile rielezione di Trump. Da allora la maggior parte del compensato è stata smontata.

Entrambi i casi sono esempi di quanto sia difficile decidere quando e quanto spendere per mitigare o prevenire danni da eventi rari, come disordini civili distruttivi nelle città, o eventi molto rari come un potente terremoto nel New England. L'ultimo grande terremoto di Boston risale al 1755, quando una scossa stimata superiore a 6 sulla scala Richter ha causato molti danni nel Massachusetts orientale. Naturalmente, la maggior parte degli abitanti del New England non vuole spendere soldi per l'assicurazione contro il terremoto, anche se a seconda del tipo e delle dimensioni della proprietà che hai, potrebbe avere senso.

Quelle minacce sono abbastanza difficili da attirare l'attenzione della gente. È molto, molto più difficile quando si tratta di riscaldamento globale, i cui gravi effetti potrebbero non essere evidenti alla maggior parte delle persone per diversi decenni. Il riscaldamento globale può sembrare sia troppo vago che grande da comprendere. Ricorda l'osservazione di Stalin secondo cui “una morte è una tragedia, un milione di morti una statistica”. (Non c'è da stupirsi che non gli dispiaccia ordinare l'omicidio di milioni di persone).

Visualizza ingrandito +

Trasporto di massa regionale

Falsa economia per tagliare il transito di massa

Poiché il Rhode Island, il Massachusetts e altri stati considerano grossi tagli al trasporto pubblico metropolitano, dovrebbero preoccuparsi di quanto ciò scoraggerebbe le imprese che pagano le tasse dal rimanere o trasferirsi nelle loro città e pagare le tasse lì. I tagli al servizio di treni, metropolitana e autobus causerebbero una maggiore espansione incontrollata e ingorghi automobilistici, che danneggerebbero molte aziende, in particolare quelle piccole, e le economie regionali. E l'inquinamento atmosferico aumenterebbe; mancano anni prima che la maggior parte di noi disponga di auto elettriche.

Sì, molti più colletti bianchi rispetto a prima di COVID-19 lavoreranno interamente o principalmente da casa. Ma i datori di lavoro vorranno che alla fine molti tornino in ufficio. E gli alloggi e gli spazi commerciali resi più economici dalla pandemia attireranno molte persone a trasferirsi o tornare in città, alcune per creare nuove attività nei prossimi anni. La maggior parte delle persone non vuole passare la vita a fissare schermi sterili; vogliono esperienze di persona, profondamente umane. Le città non moriranno, anche se la pandemia le cambierà, nel bene e nel male.

Grandi tagli ai trasporti pubblici sarebbero una falsa economia.

I Gerrymanders mangiano l'America

Non renderemo la semi-democrazia americana più rappresentativa del popolo a meno che non freniamo il gerrymandering. Nella maggior parte degli stati il ​​partito che controlla la legislatura dopo l'ultimo censimento degli Stati Uniti traccia mappe legislative sia del Congresso che dello stato, e lo fa per massimizzare il potere del proprio partito e gli interessi che lo sostengono. (Il crescente raggruppamento di persone per affiliazione politica e status socio-economico gioca anche un ruolo nel rendere i legislatori meno sensibili all'ampio interesse pubblico).

Ci sono alcune eccezioni: Arizona, California, Colorado, Idaho, Michigan e Washington usano commissioni indipendenti per disegnare i distretti, mentre Hawaii e New Jersey usano “commissioni politiche”.

Alan Ehrenhalt di Governing Magazine, in un articolo del 4 novembre, ha osservato che dopo il censimento del 2010, i membri repubblicani (guidati dal Tea Party) della legislatura del Wisconsin hanno richiamato i distretti in modo tale che nel 2019 il partito ha ottenuto il 63% dei seggi ma solo 46 per cento dei voti. Hanno usato questa grande maggioranza per bloccare quasi tutto ciò che il governatore democratico eletto, Tony Evers, ha cercato di fare, contrastando la volontà del popolo. E nel Missouri, il GOP ha preso il 70% dei seggi legislativi statali ma solo il 57% dei voti.

Vedi margini come questo in altri stati.

I repubblicani sono stati molto più devoti ed efficaci nel gerrymandering spietato rispetto ai democratici negli ultimi 30 anni, almeno dal periodo di massimo splendore dell'ex presidente della Camera degli Stati Uniti Newt Gingrich, che ha versato molto veleno nel sistema politico americano.

I nostri governi sarebbero notevolmente più sani se commissioni e / o collegi giudiziari apartitici (questi ultimi in quelli negli stati in cui i giudici non sono eletti e hanno protetto lavori a lungo termine) disegnassero le linee legislativo-distrettuali in tutti gli stati con l'assistenza tecnica di demografici e esperti geografici. Non trattenere il respiro, però.

John Kasich, l'ex governatore repubblicano dell'Ohio, ha affermato che “le gerrymanders partigiane sono incostituzionali, stanno danneggiando il nostro governo repubblicano e possono essere facilmente identificate e affrontate dai tribunali”. Ha notato come polarizzano i voti raggruppando persone che tendono alle stesse opinioni politiche negli stessi distretti, rendendo molto più difficile elaborare una legislazione bipartisan.

Clicca questo link per leggere l'articolo del signor Ehrenhalt su questo.

Taglio dell'albero con Trump

Sono nella lista di e-mail e sms per “Trump Patriots”, che è al lavoro per convincere i fessi a inviare denaro a quell'organizzazione del crimine organizzato. Puoi tranquillamente scommettere che gran parte del denaro finisce nelle tasche dell'Orange Caudillo e della sua famiglia per aiutare a pagare le fatture legali post-inaugurazione di Biden nei tribunali penali e civili e gli enormi debiti alla grande lavanderia chiamata Deutsche Bank e molti altri creditori che ha irrigidito.

L'ultima proposta che ho ricevuto è stata quella di acquistare “ornamenti di Trump Natale”. Puoi anche ordinare “calze natalizie Trump in edizione limitata” e carta da regalo Trump. Fai scorta ora per una X-Mass più allegra a Mar-a-Largo!

Nuove Sale delle Assemblee Pubbliche?

Cosa succederà a tutte quelle sale cinematografiche che la pandemia probabilmente chiuderà per sempre? Luoghi per incontri pubblici? Città nuova o municipio? Luoghi in cui i gruppi amatoriali mettono in scena spettacoli o film che hanno realizzato?

E che dire di quei piccoli comprensori sciistici con solo uno o due impianti di risalita? Solo sentieri escursionistici? Tornando ai pascoli delle pecore che molti erano nel “boom della lana” del New England nel 19 ° secolo?

Visualizza ingrandito +

FOTO: RIDEM

Crema di Aragosta

Ah, ingegno yankee!

Due Mainers hanno inventato una crema per la pelle derivata dal “sangue” di aragosta, chiamata emolinfa. Il materiale lenisce disturbi come la psoriasi e l'eczema. Ancora un altro motivo per proteggere il futuro della raccolta delle aragoste nel Golfo del Maine, che sarà presto sotto stress poiché l'acqua si riscalda e le correnti cambiano con i cambiamenti climatici e le aragoste si dirigono a nord per l'acqua più fredda.

Tanti regali inaspettati dal mare! Considera i granchi a ferro di cavallo (che non sono granchi). Le aziende farmaceutiche usano il loro “sangue” blu per testare la presenza di batteri potenzialmente pericolosi in tutto ciò che viene iniettato o impiantato nell'uomo.

Per saperne di più, fai clic su questo link:

Un capolavoro principale

John Gould (1903-2008) è stato un giornalista, saggista, narratore e autore di libri con sede nel Maine. Di solito era simpatico e spesso molto divertente. Lo vedi nel suo libro del 1978 This Trifling Distinction: Reminiscences from Down East. Mi ha fatto venire nostalgia dei giorni divertenti, a volte folli, dei giornali nei loro anni d'oro, piccoli e grandi. E come nota la copertina del libro, “Nel Maine di Gould ognuno è un autore o un personaggio.”

Ti piace questo post? Condividilo con gli altri.

Psorilax:Salva |crema allo zinco per psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, come si usa

Servizio di notizie espresso

Barbie è un simbolo del balletto per bambini in India. Ci sono così tante versioni come Barbie e Swanlake, Barbie e Le dodici principesse danzanti, Barbie e Lo schiaccianoci che hanno reso popolare il balletto qui. Molte ragazze dicono: “Voglio indossare quel bel vestito” e questa è la loro ispirazione per imparare la forma della danza. L'India è uno dei paesi che non ha un'accademia nazionale e Yana Lewis che balla da quando aveva 2 anni e insegna da 4 decenni sta lavorando alla creazione del National Ballet of India.

Yana si allunga davanti allo specchio in studio.

Lo yoga ha portato Yana in India e lei si è immediatamente connessa con il paese, facendola diventare la sua casa 22 anni fa. Nonostante avesse una scuola di danza a casa nel Regno Unito, ha detto che era senz'anima e l'India era collegata alla sua spiritualità. Atterrò a Chennai e sulla strada per Pune passò per Bengaluru dove molti ballerini le chiesero di insegnare danza classica. È tornata come promesso per condurre un seminario di tre settimane e ha scoperto che c'è molta diversità qui. Yana ha anche un RSA in anatomia e fisiologia che aiuta a comprendere e integrare le forme classiche indiane con il balletto.

Peter e Tanvi Mavuri in una scena di La bella addormentata.

È improprio che il balletto sia solo per ragazze, il rapporto in “Lewis Foundation of Classical Ballet è di 1 ragazzo ogni 100 ragazze.” La gente guarda il grazioso tutù e lo collega a Barbie dicendo: “è solo per ragazze”. non solo per essere in grado di sollevare i ballerini con grazia che rende i ragazzi idonei per il balletto, il genere stesso è parte integrante della danza. Il balletto è utilizzato in tutto il mondo in diverse professioni, come pattinatori sul ghiaccio, giocatori di rugby, calciatori, ginnasti, e altro ancora per rafforzare i loro piedi, caviglie e altri muscoli. Dopo il seminario di tre settimane, si è presa un po 'di tempo per viaggiare per il paese per capire la cultura. Nel 1996 ha iniziato a insegnare con Terrance Lewis a Bombay presso l'NCPA. che Bombay è molto commerciale ed è tornata a Bangalore da cui è sempre stata attratta per lo spazio, gli alberi e le persone.

Ha iniziato a lavorare con ballerini affermati e in seguito ha assunto bambini. Il suo primo problema è stato trovare lo spazio giusto, ha iniziato con l'assunzione di una palestra, ma la loro infrastruttura ha posto molti problemi. “Il loro pavimento non funziona per i ballerini, puzzava a causa della scarsa ventilazione che richiedeva l'uso di aria condizionata e rendeva difficile per i ballerini poiché a nessun ballerino piace sentire freddo, per aggiungere a questa lista, il sistema musicale era terribile.” Alla fine ha ottenuto il suo spazio studio a Ulsoor.

Sessione in aula in corso.

L'altro suo problema era trovare buoni insegnanti. Dice “L'insegnamento è un dono. Si può essere un eccellente ballerino, ma non è possibile ispirare gli studenti e trasmettere le abilità è dove si fallisce.
Ho provato ad assumere insegnanti dall'estero che fossero qualificati e bravi ballerini, ma le differenze culturali lo rendevano difficile. Bisogna capire e rispettare la cultura di un luogo e non posso lavorare con persone che non lo fanno. È importante come comportarsi con i genitori, i bambini, come vestirsi, ecc. Non si può entrare in una classe con una canotta sottile qui: “I migliori insegnanti sono quelli che ho formato io, Elina e Sushmita”. Un insegnante deve essere altamente disciplinato per inculcare lo stesso negli studenti. “I miei insegnanti e io ci svegliamo alle 4:00 del mattino e ci esercitiamo ogni giorno.

Alla “Lewis Foundation of Classical Ballet” seguono il programma internazionale della “Società imperiale di insegnanti di danza” nel Regno Unito. I bambini vengono accolti a partire dai 4 anni di età, ma non iniziano con il lavoro del programma. Iniziano con l'incorporazione di giochi, storie e rime poiché la narrazione è una parte vitale del balletto. Iniziano lavorando su diversi gruppi muscolari in modo che il balletto inizi a formarsi sul corpo. Il focus è sulla postura, l'estensione dei piedi e delle gambe, la rotazione esterna della gamba e i movimenti che viaggiano.

Elina sta lavorando con uno studente per correggere la sua postura.

Inizialmente è un sacco di lavoro di coordinazione che i bambini trovano difficile concentrarsi sulla forma mentre si muovono, trovano difficile tenere le dita dei piedi puntate rispetto a quando sono fermi. Uno degli esercizi più basilari e importanti è il demi point che è camminare sulle dita dei piedi con i talloni sollevati da terra che aiuta i bambini a rafforzare i piedi e le gambe prima di indossare le scarpe da punta che vengono introdotte solo nel grado 5.

Maya, la studentessa più anziana, si fascia i piedi prima di mettersi le scarpe da punta. Suo
importante per proteggere le dita dei piedi di un ballerino.

Yana dice che “Sebbene sia più facile insegnare agli adulti a puntare le dita dei piedi e flettersi, non hanno nemmeno la forza di mantenere la forma quando si muovono, impiegano più tempo all'inizio mentre i bambini prendono più velocemente. Il controllo muscolare arriva ai bambini mentre si muovono crescono mentre, quando lavori con un corpo adulto, hanno costruito muscoli da ogni genere di cose che hanno fatto nella loro vita che non sono necessariamente i muscoli giusti per il balletto “.
Gli insegnanti non spingono i bambini ad allungarsi oltre ciò che possono poiché il corpo è giovane e in forma. Considerando che, con gli studenti più grandi che hanno superato l'adolescenza, Yana li spinge fisicamente.

Yana sta lavorando con uno studente che fissa la sua postura.

Sebbene io sia vegano per scelta, non impongo alcuna restrizione dietetica ai miei studenti. Dico solo ai genitori di evitare di dare zucchero ai loro figli prima di una lezione poiché rende estremamente difficile avere a che fare con i bambini quando hanno una corsa allo zucchero ed evitare di dar loro da mangiare riso o cibi simili che richiedono più tempo per essere digeriti. Non riesco a immaginare di ballare dopo aver mangiato un panino al formaggio “. Avere Sushmita a bordo aiuta perché comprende meglio la dieta indiana e li aiuta a fare scelte più sane. Inoltre istruisco i genitori sulla puntualità. Quando un bambino arriva in ritardo tutti gli altri della classe lo sono distratti e tutti devono iniziare da una sessione di riscaldamento.

Elina posa davanti a un caffè a Bengaluru. Può ballare letteralmente, ovunque.

Elina (34 anni) è arrivata in India a 15 anni, sua madre ha scoperto Yana da un club di espatriati e l'ha iscritta. Ha iniziato all'età di 6 anni in Svezia, ma non era molto seria. Ha preso un permesso speciale dalla scuola per frequentare le lezioni con Yana qui e l'ha presa molto seriamente. In seguito è andata al London Studio Centre per approfondire la questione e non le è piaciuto per niente. Ha detto: “Yana ci dà un'attenzione personale, rendendoci il meglio che possiamo essere, cosa che non era il caso lì, non mi sono nemmeno spinta”. Poi è andata alla Royal Academy per seguire il corso di formazione per insegnanti. Ha studiato a Londra per un anno e ha continuato il suo corso dall'India attraverso il programma di istruzione a distanza. “Sono una ragazza asiatica e mi sento più a casa qui che in Europa”. lei disse.
Parlando di disciplina, ha detto che l'uniforme non è solo la tradizione ma anche molto pratica. Aiuta un insegnante a guardare da vicino uno studente e ad apportare correzioni come e quando richiesto. Tenere i capelli raccolti in una crocchia stretta ti dà la spinta e un senso di postura. “Non riesco a immaginare di fare 32 turni a Swanlake con i capelli che mi frustano la faccia.”

Come parte della sua routine, Sushmitha si esercita in un parco a Bengaluru.

Sushmitha (37) Una ragazza che è sempre alla ricerca di cose nuove è andata a un corso di jazz durante una pausa semestrale con sua sorella che pensava fosse più divertente e il balletto troppo serio, ma si è innamorata del balletto. Durante il corso di jazz, Yana ha visto il suo potenziale e le ha chiesto se sarebbe entrata a far parte della compagnia. Sushmitha è rimasta ipnotizzata da Yana e dalla classe che le hanno fatto desiderare di imparare molto di più e ha detto di sì. “Yana credeva in me più di me, e ho fatto cose che pensavo di non essere in grado di fare. Ha fatto la sua formazione come insegnante da Yana e ha iniziato a insegnare dopo aver ballato per 10 anni.

Studenti senior in formazione in studio al bar.

Parlando di sfide, dice Yana, proprio come Yoga Ballet ha piccole classi che spuntano dappertutto. Ci vogliono anni di formazione per perfezionare la forma mentre le persone prendono un corso di 2 mesi e decidono di aprire il proprio studio. I bambini che imparano in questi studi rischiano di ferirsi e di non apprendere bene le basi. “Molti ragazzi vengono da me dopo aver imparato in questi studi per migliorare le proprie capacità e devo dir loro che devono iniziare da un grado inferiore per recuperare il ritardo o addirittura iniziare dalle basi.”

Molti studenti tornano a Yana

Tanvi Agarwal si esercita da sola in studio durante una lezione regolare.

Tanvi Agarwal (25) ricercatrice nel campo dell'ambiente è una studentessa di Yana che balla da 12 anni ormai. Era un libro nella sua biblioteca scolastica su una piccola ballerina che l'ha introdotta alla forma della danza. Mentre studiava nel Regno Unito e lavorava a Roma, prendeva lezioni ma non le piaceva. Era entusiasta di tornare da Yana quando è tornata e ha detto: “Yana si concentra su tutti e scende al loro livello, le dà tutto. Molti altri posti si concentrano solo su ballerini avanzati e bambini in cui possono vedere il potenziale ma non importa del resto. “

Tanvi Mavuri, il ruolo principale in La bella addormentata.

Tanvi Mavuri il ruolo principale in La bella addormentata che è stato eseguito nel dicembre 2019 si è ammalato di dengue solo 2 settimane prima dello spettacolo. Sua madre Jayashri e Tanvi dicono che lo studio aveva in programma di posticipare la performance se necessario, ma Tanvi ha lavorato così duramente la prima settimana per riprendersi e la seconda settimana ha ripreso la pratica. Ha detto – “E 'solo grazie a Yana, Elina e Sushmitha che la motivano a lavorare così duramente e la fanno riprendersi così velocemente”. Anche con le articolazioni doloranti, ha lavorato sodo ogni singolo giorno. Ha detto: “Gli insegnanti hanno lavorato così duramente con me; sono una tale ispirazione”.

A parte lo studio, Yana vuole sempre lavorare con i bambini delle comunità emarginate. Ha avviato un programma con Sneha Dana dove ha lavorato con i bambini infettati dall'HIV. Aveva lavorato a stretto contatto con questi bambini ma ha dovuto interrompere questo programma dopo 4 anni quando i bambini sono stati trasferiti in una scuola a 50 km di distanza. Non si è fermata qui; ha assunto bambini di “Born Free”, un'organizzazione che salva i bambini dal lavoro minorile.

Peter si esercita nelle sue mosse durante una lezione.

Peter (26) ha iniziato nel 2008, il ragazzo non sapeva nulla di Ballet, odiava andare a scuola ma avrebbe fatto qualsiasi altra cosa. Aveva studiato solo fino al 3 ° livello. Però gli piaceva ballare. Fu mandato da Born Free ad Ahmedabad per unirsi alla scuola di Mallika Sarabhai ma non gli piacque molto la forma di danza. Mentre gli trovavano una scuola di ballo di sua scelta a Bangalore, Peter aveva visto Yana ballare a Cubbon Park e se ne era innamorato. È così che gli è successo Ballet all'età di 8 anni. Tuttavia, il ragazzo conosceva solo Kannada e Tamil, e la lingua divenne una barriera. Per superare questo problema, abbandonò il balletto e andò a scuola per imparare l'inglese al St. Patricks.

Elina insegna ai bambini di Parikrama.

Si è esibito nella sua scuola culturals in 10 ° standard quando Yana lo ha notato chiedendogli se gli sarebbe piaciuto tornare al balletto. È tornato e ha completato la sua laurea. Ha una laurea in economia, sociologia e scienze politiche. Da allora non ha mai smesso di ballare e il balletto gli dà molta gioia. Il suo amico Anand, che praticava kalarippayattu e ginnastica, ha beneficiato molto del balletto. Attualmente è alla scuola contemporanea di Amburgo. Yana non solo lo ha aiutato con la sua audizione, ma ha anche aiutato a raccogliere fondi per la sua istruzione e le spese di soggiorno.

I bambini di Parikrama adorano le lezioni di danza classica. Li aiuta anche a concentrarsi sui loro studi.

Lei e i suoi insegnanti lavorano a stretto contatto con gli studenti di Parikrama che amano questo programma. Il preside Lata lavora con Parikrama dal 2006 insegnando informatica ed è preside da 5 anni ormai nella scuola Jayanagar. Dice che i bambini in 10 ° std sono visti piangere perché mancano il balletto. I bambini lo adorano e sono molto dediti.

Il fratello di Suresh che è andato in gita scolastica è stato spazzato via in acqua 4 giorni prima dello spettacolo. Il corpo è stato trovato giovedì sera e lo spettacolo è stato quel fine settimana. Nonostante la sua situazione, ha detto al preside di dire alla scuola di danza che si esibirà quel fine settimana. “Hanno investito così tanto su di me e un artista non può essere sostituito senza pratica”. Anche i suoi genitori hanno assistito allo spettacolo.

Suresh nel ruolo di un lupo in “La bella addormentata”.

Lata ha detto: “La disciplina di cui hanno bisogno per la forma di danza aiuta questi bambini in ogni ambito della vita. Questi bambini sono molto fortunati ad essere esposti a cose che non possono permettersi. Dice agli studenti di controllare i prezzi online e vedere quanto queste classi costano. Hanno bisogno di capire il valore “.

Tejas si concentra in classe. Il rapporto tra i sessi è di 1 ragazzo su 100 ragazze.

Tejas (15) Un ragazzo di Parikrama è sempre stato un atleta e balla da 9 anni. I suoi genitori e insegnanti lo hanno sostenuto, ha fallito molte volte, ma Yana lo ha incoraggiato.Ora adora ballare e questo lo ha anche aiutato a costruire la forza muscolare di cui ha bisogno per lo sport e lo aiuta a concentrarsi meglio quando si tratta di studiare danza classica. ha bisogno di molta disciplina e dedizione.

Parlando del futuro per i suoi studenti, Yana ha detto che in un paese come l'India dove era impensabile per i genitori lasciare che i loro figli considerassero le arti come un'opzione di carriera, le persone si stanno lentamente aprendo all'idea. Anche se le sue fondamenta si stanno espandendo e ci sono opportunità per insegnare, questa non è l'unica opzione. La psicologia della danza è un argomento enorme e uno dei suoi ballerini ha una doppia specializzazione in “Dance in Psychology”. La kinesiologia è un'altra opzione in cui è importante comprendere movimenti, muscoli e altro ancora.

Durante una pausa, si vede Ramya tapparsi le orecchie per la musica e esercitarsi da sola.

Ramya (31) un architetto è cresciuto a Chennai e aveva letto di Ballet in enciclopedia e altre riviste. Non ha mai avuto l'opportunità di imparare come “Non avevamo scuole di danza allora”. Si è trasferita a Bangalore per lavoro a 22 anni e ha cercato corsi di jazz e con sua sorpresa ha trovato una scuola di danza. Tuttavia, non c'erano posti disponibili. Ha preso il jazz quando Yana ha visto il suo potenziale per il balletto, l'ha presa in giro Ramya aveva sviluppato la psoriasi intorno all'età di 15 anni a causa della quale aveva molto mal di schiena e pensava che non sarebbe mai stata in grado di fare danza classica.

Ramya interpreta il ruolo principale di una strega nella bella addormentata.

Dato che Yana comprende molto bene l'anatomia, ha lavorato con lei e Ramya è libera da dolori. Ha detto: “Yana investe davvero nei suoi studenti”.

Una famiglia che balla

Irene e la figlia maggiore Maya hanno visto allenarsi in classe.

Irene Manning (53) dalla Virginia balla da 24 anni, che sono iniziati nella sua camera da letto e nelle esibizioni di famiglia. La sua famiglia ha visto il potenziale e l'ha iscritta a corsi professionali.

Irene si esercita in una scena di “La bella addormentata”

Crescendo, ha dovuto prendersi una pausa per molte ragioni e quando ha voluto tornare al balletto a San Francisco a 32 anni non è stato facile, non è stata accolta molto bene. Quando si è trasferita in India, si è unita alla classe di Yana e ne ha goduto ogni momento. Ha detto: “Tutti sono accoglienti e mi sostengono e sì, devo lavorare molto di più”.

Maya è la studentessa più anziana e per inciso ha preso il suo nome
ballerino preferito in un film chiamato “Company”. Questa è la sua esibizione
'La bella addormentata'.

La Lewis Foundation of Classical Ballet si esibisce una volta ogni due anni poiché richiede un addestramento e una preparazione immensi. L'anno scorso hanno tenuto due spettacoli, “Una notte in un negozio di giocattoli”, che era principalmente per ballerini giovani e bambini, e “La bella addormentata” era per i ballerini anziani.

Psorilax:opinioni |creme psoriasi vegan

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, quanto costa

Normalmente, non è un ottimo business case, soprattutto tra due focolai “, ha detto Vasant Narasimhan, CEO globale della multinazionale farmaceutica svizzera Novartis AG, in un'intervista esclusiva a BT nel febbraio 2020. Stava reagendo al motivo per cui le principali società di scoperta di farmaci a livello mondiale erano meno interessato allo sviluppo di vaccini contro le infezioni virali come il Covid-19.

A quel punto, la nuova infezione da coronavirus che avrebbe sommerso il mondo nei mesi successivi e trascinato verso il basso l'economia globale su una scala mai vista in un secolo era ancora un curioso virus che affiorava nell'Estremo Oriente asiatico. L'India ha avuto a malapena tre casi di Covid-19 anche se il virus era emerso a Wuhan tre mesi prima a metà novembre 2019. E l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) doveva ancora dichiarare l'epidemia una pandemia.

Nel giro di poche settimane, tuttavia, la logica convenzionale che evitava lo sviluppo di vaccini veniva riscritta mentre i blocchi a livello nazionale per controllare la pandemia di Covid-19 costavano all'economia globale 375 miliardi di dollari ogni mese, oltre a centinaia di migliaia di morti e infrastrutture sanitarie fatiscenti in gran parte del mondo. Paesi e filantropie iniziarono a impegnare somme senza precedenti per finanziare la ricerca sui vaccini. L'acceleratore dell'OMS per l'accesso agli strumenti Covid-19 per combattere la malattia ha mobilitato oltre $ 5 miliardi, gli Stati Uniti hanno messo da parte $ 9,5 miliardi e un'iniziativa guidata dalla Commissione europea ha annunciato piani per raccogliere $ 4 miliardi.

La più grande ricerca di un farmaco nella storia umana è iniziata con oltre 320 vaccini Covid-19 in fase di sviluppo a livello globale. Lo stesso Narasimhan è diventato il co-presidente di un consorzio di importanti società mondiali di scienze della vita per sviluppare e fornire vaccini, farmaci, diagnostica e trattamenti per Covid-19. Con miliardi di dollari in palio, i vaccini stanno finalmente diventando un business case.

Con ciò, l'India sta emergendo come la fabbrica di vaccini del mondo. Quasi il 25 per cento dei vaccini Covid-19 mondiali sarà prodotto in India. Tre dei suoi vaccini sono in fase avanzata di sviluppo e almeno altri 16 sono in lavorazione. Tuttavia, potrebbe essere il momento di pensare oltre i vaccini, poiché in essa risiede un'opportunità di una vita per il paese di invertire le battute d'arresto del passato nello sviluppo di farmaci e sfruttare l'opportunità di scrivere un nuovo capitolo nella scoperta, ricerca e sviluppo di nuovi farmaci. Queste sono aree in cui il passato delle aziende farmaceutiche indiane è pieno di fallimenti.

Ma il lavoro sul vaccino fornisce una finestra per rispolverare quei fallimenti e ricominciare da capo. Dopotutto, il mondo dello sviluppo dei farmaci viene ripristinato attraverso approvazioni rapide e digitalizzazione su larga scala. Ciò altererà per sempre lo sviluppo farmaceutico. Creerà anche nuove equazioni geo-farmaceutiche. “La nostra produzione di vaccini e le nostre capacità logistiche andranno a beneficio di tutta l'umanità”, ha detto il primo ministro Narendra Modi ai capi di Brasile, Russia, Cina e Sud Africa durante il recente vertice dei BRICS.

L'India dovrà sfruttare le sue relazioni globali di recente formazione e il suo soft power (i vaccini indiani saranno forniti a oltre 100 paesi); nuova esperienza di collaborazioni tra laboratori di ricerca, aziende farmaceutiche e marketer; e tutti gli apprendimenti dello sviluppo accelerato (gli sforzi sono in corso per ridurre i tempi di sviluppo da 10 a 12 anni a uno o due anni senza compromettere la sicurezza) per emergere come destinazione non solo per la produzione di vaccini ma anche per lo sviluppo di farmaci.

La grande opportunità di vaccino

L'OMS ha stimato che il mondo avrà bisogno di 3,6 miliardi di dosi di vaccino Covid-19 entro il 2021. Ciò significa somministrare due dosi al 20% della popolazione. Tuttavia, a differenza della ricerca e sviluppo nel settore della medicina, dove lo sviluppo di farmaci innovativi di prim'ordine, protetti da brevetto è sempre rimasto dominio esclusivo delle multinazionali farmaceutiche globali e i produttori indiani sono visti come il secondo livello che sviluppa versioni generiche a basso costo di tali medicinali (i farmaci per l'AIDS sono un classico esempio in cui le major farmaceutiche straniere hanno inventato i farmaci e i generici indiani li hanno resi accessibili alle masse) in una fase molto successiva, la corsa per trovare un farmaco preventivo per Covid-19 è aperta a tutti.

Insieme alle multinazionali e a una manciata di produttori di vaccini per puro gioco di fama mondiale come il Serum Institute of India e Bharat Biotech, anche le aziende generiche indiane sono saltate nella mischia. Un'azienda farmaceutica leader come Zydus Cadila è in una gara testa a testa con Bharat Biotech per lo sviluppo di un vaccino indigeno Covid-19. Se il Serum Institute ha preparato enormi capacità di produzione per le forniture globali di 'Covishield', sviluppate attraverso una collaborazione tra l'Università di Oxford e il maggiore farmaceutico britannico AstraZeneca, il dottor Reddys ha firmato un accordo di fornitura per la russa Sputnik V. Aurobindo Pharma coltivata in casa è sfruttando la sua risorsa acquisita – Auro Vaccines con sede negli Stati Uniti – per sviluppare un vaccino Covid-19.

A differenza delle pessime prestazioni dell'India nello sviluppo di farmaci di nuove entità chimiche (NCE) in passato, i produttori di vaccini puri dell'India hanno solide credenziali come produttori e fornitori globali, alcuni dei quali sono addirittura i primi al mondo. Bharat Biotech, ad esempio, ha lanciato il vaccino contro il rotavirus più conveniente al mondo e il primo vaccino coniugato tifoide testato clinicamente e pre-qualificato dall'OMS, oltre ad essere il primo al mondo a depositare brevetti globali per i vaccini contro i virus Chikungunya e Zika. I produttori indiani di vaccini rappresentano circa il 60% delle forniture di vaccini all'UNICEF. Si prevede che un quarto della fornitura di vaccino Covid-19 al mondo in via di sviluppo e alle nazioni povere provenga dall'India. Il solo siero sta preparando cinque vaccini Covid-19. Zydus e Bharat Biotech stanno lavorando a più vaccini per Covid-19. Almeno 20 progetti di vaccino Covid-19 sono in corso da aziende indiane. La dimensione del mercato globale dei vaccini potrebbe raddoppiare fino a $ 93 miliardi entro il 2020 a causa della pandemia Covid-19, secondo un rapporto di Fortune Business Insights ad agosto. Ha stimato un tasso di crescita annuale composto del 10,7% per i vaccini tra il 2019 e il 2026, un enorme balzo da $ 41,61 miliardi nel 2018.

Con esperti che prevedono possibilità di aumento delle infezioni virali e la necessità di un rapido sviluppo di nuovi vaccini e terapie in futuro, i produttori di vaccini indiani si trovano in una posizione favorevole. Anche i produttori indiani di medicinali generici si stanno preparando. Ciò potrebbe non solo fornire loro un'ulteriore opportunità per aggiungere nuovi prodotti al loro portafoglio, ma anche aiutarli a cavalcare la buona volontà globale generata come produttori di vaccini. I mutevoli sistemi e protocolli normativi, le partnership di ricerca, produzione e catena di fornitura con governi, istituti di ricerca e aziende a livello globale possono aiutarli a guidare la loro attività farmaceutica anche in una nuova direzione. I vaccini aiuteranno l'industria farmaceutica generica indiana a sviluppare le proprie capacità di ricerca anche per nuove entità chimiche (NCE)?

Attività di vaccino

La convinzione che le major farmaceutiche globali non siano interessate al business dei vaccini non è del tutto vera. Il business dei vaccini di GSK ha generato $ 9,1 miliardi nel 2019; Merck $ 8,4 miliardi; Pfizer $ 6,5 miliardi e Sanofi $ 6,2 miliardi nel 2019. Ma è una piccola torta rispetto ai loro ricavi complessivi e opportunità di business nei nuovi farmaci farmaceutici e biotecnologici, il cui mercato globale era di $ 1,25 trilioni nel 2019.

In effetti, a livello globale, circa l'80% delle vendite di vaccini in valore proviene da cinque grandi multinazionali che producono nuovi vaccini avanzati. Il vaccino Prevnar di Pfizer per la protezione dalla meningite e dalla polmonite ha registrato vendite per 5,95 miliardi di dollari nel 2019. Il Gardasil di Merck contro il papillomavirus umano, che causa il cancro cervicale, ha registrato vendite per oltre 3 miliardi di dollari l'anno scorso. I vaccini antinfluenzali di Sanofi, Fluzone e Flublock, hanno registrato vendite per 1,9 miliardi di sterline nel 2019. I vaccini antinfluenzali sono tra i più ricercati nei paesi occidentali, per lo più freddi. Il loro mercato valeva $ 3,96 miliardi nel 2018 e si prevede che raggiungerà $ 6,2 miliardi entro il 2026, afferma un rapporto di Allied Market Research.

Tuttavia, tali vaccini rappresentano solo il 20% delle dosi vendute a livello globale, stima l'OMS. In altre parole, mentre le multinazionali sono state presenti nel business dei vaccini di alto valore, non sono interessate ai vaccini che vengono utilizzati per programmi di immunizzazione su larga scala in gran parte dipendenti dagli acquirenti pubblici e dalle politiche dei donatori. Agenzie come l'OMS, l'Unicef, l'Organizzazione panamericana della sanità, la GAVI (Vaccine Alliance finanziata da Bill e Melinda Gates Foundation), ecc., Acquistano tali vaccini attraverso un meccanismo di approvvigionamento collettivo a prezzi ridotti. È qui che i produttori indiani hanno prosperato. L'impronta indiana sui vaccini virali, batterici e combinati come MMR (morbillo, parotite e rosolia), epatite B, vaccino antipolio orale, pertosse (una pertosse), difterite e tetano e bacillo Calmette Guerin è piuttosto forte. Vengono esportati più di due terzi dei vaccini (in volume) prodotti in India. L'OMS afferma che la domanda globale per i vaccini a cui si rivolgono era di 3,5 miliardi di dosi, del valore di $ 26 miliardi, nel 2018 (esclusi i vaccini utilizzati per la poliomielite orale, l'influenza stagionale, i viaggi e i mercati militari). Era del 25% in più rispetto a un anno fa, indicando una fonte di forte flusso di entrate per i giocatori indiani.

Il vantaggio per le aziende indiane è che non tutte queste malattie interessano i big del mondo. “In questo momento, il tifo è una pandemia in Pakistan. I bambini muoiono a Karachi perché non rispondono agli antibiotici (resistenza), compresa la ciprofloxacina. La Gates Foundation ha finanziato il Pakistan per vaccinare i suoi 20 milioni di bambini. Io sono l'unico con un vaccino coniugato contro il tifo e lo stiamo fornendo al Pakistan “, afferma Krishna Ella, presidente e amministratore delegato di Bharat Biotech.

Ciò a cui Ella sta suggerendo è che per una malattia che colpisce il mondo in via di sviluppo, le aziende indiane tendono ad avere un interesse maggiore rispetto alle aziende globali. Un veterano del settore, a capo di una multinazionale farmaceutica in India, è d'accordo. “È un dato di fatto. La maggior parte dei vaccini multinazionali affrontano solo i problemi di salute del mondo sviluppato. Acquisiscono piccoli produttori di vaccini con candidati promettenti piuttosto che investire nella ricerca di base. Non sono pronti a investire nella ricerca sui virus che causano focolai in zone calde e umide. geografie dell'Africa o dell'Asia “, dice l'esecutivo, che non ha voluto essere nominato.

Se i produttori di vaccini puri indiani hanno sfruttato bene l'opportunità, l'industria farmaceutica indiana ha avuto un'amara esperienza nella ricerca di nuovi farmaci.

Un sogno fallito

Dieci anni fa, guardando il tramonto dal balcone di una suite di un hotel di Mumbai, con le lacrime che gli rigavano le guance, il dottor Kallam Anji Reddy ha detto: “Quel giorno ho ricevuto una chiamata da Novo che diceva che i topi sono morti. Quella era la fine del la mia Bala “. Bala si riferisce alla molecola anti-diabete Balaglitazone che la sua azienda stava sviluppando.

Il fondatore dei Dr Reddys Laboratories nel 1979 stava elaborando come i suoi nuovi sogni di scoperta di farmaci fossero falliti per sempre. È morto nel marzo 2013, all'età di 74 anni. Come il defunto dottor Parvinder Singh di Ranbaxys e il fondatore di Lupins, il defunto dottor Deshbandhu Gupta, il sogno del dottor Reddys era di inventare NCE che convertissero le loro aziende produttrici di farmaci generici in aziende innovative innovative come Pfizer, Novartis o GlaxoSmithKline vendono farmaci di successo, ciascuno con oltre 1 miliardo di dollari di vendite. Nel 1997, gli scienziati del Dr Reddys Laboratories di Hyderabad hanno scoperto una molecola per il trattamento del diabete di tipo 2. Lo hanno chiamato Balaglitazone e hanno concesso in licenza il candidato NCE a Novo Nordisk per gli studi clinici. Novo ha interrotto le prove dopo il fallimento del farmaco.

Anche il piano di Ranbaxy di sviluppare un nuovo farmaco per la malaria, Arterolane, è stato abbandonato dopo che il suo sponsor, Medicines for Malaria Venture, si è ritirato nel 2007 mentre erano in corso gli ultimi test, ponendo fine al nuovo sogno della droga. Anche aziende indiane come Sun Pharma, Piramal Life Sciences e Glenmark hanno cercato di sviluppare NCE ma non sono riuscite a fare nulla per i mercati globali. Tata ha finanziato Advinus Therapeutics dal 2005 e voleva essere grande nella ricerca sui farmaci, ma è stata venduta nel 2017 a Eurofin, una catena di laboratori europea. Resta da vedere se le aziende farmaceutiche globali di buona volontà dovrebbero generare come fornitori di vaccini e il soft power che fornisce può essere sfruttato per un ritorno alla ricerca di nuovi farmaci.

L'opportunità

Nel suo discorso di apertura al 12 ° Vertice virtuale BRICS del 17 novembre, il primo ministro Narendra Modi ha fatto riferimento a un solo settore, l'industria farmaceutica. “L'India può essere un moltiplicatore di forza per l'economia post-Covid. E può contribuire fortemente alle catene di valore globali. Lo abbiamo dimostrato durante Covid, quando siamo stati in grado di fornire farmaci essenziali in oltre 150 paesi grazie alle capacità dell'industria farmaceutica indiana “, Ha detto Modi ai capi di Brasile, Russia, Cina e Sud Africa al vertice.

Con nientemeno che il primo ministro come suo ambasciatore, la buona volontà che si sta generando per l'industria farmaceutica indiana è formidabile. Inoltre, la maggior parte delle aziende che perseguono sogni di vaccini diversi dai principali produttori di vaccini per puro gioco sono società farmaceutiche affermate come Zydus Cadila, Dr Reddys, Aurobindo, ecc. La domanda di farmaci e vaccini indiani durante la pandemia ha nuovamente aumentato la domanda di prodotti indiani nella maggior parte dei casi. del mondo in via di sviluppo. Il Bangladesh ha già presentato una richiesta formale per le forniture di vaccino Covid-19 e il governo centrale ha già detto che la loro preferenza sarà quella di fornire ad altri paesi vicini come il Bhutan e il Nepal.

Le aziende farmaceutiche possono persino sfruttare l'opportunità del vaccino per tornare al grande gioco dello sviluppo e della ricerca di farmaci poiché la gestione del Covid-19 in futuro richiederà nuovi protocolli di trattamento e nuovi farmaci. Ciò potrebbe anche stimolare la barca che l'India ha finora perso: il mondo della ricerca NCE. A partire da ora, può sembrare una prospettiva lontana, poiché il mondo si sta concentrando su vaccini e farmaci riproposti, ma anche questa sarà una grande opportunità.

Gli esperti affermano che il prossimo grande balzo per le aziende farmaceutiche potrebbe venire da farmaci che vengono sviluppati utilizzando metodi nuovi e più rapidi che il settore della ricerca medica ha imparato ad adottare mentre cercava di trovare una cura per Covid-19 e fornire protezione dal Covid-19. Consulenza globale Boston Consulting Group (BCG) elenca tre elementi che ridefiniranno lo sviluppo clinico globale che le aziende farmaceutiche indiane possono adottare. Il primo è il primo approccio virtuale, il secondo è l'evidenza del mondo reale e il terzo è nuovi modi di lavorare. Virtual first riguarda la conduzione di sperimentazioni cliniche virtuali, comprese le consultazioni mediche a distanza, il drop shipping sicuro e il monitoraggio dei farmaci e dispositivi e app indossabili per i pazienti per tenere traccia dei cambiamenti clinici. Le autorità di regolamentazione dei farmaci statunitensi ed europei hanno persino pubblicato linee guida su tali studi. L'evidenza del mondo reale è un modo per testare nuovi trattamenti in settimane o mesi piuttosto che in linee temporali pluriennali degli studi osservazionali tradizionali. I nuovi modi di lavorare includono principi agili, flessibilità normativa, nuovi progetti di sperimentazione, strategie di generazione di prove integrate, affermano gli esperti BCG in un blog online. Covid-19 ha dato l'opportunità all'industria farmaceutica indiana di allinearsi agli sviluppi clinici globali. Con l'aiuto del governo, spetta all'industria farmaceutica indiana portare gli insegnamenti dei vaccini agli NCE.

La presenza del vaccino aiuterà sicuramente Zydus Cadila. L'azienda ha già al suo attivo il primo nuovo farmaco chimico in India Lipaglyn (Saroglitazar) in grado di controllare simultaneamente i livelli di colesterolo e glucosio. È dagli stessi farmaci di prima classe che il dottor Reddy stava cercando di sviluppare. Ma deve ancora essere venduto nei grandi mercati come gli Stati Uniti e l'Europa, sebbene negli Stati Uniti siano in corso studi per il fegato grasso e l'ipertrigliceridemia. Lo Zydus Research Center di Ahmedabad è una struttura di 4,75.000 piedi quadrati che impiega 400-500 scienziati. Zydus ha circa 10 NCE e nuove entità biologiche in diversi stadi di sviluppo. Anche il suo investimento decennale nella ricerca sui vaccini ha iniziato a dare i suoi frutti. Con oltre 300-500 scienziati dedicati, il team di vaccini di Zydus ha sviluppato il primo vaccino indiano per l'H1N1, oltre a più vaccini per malattie infettive come rabbia, epatite B, morbillo, parotite, rosolia, varicella, influenza e febbre tifoide.

Considera questo. Alla fine di settembre, il maggiore farmaceutico svizzero Roche ha acquisito una piccola biotecnologia britannica, “Inflazome”, per un pagamento anticipato di 380 milioni di sterline, con la promessa di più soldi man mano che sarà in grado di sviluppare nuovi farmaci. L'azienda effettua ricerche su una scienza di nicchia, lo sviluppo di “inibitori dell'inflammasoma” o “inibitori della NLRP3”. L'attivazione dell'inflammasoma NLRP3 nel corpo è implicata in molte malattie causate da infiammazioni croniche e incontrollate. Questo è ciò che gli scienziati farmaceutici stanno ora perseguendo a livello globale per contenere Covid-19. Ma anche prima che Inflazome potesse portare un farmaco candidato nella fase di prova, Indias Zydus Cadila lo ha fatto, come uno dei primi al mondo a sviluppare un farmaco candidato con inibitori NLRP3.

Un paio di settimane fa, Zydus ha presentato una domanda di nuovo farmaco sperimentale chiedendo l'autorizzazione per studi sull'uomo al controllore indiano per ZYIL1, un farmaco candidato per via orale che si è dimostrato efficace negli studi pre-clinici nel controllo dell'infiammazione nelle malattie correlate a Covid-19. Zydus ha depositato brevetti globali e sta pianificando grandi prove all'estero. “L'infiammazione è una delle aree principali della nostra ricerca NCE”, afferma Pankaj Patel, presidente di Zydus Cadila. Inoltre, Zydus è anche uno dei maggiori produttori mondiali di idrossiclorochina e desametasone, due farmaci a basso costo riproposti attualmente utilizzati a livello globale per gestire il Covid-19. Sta inoltre sviluppando un farmaco biotecnologico riproposto, l'interferone alfa, per Covid-19, che è attualmente in fase di sperimentazione, oltre a realizzare il primo test dell'antigene sviluppato internamente in India per Covid-19, “Covid Kavach Elisa”, sviluppato da ICMR-NIV, Pune.

Anche molte altre aziende indiane stanno provando, ma devono ancora divulgare i dettagli. SPARC di Sun Pharma sta lavorando a due nuovi farmaci riproposti, affermano fonti. Sta conducendo studi clinici di AQCH, un farmaco di origine vegetale per il trattamento del Covid-19 con ICGEB, Italia. Questo è stato effettivamente sviluppato per la febbre dengue. Un altro è Nafamostat mesilato, che è stato usato per trattare la pancreatite acuta. Mankind Pharma sta conducendo studi clinici di una nuova formulazione, 'Niclosamide', per il trattamento di pazienti con Covid-19 in collaborazione con l'azienda sudcoreana Daewoong Pharmaceutical Co. Il farmaco per la psoriasi Biocons Itolizumab è stata la prima nuova terapia biologica approvata (in India) per il trattamento di complicanze Covid-19 da moderate a gravi.

Con tutte le sue capacità, l'industria indiana della produzione di farmaci e vaccini può essere il partner più affidabile dei governi di tutto il mondo. Le stesse collaborazioni possono lavorare per scoprire farmaci per malattie infettive e future pandemie, poiché i vaccini possono aiutare, ma in definitiva i farmaci efficaci sono quelli che tolgono la paura della malattia. L'industria farmaceutica indiana troverà la sua esposizione al vaccino estremamente utile qui.

Il futuro

L'India è già un fornitore chiave nel mercato istituzionale globale delle vendite di vaccini. I produttori di vaccini domestici stanno ora osservando la quota di mercato di alto valore dell'80% attualmente di cui godono le multinazionali, principalmente il mercato privato nei paesi sviluppati e una popolazione della classe media attenta alla salute nei paesi in via di sviluppo come l'India. “Possiamo produrre vaccini a prezzi molto più economici di qualsiasi altro paese e fornire quantità sufficienti al mondo”, afferma Adar Poonawala, CEO del Serum Institute. Ma è preoccupato che in India debbano ancora evolversi un robusto meccanismo di regolamentazione e un sostegno finanziario.

“Il governo dovrebbe sedersi con i produttori. Gli scienziati che non hanno mai lavorato nei vaccini non dovrebbero essere quelli che consigliano i responsabili politici”, afferma Krishna Ella di Bharat Biotech. Secondo Ella, una strategia di governo di sostegno può aiutare l'India a raggiungere una posizione di leadership sulla scena globale. “Tutti (ogni regolatore) dice che risolveranno il problema normativo, ma tutti lavorano in modo indipendente. Se ci fossimo seduti insieme invece di CDSCO come un comitato, RCGM come un altro, comitato di esperti in materia come terzo comitato, se tutti questi comitati si fossero riuniti e abbiamo preso decisioni insieme, avremmo potuto muoverci molto più velocemente “, dice Ella. “Dopo la pandemia, l'India ha creato un solido ecosistema normativo e collaborativo e collaborazioni tra varie parti interessate nell'ambito della National Biopharma Mission per accelerare lo sviluppo di vaccini. Stiamo anche sostenendo la ricerca accademica e istituzionale sui vaccini, rendendo 60-65 centri di sperimentazione clinica in il paese alla pari con tutti i migliori centri di sperimentazione clinica in tutto il mondo “, afferma Renu Swarup, segretario del dipartimento di biotecnologia (DBT), governo indiano. L'India aiuterà e formerà anche i paesi partner vicini a far parte di quell'ecosistema e di sperimentazioni cliniche, ha detto in un seminario virtuale sulla distribuzione dei vaccini.

Le sfide continueranno, Covid-19 è stata una grande curva di apprendimento per le aziende indiane. Fin dal primo giorno, il governo ha lavorato in modo proattivo per agevolare le approvazioni per le aziende indiane per condurre studi clinici, arruolare volontari e ottenere feedback normativi. I risultati finora non lasciano intendere alcun compromesso sulla qualità. Anche l'entusiasmo dei vicini dell'India si sta dimostrando un ottimo strumento diplomatico. La buona volontà generata dal soft power dell'India dovrebbe aiutare il paese a conquistare nuovi territori in quasi tutta l'Africa, parti dell'Asia, Sud America e persino nei paesi sviluppati.

@pb_pbjayan; joecmathew

Psorilax:Aumentare |gomiti ruvidi e neri crema psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, composizione

bellezza

Da tappetini per agopressione a sacchetti disinfettanti per le mani di design.

Ancora perplesso su cosa regalare ai tuoi amici e familiari ossessionati dalla bellezza per le vacanze? Bene, nel bene e nel male, non mancano assolutamente i set regalo e gli ottimi affari da fare al momento, ma in una parola scegliere tra le eccedenze di trucco, cura della pelle, strumenti per capelli, candele, accessori da bagno e altro ancora. , scoraggiante. Chi meglio chiedere consiglio quando si controlla la lista della spesa per le vacanze rispetto a scrittori ed editori di bellezza? Con tutto il nostro accesso a ciò che è nuovo e di tendenza nel settore, non potresti chiedere una cassa di risonanza migliore. Ecco cosa nove esperti di bellezza stanno regalando ai loro amici, familiari e partner quest'anno.

Annuncio pubblicitario

Associate Beauty Editor presso Elle

CHANEL Boy de CHANEL Nail Color

$ 28

“In passato, io e il mio ragazzo avevamo appuntamenti settimanali di manicure / pedicure. Il suo lavoro non ha la stessa libertà con il codice di abbigliamento, il che significa che di solito doveva rinunciare a qualsiasi cosa sulle dita, ma può andare tutto in punta di piedi. Per le vacanze gli regalo i nuovi smalti Boy de Chanel. La tonalità naturale è un nudo semilucido con cui riesce a farla franca professionalmente e il nero è un opaco classico-cool che è universalmente sexy. Il pennello è anche sovradimensionato, il che rende super facile dipingere le unghie a casa, anche con la mano non dominante (qualcosa che può essere difficile per tutte le identità di genere). ”

Acquistare

Theragun Elite

$ 399 $ 299

“Il modo più semplice per ottenere fantastici punti sorella maggiore è dare a tuo fratello qualcosa da Theragun. Ho il modello Elite e lo adoro perché si collega a un'app che ti fornisce istruzioni dettagliate a seconda di cosa si sente fuori di testa e ha aiutato totalmente i miei problemi legati alla schiena di WFH. Sto dando a mio fratello la stessa versione: ho la sensazione che chiederà il Wave Foam Roller il prossimo anno “.

Acquistare

Annuncio pubblicitario

Igienizzante mani e custodia Staud x Noshinku

$ 50

“Il disinfettante per le mani sembra una specie di regalo 'meh' da fare ai tuoi migliori amici, ma questa versione a forma di carta di credito di Noshinku viene fornita con la sua piccola borsa Staud, che eleva immediatamente la situazione. Il succo stesso è formulato con i profumieri, quindi hanno tutti un profumo fantastico (il bergamotto è il mio preferito) e portarlo in giro agganciato a un'altra borsa Staud (woah, meta) o anche sui miei jeans è la mia interpretazione 2020 di Lizzo che trasporta la minuscola borsa Valentino al 2019 American Music Awards “.

Acquistare

Senior Beauty Editor presso InStyle

Molton Brown Fiery Pink Pepper Body Luxuries Set

$ 81

“La mamma del mio amico (ovvero la mia seconda mamma) è ossessionata da Molton Brown, quindi come posso non farlo? Questo set contiene sia un gel doccia che un olio per il corpo che presenta lo splendido profumo Fiery Pink Pepper. Pensa alle note di gelsomino, legno di cedro e noce moscata: pura felicità. ”

Acquistare

Hermès Deluxe Replica Coffret Set

$ 50

“L'unica cosa migliore che regalare alla tua ragazza un profumo Hermès per Natale è ottenere i suoi quattro deliziosi profumi. Questo set include Twilly d’Hermès, Eau Des Merveilles, Jour d’Hermès e Eau De Rhubarbe Ecarlate. Non c'è davvero niente di meglio di così “.

Acquistare

La Mer The Eye Concentrate

$ 235

“Mi sono innamorato di La Mer alcuni anni fa e mi sono rifiutato di far toccare le mie creme a nessuno dei miei amici. E sebbene il 2020 sia stato l'anno più imprevedibile di molte delle nostre vite, non ho ancora cambiato la mia posizione (con loro grande fastidio). Ma quest'anno ho intenzione di migliorarli regalando loro i primi prodotti La Mer. Una delle mie ragazze adora una buona crema per gli occhi e non vedo l'ora di vedere lo sguardo sul suo viso quando lo aprirà. “

Acquistare

Scrittore freelance di bellezza

Candela Dirt Cobain F * ck 2020

$ 42

“Quasi tutti sulla mia lista stanno ricevendo questa candela perché riassume perfettamente come ci sentiamo tutti per questo incendio nel cassonetto di un anno. Si spera che li farà sorridere quando lo scartano. Personalmente trovo molto più catartico bruciare rispetto alla salvia, e l'odore tropicale sempreverde è piuttosto delizioso. “

Acquistare

SM. Maschera di bellezza dai raggi del farmacista alle onde

$ 60

“Sono assolutamente ossessionata da questa geniale maschera per il viso dell'esperta di pelle e formulatrice cosmetica Mary Schook. Ha una protezione solare UPF 50+ ed è costituito da uno speciale filo che converte effettivamente i raggi UV in luce rossa visibile che ha benefici antietà: promuove la produzione di collagene, aiuta con l'iperpigmentazione, aumenta l'energia cellulare e protegge dai danni dei radicali liberi. È un trattamento per la pelle e DPI in uno. Lo sto regalando a mia madre e potrei doverne comprare uno come regalo per me stesso perché, duh. “

Acquistare

Kate McLeod Mama Stone

$ 45

“Mio marito ha la psoriasi ed è sempre alla ricerca di lozioni per calmare le sue riacutizzazioni e mantenere la pelle idratata. Adoro queste creme idratanti solide (lei le chiama Pietre) di Kate McLeod perché sono fatte di burro di cacao ultra idratante, oltre a mandorle dolci, nocciolo di albicocca, cocco frazionato e olio di avocado. Sembra strano, ma la Mama Stone è perfetta per lui perché non è profumata, il che significa che non ha ingredienti potenzialmente irritanti che sarebbero troppo duri per la sua pelle sensibile “.

Acquistare

Beauty Director presso Fashionista

Maschera per gli occhi Dieux Skin Forever

$ 25

“Stavo pensando di prenderli per mia sorella – io e lei amiamo entrambi i prodotti che illuminano e sgonfiano i nostri occhi – ma sarebbero davvero un'opzione fantastica per praticamente chiunque vorresti trattare nei $ 25 gamma. I cerotti in silicone dal design impeccabile sono infinitamente riutilizzabili (!), Quindi riducono gli sprechi e fanno davvero molto per rendere più efficaci le tue creme, trattamenti o sieri preferiti. Vengono confezionati in un grazioso barattolo, che sembra super regalabile e facile anche per me. ”

Acquistare

Wthn tappetino per digitopressione

$ 65

“Questa è per il mio ragazzo, mio ​​cognato e mio padre. Tutti e tre hanno diversi problemi di mal di schiena (e per lo più non mi ascolteranno sulle meraviglie di un po 'di yoga quotidiano). Dal momento che non stanno andando per massaggi, terapia fisica o agopuntura in questo momento, questo set di tappetino e cuscino per l'agopuntura è un'ottima alternativa. Le piccole punte di plastica alleviano la tensione muscolare e stimolano la circolazione, inoltre si suppone che sessioni di trattamento regolari riducano lo stress, migliorino l'umore e favoriscano un sonno notturno migliore. Onestamente, chi non potrebbe usarlo? ”

Acquistare

Sky Ting TV

A partire da $ 20

“Ai tempi in cui potevo andare a lezione di yoga, visitare Sky Ting più volte alla settimana era uno dei miei rituali preferiti. Il loro approccio al movimento accessibile e non giudicante risuona con me, e mi piace che gli istruttori portino un po 'di leggerezza e umorismo alla maggior parte delle lezioni. I fondatori dello studio hanno avuto la lungimiranza di lanciare Sky Ting TV (accesso in abbonamento alle lezioni video) prima che arrivasse il blocco, e quest'anno mi ha tenuto (relativamente) sano. Sarà il mio regalo preferito per i miei amici che hanno bisogno di un po 'di incoraggiamento per prendersi cura di sé. Inoltre, supportare Sky Ting significa supportare una piccola attività di NYC di proprietà femminile, quindi è davvero vantaggioso per tutti “.

Acquistare

Beauty Editor presso Nylon

Partite di Memory Custom Matchbook

A partire da $ 185

“Io e il mio ragazzo stiamo insieme da cinque anni e abbiamo vissuto insieme per la maggior parte del tempo, quindi i nostri” regali “a questo punto di solito vanno in vacanza, o in qualche tipo di esperienza. Dal momento che non possiamo farlo durante i tempi di Covid, ero davvero in perdita per qualcosa di speciale poiché nessuno di noi vuole mai più cose. Mi sono imbattuto in questo grafico con sede a New York (su TikTok, tra tutti i posti) che realizza queste stampe incredibilmente speciali con repliche di scatole di fiammiferi di ristoranti, hotel e club / bar reali. Ho effettuato un ordine personalizzato e ho scelto alcuni dei nostri posti preferiti in città, come dove abbiamo avuto il nostro primo appuntamento, la nostra prima cena 'normale', un bar di quartiere, ed è facilmente uno dei regali più speciali e memorabili che ho mai stato dietro. Gli ordini personalizzati sono purtroppo chiusi per l'anno, ma puoi comunque ordinare tutte le loro stampe prefabbricate, che consiglio in particolare di regalare a tutti i newyorkesi che hanno nostalgia della vita pre-Covid e di tutto ciò che questa bellissima città ha da offrire. Puoi ordinarli in tutte le diverse dimensioni e anche con cornici. (PS. Se stai leggendo questo e ti capita di conoscere il mio ragazzo, non parlarne fino a dopo le vacanze, per favore!) “

Acquistare

Abbonamento di 1 mese a Heal Haus

$ 30

“Tutti quelli che conosco hanno bisogno di rilassarsi (sempre, in generale, ma quest'anno soprattutto). HealHaus è un centro benessere con sede a Brooklyn di proprietà di neri che è stato vitale per la mia sopravvivenza nel 2020 e mi ha messo in contatto con così tanti incredibili guaritori e professionisti del colore, un grosso problema in un settore così imbiancato. Tutti i loro programmi sono ora offerti virtualmente e, con un abbonamento mensile, hai accesso illimitato alle lezioni quotidiane di yoga e meditazione, tutte guidate da un gruppo eterogeneo di insegnanti inclusivi e intenzionali “.

Acquistare

Il ragazzo sente l'odore delle migliori gemme insieme della candela votiva

$ 48

“Credo fermamente che le candele siano sempre tra le prime cinque idee regalo possibili. Le candele Boy Smells, in particolare, durano a lungo, hanno un bell'aspetto in qualsiasi spazio, hanno un buon profumo e di solito hanno qualcosa a che fare con l'erba, che amiamo “.

Acquistare

Deputy Editor di Allure.com

Set regalo da collezione Aesop The Lore

$ 105

“Nessuno può lavarsi troppo le mani e lozione in questi giorni! A parte le formule di lusso e i profumi sorprendenti, ciò che distingue davvero i kit di Esopo è che ognuno viene fornito con un testo antico diverso che è stato accuratamente restaurato e tradotto da uno scrittore moderno. Rende il regalo di oggetti altrimenti abbastanza banali molto più speciale “.

Acquistare

Set trio votivo festivo Nest

$ 45

“La mia famiglia è composta da fedeli di Nest, quindi faccio sempre scorta dei set regalo del brand per separarmi e darti da fare durante le vacanze. Questo include due dei miei vecchi preferiti, Holiday e Birchwood Pine, più il nuovissimo profumo Blue Cypress & Snow “.

Acquistare

LoveIsWise Castelli di sabbia Stampa artistica

$ 30

“Sono ossessionato da tutto il lavoro di LoveisWise, ma questa stampa attualmente mi sta riempiendo di più emozioni. Amici che si toccano? Potenzialmente mentre sono in vacanza ?! Probabilmente ne comprerò uno per me e uno per un amico, per ricordare a entrambi che potremo uscire di nuovo di persona un giorno. ”

Acquistare

Scrittore freelance di bellezza

Pura Smart Home Fragrance Diffuser Kit con Verbo e Superego

$ 89

“L'unica cosa migliore che bagnarsi quotidianamente a Ellis Brooklyn è profumare tutta la casa con le fragranze distintive del marchio. Pura, una versione truccata del tuo plug-in standard che può essere controllato dal tuo telefono, diffonde Verb e Superego su richiesta. Inoltre, non devi preoccuparti di monitorare i bambini (o i morbidi cuccioli di pelliccia) attorno a una fiamma libera “.

Acquistare

Set regalo Red Rocks

$ 141

“Vorrei poter prendere una Kim Kardashian e portare la mia cerchia ristretta in un soggiorno completamente pagato in una spa a Sedona, ma il set regalo Red Rocks di Oracle Jayne Station è la cosa migliore. Non solo tutto è realizzato dal mio amico (e truccatore vincitore del premio Emmy) Andrew Sotomayor, ma questo scrub, sapone e eau de parfum trasporta i tuoi sensi con oli essenziali di pino pinyon, spazzola di coniglio e alberi di Natale riproposti. Questi prodotti calmanti ti faranno sentire come se fossi uscito dalla rete, anche se la vasca è la tua unica via di fuga. “

Acquistare

Nomad Noé Dreamer in London Candle

$ 65

“Che tu sia appena uscito dalla legna da ardere o che tu abbia solo un radiatore a vista, la candela Dreamer in London di Nomad Noé offre quelle vibrazioni accoglienti grazie a sentori di tabacco, vaniglia e legno di cedro. Lo stesso si può dire per la candela Nest’s Hearth, che riscalda qualsiasi stanza con una ricca miscela di legno di oud e incenso. Entrambi i profumi si abbinano bene con il pigiama e un caldo toddy, che è essenzialmente il modo in cui ho intenzione di trascorrere le mie giornate fino alla fine del 2020 “.

Acquistare

Scrittore presso The Strategist

Kit essenziale per meditazione Space Btwn

$ 119

“Uno dei miei migliori amici è molto interessato alla meditazione, quindi ho intenzione di regalarle questo set per migliorare la sua pratica. Space Btwn rende questi cuscini gonfiabili, simili a quelli che potresti trovare in uno studio come MNDFL, e un tappetino da yoga sottile che è facile da arrotolare e portare in viaggio. Mi piace anche che sia disponibile in questo rilassante colore neutro, che starà benissimo nella sua stanza e ovunque lei lo porti. ”

Acquistare

Maschera per gli occhi in seta Dusen Dusen Stripe

$ 32

“Sto anche pensando di regalare questa maschera per dormire Dusen Dusen a uno dei miei amici, che trova il giusto equilibrio tra design e funzionalità. Siamo entrambi grandi fan del marchio e mentre regalarle un intero set di biancheria da letto è un po 'poco pratico, questa maschera per dormire, che costa meno di $ 40, non lo è. ”

Acquistare

Styler completo Dyson Airwrap

$ 550

“Negli ultimi mesi, i messaggi della mia matrigna consistevano praticamente in foto della mia sorellina e domande sugli asciugacapelli. È convinta di aver bisogno di questo virale che non nomino, ma io, l'esperta di bellezza, le regalo invece il Dyson Complete. Per prima cosa, è incredibilmente versatile grazie a tutti gli accessori (è un asciugacapelli e una styler in uno) e non causerà danni da calore grazie al suo controllo intelligente del calore, che misura la temperatura 40 volte al secondo. Inoltre viene fornito in una custodia in pelle incredibilmente bella, che starà bene sul bancone del suo bagno e non occuperà molto spazio. ”

Acquistare

Senior Beauty Editor presso Byrdie

Noleggio auto d'epoca

I prezzi variano

“Questo tempo trascorso a casa ha richiesto molta riflessione e creatività, ovvero. trovare vari modi per passare il tempo che ancora si sentono speciali o divertenti, soprattutto quando le vacanze sembrano diverse dal solito. Il mio partner adora le auto d'epoca e, naturalmente, adoro un opp fotografico. Così ho noleggiato una Buick Skylark del '69 e siamo andati a sbirciare a nord nello stato di New York. Avevo programmato di farlo più vicino alle vacanze, ma quando ha suggerito di salire in uno di quei perfetti e assolati sabati di ottobre, ho cambiato la prenotazione e l'ho sorpreso. Abbiamo trascorso una giornata così bella e gioiosa ed è stato speciale regalare un'esperienza piuttosto che un maglione o qualcosa di simile. Ho utilizzato l'app DriveShare ed è stato un processo semplice e senza interruzioni “.

Acquistare

Candela Boys Smells x Ganni Park Life

$ 39

“Non sono altro che una candela ossessiva, tanto che l'ossessione si è cancellata anche dalla mia famiglia. Ogni anno regalo alcuni preferiti e quest'anno non è diverso. Sono entusiasta delle candele astrologiche personalizzate di Birthdate Co., della collaborazione di Boy Smells con Ganni 'Park Life' e della prima candela in assoluto di Oui the People (un mix di chiodi di garofano, cannella, pelle scamosciata e pino) chiamata 'Patriarcato. “Bruciamolo, giusto?”

Acquistare

Ferm Living Ripple Bicchieri, set di 4

$ 55

“L'unico acquisto di tipo casalingo a cui non posso rinunciare sono i bicchieri. Mi è rimasto a malapena spazio per ospitarli. Quindi, ora, ho deciso di regalare delle bellissime palline agli amici. Tengo d'occhio i curatori vintage su Instagram perché ne hanno sempre di speciali, ma per il resto ho trovato molte gemme da CB2, Ferm Living e Hudson Wilder “.

Acquistare

Psorilax:promo |crema dermica per psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, ingredienti

Prima immunoterapia ad essere approvata per un cancro gastroesofageo nell'Unione europea

Approvazione basata sullo studio di fase 3 ATTRACTION-3 che mostra un miglioramento statisticamente significativo e clinicamente significativo della sopravvivenza globale rispetto alla chemioterapia

PRINCETON, NJ – (BUSINESS WIRE) – Bristol Myers Squibb (NYSE: BMY) ha annunciato oggi che la Commissione europea (CE) ha approvato Opdivo (nivolumab) per il trattamento di adulti con carcinoma a cellule squamose esofageo avanzato, ricorrente o metastatico non resecabile (ESCC) dopo una precedente chemioterapia di combinazione a base di fluoropirimidina e platino.

La decisione della CE si basa sui risultati dello studio di fase 3 ATTRACTION-3, uno studio sponsorizzato da Ono Pharmaceutical Co., Ltd. del Giappone, che ha dimostrato un miglioramento statisticamente significativo e clinicamente significativo della sopravvivenza globale (OS) nei pazienti che hanno ricevuto Opdivo rispetto alla chemioterapia. Il profilo di sicurezza di Opdivo è stato favorevole rispetto alla chemioterapia e coerente con gli studi precedentemente riportati su Opdivo in altri tumori solidi.

“L'approvazione di oggi segna una pietra miliare di fondamentale importanza per coloro che vivono con carcinoma a cellule squamose esofagee, poiché questa è la prima volta che un'opzione di trattamento immunoterapico è stata approvata nell'Unione europea per questa popolazione di pazienti”, ha affermato Ian M. Waxman, MD, responsabile dello sviluppo , tumori gastrointestinali, Bristol Myers Squibb. “Siamo orgogliosi del nostro lavoro nel promuovere le opzioni di trattamento per le persone che convivono con tumori del tratto gastrointestinale superiore e non vediamo l'ora di lavorare con le parti interessate europee per portare Opdivo a pazienti più idonei che potrebbero trarne beneficio”.

Oltre a questa approvazione nell'UE, Opdivo è stato approvato in cinque paesi, tra cui Stati Uniti e Giappone, per il trattamento di seconda linea di pazienti con ESCC avanzato, ricorrente o metastatico non operabile. Bristol Myers Squibb ringrazia i pazienti e i ricercatori coinvolti nella sperimentazione clinica ATTRACTION-3 per i loro importanti contributi.

ATTRACTION-3 Risultati di efficacia e sicurezza

Nello studio di fase 3 ATTRACTION-3, che aveva un endpoint primario di OS:

  • Opdivo ha ridotto il rischio di morte del 23%, rispetto alla sola chemioterapia (Hazard Ratio (HR) 0,77; 95% intervallo di confidenza (CI): da 0,62 a 0,96; p = 0,019).
  • La OS mediana con Opdivo è stata di 10,9 mesi (IC 95%: da 9,2 a 13,3) rispetto a 8,4 mesi (IC 95%: da 7,2 a 9,9) con la sola chemioterapia, dimostrando un miglioramento di 2,5 mesi.
  • Il braccio Opdivo ha mostrato tassi di OS a 12 e 18 mesi del 47% (IC 95%: da 40 a 54) e del 31% (IC 95%: da 24 a 37), rispettivamente, contro il 34% (IC 95%: da 28 a 41 ) e il 21% (95% CI: da 15 a 27) tra i pazienti nel braccio chemioterapico. Beneficio di sopravvivenza con Opdivowas osservato indipendentemente dai livelli di espressione tumorale di PD-L1.
  • I tassi di risposta obiettiva (ORR) tra il braccio Opdivo e quello chemioterapico erano paragonabili rispettivamente al 19% (IC 95%: da 14 a 26) e al 22% (IC 95%: da 15 a 29).
  • La durata mediana della risposta (DoR) per i pazienti è risultata sostanzialmente aumentata nel braccio Opdivo a 6,9 mesi (95% CI: da 5,4 a 11,1) rispetto a 3,9 mesi (95% CI: da 2,8 a 4,2) nel braccio chemioterapico.
  • Un'analisi esplorativa degli esiti riportati dai pazienti ha mostrato un miglioramento complessivo significativo della qualità della vita con Opdivo rispetto alla chemioterapia. Sono stati segnalati meno eventi avversi correlati al trattamento (TRAE) con Opdivo rispetto alla chemioterapia, con una percentuale del 66% per TRAE di qualsiasi grado nei pazienti che ricevevano Opdivo rispetto al 95% per quei pazienti che ricevevano chemioterapia. I pazienti nel braccio Opdivo hanno anche sperimentato una minore incidenza di TRAE di grado 3 o 4 rispetto a quelli del braccio chemioterapico (18% contro 63%) e la percentuale di pazienti che hanno manifestato TRAE che hanno portato all'interruzione del trattamento è stata la stessa in entrambi i bracci (9% ).

Informazioni su ATTRACTION-3

ATTRACTION-3 (ONO-4538-24 / CA209-473; NCT02569242) è uno studio globale di fase 3, multicentrico, randomizzato, in aperto, che valuta Opdivo rispetto alla chemioterapia (docetaxel o paclitaxel) per pazienti con cancro esofageo refrattario o intollerante alla terapia di prima linea di combinazione con farmaci a base di fluoropirimidina e platino. L'arruolamento dei pazienti è avvenuto prevalentemente in Asia, con il resto negli Stati Uniti e in Europa. I pazienti sono stati trattati fino a progressione della malattia o tossicità inaccettabile. L'endpoint primario dello studio era la sopravvivenza globale (OS). Gli endpoint secondari includevano il tasso di risposta obiettiva (ORR) valutato dallo sperimentatore, la sopravvivenza libera da progressione (PFS), il tasso di controllo della malattia, la durata della risposta e la sicurezza.

Informazioni sul cancro esofageo

Il cancro esofageo è il settimo tumore più comune e la sesta causa più comune di morte per cancro in tutto il mondo. Il tasso di sopravvivenza relativa a cinque anni è del 10% o inferiore per i pazienti con diagnosi di malattia metastatica. Ogni anno in Europa vengono diagnosticati 53.000 nuovi casi di cancro esofageo. I due tipi più comuni di cancro esofageo sono l'adenocarcinoma e il carcinoma a cellule squamose, quest'ultimo responsabile di circa il 60% di tutti i casi di cancro esofageo diagnosticati in Europa. La maggior parte dei casi viene diagnosticata in ambiente avanzato e influisce sulla vita quotidiana del paziente, inclusa la sua capacità di mangiare e bere.

Bristol Myers Squibb: creare un futuro migliore per le persone con cancro

Bristol Myers Squibb si ispira a un'unica visione: trasformare la vita delle persone attraverso la scienza. L'obiettivo della ricerca sul cancro dell'azienda è fornire farmaci che offrano a ogni paziente una vita migliore e più sana e rendere possibile la cura. Basandosi su un'eredità in una vasta gamma di tumori che hanno cambiato le aspettative di sopravvivenza per molti, i ricercatori di Bristol Myers Squibb stanno esplorando nuove frontiere nella medicina personalizzata e, attraverso piattaforme digitali innovative, stanno trasformando i dati in intuizioni che acuiscono la loro attenzione. Una profonda esperienza scientifica, capacità all'avanguardia e piattaforme di scoperta consentono all'azienda di guardare il cancro da ogni angolazione. Il cancro può avere una presa incessante su molte parti della vita di un paziente e Bristol Myers Squibb si impegna a intraprendere azioni per affrontare tutti gli aspetti dell'assistenza, dalla diagnosi alla sopravvivenza. Perché come leader nella cura del cancro, Bristol Myers Squibb sta lavorando per consentire a tutte le persone malate di cancro di avere un futuro migliore.

Informazioni su Opdivo ®

Opdivo è un inibitore del checkpoint immunitario a morte programmata 1 (PD-1) progettato per sfruttare in modo univoco il sistema immunitario del corpo per aiutare a ripristinare la risposta immunitaria antitumorale. Sfruttando il sistema immunitario del corpo per combattere il cancro, Opdivo è diventato un'importante opzione di trattamento per più tumori.

Il principale programma di sviluppo globale di Opdivo si basa sull'esperienza scientifica di Bristol Myers Squibb nel campo dell'immuno-oncologia e include un'ampia gamma di studi clinici in tutte le fasi, inclusa la fase 3, in una varietà di tipi di tumore. Ad oggi, il programma di sviluppo clinico Opdivo ha trattato più di 35.000 pazienti. Gli studi Opdivo hanno contribuito ad acquisire una più profonda comprensione del ruolo potenziale dei biomarcatori nella cura del paziente, in particolare per quanto riguarda il modo in cui i pazienti possono trarre vantaggio da Opdivo attraverso il continuum dell'espressione di PD-L1.

Nel luglio 2014, Opdivo è stato il primo inibitore del checkpoint immunitario PD-1 a ricevere l'approvazione normativa in qualsiasi parte del mondo. Opdivo è attualmente approvato in più di 65 paesi, inclusi Stati Uniti, Unione Europea, Giappone e Cina. Nell'ottobre 2015, il regime di combinazione Opdivo e Yervoy della Società è stata la prima combinazione di immuno-oncologia a ricevere l'approvazione normativa per il trattamento del melanoma metastatico ed è attualmente approvato in più di 50 paesi, inclusi gli Stati Uniti e l'Unione Europea.

INDICAZIONI

OPDIVO® (nivolumab), come agente singolo, è indicato per il trattamento di pazienti con melanoma non resecabile o metastatico.

OPDIVO® (nivolumab), in combinazione con YERVOY® (ipilimumab), è indicato per il trattamento di pazienti con melanoma non resecabile o metastatico.

OPDIVO® (nivolumab), in combinazione con YERVOY® (ipilimumab), è indicato per il trattamento di prima linea di pazienti adulti con carcinoma polmonare non a piccole cellule metastatico (NSCLC) i cui tumori esprimono PD-L1 (≥1%) come determinato da un test approvato dalla FDA, senza EGFR o Aberrazioni genomiche del tumore ALK.

OPDIVO® (nivolumab), in combinazione con YERVOY® (ipilimumab) e 2 cicli di chemioterapia platino-doppietto, è indicato per il trattamento di prima linea di pazienti adulti con carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC) metastatico o ricorrente, senza aberrazioni tumorali genomiche EGFR o ALK.

OPDIVO® (nivolumab) è indicato per il trattamento di pazienti con carcinoma polmonare non a piccole cellule metastatico (NSCLC) con progressione durante o dopo chemioterapia a base di platino. I pazienti con aberrazioni tumorali genomiche EGFR o ALK devono avere una progressione della malattia in terapia approvata dalla FDA per queste aberrazioni prima di ricevere OPDIVO.

OPDIVO® (nivolumab) è indicato per il trattamento di pazienti con carcinoma polmonare a piccole cellule metastatico (SCLC) con progressione dopo chemioterapia a base di platino e almeno un'altra linea di terapia. Questa indicazione è approvata con approvazione accelerata basata sul tasso di risposta globale e sulla durata della risposta. L'approvazione continua per questa indicazione può essere subordinata alla verifica e alla descrizione del beneficio clinico negli studi di conferma.

OPDIVO® (nivolumab), in combinazione con YERVOY® (ipilimumab), è indicato per il trattamento di prima linea di pazienti adulti con mesotelioma pleurico maligno (MPM) non resecabile.

OPDIVO® (nivolumab) è indicato per il trattamento di pazienti con carcinoma a cellule renali avanzato (RCC) che hanno ricevuto una precedente terapia anti-angiogenica.

OPDIVO® (nivolumab), in combinazione con YERVOY® (ipilimumab), è indicato per il trattamento di pazienti con carcinoma a cellule renali avanzato (RCC) a rischio intermedio o scarso, precedentemente non trattato.

OPDIVO® (nivolumab) è indicato per il trattamento di pazienti adulti con linfoma di Hodgkin classico (cHL) che ha recidivato o progredito dopo trapianto autologo di cellule staminali ematopoietiche (HSCT) e brentuximab vedotin o dopo 3 o più linee di terapia sistemica che include HSCT autologo. Questa indicazione è approvata con approvazione accelerata basata sul tasso di risposta globale. L'approvazione continua per questa indicazione può essere subordinata alla verifica e alla descrizione del beneficio clinico negli studi di conferma.

OPDIVO® (nivolumab) è indicato per il trattamento di pazienti con carcinoma a cellule squamose della testa e del collo (SCCHN) ricorrente o metastatico con progressione della malattia durante o dopo terapia a base di platino.

OPDIVO® (nivolumab) è indicato per il trattamento di pazienti con carcinoma uroteliale localmente avanzato o metastatico che hanno progressione della malattia durante o dopo chemioterapia contenente platino o hanno progressione della malattia entro 12 mesi dal trattamento neoadiuvante o adiuvante con chemioterapia contenente platino. Questa indicazione è approvata con approvazione accelerata basata sul tasso di risposta del tumore e sulla durata della risposta. L'approvazione continua per questa indicazione può essere subordinata alla verifica e alla descrizione del beneficio clinico negli studi di conferma.

OPDIVO® (nivolumab), come agente singolo, è indicato per il trattamento di pazienti adulti e pediatrici (dai 12 anni in su) con carcinoma metastatico del colon-retto (CRC) con instabilità dei microsatelliti elevata (MSI-H) o con deficit di riparazione del disadattamento (dMMR) progredito dopo il trattamento con fluoropirimidina, oxaliplatino e irinotecan. Questa indicazione è approvata con approvazione accelerata basata sul tasso di risposta globale e sulla durata della risposta. L'approvazione continua per questa indicazione può essere subordinata alla verifica e alla descrizione del beneficio clinico negli studi di conferma.

OPDIVO® (nivolumab), in combinazione con YERVOY® (ipilimumab), è indicato per il trattamento di adulti e pazienti pediatrici di età pari o superiore a 12 anni con carcinoma del colon-retto (CRC) con instabilità dei microsatelliti elevata (MSI-H) o con deficit di riparazione per disadattamento (dMMR) che è progredita dopo il trattamento con una fluoropirimidina, oxaliplatino e irinotecan. Questa indicazione è approvata con approvazione accelerata basata sul tasso di risposta globale e sulla durata della risposta. L'approvazione continua per questa indicazione può essere subordinata alla verifica e alla descrizione del beneficio clinico negli studi di conferma.

OPDIVO® (nivolumab) è indicato per il trattamento di pazienti con carcinoma epatocellulare (HCC) che sono stati precedentemente trattati con sorafenib. Questa indicazione è approvata con approvazione accelerata basata sul tasso di risposta globale e sulla durata della risposta. L'approvazione continua per questa indicazione può essere subordinata alla verifica e alla descrizione del beneficio clinico negli studi di conferma.

OPDIVO® (nivolumab), in combinazione con YERVOY® (ipilimumab), è indicato per il trattamento di pazienti con carcinoma epatocellulare (HCC) che sono stati precedentemente trattati con sorafenib. Questa indicazione è approvata con approvazione accelerata basata sul tasso di risposta globale e sulla durata della risposta. L'approvazione continua per questa indicazione può essere subordinata alla verifica e alla descrizione del beneficio clinico negli studi di conferma.

OPDIVO® (nivolumab) è indicato per il trattamento adiuvante di pazienti con melanoma con interessamento dei linfonodi o malattia metastatica sottoposti a resezione completa.

OPDIVO® (nivolumab) è indicato per il trattamento di pazienti con carcinoma esofageo a cellule squamose (ESCC) avanzato, ricorrente o metastatico non resecabile dopo una precedente chemioterapia a base di fluoropirimidina e platino.

INFORMAZIONI IMPORTANTI SULLA SICUREZZA

Reazioni avverse immuno-mediate gravi e fatali

Le reazioni avverse immuno-mediate elencate nel presente documento potrebbero non includere tutte le possibili reazioni avverse immuno-mediate gravi e fatali.

Reazioni avverse immuno-mediate, che possono essere gravi o fatali, possono verificarsi in qualsiasi sistema d'organo o tessuto. Sebbene le reazioni avverse immuno-mediate di solito si manifestino durante il trattamento, possono verificarsi anche dopo l'interruzione di OPDIVO o YERVOY. L'identificazione e la gestione precoci sono essenziali per garantire un uso sicuro di OPDIVO e YERVOY. Monitorare segni e sintomi che possono essere manifestazioni cliniche di reazioni avverse immuno-mediate sottostanti. Valutare i dati chimici clinici inclusi gli enzimi epatici, la creatinina, il livello dell'ormone adrenocorticotropo (ACTH) e la funzione tiroidea al basale e periodicamente durante il trattamento con OPDIVO e prima di ciascuna dose di YERVOY. In caso di sospette reazioni avverse immuno-mediate, avviare un workup appropriato per escludere eziologie alternative, inclusa l'infezione. Istituire prontamente la gestione medica, inclusa la consulenza specialistica, se appropriato.

Sospendere o interrompere definitivamente OPDIVO e YERVOY a seconda della gravità (vedere la sezione 2 Dosaggio e somministrazione nelle informazioni complete sulla prescrizione allegata). In generale, se è necessaria l'interruzione o l'interruzione di OPDIVO o YERVOY, somministrare una terapia corticosteroidea sistemica (da 1 a 2 mg / kg / die di prednisone o equivalente) fino al miglioramento al Grado 1 o inferiore. Dopo il miglioramento al Grado 1 o inferiore, iniziare la riduzione graduale dei corticosteroidi e continuare a ridurre la riduzione per almeno 1 mese. Considerare la somministrazione di altri immunosoppressori sistemici in pazienti le cui reazioni avverse immuno-mediate non sono controllate con la terapia corticosteroidea. Di seguito sono discusse le linee guida per la gestione della tossicità per le reazioni avverse che non richiedono necessariamente steroidi sistemici (ad esempio, endocrinopatie e reazioni dermatologiche).

Polmonite immuno-mediata

OPDIVO e YERVOY possono causare polmonite immuno-mediata. L'incidenza di polmonite è maggiore nei pazienti che hanno ricevuto in precedenza una radioterapia toracica. Nei pazienti trattati con OPDIVO in monoterapia, la polmonite immuno-mediata si è verificata nel 3,1% (61/1994) dei pazienti, inclusi Grado 4 (<0,1%), Grado 3 (0,9%) e Grado 2 (2,1%). Nei pazienti con HCC che ricevevano OPDIVO 1 mg / kg con YERVOY 3 mg / kg ogni 3 settimane, la polmonite immuno-mediata si è verificata nel 10% (5/49) dei pazienti. Nei pazienti che ricevevano OPDIVO 3 mg / kg con YERVOY 1 mg / kg ogni 3 settimane, si è verificata polmonite immuno-mediata nel 3,9% (26/666) dei pazienti, inclusi Grado 3 (1,4%) e Grado 2 (2,6%). Nei pazienti con NSCLC che ricevevano OPDIVO 3 mg / kg ogni 2 settimane con YERVOY 1 mg / kg ogni 6 settimane, la polmonite immuno-mediata si è verificata nel 9% (50/576) dei pazienti, compreso il grado 4 (0,5%), grado 3 (3,5 %) e Grado 2 (4,0%). Quattro pazienti (0,7%) sono morti a causa di polmonite.

Colite immuno-mediata

OPDIVO e YERVOY possono causare colite immuno-mediata, che può essere fatale. Un sintomo comune incluso nella definizione di colite era la diarrea. L'infezione / riattivazione da citomegalovirus (CMV) è stata segnalata in pazienti con colite immuno-mediata refrattaria ai corticosteroidi. In caso di colite refrattaria ai corticosteroidi, considerare la possibilità di ripetere un workup infettivo per escludere eziologie alternative. Nei pazienti che ricevevano OPDIVO in monoterapia, la colite immuno-mediata si è verificata nel 2,9% (58/1994) dei pazienti, inclusi Grado 3 (1,7%) e Grado 2 (1%). Nei pazienti che ricevevano OPDIVO 1 mg / kg con YERVOY 3 mg / kg ogni 3 settimane, si è verificata colite immuno-mediata nel 25% (115/456) dei pazienti, inclusi Grado 4 (0,4%), Grado 3 (14%) e Grado 2 (8%). Nei pazienti che ricevevano OPDIVO 3 mg / kg con YERVOY 1 mg / kg ogni 3 settimane, si è verificata colite immuno-mediata nel 9% (60/666) dei pazienti, inclusi Grado 3 (4,4%) e Grado 2 (3,7%).

In uno studio separato di Fase 3 con YERVOY 3 mg / kg in monoterapia, la colite immuno-mediata si è verificata nel 12% (62/511) dei pazienti, inclusi Grado 3-5 (7%) e Grado 2 (5%).

Epatite immuno-mediata

OPDIVO e YERVOY possono causare epatite immuno-mediata. Nei pazienti che ricevevano OPDIVO in monoterapia, l'epatite immuno-mediata si è verificata nell'1,8% (35/1994) dei pazienti, inclusi grado 4 (0,2%), grado 3 (1,3%) e grado 2 (0,4%). Nei pazienti che ricevevano OPDIVO 1 mg / kg con YERVOY 3 mg / kg ogni 3 settimane, si è verificata epatite immuno-mediata nel 15% (70/456) dei pazienti, inclusi Grado 4 (2,4%), Grado 3 (11%) e Grado 2 (1,8%). Nei pazienti che ricevevano OPDIVO 3 mg / kg con YERVOY 1 mg / kg ogni 3 settimane, si è verificata epatite immuno-mediata nel 7% (48/666) dei pazienti, inclusi Grado 4 (1,2%), Grado 3 (4,9%) e Grado 2 (0,4%).

In uno studio separato di Fase 3 con YERVOY 3 mg / kg in monoterapia, l'epatite immuno-mediata si è verificata nel 4,1% (21/511) dei pazienti, inclusi Grado 3-5 (1,6%) e Grado 2 (2,5%).

Endocrinopatie immunomediate

OPDIVO e YERVOY possono causare insufficienza surrenalica primaria o secondaria, ipofisite immuno-mediata, disturbi della tiroide immuno-mediati e diabete mellito di tipo 1, che può presentarsi con chetoacidosi diabetica. Sospendere OPDIVO e YERVOY a seconda della gravità (vedere la sezione 2 Dosaggio e somministrazione nelle informazioni complete sulla prescrizione). Per l'insufficienza surrenalica di Grado 2 o superiore, iniziare un trattamento sintomatico, inclusa la sostituzione ormonale come clinicamente indicato. L'ipofisite può presentarsi con sintomi acuti associati a effetti di massa come mal di testa, fotofobia o difetti del campo visivo. L'ipofisite può causare ipopituitarismo; iniziare la sostituzione ormonale come clinicamente indicato. La tiroidite può presentarsi con o senza endocrinopatia. L'ipotiroidismo può seguire l'ipertiroidismo; iniziare la sostituzione ormonale o la gestione medica come clinicamente indicato. Monitorare i pazienti per iperglicemia o altri segni e sintomi di diabete; iniziare il trattamento con insulina come clinicamente indicato.

Nei pazienti che ricevevano OPDIVO in monoterapia, l'insufficienza surrenalica si è verificata nell'1% (20/1994), inclusi Grado 3 (0,4%) e Grado 2 (0,6%). Nei pazienti che ricevevano OPDIVO 1 mg / kg con YERVOY 3 mg / kg ogni 3 settimane, l'insufficienza surrenalica si è verificata nell'8% (35/456), inclusi Grado 4 (0,2%), Grado 3 (2,4%) e Grado 2 (4,2 %). Nei pazienti che ricevevano OPDIVO 3 mg / kg con YERVOY 1 mg / kg ogni 3 settimane, l'insufficienza surrenalica si è verificata nel 7% (48/666) dei pazienti, inclusi Grado 4 (0,3%), Grado 3 (2,5%) e Grado 2 (4,1%).

Nei pazienti trattati con OPDIVO in monoterapia, l'ipofisite si è verificata nello 0,6% (12/1994) dei pazienti, inclusi Grado 3 (0,2%) e Grado 2 (0,3%). Nei pazienti che ricevevano OPDIVO 1 mg / kg con YERVOY 3 mg / kg ogni 3 settimane, l'ipofisite si è verificata nel 9% (42/456), inclusi Grado 3 (2,4%) e Grado 2 (6%). Nei pazienti che ricevevano OPDIVO 3 mg / kg con YERVOY 1 mg / kg ogni 3 settimane, l'ipofisite si è verificata nel 4,4% (29/666) dei pazienti, inclusi Grado 4 (0,3%), Grado 3 (2,4%) e Grado 2 ( 0,9%).

Nei pazienti trattati con OPDIVO in monoterapia, la tiroidite si è verificata nello 0,6% (12/1994) dei pazienti, incluso il grado 2 (0,2%). Nei pazienti che ricevevano OPDIVO 3 mg / kg con YERVOY 1 mg / kg ogni 3 settimane, la tiroidite si è verificata nel 2,7% (22/666) dei pazienti, inclusi Grado 3 (4,5%) e Grado 2 (2,2%).

Nei pazienti che ricevevano OPDIVO in monoterapia, l'ipertiroidismo si è verificato nel 2,7% (54/1994) dei pazienti, inclusi Grado 3 (<0,1%) e Grado 2 (1,2%). Nei pazienti che ricevevano OPDIVO 1 mg / kg con YERVOY 3 mg / kg ogni 3 settimane, l'ipertiroidismo si è verificato nel 9% (42/456) dei pazienti, inclusi Grado 3, (0,9%) e Grado 2 (4,2%). Nei pazienti che ricevevano OPDIVO 3 mg / kg con YERVOY 1 mg / kg ogni 3 settimane, l'ipertiroidismo si è verificato nel 12% (80/666) dei pazienti, inclusi Grado 3 (0,6%) e Grado 2 (4,5%).

Nei pazienti che ricevevano OPDIVO in monoterapia, l'ipotiroidismo si è verificato nell'8% (163/1994) dei pazienti, inclusi Grado 3 (0,2%) e Grado 2 (4,8%). Nei pazienti che ricevevano OPDIVO 1 mg / kg con YERVOY 3 mg / kg ogni 3 settimane, l'ipotiroidismo si è verificato nel 20% (91/456) dei pazienti, inclusi Grado 3 (0,4%) e Grado 2 (11%). Nei pazienti che ricevevano OPDIVO 3 mg / kg con YERVOY 1 mg / kg ogni 3 settimane, l'ipotiroidismo si è verificato nel 18% (122/666) dei pazienti, inclusi Grado 3 (0,6%) e Grado 2 (11%).

Nei pazienti trattati con OPDIVO in monoterapia, il diabete si è verificato nello 0,9% (17/1994) dei pazienti, inclusi il grado 3 (0,4%) e il grado 2 (0,3%) e 2 casi di chetoacidosi diabetica. Nei pazienti che ricevevano OPDIVO 3 mg / kg con YERVOY 1 mg / kg ogni 3 settimane, il diabete si è verificato nel 2,7% (15/666) dei pazienti, inclusi Grado 4 (0,6%), Grado 3 (0,3%) e Grado 2 ( 0,9%).

In uno studio di Fase 3 separato con YERVOY 3 mg / kg in monoterapia, endocrinopatie immuno-mediate di Grado 2-5 si sono verificate nel 4% (21/511) dei pazienti. Endocrinopatie da gravi a pericolose per la vita (Grado 3-4) si sono verificate in 9 pazienti (1,8%). Tutti e 9 i pazienti presentavano ipopituitarismo e alcuni avevano ulteriori endocrinopatie concomitanti come insufficienza surrenalica, ipogonadismo e ipotiroidismo. Sei dei 9 pazienti sono stati ricoverati in ospedale per gravi endocrinopatie. Endocrinopatia moderata (Grado 2) si è verificata in 12 pazienti (2,3%), inclusi ipotiroidismo, insufficienza surrenalica, ipopituitarismo, ipertiroidismo e sindrome di Cushing.

Nefrite immuno-mediata con disfunzione renale

OPDIVO e YERVOY possono causare nefrite immuno-mediata. Nei pazienti che ricevevano OPDIVO in monoterapia, nefrite immuno-mediata e disfunzione renale si sono verificate nell'1,2% (23/1994) dei pazienti, inclusi Grado 4 (<0,1%), Grado 3 (0,5%) e Grado 2 (0,6%). Nei pazienti che ricevevano OPDIVO 3 mg / kg con YERVOY 1 mg / kg ogni 3 settimane, si è verificata nefrite immuno-mediata con disfunzione renale nel 4,1% (27/666) dei pazienti, incluso Grado 4 (0,6%), Grado 3 (1,1% ) e Grado 2 (2,2%).

Reazioni avverse dermatologiche immuno-mediate

OPDIVO può causare eruzioni cutanee o dermatiti immuno-mediate. La dermatite esfoliativa, inclusa la sindrome di Stevens-Johnson (SJS), la necrolisi epidermica tossica (TEN) e il rash farmacologico con eosinofilia e sintomi sistemici (DRESS) si sono verificati con gli anticorpi bloccanti PD-1 / PD-L1. Gli emollienti topici e / oi corticosteroidi topici possono essere adeguati per il trattamento di eruzioni cutanee non sfoliative da lievi a moderate.

YERVOY può causare eruzioni cutanee o dermatiti immuno-mediate, comprese dermatiti bollose ed esfoliative, SJS, TEN e DRESS. Gli emollienti topici e / oi corticosteroidi topici possono essere adeguati per il trattamento di eruzioni cutanee non bollose / esfoliative da lievi a moderate.

Sospendere o interrompere definitivamente OPDIVO e YERVOY a seconda della gravità (vedere la sezione 2 Dosaggio e somministrazione nelle informazioni complete sulla prescrizione allegata).

Nei pazienti che ricevevano OPDIVO in monoterapia, il rash immuno-mediato si è verificato nel 9% (171/1994) dei pazienti, inclusi grado 3 (1,1%) e grado 2 (2,2%). Nei pazienti che ricevevano OPDIVO 1 mg / kg con YERVOY 3 mg / kg ogni 3 settimane, si è verificato un rash immuno-mediato nel 28% (127/456) dei pazienti, inclusi Grado 3 (4,8%) e Grado 2 (10%). Nei pazienti che ricevevano OPDIVO 3 mg / kg con YERVOY 1 mg / kg ogni 3 settimane, si è verificato un rash immuno-mediato nel 16% (108/666) dei pazienti, inclusi Grado 3 (3,5%) e Grado 2 (4,2%).

In uno studio separato di Fase 3 con YERVOY 3 mg / kg in monoterapia, si è verificato un rash immuno-mediato nel 15% (76/511) dei pazienti, inclusi Grado 3-5 (2,5%) e Grado 2 (12%).

Altre reazioni avverse immuno-mediate

Le seguenti reazioni avverse immuno-mediate clinicamente significative si sono verificate con un'incidenza <1% (se non diversamente indicato) in pazienti che hanno ricevuto OPDIVO in monoterapia o OPDIVO in combinazione con YERVOY o sono state segnalate con l'uso di altri bloccanti PD-1 / PD-L1 anticorpi. Sono stati riportati casi gravi o fatali per alcune di queste reazioni avverse: cardiache / vascolari: miocardite, pericardite, vasculite; sistema nervoso: meningite, encefalite, mielite e demielinizzazione, sindrome miastenica / miastenia grave (inclusa esacerbazione), sindrome di Guillain-Barré, paresi nervosa, neuropatia autoimmune; oculare: possono verificarsi uveite, irite e altre tossicità infiammatorie oculari; gastrointestinale: pancreatite per includere aumenti dei livelli sierici di amilasi e lipasi, gastrite, duodenite; tessuto muscoloscheletrico e connettivo: miosite / polimiosite, rabdomiolisi e sequele associate tra cui insufficienza renale, artrite, polimialgia reumatica; endocrino: ipoparatiroidismo; altro (ematologico / immunitario): anemia emolitica, anemia aplastica, linfoistiocitosi emofagocitica (HLH), sindrome da risposta infiammatoria sistemica, linfoadenite necrotizzante istiocitica (linfoadenite di Kikuchi), sarcoidosi, porpora trombocitopenica immunitaria, reiezione di trapianto di organi solidi.

Oltre alle reazioni avverse immuno-mediate sopra elencate, negli studi clinici di YERVOY in monoterapia o in combinazione con OPDIVO, le seguenti reazioni avverse immuno-mediate clinicamente significative, alcune con esito fatale, si sono verificate in <1% dei pazienti se non diversamente specificato: sistema nervoso: neuropatia autoimmune (2%), sindrome miastenica / miastenia grave, disfunzione motoria; cardiovascolare: angiopatia, arterite temporale; oculare: blefarite, episclerite, miosite orbitale, sclerite; gastrointestinale: pancreatite (1,3%); altro (ematologico / immunitario): congiuntivite, citopenie (2,5%), eosinofilia (2,1%), eritema multiforme, vasculite da ipersensibilità, ipoacusia neurosensoriale, psoriasi.

Alcuni casi di IMAR oculare possono essere associati a distacco di retina. Possono verificarsi vari gradi di disabilità visiva, inclusa la cecità. Se l'uveite si manifesta in combinazione con altre reazioni avverse immuno-mediate, prendere in considerazione una sindrome simile a Vogt-Koyanagi-Harada, che è stata osservata in pazienti in trattamento con YERVOY, poiché potrebbe richiedere un trattamento con corticosteroidi sistemici per ridurre il rischio di perdita permanente della vista.

Reazioni correlate all'infusione

OPDIVO e YERVOY possono causare gravi reazioni correlate all'infusione. Interrompere OPDIVO e YERVOY nei pazienti con reazioni correlate all'infusione gravi (Grado 3) o pericolose per la vita (Grado 4). Interrompere o rallentare la velocità di infusione nei pazienti con reazioni correlate all'infusione lievi (Grado 1) o moderate (Grado 2). Nei pazienti che ricevevano OPDIVO in monoterapia come infusione di 60 minuti, le reazioni correlate all'infusione si sono verificate nel 6,4% (127/1994) dei pazienti. In uno studio separato in cui i pazienti hanno ricevuto OPDIVO in monoterapia come infusione di 60 minuti o di 30 minuti, le reazioni correlate all'infusione si sono verificate rispettivamente nel 2,2% (8/368) e nel 2,7% (10/369) dei pazienti. Inoltre, lo 0,5% (2/368) e l'1,4% (5/369) dei pazienti, rispettivamente, hanno manifestato reazioni avverse entro 48 ore dall'infusione che hanno portato a un ritardo della somministrazione, alla sospensione permanente o alla sospensione di OPDIVO. Nei pazienti con melanoma che ricevevano OPDIVO 1 mg / kg con YERVOY 3 mg / kg ogni 3 settimane, le reazioni correlate all'infusione si sono verificate nel 2,5% (10/407) dei pazienti. Nei pazienti con HCC che ricevevano OPDIVO 1 mg / kg con YERVOY 3 mg / kg, le reazioni correlate all'infusione si sono verificate nell'8% (4/49) dei pazienti. Nei pazienti con RCC che ricevevano OPDIVO 3 mg / kg con YERVOY 1 mg / kg, reazioni correlate all'infusione si sono verificate nel 5,1% (28/547) dei pazienti. Nei pazienti MSI-H / dMMR mCRC che ricevevano OPDIVO 3 mg / kg con YERVOY 1 mg / kg, le reazioni correlate all'infusione si sono verificate nel 4,2% (5/119) dei pazienti. Nei pazienti MPM che ricevevano OPDIVO 3 mg / kg ogni 2 settimane con YERVOY 1 mg / kg ogni 6 settimane, le reazioni correlate all'infusione si sono verificate nel 12% (37/300) dei pazienti.

In studi separati di Fase 3 su YERVOY 3 mg / kg e 10 mg / kg, le reazioni correlate all'infusione si sono verificate nel 2,9% (28/982) dei pazienti.

Complicazioni del trapianto di cellule staminali ematopoietiche allogeniche

Possono verificarsi complicazioni fatali e altre gravi complicazioni in pazienti che ricevono trapianto allogenico di cellule staminali ematopoietiche (HSCT) prima o dopo essere stati trattati con OPDIVO o YERVOY. Le complicanze correlate al trapianto includono malattia del trapianto contro l'ospite iperacuta (GVHD), GVHD acuta, GVHD cronica, malattia veno-occlusiva epatica (VOD) dopo condizionamento a intensità ridotta e sindrome febbrile che richiede steroidi (senza una causa infettiva identificata). Queste complicazioni possono verificarsi nonostante la terapia intermedia tra OPDIVO o YERVOY e HSCT allogenico.

Seguire attentamente i pazienti per l'evidenza di complicanze legate al trapianto e intervenire prontamente. Considerare il beneficio rispetto ai rischi del trattamento con OPDIVO e YERVOY prima o dopo un HSCT allogenico.

Tossicità embrio-fetale

Sulla base del suo meccanismo d'azione e dei risultati degli studi sugli animali, OPDIVO e YERVOY possono causare danni al feto quando somministrati a una donna incinta. È probabile che gli effetti di YERVOY siano maggiori durante il secondo e il terzo trimestre di gravidanza. Avvisare le donne in gravidanza del potenziale rischio per un feto. Consigliare alle donne in età fertile di utilizzare un metodo contraccettivo efficace durante il trattamento con OPDIVO e YERVOY e per almeno 5 mesi dopo l'ultima dose.

Aumento della mortalità nei pazienti con mieloma multiplo quando OPDIVO è aggiunto a un analogo talidomide e desametasone

In studi clinici randomizzati in pazienti con mieloma multiplo, l'aggiunta di OPDIVO a un analogo della talidomide più desametasone ha determinato un aumento della mortalità. Il trattamento di pazienti con mieloma multiplo con un anticorpo bloccante PD-1 o PD-L1 in combinazione con un analogo della talidomide più desametasone non è raccomandato al di fuori degli studi clinici controllati.

Allattamento

There are no data on the presence of OPDIVO or YERVOY in human milk, the effects on the breastfed child, or the effects on milk production. Because of the potential for serious adverse reactions in breastfed children, advise women not to breastfeed during treatment and for 5 months after the last dose.

Serious Adverse Reactions

In Checkmate 037, serious adverse reactions occurred in 41% of patients receiving OPDIVO (n=268). Grade 3 and 4 adverse reactions occurred in 42% of patients receiving OPDIVO. The most frequent Grade 3 and 4 adverse drug reactions reported in 2% to <5% of patients receiving OPDIVO were abdominal pain, hyponatremia, increased aspartate aminotransferase, and increased lipase. In Checkmate 066, serious adverse reactions occurred in 36% of patients receiving OPDIVO (n=206). Grade 3 and 4 adverse reactions occurred in 41% of patients receiving OPDIVO. The most frequent Grade 3 and 4 adverse reactions reported in ≥2% of patients receiving OPDIVO were gamma-glutamyltransferase increase (3.9%) and diarrhea (3.4%). In Checkmate 067, serious adverse reactions (74% and 44%), adverse reactions leading to permanent discontinuation (47% and 18%) or to dosing delays (58% and 36%), and Grade 3 or 4 adverse reactions (72% and 51%) all occurred more frequently in the OPDIVO plus YERVOY arm (n=313) relative to the OPDIVO arm (n=313). The most frequent (≥10%) serious adverse reactions in the OPDIVO plus YERVOY arm and the OPDIVO arm, respectively, were diarrhea (13% and 2.2%), colitis (10% and 1.9%), and pyrexia (10% and 1.0%). In Checkmate 227, serious adverse reactions occurred in 58% of patients (n=576). The most frequent (≥2%) serious adverse reactions were pneumonia, diarrhea/colitis, pneumonitis, hepatitis, pulmonary embolism, adrenal insufficiency, and hypophysitis. Fatal adverse reactions occurred in 1.7% of patients; these included events of pneumonitis (4 patients), myocarditis, acute kidney injury, shock, hyperglycemia, multi-system organ failure, and renal failure. In Checkmate 9LA, serious adverse reactions occurred in 57% of patients (n=358). The most frequent (>2%) serious adverse reactions were pneumonia, diarrhea, febrile neutropenia, anemia, acute kidney injury, musculoskeletal pain, dyspnea, pneumonitis, and respiratory failure. Fatal adverse reactions occurred in 7 (2%) patients, and included hepatic toxicity, acute renal failure, sepsis, pneumonitis, diarrhea with hypokalemia, and massive hemoptysis in the setting of thrombocytopenia. In Checkmate 017 and 057, serious adverse reactions occurred in 46% of patients receiving OPDIVO (n=418). The most frequent serious adverse reactions reported in ≥2% of patients receiving OPDIVO were pneumonia, pulmonary embolism, dyspnea, pyrexia, pleural effusion, pneumonitis, and respiratory failure. In Checkmate 057, fatal adverse reactions occurred; these included events of infection (7 patients, including one case of Pneumocystis jirovecii pneumonia), pulmonary embolism (4 patients), and limbic encephalitis (1 patient). In Checkmate 032, serious adverse reactions occurred in 45% of patients receiving OPDIVO (n=245). The most frequent serious adverse reactions reported in ≥2% of patients receiving OPDIVO were pneumonia, dyspnea, pneumonitis, pleural effusion, and dehydration. In Checkmate 743, serious adverse reactions occurred in 54% of patients receiving OPDIVO plus YERVOY. The most frequent serious adverse reactions reported in ≥2% of patients were pneumonia, pyrexia, diarrhea, pneumonitis, pleural effusion, dyspnea, acute kidney injury, infusion-related reaction, musculoskeletal pain, and pulmonary embolism. Fatal adverse reactions occurred in 4 (1.3%) patients and included pneumonitis, acute heart failure, sepsis, and encephalitis. In Checkmate 025, serious adverse reactions occurred in 47% of patients receiving OPDIVO (n=406). The most frequent serious adverse reactions reported in ≥2% of patients were acute kidney injury, pleural effusion, pneumonia, diarrhea, and hypercalcemia. In Checkmate 214, serious adverse reactions occurred in 59% of patients receiving OPDIVO plus YERVOY (n=547). The most frequent serious adverse reactions reported in ≥2% of patients were diarrhea, pyrexia, pneumonia, pneumonitis, hypophysitis, acute kidney injury, dyspnea, adrenal insufficiency, and colitis. In Checkmate 205 and 039, adverse reactions leading to discontinuation occurred in 7% and dose delays due to adverse reactions occurred in 34% of patients (n=266). Serious adverse reactions occurred in 26% of patients. The most frequent serious adverse reactions reported in ≥1% of patients were pneumonia, infusion-related reaction, pyrexia, colitis or diarrhea, pleural effusion, pneumonitis, and rash. Eleven patients died from causes other than disease progression: 3 from adverse reactions within 30 days of the last OPDIVO dose, 2 from infection 8 to 9 months after completing OPDIVO, and 6 from complications of allogeneic HSCT. In Checkmate 141, serious adverse reactions occurred in 49% of patients receiving OPDIVO (n=236). The most frequent serious adverse reactions reported in ≥2% of patients receiving OPDIVO were pneumonia, dyspnea, respiratory failure, respiratory tract infection, and sepsis. In Checkmate 275, serious adverse reactions occurred in 54% of patients receiving OPDIVO (n=270). The most frequent serious adverse reactions reported in ≥2% of patients receiving OPDIVO were urinary tract infection, sepsis, diarrhea, small intestine obstruction, and general physical health deterioration. In Checkmate 142 in MSI-H/dMMR mCRC patients receiving OPDIVO with YERVOY (n=119), serious adverse reactions occurred in 47% of patients. The most frequent serious adverse reactions reported in ≥2% of patients were colitis/diarrhea, hepatic events, abdominal pain, acute kidney injury, pyrexia, and dehydration. In Checkmate 040, serious adverse reactions occurred in 49% of patients receiving OPDIVO (n=154). The most frequent serious adverse reactions reported in ≥2% of patients were pyrexia, ascites, back pain, general physical health deterioration, abdominal pain, pneumonia, and anemia. In Checkmate 040, serious adverse reactions occurred in 59% of patients receiving OPDIVO with YERVOY (n=49). Serious adverse reactions reported in ≥4% of patients were pyrexia, diarrhea, anemia, increased AST, adrenal insufficiency, ascites, esophageal varices hemorrhage, hyponatremia, increased blood bilirubin, and pneumonitis. In Checkmate 238, serious adverse reactions occurred in 18% of patients receiving OPDIVO (n=452). Grade 3 or 4 adverse reactions occurred in 25% of OPDIVO-treated patients (n=452). The most frequent Grade 3 and 4 adverse reactions reported in ≥2% of OPDIVO-treated patients were diarrhea and increased lipase and amylase. In Attraction-3, serious adverse reactions occurred in 38% of patients receiving OPDIVO (n=209). Serious adverse reactions reported in ≥2% of patients who received OPDIVO were pneumonia, esophageal fistula, interstitial lung disease and pyrexia. The following fatal adverse reactions occurred in patients who received OPDIVO: interstitial lung disease or pneumonitis (1.4%), pneumonia (1.0%), septic shock (0.5%), esophageal fistula (0.5%), gastrointestinal hemorrhage (0.5%), pulmonary embolism (0.5%), and sudden death (0.5%).

Common Adverse Reactions

In Checkmate 037, the most common adverse reaction (≥20%) reported with OPDIVO (n=268) was rash (21%). In Checkmate 066, the most common adverse reactions (≥20%) reported with OPDIVO (n=206) vs dacarbazine (n=205) were fatigue (49% vs 39%), musculoskeletal pain (32% vs 25%), rash (28% vs 12%), and pruritus (23% vs 12%). In Checkmate 067, the most common (≥20%) adverse reactions in the OPDIVO plus YERVOY arm (n=313) were fatigue (62%), diarrhea (54%), rash (53%), nausea (44%), pyrexia (40%), pruritus (39%), musculoskeletal pain (32%), vomiting (31%), decreased appetite (29%), cough (27%), headache (26%), dyspnea (24%), upper respiratory tract infection (23%), arthralgia (21%), and increased transaminases (25%). In Checkmate 067, the most common (≥20%) adverse reactions in the OPDIVO arm (n=313) were fatigue (59%), rash (40%), musculoskeletal pain (42%), diarrhea (36%), nausea (30%), cough (28%), pruritus (27%), upper respiratory tract infection (22%), decreased appetite (22%), headache (22%), constipation (21%), arthralgia (21%), and vomiting (20%). In Checkmate 227, the most common (≥20%) adverse reactions were fatigue (44%), rash (34%), decreased appetite (31%), musculoskeletal pain (27%), diarrhea/colitis (26%), dyspnea (26%), cough (23%), hepatitis (21%), nausea (21%), and pruritus (21%). In Checkmate 9LA, the most common (>20%) adverse reactions were fatigue (49%), musculoskeletal pain (39%), nausea (32%), diarrhea (31%), rash (30%), decreased appetite (28%), constipation (21%), and pruritus (21%). In Checkmate 017 and 057, the most common adverse reactions (≥20%) in patients receiving OPDIVO (n=418) were fatigue, musculoskeletal pain, cough, dyspnea, and decreased appetite. In Checkmate 032, the most common adverse reactions (≥20%) in patients receiving OPDIVO (n=245) were fatigue (45%), decreased appetite (27%), musculoskeletal pain (25%), dyspnea (22%), nausea (22%), diarrhea (21%), constipation (20%), and cough (20%). In Checkmate 743, the most common adverse reactions (≥20%) in patients receiving OPDIVO and YERVOY were fatigue (43%), musculoskeletal pain (38%), rash (34%), diarrhea (32%), dyspnea (27%), nausea (24%), decreased appetite (24%), cough (23%), and pruritus (21%). In Checkmate 025, the most common adverse reactions (≥20%) reported in patients receiving OPDIVO (n=406) vs everolimus (n=397) were fatigue (56% vs 57%), cough (34% vs 38%), nausea (28% vs 29%), rash (28% vs 36%), dyspnea (27% vs 31%), diarrhea (25% vs 32%), constipation (23% vs 18%), decreased appetite (23% vs 30%), back pain (21% vs 16%), and arthralgia (20% vs 14%). In Checkmate 214, the most common adverse reactions (≥20%) reported in patients treated with OPDIVO plus YERVOY (n=547) were fatigue (58%), rash (39%), diarrhea (38%), musculoskeletal pain (37%), pruritus (33%), nausea (30%), cough (28%), pyrexia (25%), arthralgia (23%), decreased appetite (21%), dyspnea (20%), and vomiting (20%). In Checkmate 205 and 039, the most common adverse reactions (≥20%) reported in patients receiving OPDIVO (n=266) were upper respiratory tract infection (44%), fatigue (39%), cough (36%), diarrhea (33%), pyrexia (29%), musculoskeletal pain (26%), rash (24%), nausea (20%) and pruritus (20%). In Checkmate 141, the most common adverse reactions (≥10%) in patients receiving OPDIVO (n=236) were cough (14%) and dyspnea (14%) at a higher incidence than investigator’s choice. In Checkmate 275, the most common adverse reactions (≥20%) reported in patients receiving OPDIVO (n=270) were fatigue (46%), musculoskeletal pain (30%), nausea (22%), and decreased appetite (22%). In Checkmate 142 in MSI-H/dMMR mCRC patients receiving OPDIVO as a single agent, the most common adverse reactions (≥20%) were fatigue (54%), diarrhea (43%), abdominal pain (34%), nausea (34%), vomiting (28%), musculoskeletal pain (28%), cough (26%), pyrexia (24%), rash (23%), constipation (20%), and upper respiratory tract infection (20%). In Checkmate 142 in MSI-H/dMMR mCRC patients receiving OPDIVO with YERVOY (n=119), the most common adverse reactions (≥20%) were fatigue (49%), diarrhea (45%), pyrexia (36%), musculoskeletal pain (36%), abdominal pain (30%), pruritus (28%), nausea (26%), rash (25%), decreased appetite (20%), and vomiting (20%). In Checkmate 040, the most common adverse reactions (≥20%) in patients receiving OPDIVO (n=154) were fatigue (38%), musculoskeletal pain (36%), abdominal pain (34%), pruritus (27%), diarrhea (27%), rash (26%), cough (23%), and decreased appetite (22%). In Checkmate 040, the most common adverse reactions (≥20%) in patients receiving OPDIVO with YERVOY (n=49), were rash (53%), pruritus (53%), musculoskeletal pain (41%), diarrhea (39%), cough (37%), decreased appetite (35%), fatigue (27%), pyrexia (27%), abdominal pain (22%), headache (22%), nausea (20%), dizziness (20%), hypothyroidism (20%), and weight decreased (20%). In Checkmate 238, the most common adverse reactions (≥20%) reported in OPDIVO-treated patients (n=452) vs ipilimumab-treated patients (n=453) were fatigue (57% vs 55%), diarrhea (37% vs 55%), rash (35% vs 47%), musculoskeletal pain (32% vs 27%), pruritus (28% vs 37%), headache (23% vs 31%), nausea (23% vs 28%), upper respiratory infection (22% vs 15%), and abdominal pain (21% vs 23%). The most common immune-mediated adverse reactions were rash (16%), diarrhea/colitis (6%), and hepatitis (3%). In Attraction-3, the most common adverse reactions occurring in ≥20% of OPDIVO-treated patients (n=209) were rash (22%) and decreased appetite (21%).

In a separate Phase 3 trial of YERVOY 3 mg/kg, the most common adverse reactions (≥5%) in patients who received YERVOY at 3 mg/kg were fatigue (41%), diarrhea (32%), pruritus (31%), rash (29%), and colitis (8%).

Please see U.S. Full Prescribing Information for OPDIVO and YERVOY.

Checkmate Trials and Patient Populations

Checkmate 037–previously treated metastatic melanoma; Checkmate 066–previously untreated metastatic melanoma; Checkmate 067–previously untreated metastatic melanoma, as a single agent or in combination with YERVOY; Checkmate 227–previously untreated metastatic non-small cell lung cancer, in combination with YERVOY; Checkmate 9LA–previously untreated recurrent or metastatic non-small cell lung cancer in combination with YERVOY and 2 cycles of platinum-doublet chemotherapy by histology; Checkmate 017–second-line treatment of metastatic squamous non-small cell lung cancer; Checkmate 057–second-line treatment of metastatic non-squamous non-small cell lung cancer; Checkmate 032–small cell lung cancer; Checkmate 743–previously untreated unresectable malignant pleural mesothelioma, in combination with YERVOY; Checkmate 025–previously treated renal cell carcinoma; Checkmate 214–previously untreated renal cell carcinoma, in combination with YERVOY; Checkmate 205/039–classical Hodgkin lymphoma; Checkmate 141–recurrent or metastatic squamous cell carcinoma of the head and neck; Checkmate 275–urothelial carcinoma; Checkmate 142–MSI-H or dMMR metastatic colorectal cancer, as a single agent or in combination with YERVOY; Checkmate 040–hepatocellular carcinoma, as a single agent or in combination with YERVOY; Checkmate 238–adjuvant treatment of melanoma; Attraction-3–esophageal squamous cell carcinoma

About the Bristol Myers Squibb and Ono Pharmaceutical Collaboration

In 2011, through a collaboration agreement with Ono Pharmaceutical Co., Bristol Myers Squibb expanded its territorial rights to develop and commercialize Opdivo globally, except in Japan, South Korea and Taiwan, where Ono had retained all rights to the compound at the time. On July 23, 2014, Ono and Bristol Myers Squibb further expanded the companies’ strategic collaboration agreement to jointly develop and commercialize multiple immunotherapies – as single agents and combination regimens – for patients with cancer in Japan, South Korea and Taiwan.

About Bristol Myers Squibb

Bristol Myers Squibb is a global biopharmaceutical company whose mission is to discover, develop and deliver innovative medicines that help patients prevail over serious diseases. For more information about Bristol Myers Squibb, visit us at BMS.com or follow us on LinkedIn, Twitter, YouTube, Facebook and Instagram.

Celgene and Juno Therapeutics are wholly owned subsidiaries of Bristol-Myers Squibb Company. In certain countries outside the U.S., due to local laws, Celgene and Juno Therapeutics are referred to as, Celgene, a Bristol Myers Squibb company and Juno Therapeutics, a Bristol Myers Squibb company.

Cautionary Statement Regarding Forward-Looking Statements

This press release contains “forward-looking statements” within the meaning of the Private Securities Litigation Reform Act of 1995 regarding, among other things, the research, development and commercialization of pharmaceutical products. All statements that are not statements of historical facts are, or may be deemed to be, forward-looking statements. Such forward-looking statements are based on historical performance and current expectations and projections about our future financial results, goals, plans and objectives and involve inherent risks, assumptions and uncertainties, including internal or external factors that could delay, divert or change any of them in the next several years, that are difficult to predict, may be beyond our control and could cause our future financial results, goals, plans and objectives to differ materially from those expressed in, or implied by, the statements. These risks, assumptions, uncertainties and other factors include, among others, that the outcome of pricing and reimbursement negotiations in individual countries in Europe may delay or limit the commercial potential of Opdivo for the additional indication described in this release, that continued approval of such product candidate for such additional indication described in this release may be contingent upon verification and description of clinical benefit in confirmatory trials, and whether such product candidate for such additional indication described in this release will be commercially successful.

No forward-looking statement can be guaranteed. Forward-looking statements in this press release should be evaluated together with the many risks and uncertainties that affect Bristol Myers Squibb’s business and market, particularly those identified in the cautionary statement and risk factors discussion in Bristol Myers Squibb’s Annual Report on Form 10-K for the year ended December 31, 2019, as updated by our subsequent Quarterly Reports on Form 10-Q, Current Reports on Form 8-K and other filings with the Securities and Exchange Commission. The forward-looking statements included in this document are made only as of the date of this document and except as otherwise required by applicable law, Bristol Myers Squibb undertakes no obligation to publicly update or revise any forward-looking statement, whether as a result of new information, future events, changed circumstances or otherwise.

Psorilax:Grande acquisto |latte detergente e crema viso per psoriasi

0

Psorilax: prezzo, funziona, recensioni, opinioni, quanto costa

introduzione

COVID ‐ 19 è una malattia respiratoria acuta causata dal coronavirus ad alta patogenicità SARS ‐ CoV ‐ 2. La malattia varia da sintomi minimi a ipossia significativa con coinvolgimento extrapolmonare, che può essere fatale.1 L'infezione virale può portare a uno stato iperinfiammatorio noto come sindrome da rilascio di citochine.1

Nelle autopsie COVID ‐ 19, gli infiltrati linfo-monocitici (CD3+ Sono state trovate cellule T sopra monociti).2 Ackermann et al. ha descritto che i polmoni di pazienti deceduti con COVID-19 o influenza hanno un'elevata infiltrazione di CD3+ Linfociti T. CD4+ Le cellule T erano più abbondanti nei polmoni dei pazienti COVID-19.3

Il CD6 è una glicoproteina espressa sulla superficie dei linfociti T maturi, dei linfociti B ‐ 1 e dei linfociti B immaturi. Il CD6 è molto importante per la sinapsi immunologica tra le cellule che presentano l'antigene e i linfociti T attivati.4 L'interazione tra CD6 e il suo principale ligando, ALCAM (CD166), innesca la proliferazione cellulare e la secrezione di citochine pro-infiammatorie.5

Sebbene i meccanismi esatti che causano la risposta esagerata contro SARS-CoV2 rimangano parzialmente elusivi,6 ipotizziamo che bersagliare il CD6 con un anticorpo antagonista possa smorzare l'infiammazione sistemica e ridurre la morbilità e la mortalità associate alla malattia.

Itolizumab è un anticorpo monoclonale umanizzato IgG1 (MAb) che lega il dominio 1 del CD6 umano generato presso il Centro di immunologia molecolare (L'Avana, Cuba).7 Questo MAb impedisce l'attivazione e la proliferazione dei linfociti T. Questa inibizione porta a una marcata riduzione delle citochine pro-infiammatorie, coinvolgendo le vie Th17 e Th1, tra cui interleuchina (IL) 17A, TNF ‐ α, IL ‐ 6, interferone (IFN) ‐γ e IL ‐ 2. Itolizumab mostra una debole citotossicità cellulare dipendente da anticorpi e non induce apoptosi o citotossicità dipendente dal complemento.8 È stato ampiamente utilizzato in pazienti con artrite reumatoide e psoriasi, riducendo significativamente i livelli sierici di IL ‐ 6, TNF ‐ α e IFN ‐ γ.9, 10 In uno studio clinico di fase III condotto in India su pazienti con psoriasi da moderata a grave, itolizumab è risultato efficace e ben tollerato.11 In totale, 225 soggetti sono stati assegnati a 2 diversi bracci di itolizumab (A o B) o placebo (C). I pazienti nel braccio A hanno ricevuto 0,4 mg kg−1 dell'anticorpo come induzione mentre i soggetti nel braccio B sono stati trattati con 1,6 m kg−1. Dopo 12 settimane, il 27%, 36,4% contro il 2,3% dei pazienti trattati nel braccio A, B o C ha avuto un miglioramento di almeno il 75% dell'area psoriasica e dell'indice di gravità. Le reazioni acute all'infusione erano più frequenti nei bracci con anticorpi rispetto al placebo (20,0%, 16,7% e 2,3% in A, B e C). Le infezioni erano più comuni nel gruppo placebo.11

In considerazione del comprovato effetto inibitorio di itolizumab sull'attivazione dei linfociti T, a Cuba è stato approvato uno studio ad accesso esteso. Qui, presentiamo i risultati di sicurezza e di esito clinico di 70 pazienti COVID-19 critici, gravi e moderati trattati con l'anticorpo in 10 ospedali.

Risultati

Caratteristiche e trattamento del paziente

Settanta pazienti confermati per SARS-CoV2 (39 maschi e 31 femmine) con malattia moderata, grave o critica sono stati trattati con itolizumab in 10 ospedali cubani dal 4 aprile al 13 maggio 2020. I pazienti critici e gravi hanno ricevuto terapia presso l'unità di terapia intensiva (ICU ). Venticinque pazienti avevano ventilazione meccanica al momento del trattamento. Gli individui moderati hanno ricevuto l'infusione di anticorpi nei reparti generali dell'ospedale. La tabella 1 mostra i dati demografici e le comorbidità della popolazione arruolata. Complessivamente, l'età media e mediana era di 68 anni (28-100) e il 94% aveva almeno una comorbidità. Quarantatre pazienti (61,4%) avevano 2 o più malattie associate (Tabella 1). Le condizioni concomitanti più frequentemente associate sono state ipertensione (65,7%), malattie cardiovascolari (32,9%) e diabete mellito (31,4%). L'età media dei pazienti gravi e critici era di 66 anni (29-92). Sorprendentemente, l'età media dei pazienti moderatamente malati era di 75 anni e la maggioranza (19 su 25, 76%) è entrata nello studio dopo un evento di trasmissione locale in una casa di cura. Questa popolazione anziana aveva un'alta prevalenza di demenza e deficit nutrizionale. La maggior parte dei pazienti era in trattamento con lopinavir / ritonavir, clorochina e IFNα2b prima dell'ingresso nello studio. La tabella 2 riassume le terapie concomitanti più importanti dopo l'arruolamento. Solo il 66% dei pazienti in terapia intensiva ha ricevuto anticoagulanti e il 55% degli individui in condizioni critiche continua a usare IFNα2b, nonostante il peggioramento della malattia.

Tabella 1.
Dati demografici e comorbidità dei pazienti al basale
Demografico Critico Acuto Moderare Totale
Freq. % Freq. % Freq. % Freq. %
29 100 16 100 25 100 70 100
Genere
Femmina 11 37.9 12 75.0 16 64.0 39 55.7
Maschio 18 62.1 4 25.0 9 36.0 31 44.3
Colore della pelle
bianca 19 65.5 9 56.3 15 60.0 43 61.4
Misto 9 31.0 4 25.0 3 12.0 16 22.9
Nero 1 3.4 3 18.8 4 16.0 8 11.4
ND 3 12.0 3 4.3
Età
Media ± SD 67,4 ± 14,0 66,9 ± 22,5 71,2 ± 17,7 68,7 ± 17,4
Mediana ± IR 66,0 ± 26,0 81,5 ± 39,0 75,0 ± 23,0 68,0 ± 30,0
min; max (44; 92) (29; 90) (28; 100) (28; 100)
Pazienti con 1 comorbidità 29 100.0 16 100.0 21 84.0 66 94.3
Ipertensione 20 69.0 10 62.5 16 64.0 46 65.7
Demenza 5 17.2 8 50.0 11 44.0 24 34.3
Malattia cardiovascolare 11 37.9 4 25.0 8 32.0 23 32.9
Diabete mellito 12 41.4 4 25.0 6 24.0 22 31.4
Asma bronchiale 8 27.6 4 25.0 2 8.0 14 20.0
Deficit nutrizionale 1 3.4 1 6.3 10 40.0 12 17.1
Insufficienza renale 6 20.7 3 18.8 0 0.0 9 12.9
BPCO 4 13.8 5 20.0 9 12.9
Obesità 4 13.8 2 12.5 1 4.0 7 10.0
Fumatore 1 3.4 3 18.8 2 8.0 6 8.6
Ipotiroidismo 3 10.3 1 6.3 4 5.7
Cancro 4 13.8 4 5.7

Tavolo 2.
Farmaci concomitanti usati più di frequente
Malato critico Grave malattia Malato moderato Totale
Freq. % Freq. % Freq. % Freq. %
Lopinavir / ritonavir 29 100.0 16 100.0 23 100.0 68 100.0
Clorochina 26 89.7 15 93.8 22 95.7 63 92.6
Antibiotici 29 100.0 16 100.0 7 30.4 52 76.5
Eparina a basso peso molecolare (LMWH) 19 65.5 11 68.8 21 91.3 51 75.0
Interferone α2B 16 55.2 7 43.8 14 60.9 37 54.4

L'intervallo di tempo tra i primi sintomi e itolizumab è stato di 10 giorni per i soggetti critici, 7,5 giorni per i soggetti gravi e 1 giorno per i soggetti moderatamente malati. Tutti i pazienti hanno completato la prima infusione di itolizumab, 41 (58,8%) hanno ricevuto 2 dosi mentre 3 pazienti (4,3%) hanno ricevuto 3 dosi. Il tempo mediano tra la prima e la seconda dose è stato di 3 giorni, mentre l'intervallo mediano tra la seconda e la terza dose è stato di 5 giorni.

Valutazione dell'efficacia

Dopo 72 ore, l'83,3% dei pazienti gravi e il 63,6% dei pazienti critici non avevano bisogno di FiO2 intensificazione per mantenere la saturazione di ossigeno. Inoltre, l'83,3% e il 55% dei pazienti gravi e critici hanno migliorato significativamente la PaO2/ FiO2 indice (rapporto tra pressione parziale arteriosa di ossigeno e frazione di ossigeno inspirato). L'infusione postitolizumab di tre giorni, rispettivamente il 60% e il 15% dei pazienti gravi e critici, ha avuto un miglioramento radiologico della polmonite interstiziale multifocale. La Figura 1 mostra i raggi X del torace di 2 pazienti rappresentativi che mostrano un pronto recupero radiologico dopo la somministrazione di anticorpi.

Immagine

Le radiografie seriali del torace hanno mostrato un recupero significativo in 2 pazienti COVID-19 dopo il trattamento con itolizumab. Paziente 1: (un) (Prima di itolizumab): ispessimento vascolare ilare bilaterale, maggiore sul lato destro. Opacità ombra para-cardiaca destra. (b) (48 ore dopo itolizumab): diminuzione dell'ispessimento vascolare ilare bilaterale. Diminuzione dell'opacità nell'ombra para-cardiaca destra e ispessimento dell'ilo basale destro. Nessuna lesione pleuro-polmonare. (c) (5 giorni dopo itolizumab): evoluzione radiologica favorevole, con scomparsa dell'ispessimento vascolare ilare bilaterale e dell'opacità para-cardiaca destra. Nessuna lesione pleuro-polmonare. Paziente 2: (d) (Prima di itolizumab): opacità del velo diffuse che si proiettano nella regione para-cardiaca destra e nel campo polmonare inferiore sinistro. (e) (48 ore dopo itolizumab): diminuzione delle opacità del velo. (f) (8 giorni dopo itolizumab): nessuna lesione pleuro-polmonare. Favorevole evoluzione radiologica, con scomparsa delle lesioni polmonari.

Solo 7 pazienti (3 critici e 4 gravi) dei 45 non ventilati all'ingresso dello studio hanno richiesto un'ulteriore ventilazione meccanica. Il tempo mediano allo svezzamento dal ventilatore è stato di 8 giorni per i casi critici e 1 giorno per i casi gravi, dopo itolizumab. Quattro dei 25 pazienti moderatamente malati (16%) hanno richiesto il ricovero in terapia intensiva dopo itolizumab. Tre di questi quattro individui si sono ripresi con successo. Al giorno 14, 23 dei 25 pazienti moderatamente malati (92%) sono stati dimessi dall'ospedale.

Complessivamente, 24 pazienti (1 moderato, 3 gravi e 20 critici) sono morti entro il 14 ° giorno. Il tasso di mortalità a 14 giorni è stato del 4%, 18,7% e 69% per gli individui moderati, gravi e critici. Per i pazienti moderati e gravi combinati, la percentuale di pazienti con ventilazione non invasiva, intubazione o morte al giorno 14 era del 9,8%.

Valutazione delle citochine

In 30 pazienti, la concentrazione sierica di interleuchina 6 (IL-6) è stata determinata all'inizio dello studio. Il livello di IL-6 era significativamente più alto nei pazienti critici rispetto ai pazienti gravi o moderati. La concentrazione mediana di IL-6 era di 478,5 pg mL−1, 31,6 pg mL−1 e 19,1 pg mL−1 rispettivamente per gli individui critici, gravi e moderati (Figura 2). È stata tracciata una curva delle caratteristiche operative del ricevitore (ROC) per definire il livello IL-6 che predice la gravità (Figura 2). Nel nostro set di dati, la concentrazione di IL-6 associata alla gravità era di 27,4 pg mL−1. Una breve cinetica dell'IL-6 sierica è stata misurata prima e 48 ore dopo itolizumab in 23 pazienti con campioni. I pazienti sono stati raggruppati considerando il valore limite predeterminato per la gravità della malattia: tredici pazienti avevano livelli superiori a 27,4 pg mL−1 mentre 10 pazienti avevano livelli di IL-6 inferiori. IL-6 è diminuito significativamente per gli individui con concentrazione superiore a 27,4 pg mL−1 (Wilcoxon P = 0,028): il livello mediano di IL-6 era di 116,3 e 78,8 pg mL−1, prima e dopo itolizumab. Al contrario, il livello mediano di IL-6 per i soggetti al di sotto del cut-off era di 13,8 pg mL−1. Il livello mediano di IL-6 post-trattamento nel gruppo “a bassa infiammazione” era di 15,9 pg mL−1. I livelli mediani pre‐ e postitolizumab non erano significativamente differenti. Abbiamo concluso che dopo itolizumab, l'IL-6 è diminuita nei pazienti con infiammazione elevata e non è cambiata in modo significativo nei soggetti con livelli bassi. La sindrome da rilascio di citochine nei pazienti “a bassa infiammazione” non è stata attivata dopo l'infusione di MAb. IL ‐ 1 e TNF ‐ α non erano rilevabili negli stessi campioni.

Immagine

Concentrazione sierica di IL ‐ 6 in pazienti COVID ‐ 19 prima e 48 ore dopo il trattamento con itolizumab. (un) Livelli mediani di IL ‐ 6 nei 3 gruppi di pazienti COVID ‐ 19. Tutti gli esperimenti sono stati eseguiti in duplicato (Human IL ‐ 6 Quantikine ELISA Kit). (b) Curve ROC del valore predittivo IL ‐ 6 per gravità COVID ‐ 19. Gli asterischi indicano differenze statisticamente significative tra i gruppi (**P <0,001, ***P <0.0001) utilizzando il test di Mann – Whitney. ROC, caratteristica operatore ricevitore; AUC, area sotto la curva.

Sicurezza

Complessivamente, 22 dei 70 pazienti (31,4%) hanno avuto eventi avversi (correlati o non correlati), mentre solo 10 individui (14,3%) hanno sviluppato eventi avversi correlati. In tutto, 26 eventi avversi su 84 (31%) sono stati classificati come possibilmente o probabilmente associati a itolizumab. Nessuno degli eventi avversi è stato sicuramente attribuito all'anticorpo. Gli eventi avversi più frequentemente correlati sono stati brividi da lievi a moderati (5 pazienti), ipotensione (5 pazienti), febbre (3 pazienti), tachicardia (2 pazienti) e ipossia (2 pazienti). Tre pazienti (4,3%) hanno presentato eventi avversi gravi correlati (SAE). La SAE consisteva in iper-reattività delle vie aeree, febbre, ipotensione, eruzione cutanea, brividi, ipossia, shock e cianosi. Gli SAE sono stati classificati come possibilmente correlati a itolizumab. L'ipossia e lo shock hanno portato alla morte di un paziente, mentre i restanti SAE sono stati controllati dopo aver ridotto la velocità di infusione o con antistaminici. I 3 pazienti che si sono presentati con SAE erano in ventilazione meccanica e ricevevano lopinavir / ritonavir, clorochina e IFNα2b al momento dell'infusione di itolizumab.

Un decesso è stato classificato come possibilmente correlato all'anticorpo. Questa paziente era una donna di 62 anni con obesità patologica e diabete di tipo 2. I suoi primi sintomi respiratori sono iniziati 12 giorni prima dell'arruolamento di prova. Alla conferma del COVID-19, aveva lesioni infiammatorie diffuse sia nei campi polmonari che nell'ipossiemia (PO2 / FiO2 = 109). Al momento del ricovero in ospedale, questo paziente ha richiesto una ventilazione invasiva comprese le manovre di reclutamento alveolare (PEEP = 15). Oltre a lopinavir / ritonavir, clorochina e IFNα2b, stava assumendo meropenem e vancomicina. Questo paziente ha ricevuto itolizumab dopo 5 giorni di ventilazione meccanica invasiva. Prima della somministrazione di anticorpi, aveva anche ipernatremia, iperglicemia e febbre persistente di 39–40 ° C per 48 ore. È morta lo stesso giorno dell'infusione di anticorpi. La causa della morte è stata una disfunzione multiorgano. Considerando le comorbilità della paziente insieme alle sue condizioni cliniche e radiologiche al momento dell'infusione di itolizumab, era probabile che la morte fosse associata al decorso naturale della malattia.

Nella nostra serie, la principale causa di morte è stata la disfunzione di più organi, la trombosi polmonare o gli eventi tromboembolici. Le infezioni secondarie non sono state esacerbate dopo l'anticorpo.

Valutazione dei biomarcatori

La conta dei neutrofili, dei linfociti e delle piastrine è stata valutata prima di itolizumab e poi giornalmente per una settimana. Al momento dell'inclusione, la conta dei neutrofili era correlata alla gravità: moderata (3,7 × 109 L−1), grave (5,4 × 109 L−1) e critico (10,8 × 109 L−1). La conta dei neutrofili non è aumentata in modo significativo nei 7 giorni successivi al MAb anti-CD6. All'ammissione allo studio, il tasso di pazienti con linfopenia di grado 1 (<0,8 × 109 L−1) era del 13% per i pazienti moderati e gravi contro il 43% dei pazienti critici. Una settimana dopo itolizumab, la percentuale di soggetti con linfopenia di grado 2 (<0,5 × 109 L−1) era 0, 11% e 20% per gli individui moderati, gravi e critici. La conta piastrinica era nel range normale per i tre gruppi di gravità prima e dopo il trattamento.

L'analisi delle caratteristiche operative del ricevitore è stata impiegata per definire limiti predittivi per la gravità e la mortalità di diversi biomarcatori di laboratorio. La tabella 3 mostra il valore predittivo di trigliceridi, AST, D ‐ dimero, IL ‐ 6, conta leucocitaria assoluta (ALC), neutrofili, rapporto neutrofili-linfociti (NLR) e rapporto piastrine-linfociti (PLR) su COVID- 19 gravità o mortalità. Inoltre, sono stati stimati gli odds ratio di morte per diverse variabili indipendenti tra cui dati demografici, comorbidità importanti e parametri di laboratorio (Tabella 4). Utilizzando l'analisi di regressione logistica univariata, il tempo tra i sintomi e itolizumab, l'insorgenza di manifestazioni neurologiche, AST, D-dimero, ALC, conta dei neutrofili, NLR, PLR e IL-6 hanno dimostrato di essere significativamente associati a un rischio di mortalità più elevato. L'unica comorbilità associata a una probabilità di morte significativamente più alta era la malattia renale cronica. Il biomarcatore associato al più alto rischio di letalità era NLR (OR 26,44 (95% CI 5,78; 120,8)). AST, conta dei neutrofili e IL-6 elevati sono stati i prossimi biomarcatori associati a un rischio di mortalità significativamente aumentato.

Tabella 3.
Valori predittivi di trigliceridi, aspartato aminotransferasi (AST), D ‐ dimero, interleuchina 6 (IL-6), conta leucocitaria assoluta (ALC), neutrofili, rapporto neutrofili-linfociti (NLR) e rapporto piastrine-linfociti (PLR ) associata a gravità o mortalità COVID ‐ 19 secondo l'analisi ROC
La zona Sig. IC al 95% Sensibilità Specificità Tagliato fuori
Gravità
Trigliceridi 0.756 0.003 0.617 0.896 78,6% 65% 1,24 mmol L−1

AST 0.858 0.000 0.749 0.966 82,8% 85% 20,5 IU L−1

D ‐ Dimero 0.783 0.009 0.603 0.964 80% 78,6% 1,35 µg mL−1

IL ‐ 6 0.828 0.002 0.683 0.973 71,4% 73,9% 27,4 pg mL−1

ALC 0.838 0.000 0.740 0.936 82,9% 70,8% 6,55 × 109 L−1

Neutrofili 0.840 0.000 0.735 0.945 94,7% 70,8% 4,34 × 109 L−1

NLR 0.799 0.000 0.685 0.913 70,6% 82,6% 4.91
PLR 0.673 0.029 0.524 0.823 75,8% 69,6% 135.0
Mortalità
AST 0.802 0.000 0.667 0.937 83,3% 71% 22,1 IU L−1

D ‐ Dimero 0.742 0.035 0.515 0.969 80% 63,2% 1,35 µg mL−1

IL ‐ 6 0.770 0.033 0.527 1.000 71,4% 73,9% 53,4 pg mL−1

ALC 0.727 0.003 0.592 0.863 72,7% 65,1% 7,60 × 109 L−1

Neutrofili 0.765 0.001 0.636 0.895 81,0% 65,9% 5,57 × 109 L−1

NLR 0.894 0.000 0.804 0.984 82,4% 85,0% 8.85
PLR 0.711 0.014 0.556 0.866 81,3% 60% 146.2

Tabella 4.
Analisi di regressione logistica univariata. Le variabili evidenziate sono significativamente associate a maggiori probabilità di morte.
Rapporto di probabilità di morte IC 95%
Generali Età (> 65) 1.680 0.601 4.697
Tempo tra i sintomi e itolizumab (> 7) 5.625 1.862 16.989
Sintomi neurologici 4.778 1.076 21.224
Comorbidità Ipertensione 0.613 0.220 1.709
Diabete mellito 2.024 0.712 5.753
Malattia cardiovascolare 1.813 0.644 5.102
BPCO 0.952 0.216 4.197
Cancro 2.000 0.264 15.163
Malattia renale cronica 4.778 1.076 21.224
Asma 1.583 0.478 5.246
Obesità 1.500 0.307 7.326
Deficit nutrizionale 0.327 0.066 1.634
Biomarcatori di laboratorio di riferimento AST (> 22,1 IU L−1) 10.500 2.462 44.78
D ‐ dimero (> 1,35 µg mL−1) 6.857 1.124 41.827
ALC (> 7,60 × 109 L−1) 4.978 1.610 15.387
Neutrofili (> 5,57 × 109 L−1) 8.196 2.311 29.073
NLR (> 8,85) 26.444 5.788 120.819
PLR (> 146,2) 6.500 1.594 26.511
IL ‐ 6 (> 53,4 pg mL−1) 7.083 1.075 46.478
  • Le variabili evidenziate sono significativamente associate a maggiori probabilità di morte.

Discussione

Le sindromi da rilascio di citochine comprendono un gruppo di disturbi con molteplici eziologie infiammatorie che provocano un'infiammazione travolgente, disfunzioni di più organi o addirittura la morte.12

Il ruolo delle cellule T attivate nella patogenesi di COVID ‐ 19 non è completamente compreso. È stato proposto che le cellule presentanti l'antigene secernano citochine di livello 1 (IL ‐ 1, TNF ‐ α, IL ‐ 6) che attivano le cellule T. Dopo l'attivazione, i linfociti T secernono ulteriori citochine progettate come citochine di livello 2 (IFN ‐ γ, IL ‐ 21, IL ‐ 17) che potenziano la risposta immunitaria innata e adattativa contro il virus.13

Il CD6, un membro della superfamiglia ricca di cisteina del recettore scavenger, è stato considerato un regolatore cruciale dell'attivazione delle cellule T.14 Itolizumab è un anticorpo non riducente che prende di mira il CD6.8 I dati non clinici e clinici indicano che l'anticorpo agisce direttamente sui linfociti T e abbassa più citochine e fattori di trasduzione del segnale che coinvolgono principalmente le vie Th1 e Th17.8

Ipotizziamo che l'uso di un anticorpo anti ‐ CD6 in pazienti COVID ‐ 19 potrebbe ridurre la concentrazione di diverse citochine pro ‐ infiammatorie, tra cui IL ‐ 6, IFN ‐ γ e IL ‐ 17, rappresentando un vantaggio rispetto agli anticorpi mirati a citochine singole. La somministrazione di itolizumab può anche favorire la regolazione invece di un destino Th1.15

Lo scopo dello studio era controllare la schiacciante infiammazione sistemica o prevenire il rilascio di citochine in 70 pazienti COVID-19. IL ‐ 6 è considerato il principale driver della sindrome iperinfiammatoria in COVID ‐ 19.1 Livelli elevati di IL-6 sono stati trovati in più della metà dei pazienti malati e sono associati a insufficienza respiratoria e mortalità.16 Itolizumab ha ridotto con successo questa citochina in individui con concentrazioni molto elevate e ha prevenuto l'aumento di IL-6 in pazienti moderati ad alto rischio di aggravamento. Concludiamo che l'anticorpo ha inibito l'attivazione delle cellule T e ha ostacolato la secrezione di citochine. È documentato che l'ablazione di IL-6 può deprimere la risposta delle cellule B e ritardare la risposta antivirale.17 Nella nostra serie, la carica virale era negativa in tutti i pazienti guariti clinicamente, suggerendo che itolizumab non ha ostacolato la risposta immunitaria adattativa. IL ‐ 1 e TNF ‐ α non erano quantificabili negli stessi punti temporali. TNF ‐ α e IL ‐ 1 sono le prime citochine a essere rilasciate nella sepsi, innescando la secrezione di IL ‐ 6.18

Per quanto riguarda la sicurezza, il 14,3% dei pazienti trattati ha avuto eventi avversi correlati mentre il 4,2% ha avuto un possibile SAE correlato. Sorprendentemente, non sono stati osservati cambiamenti importanti nella conta dei linfociti oltre il decorso naturale della malattia.19 Le infezioni batteriche o fungine non sono aumentate dopo l'anticorpo. Gli eventi avversi più comuni consistevano in reazioni all'infusione ed erano simili a quelli precedentemente riscontrati nelle malattie autoimmuni.8, 11 Nei pazienti cubani con artrite reumatoide o psoriasi, gli eventi avversi più frequenti sono stati brividi e febbre, seguiti da nausea, vomito, mal di testa, eruzioni cutanee e tremori.8, 18 In uno studio di fase III condotto in India, le reazioni all'infusione si sono verificate nel 20% dei pazienti psoriasici. Questi eventi da lievi a moderati sono stati più frequenti dopo la prima infusione di anticorpi.11 SAE sono stati segnalati in quattro pazienti.11

La nostra serie aveva una prognosi molto sfavorevole: il 37% aveva un'età superiore all'80% e il 94% aveva importanti condizioni associate. È ben noto che le comorbidità e l'età esacerbano le manifestazioni della malattia,17 aumentando la suscettibilità al danno endoteliale e alla disregolazione della sindrome metabolica.20 Dopo aver combinato itolizumab con lo standard di cura, il tasso di mortalità a 14 giorni è stato del 4% per i pazienti moderati e del 18% per i pazienti gravi. Inoltre, per i pazienti moderati e gravi combinati, la percentuale di pazienti con ventilazione non invasiva, intubazione o decesso al giorno 14 era del 9,8%. Questo tasso si confronta favorevolmente con un recente rapporto sull'uso di tocilizumab o placebo in 130 pazienti con COVID ‐ 19 moderato o grave in Francia. In uno studio clinico multicentrico, randomizzato, la percentuale di pazienti con ventilazione non invasiva, intubazione o decesso al giorno 14 è stata del 36% con le cure usuali e del 24% con tocilizumab.21

In uno studio randomizzato separato che ha arruolato 243 pazienti moderati negli Stati Uniti, il 18% dei pazienti nel gruppo tocilizumab e il 14,9% dei pazienti nel gruppo placebo ha avuto un peggioramento della malattia a 14 giorni. Dopo itolizumab, l'8% dei pazienti moderati ha avuto un peggioramento della malattia al giorno 14.22 In uno studio caso-controllo, Díaz et al.23 ha scoperto che per ogni 3 pazienti moderatamente malati trattati con itolizumab, è stato impedito un ricovero in terapia intensiva. Inoltre, il trattamento con itolizumab ha ridotto di 10 volte il rischio di morte rispetto al gruppo di controllo.23

La funzione polmonare è migliorata nei pazienti gravi e critici, se si considera la FiO2 riduzione, indice di ossigenazione o imaging del torace. Nonostante il miglioramento del distress respiratorio, il tasso di sopravvivenza è stato del 31% nei pazienti critici. Una bassa sopravvivenza potrebbe essere associata alla mancanza di anticoagulanti e all'uso prolungato di IFNα2b, oltre la progressione della malattia. L'IFN di tipo I ritardato potrebbe aver attivato ulteriormente il sistema immunitario innato,24, 25 che preclude un maggiore impatto dell'anticorpo. Inoltre, molti pazienti critici sono stati arruolati dopo 72 ore di ventilazione meccanica.

Altri farmaci antinfiammatori sono stati valutati per controllare la tempesta di citochine associata a COVID ‐ 19. Nel più ampio studio clinico randomizzato, il desametasone ha ridotto la mortalità a 28 giorni nei pazienti con ventilazione meccanica invasiva o solo ossigeno.26 Tuttavia, la mortalità non è diminuita nei pazienti senza ossigeno supplementare.26 L'effetto maggiore è stato osservato nei pazienti ventilati (29,3% contro 41,4%) mentre l'effetto era minore nei soggetti che ricevevano ossigeno senza ventilazione meccanica invasiva (23,3% contro 26,2%).26 Al contrario, non è stato riscontrato alcun effetto chiaro del desametasone tra i pazienti che non ricevevano alcun supporto respiratorio alla randomizzazione (17,8% contro 14%).26

Nel complesso, concludiamo che itolizumab può essere utilizzato meglio prima che i pazienti raggiungano una malattia critica o all'inizio del grave distress respiratorio. Nei pazienti critici, le conseguenze dell'iperinfiammazione inclusa la trombosi micro o macrovascolare, la membrana ialina e il danno alveolare potrebbero essere irreparabili.6 L'infiammazione sistemica potrebbe anche aver colpito in modo irreversibile i glomeruli, il cuore o il fegato.3

Poiché l'uso appropriato di itolizumab è fondamentale, è necessario identificare quei pazienti che hanno maggiori probabilità di progredire verso una forma grave della malattia. I biomarcatori possono aiutare a prevedere la gravità e la letalità. Nel nostro studio, i biomarcatori associati al maggior rischio di mortalità erano NLR, AST, conta dei neutrofili e IL-6 elevati. Altri marcatori precedentemente ritenuti utili per la stratificazione del rischio COVID ‐ 19,27, 28 come la proteina C reattiva, la ferritina, la lattato deidrogenasi e la procalcitonina, non sono state valutate in tutti i pazienti. NLR, un marcatore infiammatorio sistemico ben consolidato,29 era associato alla più alta letalità.

Anche se questo è il più ampio studio multicentrico condotto finora sugli effetti di itolizumab su pazienti COVID-19, i risultati devono essere interpretati con cautela. Lo studio non è stato randomizzato e i pazienti non sono stati seguiti dopo 14 giorni. L'interleuchina 6 e altre citochine infiammatorie sono state valutate prima e solo 48 ore dopo l'infusione di MAb. Inoltre, poiché i pazienti sono stati arruolati all'inizio della pandemia nel paese, lo standard di cura utilizzato insieme all'anticorpo non era ottimale, secondo l'attuale stato dell'arte. Infine, molti pazienti sono stati trattati con itolizumab molto tardi nel corso naturale della malattia.

In sintesi, itolizumab ha ridotto il livello di IL-6 o ne ha bloccato l'eccessiva secrezione. La maggior parte dei pazienti ha mostrato un miglioramento polmonare ed è stata rapidamente dimessa dalla terapia intensiva. Per i pazienti moderati e gravi, il peggioramento e il tasso di mortalità sono incoraggianti se confrontati con lo standard di cura o altri farmaci immunomodulatori. Uno studio randomizzato su 30 pazienti con COVID ‐ 19 moderato e grave si è concluso di recente in India.15 Secondo i dati iniziali, nessuno dei 20 pazienti assegnati a itolizumab è deceduto, mentre 3 dei 10 soggetti a cui erano state affidate le cure abituali sono morti.30 Sebbene siano disponibili nuovi studi, ipotizziamo che la somministrazione tempestiva di itolizumab, guidata da biomarcatori, possa interrompere la cascata iperinfiammatoria e potrebbe prevenire la morbilità e la mortalità legate alla sindrome da rilascio di citochine. La sicurezza e l'efficacia di itolizumab nel COVID ‐ 19 saranno valutate in uno studio clinico randomizzato di fase III globale e multinazionale (numero ClinicalTrials.gov: NCT04605926).

Metodi

Progettazione dello studio

Questo studio era uno studio in aperto ad accesso esteso in cui pazienti cubani con SARS ‐ CoV ‐ 2 moderati, gravi o critici hanno ricevuto itolizumab in combinazione con altre terapie incluse nel protocollo nazionale per COVID ‐ 19. La diagnosi è stata confermata dalla trascrizione inversa-reazione a catena della polimerasi (RT-PCR). Altre terapie consistevano in lopinavir / ritonavir, clorochina e IFNα2b ricombinante. Alcuni pazienti hanno ricevuto anche eparina a basso peso molecolare (EBPM) poiché gli anticoagulanti sono stati inclusi nel protocollo nazionale SARS ‐ CoV2, dopo l'inizio della sperimentazione. I criteri di inclusione erano i seguenti: età ≥ 18 anni, polmonite interstiziale multifocale confermata, necessità di ossigenoterapia per mantenere la saturazione (SaO2)> 93% e peggioramento del coinvolgimento polmonare. Inoltre, soggetti con evidenza radiologica di malattie delle vie respiratorie inferiori ma senza ossigenoterapia sono stati arruolati se presentavano una delle seguenti condizioni: respiro sibilante o linguaggio irregolare, frequenza respiratoria superiore a 22 respiri al minuto, PaO2 <65 mmHg, febbre persistente ≥ 38 ° C per 48 h, diminuzione dell'emoglobina, piastrine o leucociti inferiore a 9,2 g dL−1, 110 × 109 L−1 o 5 × 109 L−1, rispettivamente, rispetto al giorno di ricovero originale per COVID ‐ 19, trigliceridi> 3 mmol L−1, aumento della ferritina o valore assoluto di ferritina ≥ 2000 ng mL−1, aspartato aminotransferasi (AST) ≥ 30 UI L−1, Aumento del D-dimero, fibrinogeno <2,5 g L−1 o insorgenza di manifestazioni neurologiche. I pazienti sono stati esclusi se stavano assumendo altri farmaci biologici o se avevano un'allergia nota agli anticorpi o a qualsiasi componente della formulazione. Sono state escluse anche le donne in gravidanza o in allattamento.

Il protocollo è stato approvato dal Comitato Etico dell'Istituto di Medicina Tropicale “Pedro Kourí” e dall'Agenzia di regolamentazione cubana. Tutte le indagini sono state condotte in conformità con la Dichiarazione di Helsinki. Il consenso informato scritto è stato ottenuto da tutti i pazienti con piena competenza mentale prima del trattamento con itolizumab. Un tutore legale ha fornito il consenso ai pazienti con disturbi cognitivi. Inoltre, il consenso è stato richiesto ai pazienti ventilati sopravvissuti, non appena guariti. Il protocollo è stato registrato nel National Registry for Clinical Trials (http://rpcec.sld.cu/trials/RPCEC00000311‐En).

I pazienti critici sono stati definiti come quelli che richiedono ventilazione meccanica o quelli che hanno insufficienza respiratoria (PaO2/ FiO2) < 200, septic shock or multiple organ dysfunction. Severely ill individuals were those who have respiratory frequency > 30 respiri al minuto, SaO2 ≤ 93%, PaO2/ FiO2 < 300 or lung infiltrates > 50%. I pazienti moderatamente malati hanno evidenze cliniche e di imaging di malattie delle vie respiratorie inferiori e SaO2 > 93%. Nello studio sono stati inclusi solo pazienti moderatamente malati con alto rischio di aggravamento. I fattori di rischio per il peggioramento erano l'età ≥ 65 anni e le comorbidità associate alla mortalità da COVID-19: ipertensione, malattie cardiovascolari, diabete mellito, malattia renale cronica, cancro, malattia polmonare ostruttiva cronica (BPCO), obesità e deficit nutrizionale.

L'obiettivo principale dello studio era valutare l'impatto di itolizumab nell'arresto del deterioramento della funzione polmonare, misurato come percentuale di pazienti senza necessità di aumentare la FiO2 per mantenere SaO2 superiore al 93% e il tasso di pazienti che migliorano la PaO2/ FiO2, dopo 3 e 7 giorni dall'infusione dell'anticorpo. Altri obiettivi secondari erano i seguenti: tasso di pazienti che necessitano di ventilazione meccanica, durata della ventilazione e tasso di mortalità dopo 14 giorni dalla somministrazione dell'anticorpo.

Gli eventi avversi correlati a itolizumab sono stati segnalati e classificati secondo i Common Terminology Criteria for Adverse Events, versione 5. L'emoglobina e l'emocromo completo sono stati eseguiti al basale e poi giornalmente, fino a 168 ore di somministrazione di itolizumab. Proteina C reattiva, trigliceridi, fibrinogeno, ferritina, AST e D-dimero sono stati valutati con la stessa frequenza. In 30 pazienti, IL ‐ 6 è stato quantificato prima e 48 ore dopo itolizumab nel siero. La concentrazione di IL-6 è stata misurata utilizzando un kit Quantikine ELISA (S6050) di R&D Systems (Minneapolis, USA). IL ‐ 1 e TNF ‐ α sono stati valutati con i sistemi umani IL ‐ 1 beta / IL ‐ 1F2 Quantikine ELISA Kit (SLB50) Systems (Minneapolis, USA) o il TNF ‐ α umano, Quantikine ELISA Kit (STA00D) (Minneapolis, USA) .

Il trattamento consisteva in un'infusione endovenosa di 200 mg di itolizumab diluita in 200 mL di cloruro di sodio (0,9%). I pazienti potrebbero ricevere una seconda dose dell'anticorpo se avessero ancora segni di distress respiratorio. La durata dell'infusione è stata di almeno 2 ore. Il prodotto di ricerca è stato conservato a 2–8 ° C. Itolizumab è stato formulato a una concentrazione di 5 mg mL−1 (25 mg per fiala) in tampone sterile.

Statistiche

Le caratteristiche demografiche e cliniche sono state riportate in base ai gruppi di gravità della malattia. Le variabili categoriali sono state visualizzate utilizzando statistiche descrittive mentre le variabili metriche sono state presentate utilizzando l'ampiezza e la dispersione della tendenza centrale: media ± DS per variabili con distribuzione normale o intervallo mediano e interquartile per dati non normali. Il potere discriminante di diversi biomarcatori per quanto riguarda la gravità della malattia e la mortalità è stato valutato mediante analisi delle caratteristiche operative del ricevitore (ROC). È stato stimato il rapporto di probabilità di mortalità per diverse variabili indipendenti tra cui dati demografici, comorbidità e parametri di laboratorio al di sopra della soglia predeterminata per un rischio di morte più elevato. Le analisi sono state effettuate con la versione 25 di SPSS e il software R.

Ringraziamenti

Siamo estremamente grati a tutti i medici, infermieri e personale generale che hanno curato pazienti COVID ‐ 19 e hanno partecipato a questo studio ad accesso esteso.

Conflitto d'interesse

Quindici autori attualmente lavorano per il Center of Molecular Immunology, l'istituzione che ha generato e originariamente brevettato itolizumab. Gli altri autori non hanno rapporti commerciali o finanziari che potrebbero essere considerati un potenziale conflitto di interessi.

Contributi dell'autore

Armando Caballero: Acquisizione di fondi; Indagine; Supervisione. Lazaro Filgueira: Analisi formale; Indagine. Julio Betancourt: Analisi formale; Indagine. Naivy Sánchez: Indagine. Carlos Hidalgo: Analisi formale; Indagine. Alberto D Ramírez: Indagine. Alejandro Martinez: Indagine. Rolando E Despaigne: Indagine. Alberto Escalona: Indagine. Elio Meriño: Indagine. Liliam Ortega ‐ Gonzalez: Indagine. Henrry Díaz: Indagine. Ulises Castillo: Indagine. Mayra Ramos: Concettualizzazione; Analisi formale; Indagine. Danay Saavedra: Concettualizzazione; Analisi formale; Indagine; Scrittura-bozza originale. Yanelda Garcia: Concettualizzazione; Indagine. Geydi Lorenzo: Cura dei dati; Indagine. Meylan Cepeda: Cura dei dati; Indagine. Maylen Arencibia: Cura dei dati; Indagine. Leticia Cabrera: Cura dei dati; Indagine. Milagros Domecq: Cura dei dati; Indagine. Daymys Estevez: Indagine. Carmen Valenzuela: Analisi formale; Metodologia; Scrittura-bozza originale. Patricia Lorenzo ‐ Luaces: Analisi formale; Metodologia; Scrittura-bozza originale. Lizet Sánchez: Analisi formale; Metodologia. Zaima Mazorra: Concettualizzazione; Analisi formale; Indagine. Kalet Leon: Analisi formale; Supervisione. Tania Crombet: Concettualizzazione; Analisi formale; Indagine; Supervisione; Scrittura-bozza originale; Scrittura, revisione e modifica.